Svelato Mac OS X 10.1. Il cerchio si chiude

Atteso da tempo, questo grosso aggiornamento a Mac OS X colma finalmente le lacune dell'OS e ne ottimizza le prestazioni. Apple promette molto con questa nuova release. La comunità Mac ne sarà soddisfatta?


San Francisco (USA) – Il più importante aggiornamento a Mac OS X che tutti i fan della mela attendevano con trepidazione è finalmente arrivato. Ad annunciarlo è stato lo stesso Steve Jobs, CEO di Apple, che durante la Seybold Conference di ieri ha svelato che Mac OS X 10.1 verrà rilasciato sabato 29 settembre.

Questo aggiornamento riveste particolare importanza soprattutto perché va a colmare alcune delle più vistose lacune che caratterizzavano la prima versione di Mac OS X lanciata a marzo, lacune come la parziale mancanza del supporto a CD e DVD, l’insufficiente supporto ad hardware e software di terze parti e la scarsa ottimizzazione di alcune parti del sistema.

Con la nuova versione del sistema operativo, Apple promette ora miglioramenti in molte aree, quali le prestazioni, il lancio delle applicazioni, il controllo dei menu, la copia dei file, i tempi di avvio, l”interfaccia grafica Aqua e il supporto di media digitali e periferiche. Ed proprio sul lato delle prestazioni, chi ha già provato l’aggiornamento sostiene che il sistema si dimostra effettivamente più veloce e reattivo anche sulle macchine più anziane, come quelle con processori G3.

Oltre a miglioramenti in alcune applicazioni di sistema, OS X 10.1 vanta un motore PDF e Open GL rinnovato; un supporto completo alla riproduzione e masterizzazione di CD e DVD (comprendente l’authoring e la masterizzazione con iDVD2); una maggiore compatibilità con le stampanti (stampa automatica attraverso USB, gestione diretta delle stampanti PostScript e driver per oltre 200 stampanti) e con i dispositivi digitali in genere (MP3 player, macchine fotografiche digitali ecc.).

Apple ha anche potenziato le funzionalità di AppleScript: prevista a breve l’uscita di “AppleScript Studio”, un tool che consente una gestione
completa delle operazioni e degli automatismi di Mac OS X. A dimostrazione di ciò, durante la conferenza Jobs ha mostrato un intero processo di pubblicazione automatizzata realizzata con Illustrator per Mac OS X grazie a AppleScript Studio.


Fra le novità dell’interfaccia Aqua c’è invece da citare la nuova login con possibilità di accedere a una lista (con foto) degli utenti; il nuovo Dock riposizionabile con effetti di miniaturizzazione delle finestre; il nuovo menù di sistema che permette ora di accedere in maniera immediata ad alcune funzioni principali, come le regolazioni audio e video, il collegamento ad Internet e le impostazioni della rete wireless Airport; i ritocchi alle finestre del Finder, che ora mostrano un’anteprima migliore e di dimensioni più generose.

Per quanto riguarda la rete e la connettività, OS X 10.1 semplifica ulteriormente la connessione e la condivisione di computer in LAN ma, cosa ancora più importante, implementa Samba e altri protocolli per la piena compatibilità con le reti miste (AFP, SMB/CIFS, WebDAV e NFS).

Presso la conferenza di Seybold, Apple ha poi annunciato l’imminente rilascio di Mac OS X Server 10.1 e un certo numero di applicazioni di terze parti, ora giunte a 1.400: fra i prodotti annunciati o già disponibili vi sono Maya, Internet Explorer 5.1, Acrobat Reader 5, Freehand 10, Norton Antivirus e Office X.

Gli attuali utenti di Mac OS X possono ottenere l’aggiornamento grazie al programma standard Mac OS Up-to-Date al solo costo di spedizione pari a 39.500 lire: in questo caso si riceve anche un CD con l’installer completo di Mac OS 9.2.1 e un CD con l’aggiornamento dei Developer Tools (ma l’attesa potrebbe anche essere superiore alle 6 settimane). Un kit gratuito Instant Up-to-Date per l’aggiornamento di utenti di Mac OS X sarà disponibile fino al 31 ottobre 2001, o ad esaurimento scorte, presso i rivenditori Apple.
L’aggiornamento non verrà invece rilasciato sul Web o su FTP per via delle sue elevate dimensioni: circa 600 MB.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma.. se mi danno loro gli HD...
    Forse non hanno mai visto un log file... Gestendo due sitelli da circa 600 visite giornaliere e un servizio simile a Shynistat.. (http://www.kmcount.net) mi trovo a scaricare, controllare, spulciare circa 200Mb di logfiles al mese (solo per questi due siti).Se poi contate che sul server ce ne sono solamente altri 15.. (più piccoli...)Ed è un server di piccole dimensioni....L'altra macchina WebServer, ha configurati e funzionanti quasi 200 VirtualHost... Gb di log files ogni mese......E magari me li fanno tenere per qualche anno...E poi non so' più dove mettermi i CD di Backup dei Log......PAZZI!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    La Procura e le intercettazioni
    Da una conoscenza nella Procura della Repubblica, ho saputo una cosa interessante.Nella mia citta' (circa 60'000 abitanti) la Procura (tramite la GdF o le altre forze dell'ordine, non so di preciso) ha la capacita' tecnica di REGISTRARE fino a 30'000 telefonate contemporaneamente.Cosa significa questo?Che loro registrano sistematicamente tutte le telefonate di tutte le persone che hanno una minima importanza. Queste registrazioni le conservano per un po' di tempo (penso per qualche mese) e in caso di eventuali indagini le tirano fuori dal cilindro.Di questo ho anche una conferma in un caso che conosco direttamente.L'anno scorso una azienda ha denunciato un proprio dipendente, le indagini in Procura sono iniziate circa un mese dopo. Quando questo e' stato interrogato gli hanno contenstato il CONTENUTO di alcune telefonate che aveva fatto 5 mesi PRIMA della denuncia...Sempre in questa indagine, hanno chiamato a testimoniare anche altre persone. Le hanno chiamate in Procura e mentre le chiamavano una per una, le facevano aspettare in una stanza.In seguito si e' saputo che tutte le conversazioni di quella stanza erano state registrate, per vedere se i testimoni dicevano qualcosa di utile alle indagini tra di loro.Infine, tanto per gradire, ne ho saputa un altra bella...Circa ogni 15 giorni, per la prevenzione di attivita' mafiose, si mettono ad ascoltare in diretta qualche centinaio di conversazioni prese da numeri telefonici scelti a caso....Tutte queste cose ovviamente non sarebbero permesse dalla legge, ma sapete cosa dice a riguardo il Codice di Procedura Penale?Che le intercettazioni telefoniche effettuate fuori dagli ambiti previsti dalla legge o effettuate senza l'autorizzazione del giudice non si possono utilizzare in processo come prova.Ma non dice che non si possono fare, solo che non sono prove valide.Ma vi immaginate l'utilita' che hanno per un PM che indaga?Attenti, tutto quello che dite potra' essere usato contro di voi....
  • Anonimo scrive:
    Poche idee e ben confuse
    Questi signori conoscono l'esistenza di siti che rendono anonima la navigazione?Per creare ostacoli alla pedofilia serve la corretta informazione sul tema, non i log di sistema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Poche idee e ben confuse
      - Scritto da: Michele
      Questi signori conoscono l'esistenza di siti
      che rendono anonima la navigazione?
      Per creare ostacoli alla pedofilia serve la
      corretta informazione sul tema, non i log di
      sistema.Senza contare gli anonimous remailer, per mandare mail anonime.
  • Anonimo scrive:
    Patetici!!!
    Quello che mi fa incazzare e' il fatto che la colpa delle stragi americane quasi viene data ad internet.Internet viene visto come l'ANTICRISTO dell 2000,fonte di ogni male e perversione.I signori dell'FBI e dei servizi segreti americani ,che conoscevano gia' questi terroristi e conoscono pure quelli che attualmente circolano a piede libero in america ,inchiodati di fronte le loro responsabilita'(hanno agito con leggerezza e superficialita')scaricano anche loro la colpa su internet.Vedete,il fatto e' che internet sta cambiando(nel bene o nel male) un po' di cose e sicuramente da fastidio a parecchie categorie di persone.in primis i discografici.poi le compagnie telefoniche,poi le forze dell'ordine,ed anche ai governi.Vi do un consiglio: se avete combinato qualche cazzata e rischiate di essere licenziati o di essere arrestati o se siete davanti un giudice,alla domanda :Hai niente da dire in tua discolpa ?rispondete:Non e' stata colpa mia ma di INTERNET!!!Vi salverete il culo!!!!!
  • Anonimo scrive:
    BUTTIGLIONE LOGGAMI STA MINCHIA
    sucate tu e tutto il clan di mafiosi/preti/ladri/politicanti della Casa delle Libertà e della Sinistra
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto
    Mettiamo sullo stesso piano scaricare un warez, crackare un sito porno e scambiare materiale fotografico contenento bambini?Non mi sembra il caso.
  • Anonimo scrive:
    VA bene....GLI HD ME LI PAGA BUTTIGLIONE PERO" !
    Il subject dice tutto.... iodi certo non li pago.@
    • Anonimo scrive:
      Re: VA bene....GLI HD ME LI PAGA BUTTIGLIONE PERO
      - Scritto da: @
      Il subject dice tutto.... io di certo non li pago.Sono piu' comodi e a buon mercato i cd-r per questa cosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: VA bene....GLI HD ME LI PAGA BUTTIGLIONE PERO
      si...mandiamo tutti i log su qualche server del ministero così se li spulciano come vogliono!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: VA bene....GLI HD ME LI PAGA BUTTIGLIONE PERO
      come no...o nuove tasse o direttamente a telecom...- Scritto da: @
      Il subject dice tutto.... io
      di certo non li pago.

