Termostato GLAS: via Cortana, ecco Alexa e Google

Il termostato intelligente di Johnson Controls esclude l'IA di Cortana per far spazio a quelle di Amazon Alexa e dell'Assistente Google.
Il termostato intelligente di Johnson Controls esclude l'IA di Cortana per far spazio a quelle di Amazon Alexa e dell'Assistente Google.

Nonostante una diffusione sul mercato non equiparabile a quella delle alternative di maggior successo (pensiamo ad esempio ai modelli Nest), il termostato intelligente GLAS che ha fatto il suo debutto nel 2017 è stato in grado di attirare l’attenzione per diversi motivi: per il suo particolare design anzitutto, poi per la dotazione della piattaforma Windows 10 in edizione IoT Core e per la presenza dell’assistente virtuale Cortana.

GLAS, il termostato saluta Cortana

Nato dalla collaborazione tra Microsoft e il produttore Johnson Controls, il dispositivo perderà l’ultima delle caratteristiche appena elencate. Ad annunciarlo un’email inviata dall’azienda ai clienti che avvisa dell’imminente rollout di un aggiornamento. L’update rimuoverà il supporto a Cortana per far spazio ad alternative oggigiorno certamente ben più diffuse, vale a dire la tecnologia Alexa di Amazon e l’Assistente Google.

Presto il vostro termostato intelligente GLAS riceverà un aggiornamento software. L’assistente vocale Cortana di Microsoft non funzionerà più nel dispositivo. Avrete accesso ad altri assistenti vocali per controllare il vostro termostato attraverso Works con le funzionalità di Amazon Alexa e dell’Assistente Google.

Il termostato intelligente GLAS di Johnson Controls

Windows 10 IoT Core e la smart home

Non è dato a sapere per quale motivo Johnson Controls abbia deciso di togliere di mezzo Cortana, ma la scelta testimonia come l’IA del gruppo di Redmond non stia attraversando il migliore dei momenti. Nonostante le promesse formulate di recente in merito alle sue future evoluzioni, ha un ruolo sempre meno centrale all’interno di Windows 10 e con l’annuncio odierno sembra allontanarsi anche dall’ambito smart home.

Sebbene per gli acquirenti del termostato GLAS la compatibilità con Alexa e con l’Assistente Google può essere interpretata come una buona notizia, li costringerà a doversi affidare a uno smart speaker o uno smart display esterno (della linea Echo oppure Nest/Home) per l’interazione mediante comandi vocali: il microfono integrato e già impiegato per Cortana, infatti, non servirà più a tale scopo. Rimarrà in ogni caso la possibilità di controllare la temperatura delle stanze attraverso il vetro touchscreen.

Fonte: SlashGear
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti