Superscontato il Windows giamaicano

Per contrastare l'elevato tasso di pirateria e l'avanzata di Linux, in Giamaica Microsoft ha offerto al governo licenze a prezzi ridottissimi. Una strategia già utilizzata altrove


Roma – Seguendo una strategia simile a quella già varata in alcuni altri paesi in via di sviluppo, come la Thailandia e alcuni stati africani, Microsoft si è accordata con il Governo giamaicano per fornirgli alcuni dei propri prodotti a prezzi di favore.

Secondo il giornale locale Jamaican Observer , circa il 50% dei software di Microsoft utilizzati dal governo della Giamaica sono copiati. Nel settore privato il tasso di pirateria arriverebbe invece fino al 70%.

Microsoft non ha svelato a quale prezzo venderà i propri software al governo dell’isola caraibica, tuttavia gli sconti potrebbero essere, secondo alcune fonti, piuttosto sostanziosi.

Microsoft spera, offrendo ai paesi meno ricchi prezzi delle licenze più bassi, di ridurre il tasso di pirateria e favorire rapporti di collaborazione con i governi per rafforzare le leggi che proteggono i copyright.

Oltre che a contrastare la pirateria, le strategie di Microsoft vanno anche nella direzione di impedire che i paesi in via di sviluppo – gli stessi che domani potrebbero diventare, come India e Cina, fertilissimi mercati per l’IT – si trasformino in “focolai d’infezione” del software open source e, in particolare di Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    pe chi dice che il prc appoggia MS
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=588267
  • Anonimo scrive:
    Open S
    Gli ultimi accordi della PA italiana (prima della liberalizzazione di Stanca dove ogni PA sceglie in base alle proprie esigenze, e speriamo che serva) con l'azienda di Bill Gates sono stati firmati da Prodi e Dalema quando erano al governo e al fianco vi era pure Bertinotti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Open S
      ....interessante.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Open S
      - Scritto da: Anonimo
      Gli ultimi accordi della PA italiana (prima
      della liberalizzazione di Stanca dove ogni
      PA sceglie in base alle proprie esigenze, e
      speriamo che serva) con l'azienda di Bill
      Gates sono stati firmati da Prodi e Dalema
      quando erano al governo e al fianco vi era
      pure Bertinotti.E come dimenticare le famose cene tra il nostro onorevole Berlusconi e Bill Gates?
      • Alessandrox scrive:
        Re: Open S
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Gli ultimi accordi della PA italiana
        (prima

        della liberalizzazione di Stanca dove
        ogni

        PA sceglie in base alle proprie
        esigenze, e

        speriamo che serva) con l'azienda di
        Bill

        Gates sono stati firmati da Prodi e
        Dalema

        quando erano al governo e al fianco vi
        era

        pure Bertinotti.
        E come dimenticare le famose cene tra il
        nostro onorevole Berlusconi e Bill Gates?SI e gli inviti in parlamento ecc.Il fatto e' che quando si tenta di evidenziare come una parte politica abbia stretto accordi con M$ poi ci si accorge che anche la parte opposta ha fatto altrettanto...Questo non vi suggerisce proprio nulla?
        • Anonimo scrive:
          Re: Open S
          che nel nostro stato il campionato vien giocato solamente da due squadre con le maglie identiche?
          • Anonimo scrive:
            Re: Open S
            verso la fine di questo filmato la risposta :Dhttp://www.infonegocio.com/xeron/bruno/italy.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Open S
            - Scritto da: Anonimo
            verso la fine di questo filmato la risposta
            :D
            www.infonegocio.com/xeron/bruno/italy.html Mitico!:D
  • Alessandrox scrive:
    OS/2 OPen Source..,
    Tanto che se ne fanno?
    • Anonimo scrive:
      Re: OS/2 OPen Source..,
      - Scritto da: Alessandrox
      Tanto che se ne fanno?OS/2 e' la base di partenza di WinNT. Infatti e' stato sviluppato, inizialmente, da M$. Siccome non riusciva a farlo andare (IBM aveva richiesto una gestione a vero multi-tasking e delle macchine virtuali serie) M$ se ne ando' a fare Windows separando la propria strada da IBM e finendo di fare quel Windows_3.1x che, benche' ottimo, era anni luce meno evoluto di OS/2. Ancora adesso WinNT ha alcune componenti di compatibilita' con OS/2.Perche' regalare a M$ tecnologie sviluppate da OS/2 e cosi' potenti? CHE SE LE SUDI!Saluti.....................Enrico (os/2) (linux)
  • Mechano scrive:
    Evvai!!!
    E' sempre stato il mio sogno una CPU RISC a sviluppo aperto.La possibilita' per tutti di poterla produrre a costi bassi e la sua diffusione alternativa ai soliti x86 del menga.Tanto ormai l'hardware di contorno e i bus sono standard tra quasi tutte le architetture.Io dico che una diffusione di PowerPC sui quali non ci gira quella fetecchia di Win e' la migliore soluzione al progetto Palladium!Spero di vedere presto un'invasione di motherboard PPC dall'assemblatore sotto casa e scegliere l'architettura che piu' preferisco oltre al sistema operativo, naturalmente!Ciao. Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 02/04/2004 1.08.27
    • Anonimo scrive:
      Re: Evvai!!!

