Twitter, seguaci in vendita

Si chiama uSocial e crea pubblico per cinguettii. Prezzo massimo: 3500 dollari

Roma – Nei social media, la vita è tutta una questione di amicizie, relazioni o, nel caso di Twitter, follower. Persone conosciute o interessate a quello che si ha da dire ogni giorno sulla cinguettante piattaforma di micro-blogging. Un articolo di BBC , tuttavia, ha svelato un curioso metodo alternativo di costruire il proprio pubblico: pagare qualcuno per ottenere più seguaci.

Il qualcuno in questione è uSocial , azienda di marketing australiana, che ha messo in piedi un piccolo commercio di contatti per tutti quelli che sono interessati ad ampliare la propria Twitter-platea. Il servizio è rivolto ad aziende e uomini del marketing, ma anche – nelle parole del CEO uSocial Leon Hill – ad “una donna che tiene lezioni di yoga o gestisce organizzazioni di stampo religioso”. In altre parole, gli utenti Twitter che hanno maggiormente bisogno di risultare visibili e seguiti in massa.

uSocial ha già fissato i prezzi : mille follower costano 87 dollari, 10mila, invece, 372,75 dollari. Per i più bisognosi (e facoltosi), c’è l’offerta più ghiotta di 100mila seguaci per un esborso che si avvicina di molto ai 3.500 dollari. E l’azienda australiana ha dichiarato di aver già intrapreso 150 campagne per conto di aziende e clienti singoli, con altre 80-90 in cantiere.

Il funzionamento delle operazioni appare piuttosto semplice: uSocial contatta una serie di utenti per conto del cliente, scovandoli in base alla zona geografica o agli interessi dichiarati. Successivamente, viene suggerito loro di diventare follower di quei particolari pensieri perché potrebbero essere utili per vari motivi. Le ricerche, ovviamente, continuano fino al raggiungimento della soglia pagata e in un lasso di tempo stabilito in partenza. Altrimenti – come assicura l’azienda – chi ha pagato otterrà un rimborso in follower pari al 20 per cento in più del numero stabilito.

Leon Hill ha sottolineato i vantaggi economici di tutto questo: “I follower di Twitter assicurano alle aziende dei guadagni. Più ce ne sono, più diventano fruttuose le comunicazioni marketing di prodotti e servizi. Abbiamo scoperto che ogni follower ci assicura un introito di 10 centesimi ogni mese. Questo significa che per ogni mille utenti, il guadagno mensile di chi li compra è di 100 dollari”. E così via.

