Ubuntu prossimamente su smartphone e tablet

Canonical pensa di spingere in campo mobile la distro Linux più famosa. La versione 14.04, attesa per l'aprile del 2014, competerà anche oltre il desktop

Roma – C’è ancora spazio per ulteriori sistemi operativi nell’affollato scenario mobile? Secondo Mark Shuttleworth , boss di Canonical, c’è sempre spazio quando si parla di software libero. La società dell’imprenditore sudafricano sta attualmente lavorando sulle versioni mobile di Ubuntu per smartphone, tablet e dispositivi embedded.

A quanto pare il passaggio al mobile avverrà dalla versione 14.04 di Ubuntu, in arrivo tra un paio d’anni. Il sistema operativo potrà girare tranquillamente su processori Intel, AMD e chip ARM. Supporterà interfacce multi-touch e display di varie dimensioni, per finire anche dentro smart TV e gadget riservati al settore automobilistico.

Sul proprio blog personale Shuttleworth ricorda che Unity , la discussa interfaccia desktop proposta da Ubuntu 11.10, era stata progettata proprio con questa nuova sfida in mente. Del resto, come riportano i dati recenti, il mondo sta cambiando ed oggi moltissime persone accedono a Internet passando semplicemente da un telefono.

Non solo personal computer e server x86, quindi, per la nota distribuzione Linux che tenta una nuova strada per uscire dalla nicchia in ambito consumer. Come noto, Canonical ha recentemente mandato in pensione l’esperimento Netbook Edition : versione separata incentrata sui computer portatili, nuovamente fusa con Ubuntu desktop.

Canonical non è comunque l’unico produttore ad utilizzare Linux in ambito mobile. Il codice del pinguino è alla base di Google Android, del WebOS HP e di Tizen , altro progetto sponsorizzato dalla Linux Foundation.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • terno scrive:
    redazione
    Avete eliminato un sacco di post contrari alle idiozie scritte da tal ruppolo ma avete lasciato le sue, parzialità ed idee in linea con la testata o solamente perchè tal ruppolo è un moderatore? In ogni caso è una pessima gestione della discussione
  • Gennarino scrive:
    Ma chi é sto Pete?
    Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce con queste bagianate sulla musica? Se non avesse sparato queste ca¨¨te non avrei mai saputo chi fosse. E non ditemi che sono ignorante, perché Jimi Hendrix so chi era, Jim Morrison pure, David Gilmour... so anche chi era Joe Pass o Charlie Parker, Dilermando Reis o Matteo Carcassi....Ma questo Pete .... proprio no.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Ma chi é sto Pete?
      - Scritto da: Gennarino
      Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce con
      queste bagianate sulla musica? Se non avesse
      sparato queste ca¨¨te non avrei mai saputo chi
      fosse. <b
      E non ditemi che sono ignorante </b
      Ok
      • Pete la Zanzara scrive:
        Re: Ma chi é sto Pete?
        a dotto' ma vate curca tu e Pete...
      • lurker scrive:
        Re: Ma chi é sto Pete?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Gennarino

        Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce
        con

        queste bagianate sulla musica? Se non avesse

        sparato queste ca¨¨te non avrei
        mai saputo
        chi

        fosse. <b
        E non ditemi che sono
        ignorante </b



        OkQ8
      • Ego scrive:
        Re: Ma chi é sto Pete?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Gennarino

        Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce
        con

        queste bagianate sulla musica? Se non avesse

        sparato queste ca¨¨te non avrei
        mai saputo
        chi

        fosse. <b
        E non ditemi che sono
        ignorante </b



        Oklol
      • tucumcari scrive:
        Re: Ma chi é sto Pete?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Gennarino

        Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce
        con

        queste bagianate sulla musica? Se non avesse

        sparato queste ca¨¨te non avrei
        mai saputo
        chi

        fosse. <b
        E non ditemi che sono
        ignorante </b



        Ok(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Maddai sei proprio senza pietà!
    • sbrotfl scrive:
      Re: Ma chi é sto Pete?
      - Scritto da: Gennarino
      Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce con
      queste bagianate sulla musica? Se non avesse
      sparato queste ca¨¨te non avrei mai saputo chi
      fosse. E non ditemi che sono ignorante, perché
      Jimi Hendrix so chi era, Jim Morrison pure, David
      Gilmour... so anche chi era Joe Pass o Charlie
      Parker, Dilermando Reis o Matteo
      Carcassi....
      Ma questo Pete .... proprio no.Se avessi letto l'articolo lo sapresti... (se non lo sapevi già ovviamente)
    • Maestro scrive:
      Re: Ma chi é sto Pete?
      - Scritto da: Gennarino
      Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce con
      queste bagianate sulla musica? Se non avesse
      sparato queste ca¨¨te non avrei mai saputo chi
      fosse. E non ditemi che sono ignorante, perché
      Jimi Hendrix so chi era, Jim Morrison pure, David
      Gilmour... so anche chi era Joe Pass o Charlie
      Parker, Dilermando Reis o Matteo
      Carcassi....
      Ma questo Pete .... proprio no.Come da tua richiesta non ti definirò ignorante, ma mi limiterò a pensarlo.Detto ciò "questo pete" è il fondatore, nonché forza creativa, di uno dei gruppi più longevi spettacolari e influenti della storia del rock, The Who.
      • Gennarino scrive:
        Re: Ma chi é sto Pete?
        Uno dei gruppi più spettacolari e longevi della storia del rock...?Ma non esageriamo, io non mi sono person proprio niente non conoscendo Pete.E poi la mia era una affermazione sarcastica, mamma mia quanto siete pignoli.Certo che conosco gli Who, ma non me ne frega proprio nulla della loro musica, erano canzonette, posers, gente attaccata ai soldi, alla fama.... niente più.
    • Funz scrive:
      Re: Ma chi é sto Pete?
      - Scritto da: Gennarino
      Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce con
      queste bagianate sulla musica? Se non avesse
      sparato queste ca¨¨te non avrei mai saputo chi
      fosse. E non ditemi che sono ignorante, perché
      Jimi Hendrix so chi era, Jim Morrison pure, David
      Gilmour... so anche chi era Joe Pass o Charlie
      Parker, Dilermando Reis o Matteo
      Carcassi....
      Ma questo Pete .... proprio no.E' un altro dinosauro che non si è ancora reso conto che l'eruzione è già iniziata, e si lamenta di quelle nuvole nere che stanno oscurando il cielo.adesso vado a cancellare tutta la discografia piratata degli Who dall'hard disk :@ (scherzo @^)
      • albert scrive:
        Re: Ma chi é sto Pete?
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Gennarino

        Ma scusa chi é questo Pete? Che se ne esce
        con

        queste bagianate sulla musica? Se non avesse

        sparato queste ca¨¨te non avrei
        mai saputo
        chi

        fosse. E non ditemi che sono ignorante,
        perché

        Jimi Hendrix so chi era, Jim Morrison pure,
        David

        Gilmour... so anche chi era Joe Pass o
        Charlie

        Parker, Dilermando Reis o Matteo

        Carcassi....

        Ma questo Pete .... proprio no.

        E' un altro dinosauro che non si è ancora reso
        conto che l'eruzione è già iniziata, e si lamenta
        di quelle nuvole nere che stanno oscurando il
        cielo.

        adesso vado a cancellare tutta la discografia
        piratata degli Who dall'hard disk :@

        (scherzo @^)E allora farai bene a svuotare l'intero hd visto che quasi tutti gli artisti la pensano come Pete Neppure io la penso come lui ma se dovessi fare come te non ascolterei piu nessuno
        • Funz scrive:
          Re: Ma chi é sto Pete?
          - Scritto da: albert

          adesso vado a cancellare tutta la discografia

          piratata degli Who dall'hard disk :@



          (scherzo @^)
          E allora farai bene a svuotare l'intero hd visto
          che quasi tutti gli artisti la pensano come Pete
          Neppure io la penso come lui ma se dovessi fare
          come te non ascolterei piu
          nessunoGiusto, infatti nessuno ha mai ascoltato Bach e Beethoven. Ai loro tempi non c'era mica il copyright...
          • Maurizio scrive:
            Re: Ma chi é sto Pete?
            Non vedo il nesso tra quello che ha detto, che può essere o meno condivisibile, e quello che è stato... un grande interprete della musica rock.
  • Luca scrive:
    Bicicletta
    Certo, non è giusto rubare le biciclette, ma non va neppure bene che solo per guardarle ci tocca pagare....L'arte una volta veniva commissionata da mecenati e poi distribuita gratuitamente. Probabilmente è un modello che dovrà ritornare (fatti i dovuti adattamenti)
    • ruppolo scrive:
      Re: Bicicletta
      - Scritto da: Luca
      Certo, non è giusto rubare le biciclette, ma non
      va neppure bene che solo per guardarle ci tocca
      pagare....Invece pensa tu che puoi andarci a gratis, legalmente, solo che non decidi tu quando.Si chiama RADIO.
      L'arte una volta veniva commissionata da mecenati
      e poi distribuita gratuitamente. Probabilmente è
      un modello che dovrà ritornare (fatti i dovuti
      adattamenti)Okkeyyyy.... vai mecenate, siamo tutti con te!!!! :D
      • krane scrive:
        Re: Bicicletta
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Luca

        Certo, non è giusto rubare le

        biciclette, ma non va neppure bene

        che solo per guardarle ci tocca

        pagare....
        Invece pensa tu che puoi andarci a gratis,
        legalmente, solo che non decidi tu
        quando.
        Si chiama RADIO.Quindi basterebbe scrivere un software per scansionare le radio in modo da ascoltare la canzone che si vuole nel momento che si vuole per ottenerre lo stesso effetto del possedere l'mp3.

        L'arte una volta veniva commissionata

        da mecenati e poi distribuita gratuitamente.

        Probabilmente è un modello che dovrà

        ritornare (fatti i dovuti adattamenti)
        Okkeyyyy.... vai mecenate, siamo tutti con te!!!!
        :D
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Bicicletta
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Luca

        Certo, non è giusto rubare le biciclette, ma
        non

        va neppure bene che solo per guardarle ci
        tocca

        pagare....

        Invece pensa tu che puoi andarci a gratis,
        legalmente, solo che non decidi tu
        quando.
        Si chiama RADIO.già... perché le radio fanno sentire molta musica e tutta diversa, non i gli stessi 30 brani per tutto il giorno.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Bicicletta

        Invece pensa tu che puoi andarci a gratis,
        legalmente, solo che non decidi tu
        quando.
        Si chiama RADIO.Posso anche decidere io quando, con un banale registratore.L'unica cosa che è cambiata è che la radio che uso io si chiama internet.
      • totonno scrive:
        Re: Bicicletta
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Luca

        Certo, non è giusto rubare le biciclette, ma
        non

        va neppure bene che solo per guardarle ci
        tocca

        pagare....

        Invece pensa tu che puoi andarci a gratis,
        legalmente, solo che non decidi tu
        quando.
        Si chiama RADIO.


        L'arte una volta veniva commissionata da
        mecenati

        e poi distribuita gratuitamente.
        Probabilmente
        è

        un modello che dovrà ritornare (fatti i
        dovuti

        adattamenti)

        Okkeyyyy.... vai mecenate, siamo tutti con te!!!!
        :DQuando a finanziare l'arte non era il mercato, ma qualche forma di 'mecenatismo', la produzione, qualitativamente parlando, era superiore.Sarà come paragonare le mele con le pere, però un Ludovico Van è un po' più dei beatles........La musica mica l'hanno inventata le major....che vadano a frigoriferi ai pinguini!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Bicicletta

          Quando a finanziare l'arte non era il mercato, ma
          qualche forma di 'mecenatismo', la produzione,
          qualitativamente parlando, era
          superiore.

          Sarà come paragonare le mele con le pere, però un
          Ludovico Van è un po' più dei
          beatles........Quoto, ma c'è gente che non lo capisce. Perciò, l'unica è estrometterli.
  • Gianluca scrive:
    Copyleft
    Vi propongo questa nota dei Rein 99, un gruppo romano al terzo cd.http://www.rein99.it/index.php?option=com_content&view=article&id=271%3Anote-sulla-licenza-doc&catid=52%3Acontenuti&lang=itHo comprato i loro cd originali solo dopo averli sentiti nella versione online, ed ho partecipato a 3 concerti. Negli ultimi 10 anni gli unici soldi dati a cantanti vari sono stati questi. E senza pagare dazi eccessivi alla SIAE.
  • iupiter scrive:
    era tutto meglio prima
    era tutto meglio prima, compresi i commentatori che rispondono a cavolo. Nemmeno c'erano i ruppoli,l'unica e' fregarsene di tutto e di tutti visto il livello veramente basso oggigiorno di tutto e tutti.a quelli che rispondono a XXXXX lascio la creativita' di vivere un esistenza senza un jimi hendrix...c'avete shakira...tenetevela come tutto il resto contenti voi contenti tutti...tenetevi apple.etc etc salute
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: era tutto meglio prima
      - Scritto da: iupiter
      era tutto meglio prima, compresi i commentatori
      che rispondono a cavolo. Nemmeno c'erano i
      ruppoli,l'unica e' fregarsene di tutto e di tutti
      visto il livello veramente basso oggigiorno di
      tutto e
      tutti.Non si capisce una mazza di quello che hai scritto.

      a quelli che rispondono a XXXXX lascio la
      creativita' di vivere un esistenza senza un jimi
      hendrix...c'avete shakira...tenetevela come tutto
      il resto contenti voi contenti tutti...Abbiamo jimi hendrix... i suoi mp3 sono a nostra disposizione quando vogliamo, gratuitamente.
      • iupiter scrive:
        Re: era tutto meglio prima
        che non capivi una mazza era chiaro...parlo proprio di gente come te nel post. Come non avevo dubbi che non capivate una mazza...meglio incompreso che nella povera massa.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: era tutto meglio prima
          Resta pure un incompreso, allora, e scivola nell'oblio, insieme a ciò che tu rappresenti: un modello morente, che a nessuno interessa più.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: era tutto meglio prima
      - Scritto da: iupiter
      era tutto meglio prima, compresi i commentatori
      che rispondono a cavolo. Nemmeno c'erano i
      ruppoli,l'unica e' fregarsene di tutto e di tutti
      visto il livello veramente basso oggigiorno di
      tutto e
      tutti.

      a quelli che rispondono a XXXXX lascio la
      creativita' di vivere un esistenza senza un jimi
      hendrix...c'avete shakira...tenetevela come tutto
      il resto contenti voi contenti tutti...tenetevi
      apple.etc etc
      salutesinceramente in una libera distribuzione della musica vedo emergere meglio un giovane Hendrix che non una Shakira, spinta promozionalmente dalla casa discografica.
  • uno qualsiasi scrive:
    Itunes è solo una fase
    La fase successiva è la completa scomparsa della vendita di musica. Come conseguenza, la musica tornerà ad essere un'arte.A morire non è la musica, ma il mercato musicale: e deve morire, perchè la musica non è una merce.
    • iupiter scrive:
      Re: Itunes è solo una fase
      e allora componitela da solo la musica...parassiti
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        Mi scarico la musica già composta. Non mi serve che l'autore lavori, per questo (non mi serve nemmeno che l'autore sia vivo... posso scaricare la musica anche di musicisti morti da secoli).Non vuoi comporre musica per me? Non farlo, che problema c'è? Mica te l'ho chiesto.
        • ruppolo scrive:
          Re: Itunes è solo una fase
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Mi scarico la musica già composta. Non mi serve
          che l'autore lavori, per questo (non mi serve
          nemmeno che l'autore sia vivo... posso scaricare
          la musica anche di musicisti morti da
          secoli).

          Non vuoi comporre musica per me? Non farlo, che
          problema c'è? Mica te l'ho
          chiesto.Comodo, quando qualcuno l'ha già fatta.Come dire "mica ho chiesto io la scuola, c'è".
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Itunes è solo una fase

            Comodo, quando qualcuno l'ha già fatta.Vero. E dal momento che qualcuno l'ha già fatta, tanto vale approfittarne.Non ha senso dire "cosa sarebbe sucXXXXX se nessuno l'avesse fatta", dal momento che non è sucXXXXX.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        - Scritto da: iupiter
        e allora componitela da solo la musica...parassitiPerché la musica non può essere donationware?Perché un musicista non dovrebbe lavorare?Un artista crea per comunicare e, se ci guadagna, è tutto grasso che cola. Se lo fa solo per guadagnare allora ha sbagliato in partenza.Tutti i più grandi della terra, quelli che hanno realmente cambiato il mondo, non hanno fatto quello che hanno fatto per i soldi. Perfino Zuckerberg: lui ha creato Facebook per la f*ga... scusa, per la fi*a.
    • Baluba scrive:
      Re: Itunes è solo una fase
      Ma sai quante opere d'arte sarebbero andate perdute se non esistesse la quotazione monetaria del valore artistico?
      • ... scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        - Scritto da: Baluba
        Ma sai quante opere d'arte sarebbero andate
        perdute se non esistesse la quotazione monetaria
        del valore artistico?no, non lo so quante e QUALI potrebbero essere: mi dici tu almeno le prime dieci?
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        No, non lo so: dimmene qualcuna.E comunque, se un'opera (ad esempio un brano di musica) rischia di andare perduto, c'è un solo rimedio: farne tante copie, diffonderle, e incoraggiare gli altri a fare altrettanto: così, con diverse copie, affidate a persone diverse in posti diversi, aumenta la probabilità che almeno qualcuna di esse si conservi.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        - Scritto da: Baluba
        Ma sai quante opere d'arte sarebbero andate
        perdute se non esistesse la quotazione monetaria
        del valore
        artistico?e quanta arte sarà rimasta nascosta al mondo perché "non profittevole"?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Itunes è solo una fase
      - Scritto da: uno qualsiasi
      La fase successiva è la completa scomparsa della
      vendita di musica.
      Sei stato ispirato dal film Il Pianeta delle Scimmie?
      • sbrotfl scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: uno qualsiasi

        La fase successiva è la completa scomparsa
        della

        vendita di musica.



        Sei stato ispirato dal film Il Pianeta delle
        Scimmie?Ovviamente scaricato... senno' dubito che l'avrebbe visto e avrebbe potuto fare la citazione :D
    • ruppolo scrive:
      Re: Itunes è solo una fase
      - Scritto da: uno qualsiasi
      La fase successiva è la completa scomparsa della
      vendita di musica. Come conseguenza, la musica
      tornerà ad essere
      un'arte.

      A morire non è la musica, ma il mercato musicale:
      e deve morire, perchè la musica non è una
      merce.Certo, dopo ti scordi però le "mille canzoni in tasca".
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: uno qualsiasi

        La fase successiva è la completa scomparsa
        della

        vendita di musica. Come conseguenza, la
        musica

        tornerà ad essere

        un'arte.



        A morire non è la musica, ma il mercato
        musicale:

        e deve morire, perchè la musica non è una

        merce.

        Certo, dopo ti scordi però le "mille canzoni in
        tasca".Infatti ne posso avere ben di più. Una semplice chiavetta ne tiene anche 4000.
    • MeX scrive:
      Re: Itunes è solo una fase
      quindi la tua definizione di arte è: qualcosa che non si vende?
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        - Scritto da: MeX
        quindi la tua definizione di arte è: qualcosa che
        non si
        vende?Penso la sua definizione sia più: qualcosa che non voglio pagare
        • claudio r. scrive:
          Re: Itunes è solo una fase
          ribaltando è arte ciò che si paga? cioè un caravaggio se pago il biglietto per entrare al museo è arte mentre se lo vedo in chiesa no? siete peggio del mondo dell'arte :)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        Esatto! Vedi che se ti impegni, ce la fai a capire?
        • Polidoro Orifiamma scrive:
          Re: Itunes è solo una fase
          Quindi, se io raccolgo degli escrementi e li metto in un barattolo, secondo te sarebbe un'opera d'arte, dal momento che non si vende?
          • sbrotfl scrive:
            Re: Itunes è solo una fase
            - Scritto da: Polidoro Orifiamma
            Quindi, se io raccolgo degli escrementi e li
            metto in un barattolo, secondo te sarebbe
            un'opera d'arte, dal momento che non si
            vende?Per qualcuno potrebbe esserlo se lo fai in un certo modo... basta che poi non ti metti in testa di guadagnarci sopra
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Itunes è solo una fase
            - Scritto da: Polidoro Orifiamma
            Quindi, se io raccolgo degli escrementi e li
            metto in un barattolo, secondo te sarebbe
            un'opera d'arte, dal momento che non si
            vende?Tipo questa?http://it.wikipedia.org/wiki/XXXXX_d%27artista
      • sbrotfl scrive:
        Re: Itunes è solo una fase
        - Scritto da: MeX
        quindi la tua definizione di arte è: qualcosa che
        non si
        vende?Il pubblico è tutto per te! Te lo sei meritato!o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/o/
    • 1977 scrive:
      Re: Itunes è solo una fase
      - Scritto da: uno qualsiasi
      La fase successiva è la completa scomparsa della
      vendita di musica. Come conseguenza, la musica
      tornerà ad essere
      un'arte.

      A morire non è la musica, ma il mercato musicale:
      e deve morire, perchè la musica non è una
      merce.quote 100% guarantee
    • Funz scrive:
      Re: Itunes è solo una fase
      - Scritto da: uno qualsiasi
      La fase successiva è la completa scomparsa della
      vendita di musica. Come conseguenza, la musica
      tornerà ad essere
      un'arte.