      @
      • Anonimo scrive:
        Re: VA bene....GLI HD ME LI PAGA BUTTIGLIONE PERO
        Mi associo al compagno che ha lanciato questo thread: io non metto NEMMENO cento lire bucate, stiamo entrando in un cliam di regime riguardante l'IT e quel minimo di liberta' ad essa correlato.......e non fraintendetemi, per liberta' non intendo la possibilita' di fare cazzate online, che si chiamino nuking, hacking e cosi' discorrendo..... semplicemente, in questo modo si corre il rischio di far aumentare fenomeni del genere, e scusate tanto, anche a giustificarli.... Chiaro?M Fox
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto
    senti alessandro, tu vivi proprio fuori dal mondo, perchè alcune cose voglio che siano solo mie.....perchè la privacy non è una parola priva di contenuti, anche se è un po freddino come termine, è una cosa importante........lo sai a determinate informazioni chi ci potra accedere?io?tu?altri cazzoni del web? nooo!! apparte qualche mago del computer, ci potranno accedere tutti sti cavolo di 007, nonchè tutte le forze "dell'ordine" di cui non mi fido affatto, perchè dargli un potere in più?non ne hanno abbastanza?io voglio (pardon....vorrei) decidere di far sapere quello che faccio sul web SOLO a chi voglio io!!tu no? allora metti online tutti i tuoi cavolo di movimenti su internet, falli sapere a tutti, non ci credo che non sei mai andato su un ca*** di sito porno o non hai mai scaricato un crack o robe di cui solo tu vorresti essere a conoscenza.il fatto di controllare pedofili e terroristi è solamente una scusa con la quale possono controllare quelli che dicono e fanno cose contro di loro e cosi facendo questa mezza-democrazia diventerà sempre piu regime!attento perche i tuoi figli potrebbero non godere delle tue libertà attuali se continuiamo su questa linea!!!!facessero bene il proprio lavoro, finche vedrò crimini impuniti sotto gli occhi di tutti non crederò che i loro mezzi sono limitati!
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto
      - Scritto da: rodian
      senti alessandro, tu vivi proprio fuori dal
      mondo, perchè alcune cose voglio che siano
      solo mie.....perchè la privacy non è una
      parola priva di contenuti, anche se è un po
      freddino come termine, è una cosa
      importante........Certo che so cos'e' la privacy. Al contrario di come mi definisci tu, uno che vive fuori dal mondo, su Internet ci lavoro dieci-dodici ore al giorno.Certo che ho visitato siti porno e scaricato crack. Sono consapevole di quello che faccio e accetto che ne esista una prova. Se vogliono farmi causa perche' ho craccato uno shareware, lo facciano: sono forte del fatto che il mio danno e' di entita' minima. Se fossi chiamato a rispondere per esso, potrei sopportare la pena. Questo perche' uso Internet nel rispetto delle regole di convivenza civile. Se la usassi per fare dei 'veri' illeciti, allora si' che la penserei come te. E vorrei che non esistesse prova del mio comportamento.Ecco perche' chi pensa almeno un poco al bene comune, non solo al suo piccolo orticello come tu dimostri di fare, e' favorevole alla creazione di un sistema che abbia due finalita':1) Disincentivare l'uso di Internet per perpetrare dei crimini2) Aiutare la Giustizia a punire chi, superata l'ipotesi 1, ha usato Internet per commettere un crimine.Sono favorevole a rinunciare a una parte della mia liberta' (tanto non ho niente da nascondere) purche' Internet non diventi uno spazio 'amorale'. Ci guadagno anch'io, e vengo compensato del sacrificio.lo sai a determinate
      informazioni chi ci potra accedere?
      io?tu?altri cazzoni del web? nooo!! apparte
      qualche mago del computer, ci potranno
      accedere tutti sti cavolo di 007, nonchè
      tutte le forze "dell'ordine" di cui non mi
      fido affatto, perchè dargli un potere in
      più?
      non ne hanno abbastanza?
      io voglio (pardon....vorrei) decidere di far
      sapere quello che faccio sul web SOLO a chi
      voglio io!!
      tu no? allora metti online tutti i tuoi
      cavolo di movimenti su internet, falli
      sapere a tutti, non ci credo che non sei mai
      andato su un ca*** di sito porno o non hai
      mai scaricato un crack o robe di cui solo tu
      vorresti essere a conoscenza.

      il fatto di controllare pedofili e
      terroristi è solamente una scusa con la
      quale possono controllare quelli che dicono
      e fanno cose contro di loro e cosi facendo
      questa mezza-democrazia diventerà sempre piu
      regime!
      attento perche i tuoi figli potrebbero non
      godere delle tue libertà attuali se
      continuiamo su questa linea!!!!

