Telegram inserisce messaggi sponsorizzati nei canali

Telegram inserisce messaggi sponsorizzati nei canali

La Ad Platform di Telegram permette agli inserzionisti di mostrare messaggi sponsorizzati nei canali pubblici con almeno 1.000 iscritti.
La Ad Platform di Telegram permette agli inserzionisti di mostrare messaggi sponsorizzati nei canali pubblici con almeno 1.000 iscritti.

Telegram ha annunciato l'introduzione della Ad Platform che permette agli inserzionisti di mostrate messaggi sponsorizzati nei canali pubblici con molti iscritti. La novità era stata anticipata dal CEO Pavel Durov a dicembre 2020. Si tratta di una cambio di strategia necessario per generare entrate, lasciando l'accesso gratuito a tutte le funzionalità.

Pubblicità nei canali di Telegram

Telegram offre diverse modalità di comunicazione. Oltre alle tradizionali chat (one-to-one e di gruppo), presenti anche su WhatsApp, gli utenti possono utilizzare i canali “one-to-many” che possono avere milioni di iscritti. Durov ha promesso che nelle chat non verranno mai inseriti banner pubblicitari, quindi il posto scelto per i messaggi sponsorizzati sono i canali pubblici con almeno 1.000 iscritti.

Il messaggio può avere una lunghezza massima di 160 caratteri e l'argomento deve essere in linea con quello trattato nel canale. Non viene utilizzato nessun dato degli utenti per creare un profilo e quindi visualizzare messaggi personalizzati. Tutti gli iscritti vedranno lo stesso messaggio.

Telegram - messaggio sponsorizzato

Gli inserzionisti possono scegliere la lingua e l'argomento o specifici canali. Nei messaggi non possono essere inseriti link a siti di terze parti. Le entrate derivanti dai messaggi sponsorizzati verranno suddivise tra Telegram e i proprietari dei canali (revenue sharing), ma non sono note le percentuali.

Come detto, questa novità consentirà di mantenere la gratuità del servizio di messaggistica. I messaggi sponsorizzati rappresentano la migliore soluzione per monetizzare l'enorme base di utenti. Oltre 550 milioni di persone usano Telegram e il numero è in costante aumento, grazie anche ai problemi dei diretti concorrenti.

Fonte: Telegram
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 10 2021
Link copiato negli appunti