Twitter, cinguettii sugli scudi

Avviata la fase d'appello nel delicato caso che ha coinvolto l'utente Malcolm Harris nei movimenti di protesta Occupy Wall Street. Il sito di microblogging invoca la difesa costituzionale dei contenuti postati dagli account

Roma – Gli avvocati di Twitter davanti al giudice di New York, nel delicato caso che ha coinvolto l’utente Malcolm Harris – account social @destructuremal e @getsworse – nel mirino del Procuratore Distrettuale della Grande Mela per il suo coinvolgimento nel noto movimento di protesta Occupy Wall Street .

Sono dunque state depositate le carte necessarie ad avviare la fase d’appello, dopo che il giudice Matthew Sciarrino Jr. aveva obbligato Twitter a consegnare tutte quelle informazioni utili all’identificazione dell’account cinguettante. Indirizzo IP, attività di login, messaggi inviati e ricevuti nei mesi precedenti ai disordini di piazza .

“Pubblicare un tweet è come urlare alla finestra”, aveva sottolineato in primo grado il giudice Sciarrino. Chi decide di farlo, non potrebbe attendersi una forma di tutela della propria privacy . Smontata la tesi dei legali del sito, a ricordare le previsioni legislative dello Stored Communications Act .

Il giovane Malcolm Harris avrebbe potuto (dovuto) contestare la subpoena voluta dal Procuratore Distrettuale, invocando la tutela costituzionale dei suoi messaggi sulla piattaforma di microblogging. Nelle carte d’appello, i legali di Twitter hanno messo in evidenza alcuni punti per tentare il ribaltone.

Gli utenti di Twitter hanno il diritto di proprietà sui contenuti postati , è un primo punto sollevato in aula. Come quelli di un servizio email, gli account cinguettanti possono difendersi per contestare un’eventuale subpoena – appunto richieste come quelle fatte dal giudice Sciarrino – nei loro confronti.

A difesa del sito di microblogging sono intervenuti gli attivisti di Electronic Frontier Foundation (EFF) e American Civil Liberties Union (ACLU). I cinguettii o i messaggi privati su Twitter dovrebbero essere tutelati con i principi costituzionali del Quarto Emendamento a difesa della privacy personale . La battaglia potrebbe arrivare alla Corte Suprema.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Server con Atom
    Dunque, o Intel ci prende per i fondelli, o c'è qualche speculazione per impedire di fare serverini con Atom.Ad una web agency sto rinnovando tutto il parco server.Svariate macchine Xeon 3,8Ghz vecchie generazioni con TDP 95W o superiore. Vere e proprie fornaci e mangia energia.Tutto il loro rack con 8 macchine costa 500 euro al mese di elettricità.Ho preso delle Motherboard con Atom D2007 che è un dual core a 2,13Ghz che è veloce quanto o più di uno Xeon a 3,5Ghz del 2003-2004.Benché questa CPU sia dichiarata come a 64bit, dai produttori di mainboard come Asrock viene castrata nella quantità di ram e nel supporto a 64bit solo perché il chip grafico PowerVR non ha ancora driver a 64 bit.Che sul server non mi interessa dato che rimane con interfaccia a caratteri o con framebuffer giusto per visualizzare un desktop con i programmi di gestione.Guarda caso però la motherboard originale Intel D2700MUD non è castrata a 32bit.Se mi riesce il progetto installo un'intera server farm con 4 server Atom che si dividono i compiti di DNS, DHCP, Asterisk VoIP, 2 LAMP, ed un paio di piccoli NAS commerciali quelli fatti a box con CPU ARM e Linux embedded, ognuno con 2 HD da 3TB di tipo Green 5900rpm in mirror per un totale di 6TB. Il tutto con un consumo di 120W. Cioè meno di quanto consumava uno solo dei loro server.Tutta la server farm sta sotto un unico UPS medio, ed occupa meno di 50 cm cubici, sta in un piccolo rack a parete.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Server con Atom

      Guarda caso però la motherboard originale Intel
      D2700MUD non è castrata a
      32bit.E quindi il gomblotto dove sarebbe?
      • iRoby scrive:
        Re: Server con Atom
        Le informazioni sul supporto o meno a 64 bit non ci sono, non sono ufficiali. Ossia sui siti dei produttori leggi che non ci sono i driver a 64bit ma non che poi non c'è il supporto vero e proprio del bios ed il prodotto è castrato.La motherboard Intel casualmente ha il supporto, ma non puoi saperlo finché non hai l'hardware in mano.E poi questa CPU è veramente ottima per fare server a basso consumo. E forse anche le prossime. Ma le politiche commerciali di Intel e dei produttori che forse seguono le direttive di Intel, rendono difficile per i clienti capire se possono o meno usare queste schede per scopi diversi dai desktop consumer.Sembra ci sia qualche accordo commerciale per evitare la diffusione di questo uso, per non sfavorire il nuovo business dei server a basso assorbimento.
        • Alessandro da Rimini scrive:
          Re: Server con Atom
          Ankio mi sto interessando alla realizzazione di un server cm MoBo Intel D2700MUD 2.13GHz Fanless Dual Core Atom Mini-ITX e ho letto in rete ke supporta Linux a 64bit ed anke 8 GB di ram. Corrisponde a verità ke tu sappia ?
    • mr smith scrive:
      Re: Server con Atom

      Ho preso delle Motherboard con Atom D2007 che è
      un dual core a 2,13Ghz che è veloce quanto o più
      di uno Xeon a 3,5Ghz del
      2003-2004.Non metto in dubbio che il rapporto prestazioni/consumo_energetico degli atom sia migliore che quello di un vecchio xeon, però come prestazioni :-/ho i miei dubbi. http://www.cpubenchmark.net/cpu_list.phpGli atom non supportano le memorie ecc e le schede madri non sono affidabili quanto quelle di un server "vero". Se uno ci deve fare un serverino personale che deve gestire dati di poco conto, allora vanno più che bene ma non se l'affidabilità è importante e l'uptime deve essere del 99,9%Io ho costruito un piccolo server LAMP su atom 330. Devo dire che il vero collo di bottiglia di questo sistema non è tanto la potenza di calcolo della cpu, piuttosto il chipset che durante le operazioni di I/O non è abbastanza performante per un uso server.
  • marco_foxlazza scrive:
    possibile errore? sette ordini di grande
    viene riportato 'fino a sette ordini di grandezza rispetto alla generazione precedente' sarebbe come 10.000.000 volte. Non è che si intendeva 7 volte di meno?
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: possibile errore? sette ordini di grande
      - Scritto da: marco_foxlazza
      viene riportato 'fino a sette ordini di grandezza
      rispetto alla generazione precedente' sarebbe
      come 10.000.000 volte. Non è che si intendeva 7
      volte di
      meno?lol, è vero! per quanto ottimizzato, questo quad-core difficilmente arriverebbe ad essere dieci milioni di volte migliore del precedente chip dual core!
    • castellese scrive:
      Re: possibile errore? sette ordini di grande
      Infatti nell'origina inglese si legge "seven-fold" che google traduce come "sette volte" :-)
    • sbrotfl scrive:
      Re: possibile errore? sette ordini di grande
      - Scritto da: marco_foxlazza
      viene riportato 'fino a sette ordini di grandezza
      rispetto alla generazione precedente' sarebbe
      come 10.000.000 volte. Non è che si intendeva 7
      volte di
      meno?http://punto-informatico.it/cerca.aspx?s=nick%3a%22Alfonso+Maruccia%22&t=4
Chiudi i commenti