Uber, alta legalità

Semaforo verde per l'app del car sharing da Londra: non è paragonabile ad un tassametro e può continuare ad operare senza nuove regole

Roma – L’High Court di Londra ha deciso che il servizio offerto dall’app di Uber è legittimo.

I giudici si sono così espressi a favore della startup a stelle e strisce in una delle cause nella quale si stava difendendo: Uber è d’altra parte occupata in quasi tutti i paesi in cui opera a vedersela con le opposizioni delle autorità e le proteste dei tassisti. Mentre, per esempio, i tassisti francesi per protestare contro gli autisti di Uber hanno messo a ferro e fuoco Parigi, in California prosegue con lo status di class action la denuncia con cui tre suoi autisti vogliono essere riconosciuti dalla startup come dipendenti ed in Italia la questione della sua legittimità è arrivata fino al Parlamento.

Nel Regno Unito Uber era invece stata trascinata in tribunale dall’associazione dei tassisti secondo cui l’app era illegale in quanto, calcolando le tariffe come con un tassametro, violava il regolamento che ne permette l’installazione solo sui Black Cab .

Tuttavia secondo i giudici l’app opera in maniera diversa e quindi non è soggetta alle stesse regole: “Un tassametro, secondo la definizione della sezione 11 del Private Hire Vehicles Act del 1998, non include un dispositivo che riceve un segnale GPS durante il viaggio, inviandoli ad un server esterno al veicolo per il calcolo della tariffa”.

Uber non dovrà dunque rischiare di adeguare la sua app ad una serie di cambiamenti proposti lo scorso mese nel Regno Unito: l’obbligo ad aspettare almeno cinque minuti dalla chiamata di una vettura Uber da parte di un utente, l’obbligo da parte di quest’ultimo di digitare preventivamente la destinazione desiderata in modo tale che l’app mostri una stima anticipata del costo della corsa e la proibizione per gli autisti a lavorare per più di un operatore.

Uber aveva definito tale proposta senza senso ed ha quindi accolto la sentenza come una grande vittoria, sottolineando come già l’organismo Transport for London (TfL) si fosse espresso chiaramente sulla distinzione tra app e tassametro e come sia necessaria una riforma del settore piuttosto che nuove regole: “Capiamo la pressione che gli autisti dei cab possano sentire da servizi come Uber, ma la risposta è da rintracciare nella diminuzione della regolamentazione che grava su di loro, non nell’introduzione di nuove imposizioni per tutti gli altri”.

L’associazione dei tassisti londinesi ha già fatto sapere che “ricorrerà in appello contro la sentenza dell’High Court”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uto Uti scrive:
    titolo obbligatorio
    Fico il craudfundi, io lo voglio fare pe annare con le XXXXXXX!
    • Passante scrive:
      Re: titolo obbligatorio
      - Scritto da: Uto Uti
      Fico il craudfundi, io lo voglio fare pe annare
      con le XXXXXXX!Crea una pagina, io i miei 5E per questa nobile causa te li dò !
  • Voice of Reason scrive:
    NON DONATE!
    Questa cosa è illegale, o dovrebbe esserlo, o lo sarà presto. Speriamo in un intervento severo e deciso da parte di Magistrature e Forze dell'Ordine!
  • asdasdusdus d scrive:
    carina ma
    Con quello che costa preferisco prendere una soekris che e' pensata come apparato di rete/server headless anziche' una scheda di espansione che, tramite bus usb (2.0), si attacca prevalentemente a schedine pensate perlopiu' per fare da mediacenter o nettop.
  • Ben10 scrive:
    crowdfunding alla fine?
    Ma il crowdfunding non è da fare prima di realizzare il prodotto finito? a che serve farne uno alla fine? Se vuoi usarlo come indicatore di interesse nel prodotto per vedere se alla fine vale la pena di realizzarlo e finanziarlo, va fatto prima. Non ha una logica fatto alla fine. Non ha nemmeno senso questa board se hai un box soekris.Comunque, forse, lo si poteva presentare alla Maker Faire di Roma. Non gli avrebbe garantito il sucXXXXX ma sicuramente qualcuno disposto a comprarla lo si trovava.
    • R. Premoli scrive:
      Re: crowdfunding alla fine?