      facessero bene il proprio lavoro, finche
      vedrò crimini impuniti sotto gli occhi di
      tutti non crederò che i loro mezzi sono
      limitati!
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto
    se fosse tutto come dici tu, allora le rivoluzioni non ci sarebbero state.se nella storia qualkunno ha avuto la necessita' di cifrare le proprie idee e' perche' altri lo volevano fucilare.alla stessa maniera, la privacy esiste proprio come via di fuga verso regimi oppressivi totalitari.se ti vengono tolte le liberta' adesso che non ne hai bisogno, quando le avrai bisogno non le avrai piu'.svegliati.se adesso certe liberta' non ti servono, e' perche queste esse un tempo furono ritenute preziose e si combatte' per esse.ora che non sono piu' tanto preziose, e' perche' sono riconosciute.in uno stato libero fare attivita' libere e' legale, non c'e' bisogno di nascondersi.essendo la privacy una liberta' fino a poko fa riconosciuta, molti si sentivano tutelati e non la ricercavano spasmodicamente.ora che vogliono privarmi della liberta' come temo, anke se non ho niente da nascondere, faro' di tutto per nascondere.il fatto che non sia piu' libero di decidere se rendere pubblico o privato il mio pensare, agire e' privazione della liberta' come qualunque altra e fa temere di peggio che se stessa solamente.ci sono da temere le conseguenze che il fatto.sommato al fatto che chi propone certe idee non sono i massimi esponenti dello intelletto mondiale (spero sia riconosciuto almeno questo), gente che ricicla leggi da altri stati senza porsi le dovute domande che ogni uomo ragionevole si pone quando decide per gli altri, io non ci sto.questa gente non e' in grado di valutare le conseguenze delle leggi che approva. io non mi sento tutelato da loro e non li accetto come miei rappresentanti.purtroppo, non sono le persone semplici e di massa che vengono offese da queste leggi, ne le persone mediocri.vengono offese le persone che sono border line, quelle che mettono in dubbio le morali comuni.quelle che permettono il cambiamento vero.quelle che hanno bisogno di mostrare idee controcorrente e rischiano di essere accusati facilmente, per opera di gente con intelletto non sufficiente a capirli o almeno a non fraintenderli.le informazioni sono libere e uno deve decidere da solo come gestirle.senza che gli venga imposto dallo stato.alla fine cosa fa lo stato? ci mette gli uni contro gli altri solo per sospetti piu' o meno infondati.io conosco gestori che hanno avuto problemi con la polizia postale.hanno dovuto rivelare informazioni obbligati.spesse volte i gestori conoscono meglio le persone che si aggirano per siti meglio di quanto la polizia postale potra' mai fare.la polizia postale agisce per conto di presunte violazioni subite da individui la cui capacita' di intendere le situazioni non e' delle migliori.c'e' gente che si lamenta di essere stato insultato in rete. di avere ricevuto messaggi volgari.una prassi ahime' comune, fastidiosa, quanto innocua.acclusa nel pakketto "viaggio nella rete". ma soprattutto mentre alkuni sono tutto tranne che ingenui, essi sfruttano la ingenuita' enorme altrui. un mio amico e' stato accusato di violazioni di copyright falsamente e ha dovuto sbrogliarsi delle grane pur essendo innocente.ha dovuto pagare un avvocato.morale, ora vuole abbandonare gran parte delle attivita' svolte dal suo sito( e lui si e' impegnato largamente per creare qualkosa di bello), perche' c'e' gente bastarda e stupida che rende la vita difficile a tutti.che per tentare di guadagnare soldi alle spalle degli altri, o per vendicarsi del ragazzo/a che lo ha lasciata/o, o perche' non si sente responsabile diquello ke fa in rete, vedendolo un immenso gioko, tira in ballo persone che non commettono pekkati se non mettergli a disposizione gratis servizi.almeno una volta si poteva dire "ho cancellato il log" " mi spiace".ora non si puo' piu' neppure agire di buon senso, consci di quello che si fa e consci delle persone con cui si sta trattando.sono le persone che gestiscono i siti liberi che bisogna tutelare.anche se ingenuamente a volte, tentano di costruire qualkosa.gli altri solo sfruttano la fatica altrui.sono gli ultimi arrivati e pretendono di comandare, di comportarsi come a kasa loro non possono fare, di ingannare, di sfruttare in maniera negatiiva le liberta' che la rete mette a disposizione per il bene di tutti.
  • Anonimo scrive:
    Chi l'ha suggerito, Paperino?
    A parte tutte le considerazioni sulla privacy et similia... ma dove li vogliono salvare i dati?Sopravvalutano forse la potenza di "WinZip" ?I cari signori del CCD/CDU credono che gli unici dati che girano in rete siano le 4 pagine html che hanno visto una volta giusto per dire "io uso internet"?Ripensandoci però non è una idea stupida... anzi... perchè non facciamo salvare tutto, a cominciare dal livello di linea? anche sequenze di jam ed errori!bah!
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto

    Per quanto riguarda la conservazione dei
    log, i log sono file di testo che si possono
    tranquillamente comprimere. Un log da 200 MB
    al giorno per un anno genera
    complessivamente circa 73 GB di dati.
    Compressi dell'80% con un qualsiasi ZIP (che
    non e' neanche il migliore), occupano meno
    di 15 GB. Ti affidi a un service provider,
    per conservare quei file, e ti costa poche
    centinaia di migliaia di lire all'anno. Le
    aziende potrebbero tranquillamente tenere
    tre anni di log con spese risibili. E tra
    l'altro le scaricano dalle tasse, quindi
    anche li' non si vede di cosa si lamentino.il testo puo essere compresso al 80%...ma i file no...un file da 73gb compresso sarebbe di circa 50gb...considerando traffico normale loggato bit per bit...ad oggi un disco da 80gb costa sui 3-400.000...altro che poche lire...
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto
      - Scritto da: blah
      il testo puo essere compresso al 80%...ma i
      file no...un file da 73gb compresso sarebbe
      di circa 50gb...considerando traffico
      normale loggato bit per bit...
      ad oggi un disco da 80gb costa sui
      3-400.000...
      altro che poche lire... I log sono file composti esclusivamente di testo, quindi *tutto* il file viene compresso con la prima percentuale che hai detto.Inoltre le aziende, per servizi del genere, non vanno semplicemente in negozio a comprare un disco fisso al prezzo di listino. Ci sono molti modi, ad es. i nastri o l'affitto di spazio presso un service provider (l'ipotesi che ho fatto io), con le quali paghi poche lire per ogni Megabyte.
  • Anonimo scrive:
    ...E io apro un nodo freenet
    - Scritto da: Alessandro
    Gente, non appelliamoci alla privacy o alla
    liberta' di... cosa? Liberta' di espressione ad esempio.
    per parlare contro
    questa mozione. Chi usa Internet per fare
    cose *lecite* non ha nulla da temere da
    qualsiasi monitoraggio governativo. Questo sempre che il governo non sia totalitario o non sia intenzionato ad eliminare voci a lui contrarie.O magare troppo interessato ai prodotti industriali.
    Per quanto riguarda la conservazione dei
    log, i log sono file di testo che si possono
    tranquillamente comprimere. Un log da 200 MB
    al giorno per un anno genera
    complessivamente circa 73 GB di dati.
    Compressi dell'80% con un qualsiasi ZIP (che
    non e' neanche il migliore), occupano meno
    di 15 GB. Ti affidi a un service provider,
    per conservare quei file, e ti costa poche
    centinaia di migliaia di lire all'anno. Le
    aziende potrebbero tranquillamente tenere
    tre anni di log con spese risibili. E tra
    l'altro le scaricano dalle tasse, quindi
    anche li' non si vede di cosa si lamentino.Io risolvero' il problema dei log aprendo al piu' presto un nodo freenet, penso ci mettero' un po' ma vi faro' sapere.
    • Anonimo scrive:
      Re: ...E io apro un nodo freenet
      - Scritto da: GrayLord
      - Scritto da: Alessandro


      Gente, non appelliamoci alla privacy o alla

      liberta' di... cosa?

