Twitter, un nido a Mountain View

I cinguettii in tempo reale tornano tra i risultati delle ricerche di Google. Per il momento su piattaforme mobile e negli Stati Uniti

Roma – Twitter e Google hanno annunciato che a partire da oggi i tweet in tempo reale degli utenti, saranno indicizzati entrando a far parte dei risultati del motore di ricerca .

Secondo la partnership sottoscritta tra le due, i cinguettii saranno mostrati – per il momento solo per gli utenti degli Stati Uniti che effettuato ricerche attraverso le app sia Android e iOS di Google – accanto ai risultati tradizionali del motore di ricerca, posizionati per rilevanza.

In particolare, per esempio, quando si effettuerà una ricerca su una star con un account Twitter, i suoi ultimi cinguettii saranno integrati in una scheda ad hoc più visibile degli altri risultati, attraverso cui sarà possibile raggiungere il relativo account. Oppure quando si effettuerà una ricerca su una regione o una città, tra i risultati compariranno le ultime informazioni cinguettate dagli utenti che ne stanno parlando.

L’accordo Twitter-Google era stato anticipato da Bloomberg a febbraio e rappresenta, anche se ora è specificatamente ritagliato sulle esigenze della navigazione mobile, un ritorno dei cinguettii tra i risultati della ricerca di Mountain View : già tra il 2009 ed il 2011 le due avevano sperimentato la collaborazione per l’indicizzazione dei contenuti della piattaforma di microblogging.

Per Google l’accordo significa poter mettere a disposizione dati (nella forma di commenti o aggiornamenti, nel caso per esempio di eventi pubblici) in tempo reale, mentre per Twitter, sempre alla ricerca di un efficace modello di business per convertire successo di pubblico in moneta sonante, significa avere a disposizione un palco più ampio e quindi la possibilità di garantire ai suoi inserzionisti una vetrina più appetibile.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Che brutto titolo
    Come da oggetto. "L'url che si sent".Sembra Alberto Tomba in Alex l'Ariete, "palass di giustiss"...
    • bubba scrive:
      Re: Che brutto titolo
      - Scritto da: ...
      Come da oggetto. "L'url che si sent".

      Sembra Alberto Tomba in Alex l'Ariete, "palass di
      giustiss"...o il mitico pliiis visit itali di Rutello ...
  • bigul scrive:
    un trucco...
    un trucco per poter essere autorizzati ad accedere al microfono e spiare indisturbati.
    • Funz scrive:
      Re: un trucco...
      - Scritto da: bigul
      un trucco per poter essere autorizzati ad
      accedere al microfono e spiare
      indisturbati.Meglio!Si potrà inviare comandi a piacimento a un PC semplicemente mettendo un altoparlante nella stessa stanza.
  • bubba scrive:
    feko
    si torna al codice morse :)
    • panda rossa scrive:
      Re: feko
      - Scritto da: bubba
      si torna al codice morse :)O al caro vecchio fischio della portante del modem...
      • bubba scrive:
        Re: feko
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bubba

        si torna al codice morse :)

        O al caro vecchio fischio della portante del
        modem...che e' DECISAMENTE piu' sofisticato del morse pero' :) cmq bei tempi quelli ... ti cullavi col retrain dell'handshake, che scalava dal v90 sino ai 2400 baud, mentre facevi wardialing, o cercavi di connetterti a quella cacchio di bbs americana passando dall'uruguay con la bluebox.. :D
Chiudi i commenti