TPP, testo ufficiale e paure confermate

L'accordo sembra annacquare il discorso sulla net neutrality e rafforzare le misure di tutela del copyright. Rischi per le normative sulla privacy. Limitata trasparenza sul codice sorgente dei dispositivi immessi sul mercato

Roma – L’accordo Trans-Pacific Partnership ( TPP ) è stato finalmente reso pubblico nella sua versione ufficiale : sembra confermare ancora una volta i timori sollevati dagli osservatori più diffidenti.

Anticipato lo scorso ottobre da diversi documenti e commenti ottenuti da Wikileaks e divulgati da alcune parti coinvolte nel negoziato, il TPP è il trattato di regolamentazione e di investimenti che dovrebbe – tra l’altro – regolare la lotta alla contraffazione nel commercio tra alcuni Stati (Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Peru, Singapore, Stati Uniti e Vietnam): fin dall’esordio delle sue negoziazioni, nel 2014, è stato tuttavia considerato il naturale erede dell’Anti-Counterfeiting Trade Agreement ( ACTA ), nomea che lo ha accompagnato fino alla sua stesura definitiva.

L’impostazione sembra decisamente rimanere quella di ACTA, riflettendo in maniera preponderante un punto di vista a stelle e strisce sia per la proprietà intellettuale (dalla durata del copyright a 70 anni dopo la morte dell’autore, con conseguente restringimento del pubblico dominio per tutti i paesi che prevedevano una durata minore, al bando delle misure di aggiramento dei sistemi DRM) che, come sottolinea per esempio EFF , per i diritti digitali.

L’ecommerce, la localizzazione dei server e la privacy degli utenti
Nella parte più prettamente commerciale del trattato, per esempio, viene affrontata – agli articoli 14.11 e 14.13 – una questione delicatissima, quella della gestione dei dati degli utenti e delle normative in materia di obblighi di localizzazione nazionale di server: il trattato limita le possibilità di tali leggi, di solito utilizzate per impedire la conservazione dei dati di cittadini all’estero od il loro trasferimento oltre ai confini nazionali, con conseguenti minacce alla loro privacy dal momento che vengono portati via dalle tutele previste dal paese d’origine.

Il tutto non sembra poter essere controbilanciato sufficientemente dalla previsione dell'”incoraggiamento” alle parti ad adottare meccanismi per “promuovere la compatibilità” tra i vari regimi di protezione della privacy e dei dati degli utenti. Un approccio, quest’ultimo, simile a quello del Safe Harbour già bocciato dalle istituzioni europee che temevano avrebbe portato ad una vanificazione delle loro normative favore dei comportamenti meno garantisti adottati negli Stati Uniti.

Per di più le normative in materia adottate dai singoli governi potranno essere messe in discussione dagli altri stati firmatari del TPP attraverso un tribunale ad hoc istituito col trattato: una previsione che sembra poter ostacolare anche eventuali impegni di singoli stati membri verso la maggiore protezione della privacy dei propri cittadini.

Inoltre l’articolo 14.8 sulla “Protezione delle informazioni personali” permette agli Stati di rispettare i requisiti richiesti permettendo ai singoli soggetti di adempiere a propri regolamenti interni volontari e limitandosi a verificare il loro rispetto. Stesso meccanismo di auto-regolamentazione è previsto all’art. 14.14 per le normative in materia di spam, che di base prevede solo di adottare “misure per impedirlo” come l’opt.out da fastidiose newsletter “o altri strumenti per minimizzare questo tipo di messaggi”.

Gli aventi diritto e l’accesso ai dati
L’accordo prevede inoltre nella sezione dedicata alla proprietà intellettuale un’applicazione di misure di enforcing che ricordano molto la normativa statunitense: in caso di violazione di copyright gli aventi diritto, in base all’articolo 18.82 si potranno chiedere agli Internet Service Provider i dati dei presunti responsabili della violazione ed “ogni stato membro dovrà prevedere procedure, amministrative o giudiziarie, per permettere agli aventi diritto che abbiano dimostrato di avere sufficienti motivi per agire di ottenere velocemente dagli ISP i dati in loro possesso”.