      A morire non è la musica, ma il mercato musicale:
      e deve morire, perchè la musica non è una
      merce.Verrei a casa tua ad applaudirti, perché nemmeno questi bastano[yt]tWxDQ73LbG8[/yt]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2011 17.26-----------------------------------------------------------
  • MeX scrive:
    idee confuse...
    iTunes mica è un editore o una casa discografica è un mero distributore!
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: idee confuse...
      - Scritto da: MeX
      iTunes mica è un editore o una casa discografica
      è un mero
      distributore!Quindi bloatware vuol dire <i
      mero distributore </i
      .Non si smette mai di imparare qui sopra :o
      • Sgabbio scrive:
        Re: idee confuse...
        cosa c'entra il software in se con il negozio ?
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: idee confuse...
          - Scritto da: Sgabbio
          cosa c'entra il software in se con il negozio ?Toglimi una curiosità, tu come andavi a scuola?
      • Saucefulofs ecrets scrive:
        Re: idee confuse...
        La catena è questa: artista, etichetta (o casa discografica) che mette i soldi per produrre il disco, distributore (come sony, universal, emi) che mettono i soldi per distribuire e promuovere ad esempio comprando minuti sulle rafio e in televisione.Nel caso di itunes l'artista si può autoprodurre (anche se ha bisogno comunque di un'etichetta discografica, cioè di una partita iva) e mettere direttamente in distribuzione il prodotto cedendo ad apple una parte di compenso per il servizio.La differenza è che un artista del primo tipo potrà sempre utilizzare itunes come mezzo supplementare di distribuzione, cioè come negozio. Il secondo artista, invece, ha itunes come unico mezzo di distribuzione (nel senso economico) del proprio prodotto.Beh, mi pare che sia un'opportunità in più, non una in meno
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: idee confuse...
      Pete infatti protesta perchè itunes ha sostituito gli altri intermediari (le case discografiche)
      • MeX scrive:
        Re: idee confuse...
        ma infatti non le sostituisce!La casa discografica PRODUCE il brano, iTunes si limita a venderlo non è che iTunes ti manda a casa un produttore a farti il pezzo!
        • tucumcari scrive:
          Re: idee confuse...
          - Scritto da: MeX
          ma infatti non le sostituisce!
          La casa discografica PRODUCE il brano, iTunes si
          limita a venderlo non è che iTunes ti manda a
          casa un produttore a farti il
          pezzo!produttore?ma come il produttore fa il pezzo e tu paghi i "diritti di autore" e inizi un thread che ha come topic le idee confuse?... Ascolta.. lascia perdere l'informatica e punto informatico e mettiti a fare l'autore di cabaret che tanto.... di informatica non capisci un tubo ma..... magari come autore di cabaret potresti passare.... ;)
  • Guybrush scrive:
    PENSIONE
    Ciao Pete?Hai idea di quanto ti ho detestato quando il tuo gruppo inondava di 45 e 33giri il mercato? No? Del resto che cosa te ne poteva importare di un pupetto con poco più di 5 anni che andava avanti a pane, goldrake e Mozart? Se per far sentire la tua musica toglievi spazio ai cartoni animati e a Mozart (ma anche Bach, Behetoven, Brams, Mussorkji, Ravel, Vivaldi, Palestrina... ecc... ecc... ecc... ).Ecco, ora è cresciuto, ha studiato e ti ha tirato contro WinMX, Napster, DC++ eccetera eccetera eccetera, sai: adesso è il suo momento e ha altri gusti musicali.Hint: indovina un po' perché i tuoi dischi vendono meno?Spero per te che tu abbia investito parte dei tuoi lauti guadagni in qualche fondo pensione, così come ha cominciato a fare quello che nel '75 era solo un mocciosetto con le BR che gli han sparato sotto casa fino a tutto il 1978.Sai qual è l'ironia di tutto questo? Che chi ha sviluppato il software non poteva importargli di meno della tua musica in particolare, ad usare il software di condivisione in modo improprio sono stati quelli che adorano la tua musica.La vecchia generazione, i figli dei fiori che, se si arrabbiavano, diventavano Bravi Ragazzi... o BiErre come li chiamavano all'epoca.Siccome non ti sentivano più suonare ai concerti han pensato bene di condividere quel che avevano ascoltato all'epoca.Oh che bello, sei di nuovo sulla cresta dell'onda, puoi tornare a LAVORARE e a farti PAGARE per i CONCERTI che terrai, non sei felice di questo? E ci riusciresti senza far ingrassare alcun editore.E invece no, chiami "ladri" quelli che potrebbero essere tuoi clienti e vuoi bastonarli.Ottima strategia commerciale.Hai mai pensato di acquistare un cavallo a dondolo e darti all'ippica con quello? Avresti più possibilità di sfondare con quello, piuttosto che con le tue idee.GT
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: PENSIONE
      - Scritto da: Guybrush
      Oh che bello, sei di nuovo sulla cresta
      dell'onda, puoi tornare a LAVORARE e a farti
      PAGARE per i CONCERTI che terrai,Eccone un altro che ha detto la sua fesseria[img]http://cdn.developerkarma.com/sites/developerkarma.com/files/u2/facepalm2.jpg[/img]
    • iupiter scrive:
      Re: PENSIONE
      si tu lo detesterai pure solo che lui e' pete townsend tu il signor nessuno degli sfigati...e' li' la differenza fra voi che passate la vita su un pc , ti rendo noto primo che del tuo commento non restera' traccia secondo anche della tua esistenza, mentre townsend se lo ricorderanno.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: PENSIONE
        Tempo pochi anni, e pete sarà dimenticato. I nostri commenti... forse nessuno ricorderà chi ha detto cosa (del resto, che importanza ha che qualcuno ricordi i nostri nickname scelti a caso?), ma l'idea rimarrà. E prevarrà.
      • Gennarino scrive:
        Re: PENSIONE
        Ma scusa chi é questo Pete? Se non avesse sparato queste ca¨¨te non avrei mai saputo chi fosse. E non dirmi che sono ignorante, perché Jimi Hendrix so chi era, Jim Morrison pure, David Gilmour... so anche chi era Joe Pass o Charlie Parker, Dilermando Reis o Matteo Carcassi....Ma questo Pete .... proprio no.
        • Guybrush scrive:
          Re: PENSIONE
          - Scritto da: Gennarino
          Ma scusa chi é questo Pete? Se non avesse sparato
          queste ca¨¨te non avrei mai saputo chi fosse. E
          non dirmi che sono ignorante, perché Jimi Hendrix
          so chi era, Jim Morrison pure, David Gilmour...
          so anche chi era Joe Pass o Charlie Parker,
          Dilermando Reis o Matteo
          Carcassi....
          Ma questo Pete .... proprio no.Un musicista che amava vestirsi in modo originale per attirare l'attenzione su di se.Un bravo artigiano musicale, se vogliamo, ma un Giovanni Baglioni qualsiasi gli mette allegramente i piedi in testa, se poi mi vai a scomodare David Gilmour... Oh yeah, oltre ai piedi ci metto le mani, la testa e tutto il resto. Anche se non gli perdono quel che lui ed i suoi degni compari hanno combinato a Venezia: http://venezialibera.altervista.org/pink/PinkFloyd.htmlVabbe', ma a parte questo evento ho avuto modo di apprezzare le doti del musicista in questione.Per il buon pete invece, il suo guaio è che vuole imporre le sue regole al mercato e, come anche l'allegro dottor stranamore ha dovuto constatare, le regole del mercato le fa il mercato e contro il mercato vale la legge:1) Non puoi vincere2) Non puoi pareggiare3) Non puoi nemmeno abbandonareche è anche una variazione dell'enunciato del III principio della termodinamica.Ah, qualcuno mi ha definito "signor nessuno", è assolutamente vero e sono una di quelle persone che può dire "lei non sa chi sono io" senza darsi arie.Per me non cambia niente: ho un mutuo da pagare, una famiglia da tirar su e le mille beghe che giorno per giorno capitano a chi lo stipendio deve guadagnarselo giorno per giorno. GTGT
          • ruppolo scrive:
            Re: PENSIONE
            - Scritto da: Guybrush
            Per me non cambia niente: ho un mutuo da pagare,
            una famiglia da tirar su e le mille beghe che
            giorno per giorno capitano a chi lo stipendio
            deve guadagnarselo giorno per giorno.E la tiri su insegnandoli a rubare là dove è facile e poco pericoloso? Gli insegni ad approfittare dell'occasione, non importa cosa sia?
  • dalek scrive:
    jamendo
    usate jamendo che è gratis!
  • Findi scrive:
    quale poteva essere l'opinione...
    ...di un 66enne....??;-)
  • Saucefulofs ecrets scrive:
    Nella musica contano le pause
    Il povero Pete non si è accorto che non esistono più le case discografiche che hanno permesso a lui e molti altri di diventare quel che sono.Chi oggi finanzierebbe la produzione di un concept album?Quale casa discografica produrrebbe mai un artista brutto o poco radiofonico?Oggi chi ha qualcosa da dire e vuole guadagnare sulla propria creatività si deve affidare ad itunes e similia. Vi suggerisco insout, nadiè e moltheniNel mondo che vorrebbe Townsed non li conoscerebbe nessuno (ma per fortuna si trovano su Itunes)
    • Deus Ex scrive:
      Re: Nella musica contano le pause
      - Scritto da: Saucefulofs ecrets
      Il povero Pete non si è accorto che non esistono
      più le case discografiche che hanno permesso a
      lui e molti altri di diventare quel che
      sono.
      Chi oggi finanzierebbe la produzione di un
      concept
      album?
      Quale casa discografica produrrebbe mai un
      artista brutto o poco
      radiofonico?
      Oggi chi ha qualcosa da dire e vuole guadagnare
      sulla propria creatività si deve affidare ad
      itunes e similia. Vi suggerisco insout, nadiè e
      moltheni
      Nel mondo che vorrebbe Townsed non li
      conoscerebbe nessuno (ma per fortuna si trovano
      su
      Itunes)D'altra parte, come dici tu, nel mondo di iTunes nessuno produrrebbe Tommy o Quadrophenia, chi avrebbe l'ardire di produrre Dark Side of the Moon o A Saucerful of Secrets?Magari il buon vecchio Pete non ha poi tutti i torti, anche se io preferisco ricordarlo com'era nel 1969, vestito da scheletro a suonare davanti a 200.000 persone alle 2 di notte sul palco di Woodstock.
      • Saucefulofs ecrets scrive:
        Re: Nella musica contano le pause
        Il vecchio Pete braccio rotante!!!!!
      • Joliet Jake scrive:
        Re: Nella musica contano le pause
        "Nel mondo che vorrebbe Townsed non li conoscerebbe nessuno"Che mondo di XXXXX sarebbe...
        • Saucefulofs ecrets scrive:
          Re: Nella musica contano le pause
          - Scritto da: Joliet Jake
          "Nel mondo che vorrebbe Townsed non li
          conoscerebbe
          nessuno"

          Che mondo di XXXXX sarebbe...Townsed fa bene a sparare, solo che sbaglia bersaglio.Ormai le case discografiche prendono un tizio belloccio e che sappia cantare, gli fanno preparare una canzoncina da uno degli autori di fiducia, fanno una stima degli investimenti e poi raccolgono.La prospettiva di vita artistica del belloccio è in media di un paio di anni sicchè già mentre lo producono incominciano ad allevare in batteria nuove galline dalle uova d'oro (vedi talent) per rifare daccapo la trafila.Alle discograiche non interessa promuovere cultura, intessa vendere!In tutto questo itunes non c'entra nulla... Ma gente come Townsed, keith Richards, bkackmoore e Gilmour possono dire tutto ciò che vogliono. Avranno sempre e comunque il mio massimo rispetto per tutto quello che hanno dato e fatto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Nella musica contano le pause
            - Scritto da: Saucefulofs ecrets
            - Scritto da: Joliet Jake

            "Nel mondo che vorrebbe Townsed non li

            conoscerebbe

            nessuno"



            Che mondo di XXXXX sarebbe...

