Uber, tracciamento da tracciare

Gli attivisti di EPIC chiedono a FTC di intervenire contro il cambio di policy di Uber: le nuove regole ritagliano la possibilità di raccogliere dati in background. Il servizio ribatte: nessun rischio per la privacy

Roma – Il gruppo di attivisti di Electronic Privacy Information Center (EPIC) ha chiesto alla Federal Trade Commission (FTC) di investigare le modalità con cui l’app di car sharing Uber accede ai dati relativi ai suoi utenti, li conserva e li utilizza.

Anche l’Europa , d’altra parte, nelle diverse indagini aperte nei confronti della startup a stelle e strisce aveva contestato la non corretta gestione dei dati personali particolarmente sensibili raccolti, in quanto comprensivi dei tragitti e spostamenti quotidiani dei propri utenti. Tuttavia, la questione è diventata particolarmente scottante negli Stati Uniti quando si è legata ad un’acre polemica che ha coinvolto il consulente di Uber Ian Osborne, che avrebbe paventato l’ipotesi di attivare la macchina del fango nei confronti dei media scomodi ed il presunto possesso da parte di uno dei suoi top manager newyorchesi, Josh Mohrer, di dati da usare contro un giornalista di BuzzFeed, ottenuti attraverso una modalità di utilizzo dell’app chiamata in codice “God View” e che permetterebbe di tracciare gli spostamenti di qualsiasi utente.
A seguito di tale imbarazzante episodio, il senatore Al Franken si è interessato a Uber ed ha chiesto chiarimenti al CEO circa l’utilizzo delle informazioni dei suoi utenti.

In quella occasione Uber aveva cercato di difendersi specificando di agire nel rispetto della privacy e degli utenti e assicurando che i dati in questione sono accessibili solo in una ristretta serie di circostanze, funzionali all’operatività dell’app (facilitazione dei pagamenti, monitoraggio di eventuali usi fraudolenti, individuare eventuali autisti o passeggeri indesiderati ecc): ciò non è evidentemente bastato a riguadagnare la fiducia degli osservatori, che hanno ora sollecitato l’intervento della Commissione federale.

Secondo quanto si legge nel ricorso di EPIC, in particolare, nelle nuove policy adottate da Uber la startup si arroga il diritto di raccogliere dati anche quando la sua app funziona in background: “Quando l’utente utilizza i Servizi per il trasporto o la consegna, raccogliamo informazioni precise sulla posizione relativa al percorso tramite l’applicazione Uber utilizzata dal fornitore (ad esempio, il conducente o il corriere) – vi si legge – Se l’utente consente all’applicazione Uber di accedere ai servizi di localizzazione tramite il sistema di autorizzazione utilizzato dal proprio sistema operativo mobile (“piattaforma”), potremmo altresì raccogliere informazioni sulla posizione esatta del dispositivo quando l’applicazione è attiva o funziona in background. Potremmo inoltre recuperare la posizione approssimativa dall’indirizzo IP del fornitore.”

Per il momento Uber si è limitata ad emettere un comunicato in cui riferisce di ritenere le accuse “prive di qualsiasi fondamento” e in cui ribadisce il proprio impegno nei confronti della privacy dei suoi passeggeri: i cambiamenti operati alle policy servirebbero solo per fare chiarezza su come i dati vengono raccolti per offrire un servizio adeguato.
Anche rispetto ai dati raccolti in background, nella nota si legge che attualmente Uber non procede in tal senso ma potrebbe iniziare a farlo per implementare nuove funzioni o per garantire tempi di caricamento inferiori .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Free Climber scrive:
    Ho letto i commenti.
    Sarò strano io (e so di esserlo) ma in generale, tra le righe serpeggia un concetto quanto si parla di queste cose. ossia chi può pagare paga chi non può pagare si attacchi al ciufolo! non becca nulla.come diceva oscar wilde: "attenti a cosa si spera potrebbe avverarsi"intelligenti pauca!
    • Aziz Fharlock Jihad scrive:
      Re: Ho letto i commenti.
      - Scritto da: Free Climber
      Sarò strano io (e so di esserlo) ma in generale,
      tra le righe serpeggia un concetto quanto si
      parla di queste cose. ossia chi può pagare paga
      chi non può pagare si attacchi al ciufolo! non
      becca
      nulla.

      come diceva oscar wilde: "attenti a cosa si spera
      potrebbe
      avverarsi"

