Taiwan scommette su LED e OLED

Entro tre anni tutti i semafori e molti lampioni dell'isola di Taiwan disporranno di tecnologia LED; intanto in ambito domestico, con gli OLED, si pensa già al dopo LCD

Taipei – Taiwan si candida a diventare il faro mondiale delle tecnologie LED . Grazie ad un investimento equivalente a circa 6 milioni di euro, promessi dal ministero degli Affari economici (MOEA), nei prossimi tre anni in tutte le città del paese le lampade dei semafori verranno sostituite con LED di ultima generazione.

Inoltre, come riporta DigiTimes , Central News Agency ( CNA ) parla di un ulteriore progetto di investimento – di circa 3,2 milioni di euro – per aggiornare anche i vecchi lampioni. Il motivo è ovvio: le soluzioni LED possono tagliare sensibilmente i consumi energetici . Il Ministero dell’Energia taiwanese, infatti, ha stimato che la sola sostituzione dei semafori permetterebbe di risparmiare l’85 per cento sull’attuale bolletta semaforica .

I semafori LED La conversione dalla tecnologia a incandescenza a quella a LED ha certamente dei costi non indifferenti, ma tutti gli analisti confermano che il recupero dell’investimento è praticamente immediato. Le unità LED, infatti, consumano meno e durano più a lungo. Anche in Italia capita ormai sempre più spesso di imbattersi in semafori LED, caratterizzati da una maggiore visibilità e da una cromia quasi “digitale”.

Le novità taiwanesi, comunque, si spingono oltre i confini stradali e sono pronte a sbarcare nei salotti. Se da una parte durante l’ultimo Taiwan Display 2007 non è mancato qualche esempio di televisore LCD con retro-illuminazione a LED, è certamente l’ OLED – in questo segmento – la nuova tecnologia di frontiera. A parità di diagonale, un televisore OLED è in grado di consumare circa il 40% in meno rispetto ad un LCD. Senza contare anche i minori ingombri dello chassis: lo spessore infatti scende del 50%.

Al momento gli OLED vengono impiegati sempre più spesso sui portable player, sulle camere digitali e sui cellulari. Samsung, ad esempio, ha già accelerato i suoi processi produttivi per soddisfare la futura domanda. iSuppli ha stimato, infatti, che entro il 2012 le vendite raggiungeranno quota 24 miliardi di dollari. Un risultato notevole se si considera che nel 2007 difficilmente saranno superati i 7 miliardi di dollari.

“Il prezzo di un display OLED è di 1,7 /1,8 volte superiore rispetto ad un LCD e non sarà competitivo fino a quando le cose non cambieranno”, ha dichiarato a Reuters Peter Chen, presidente di CMEL – azienda taiwanese leader nella produzione OLED.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gionna scrive:
    testimonianza
    Buongiorno, lo scusate per questo messaggio imprevisto, ma occorre che testimonio: Se ho trovato il sorriso è grazie a questa signora CINZIA Milani da che ho ricevuto un prestito di 23.000 per il mio progetto e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone. Se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché signora CINZIA Milani mi ha fatto bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato ceette Dame onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito di denaro. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete. Per ulteriori informazioni complementari provate ad unirla per mail: cinziamilani62@gmail.com
  • vincenzo scrive:
    Re: Per me non è andata così
    Salve,io sono meccanico auto da 20 anni ,io ho visto espoldere espodere una batteria di una macchina una vera botta;;;;;;;;;;;;se si invertisce i cavi positivo e negativo. e credo che se una scintilla e capitata propio in mezzo al positivo e negativo del telefono,in piu' se era bella carica, succede quella cosa li (del cinese)CIAO a TUTTI.
  • criticovictor scrive:
    rottura di una costola??????
    scusatemi ma ho seri dubbi. Come ha detto qualcuno prima vogliono coprire altre cose...C'è un sito famosissimo con vari video che in alcuni fanno degli esperimenti con le batterie. Per favore andate a vedere come esplode una batteria e di notebook e non di un cellulare. E cavolo... non sapevo che ho un bomba nella mia tasca. Oppure pensi (chiunque)che te lo farrebero portare in aereo se era in grado di rompere una costola... va bene mi fermo qua.
    • Fabio Zanini scrive:
      Re: rottura di una costola??????
      Beh, penso che te la lascerebbero portare su un aereo, se non conoscessero il grado di rischio ad essa collegato. Tra l'altro, la domanda retorica che poni è girabile:la Apple e le altre ditte venderebbero delle batterie se sapessero che possono esplodere in tasca ai loro utenti, considerata la figura che ci farebbero nel caso in cui questo accadesse?
      • criticovictor scrive:
        Re: rottura di una costola??????
        - Scritto da: Fabio Zanini
        Beh, penso che te la lascerebbero portare su un
        aereo, se non conoscessero il grado di rischio ad
        essa collegato. Tra l'altro, la domanda retorica
        che poni è
        girabile:
        la Apple e le altre ditte venderebbero delle
        batterie se sapessero che possono esplodere in
        tasca ai loro utenti, considerata la figura che
        ci farebbero nel caso in cui questo
        accadesse?Sai, dalla tua risposta non riesco a capire se tu ci credi a questo o meno."Beh, penso che te la lascerebbero portare su un
        aereo, se non conoscessero il grado di rischio ad
        essa collegato."ma che vuol dire??? me la lascerebbero? Ma già ti permettono portare il cell sul aereo (spento). Scusa ma veramente non capisco il senso. Volevi dire per caso "Beh, penso che NON te la lascerebbero portare su un
        aereo, se conoscessero il grado di rischio ad
        essa collegato."Se era comunque questo, vuoi dire che lo loro non sanno? Non sarei tanto d'accordo. La semplice verità è che la batteria non esplode di colpo ma prima si scalda tanto e fa fumo...
      • Akiro scrive:
        Re: rottura di una costola??????

