Ti piace il gelato? Lo dice il PC

Riconoscere le emozioni dalle espressioni del viso, una nuova arma in mano agli esperti di marketing. Per realizzare cibi che faranno felici tutti. Anzi tutte

Roma – Theo Gevers e Nicu Sebe sono i due ricercatori olandesi che nel 2005 avevano decifrato col computer il sorriso di Mona Lisa . A dimostrazione che la loro non era una ricerca senza futuro, è arrivata la chiamata di una multinazionale come Unilever che li ha voluti per stabilire, una volta per tutte, quale cibo faccia felici le donne e quale no.

A trecento signore provenienti da sei paesi europei, sono stati dati in pasto gelato alla vaniglia, cioccolato, barrette ai cereali, yogurt e mele. Un sistema composto da telecamera e computer – qualcosa di molto simile al misura-noia sviluppato nei laboratori del MIT – e tarato sul viso di ciascuna partecipante, ha monitorato le espressioni delle partecipanti mentre si cibavano dei vari alimenti proposti, per stabilire quale tra questi fosse in grado di provocare il massimo livello di gioia, e quale invece era colpevole di scatenare la tristezza.

Niente sorprese: stravincono cioccolato e gelato , staccando gli altri cibi più sani e confermando quanto altri studi avevano già affermato. Lo yogurt, ad esempio risulta indigesto e addirittura provoca tristezza nel 28% delle partecipanti. “Sappiamo che il gelato è un cibo piacevole; ci siamo rivolti alla tecnologia per dimostrarlo” ha detto Mandy Mistlin, scienziata britannica alle dipendenze di Unilever, a Wired . Tra le possibili applicazioni del software c’è la creazione di cibi con contenuto ridotto di grassi e calorie, ma capaci di regalare la stessa sensazione di piacere a chi li mangia.

Come funziona questa tecnologia? Gevers e Sebe hanno mosso i primi passi analizzando le migliaia di piccoli muscoli che compongono le espressioni del viso. I movimenti di questi muscoli rispecchiano i diversi stati emotivi: il software produce una sorta di mappa tridimensionale del viso analizzato, fissando 12 punti chiave e studiandone i movimenti. Il sistema è in grado di rilevare sei emozioni singole – paura, felicità, rabbia, tristezza, sorpresa e disgusto – o una loro mescolanza. La difficoltà, spiegano, è legata alla differente espressività di cui sono capaci i cittadini di varie nazioni: più inclini a mostrare le proprie emozioni con delle smorfie i latini, più imperscrutabili e seriosi i nordici.

Per agosto, Gevers e Sebe prevedono di lanciare una versione semplificata del proprio software: sarà disponibile per tutti i navigatori a questo indirizzo (il sito al momento non è ancora online) e permetterà a chiunque sia dotato di una webcam di valutare fino a mille “facce” al giorno.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Walter Chiari scrive:
    Puntini di quel colore un po' così...
    ...della sansara e del papillon. 8)
  • Lillo scrive:
    Cornuto a Zio BIll
    Ma quindi io che volevo scrivere una lettera anonima per dare del cornuto a Bill Gate$ rischiavo davvero grosso perché potevo essere identificato...
    • Walter Chiari scrive:
      Re: Cornuto a Zio BIll
      - Scritto da: Lillo
      Ma quindi io che volevo scrivere una lettera
      anonima per dare del cornuto a Bill Gate$
      rischiavo davvero grosso perché potevo essere
      identificato.....e sì, che HP va subito a consegnare i tuoi dati a MS!...SI? :o :o :o :| :| :| :p :D
  • Dervijan scrive:
    non basta scrivere con una laser NERO?
    ma non basta usare una laser nera?
  • Non authenticat scrive:
    giusto 5 minuti fa!
    Mi si è rotta :D la mia HP 2840....Ne comprerò una uguale per sostituirla? :D
  • Marco scrive:
    e Microsoft dove la mettiamo?
    Magari vi sarà utile avere anche questa informazione:http://permartina.blogspot.com/2007/07/grande-fratello-microsoft.html
  • ElfQrin scrive:
    Men in black
    Una volta gli uomini in nero apparivano per imporre il silenzio sugli incontri ravvicinati con gli UFO, mentre adesso fanno visita per far tacere sui puntini gialli nelle stampanti laser.Sarà un segno dei tempi che cambiano...
    • Il figlio di Luxuria scrive:
      Re: Men in black
      - Scritto da: ElfQrin
      Una volta gli uomini in nero apparivano per
      imporre il silenzio sugli incontri ravvicinati
      con gli UFO, mentre adesso fanno visita per far
      tacere sui puntini gialli nelle stampanti
      laser.

