Ubuntu, crollo di popolarità

La distro Linux più chiacchierata deve fronteggiare un grande calo. Ubuntu non tira più, al contrario di Mint, distro derivata dall'OS di Canonical ma con Gnome al posto di Unity
La distro Linux più chiacchierata deve fronteggiare un grande calo. Ubuntu non tira più, al contrario di Mint, distro derivata dall'OS di Canonical ma con Gnome al posto di Unity

Che è successo a Ubuntu? Nel giro degli ultimi mesi e anni, la distro Linux che voleva conquistare il mondo desktop, smartphone e tablet ha visto crollare a picco l’interesse degli utenti, e ora viene accreditata di un market share estremamente ridotto rispetto a solo qualche anno fa.

Ubuntu non tira più : secondo i numeri raccolti da DistroWatch , la distro di Canonical si piazza ora al quarto posto per popolarità dietro Linux Mint, Fedora e openSUSE con poco più del 4% di market share. Si tratta di un calo costante nel tempo considerando che nel 2005 il market share era dell’11%.

Piuttosto significativamente, la distro Mint – la cui popolarità è cresciuta del 66% negli ultimi 30 giorni – è basata su Ubuntu (che a sua volta è basato sulla distro Debian) ma si tiene ben alla lontana dalla nuova interfaccia “giocosa” nota come Unity e forzatamente imposta da Canonical dalla versione 11.04 dell’OS in poi.

E proprio la sostituzione di Gnome con Unity e le ultime scelte di Canonical vengono indicate come principali giustificazioni di questo radicale cambiamento di interesse nel mondo delle distro Linux: anche se gli utenti più “smaliziati” possono tornare a Gnome ogni volta che vogliono, passare da Ubuntu a Mint sembrerebbe la soluzione più semplice per la base di utenza di Canonical che non ci sta a seguire la direzione evolutiva imposta dalla società sudafricana.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 11 2011
Link copiato negli appunti