      Spero Chi visse sperando....
      • Anonimo scrive:
        Re: Evvai!!!
        - Scritto da: Anonimo


        Spero
        Chi visse sperando....Paura, eh ?
      • Mechano scrive:
        Re: Evvai!!!
        - Scritto da: Anonimo


        Spero
        Chi visse sperando....Su www.mini-itx.com tra gli archivi del mese di settembrehttp://www.mini-itx.com/news/archive.asp?date=0309C'e' gia' la foto di una motherboard mini-itx per powerpc.Le prestazioni e i consumi sono ottimi.http://pegasos-italia.com/processori.htmOpsss! Ma cosa sono quelle nelle foto?Motherboard per PentiumII o III su slot?http://web.tiscali.it/amigazette2/numero_18/pegasos-01.html--Ciao. Mr. Mechano
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Evvai!!!

      Io dico che una diffusione di PowerPC sui
      quali non ci gira quella fetecchia di Win e'
      la migliore soluzione al progetto Palladium!Caro Mechano, la soluzione già c'è! E si chiama AmigaONE + AmigaOS, sistema operativo velocissimo su architettura PPC! E se non sei amighista c'è Pegasos!http://pegasos-italia.com/
      Spero di vedere presto un'invasione di
      motherboard PPC dall'assemblatore sotto casa
      e scegliere l'architettura che piu'
      preferisco oltre al sistema operativo,
      naturalmente!Questa è un'ipotesi parecchio lontana... Le alternative che ti ho citato sono ancora molto di nicchia e c'è praticamente uno o due distributori... Ma un giorno... Chissà...TAD In attesa di AmigaONE a prezzi umani
    • Anonimo scrive:
      Re: Evvai!!!
      - Scritto da: Mechano
      E' sempre stato il mio sogno una CPU RISC a
      sviluppo aperto.
      La possibilita' per tutti di poterla
      produrre a costi bassi e la sua diffusione
      alternativa ai soliti x86 del menga.
      Tanto ormai l'hardware di contorno e i bus
      sono standard tra quasi tutte le
      architetture.
      Io dico che una diffusione di PowerPC sui
      quali non ci gira quella fetecchia di Win e'
      la migliore soluzione al progetto Palladium!

      Spero di vedere presto un'invasione di
      motherboard PPC dall'assemblatore sotto casa
      e scegliere l'architettura che piu'
      preferisco oltre al sistema operativo,
      naturalmente!Beh, in verità una alternativa esiste già da dieci anni e si chiama PowerMac.... e ci si può far girare alcune distro di Linux (nel 1995 ne installai una, credo la YellowDog, più per curiosità che per altro ma non me ne sono pentito mai).Per il PowerPC:http://www.netmanager.it/Site/Tool/Article?ida=10679
  • Anonimo scrive:
    A proposito di Open Source, una domanda:
    Salve a tutti,insieme a un paio di amici stiamo aprendo una piccola attività e avevamo bisogno di un software gestionale, non abbiamo intenzione di pagare per i soliti programmini fatti in Visual Basic (che tra l'altro le aziende della nostra zona vendono a peso d'oro!!!) e ci chiedevamo se esisteva sulla rete qualche gestionale open source, non necessariamente per linux, ma anche per Windows.Grazie per l'aiuto!Carlo
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito di Open Source, una doma
      - Scritto da: Anonimo
      insieme a un paio di amici stiamo aprendo
      una piccola attività e avevamo
      bisogno di un software gestionale, non
      abbiamo intenzione di pagare per i solitiParli di qualcosa cosi'?http://punto-informatico.it/p.asp?i=40505
      • Anonimo scrive:
        Re: A proposito di Open Source, una doma
        a me pare che mosaico e computerinside siano spariti dalla faccia della terra....
        • Anonimo scrive:
          Re: A proposito di Open Source, una doma
          so che computerinside ha avuto qualche problemino con la Gdf, per quanto riguarda invece mosaico, i programmatori penso abbiano finalmente deciso di smetterla di fare soft-spam e dedicarsi all'agricoltura!!
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito di Open Source, una doma
      Se hai tempo e voglia realizzane uno su misura per te con FileMaker
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito di Open Source, una domanda:
      - Scritto da: Anonimo

      Salve a tutti,

      insieme a un paio di amici stiamo aprendo
      una piccola attività e avevamo
      bisogno di un software gestionale, non
      abbiamo intenzione di pagare per i soliti
      programmini fatti in Visual Basic (che tra
      l'altro le aziende della nostra zona vendono
      a peso d'oro!!!) e ci chiedevamo se esisteva
      sulla rete qualche gestionale open source,
      non necessariamente per linux, ma anche per
      Windows.

      Grazie per l'aiuto!

      Carlo
    • TADsince1995 scrive:
      Re: A proposito di Open Source, una domanda:
      - Scritto da: Anonimo

      Salve a tutti,

      insieme a un paio di amici stiamo aprendo
      una piccola attività e avevamo
      bisogno di un software gestionale, non
      abbiamo intenzione di pagare per i soliti
      programmini fatti in Visual Basic (che tra
      l'altro le aziende della nostra zona vendono
      a peso d'oro!!!) e ci chiedevamo se esisteva
      sulla rete qualche gestionale open source,
      non necessariamente per linux, ma anche per
      Windows.Il mondo sta cambiando... Finalmente!TAD
Chiudi i commenti