        la Apple e le altre ditte venderebbero delle
        batterie se sapessero che possono esplodere in
        tasca ai loro utenti, considerata la figura che
        ci farebbero nel caso in cui questo
        accadesse?dipende, dal numero di persone che dovrebbero risarcire...
  • ryuujin scrive:
    ho avuto un incidente simile
    nel senso traumatico.A 15 anni ho avuto un brutto incidente su una supermotard, con frattura di 8 costole, rientramento dello sterno, polmone perforato e lesione al ventricolo sinistro del cuore da parte dello sterno.Dopo due interventi, sono vivo.Mi sembra strano appurare di quello che e' accaduto a questo ragazzo. Che io sappia, una costola per fratturarsi e raggiungere il cuore abbisogna di un impatto veramente violento. Ed e' anche strano che non siano state coinvole le coste adiacenti.Il cuore non e' cosi' in superficie come sembra.C'e' inoltre da dire che la parte interna delle coste e' maggiormente cartilaginea.Non so.. mi sembra alquanto strano.r.
  • aaaaaa bbbbbb scrive:
    Sinceramente me ne sa di bufala
    ma come e' possibile che saldando la parte del corpo dove teneva il cellulare abbia raggiunto una temperatura tale da provocaer l'espolosione della batteria. E poi la detonazione e' stata talmente violenta da sparargli una costola nel cuore ? ma che e' una granata ?sinceramente me ne puzza di bufala
  • non so scrive:
    per difendere la propria reputazione
    cioè si esclude che abbiano ritirato le batterie per difendere la salute dei propri clienti?
  • tony danza scrive:
    Re: cellulare mentre saldava..

    tanto per fare un esempio: è come se si buttasse
    un fiammifero accesso nel serbatoio della propria
    auto subito dopo aver fatto il
    pieno.
    chi mai sano di mente lo farebbe??.... forse
    questo ragazzo cinese.Condivisibile il tuo intervento, ma l'esempio che fai è errato. Se butti un cerino acceso nel serbatoio pieno, non c'è sufficiente ossigeno come comburente, quindi si spegne.Già che ci sono....solo nei film le auto esplodono quando avvolte dalle fiamme, non nel mondo reale.
  • aistu scrive:
    Re: cellulare mentre saldava..
    Ti ricordo che sempre secondo il manuale bisognerebbe tenere il cellulare a minimo 1 metro di distanza dal corpo, questa è la distanza consigliata per ridurre al minimo le interazioni tra le onde elettromagnetiche generate dall' apparecchio e le nostre cellule (il nostro DNA). Peccato però che lo scrivono in piccolo, e magari in grigio chiaro, tanto compreremo le cuffie no? Ma non perchè coscienti che certe frequenze ci friggono il DNA ma perchè se ci beccano ci ritirano la patente!Che fessi che siamo!
  • m00f scrive:
    Condizioni necessarie
    Ovviamente non poteva che succede in un paese dove i lavoratori sono schiavi, le leggi non esistono, e il lavoro è ultra-precario....mmmm... tutto questo mi ricorda anche il paese dove vivevo, chiamato Italia.
    • Mark scrive:
      Re: Condizioni necessarie
      - Scritto da: m00f
      Ovviamente non poteva che succede in un paese
      dove i lavoratori sono schiavi, le leggi non
      esistono, e il lavoro è
      ultra-precario.
      ...mmmm... tutto questo mi ricorda anche il paese
      dove vivevo, chiamato
      Italia.Sì, perché se il lavoro non fosse stato precario, non si lavorasse come schiavi e le leggi esistessero... come per magia le batterie non esploderebbero alle forti esposizioni di calore.
      • Davide I. scrive:
        Re: Condizioni necessarie
        Qui si parla di norme di sicurezza sul lavoro.A me viene proibito di tenere un cellulare in fonderia. E non certo per evitare che mi metta a chiamare gli amici durante il lavoro.
        • nuclearstre ngth scrive:
          Re: Condizioni necessarie
          - Scritto da: Davide I.
          Qui si parla di norme di sicurezza sul lavoro.
          A me viene proibito di tenere un cellulare in
          fonderia. E non certo per evitare che mi metta a
          chiamare gli amici durante il
          lavoro.e invece mi sa che è prorpio per quello collega.magari non tanto per i ltempo perso ma per la cmancanza di attenzione se vieni sitratto dal cell.qui da noi la gente smette di saldare per la vibra del cellulare si alza la mschera, si alontan e risponde bighellondando fra le lamiere
  • Ma per favore scrive:
    Re: cellulare mentre saldava..
    - Scritto da: DarkDantesh
    beh sì ok, capisco il caso eclatante e la
    notizia..
    ma...