            Townsed fa bene a sparare, solo che sbaglia
            bersaglio.
            Ormai le case discografiche prendono un tizio
            belloccio <s
            e che sappia cantare </s
            , gli fanno
            preparare una canzoncina da uno degli autori di
            fiducia, fanno una stima degli investimenti e poi
            raccolgono.Fixed. 8)
  • lui scrive:
    Ipocrisia
    Non si può chiedere ad una persona di 66 anni di comprendere un cambiamento di questa portata. E' normale che si senta spaventato.Ma la cosa che fa riflettere è quanto una persona si adagi su privilegi acquisiti senza realmente mettere in discussione se siano giusti oppure no.Townshend parla di moralità ed io mi chiedo quante volte si sia chiesto se è morale vivere di rendita su una canzone scritta 40 anni fa.Il copyright secondo me è giusto ma mi chiedo veramente quanto questi tizi lo farebbero durare. E non parlo certo di quanto pubblicamente pretendano... logico che se riescono a spuntare una copertura di 1000 anni siano tutti contenti.Quello che mi incuriosisce è quanto, secondo la loro intima e personalissima morale, sia realmente giusto avere.Di mio dico: diritti d'autore a scalare linearmente col tempo di ideazione dell'opera. In ogni caso azzerati dopo 1 anno per musica, film e videogiochi. Via qualunque forma di tangente come equo compenso e similari. Diritti pagati una tantum e basta indipendentemente dal supporto usato.Solo con queste regole e con prezzi onesti per la distribuzione potrei tornare a pagare.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Ipocrisia
      - Scritto da: lui
      Non si può chiedere ad una persona di 66 anni di
      comprendere un cambiamento di questa portata. E'
      normale che si senta
      spaventato.
      Questi sono i discorsi che fa chi non produce musica o chi produce musica mediocre e allora la dà pure via gratis.
      • aphex twin scrive:
        Re: Ipocrisia
        A me sembrano discorsi piú che sensati. Di anziani andare dietro alle nuove tecnologie ne vedo ben pochi.Si nasce rivoluzionari, si vive moderati e si muore conservatori.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Ipocrisia
        contenuto non disponibile
        • xxx scrive:
          Re: Ipocrisia
          in Italia solo gli abbonati sky sono 5 milioni con un canone minimo di 19 euro al mese... alla faccia della crisi...
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: unaDuraLezione
          No.
          Questi sono i discorsi che fanno le persone
          disposte a pagare per i
          contenuti.
          Chi non è disposto a pagare invece vi farebbe una
          semplice
          pernecchia.
          Agli autori la scelta fra una proposta
          realizzabile e la
          pernacchia.Tu avevi detto che non mi leggevi, mi hai spezzato il cuore :'(
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            contenuto non disponibile
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Guarda che sei tu che mi hai plonkato, ricordi
            male.Il plonk qui sopra non funziona benissimo :'( Ma è in TODO list (geek)
      • yup scrive:
        Re: Ipocrisia


        Questi sono i discorsi che fa chi non produce
        musica o chi produce musica mediocre e allora la
        dà pure via
        gratis.Ha per caso notato quanti pur producendo musca mediocre fanno fin troppi soldi ?
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Ipocrisia
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: lui

        Non si può chiedere ad una persona di 66
        anni
        di

        comprendere un cambiamento di questa
        portata.
        E'

        normale che si senta

        spaventato.



        Questi sono i discorsi che fa chi non produce
        musica o chi produce musica mediocre e allora la
        dà pure via
        gratis.Perchè, tu produci forse musica?Comunque, mettiamo che sia vero: visto che le persone così sono molte di più rispetto a chi produce musica, è chi produce musica che si deve adeguare, non il contrario. E se non sei capace di adeguarti non produrre musica.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Ipocrisia
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: lui

        Non si può chiedere ad una persona di 66
        anni
        di

        comprendere un cambiamento di questa
        portata.
        E'

        normale che si senta

        spaventato.



        Questi sono i discorsi che fa chi non produce
        musica o chi produce musica mediocre e allora la
        dà pure via
        gratis.bene... allora via libera a questi.
    • di passaggio scrive:
      Re: Ipocrisia
      - Scritto da: lui
      Ma la cosa che fa riflettere è quanto una persona
      si adagi su privilegi acquisiti senza realmente
      mettere in discussione se siano giusti oppure
      no.
      Townshend parla di moralità ed io mi chiedo
      quante volte si sia chiesto se è morale vivere di
      rendita su una canzone scritta 40 anni
      fa.
      Questo potrebbe anche essere giusto.La cosa scandalosa è che vivano di rendita anche i discendenti, per altri 70 anni.
    • Mah scrive:
      Re: Ipocrisia

      Di mio dico: diritti d'autore a scalare
      linearmente col tempo di ideazione dell'opera. In
      ogni caso azzerati dopo 1 anno per musica, film e
      videogiochi.Ma te sei fuori :-)Spiegami, io realizzo un disco e dopo un anno chiunque può scaricarselo? Ma figurati......
      • panda rossa scrive:
        Re: Ipocrisia
        - Scritto da: Mah
        Ma te sei fuori :-)
        Spiegami, io realizzo un disco e dopo un anno
        chiunque può scaricarselo? Ma
        figurati......Gli artisti che spaccano, riempiono gli stadi dal vivo, anche se chiunque se li scarica.Devo dedurre che tu sei uno di quelli che gli stadi li vede solo da fuori, e gestisci una videoteca.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Mah


          Ma te sei fuori :-)

          Spiegami, io realizzo un disco e dopo un anno

          chiunque può scaricarselo? Ma

          figurati......

          Gli artisti che spaccano, riempiono gli stadi dal
          vivo, anche se chiunque se li
          scarica.

          Devo dedurre che tu sei uno di quelli che gli
          stadi li vede solo da fuori, e gestisci una
          videoteca.Noi che non la pensiamo come voi siamo tutti videotecari dentro (love).
        • xxx scrive:
          Re: Ipocrisia
          sono pure d'accordo, ma cio' non autorizza a scaricare gratis. Di contro ci devono essere prezzi equi, durata equa dei diritti (max 10-20 anni). Inoltre abolire tutti gli intermediari come SIAE e simili. devo essere libero di scrivere, registrare e vendere la mia musica senza dare tangenti a nessuno...
          • gerry scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: krane
            Esatto; la mentalita' di chi ha creato l'equo
            compenso e' esattamente questo: se hai una
            chiavetta la riempi di roba pirata, quindi paga
            il compenso. Perfetto, se ci metti roba originale
            la pagheresti il compenso 2
            volte.A me sta bene tutto, però dovreste smetterla con 'sta XXXXXXXta dell'equo compenso.L'equo compenso è un compenso per le copie lecite che puoi fare, non per le illecite.Tu puoi farti una copia di backup, in cambio però dai un obolo alla SIAE. E' questo che dice la norma, le copie non lecite non c'entrano nulla.Il vero scandalo è, semmai, pagare un compenso per opere non protette (le tue foto delle vacanze,per esempio).
          • krane scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: krane

            Esatto; la mentalita' di chi ha creato

            l'equo compenso e' esattamente questo: se

            hai una chiavetta la riempi di roba

            pirata, quindi paga il compenso. Perfetto,

            se ci metti roba originale la pagheresti

            il compenso 2 volte.
            A me sta bene tutto, però dovreste smetterla
            con 'sta XXXXXXXta dell'equo compenso.Chi ha stabilito che debba esistere dovrebbe smetterla.
            L'equo compenso è un compenso per le copie
            lecite che puoi fare, non per le illecite.Sulle copie lecite ho gia' pagato tutte le tasse, ho il diritto di backup, con l'equo compenso pago due volte.
            Tu puoi farti una copia di backup, in cambio però
            dai un obolo alla SIAE. E' questo che dice la
            norma, le copie non lecite non c'entrano
            nulla.Questo mi costringe a pagare due volte, la gente percepisce questo come il permesso di copiare.
            Il vero scandalo è, semmai, pagare un compenso
            per opere non protette (le tue foto delle
            vacanze, per esempio).Appunto, quindi visto che si e' gia' abbondantemente pagato si percepisce il diritto di mettere cose copiate. In fondi i soldi libeccano no ? E allora che vogliono ancora ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2011 10.01-----------------------------------------------------------
          • gerry scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: krane
            Sulle copie lecite ho gia' pagato tutte le tasse,
            ho il diritto di backup, con l'equo compenso pago
            due
            volte.Ok, ma è quello che pensi tu, non quello che dice la legge.Non dovresti affermare che:
            L'equo compenso pero' autorizza a presumere che siano
            tutti pirati ed a utilizzarlo come rimborso per gli
            scaricamenti pirata.Perchè non è vero, o almeno precisa che è una tua opinione e non quello che ufficialmente stabilisce la legge.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2011 13.16-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: krane

            Sulle copie lecite ho gia' pagato

            tutte le tasse, ho il diritto di

            backup, con l'equo compenso pago

            due volte.
            Ok, ma è quello che pensi tu, non quello
            che dice la legge.Infatti, e' una percezione delle persone, la legge fa si' che si paghi due volte.
            Non dovresti affermare che:

            L'equo compenso pero' autorizza a

            presumere che siano tutti pirati ed a

            utilizzarlo come rimborso per gli

            scaricamenti pirata.
            Perchè non è vero, o almeno precisa cheù
            è una tua opinione e non quello che
            ufficialmente stabilisce la legge.Non hai letto bene o non ho scritto chiaramente: l'equo compenso presume che tutti siano pirati.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: gerry
            La volontà degli utenti di smettere di scaricare
            gratis.
            E la volontà degli autori/editori a rivedere i
            termini del diritto d'autore, in particolare la
            parola equità gli fa venire la pelle
            d'oca.Il primo passo lo deve fare chi fino ad oggi ha approfittato spudoratamente, e oggi si incavola perche' ha perso il monopolio della spudoratezza.Lasciamo che trascorrano 70 anni dalla morte dell'ultimo editore e poi rinegoziamo questo diritto d'autore in modo che l'autore abbia il suo compenso, l'uso personale sia libero, e gli intermediari scelgano tra la zappa o il piccone, per riconvertirsi a coltivatori o minatori.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            Quindi l'industria della musica fece il primo
            passo.
            Qual'è stata la risposta dei pirati? Che hanno
            continuato a
            piratare.meno di prima, visto che abbiamo passato da un pezzo il miliardo di brani acquistati su iTunes.
            Ma dirò di più.
            All'epoca esisteva anche AllOfMP3, che vendeva la
            stessa musica (anche se non propriamente legale)
            ad UN DECIMO di iTunes Store: 0,09 dollari a
            brano.