      Ma il crowdfunding non è da fare prima di realizzare il prodotto finito? Non necessariamente.
      a che serve farne uno alla fine? Se vuoi usarlo come indicatore
      di interesse nel prodotto per vedere se alla fine vale la pena
      di realizzarlo e finanziarlo, va fatto prima. Non ha una logica
      fatto alla fine. Al posto di fare un prototipo ne sono stati fatti venti.
      Non ha nemmeno senso questa board se hai un box soekris.Non ha senso nemmeno Comprare una laborghini se si ha gia una ferrari.
      Comunque, forse, lo si poteva presentare alla Maker Faire di Roma.
      Non gli avrebbe garantito il sucXXXXX ma sicuramente qualcuno disposto a comprarla lo si trovava.La premobox e' stata offerta ai selezionatori che l'hanno rifiutata.
      • Tom scrive:
        Re: crowdfunding alla fine?


        La premobox e' stata offerta ai selezionatori che
        l'hanno
        rifiutata.Oddio. E come mai? ci sarà stata una ragione quale?
        • R. Premoli scrive:
          Re: crowdfunding alla fine?
          - Scritto da: Tom



          La premobox e' stata offerta ai
          selez
          che

          l'hanno

          rifiutata.

          Oddio. E come mai? ci sarà stata una ragione
          quale?Dear maker,we regret to inform you that due to lack of exhibit space and cancellations from other makers we weren't able to accept all the projects of the waiting list. Your project unfortunately will not be able to participate to Maker Faire Rome:
  • Etype scrive:
    Premobox
    Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo una Zbox che mi piace molto di più ed è più ricca nei contenuti :)
    • pentolino scrive:
      Re: Premobox
      anche io ho una zbox di cui sono pienamente soddisfatto, per cui al momento non cerco altro (ho anche un raspberry 2 tra l'altro); forse un anno fa lo avrei preso per rimpiazzare il vecchio seagate dockstar (limitato dai soli 128MB di RAM), ma il prezzo è un po' alto, anche se offre diverse cose in più.
      • Etype scrive:
        Re: Premobox
        Hai quello con I3 ?a 150 Euro ci trovi quello senza WIFI e comunque un minimo di espansione interna te la da :)
    • Lupo cattivo scrive:
      Re: Premobox
      - Scritto da: Etype
      Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo
      una Zbox Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo una Zbox xbox (si lo so gli scopi sono differenti @^)Soluzione carina ma per quella cifra + 50 euro mi prendoun portatite dell con ubuntu preinstallato @^ @^
      • Etype scrive:
        Re: Premobox
        - Scritto da: Lupo cattivo
        Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo
        una Zbox xbox (si lo so gli scopi sono
        differenti
        @^)Ha senso solo se sei un videogiocatore e hai un bel po' di limiti...
        Soluzione carina ma per quella cifra + 50 euro mi
        prendo
        un portatite dell con ubuntu preinstallato @^ @^Si parlava comunque di minicomputer...
        • Lupo cattivo scrive:
          Re: Premobox

          Si parlava comunque di minicomputer... Che differenza fa? il portatile non e' un computer? hanno sempre bisogno di una presa di corrente e di certo non te li porti in giro non avendo ne schermo ne tastieraL'unico vantaggio e' lo spazio di installazione se riesci a metterla dentro in una scatola nel muro e 5 euro max di corrente se sono accesi 24 hr al giorno ogni anno, ecco perche' a quel prezzo e' molto meglio un pc portatile ed e' 100.000 volte piu' versatile.
          • R. Premoli scrive:
            Re: Premobox
            - Scritto da: Lupo cattivo

            Si parlava comunque di minicomputer...


            Che differenza fa? il portatile non e' un
            computer? hanno sempre bisogno di una presa di
            corrente e di certo non te li porti in giro non
            avendo ne schermo ne tastiera
            L'unico vantaggio e' lo spazio di installazione
            se riesci a metterla dentro in una scatola nel
            muro e 5 euro max di corrente se sono accesi 24
            hr al giorno ogni anno, ecco perche' a quel
            prezzo e' molto meglio un pc portatile ed e'
            100.000 volte piu' versatile.si ricordi di aggiungere le porte usb, le porte di rete e le wifi.
        • rattrappito scrive:
          Re: Premobox
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: Lupo cattivo


          Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo

          una Zbox xbox (si lo so gli scopi sono

          differenti

          @^)

          Ha senso solo se sei un videogiocatore e hai un
          bel po' di
          limiti...


          Soluzione carina ma per quella cifra + 50 euro
          mi

          prendo

          un portatite dell con ubuntu preinstallato @^
          @^

          Si parlava comunque di minicomputer...Piacciono solo a te. (rotfl)
          • hakker123 scrive:
            Re: Premobox
            Piacciono anche a me e di reti dopo anni e anni di esperienza sono diventato modestamente un vero esperto. ;)
Chiudi i commenti