      intelligenti pauca!dato che ci riprovano continuamente ci sono 2 possibilità:O non sono intelligenti o non è vero il detto latino.
  • xcaso scrive:
    furbalandia senza remore
    La vaghezza della rete rende tutti un po' più furbastri.Poi tutti furbastrelli a schiaffeggiare gli zingari di turno.
  • prova123 scrive:
    Ma cosa vogliono filtrare ...
    non riesce la cina a filtrare adeguatamente e vogliono riuscirci loro ? Sarà la solita pippettina DNS tanto per dire che hanno fatto qualcosa ...
    • Logiko scrive:
      Re: Ma cosa vogliono filtrare ...
      - Scritto da: prova123
      non riesce la cina a filtrare adeguatamente e
      vogliono riuscirci loro ? Sarà la solita
      pippettina DNS tanto per dire che hanno fatto
      qualcosa
      ...Poichè mi risulta che Internet in Australia arriva propio dalla cina, può darsi che si facciano fare i filtri prima dai cinesi e poi li migliorano loro ;-)
      • prova123 scrive:
        Re: Ma cosa vogliono filtrare ...
        Allora fanno prima a portare internet in australia con un cavo sufficientemente lungo! Lasciano filtrare tutto al governo cinese così fanno anche prima! :D
  • ... scrive:
    dare il XXXX per un click
    certo che tenere a balia Pianeta Video solo per raccimolare qualche click... ma in Redazione non si vergognano?
  • ... scrive:
    noi siamo legione
    ed amule e' con noi.
  • capitan farlock scrive:
    i filtraggi sono inituli
    tanto gli scariconi smanettorni troverrano un modo i fregarli smanettando con ip,dns e geekate varie la chiave di tutto e far pagare in base a quanto scarichiscarichi un giga e paghi unone scarichi 100 e paghi 100facile e lineare
    • ... scrive:
      Re: i filtraggi sono inituli
      - Scritto da: capitan farlock
      la chiave di tutto e far pagare in base a quanto
      scarichi
      scarichi un giga e paghi uno
      ne scarichi 100 e paghi 100
      facile e lineareScaricare 6000 libri equivale fa lo stesso danno di scaricare un filmato a 720p?Interessante teoria.C'erano la pareti imbottite dove è stata concepita?
    • bubba scrive:
      Re: i filtraggi sono inituli
      - Scritto da: capitan farlock
      scarichi un giga e paghi uno
      ne scarichi 100 e paghi 100lo fai gia'. si chiama "ADSL a consumo". (o equipollenti)
  • bubba scrive:
    azz.. l'australia ha bannato bing.com
    < operatori dei servizi che "rendano disponibile o contengano" materiale non autorizzato dai detentori dei diritti, anche organizzandolo, indicizzandolo o facilitandone l'acXXXXX
    http://www.bing.com/search?q=games+of+throne+s01+avi&qs=n&form=QBRE&pq=games+of+throne+s01+avi
    • ... scrive:
      Re: azz.. l'australia ha bannato bing.com
      - Scritto da: bubba
      < operatori dei servizi che "rendano disponibile
      o contengano" materiale non autorizzato dai
      detentori dei diritti, anche organizzandolo,
      indicizzandolo o facilitandone l'acXXXXX



      http://www.bing.com/search?q=games+of+throne+s01+afunzionerà come in Italia dove agli amiconi non si fa mai nulla e le leggi valgono solo per gli altri...
      • bubba scrive:
        Re: azz.. l'australia ha bannato bing.com
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: bubba

        < operatori dei servizi che "rendano
        disponibile

        o contengano" materiale non autorizzato dai

        detentori dei diritti, anche organizzandolo,

        indicizzandolo o facilitandone l'acXXXXX







        http://www.bing.com/search?q=games+of+throne+s01+a

        funzionerà come in Italia dove agli amiconi non
        si fa mai nulla e le leggi valgono solo per gli
        altri...molto probabile... pero' a far leggi cosi' di XXXXX [ossia cosi larghe che ci finisce dentro di tutto] c'e' sempre il rischio che qualche bontempone (tipo un EFF o un codacons australiani) portino in tribunale bing o affini... tanto per vedere che capriole devono escogitare... :P
      • Aziz Fharlock Jihad scrive:
        Re: azz.. l'australia ha bannato bing.com
        - Scritto da: ...
        funzionerà come in Italia dove agli amiconi non
        si fa mai nulla e le leggi valgono solo per gli
        altri...Massì c'è chi ha amici in italia chi in australia chi si larea a Valona...e chi investe in diamanti in tanzania cosa c'è di male?La tanzania tra l'altro dovrebbe essere un <b
        Belsito </b
        no?vabbè ora ti lascio che devo andare a comprare un pochino di mutande...Ancora non ho deciso di che colore prenderle... :D
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Se le misure antipirateria passate sono state inefficienti l'Australia ha il DOVERE di continuare a migliorarle e cambiarle finché funzioneranno a dovere! La pirateria va fermata a qualsiasi costo, non ci sono scuse che tengano! @^
    • MicroShit Supporter scrive:
      Re: ...
      Nel mentre che loro, con i loro tempi, le miglioreranno(?)e le cambieranno le persone continueranno ad amare la natura.Tuuta la natura ma soprattutto muli e torrenti.Con buona pace di chi ancora non capisce che non si può impedire al vento di soffiare. :D
      • Pianeta Video scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: MicroShit Supporter
        non si può impedire al vento di soffiare.
        :DQuesto lo dici tu! @^
        • MicroShit Supporter scrive:
          Re: ...
          Certo amico, continua a crederci.Anzi, fai che ordinare direttamente tu al vento di smettere di soffiare(rotfl)
          • Zak scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: MicroShit Supporter
            Certo amico, continua a crederci.
            Anzi, fai che ordinare direttamente tu al vento
            di smettere di
            soffiare
            (rotfl)Al momento non può, stà riverniciando di verde bile il suo kebab :)
        • Aziz Fharlock Jihad scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Pianeta Video
          - Scritto da: MicroShit Supporter

          non si può impedire al vento di soffiare.

          :D

          Questo lo dici tu! @^Beh no... a me lo ha detto il kebabbaro che lavora dove prima c'era la tua videoteca. @^
      • prova123 scrive:
        Re: ...
        ed aggiungerei anche che "non possiamo dirigere il vento ma possiamo orientare le vele" (Anonimo.)
Chiudi i commenti