            Per caso i pirati furono soddisfatti di questi
            prezzi così
            bassi?
            No, per i pirati 1 centesimo a brano era troppo.1) 0,09 sono 9 centesimi, non uno.2) il servizio era dichiarato illegale dalle mayor, quindi rischiavi lo stesso che scaricare mp3 gratis --
            la gente preferiva scarica mp3 gratis. Diversamente avrei comprato un centianaio di album personalmente (su itunes nè ho solo 3).3) un servizio basato su carta di credito è difficile che facesse presa sui giovani, visto che, nella maggior parte dei casi, non ce l'avevano: c'è un tempo per ogni cosa.
            Allora a questi pirati ci vuole il bastone, bello
            grosso. E spaccargli la schiena, altro che
            diritto alla cultura. BASTONE! La cultura che gli
            manca non è quella musicale, è quella del
            rispetto per il prossimo! E quella si insegna col
            bastone!Ahahahahah mi piace immaginarti come un vecchietto che agita il bastone a vuoto :)Agita agita che prima o poi becchi qualcosa... e spera non siano i tuoi maroni.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: Ego
            poi divertarono magicamente 1,29
            e non li potevi spostare su dispositivi diversiEsattamente il contrario, "poi diventarono magicamente 1,29 e li potevi usare su dispositivi diversi".Certo che voi pirati manco vi degnate di conoscere l'offerta legale che vi viene fatta... proprio ve ne fregate.
            quello non è un primo passo, si chiama spennare i
            polliVedrai quando ti mettono arrosto...
            e devo pagare per comprare della musica in modo
            illegale? tanto vale che me la scarico io e
            faccio
            primaOvvio che a rubare si fa prima. La velocità è tutto, nel furto.
            esattamente, non è un mio problema sai?Certo che lo so.
            se mi
            vendono il cd a 5 euro mi sta bene, se mi vendono
            un singolo brano a 5 centesimi mi sta bene e gli
            faccio questa elemosina, se i prezzi sono piu
            alti cambio pusher e scarico
            gratisIl fatto che tu reputi il valore del lavoro degli altri pari a zero, quindi un eventuale pagamento equivale ad una elemosina, indica chiaramente la totale mancanza di rispetto che hai verso il prossimo. Capirai quando sarai tu a subire le conseguenze di questo stato delle cose. E non ti piacerà.
            avvicinati col bastone che ti sparo a sale e
            lardo, se poi proprio tu parli di cultura e
            rispetto stai messo male, tu non rispetti gli
            altri e gli altri semplicemente non rispettano
            te, capisco che non si dovrebbe pretendere nulla
            da una XXXXX d'uomo quale sei ma almeno umiliarti
            non fa
            maleCon questa ti sei guadagnato una denuncia per diffamazione.
            esatto, possono fare tutte le regole che
            vogliono, se non mi piacciono io continuo a
            scaricare gratis, tanto è sempre pieno di idioti
            come ruppolo che sono felici di
            pagareOra l'idiota ti insegnerà a stare al mondo.
          • Funz scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            Vediamo se con un esempio capisci. Poniamo che
            vieni ingiustamente arrestato per omicidio e
            passi 15 anni in carcere. Quando esci ti senti
            autorizzato ad uccidere una persona, visto che
            hai pagato per quel
            reato?Fai sempre -sempre- paragoni a straminch!a, ma questo li batte tutti!Paragonare l'equo compenso al carcere, e lo scaricare un mp3 all'omicidio... devi vedere uno psicologo d'urgenza!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2011 17.15-----------------------------------------------------------
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            AppStore ha avuto uno strano effetto sul prezzo
            del software: ha fatto si che la maggior parte
            del software costi 0,79 centesimi di
            euro.Ma quale software? Programmi che equivalgono a suite da 100-200 euro? O programmi che equivalgono ai freeware? Nel primo caso, avrebbe fatto scendere i prezzi, ma nel secondo caso, li avrebbe fatti salire in modo spaventoso.Un indizio: non è il primo caso ad essersi verificato.

            Hai ricordi di software con questo prezzo, prima
            dell'avvento di
            AppStore?No, ho ricordo di programmi equivalenti gratuiti.
            Io ricordo di prezzi medi pari a 20 volte quelli
            di AppStore, sempre riferiti a software per
            smartphone.Ma per quali smartphone? Non esistevano, esistevano i cellulari, e i "software" erano solo i loghi e le suonerie.

            Per caso i pirati hanno rinunciato, visto il
            prezzo ONESTO, a rubare il lavoro del
            prossimo?Non è questione di prezzo, ma di libertà e di limiti insensati.Tu pagheresti per l'aria, se te la vendessero a 1 cent per 100 litri? No, perchè non hanno diritto di chiederti soldi. Anche per cifre piccole.
      • lui scrive:
        Re: Ipocrisia
        Se oggi invento la cura contro il tumore la legge mi permette lo sfruttamente comerciale per soli 18 anni. Ammesso che abbia i soldi per un brevetto internazionale.Credo che una canzone valga molto meno di 1/18 ;)Forse voi non avete capito cosa significhi stare dentro una società di persone e allora è giusto che chi può vi tolga ciò vi spetti.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: lui
          Se oggi invento la cura contro il tumore la legge
          mi permette lo sfruttamente comerciale per soli
          18 anni. Ammesso che abbia i soldi per un
          brevetto
          internazionale.

          Credo che una canzone valga molto meno di 1/18 ;)Credi? E quali esperienze o conoscenze hai per affermarlo? Perché è fin troppo facile sminuire il lavoro degli altri...
          Forse voi non avete capito cosa significhi stare
          dentro una società di personeSignifica per caso farsi le scarpe l'un con l'altro?
          e allora è giusto
          che chi può vi tolga ciò vi
          spetti."Giusto"? Sulla base di quale giustizia?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            Credi? E quali esperienze o conoscenze hai per
            affermarlo? Perché è fin troppo facile sminuire
            il lavoro degli
            altri...Ok: allora il giorno in cui ti dovesse venire un tumore prova a curarti con una canzone, poi ci dici.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Credi? E quali esperienze o conoscenze hai
            per

            affermarlo? Perché è fin troppo facile
            sminuire

            il lavoro degli

            altri...

            Ok: allora il giorno in cui ti dovesse venire un
            tumore prova a curarti con una canzone, poi ci
            dici.Persino gli organi vengono donati.Quanto lo pago' Jobs quel pancreas?Qualunque canzonetta deve costare meno della meta' di un pancreas.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            Persino gli organi vengono donati.
            Quanto lo pago' Jobs quel pancreas?Non era un fegato?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Persino gli organi vengono donati.

            Quanto lo pago' Jobs quel pancreas?

            Non era un fegato?Il concetto non cambia.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Credi? E quali esperienze o conoscenze
            hai

            per


            affermarlo? Perché è fin troppo facile

            sminuire


            il lavoro degli


            altri...



            Ok: allora il giorno in cui ti dovesse
            venire
            un

            tumore prova a curarti con una canzone, poi
            ci

            dici.

            Persino gli organi vengono donati.Facile donarli quando sei morto.
            Quanto lo pago' Jobs quel pancreas?Quale pancreas?
            Qualunque canzonetta deve costare meno della
            meta' di un
            pancreas.Della canzonetta puoi fare a meno, vivi lo stesso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo

            Persino gli organi vengono donati.

            Facile donarli quando sei morto.http://www.avis.ithttp://bancadati.informagiovanipiemonte.it/schede-orientative/schede/1640/donazione-sangue-organi-tessuti-e-cellule

            Quanto lo pago' Jobs quel pancreas?

            Quale pancreas?Era un'app?

            Qualunque canzonetta deve costare meno della

            meta' di un

            pancreas.

            Della canzonetta puoi fare a meno, vivi lo stesso.Anche dell'iphone, ipad, ipod, ipud puoi fare a meno, vivi lo stesso (almeno, io vivo lo stesso, tu non so)
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo



            Persino gli organi vengono donati.



            Facile donarli quando sei morto.

            http://www.avis.it
            http://bancadati.informagiovanipiemonte.it/schede-



            Quanto lo pago' Jobs quel pancreas?



            Quale pancreas?

            Era un'app?Era un fegato.



            Qualunque canzonetta deve costare meno
            della


            meta' di un


            pancreas.



            Della canzonetta puoi fare a meno, vivi lo
            stesso.

            Anche dell'iphone, ipad, ipod, ipud puoi fare a
            meno, vivi lo stesso (almeno, io vivo lo stesso,
            tu non
            so)Certamente, infatti se non ho i soldi per comprarlo non lo vado a rubare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo





            Persino gli organi vengono donati.





            Facile donarli quando sei morto.



            http://www.avis.it


            http://bancadati.informagiovanipiemonte.it/schede-





            Quanto lo pago' Jobs quel pancreas?





            Quale pancreas?



            Era un'app?

            Era un fegato.Allora cambia tutto!





            Qualunque canzonetta deve costare
            meno

            della



            meta' di un



            pancreas.





            Della canzonetta puoi fare a meno, vivi
            lo

            stesso.



            Anche dell'iphone, ipad, ipod, ipud puoi
            fare
            a

            meno, vivi lo stesso (almeno, io vivo lo
            stesso,

            tu non

            so)

            Certamente, infatti se non ho i soldi per
            comprarlo non lo vado a
            rubare.Dopo tanti anni di spiegazioni, ancora non hai imparato il significato di "rubare".Nell'asilo che frequenti ci sara' un bagno, con un lavandino e un rubinetto.Dal rubinetto esce l'acqua.Se tu usi quell'acqua, invece dell'acqua che vendono al bar, non e' "rubare".Rubare e' quando il tuo compagno di asilo si mangia la tua merendina e tu resti senza.Ma se si beve la tua acqua, vai al rubinetto e ne prendi altra.Capisci la differenza?Mi sa di no, vero?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            Dopo tanti anni di spiegazioni, ancora non hai
            imparato il significato di
            "rubare".Perché, tu hai forse imparato il significato di "rubare il lavoro"?Se manco hai capito il significato di "rubare lo stipendio", che è quello che stai facendo ora, figuriamoci se sei in grado di capire "rubare il lavoro"...
            Nell'asilo che frequenti ci sara' un bagno, con
            un lavandino e un
            rubinetto.
            Dal rubinetto esce l'acqua.
            Se tu usi quell'acqua, invece dell'acqua che
            vendono al bar, non e'
            "rubare".
            Rubare e' quando il tuo compagno di asilo si
            mangia la tua merendina e tu resti
            senza.
            Ma se si beve la tua acqua, vai al rubinetto e ne
            prendi
            altra.
            Capisci la differenza?

            Mi sa di no, vero?Perché ti pagano a fine mese?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Dopo tanti anni di spiegazioni, ancora non
            hai

            imparato il significato di

            "rubare".

            Perché, tu hai forse imparato il significato di
            "rubare il
            lavoro"?
            Se manco hai capito il significato di "rubare lo
            stipendio", che è quello che stai facendo ora,
            figuriamoci se sei in grado di capire "rubare il
            lavoro"...Rubare il lavoro significa che tu lavori, io prendo il tuo posto e tu resti senza lavoro.Il rubare prevede necessariamente che il derubato resti senza la refurtiva.Rubare lo stipendio non si pone: io sono pagato per far funzionare dei sistemi, prevenire eventuali problemi, ed intervenire se si verificano problemi.Io sto facendo il mio lavoro al meglio.Potrebbero assoldare al mio posto un ragazzino sottopagato, che invece di passare il suo tempo a postare sul forum di PI lo passasse a risolvere i problemi ai sistemi, senza sapere dove mettere le mani ed adottando soluzioni che sono peggiori del male.Non eri tu quello che sostiene che la qualita' si paga?

            Nell'asilo che frequenti ci sara' un bagno,
            con

            un lavandino e un

            rubinetto.

            Dal rubinetto esce l'acqua.

            Se tu usi quell'acqua, invece dell'acqua che

            vendono al bar, non e'

            "rubare".

            Rubare e' quando il tuo compagno di asilo si

            mangia la tua merendina e tu resti

            senza.

            Ma se si beve la tua acqua, vai al rubinetto
            e
            ne

            prendi

            altra.

            Capisci la differenza?



            Mi sa di no, vero?

            Perché ti pagano a fine mese?Perche' i sistemi che amministro hanno avuto zero downtime.E invece te?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            Dopo tanti anni di spiegazioni, ancora
            non

            hai


            imparato il significato di


            "rubare".



            Perché, tu hai forse imparato il significato
            di

            "rubare il

            lavoro"?

            Se manco hai capito il significato di
            "rubare
            lo

            stipendio", che è quello che stai facendo
            ora,

            figuriamoci se sei in grado di capire
            "rubare
            il

            lavoro"...

            Rubare il lavoro significa che tu lavori, io
            prendo il tuo posto e tu resti senza
            lavoro.Appunto, come volevasi dimostrare.
            Il rubare prevede necessariamente che il derubato
            resti senza la
            refurtiva.certo certo...
            Rubare lo stipendio non si pone: io sono pagato
            per far funzionare dei sistemi, prevenire
            eventuali problemi, ed intervenire se si
            verificano
            problemi.