Il codice sorgente
Per quanto riguarda l’ Internet of Things (IoT) e la sempre maggiore diffusione di software, dalle automobili ai dispositivi medici passando per gli edifici, il TPP si oppone anche a tutti quei governi che hanno cercato di mantenere il controllo sulla situazione del settore imponendo la disclousure del codice sorgente dei software forniti agli enti pubblici.

Nonostante questo rappresenti una sicurezza per i software impiegati delle pubbliche amministrazioni, dall’esercito ecc. o permetta per esempio di evitare in futuro il ripetersi di episodi come quello dello scandalo emissioni Volkswagen, secondo il TPP la richiesta di accesso al codice sorgente sarà permessa alle autorità solo nel caso di “infrastrutture critiche”, ma non quello di macchine, dispositivi medici, database pubblici ecc.

La neutralità sulla net neutrality
Per quanto riguarda il dibattito sulla net neutrality, invece, il trattato sembra meno negativo del previsto: per quanto diversi osservatori ne contestino una visione ancora una volta annacquata, altri ne riconoscono la possibile utilità: il TPP prevede che i suoi membri assicurino alle aziende provenienti da altri stati membri l’accesso alle infrastrutture di telecomunicazione tra cui i servizi Internet “a termini e condizioni ragionevoli e non discriminatorie”. Una previsione che vale anche per gli accordi di “interconnessione”, ovvero quelli sottoscritti tra Internet service provider per l’accesso reciproco a canali di connessione, che devono avvenire a “tariffe ragionevoli”.

L’entrata in vigore
Se tutti e dodici i paesi partecipanti al trattato non lo ratificheranno entro due anni, le sue previsioni potranno avere effetto se almeno sei paesi rappresentanti l’85 per cento del PIL del blocco lo avranno firmato.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sonoio scrive:
    ma quali segreti ?
    comunque oggi se vogliono entrarti in casa o avere i tuoi dati da qualunque mezzo di comunicazione che hai lo possono fare sempre . in casa in banca al cellulare nel pc nei giochi interattivi per es. ti vedono in casa con la telecamerina ... sveglia gente . ciao
    • Pianeta Pensatore Senza Neuroni scrive:
      Re: ma quali segreti ?
      - Scritto da: sonoio
      comunque oggi se vogliono entrarti in casa o
      avere i tuoi dati da qualunque mezzo di
      comunicazione che hai lo possono fare sempre . in
      casa in banca al cellulare nel pc nei giochi
      interattivi per es. ti vedono in casa con la
      telecamerina ... sveglia gente .
      ciaoquindi?Visto che morire è inevitabile allora ti butti giù dal burrone subito?Che pensatore profondo!
      • Passante scrive:
        Re: ma quali segreti ?
        - Scritto da: Pianeta Pensatore Senza Neuroni
        - Scritto da: sonoio

        comunque oggi se vogliono entrarti in casa o

        avere i tuoi dati da qualunque mezzo di

        comunicazione che hai lo possono fare sempre
        .
        in

        casa in banca al cellulare nel pc nei giochi

        interattivi per es. ti vedono in casa con la

        telecamerina ... sveglia gente .