Il meccanismo appare chiaro, ma qualcuno parla già di forti pericoli di spamming. Hill ha affermato che “sta all’utente contattato la decisione di seguire il cliente o meno”, precisando, tuttavia, che uSocial non si ferma finché il paniere di contatti pagato non viene riempito del tutto.
Per esibirsi sul proprio palco online di fronte a una platea da “tutto esaurito”. All’entrata i biglietti li stacca uSocial.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • angros scrive:
    Video della stampa di una batteria
    Un altro tipo di batteria stampabile, questa volta zinco-ossigeno (ne avevo già accennato in un altro post)http://ccsl.mae.cornell.edu/research/sff/3dp.wmvBatteria stampata con una macchina tipo Fab@home o RepRap.
  • painlord2k scrive:
    Se si può stampare
    Se si può stampare una pila elettrica, si può stampare anche un accumulatore elettrico.Il vantaggio di questo genere di sviluppo tecnologico è che la tecnologia di stampa è molto progredita ed ottimizzata, quindi una volta sviluppata la tecnologia di base delle pile e degli accumulatori, si può abbinarla con quella delle rotative e quindi produrre in quantità a prezzi notevolmente più bassi di altri metodi di produzione.
  • Yaggdrasill scrive:
    applicazioni?
    sufficiente per le applicazioni per cui è stato pensato
    • Guybrush scrive:
      Re: applicazioni?
      - Scritto da: Yaggdrasill
      sufficiente per le applicazioni per cui è stato
      pensatoFar sbrilluccicare un biglietto di auguri senza includere una batteria a bottone all'interno (che inquina da morire e spesso finisce nel riciclo della carta insieme al chippino ad esso allegato).-- GT
    • attonito scrive:
      Re: applicazioni?
      - Scritto da: Yaggdrasill
      sufficiente per le applicazioni per cui è stato
      pensatonoi vorremo sapere, per dove dobbiamo andare, dove dobbiamo andare.Solito articoloide mariuccese.
    • napodano scrive:
      Re: applicazioni?
      fare lo scherzo della stretta di mano elettrica applicando ben 1.5 Volt di scossa
  • Olandese Volante scrive:
    batterie per auto ..... ?
    Quello che serve,sono batterie per le auto....che non ci mettano 50 anni ad inventarle grosse come si deve....ogni 200 km pit stop...........ma quand' e' che fanno le cose serie ???
    • animale politico.. .. bau scrive:
      Re: batterie per auto ..... ?
      Sarebbe il sogno di molte persone (tra cui me) poter ricaricare l'auto con la presa del garage.... Con i pannelli solari magari!!Dovranno anche sistemare la velocità di ricarica delle batterie.... Ce la faranno? Magari usando i supercondensatori, tipo un supercondensatore che si ricarica in 5 secondi e poi ricarica le batterie lentamente, oppure direttamente, un auto a supercondensatori (così il tempo di ricarica non c'è... si pappano tutta l'energia che gli dai)... boh! Vediamo cosa tireranno fuori!
      • tua sorella scrive:
        Re: batterie per auto ..... ?
        - Scritto da: animale politico.. .. bau
        Sarebbe il sogno di molte persone (tra cui me)
        poter ricaricare l'auto con la presa del
        garage.... Con i pannelli solari
        magari!!
        Dovranno anche sistemare la velocità di ricarica
        delle batterie.... Ce la faranno? Magari usando i
        supercondensatori, tipo un supercondensatore che
        si ricarica in 5 secondi e poi ricarica le
        batterie lentamente, oppure direttamente, un auto
        a supercondensatori (così il tempo di ricarica
        non c'è... si pappano tutta l'energia che gli
        dai)... boh! Vediamo cosa tireranno
        fuori!...io vado a metano...
        • SonoIO scrive:
          Re: batterie per auto ..... ?
          - Scritto da: tua sorella
          ...io vado a metano...E fai bene!Finalmente un po' di pragmatismo in mezzo a sogni utopistici.
        • mazzolatore scrive:
          Re: batterie per auto ..... ?
          ... e pit stop ogni 200 km
          • Logan.iii scrive:
            Re: batterie per auto ..... ?
            - Scritto da: mazzolatore
            ... e pit stop ogni 200 kmAnche io vado a metano.. Da 10 anni ormai!Pit stop ogni 340 km :-)
      • Alberto scrive:
        Re: batterie per auto ..... ?
        - Scritto da: animale politico.. .. bau
        Sarebbe il sogno di molte persone (tra cui me)
        poter ricaricare l'auto con la presa del
        garage.... Con i pannelli solari
        magari!!
        Dovranno anche sistemare la velocità di ricarica
        delle batterie.... Ce la faranno? Magari usando i
        supercondensatori, tipo un supercondensatore che
        si ricarica in 5 secondi e poi ricarica le
        batterie lentamente, oppure direttamente, un auto
        a supercondensatori (così il tempo di ricarica
        non c'è... si pappano tutta l'energia che gli
        dai)... boh! Vediamo cosa tireranno
        fuori!... E poi c'era la marmotta che confezionava la cioccolata
      • bubu scrive:
        Re: batterie per auto ..... ?
        Come no, e poi magari con la levitazione magnetica si abbatterà anche il consumo della gomma..... :-P
  • Pinco Pallino scrive:
    Pile o accumulatori
    Sono ricaricabili oppure no?http://it.encarta.msn.com/encyclopedia_761564126/Pile_e_accumulatori.htmlPile=non ricaricabiliaccumulatori=ricaricabili
Chiudi i commenti