      Liberta' di espressione ad esempio.Anche la libertà di espressione ha delle regola da rispettare: non puoi attaccare in giro per le città dei manifesti in cui esprimi le tue idee. Puoi farlo sono in spazzi appositi e previa autoruizzazione. Comunque anche in questo caso hai dei limiti sui contenuti. Certo che se imbratti le città con bombolette spry allora sei proprio libero, tanto il palazzo non è tuo e non pulisci tu.
      Io risolvero' il problema dei log aprendo al
      piu' presto un nodo freenet, penso ci
      mettero' un po' ma vi faro' sapere.Bravo e con che soldi gestisci il tutto con soldi tuoi? E la banda chi la paga? La pubblicità? O lo apri alle spalle di una azienda o università a loro insaputa? Se conosci qualcuno che mi permette di aprire nodi senza spendere una lire e senza condizioni, fammelo sapere che ci vado pure io.CiaoLuca
      • Anonimo scrive:
        Re: ...E io apro un nodo freenet
        - Scritto da: Luca
        - Scritto da: GrayLord

        - Scritto da: Alessandro


        Gente, non appelliamoci alla privacy o


        alla liberta' di... cosa?

        Liberta' di espressione ad esempio.
        Anche la libertà di espressione ha delle
        regola da rispettare: non puoi attaccare in
        giro per le città dei manifesti in cui
        esprimi le tue idee. Puoi farlo sono in
        spazzi appositi e previa autoruizzazione.
        Comunque anche in questo caso hai dei limiti
        sui contenuti. Certo che se imbratti le
        città con bombolette spry allora sei proprio
        libero, tanto il palazzo non è tuo e non
        pulisci tu.E se il palazzo e' mio perche' non posso decidere che Chiunque puo' scrivere quello che vuole ?

        Io risolvero' il problema dei log aprendo

        al piu' presto un nodo freenet, penso ci

        mettero' un po' ma vi faro' sapere.
        Bravo e con che soldi gestisci il tutto con
        soldi tuoi? E la banda chi la paga? Essendo una rete distribuita posso dare il mio contributo anche solo con un'ADSL, il principio e' lo stesso di quei prog Peer to Peer successori di napster e simili.
        La pubblicità? O lo apri alle spalle di una
        azienda o università a loro insaputa? Svegliato incazzato stamatiina he ;)
        Se conosci qualcuno che mi permette di
        aprire nodi senza spendere una lire e senza
        condizioni, fammelo sapere che ci vado pure
        io.freenet.sourceforge.net/lang/it/ Dimmelo quando l'hai aperto.
        • Anonimo scrive:
          Re: ...E io apro un nodo freenet

          E se il palazzo e' mio perche' non posso
          decidere che Chiunque puo' scrivere quello
          che vuole ?Perchè esistono delle leggi che ad esempio ti vietano di offendere qualcuno e quindi non puoi scriverci quello che vuoi.

          Essendo una rete distribuita posso dare il
          mio contributo anche solo con un'ADSL, il
          principio e' lo stesso di quei prog Peer to
          Peer successori di napster e simili.
          Il contratto ADSL stipuli con un privato che ti concede il servizio e può decidere in assoluta libertà (!!!) cosa tu puoi fare o meno.


          La pubblicità? O lo apri alle spalle di una

          azienda o università a loro insaputa?

          Svegliato incazzato stamatiina he ;)

          freenet.sourceforge.net/lang/it/

          Dimmelo quando l'hai aperto.E loro mi permettono di fare tutto quello che voglio? Anche aprire un sito che inneggia al Nazismo? O alla pulizia etnica? Senza che mi dicano nulla?Non penso proprio.Altrimenti non sono libero.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            - Scritto da: Luca

            E se il palazzo e' mio perche' non posso

            decidere che Chiunque puo' scrivere quello

            che vuole ?
            Perchè esistono delle leggi che ad esempio
            ti vietano di offendere qualcuno e quindi
            non puoi scriverci quello che vuoi.Pensa che se vinceva il nazismo ora non potremmo scrivere cose inneggianti al comunismo; quindi la liberta' dipende dal regime in carica, mi sembrava che il dizionario dicesse una cosa diversa riguardo la liberta' comunque vabbe'.

            Essendo una rete distribuita posso dare il

            mio contributo anche solo con un'ADSL, il

            principio e' lo stesso di quei prog Peer

            to Peer successori di napster e simili.
            Il contratto ADSL stipuli con un privato che
            ti concede il servizio e può decidere in
            assoluta libertà (!!!) cosa tu puoi fare o
            meno.Finche' il mio pensiero e' allineato con quello del regime.
            E loro mi permettono di fare tutto quello
            che voglio? Anche aprire un sito che
            inneggia al Nazismo? O alla pulizia etnica?
            Senza che mi dicano nulla?Non penso proprio.
            Altrimenti non sono libero.Altrimenti non sei libero ?!?
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            - Scritto da: Gray
            - Scritto da: Luca


            E se il palazzo e' mio perche' non
            posso


            decidere che Chiunque puo' scrivere
            quello


            che vuole ?

            Perchè esistono delle leggi che ad esempio

            ti vietano di offendere qualcuno e quindi

            non puoi scriverci quello che vuoi.

            Pensa che se vinceva il nazismo ora non
            potremmo scrivere cose inneggianti al
            comunismo; quindi la liberta' dipende dal
            regime in carica, mi sembrava che ilMi sa che stai sbagliando di grosso...stai paragonando la libertà a quello che un regime concede. Se c'e' un regime la libertà è limitata, occhio...
            dizionario dicesse una cosa diversa riguardo
            la liberta' comunque vabbe'.Vai a leggere il dizionario....



            Essendo una rete distribuita posso
            dare il


            mio contributo anche solo con un'ADSL,
            il


            principio e' lo stesso di quei prog
            Peer


            to Peer successori di napster e simili.


            Il contratto ADSL stipuli con un privato
            che

            ti concede il servizio e può decidere in

            assoluta libertà (!!!) cosa tu puoi fare o

            meno.

            Finche' il mio pensiero e' allineato con
            quello del regime.Regime e libertà non vanno molto daccordo...hai le idee un po confuse.