        ciao

        quindi?
        Visto che morire è inevitabile allora ti butti
        giù dal burrone subito?
        Che pensatore profondo!Sarà il solito GetReal.
        • sonoio scrive:
          Re: ma quali segreti ?
          e perchè dovrei buttarmi nel burrone ? ho solo scritto ed intendevo dire che con questi mezzi di comunicazione o giochi interattivi bisogna stare non attenti ma attentissimi ... mica mi butto nel burrone !
          • Passante scrive:
            Re: ma quali segreti ?
            - Scritto da: sonoio
            e perchè dovrei buttarmi nel burrone ? ho solo
            scritto ed intendevo dire che con questi mezzi di
            comunicazione o giochi interattivi bisogna stare
            non attenti ma attentissimi ... mica mi butto nel
            burrone ! ???Quindi sei l'utente GetReal ?
  • marco scrive:
    a prescindere
    dal S.O. usato , chi piu' chi meno , siam XXXXXXX .....
    • povero me scrive:
      Re: a prescindere
      - Scritto da: marco
      dal S.O. usato , chi piu' chi meno , siam XXXXXXX
      .....E proprio il caso di dire che ve l'hanno messo nella Bertuccia, ai dementi smarphofonisti. Altro che il mio e sicuro, il mio e più libero, sono tutte cassate!E ricordate che tutte le vostre fotine, o altro materiale vario, verrà fuori alla bisogna. Sentirete il vostro scroto stringersi sempre più nelle mani di ignoti, se avrete la fortuna di essere qualcuno un domani. (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
    • marco scrive:
      Re: a prescindere
      con l'iphone mi sono reso conto che sono praticamente spacciato.
  • SalvatoreGX scrive:
    iOS più sicuro
    Dalle impostazioni di iOS, nelle impostazioni privacy, è possivile negare l'acXXXXX a foto, dati, microfono, etc etc anche se l'app chiede di utilizzarle.Si può quindi installare l'app e poi negargli ogni permesso...Cosa diversa con Android, al momento dell'installazione, se non accetti quello che chiede l'app, non puoi installarla.... Ed una volta installata va a ruota libera.Non parliamo di rom cucinate che magari hanno altre implementazioni...Ma l'android di google, ha questa pecca.
    • Jagguar scrive:
      Re: iOS più sicuro
      Idem su Android.Permesso per permesso.E quando la installi comunque ti dice tutto quello che può fare l'applicazione.Quindi?
    • Pianeta Sicuro scrive:
      Re: iOS più sicuro
      - Scritto da: SalvatoreGX
      Dalle impostazioni di iOS, nelle impostazioni
      privacy...non puoi evitare che un'app comunichi in internet.Fine della sicurezza per i tuoi dati
      • SalvatoreGX scrive:
        Re: iOS più sicuro
        - Scritto da: Pianeta Sicuro
        - Scritto da: SalvatoreGX

        Dalle impostazioni di iOS, nelle
        impostazioni

        privacy

        ...non puoi evitare che un'app comunichi in
        internet.
        Fine della sicurezza per i tuoi datiDipende.Se il traffico passa da un super filtro che filtra chiamata x chiamata...So cavoli.
        • Pianeta Sicuro scrive:
          Re: iOS più sicuro
          - Scritto da: SalvatoreGX
          Dipende.Io parlo di come te lo vendono: è intrinsecamente insicuro per la privacy.
          • SalvatoreGX scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Pianeta Sicuro
            - Scritto da: SalvatoreGX



            Dipende.

            Io parlo di come te lo vendono: è intrinsecamente
            insicuro per la
            privacy.Certo concordo.
          • hakker123 scrive:
            Re: iOS più sicuro
            Concordo anche io.
          • SalvatoreGX scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: hakker123
            Concordo anche io.L'unica cosa sicura, oltre che la morte fisica, è l'amore di Dio per tutti noi... Il resto non vale.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: SalvatoreGX
            - Scritto da: hakker123

            Concordo anche io.


            L'unica cosa sicura, oltre che la morte fisica, è
            l'amore di Dio per tutti noi... Il resto non
            vale.E se osservi bene manco quello è sicuro.
          • SalvatoreGX scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Albedo 0,9
            - Scritto da: SalvatoreGX

            - Scritto da: hakker123


            Concordo anche io.





            L'unica cosa sicura, oltre che la morte
            fisica,
            è

            l'amore di Dio per tutti noi... Il resto non

            vale.

            E se osservi bene manco quello è sicuro.Dipende da in che punto lo osservi.alla fine siamo liberi...... Siamo liberi di farci del male.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: SalvatoreGX
            - Scritto da: Albedo 0,9

            - Scritto da: SalvatoreGX


            - Scritto da: hakker123



            Concordo anche io.








            L'unica cosa sicura, oltre che la morte

            fisica,

            è


            l'amore di Dio per tutti noi... Il
            resto
            non


            vale.