      Sarà un segno dei tempi che cambiano...Guarda che in un goffo tentativo di arruffianarsi la comunità gay, Bush adesso questi compiti li affida ai "Men in Fuchsia", di uno dei quali abbiamo, guarda caso una foto:[img]http://www.malvestite.net/wp-content/images/lapo_rosso.jpg[/img](ci scusiamo di essere riusciti a trovare una foto in rosso e non nel fuchsia della divisa d'ordinanza O) :D )
      • Categorico scrive:
        Re: Men in black
        E hanno pure beccato in flagrante Prodi mentre esagera clamorosamente sulla "dotazione" dell'amico Lapo:[img]http://www.romanoprodi.it/adon/files/prodi_7.jpg[/img] :D
  • Fango scrive:
    Solo nelle stampanti laser?
    Nella lista delle stampanti testate ci sono solo modelli laser... le stampanti a getto d'inchiostro non hanno queste marchiature? :?
  • Presid. Scrocco scrive:
    basta uno scanner
    Ho provato con una Docucolor 3535, mi è bastato usare un normale scanner per trovare i puntini gialli. Ho fatto una scansione hi-res del bordo di una pagina, poi ho aumentato quasi al massimo il contrasto, e giochicchiando un po' con i livelli sono usciti in bella vista i famigerati punti.Li ho decodificati con il programma al fondo di questa pagina: http://www.eff.org/Privacy/printers/docucolor/Risultato? Data, ora e numero di serie della macchina... simpatico! :
  • ottomano scrive:
    Re: E non finisce quì
    Io non homai capito a che servono questi mezzucci da quattro soldi per bloccare la scansione/stampa delle banconoteVoglio dire... un falsario non andrà certo a comprare la stampante da 60 del Mediaworld per falsificare denaro!Inoltre con quelle stampanti non puoi replicare filigrana, bande metalliche e compagnia bella... chi accetterebbe una banconota stampata con quella qualità?Molto più subdola invece la questione dei punti gialli... non per nulla le varie BR usano ancora le vecchie testine rotanti IBM e le macchine da scrivere.bye
    • Renzo scrive:
      Re: E non finisce quì

      Voglio dire... un falsario non andrà certo a
      comprare la stampante da 60 € del Mediaworld per
      falsificare
      denaro!Una stampante da 60 euro forse no... ma so per certo che quando uscì la prima Color Laser Copier di Canon, divenne lo strumento preferito dai falsari: bastava procurarsi la carta filigranata, le banconote originali e via: nessun bisogno di incidere i cliché, lavorare sugli inchiostri, eccetera, tutte cose che rendevano complicato il lavoro del falsario. Agli esperti dei sistemi anticontraffazione occorsero mesi per studiare le contromisure adatte a mettere fuori combattimento quelle macchinette.
      • ottomano scrive:
        Re: E non finisce quì
        Si, ma ora con le bande metalliche, gli ologrammi e un sacco di altre menate, qualunque stampante è inadatta allo scopo.bye
  • Faith scrive:
    Re: E non finisce quì
    se è per questo ho letto che anche photoshop riconosce e si rifiuta di trattare immagini di banconote in alta risoluzione
    • none scrive:
      Re: E non finisce quì
      - Scritto da: Faith
      se è per questo ho letto che anche photoshop
      riconosce e si rifiuta di trattare immagini di
      banconote in alta
      risoluzioneRagazzi, ma vi rendete conto di quali dimensioni richiederebbe un programma (e peggio ancora un driver) che veramente facesse questo?
      • dank scrive:
        Re: E non finisce quì
        guarda che PS lo fa veramente, prova
        • Faith scrive:
          Re: E non finisce quì
          infatti, almeno prova prima di affermare il contrario.per quanto riguarda le dimensioni di cui ti preoccupi, di certo non contiene una copia di tutte le banconote del mondo per confrontarle ma usa solo un algoritmo spiegato qui:http://www.apogeonline.com/webzine/2004/04/08/01/200404080101
      • Mauro Tassinari scrive:
        Re: E non finisce quì
        - Scritto da: none
        - Scritto da: Faith

        se è per questo ho letto che anche photoshop

        riconosce e si rifiuta di trattare immagini di

        banconote in alta

        risoluzione

        Ragazzi, ma vi rendete conto di quali dimensioni
        richiederebbe un programma (e peggio ancora un
        driver) che veramente facesse
        questo?Sì, che me ne rendo conto. Ecco perché winsoz è così pesante!!Linux Ubuntu con 512 MB di ram ed una scheda video del cavolo gestisce tutte le aree di lavoro che vuoi e fa girare egregiamente anche gli effetti grafici!
      • Presid. Scrocco scrive:
        Re: E non finisce quì
        - Scritto da: none
        Ragazzi, ma vi rendete conto di quali dimensioni
        richiederebbe un programma (e peggio ancora un
        driver) che veramente facesse
        questo?Guarda che è vero. Secondo te perché una volta i driver di stampante erano al massimo 1Mb e ora invece sono svariate decine? Pensi ci vogliano 60 mega (!) di istruzioni per pilotare una stampante?Purtroppo in quello spazio ci hanno infilato altre porcherie.Io ho una Canon i850 e ti assicuro che le banconote non sono stampabili (dopo 1 cm di stampa il foglio viene espulso).E questo nonostante io usi ancora Photoshop 7, l'ultima versione che non implementa ancora il controllo anti-banconote (dalla CS in poi è tutto molto più lento perché ad ogni operazione su un'immagine viene effettuato questo maledettissimo controllo).
  • stefano scrive:
    che luce blu ?
    Salve, che luce blu intendete? luce ultravioletta?ragazzi lanciamo un portale italiano per informare di questa cosa assurda tutto il mondo informatizzato....ops, presto mi arrivano i federali a casa ;) bhe li aspetto...Stefano
    • gohan scrive:
      Re: che luce blu ?
      basta che sia blu (tipo un led) o in generale un colore che non contenga una componente gialla
      • luminario blu scrive:
        Re: che luce blu ?
        Se non hai sottomano un LED blu puo` essere sufficiente persino mettere un'immagine blu uniforme a tutto schermo sul monitor (particolarmente facile con windows 98) e usare il monitor stesso per illuminare il foglio.
        • bravo merlo! scrive:
          Re: che luce blu ?

          mettere un'immagine blu uniforme a tutto schermo sul monitor
          (particolarmente facile con windows 98)ROTFL!
Chiudi i commenti