            E loro mi permettono di fare tutto quello

            che voglio? Anche aprire un sito che

            inneggia al Nazismo? O alla pulizia
            etnica?

            Senza che mi dicano nulla?Non penso
            proprio.

            Altrimenti non sono libero.

            Altrimenti non sei libero ?!?Se non mi permettono di fare quello che voglio non sono libero. Se, come hai detto tu, per essre libero devo essre allineato con il regime, allora non sono libero. Tu hai uno strano concetto di regime e libertà
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            - Scritto da: Luca
            - Scritto da: Gray

            - Scritto da: Luca



            E se il palazzo e' mio perche' non



            posso decidere che Chiunque puo'



            scrivere quello che vuole ?


            Perchè esistono delle leggi che ad


            esempio ti vietano di offendere qualcuno


            e quindi non puoi scriverci quello che


            vuoi.

            Pensa che se vinceva il nazismo ora non

            potremmo scrivere cose inneggianti al

            comunismo; quindi la liberta' dipende dal

            regime in carica, mi sembrava che il

            Mi sa che stai sbagliando di grosso...stai
            paragonando la libertà a quello che un
            regime concede. Se c'e' un regime la libertà
            è limitata, occhio...Sto solo dicendo quel che succede: che sei tu che mi ricordavi che al momento non si puo' inneggiare al fascismo.

            dizionario dicesse una cosa diversa

            riguardo la liberta' comunque vabbe'.
            Vai a leggere il dizionario....



            Essendo una rete distribuita posso



            dare il mio contributo anche solo



            con un'ADSL, il principio e' lo



            stesso di quei prog Peer to Peer



            successori di napster e simili.


            Il contratto ADSL stipuli con un


            privato che ti concede il servizio


            e può decidere in assoluta libertà


            (!!!) cosa tu puoi fare o meno.

            Finche' il mio pensiero e' allineato con

            quello del regime.
            Regime e libertà non vanno molto
            daccordo... hai le idee un po confuse.Se ti ho dato l'idea di avere le idee un po' confuse, forse e' perche' sto tentando di rispondere ai tuoi post :)Ma sei tu che dici che siamo liberi ma che non possiamo fare questo ne' quello.


            E loro mi permettono di fare tutto


            quello che voglio? Anche aprire


            un sito che inneggia al Nazismo ?


            O alla pulizia etnica?


            Senza che mi dicano nulla? Non penso


            proprio.Loro non hanno controllo su cio' che tu metti online.
            Se non mi permettono di fare quello che
            voglio non sono libero. Se, come hai detto
            tu, per essre libero devo essre allineato
            con il regime, allora non sono libero. Tu
            hai uno strano concetto di regime e libertàGuarda che sei tu quello che sosteneva che siamo liberi. Eppure non possiamo neanche permettere a chi lo desidera di scrivere quel che vuole sui nostri muri.
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet


            Ma sei tu che dici che siamo liberi ma che
            non possiamo fare questo ne' quello.No no, io dico che siamo libari ma a determinate condizioni.

            Loro non hanno controllo su cio' che tu
            metti online.E non ti sembra un po pericoloso? Chi ha intenzione di diffondere immagini a sfondo sessuale con bambini lo può fare tranquillamente?


            Guarda che sei tu quello che sosteneva che
            siamo liberi. Eppure non possiamo neanche
            permettere a chi lo desidera di scrivere
            quel che vuole sui nostri muri.Perche dovrebbe essere permesso a tutti? Non sarebbe libertà ma anarchia. tu scrivi su un muro le tue idee, io che ho idee opposte le cancello e scrivo le mie, un terzo scrive le sue...Libertà si ma a determinate condizi. Altrimento sarei libero di scrivere sulla tua macchina quello che penso di te (8-)). E tu di fare altrettanto.Ciao


          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            - Scritto da: Luca

            Ma sei tu che dici che siamo liberi ma che

            non possiamo fare questo ne' quello.
            No no, io dico che siamo libari ma a
            determinate condizioni.Personalmente quelle condizioni non mi piacciono.

            Loro non hanno controllo su cio' che tu

            metti online.
            E non ti sembra un po pericoloso? Chi ha
            intenzione di diffondere immagini a sfondo
            sessuale con bambini lo può fare
            tranquillamente?Reprimere non serve.

            Guarda che sei tu quello che sosteneva che

            siamo liberi. Eppure non possiamo neanche

            permettere a chi lo desidera di scrivere

            quel che vuole sui nostri muri.
            Perche dovrebbe essere permesso a tutti? Non
            sarebbe libertà ma anarchia. tu scrivi su un
            muro le tue idee, io che ho idee opposte le
            cancello e scrivo le mie, un terzo scrive le
            sue...Perche' per scrivere le tue dovresti cancellare le altre ?!?
            Libertà si ma a determinate condizi.
            Altrimento sarei libero di scrivere sulla
            tua macchina quello che penso di te (8-)). E
            tu di fare altrettanto.Secondo me non dovresti essere libero di scrivere sulla mia macchina, ma sulla tua puoi scriverci cio' che vuoi...
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet

            Personalmente quelle condizioni non mi
            piacciono.E cosa non ti piace?



            Loro non hanno controllo su cio' che tu


            metti online.


            E non ti sembra un po pericoloso? Chi ha

            intenzione di diffondere immagini a sfondo

            sessuale con bambini lo può fare

            tranquillamente?

            Reprimere non serve.Non serve vietare siti pedofili? Allora non vietiamo le rapine, gli omicidi e tutto il resto, tanto non serve...ma lo fai apposta o ci credi veramente in quello che dici?


            Guarda che sei tu quello che sosteneva
            che


            siamo liberi. Eppure non possiamo
            neanche


            permettere a chi lo desidera di
            scrivere


            quel che vuole sui nostri muri.


            Perche dovrebbe essere permesso a tutti?
            Non

            sarebbe libertà ma anarchia. tu scrivi su
            un

            muro le tue idee, io che ho idee opposte
            le

            cancello e scrivo le mie, un terzo scrive
            le

            sue...

            Perche' per scrivere le tue dovresti
            cancellare le altre ?!?Perchè sono libero...lo dici tu...Se non mi vanno le tue idee, la prima cosa che faccio è evitare che altri le possano leggere...mi sembra semplice.

            Secondo me non dovresti essere libero di
            scrivere sulla mia macchina, ma sulla tua
            puoi scriverci cio' che vuoi...E allora sono libero, ma a determinate condizioni. E queste condizioni non mi piacciono.Questo è il tuo ragionamento. Se quello che hai appena detto è varo, allora mi stai dando ragione.Mi pare che tu ti stia contraddicendo.Io ho detto che siamo liberi ma a determinate condizioni. Tu mi dice che è vero ma che non ti piacciono. E poi mi dici che non sono libero di scivere sulla tua macchina. Allora a me non piaccioni questi condizioni e se continui il ragionamento non ci saranno mai delle condizioni che vadano bene a tutti. Quindi o non ci sono condizioni (anarchia) o occorre fissarne alcune e accettarle.Rifletti...Ciao,Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            - Scritto da: Luca

            Personalmente quelle condizioni non mi

            piacciono.
            E cosa non ti piace?



            Loro non hanno controllo su cio'



            che tu metti online.