            E se osservi bene manco quello è sicuro.


            Dipende da in che punto lo osservi.
            alla fine siamo liberi...... Siamo liberi di
            farci del
            male.Osservare... cosa?Neanche l'esistenza di dio è certa. :/
          • SalvatoreGX scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Albedo 0,9
            - Scritto da: SalvatoreGX

            - Scritto da: Albedo 0,9


            - Scritto da: SalvatoreGX



            - Scritto da: hakker123




            Concordo anche io.











            L'unica cosa sicura, oltre che la
            morte


            fisica,


            è



            l'amore di Dio per tutti noi... Il

            resto

            non



            vale.





            E se osservi bene manco quello è sicuro.





            Dipende da in che punto lo osservi.

            alla fine siamo liberi...... Siamo liberi di

            farci del

            male.

            Osservare... cosa?
            Neanche l'esistenza di dio è certa. :/Mettiamola cosi... Anche se è dura da capire...Vieni e vedi, questo ti dico....Vieni e vedi.Mi dici dove abiti... e ti dico l'indirizzo.
          • PinguinoCattivo scrive:
            Re: iOS più sicuro

            L'unica cosa sicura, oltre che la morte fisica, è
            l'amore di Dio per tutti noi... Il resto non
            vale.Mi ricordi ruppolo :D
      • nome a caso scrive:
        Re: iOS più sicuro
        - Scritto da: Pianeta Sicuro
        - Scritto da: SalvatoreGX

        Dalle impostazioni di iOS, nelle
        impostazioni

        privacy

        ...non puoi evitare che un'app comunichi in
        internet.
        Fine della sicurezza per i tuoi datiSe non li può leggere cosa spedisce ?
        • Pianeta non li posso leggere scrive:
          Re: iOS più sicuro
          - Scritto da: nome a caso
          Se non li può leggere cosa spedisce ?1) l'OS li può leggere (e parla tanto con i server Apple)2) l'epxloit recente di IOS che rompe la sandbox implica che oggi chiunque sappia come funziona è in grado di leggere qualsiasi dato senza avere i permessi. La patcheranno? Certo, ma magari i miei dati sono già stati rubati.3) anche senza leggere dati potrebbero usare la tua connessione per fare attacchi DDOS o peggio.
          • nome a caso scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Pianeta non li posso leggere
            - Scritto da: nome a caso


            Se non li può leggere cosa spedisce ?

            1) l'OS li può leggere (e parla tanto con i
            server
            Apple)Si parla di comportamento standard non di vulnerabilità.In questo senso, l'OS può fare quello che vuole e parlare su canali criptati con chi vuole, quella è una questione di Apple.Se io voglio leggere la rubrica e il permesso è negato, l'OS NON mi fa leggere la rubrica.Se HERE chiede l'acXXXXX alla rubrica (come fa di fatto) e io glielo blocco, HERE NON PUÒ leggere la rubrica, mentre su Android fino al 5.x o senza una apposita APP installabile solo da root, se HERE chiede l'acXXXXX alla rubrica o accetto o non uso HERE.
            2) l'epxloit recente di IOS che rompe la sandbox
            implica che oggi chiunque sappia come funziona è
            in grado di leggere qualsiasi dato senza avere i
            permessi. La patcheranno? Certo, ma magari i miei
            dati sono già stati
            rubati.Si parla di comportamento standard non di vulnerabilità, anche perché sennò facciamo notte e siamo fuori tema.
            3) anche senza leggere dati potrebbero usare la
            tua connessione per fare attacchi DDOS o
            peggio.Si parla di comportamento standard non di vulnerabilità.
          • Pianeta Arrampicat a Sui Vetri scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: nome a caso
            Si parla di comportamento standard non di
            vulnerabilità.
            Si parla di comportamento standard non di
            vulnerabilità
            Si parla di comportamento standard non di
            vulnerabilità.Spero tu abbia fatto il copia incolla (rotfl)Il punti 1 e 2 <b
            sono comportamenti standard </b
            , non vulnerabilità, caro mio. Se però vuoi considerare il punto 3 una vulnerabilità, allora è esattamente quello che ho detto io: qualunque app può usare la nostra connessione per fare le peggio cose, quindi SERVE il flag di controllo relativo all'uso di internet ed oggi non c'è.Solo il punto 3 è una vulnerabilità, ma all'utente cosa cambia? la sandbox Apple in questo momento è bucabile e qualsiasi app può fare qualunque cosa. E basta che lo faccia una volta per fregarmi tutti i dati PER SEMPRE. Questi sono i fatti.Vale anche per gli altri? Sì, ma cosa mi cambia? dovrei essere contento perché succede anche agli altri? LOL
          • SalvatoreGX scrive:
            Re: iOS più sicuro
            Su iOS è possibile bloccare i dai cellulare sulla singola app.
          • hakker123 scrive:
            Re: iOS più sicuro
            I dispositivi Apple sono molto affidabili.
          • nome a caso scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Pianeta Arrampicat a Sui Vetri