    come si fa a tenersi il cellulare in tasca,
    magari accesso, mentre sei lì che stai saldando
    chissà
    cosa??!!

    basta leggere il manualetto che ti viene fornito
    all'acquisto, o anche solo sopra la batteria
    stessa, che c'è scitto di non esporre a fonti di
    calore, fiamme, o temperature troppo
    elevateSi' perche' mentre saldi qualcosa ti arrivano le fiamme e le scintille addosso adesso... ma per favore. Stai zitto, ci fai piu' bella figura...
    • Non diciamo cazzate scrive:
      Re: cellulare mentre saldava..
      - Scritto da: Ma per favore
      - Scritto da: DarkDantesh

      beh sì ok, capisco il caso eclatante e la

      notizia..

      ma...



      come si fa a tenersi il cellulare in tasca,

      magari accesso, mentre sei lì che stai saldando

      chissà

      cosa??!!



      basta leggere il manualetto che ti viene fornito

      all'acquisto, o anche solo sopra la batteria

      stessa, che c'è scitto di non esporre a fonti di

      calore, fiamme, o temperature troppo

      elevate

      Si' perche' mentre saldi qualcosa ti arrivano le
      fiamme e le scintille addosso adesso... ma per
      favore. Stai zitto, ci fai piu' bella
      figura...La saldatura TIG è una fucina di radiazioni EM, il calore probabilmente c'entra ben poco. Io non voglio dire che questo ragazzo passi per cretino per aver avvicinato il cell al saldatore (cosa che tra l'altro se si tratta davvero di tig è una cosa per lo meno pericolosa per la durata del telefonino, l'esplosione è qualcosa di imprevedibile), bensì punto il dito con chi non ha informato il ragazzo delle norme sulla sicurezza del lavoro, se non ne sapeva nulla.Se ne sapeva e ha volutamente ignorato, mi spiace ma se l'è cercata. Spero la sua morte servirà nelle aziende cinesi (e non) a riportare interesse sulle tematiche di sicurezza sul lavoro.
      • bah scrive:
        Re: cellulare mentre saldava..
        - Scritto da: Non diciamo cazzate
        La saldatura TIG è una fucina di radiazioni EM,
        il calore probabilmente c'entra ben poco. Io non
        voglio dire che questo ragazzo passi per cretino
        per aver avvicinato il cell al saldatore (cosa
        che tra l'altro se si tratta davvero di tig è una
        cosa per lo meno pericolosa per la durata del
        telefonino, l'esplosione è qualcosa di
        imprevedibile), bensì punto il dito con chi non
        ha informato il ragazzo delle norme sulla
        sicurezza del lavoro, se non ne sapeva
        nullaEcco appunto visto che non ci sono dettagli evitiamo di dire a priori che era colpa sua. Anche perche' (A) non abbiamo alcuna prova che il cellulare sia esploso perche' troppo vicino all'apparecchio di saldatura e (B) perche' le batterie del laptop che esplodevano, tanto per dirne una, non esplodevano certo perche' erano vicino a fiamme o a temperature elevatissime. Magari e' colpa del ragazzo, ma mi sembra veramente idiota dire subito "si' ma se l'e' cercata"...
        • Alberto Tino scrive:
          Re: cellulare mentre saldava..
          C) Teniamo conto che e' in Cina e possono essersi inventati tutto per coprire qualcosaltro. Piu' o meno come avviene in italia.
  • ;-( scrive:
    Che tristezza
    Che fine orribile. :(Speriamo che ricostruiscano la dinamica e soprattutto non stiano zitti su chi ha prodotto le parti difettose. :(
Chiudi i commenti