            E non ti sembra un po pericoloso? Chi


            ha intenzione di diffondere


            immagini a sfondo


            sessuale con bambini lo può fare


            tranquillamente?

            Reprimere non serve.
            Non serve vietare siti pedofili? Allora non
            vietiamo le rapine, gli omicidi e tutto il
            resto, tanto non serve...ma lo fai apposta o
            ci credi veramente in quello che dici?



            Guarda che sei tu quello che



            sosteneva che siamo liberi.



            Eppure non possiamo neanche



            permettere a chi lo desidera di



            scrivere quel che vuole sui nostri



            muri.


            Perche dovrebbe essere permesso a


            tutti? Non sarebbe libertà ma


            anarchia. tu scrivi su un


            muro le tue idee, io che ho idee


            opposte le cancello e scrivo


            le mie, un terzo scrive le sue...

            Perche' per scrivere le tue dovresti

            cancellare le altre ?!?
            Perchè sono libero...lo dici tu...Se non mi
            vanno le tue idee, la prima cosa che faccio
            è evitare che altri le possano leggere...mi
            sembra semplice.Il tuo rispetto per le idee altrui si evince dal tono accusatorio in cui tendi a scrivere.Il fatto di essere assolutamente libero di esprimere le proprie idee non implica il distruggere o eliminare quella altrui.

            Secondo me non dovresti essere libero di

            scrivere sulla mia macchina, ma sulla tua

            puoi scriverci cio' che vuoi...
            E allora sono libero, ma a determinate
            condizioni. E queste condizioni non mi
            piacciono.
            Questo è il tuo ragionamento. Se quello che
            hai appena detto è varo, allora mi stai
            dando ragione.Il mio penZiero e' che ci sono troppe regole gia' cosi'.
            Io ho detto che siamo liberi ma a
            determinate condizioni. Tu mi dice che è
            vero ma che non ti piacciono. E poi mi dici
            che non sono libero di scivere sulla tua
            macchina. Allora a me non piaccioni questi
            condizioni e se continui il ragionamento non
            ci saranno mai delle condizioni che vadano
            bene a tutti. Quindi o non ci sono
            condizioni (anarchia) o occorre fissarne
            alcune e accettarle.Ok, me ne basta una: ognuno esprime il proprio pensiero e rispetta quello altrui.
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet

            la legge, come si diceva in tempo di
            illuminismo, deve punire i fatti e non le
            idee; per punire le idee e a frustrare le
            persone dal dentro esiste gia la
            religione.non si puo' incarcerare le persone
            per le proprie idee, ma solo per i crimini
            che si fanno fisicamente.se si incriminasse
            la gente per le idee, allora saremmo stati
            tutti in galera almeno una volta; maQuesta è pura retorica. Allora io inneggio al tuo pestaggio, convinco ciunque individui che è giusto picchiati (tranquillo non ho intenzione di farlo), loro di menano e io sto tranquillo: io ho avuto solo l'idea...non penso che saresti contento.Ci sono anche reati di istigazione. Alrtimenti tutti i boss mafiosi non sarebbero mai condannablili come mandanti: loro non commettono materialmente gli omicidi.CiaoLuca
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            i crimini infatti non ci sarebbero senza i c*glioni che li portano a termine. se tu guardi, le disgrazie piu' gravi si sono evitate perche' gli esecutori si sono rifiutati.pensa bene.e solo in questi casi si vince, perche' una persona non puo' obbligarne milioni, se i milioni sono persone ragionevoli.tutto ricade su quanto queste persone sono libere e quanto possono essere comprate.sulla maturita intellettuale insomma, cio' che dicevo io .
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet

            pensa bene.e solo in questi casi si vince,
            perche' una persona non puo' obbligarne
            milioni, se i milioni sono persone
            ragionevoli.Se, se, se, se... i se non servono.Un tale con i baffetti ne ha convinte di persone, non si è mai sporcato le mani direttamente, ma ne ha convinte. I "se" non c'erano e non servono ora.
            tutto ricade su quanto queste
            persone sono libere e quanto possono essere
            comprate.sulla maturita intellettuale
            insomma, cio' che dicevo io .Ma che in pratica non si verifica mai...Se fossimo tutti buoni,baravi, intelligenti, ragionevoli etc allora... ma è utopia.Retorica. Sono solo utopie. Si può stare qui mesi a discutere di teoria. La pratica è ben altra cosa.CiaoLuca
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            le persone come te passano il tempo a dire "tutto e' una utopia" per non fare la fatica di sbattersi per qualkosa e schierarsi.sta di fatto che e' la gente di questo tipo che non solo non cambia le cose, ma addirittura permette ai peggiori di acquistare potere colla loro inerzia e c*lo flaccido.tu parli tanto di utopie, ma le tue parole sono sul serio non-soluzioni.non analizzi niente e non proponi niente.certo che non proponendo niente le tue idee sembrano non utopiche.sono non utopiche perche non contengono niente o, se preferisci, son parole al vento.se se se ....dici che certi fatti avvengono indipendentemente da quanto le persone ragionino.sta di fatto che l'uomo coi baffetti non c'e' piu'.e se non c'e' , e' anche grazie a gente che aveva utopie.perche' al tempo, nessuno pensava di vincere sul tuo ometto, ma cosi' e' stato.era una utopia.non realizzatasi grazie alla gente come te, che lo ha aiutato.che del regime un poco ma tutto sommato non gliene importava poi tanto, finche' le cose non le ha provate sulla pelle.le utopie hanno permesso di darti il cesso, l'acqua per lavarti, l'aereo, la liberta' di parola, possibilita' di migliorare il cibo e la qualita' della vita, corrente elettrica, il computer col quale ora straparli delle utopie.era tutta gente malata che credeva a cose impossibili quella che ti ha permesso di avere quello che hai e definirti "civile".ti consiglio di parlare di utopia con un po di rispetto.
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            ....e' giusto.....
          • Anonimo scrive:
            Re: ...E io apro un nodo freenet
            - Scritto da: bye
            ....e' giusto.....Aprine uno anche tu appena puoi :)
        • Anonimo scrive:
          Re: ...E io apro un nodo freenet
          - Scritto da: GrayLord
          Essendo una rete distribuita posso dare il
          mio contributo anche solo con un'ADSL, il
          principio e' lo stesso di quei prog Peer to
          Peer successori di napster e simili.