            Spero tu abbia fatto il copia incolla (rotfl)
            Il punti 1 e 2 <b
            sono comportamenti
            standard </b
            , non vulnerabilità, caro
            mio.

            Se però vuoi considerare il punto 3 una
            vulnerabilità, allora è esattamente quello che
            ho detto io: qualunque app può usare la nostra
            connessione per fare le peggio cose, quindi SERVE
            il flag di controllo relativo all'uso di internet
            ed oggi non
            c'è.

            Solo il punto 3 è una vulnerabilità, ma
            all'utente cosa cambia? la sandbox Apple in
            questo momento è bucabile e qualsiasi app può
            fare qualunque cosa. E basta che lo faccia una
            volta per fregarmi tutti i dati PER SEMPRE.
            Questi sono i
            fatti.
            Vale anche per gli altri? Sì, ma cosa mi cambia?
            dovrei essere contento perché succede anche agli
            altri?
            LOLSi ho usato il copia incolla, in realtà volevo scrivere solo quello, ma poi mi son fatto prendere la mano e così ho buttato là qualche frase a caso. Divertiti.
          • povero me scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Pianeta Arrampicat a Sui Vetri
            - Scritto da: nome a caso
            Vale anche per gli altri? Sì, ma cosa mi cambia?
            dovrei essere contento perché succede anche agli
            altri?
            LOLE beee, il gregge ragiona esattamente così.
        • ... scrive:
          Re: iOS più sicuro
          - Scritto da: nome a caso
          - Scritto da: Pianeta Sicuro

          - Scritto da: SalvatoreGX


          Dalle impostazioni di iOS, nelle

          impostazioni


          privacy



          ...non puoi evitare che un'app comunichi in

          internet.

          Fine della sicurezza per i tuoi dati

          Se non li può leggere cosa spedisce ?li leggono, li leggono. Stai tranquillo che li leggono.Con gli smartphone, "l'unica mossa vincente e' non giocare" (cit)
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: iOS più sicuro
        Basta disattivare la connessione (così non vedi nemmeno la pubblicità): ovviamente vale solo per le app previste per il funzionamento offline (ad esempio i giochi, o le calcolatrici, o le fotocamere con effetti), se si tratta di un programma di messaggistica non si può.
    • bradipao scrive:
      Re: iOS più sicuro
      - Scritto da: SalvatoreGX
      Si può quindi installare l'app e poi negargli
      ogni permesso...
      Cosa diversa con Android,In Android, per ogni app puoi disabilitare individualmente ciascun permesso.[img]http://images.techtimes.com/data/images/full/162584/android-6-0-marshmallow-app-permissions.jpg?w=600[/img]
      • SalvatoreGX scrive:
        Re: iOS più sicuro
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: SalvatoreGX

        Si può quindi installare l'app e poi negargli

        ogni permesso...

        Cosa diversa con Android,

        In Android, per ogni app puoi disabilitare
        individualmente ciascun
        permesso.