            Io sto facendo il mio lavoro al meglio.No, tu stai facendo i XXXXX tuoi e chi ti paga non sa cosa tu stia facendo, altrimenti ti licenzierebbe in tronco.
            Potrebbero assoldare al mio posto un ragazzino
            sottopagato, che invece di passare il suo tempo a
            postare sul forum di PI lo passasse a risolvere i
            problemi ai sistemi, senza sapere dove mettere le
            mani ed adottando soluzioni che sono peggiori del
            male.Oh, che modesto...
            Non eri tu quello che sostiene che la qualita' si
            paga?Certo, ma io non mi faccio pagare per star qui a postare sul forum di Punto Informatico.Ma del resto quello che fai è coerente con la tua cultura, ovvero la totale mancanza di rispetto per il prossimo.


            Nell'asilo che frequenti ci sara' un
            bagno,

            con


            un lavandino e un


            rubinetto.


            Dal rubinetto esce l'acqua.


            Se tu usi quell'acqua, invece
            dell'acqua
            che


            vendono al bar, non e'


            "rubare".


            Rubare e' quando il tuo compagno di
            asilo
            si


            mangia la tua merendina e tu resti


            senza.


            Ma se si beve la tua acqua, vai al
            rubinetto

            e

            ne


            prendi


            altra.


            Capisci la differenza?





            Mi sa di no, vero?



            Perché ti pagano a fine mese?

            Perche' i sistemi che amministro hanno avuto zero
            downtime.

            E invece te?Invece io non sto a presidiare inutilmente sistemi che hanno downtime zero.Lo vedi quanto sei ipocrita? Condanni chi vive di rendita, ovvero chi prende soldi per un lavoro pregresso, e tu stai facendo la stessa identica cosa. Downtime zero significa che non hai dovuto intervenire un solo minuto, significa che hai configurato un impianto che funziona perfettamente, come un orologio svizzero, facendo felice il tuo datore di lavoro.Ma ora stai avendo una rendita senza fare un XXXXX. E per quanto tempo? Perché il tuo datore di lavoro dovrebbe continuare a pagarti mille duecento euro al mese (o quello che ti paga)?Almeno chi fa musica fa altra musica, investe parte dei soldi per produrre ancora.Tu produci altri impianti? No. Sei peggio di quelli che condanni e che rapini.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            Invece io non sto a presidiare inutilmente
            sistemi che hanno downtime
            zero.E tu intenderesti sostenere di fronte a questo forum che se li presidiassi tu avrebbero ancora downtime zero?Lo sai che quando un sistema ha downtime zero il merito non e' solo del sistema, ma anche di chi lo amministra?
            Lo vedi quanto sei ipocrita? Condanni chi vive di
            rendita, ovvero chi prende soldi per un lavoro
            pregresso, e tu stai facendo la stessa identica
            cosa. Downtime zero significa che non hai dovuto
            intervenire un solo minuto, significa che hai
            configurato un impianto che funziona
            perfettamente, come un orologio svizzero, facendo
            felice il tuo datore di lavoro.E nonostante questo, il mio datore di lavoro pretende che io stia qui a presidiarlo lo stesso, perche' un'ora di downtime gli costerebbe un mese del mio stipendio, forse anche di piu', dipende dall'ora in cui capita.
            Ma ora stai avendo una rendita senza fare un
            XXXXX. Sto presidiando.
            E per quanto tempo? Un paio d'anni con possibilita' di rinnovo.
            Perché il tuo datore
            di lavoro dovrebbe continuare a pagarti mille
            duecento euro al mese (o quello che ti
            paga)?Perche' gli costa meno che avere un incapace che gli fa cadere il sistema una volta la settimana.
            Almeno chi fa musica fa altra musica, investe
            parte dei soldi per produrre
            ancora.
            Tu produci altri impianti? No. Io produco software: lo trovi su sourceforge e magari ne fruisci pure.
            Sei peggio di
            quelli che condanni e che
            rapini.Siamo passati dal furto alla rapina adesso?Scommetto che non sai neppure questa differenza.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            Perché, tu hai forse imparato il significato di
            "rubare il
            lavoro"?
            Se manco hai capito il significato di "rubare lo
            stipendio", che è quello che stai facendo ora,
            figuriamoci se sei in grado di capire "rubare il
            lavoro"...Nessuno ruba lo stipendio. Semplicemente diciamo: "non ti darò lo stipendio. Non è necessario che tu faccia il lavoro".Questo non è furto, è un semplice licenziamento.Siete licenziati perchè non servite più; una macchina ha preso il vostro posto.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            Della canzonetta puoi fare a meno, vivi lo stesso.Sono d'accordo: e proprio per questo motivo è inutile avere qualcuno pagato per produrle.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Ipocrisia
        contenuto non disponibile
        • aphex twin scrive:
          Re: Ipocrisia
          Se ti svaligiano casa che fai ? Togli la serratura perché tanto rubano lo stesso ?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            No, faccio l'assicurazione sul furto fornendole
            le foto di quanto c'èp in casa prima e dopo al
            furo.Oppure gli sparo col fucile. Legittima difesa.
            L'assicurazione pagherà la differenza.
            I musicisti possono fare lo stesso, oppure il tuo
            paragone non c'etnra un
            XXXXX.
            Una delle due.Scelgo il fucile, visto che posso scegliere.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Quando vengono a prenderti per portarti in galera
            non scordarti di dire 'Oh
            wow'Nessuno finisce in galera per legittima difesa.
          • krane scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: unaDuraLezione

            Quando vengono a prenderti per portarti

            in galera non scordarti di dire 'Oh wow'
            Nessuno finisce in galera per legittima difesa.Per ecXXXXX di difesa si, ed anche per diffamazione
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: unaDuraLezione


            Quando vengono a prenderti per portarti


            in galera non scordarti di dire 'Oh wow'


            Nessuno finisce in galera per legittima
            difesa.

            Per ecXXXXX di difesa si, ed anche per
            diffamazioneEh si, per ecXXXXX di difesa si. Per diffamazione però non hai visto nessuno finire dietro le sbarre.Comunque, così è.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            non succede perché chi è incensurato per un reato
            del genere non finisce in
            galera.
            Se persevera però ci fila senza passare dal via.Eh si, hai ragione.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Legittima difesa?
            Ma sei hai appena annunciato al mondo l'omicidio!
            C'è anche l'aggravante, altro che legittima
            difesa, ROFF
            :)Guarda che annunciare una legittima difesa non è un reato.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocrisia
            contenuto non disponibile
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia
            La legittima difesa si applica solo se la tua vita è in pericolo. Se qualcuno ti entra in casa e tu gli spari, finisci in galera, perchè la tua vita non era in pericolo e quindi non avevi il diritto di sparare. Se gli spari, e quello per salvarsi risponde al fuoco, lui invece non finisce in galera (lui sì, era in pericolo, e quindi era legittima difesa)Un consiglio: non sfidare la legge... ne capisci molto poco, e rischi di metterti nei guai.
          • gnammolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: unaDuraLezione

            No, faccio l'assicurazione sul furto
            fornendole

            le foto di quanto c'èp in casa prima e dopo
            al

            furo.

            Oppure gli sparo col fucile. Legittima difesa.a bene.... fan solo bene a non concedere il possesso di armi facilmente come negli USA se c'è gente come te in giro.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: gnammolo
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: unaDuraLezione


            No, faccio l'assicurazione sul furto

            fornendole


            le foto di quanto c'èp in casa prima e
            dopo

            al


            furo.



            Oppure gli sparo col fucile. Legittima
            difesa.

            a bene.... fan solo bene a non concedere il
            possesso di armi facilmente come negli USA se c'è
            gente come te in
            giro.Hai ragione, e sono io il primo a dirlo. Io con i ladri non avrei alcuna pietà. Io sono per il taglio della mano.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo

            Hai ragione, e sono io il primo a dirlo. Io con i
            ladri non avrei alcuna pietà. Io sono per il
            taglio della
            mano.Quale ti sei tagliata?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo




            Hai ragione, e sono io il primo a dirlo. Io
            con
            i

            ladri non avrei alcuna pietà. Io sono per il

            taglio della

            mano.

            Quale ti sei tagliata?Tu sei fortunato a vivere in questo periodo. Molto fortunato.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo







            Hai ragione, e sono io il primo a
            dirlo.
            Io

            con

            i


            ladri non avrei alcuna pietà. Io sono
            per
            il


            taglio della


            mano.



            Quale ti sei tagliata?

            Tu sei fortunato a vivere in questo periodo.
            Molto
            fortunato.Tu ancora piu' di me.
          • gnammolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo




            Hai ragione, e sono io il primo a dirlo. Io
            con
            i

            ladri non avrei alcuna pietà. Io sono per il

            taglio della

            mano.

            Quale ti sei tagliata?NO! Si è sparato al piede perché il fucile ha due pulsanti e non essendo abituato a tanta scelta si è incasinato e ha fatto il danno.... (rotfl)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            Hai ragione, e sono io il primo a dirlo. Io con i
            ladri non avrei alcuna pietà. Io sono per il
            taglio della
            mano.Quindi, vuoi la legge della giungla? Uccidere per non essere uccisi? Non ti conviene, saremmo in cento contro uno.
          • krane scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: gnammolo

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: unaDuraLezione



            No, faccio l'assicurazione sul
            furto


            fornendole



            le foto di quanto c'èp in casa
            prima
            e

            dopo


            al



            furo.





            Oppure gli sparo col fucile. Legittima

            difesa.



            a bene.... fan solo bene a non concedere il

            possesso di armi facilmente come negli USA
            se
            c'è

            gente come te in

            giro.

            Hai ragione, e sono io il primo a dirlo. Io con i
            ladri non avrei alcuna pietà. Io sono per il
            taglio della mano.Bravo, anche ai diffamatori per iscritto, a voce solo il taglio della lingua.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia
            Roberto Ruppolo, hai appena violato l'articolo 612 del codice penale: <b
            Art. 612 Minaccia </b
            <i
            Chiunque minaccia ad altri un ingiusto danno e punito, a querela della persona offesa, con la multa fino a lire centomila. Se la minaccia e grave, o e fatta in uno dei modi indicati nellarticolo 339, la pena e della reclusione fino a un anno e si procede dufficio. Le pena è aumentate se la violenza o la minaccia e commessa con armi, o da persona travisata, o da piu persone riunite, o con scritto anonimo, o in modo simbolico (esempio. frase non sai chi sono io?), o valendosi della forza intimidatrice derivante da segrete associazioni, esistenti o supposte.... </i
            Che facciamo?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Roberto Ruppolo, hai appena violato l'articolo
            612 del codice
            penale:

            <b
            Art. 612 Minaccia </b


            <i
            Chiunque minaccia ad altri un ingiusto
            danno e punito, a querela della persona offesa,
            con la multa fino a lire centomila. Se la
            minaccia e grave, o e fatta in uno dei modi
            indicati nellarticolo 339, la pena e della
            reclusione fino a un anno e si procede dufficio.
            Le pena è aumentate se la violenza o la minaccia
            e commessa con armi, o da persona travisata, o
            da piu persone riunite, o con scritto anonimo, o
            in modo simbolico (esempio. frase non sai chi
            sono io?), o valendosi della forza intimidatrice
            derivante da segrete associazioni, esistenti o
            supposte.... </i