          Se conosci qualcuno che mi permette di

          aprire nodi senza spendere una lire e

          senza condizioni, fammelo sapere che ci vado

          pure io.(Chissa se diceva sul serio e ne apre uno anche Luca)
          freenet.sourceforge.net/lang/it/
          Dimmelo quando l'hai aperto.Si, si, fico...Anch'io voglio aprirne uno...
  • Anonimo scrive:
    Sono i soliti ignoranti...
    Anche questa volta viene sfatata la massima "il potere e' la conoscenza". Da quanto mi risulta, mi sembra che invece il potere sia in mano agli ignoranti, e la massima dovrebbe invece recitare "il potere e l'ignoranza sono complementari" (almeno in Italia). Non voglio stare qua a spiegare il perche' queste proposte non possono tecnicamente raggiungere lo scopo che si prefiggono, d'altra parte pagano fior di consulenti (con i nostri soldi): che glielo facciano loro il lavoro, io una mano, o magari anche solo una traccia,per limitare la mia liberta' non gliela do di certo. Per quanto riguarda il divieto di crittografia, beh, evidentemente non hanno mai sentito parlare di steganografia; che facciamo...vietiamo magari punendo con l'ergastolo il trasferimento di files via internet ? Una proposta posso pero farla pensandoci bene: obblighiamo i provider a tenere traccia di ogni file trasferito dai loro utenti...non si sa mai cosa potrebbero contenere..e poi...in fondo...se non hai niente da nascondere di che ti preoccupi ?P.S.Vi faccio dono del mio IP per i vostri log, ma solo perche lo voglio io :-))
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono i soliti ignoranti...
      veramente la massima era "conoscenza e' potere" che se permetti e' un po diverso ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono i soliti ignoranti...
        Se permetti tu , ti faccio notare che :"il potere e' la conoscenza" = "la conoscenza e' potere". Si tratta di aritmetica della grammatica, operazione forse troppo complicata da comprendere, ma se fai un po di ercizio e magari ti applichi un po..vedrai che ce la fai.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono i soliti ignoranti...
          "Anche questa volta viene sfatata la massima "il potere e' la conoscenza". Da quanto mi risulta, mi sembra che invece il potere sia in mano agli ignoranti,"infatti se tu intendessi la conoscenza e' potere,non ti stupiresti che il potere non coincide colla conoscenza.secondo la affermazione corretta, la conoscenza implica il potere ma non e' una doppia implicazione.chi dice conoscenza e' potere vuole dire che essa e' una strada per il potere, non che equivale al potere.ci sono molti modi di essere potenti senza essere saccenti.infatti in logica conoscenza-
          potere e' diverso che potere-
          conoscenza che e' diverso che potere conoscenza. dire il potere e' la conoscenza e' come dire potere conoscenza, cioe' che potere e' conoscenza sono intercambiabili e non si ha l'uno se non si ha l'altro, cosa che neanke il piu' antico dei filosofi e' tanto scemo da dire. altrimenti io dovrei stupirmi che tutte le persone che hanno potere non sono anche persone che conoscono.e' possibile che persone di potere siano ignoranti.sta di fatto pero' che la conoscenza ti apre le strade della ragione, ti istruisce su come reagire in determinate condizioni e ti da una marcia in piu'.specie conoscienza==know how, cioe' il sapere fare . e' ovvio che chi non sa come fare le cose e' una persona meno capace.quindi puo' fare di meno.in questo senso e' conoscenza e' potere.sei tu che sei ignorante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono i soliti ignoranti...
            - Scritto da: pelukkoO_O
            "Anche questa volta viene sfatata la massima
            "il potere e' la conoscenza". Da quanto mi
            risulta, mi sembra che invece il potere sia
            in mano agli ignoranti,"

            infatti se tu intendessi la conoscenza e'
            potere,
            non ti stupiresti che il potere non coincide
            colla conoscenza.secondo la affermazione
            corretta, la conoscenza implica il potere
            ma non e' una doppia implicazione.
            chi dice conoscenza e' potere vuole dire che
            essa e' una strada per il potere, non che
            equivale al potere.ci sono molti modi di
            essere potenti senza essere saccenti.
            infatti in logica conoscenza-
            potere e'
            diverso che potere-
            conoscenza che e'
            diverso che
            potere conoscenza.
            dire il potere e' la conoscenza e' come
            dire potere conoscenza, cioe' che potere
            e' conoscenza sono intercambiabili e non si
            ha l'uno se non si ha l'altro, cosa che
            neanke il piu' antico dei filosofi e' tanto
            scemo da dire.
            altrimenti io dovrei stupirmi che tutte le
            persone che hanno potere non sono anche
            persone che conoscono.e' possibile che
            persone di potere siano ignoranti.
            sta di fatto pero' che la conoscenza ti apre
            le strade della ragione, ti istruisce su
            come reagire in determinate condizioni e ti
            da una marcia in piu'.specie
            conoscienza==know how, cioe' il sapere fare
            . e' ovvio che chi non sa come fare le cose
            e' una persona meno capace.quindi puo' fare
            di meno.
            in questo senso e' conoscenza e' potere.
            sei tu che sei ignorante.Ciao, come vedi non siamo mai della stessa opinione 8-)Allora le proposizioni:1) Il potere è conoscienza. A=B2) Il potere implica la conoscienza A=
            B3) La conoscienza implica il potere B=
            Adove A=potere e B=conoscienza, non hanno lo stesso significato. 1) A è B.2) se A è vero, allora B è vero. Ma se A non è vera, non puoi dire nulla su B.3) se B è vero, allora B è vero. Ma se A non è vero non puoi dire nulla su B.Poi si può discutere se 1),2)o 3) sono valide o meno. Ma sono differenti.P.S. Spero di non aver detto cazzate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono i soliti ignoranti...
            pelukkoO_O e' potenza --secondo te vuol dire che pelukko e' la potenza stessa, oppure che pelukko sprigiona potenza? allora ammetterai che spesso " e' " viene impiegato per sottointendere altri verbi, come implica e sprigiona oppure dipendente dal contesto.paceebene ha fatto ben capire che per lui "optere=conoscere" quando comunque e' sbagliato come interpretazione.il perche' lo ho spiegato, nessuno pensa che chiunque abbia potere sia saccente.si vuole sottolineare invece che e' la conoscenza la fonte di questa marcia in piu'.la "e'" puo assumere molti significati.io spero che nessuno pensi che "pelukkoO_O e' potenza" significa che pelukkoO_:O e' potenza pura, ma piuttosto che sprigiona potenza.in questo caso, e'==sprigiona.in altri casi, e'==implica.se non si intende e' come implica, allora poi succede che qualkuno pensa che non esistano persone potenti che sono ignoranti, e,quando le trova, se ne stupisce.
          • Anonimo scrive:
            Re: knowledge is power
            finalmente ho trovato la notizia di cui cercavo conferma.la frase "knowledge is power" pronunciata da Frances Bacon e' da intendersi in senso morale/religioso/medico.la conoscenza viene vista anche come ricerca della verita(Dio) che e' possibile solo se non sciolta dalla moralita'.per cui il potere di cui si parla e' il potere di trovare la salvezza divina da un lato e la cura per le malattie dall'altro, intesa in senso alkemico.il potere di salvare le persone dalla morte.e' noto che frances bacon e' stato uno dei pionieri della ricerca scientifica. il che vuol dire che intende la conoscenza come un cammino verso qualcosa. essendo un cammino, e' chiaro che conoscenza e' poteree' e' da intendersi in senso unidirezionale "knowledge -
            power" o se preferite "conoscenza -
            salvezza in cielo e terra"."Thus, one must know the secrets of alchemy in order to complete that edifice of wisdom that is so important for the salvation of man. "da qui si capisce che il potere che intende bacon non e' tutto il potere indifferentemente, ma solamente il potere che deve essere piu' caro all'uomo, cioe' la salvezza nel corpo e nella anima.da cio' si deduce che non basta un potere qualsiasi per dire di avere la conoscenza, o che potere deriva da conoscenza; ma che la conoscenza e' indispensabile per la salvezza e chi possiede la salvezza del corpo e della anima le possiede anche per la conoscenza di cui gode e che ha raccolto colla sua esperienza.la conoscenza a quel tempo era essenzialmente sperimentazione, cioe' esperienza e analisi della esperienza."Truth can never be reached by just listening to the voice of an authority." -- Francis Baconovvero il non affidarsi all"ipse dixit", cioe' credere a persone che non e' detto che sappiano solo perche' sono autorita'."Laws are made to guard the rights of the people, not to feed lawyers."le leggi devono essere impostate sul bene della gente e non sul dominiop ne sull' arricchimento di chi le approva."Knowledge is power, not mere argument or ornament." cioe' che la conoscenza deve avere uno scopo.il soggetto e' la conoscenza, non il potere.a questo punti mi sembra chiaro che knowledge-
            power e non knowledge power.
  • Anonimo scrive:
    Anche il telefono !!! e i Canali TV
    Allora perche non registrano tutte le comunicazioni telefoniche e installano un auditelin tutte le tv dei nostri utonti !!!Si maddai Orwell e una cagatoa in confronto..
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche il telefono !!! e i Canali TV
      Ti prego..non dargli questo tipo di suggerimenti..sono capacissimi di farlo sul serio...non ci credete ? tempo al tempo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche il telefono !!! e i Canali TV
        guarda che le telvisioni via cavo in america lo fanno da anni...
        Ti prego..non dargli questo tipo di
        suggerimenti..sono capacissimi di farlo sul
        serio...non ci credete ? tempo al tempo...
  • Anonimo scrive:
    Escalation verso il regime totalitario......
    I segnali ci sono tutti: ieri ho letto anche di limitazioni sull'utilizzo della crittografia e negli USA gia' si parla di ergastolo per chi utilizza i sistemi crittografici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Escalation verso il regime totalitario......
      - Scritto da: W la LIBERTA
      I segnali ci sono tutti: ieri ho letto anche
      di limitazioni sull'utilizzo della
      crittografia e negli USA gia' si parla di
      ergastolo per chi utilizza i sistemi
      crittografici.Già! Godiamoci questi ultimi giorni nei quali siamo ancora liberi di scrivere su questo forum :-DCiao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Escalation verso il regime totalitario......
      Escalation verso chi spara la cazzata più grossa!
    • Anonimo scrive:
      Re: Escalation verso il regime totalitario......
      in inglittera per esempio se crypti un file e ti dimentichi la password possono essere cazzi tuoi...li sei OBBLIGATO di dare la password e se ti rifiuti vai in prigione...inoltre devi DIMOSTRARE (COME CAZZO SI FA) che ti sei dimenticato la password...COME DIREBBE DARIA: QUESTO PICCOLO TRISTE MONDO MALATO...- Scritto da: W la LIBERTA'
      I segnali ci sono tutti: ieri ho letto anche
      di limitazioni sull'utilizzo della
      crittografia e negli USA gia' si parla di
      ergastolo per chi utilizza i sistemi
      crittografici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Escalation verso il regime totalitario......
      - Scritto da: W la LIBERTA'
      I segnali ci sono tutti: ieri ho letto anche
      di limitazioni sull'utilizzo della
      crittografia e negli USA gia' si parla di
      ergastolo per chi utilizza i sistemi
      crittografici.ma perchè non vi lamentate se non iniziare a trasmettere con una vostra radio locale senza chiedere il permesso. Perchè non fate un movimento a favore della libertà delle frequenze radio per esprimere le proprie idee e trasmettere quelloc che volete?Pechè non vi lamentate se non potete utilizzare per i cazzi vostri una frequenza UHF per trasmettere i vostri programmi personali senza chiedere il permesso?Perchè non vi lamentare se non potete mettervi in piazza del duomo con il vostro palchetto personale per fare un comizio senza chiedere il permesso alla prefettura/comune?In internet tutto deve essere permesso, chissa poi perchè!Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Escalation verso il regime totalitario......

