Netflix e YouTube sulla Tesla (ma solo se è ferma)

Presto sarà possibile guardare Netflix e YouTube in streaming a bordo delle Tesla, sul cruscotto, ma solo quando l'auto è completamente ferma.
Presto sarà possibile guardare Netflix e YouTube in streaming a bordo delle Tesla, sul cruscotto, ma solo quando l'auto è completamente ferma.

L’arrivo delle self-driving car trasformerà l’esperienza in auto, su questo non ci sono dubbi. Anche chi oggi siede al posto del conducente diverrà passeggero e nel tragitto dal punto A al punto B sarà in grado di dedicarsi a qualcosa di diverso rispetto a governare la vettura. Allo streaming dei contenuti multimediali ad esempio, ingannando così l’attesa. È quanto avverrà sulle Tesla.

Netflix e YouTube sulla Tesla

Sebbene il debutto di veri e propri veicoli a guida autonoma ancora non sia dietro l’angolo, l’azienda di Elon Musk ha intenzione di compiere a breve un passo in questa direzione: lo farà portando sul cruscotto lo streaming delle piattaforme YouTube (come già anticipato il mese scorso) e Netflix. Ci sarà però un vincolo, doveroso: la visione di clip, film, show ed episodi delle serie TV potrà avvenire solo ed esclusivamente quando si è fermi, parcheggiati, con motore spento. Un paletto obbligatorio, per ovvie ragioni legate alla sicurezza.

È bene precisare che già oggi le Tesla offrono una forma di intrattenimento a bordo, ma videoludica: c’è la possibilità di eseguire alcuni giochi sulla dashboard, utilizzando il touchscreen al centro della plancia oppure il volante come fosse il controller di una console.

Musk e i suoi hanno investito parecchie risorse e molto tempo nello sviluppo della tecnologia AutoPilot integrata sui veicoli, con l’obiettivo di arrivare un giorno non troppo lontano a renderli delle vere e proprie self-driving car in grado di gestire in modo autonomo tutti gli aspetti della guida. Allora la vettura potrà realmente divenire una sorta di salotto o ufficio in movimento, dove riposare, rilassarsi o lavorare mentre si viene condotti a destinazione. Un futuro che ci viene promesso ormai da diverso tempo, non ancora arrivato a concretizzarsi. Forse richiederà più tempo del previsto, per questioni legate a fattori tecnici e legislativi.

Fonte: SlashGear
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti