Surfshark sta rimuovendo il protocollo IKEv2 dai PC

Surfshark sta rimuovendo il protocollo IKEv2 dai PC

Il team al lavoro sul servizio VPN di Surfshark spiega le ragioni che hanno portato alla rimozione del protocollo IKEv2 dal client Windows.
Il team al lavoro sul servizio VPN di Surfshark spiega le ragioni che hanno portato alla rimozione del protocollo IKEv2 dal client Windows.

L’annuncio risale a qualche giorno fa, ma il processo di dismissione è ancora in atto. Surfshark ha deciso di rimuovere il supporto al protocollo IKEv2 dal client della VPN disponibile per computer con sistema operativo Windows. Le ragioni che hanno spinto a prendere la decisione sono spiegate dal team di sviluppo in un articolo condiviso sulle pagine del blog ufficiale. Ne riportiamo qui i passaggi più importanti.

IKEv2 rimosso dal client PC di Surfshark

Il primo dei motivi a cui si deve la scelta è legato al fatto che IKEv2 è impiegato principalmente sui dispositivi mobile. È infatti su smartphone e tablet che dà il meglio di sé, grazie a funzionalità come la velocità elevata nell’instradamento del traffico dati e l’abilità nel passare istantaneamente da un network all’altro.

La squadra di Surhshark fa inoltre sapere che le evoluzioni recenti registrate in ambito VPN hanno fatto emergere protocolli più promettenti per Windows, preferendo dunque concentrare le proprie competenze e risorse sul loro supporto, così da garantire agli utenti una maggiore libertà di scelta nel lungo periodo.

Infine, l’utenza ha iniziato ad abbandonare IKEv2 su PC: la sua popolarità è in calo. Tra le alternative proposte e suggerite spiccano WireGuard (da preferire per le prestazioni) e OpenVPN (principalmente per la sua natura open source).

Come già sottolineato, la rimozione annunciata interessa solo ed esclusivamente il client Windows, mentre IKEv2 continuerà a rimanere disponibile su Android e iOS.

Sottoscrivendo oggi l’ abbonamento biennale a Surfshark (82% di sconto e due mesi gratis) si ha la possibilità di mettere al sicuro dispositivi e dati fino al 2024 con una spesa davvero contenuta. Volendo, si ha modo di pagare in criptovalute e di ottenere eventualmente un rimborso completo entro 30 giorni.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Surfshark
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 lug 2022
Link copiato negli appunti