        [img]http://images.techtimes.com/data/images/full/A ottimo!son rimasto indietro allora :)
        • povero me scrive:
          Re: iOS più sicuro
          - Scritto da: SalvatoreGX
          - Scritto da: bradipao

          - Scritto da: SalvatoreGX

          A ottimo!
          son rimasto indietro allora :)Ma no. Sei così all'avanguardia, quasi come bertu, Moderno, Moderno.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Gino Latilla scrive:
        Re: iOS più sicuro
        Sì, ma solo da Android 6 in poi...
        • bubba scrive:
          Re: iOS più sicuro
          - Scritto da: Gino Latilla
          Sì, ma solo da Android 6 in poi...prima avevi altro. da cyanogen a xprivacy a lookout a seconda di come ti poni (e poi cmq qualche limite c'era anche nei vanilla)Anche ios non e' che sia sempre stato uguale a se stesso eh (dall' appleid all'(ab)uso delle api private nelle app, dalla crypto sino ai permessi granulari)
        • Jagguar scrive:
          Re: iOS più sicuro
          No, anche sul 5.
          • nome a caso scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Jagguar
            No, anche sul 5.Google dice solo su 6 :https://support.google.com/googleplay/answer/6014972?hl=en
          • Jagguar scrive:
            Re: iOS più sicuro
            Ed io ce l'ho pure sul 5.0 .Cosa ti devo dire? Sarà che ho scelto bene?
        • PandaR1 scrive:
          Re: iOS più sicuro
          - Scritto da: Gino Latilla
          Sì, ma solo da Android 6 in poi...https://play.google.com/store/apps/details?id=com.schurich.android.tools.appopsstarter e altri simili si possono usare anche in android 4
          • nome a caso scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: PandaR1
            - Scritto da: Gino Latilla

            Sì, ma solo da Android 6 in poi...

            https://play.google.com/store/apps/details?id=com.E immagino che la descrizione della App che dice :Update: Google has removed all possibilities to start the "App Ops" on non-rooted Android 4.4.2 devices. Until today no backdoor was found to give you easy access to this feature.sia del tutto coreografica vero ?
          • PandaR1 scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: nome a caso
            - Scritto da: PandaR1

            - Scritto da: Gino Latilla


            Sì, ma solo da Android 6 in poi...




            https://play.google.com/store/apps/details?id=com.

            E immagino che la descrizione della App che dice :

            Update: Google has removed all possibilities to
            start the "App Ops" on non-rooted Android 4.4.2
            devices. Until today no backdoor was found to
            give you easy access to this
            feature.

            sia del tutto coreografica vero ?non lo so. Io sul mio gt-n7100 con android 4.4.2 ho appena fatto questa prova: aperto app ops, disabilitato uso fotocamera per bar code scanner, aperto bar code scanner, che non funziona perchè non accede a fotocamera. App ops ha fatto il suo lavoro.
          • Legulewio Laspilla scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: PandaR1

            Update: Google has removed all possibilities
            to

            start the "App Ops" on non-rooted Android
            4.4.2

            devices. Until today no backdoor was found to

            give you easy access to this

            feature.



            sia del tutto coreografica vero ?ehm... si dato che funziona benissimo..."removed" quando e come? per farlo ci vorrebbe un update (sull'OS non su una app) e nessuno ti obbligherebbe a farlo... :D
          • nome a caso scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Legulewio Laspilla
            - Scritto da: PandaR1



            Update: Google has removed all
            possibilities

            to


            start the "App Ops" on non-rooted
            Android

            4.4.2


            devices. Until today no backdoor was
            found
            to


            give you easy access to this


            feature.





