Telemarketing: multa da 4,9 milioni a Edison Energia

Telemarketing: multa da 4,9 milioni a Edison Energia

Edison Energia è stata multata la Garante della privacy per non aver rispettato il GDPR durante le attività di marketing e l'iscrizione online.
Telemarketing: multa da 4,9 milioni a Edison Energia
Edison Energia è stata multata la Garante della privacy per non aver rispettato il GDPR durante le attività di marketing e l'iscrizione online.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha emanato un provvedimento inibitorio, prescrittivo e sanzionatorio nei confronti di Edison Energia, dopo aver rilevato diverse condotte illecite relative al trattamento dei dati degli utenti per finalità di marketing e profilazione. L’autorità ha imposto alla società specifici obblighi e il pagamento di una multa da 4,9 milioni di euro.

Nessuna telefonata senza consenso esplicito

Le segnalazioni sono arrivate al Garante all’inizio di febbraio 2022. Diversi utenti hanno ricevuto telefonate promozionali indesiderate da società terze, alcune delle quali sono utilizzate da Edison Energia per attività di marketing. Le altre avrebbero invece sfruttato il nome Edison per pratiche commerciali scorrette. Dopo aver avviato il procedimento e analizzato la documentazione raccolta durante l’attività ispettiva, il Garante ha riscontrato diverse violazioni del GDPR (Regolamento generale sulla protezione dei dati).

In particolare, gli utenti sono stati contattati senza un consenso informato e sono state acquisite anagrafiche da un soggetto terzo senza il consenso degli interessati. Inoltre la “lista di non contattabilità” non è stata gestita correttamente (ad esempio mancavano la data di inserimento e del diniego). La società non ha fornito una procedura semplice per l’esercizio del diritto di opposizione al trattamento svolto per finalità promozionali (gli utenti dovevano inviare un’email per la revoca del consenso).

Altre irregolarità sono state rilevate su sito web e app. Per completare l’iscrizione era obbligatorio rilasciare il consenso per finalità di marketing e profilazione. Infine le informative sulla privacy erano carenti o inesatte. Il Garante ha pertanto ordinato alla società di facilitare l’esercizio del diritto di opposizione, anche nel corso della telefonata promozionale.

Edison Energia potrà utilizzare liste di contatti fornite da terzi solo nel pieno rispetto della normativa sulla privacy. Non dovrà invece acquisire dati senza l’esplicito consenso degli utenti. Considerato l’elevato numero di soggetti interessati, la gravità delle violazioni, l’assenza di procedimenti precedenti, l’adozione delle misure correttive e la collaborazione con l’autorità, la multa era stata fissata a 4,9 milioni di euro. Entro 30 giorni, la società si è avvalsa della facoltà di definire la controversia, pagando la metà della sanzione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 feb 2023
Link copiato negli appunti