Tesla carbura in borsa

Inizio molto positivo per la casa automobilistica alternativia. L'esordio registra un più 40 per cento. Il mondo è pronto per la rivoluzione della sportiva elettrica?

Roma -Tesla ha esordito sul mercato azionario arrivando a toccare quota 23,89 dollari: 40,5 per cento in più rispetto al prezzo di partenza di 17 dollari ad azione. Una cifra ancora più positiva se si prende in considerazione il periodo non certo ottimo che stanno attraversando le borse.

Una buona notizia anche per il CEO di Tesla Elon Musk, che si trovava in condizioni finanziarie non ottimali (avendo investito tutto nella sua azienda): la decisione di mettere in vendita un milione di azioni in suo possesso gli ha garantito bei margini per rimettere a posto il suo conto in banca.

Anche se il nuovo modello S, la prima berlina elettrica del marchio, è
atteso per la fine del 2012, e con esso i primi profitto, gli investitori non si sono fatti scoraggiare: questo potrebbe spingere a considerare il titolo un indice della fiducia generale nei confronti delle vettyre elettriche . Anche se potrebbe aver avuto la sua influenza un recente accordo con cui Toyota ha accettato di comprare azioni per il valore di 50 milioni di dollari.

In ogni caso, sebbene l’esordio positivo di Tesla segni senz’altro un punto favorevole all’ascesa dei veicoli con propulsioni alternative, è presto per cantare vittoria: quella di ieri è stata solo una delle prove che, di qui a due anni, la casa automobilistica di nuova generazione dovrà affrontare in vista del pareggio dei conti.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • battagliacom scrive:
    troppo pesante per farlo volare....
    con tutti quei circuiti non volerebbe per neanche 1 metro, e poi se colpisse qualcuno farebbe molto male, bisogna essere davvero bravi per maneggiarli!
  • bertuccia scrive:
    se l'avesse inventato microsoft
    sarebbe un tablet che si trasforma un gesto dell'ombrello
  • Anonimo per finta scrive:
    Sinceramente...
    ...con tutti quei circuiti e quei bottoni che mi sembrano delle elettrocalamite, non mi sembra questa grande scoperta.Leggendo l'articolo pensavo di trattasse di un materiale a memoria di forma invece è comandato elettricamente (si vedono i fili)
    • aaa scrive:
      Re: Sinceramente...
      se fosse a memoria di forma non potresti dargli piu' forme differenti. Questo ha l'ambizione di essere universale, basta programmarlo...
  • angros scrive:
    Evoluzione
    COn un origami puoi ottenere praticamente qualsiasi forma. Se lo si programmasse con un algoritmo genetico, potrebbero evolversi.
    • Disinformat ico scrive:
      Re: Evoluzione
      - Scritto da: angros
      COn un origami puoi ottenere praticamente
      qualsiasi forma. Se lo si programmasse con un
      algoritmo genetico, potrebbero
      evolversi.Vista l'imprevedibilità degli algoritmi genetici, quello in cui si evolvono potrebbe non piacerci.
      • angros scrive:
        Re: Evoluzione

        Vista l'imprevedibilità degli algoritmi genetici,
        quello in cui si evolvono potrebbe non
        piacerci.Hai paura che si evolvano così?[yt]LULVxYTdx3g[/yt]
        • Disinformat ico scrive:
          Re: Evoluzione
          - Scritto da: angros

          Vista l'imprevedibilità degli algoritmi
          genetici,

          quello in cui si evolvono potrebbe non

          piacerci.

          Hai paura che si evolvano così?No no ... pensavo più a qualcosa di questo genere[yt]faRlFsYmkeY[/yt]
Chiudi i commenti