            Che facciamo?Mi appello alla clemenza della corte: l'imputato e' evidentemente non in grado di intendere e di volere, come chiunque di questo forum puo' testimoniare.Chiedo il non luogo a procedere per manifesta infermita' mentale.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Roberto Ruppolo, hai appena violato l'articolo
            612 del codice
            penale:

            <b
            Art. 612 Minaccia </b


            <i
            Chiunque minaccia ad altri un ingiusto
            danno e punito, a querela della persona offesa,
            con la multa fino a lire centomila. Se la
            minaccia e grave, o e fatta in uno dei modi
            indicati nellarticolo 339, la pena e della
            reclusione fino a un anno e si procede dufficio.
            Le pena è aumentate se la violenza o la minaccia
            e commessa con armi, o da persona travisata, o
            da piu persone riunite, o con scritto anonimo, o
            in modo simbolico (esempio. frase non sai chi
            sono io?), o valendosi della forza intimidatrice
            derivante da segrete associazioni, esistenti o
            supposte.... </i



            Che facciamo?Attendiamo la querela della persona offesa, no?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            Attendiamo la querela della persona offesa, no?Quindi, una class action.
          • Funz scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            Oppure gli sparo col fucile. Legittima difesa.Omicidio volontario con l'aggravante dei futili motivi.Dimmi in quale carcere vai, che ti porto le arance.No, le mele morsicate non te le porto :p
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Ipocrisia

        Ma te sei fuori :-)
        Spiegami, io realizzo un disco e dopo un anno
        chiunque può scaricarselo? Ma
        figurati......Infatti chiunque può scaricarselo subito, senza bisogno di aspettare un anno; nello stesso momento in cui lo pubblichi, chiunque è in grado di copiarlo, ti piaccia o no. Se non ti va bene, puoi solo evitare di pubblicarlo.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Ma te sei fuori :-)

          Spiegami, io realizzo un disco e dopo un anno

          chiunque può scaricarselo? Ma

          figurati......

          Infatti chiunque può scaricarselo subito, senza
          bisogno di aspettare un anno; nello stesso
          momento in cui lo pubblichi, chiunque è in grado
          di copiarlo, ti piaccia o no. Se non ti va bene,
          puoi solo evitare di
          pubblicarlo.Oppure violare la legge come fai tu. A piacere.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ipocrisia

            Oppure violare la legge come fai tu. A piacere.Buona idea: mettiti a scaricare anche tu, così recuperi i soldi che hai speso in equo compenso e smetti di rosicare.
    • ruppolo scrive:
      Re: Ipocrisia
      - Scritto da: lui
      Non si può chiedere ad una persona di 66 anni di
      comprendere un cambiamento di questa portata. E'
      normale che si senta
      spaventato.Ma certo, poverino, meglio chiederlo a uno di 16 anni, che la giusta visione del mondo: mantenuto dai genitori.
      Ma la cosa che fa riflettere è quanto una persona
      si adagi su privilegi acquisiti senza realmente
      mettere in discussione se siano giusti oppure
      no.
      Townshend parla di moralità ed io mi chiedo
      quante volte si sia chiesto se è morale vivere di
      rendita su una canzone scritta 40 anni
      fa.Dipende da quanto rende, non ti pare?
      Il copyright secondo me è giusto mama che lo onorino gli altri.
      mi chiedo
      veramente quanto questi tizi lo farebbero durare.

      E non parlo certo di quanto pubblicamente
      pretendano... logico che se riescono a spuntare
      una copertura di 1000 anni siano tutti
      contenti.Ovvio, è la giusta contrapposizione della tua proposta di 1 anno.
      Quello che mi incuriosisce è quanto, secondo la
      loro intima e personalissima morale, sia
      realmente giusto
      avere.E secondo la tua personalissima morale?
      Di mio dico: diritti d'autore a scalare
      linearmente col tempo di ideazione dell'opera. In
      ogni caso azzerati dopo 1 anno per musica, film e
      videogiochi.1 anno? Così tanto? Ma no, facciamo 5 ore.
      Via qualunque forma di tangente come equo
      compenso e similari.Eh si, non sai quanto mi secca dover pagare di tasca mia i danni creati dai pirati. Potessi spaccargli testa... purtroppo né Dio né la Legge approvano.
      Diritti pagati una tantum e bastaAh bene, li paghi tu? Gli dai quei 100-200 mila euro una tantum, e siamo tutti contenti.
      indipendentemente dal supporto
      usato.Il supporto non ci frega, è come il carrello o la borsa per la spesa: è il contenuto che ci interessa.
      Solo con queste regole e con prezzi onesti per la
      distribuzione potrei tornare a
      pagare.Ah, le TUE regole. Unilaterali.E che differenza ci sarebbe tra le regole unilaterali presenti ora? Che tu sei più bello?
      • Ego scrive:
        Re: Ipocrisia
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: lui

        Non si può chiedere ad una persona di 66
        anni
        di

        comprendere un cambiamento di questa
        portata.
        E'

        normale che si senta

        spaventato.

        Ma certo, poverino, meglio chiederlo a uno di 16
        anni, che la giusta visione del mondo: mantenuto
        dai
        genitori.ti senti vecchio forse?


        Ma la cosa che fa riflettere è quanto una
        persona

        si adagi su privilegi acquisiti senza
        realmente

        mettere in discussione se siano giusti oppure

        no.

        Townshend parla di moralità ed io mi chiedo

        quante volte si sia chiesto se è morale
        vivere
        di

        rendita su una canzone scritta 40 anni

        fa.

        Dipende da quanto rende, non ti pare?no, non dipende da questo, ad esempio la canzone "alla fiera dell'est" viene ancora ascoltata e chi l'ha creata non richiede i diritti


        Il copyright secondo me è giusto ma

        ma che lo onorino gli altri.


        mi chiedo

        veramente quanto questi tizi lo farebbero
        durare.



        E non parlo certo di quanto pubblicamente

        pretendano... logico che se riescono a
        spuntare

        una copertura di 1000 anni siano tutti

        contenti.

        Ovvio, è la giusta contrapposizione della tua
        proposta di 1
        anno.è piu semplice continuare a scaricare la musica gratuitamente, al limite mi vado a vedere i concerti


        Quello che mi incuriosisce è quanto, secondo
        la

        loro intima e personalissima morale, sia

        realmente giusto

        avere.

        E secondo la tua personalissima morale?direi che è tempo che muoiano


        Di mio dico: diritti d'autore a scalare

        linearmente col tempo di ideazione
        dell'opera.
        In

        ogni caso azzerati dopo 1 anno per musica,
        film
        e

        videogiochi.

        1 anno? Così tanto? Ma no, facciamo 5 ore.io direi direttamente 0


        Via qualunque forma di tangente come equo

        compenso e similari.

        Eh si, non sai quanto mi secca dover pagare di
        tasca mia i danni creati dai pirati. Potessi
        spaccargli testa... purtroppo né Dio né la Legge
        approvano.wow. secondo te se tu paghi è a causa loro? sei una persona notevolmente intelligente ed istruita, si nota subitoprova a pensare che se tu paghi tanto è per colpa di chi vende la musica o secondo te è una cosa assurda?


        Diritti pagati una tantum e basta

        Ah bene, li paghi tu? Gli dai quei 100-200 mila
        euro una tantum, e siamo tutti
        contenti.i cantanti fanno i cd a una tantum, la musica che viene composta viene venduta una tantum, le uniche figure a guadagnarci sono le major


        indipendentemente dal supporto

        usato.

        Il supporto non ci frega, è come il carrello o la
        borsa per la spesa: è il contenuto che ci
        interessa.invece conta moltissimo il supporto, altrimenti non ha senso il discorso


        Solo con queste regole e con prezzi onesti
        per
        la

        distribuzione potrei tornare a

        pagare.

        Ah, le TUE regole. Unilaterali.
        E che differenza ci sarebbe tra le regole
        unilaterali presenti ora? Che tu sei più
        bello?semplicemente che posso continuare a fregarmene delle loro regole e continuare a scaricare gratis la musica, semplice no? il problema se non lo hai capito non è mio, ma il loro, sono loro che devono trovare una soluzione, io posso suggerirgli una soluzione giusta per me, se loro non la accettano le cose non cambiano
        • ruppolo scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: Ego
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: lui


          Non si può chiedere ad una persona di 66

          anni

          di


          comprendere un cambiamento di questa

          portata.

          E'


          normale che si senta


          spaventato.



          Ma certo, poverino, meglio chiederlo a uno
          di
          16

          anni, che la giusta visione del mondo:
          mantenuto

          dai

          genitori.

          ti senti vecchio forse?Oh si, vecchissimo.




          Ma la cosa che fa riflettere è quanto
          una

          persona


          si adagi su privilegi acquisiti senza

          realmente


          mettere in discussione se siano giusti
          oppure


          no.


          Townshend parla di moralità ed io mi
          chiedo


          quante volte si sia chiesto se è morale

          vivere

          di


          rendita su una canzone scritta 40 anni


          fa.



          Dipende da quanto rende, non ti pare?

          no, non dipende da questo, ad esempio la canzone
          "alla fiera dell'est" viene ancora ascoltata e
          chi l'ha creata non richiede i
          dirittiMi sembra giusto che chi l'ha creata decida LUI le sorti del SUO lavoro.




          Il copyright secondo me è giusto ma



          ma che lo onorino gli altri.




          mi chiedo


          veramente quanto questi tizi lo
          farebbero

          durare.





          E non parlo certo di quanto
          pubblicamente


          pretendano... logico che se riescono a

          spuntare


          una copertura di 1000 anni siano tutti


          contenti.



          Ovvio, è la giusta contrapposizione della tua

          proposta di 1

          anno.

          è piu semplice continuare a scaricare la musica
          gratuitamente, al limite mi vado a vedere i
          concertiÈ altrettanto semplice beccarti mentre la scarichi, per cui devi solo augurarti che ti vada bene.Ma ricordati di non inveire contro nessuno, se per caso ti beccano: non saresti coerente.




          Quello che mi incuriosisce è quanto,
          secondo

          la


          loro intima e personalissima morale, sia


          realmente giusto


          avere.



          E secondo la tua personalissima morale?

          direi che è tempo che muoianoMale, devi studiare il manuale del "perfetto parassita": se muore l'organismo che stai parassitando, poi muori anche tu.




          Di mio dico: diritti d'autore a scalare


          linearmente col tempo di ideazione

          dell'opera.

          In


          ogni caso azzerati dopo 1 anno per
          musica,

          film

          e


          videogiochi.



          1 anno? Così tanto? Ma no, facciamo 5 ore.

          io direi direttamente 0Non avevo dubbi.Non lamentarti però se il tuo lavoro è sotto pagato: chi ti paga è come te.




          Via qualunque forma di tangente come
          equo


          compenso e similari.



          Eh si, non sai quanto mi secca dover pagare
          di

          tasca mia i danni creati dai pirati. Potessi

          spaccargli testa... purtroppo né Dio né la
          Legge

          approvano.

          wow. secondo te se tu paghi è a causa loro?Certamente. Come a causa loro è il fatto che ora la SIAE chiede soldi per i trailer: se i soldi non arrivano più dal rubinetto giusto, si aprono altri rubinetti. Il rubinetto "equo compenso", il rubinetto "trailer", eccetera.
          sei
          una persona notevolmente intelligente ed
          istruita, si nota
          subitoSe lo dici tu...
          prova a pensare che se tu paghi tanto è per colpa
          di chi vende la musica o secondo te è una cosa
          assurda?"colpa"? Qualche "colpa" avrebbe chi vende un prodotto o servizio? Per caso sei obbligato? Te l'ha ordinato il dottore? Se non rubi la musica su Internet resti senza musica? Sono state bandite le radio? Oscurate le frequenze da 88 a 108MHz? Non mi risulta.