        ma perchè non vi lamentate se non iniziare a
        trasmettere con una vostra radio locale
        senza chiedere il permesso.

        Perchè non fate un movimento a favore della
        libertà delle frequenze radio per esprimere
        le proprie idee e trasmettere quelloc che
        volete?

        Pechè non vi lamentate se non potete
        utilizzare per i cazzi vostri una frequenza
        UHF per trasmettere i vostri programmi
        personali senza chiedere il permesso?

        Perchè non vi lamentare se non potete
        mettervi in piazza del duomo con il vostro
        palchetto personale per fare un comizio
        senza chiedere il permesso alla
        prefettura/comune?
        qualcuno tiene delle regisrtazioni di tutto cio' che dici e mandi via etere?C'e' una legge che obblighi a farlo?per questo io mi lamento!liberamente vuol dire anche che sono ragionevolmente certo che cio' che faccio/dico/penso usando internet come strumento non sara' mai usato contro di me.A meno che non ci siano procedimenti a mio carico.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Escalation verso il regime totalitario......

          qualcuno tiene delle regisrtazioni di tutto
          cio' che dici e mandi via etere?
          C'e' una legge che obblighi a farlo?No semplicemente perchè non sei Libero di mandare via etere quello che vuoi. Devi chiede la concessione di una frequenza e poi puoi iniziare a trasmettere. Poi c'e' il controllo degli organi di polizia competenti sul quello che gira via etere ( e lo fanno, vedi la polizia postale).

          per questo io mi lamento!

          liberamente vuol dire anche che sono
          ragionevolmente certo che cio' che
          faccio/dico/penso usando internet come
          strumento non sara' mai usato contro di me.Cosa inendi quando usi il temine "uso internet"?Poi ti rispondo.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Escalation verso il regime totalitario......
        probabilmente perche internet e' nata per lo scambio delle idee, e se non lo sai vuol dire che lo stai usando male.ma non lo sai perche' hal9000 ha malfunzionatoO_O?
    • Anonimo scrive:
      Re: Escalation verso il regime totalitario......
      scusa ma tanto se ti danno l'ergastolo non e' che sei meno libero che fuori di galera^O^ .. diciamop che pressapoko e lo stesso^_____^
    • Anonimo scrive:
      Re: Escalation verso il regime totalitario......
      A me pare evidente che si stia andando in questa direzione, in USA Carnivore ha questa funzione e se la gente comincia a crittografare il prossimo passo naturale sarà quello di mettere fuori legge i messaggi crittati.
  • Anonimo scrive:
    non è già così?
    Credo che in pratica venga spesso già fatto... I logs di accesso compressi possono essere facilmente conservati a lungo.
    • Anonimo scrive:
      Re: non è già così?

      Credo che in pratica venga spesso già
      fatto... I logs di accesso compressi possono
      essere facilmente conservati a lungo.in genere vengono tenuti i log solo di alcuni "personaggi"...e di solito non tengono i file trasferiti ma nome file, scaricato da dove, ecc...e le strutture tecniche per questo tengono...ma imaginati tenere i log di tutti, bit per bit (io soltanto ho circa 250 mb di media al giorno)...vabbene che gli harddisk costano sempre meno, pero qua ci vogliono migliaia di miliardi...
Chiudi i commenti