            sia del tutto coreografica vero ?
            ehm... si dato che funziona benissimo...
            "removed" quando e come? per farlo ci vorrebbe un
            update (sull'OS non su una app) e nessuno ti
            obbligherebbe a
            farlo...
            :DMa che ne so ? Io ho preso il LINK postato dell'applicazione e ho semplicemente citato ciò che c'è scritto, l'avete letto ? Sta scritto lì.Se poi mi dite che funziona benissimo e l'autore è scemo perchè l'ha scritto, perché usate l'applicazione di un autore che non sa nemmeno come funziona quello che ha fatto ?In realtà vi posso dire che io so benissimo perché l'autore ha scritto quella frase, lo ha scritto perché quella APP usa permessi "components" quindi richiede una installazione "speciale".Io la sua APP la uso regolarmente su un android 5 rooted da vario tempo insieme ad altre cose.L'articolo però si limita a parlare di Android che fino alla versione 5.x , così come mamma l'ha fatto senza applicazioni "speciali" e Android come mamma l'ha fatto, non è rooted e non contiene alcuna privacy guard, mentre iOS come mamma l'ha fatto, la contiene da molto tempo.Il fatto che mancasse ha permesso per anni a chiunque ha potuto fare quello che voleva, e ai giochini stupidi di rubare dati a manetta.Oggi Google ha centralizzato tutti le sue funzionalità in un framework dinamico (Google Play Service) e allora, piano piano, può permettesi di regalarvi qualche libertà in più.
          • bubba scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: nome a caso
            - Scritto da: Legulewio Laspilla

            - Scritto da: PandaR1


            L'articolo però si limita a parlare di Android
            che fino alla versione 5.x , così come mamma l'ha
            fatto senza applicazioni "speciali" e Android
            come mamma l'ha fatto, non è rooted e non
            contiene alcuna privacy guard, mentre iOS come
            mamma l'ha fatto, la contiene da molto
            tempo.

            Il fatto che mancasse ha permesso per anni a
            chiunque ha potuto fare quello che voleva, e ai
            giochini stupidi di rubare dati a
            manetta.lungi da voler difendere acriticamente android, ma purtroppo il macaco ha questo livello di fede cieca, che crea qualche problema....la faccenda dei permessi granulari, #in generale#, e' vera... MA - la timeline non e' una variabile indipendente (= a seconda della ver di ios certe info potevano essere leakate ufficialmente, poi papple qua e la' ha deciso che erano abusate e la public api e' stata ristretta, il tal ID eliminato ecc ecc)- esistevano ed esistono lePublished API(Documented API)Unpublished API(Undocumented API)Private APIusando dei trucchi, tecniche intelligenti e bug, si e' sempre potuto accedere a determinate classi di api private e non documentate (sinche' appunto papple scopre/decide/fixa/aggiunge layer ). Questo nonostante il rigido censore in applestore. Per es mi sovviene una ricerca del 2015, che illustrava panoramica di tecniche e di analisi di 2000 app (usando come base ios7 -
            si, con ios8 alcune cose si son irrobustite... ma e' sempre cosi... gatto & topo aka whack a mole.. ) .. deng-ccs15.pdf. E non e' certo l'unica. Purtroppo col vanilla ios l'unica difesa per gli utenti apple, e' credere ciecamente nel lavoro di apple, non avendo altri strumenti ;)
          • Etype scrive:
            Re: iOS più sicuro
            Eh un problema insormontabile guarda....
        • Legulewio Titilla scrive:
          Re: iOS più sicuro
          Davvero?http://thehackernews.com/2015/06/android-permission-manager.html
          • nome a caso scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: Legulewio Titilla
            Davvero?
            http://thehackernews.com/2015/06/android-permissioSi davvero. Il fatto di cambiare nome ad ogni post non serve a nulla se dimostri sempre di non leggere nemmeno la roba che linki :"App Ops is available for free in Google Play Store and supports Android 5.0. It is also accessible on Android 4.3, 4.4.0 or 4.4.1 if your device is rooted."Davvero ? Ma va ?
    • Etype scrive:
      Re: iOS più sicuro
      - Scritto da: SalvatoreGX
      Dalle impostazioni di iOS, nelle impostazioni
      privacy, è possivile negare l'acXXXXX a foto,
      dati, microfono, etc etc anche se l'app chiede di
      utilizzarle.E ci puoi mettere la mano sul fuoco su questo ? :D
      Si può quindi installare l'app e poi negargli
      ogni
      permesso...
      Cosa diversa con Android, al momento
      dell'installazione, se non accetti quello che
      chiede l'app, non puoi installarla.... Ed una
      volta installata va a ruota
      libera.In Android 6 non è più così e comunque ci sono altri modi per raggiungere lo stesso risultato.
      Non parliamo di rom cucinate che magari hanno
      altre implementazioni...Ma l'android di google,
      ha questa
      pecca.Che con una banale applicazione risolvi...
      • SalvatoreGX scrive:
        Re: iOS più sicuro
        - Scritto da: Etype
        - Scritto da: SalvatoreGX

        Dalle impostazioni di iOS, nelle
        impostazioni

        privacy, è possivile negare l'acXXXXX a foto,

        dati, microfono, etc etc anche se l'app
        chiede
        di

        utilizzarle.

        E ci puoi mettere la mano sul fuoco su questo ? :D


        Si può quindi installare l'app e poi negargli

        ogni

        permesso...

        Cosa diversa con Android, al momento

        dell'installazione, se non accetti quello che

        chiede l'app, non puoi installarla.... Ed una

        volta installata va a ruota

        libera.

        In Android 6 non è più così e comunque ci sono
        altri modi per raggiungere lo stesso
        risultato.


        Non parliamo di rom cucinate che magari hanno

        altre implementazioni...Ma l'android di
        google,

        ha questa

        pecca.

        Che con una banale applicazione risolvi...Dio ti bendica.
      • nome e cognome scrive:
        Re: iOS più sicuro


        Non parliamo di rom cucinate che magari hanno

        altre implementazioni...Ma l'android di
        google,

        ha questa

        pecca.

        Che con una banale applicazione risolvi...E se è la banale applicazione a mandare i tuoi dati a terzi?
        • axl scrive:
          Re: iOS più sicuro
          ADWALL fine dei giochi.. è un firewall e non necessita di permessi (ci vuole il root però eh)
          • nome a caso scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: axl
            ADWALL fine dei giochi.. è un firewall e non
            necessita di permessi (ci vuole il root però
            eh)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)sempre più divertenti ... ha ha ha ...
          • Etype scrive:
            Re: iOS più sicuro
            Mai quanto chi ciecamente crede alla propria madre surrogata :D
        • collione scrive:
          Re: iOS più sicuro
          - Scritto da: nome e cognome
          E se è la banale applicazione a mandare i tuoi
          dati a
          terzi?e se il tuo provider internet registra tutti i dati che transitano sulla sua rete e li manda alla CIA?di qualcuno, ad un certo punto, ti dovrai fidarein caso contrario rimangono la fattoria nel Montana e il cappello di stagnolae faccio notare che chi produce o installa l'OS può infilarti una bella backdoor invisibile ai più, giusto per alzare un pochino il tiro
        • Etype scrive:
          Re: iOS più sicuro
          Meno male che erano gli altri i complottisti.Comunque se vuoi essere sempre sicuro al 100% tieni sempre tutto spento e risolvi il problema ;)
          • hakker123 scrive:
            Re: iOS più sicuro
            Io quando non uso il telefono stacco fisicamente la batteria ;)
          • ... scrive:
            Re: iOS più sicuro
            - Scritto da: hakker123
            Io quando non uso il telefono stacco fisicamente
            la batteria
            ;)rimuovi anche l'antenna che sta sotto l'etichetta della batteria, pero'.
    • povero me scrive:
      Re: iOS più sicuro
      - Scritto da: SalvatoreGX
      Dalle impostazioni di iOS, nelle impostazioni
      privacy, è possivile negare l'acXXXXX a foto,
      dati, microfono, etc etc anche se l'app chiede di
      utilizzarle.
      Si può quindi installare l'app e poi negargli
      ogni
      permesso...
      Cosa diversa con Android, al momento
      dell'installazione, se non accetti quello che
      chiede l'app, non puoi installarla.... Ed una
      volta installata va a ruota
      libera.

      Non parliamo di rom cucinate che magari hanno
      altre implementazioni...Ma l'android di google,
      ha questa
      pecca.Si si. Guarda credici povero allocco pure tu!(rotfl)Datevi tutte le scusanti che volete, tanto per farvi coraggio. 8) 8)
Chiudi i commenti