Symantec: ora pcAnywhere è al sicuro

La security enterprise statunitense emana il contrordine e garantisce sulla sicurezza del suo software di controllo remoto. Posto che le aziende installino le patch

Roma – Contrordine, pcAnywhere è ora sicuro e può essere utilizzato senza problemi in ambito corporate . Dopo aver consigliato la messa in mora del suo software per il possibile rischio di attacchi informatici mirati, Symantec torna ora a garantire sull’affidabilità del prodotto e assicura: non sapevamo che ci avessero rubato il codice sorgente.

PcAnywhere è la vittima principale della “breccia” nei server di Symantec (con successivo furto di codice) forzata dagli aggressori indiani nelle scorse settimane: se per Norton Antivirus & company il rischio di attacchi era remoto, per il tool di accesso remoto per l’ambiente corporate la situazione era risultata molto più problematica.

Symantec è stata comunque lesta nel distribuire pezze con cui chiudere le falle di sicurezza individuate in precedenza, e ora torna a ripetere che pcAnywhere può essere tranquillamente usato, posto che le aziende aggiornino la versione in loro possesso (12.5 ma anche 12.0 e 12.1) con le ultime patch rilasciate.

L’azienda fa ora i conti con le polemiche che l’hanno presa di mira in questi giorni, e cerca di smarcarsi dall’immagine ritratta dagli osservatori: nel 2006, dice Symantec, l’attacco era noto, ma all’epoca le prove raccolte erano insufficienti per fare ipotesi sull’eventuale furto di codice sorgente dai server.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti