Tripadvisor ed Expedia contro il monopolio Google

Tripadvisor ed Expedia incolpano Google per i deludenti risultati trimestrali ottenuti: il colosso porterebbe meno traffico per trattenere utenti.
Tripadvisor ed Expedia incolpano Google per i deludenti risultati trimestrali ottenuti: il colosso porterebbe meno traffico per trattenere utenti.

L’ombra del monopolio scende nuovamente su Mountain View, tirata in ballo da due nomi eccellenti quali Tripadvisor ed Expedia. Non è questa una novità, ma è fa rumore la strana coincidenza, se di coincidenza si tratta, per cui due gruppi attivi nello stesso comparto accusino contemporaneamente Google per i problemi nella propria trimestrale di cassa.

Tripadvisor ed Expedia contro Google

Se Tripadvisor ed Expedia hanno passato un trimestre difficile, insomma, la colpa sarebbe di Google: è questa la motivazione che le aziende hanno adoperato con i propri azionisti per spiegare l’andamento di mercato negli ultimi mesi. Secondo entrambi gli amministratori delegati, infatti, Google avrebbe inoculato all’interno delle SERP risultati e meccanismi tali da dirottare sempre di più il traffico dai servizi “concorrenti”, trattenendo con varie modalità gli utenti all’interno dei propri listini. La conseguenza sarebbe quella per cui, una volta che si accedere a Google per compiere una ricerca, si tende a non uscirne fino a quando non si contrae un acquisto.

Secondo Tripadvisor ed Expedia, insomma, questo comportamento sarebbe figlio del monopolio vigente nel mondo della ricerca online, ove Bing è l’unica alternativa (minoritaria) al dominio di Big G. Questo legittima i comportamenti di Google a forzare la mano, trattenendo utenza e mettendo ai margini quanti vorrebbero accaparrarsi piccole quote di search per veicolare in modo verticale un’utenza selezionata verso hotel e servizi di viaggio.

Nulla di veramente nuovo: il mondo dei viaggi online è sul piede di guerra con Google da molto tempo. Era addirittura il 2012 quando già gli stessi Expedia e Tripadvisor (in coda a Kayak e Farelogix) tirava la giacchetta all’antitrust europea chiedendo tutele di fronte al colosso. Da allora molto è cambiato in Google, ma poco sembra sia cambiato per la concorrenza: da pochi mesi è online Google Viaggi e questa strana coincidenza di trimestrali potrebbe essere il prologo di una qualche iniziativa congiunta da parte della concorrenza nel comparto.

Fonte: Skift
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 11 2019
Link copiato negli appunti