          Diritti pagati una tantum e basta



          Ah bene, li paghi tu? Gli dai quei 100-200
          mila

          euro una tantum, e siamo tutti

          contenti.

          i cantanti fanno i cd a una tantum, la musica che
          viene composta viene venduta una tantum, le
          uniche figure a guadagnarci sono le
          majorNon mi risulta. A me risulta che tutti vengono compensati con royalties, quindi un tot a brano venduto o suonato da terzi.




          indipendentemente dal supporto


          usato.



          Il supporto non ci frega, è come il carrello
          o
          la

          borsa per la spesa: è il contenuto che ci

          interessa.

          invece conta moltissimo il supporto, altrimenti
          non ha senso il
          discorsoIl supporto conta solo per il ladro.A me cliente del supporto non me ne può XXXXXXX di meno: non ascolto il rumore del CD che rotola sul pavimento, ma ciò che nel CD è registrato. È il contento che voglio e che pago, non il contenitore.L'occasione fa l'uomo ladro? L'occasione fa l'uomo ladro. È questo, il punto.




          Solo con queste regole e con prezzi
          onesti

          per

          la


          distribuzione potrei tornare a


          pagare.



          Ah, le TUE regole. Unilaterali.

          E che differenza ci sarebbe tra le regole

          unilaterali presenti ora? Che tu sei più

          bello?

          semplicemente che posso continuare a fregarmene
          delle loro regolePuoi? Si, come il ladro può rubare. È questo il suo "potere".
          e continuare a scaricare gratis
          la musica, semplice no?Semplicissimo, infatti non a caso ho detto "l'occasione fa l'uomo ladro".Il ladro però almeno sa di esserlo. Almeno non è ipocrita.
          il problema se non lo hai
          capito non è mio, ma il loro, sono loro che
          devono trovare una soluzione, io posso
          suggerirgli una soluzione giusta per me, se loro
          non la accettano le cose non
          cambianoIl problema non è tuo fin quando non ti beccheranno.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            Mi sembra giusto che chi l'ha creata decida LUI
            le sorti del SUO
            lavoro.Esatto.Puo' decidere di pubblicare il suo lavoro o di non pubblicarlo.Tutto il resto e' una conseguenza di questa sacrosanta decisione che nessuno gli sottrae.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Mi sembra giusto che chi l'ha creata decida
            LUI

            le sorti del SUO

            lavoro.

            Esatto.
            Puo' decidere di pubblicare il suo lavoro o di
            non
            pubblicarlo.
            Tutto il resto e' una conseguenza di questa
            sacrosanta decisione che nessuno gli
            sottrae.Ma infatti io posso lasciare o meno la bicicletta parcheggiata fuori. Tutto il resto è una conseguenza di questa sacrosanta decisione che nessuno mi può sottrarre.Ad esempio un ladro potrebbe rubarmela, io potrei accorgermene, inseguirlo e spaccargli le gambe.Le conseguenze sono sempre imprevedibili.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo




            Mi sembra giusto che chi l'ha creata
            decida

            LUI


            le sorti del SUO


            lavoro.



            Esatto.

            Puo' decidere di pubblicare il suo lavoro o
            di

            non

            pubblicarlo.

            Tutto il resto e' una conseguenza di questa

            sacrosanta decisione che nessuno gli

            sottrae.

            Ma infatti io posso lasciare o meno la bicicletta
            parcheggiata fuori. Tutto il resto è una
            conseguenza di questa sacrosanta decisione che
            nessuno mi può
            sottrarre.
            Ad esempio un ladro potrebbe rubarmela, io potrei
            accorgermene, inseguirlo e spaccargli le
            gambe.
            Le conseguenze sono sempre imprevedibili.Certo, ma il concetto e' che se tu la lasci fuori, uno potrebbe fotografartela, e se poi tu lo insegui per spaccargli le gambe, io poi le arance non te le porto, quando sarai al gabbio.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: ruppolo






            Mi sembra giusto che chi l'ha
            creata

            decida


            LUI



            le sorti del SUO



            lavoro.





            Esatto.


            Puo' decidere di pubblicare il suo
            lavoro
            o

            di


            non


            pubblicarlo.


            Tutto il resto e' una conseguenza di
            questa


            sacrosanta decisione che nessuno gli


            sottrae.



            Ma infatti io posso lasciare o meno la
            bicicletta

            parcheggiata fuori. Tutto il resto è una

            conseguenza di questa sacrosanta decisione
            che

            nessuno mi può

            sottrarre.

            Ad esempio un ladro potrebbe rubarmela, io
            potrei

            accorgermene, inseguirlo e spaccargli le

            gambe.

            Le conseguenze sono sempre imprevedibili.

            Certo, ma il concetto e' che se tu la lasci
            fuori, uno potrebbe fotografartela, e se poi tu
            lo insegui per spaccargli le gambe, io poi le
            arance non te le porto, quando sarai al
            gabbio.Vai pure a spasso con la fotografia... e ricordati la pompa, si sa mai che la foto si sgonfi...
          • Ego scrive:
            Re: Ipocrisia


            no, non dipende da questo, ad esempio la
            canzone

            "alla fiera dell'est" viene ancora ascoltata
            e

            chi l'ha creata non richiede i

            diritti

            Mi sembra giusto che chi l'ha creata decida LUI
            le sorti del SUO
            lavoro.no, ha deciso così dopo che quella canzone è diventata talmente popolare e radicata nella cultura da rendere impossibile l'elargizione dei diritti

            è piu semplice continuare a scaricare la
            musica

            gratuitamente, al limite mi vado a vedere i

            concerti

            È altrettanto semplice beccarti mentre la
            scarichi, per cui devi solo augurarti che ti vada
            bene.
            Ma ricordati di non inveire contro nessuno, se
            per caso ti beccano: non saresti
            coerente.se fosse semplice come pensi avremmo 1 miliardo e mezzo di persone in carcere per aver scaricato illegalmente, la questione è molto piu complessa ruppolo, se pensi che io abbia scaricato devi averne le prove per accusarmi, sapere cosa ho scaricato e quando, e se fai un errore lo paghi caro tu che mi accusi, chi intende accusare di una cosa simile deve augurarsi che sia tutta esatta la formulazione d'accusa altrimenti fossono farsi passare la vaselina da te


            E secondo la tua personalissima morale?



            direi che è tempo che muoiano

            Male, devi studiare il manuale del "perfetto
            parassita": se muore l'organismo che stai
            parassitando, poi muori anche
            tu.quindi se muore la siae muoio anche io? tu sei completamente fuori di testa oltre che totalmente stupido


            1 anno? Così tanto? Ma no, facciamo 5
            ore.



            io direi direttamente 0

            Non avevo dubbi.
            Non lamentarti però se il tuo lavoro è sotto
            pagato: chi ti paga è come
            te.io sono sempre sottopagato, non guadagno mai quanto mi piacerebbe, è il destino degli informatici

            wow. secondo te se tu paghi è a causa loro?

            Certamente. Come a causa loro è il fatto che ora
            la SIAE chiede soldi per i trailer: se i soldi
            non arrivano più dal rubinetto giusto, si aprono
            altri rubinetti. Il rubinetto "equo compenso", il
            rubinetto "trailer",
            eccetera.quindi mi stai dicendo che è colpa della siae, cosa c'entrano i pirati se la siae ti tassa?


            sei

            una persona notevolmente intelligente ed

            istruita, si nota

            subito

            Se lo dici tu...ma certo, lo si è capito perfettamente con le ultime risposte che hai dato


            prova a pensare che se tu paghi tanto è per
            colpa

            di chi vende la musica o secondo te è una
            cosa

            assurda?

            "colpa"? Qualche "colpa" avrebbe chi vende un
            prodotto o servizio?di fare il prezzo Per caso sei obbligato? Te
            l'ha ordinato il dottore?certo che no, se fossi obbligato dovrei pagarla, ma visto che non sono obbligato preferisco non pagarla Se non rubi la musica
            su Internet resti senza musica? non la posso rubare, al limite la copioSono state
            bandite le radio? Oscurate le frequenze da 88 a
            108MHz? Non mi
            risulta.io ritengo che sia cara, quale alternativa ho? quella di scaricarmela gratuitamente, bello, senza problemi e senza danni, quindi di cosa discuti? del fatto che sei fesso?


            Ah bene, li paghi tu? Gli dai quei
            100-200

            mila


            euro una tantum, e siamo tutti


            contenti.



            i cantanti fanno i cd a una tantum, la
            musica
            che

            viene composta viene venduta una tantum, le

            uniche figure a guadagnarci sono le

            major

            Non mi risulta. A me risulta che tutti vengono
            compensati con royalties, quindi un tot a brano
            venduto o suonato da
            terzi.una major commissiona dei brani a ad un cantante o ad un gruppo, la major paga o in diritti sulle canzoni, o in contanti, o tramite un bollettino postale, etc etc, quello che non capisci è che il cantante riceve i soldi per il suo lavoro, le majors dovrebbero sfruttare il lavoro del cantante per venderlo, funziona cosi ruppolo







            indipendentemente dal supporto



            usato.





            Il supporto non ci frega, è come il
            carrello

            o

            la


            borsa per la spesa: è il contenuto che
            ci


            interessa.



            invece conta moltissimo il supporto,
            altrimenti

            non ha senso il

            discorso

            Il supporto conta solo per il ladro.per te non conta perchè sei stupido
            A me cliente del supporto non me ne può XXXXXXX
            di meno: non ascolto il rumore del CD che rotola
            sul pavimento, ma ciò che nel CD è registrato.e come fai ad ascoltare quello che ci sta sul cd se non hai il cd?
            È il contento che voglio e che pago, non il
            contenitore.io se pago voglio entrambi, se devo pavare per avere dei brani da internet tanto vale scaricarmi la musica gratis, piu facile comodo e sicuro
            L'occasione fa l'uomo ladro? L'occasione fa
            l'uomo ladro. È questo, il
            punto.quale punto? tu ancora credi che venga rubato qualcosa, non hai ancora capito che non si ruba nulla? al limite si copia







            Solo con queste regole e con prezzi

            onesti


            per


            la



            distribuzione potrei tornare a



            pagare.





            Ah, le TUE regole. Unilaterali.


            E che differenza ci sarebbe tra le
            regole


            unilaterali presenti ora? Che tu sei più


            bello?



            semplicemente che posso continuare a
            fregarmene

            delle loro regole

            Puoi? Si, come il ladro può rubare. È questo
            il suo
            "potere".un ladro ruba, come fa apple, io copio


            e continuare a scaricare gratis

            la musica, semplice no?

            Semplicissimo, infatti non a caso ho detto
            "l'occasione fa l'uomo
            ladro".
            Il ladro però almeno sa di esserlo. Almeno non è
            ipocrita.il ladro sottrae un bene, io no, quindi non sai neanche di cosa parli, capisco che non ci arrivi ma almeno sforzati di sembrare meno stupido


            il problema se non lo hai

            capito non è mio, ma il loro, sono loro che

            devono trovare una soluzione, io posso

            suggerirgli una soluzione giusta per me, se
            loro

            non la accettano le cose non

            cambiano

            Il problema non è tuo fin quando non ti
            beccheranno.anche se mi beccano hanno beccato uno su un miliardo e mezzo che scaricano, una goccia nel mare, cosa risolvono?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: Ego


            no, non dipende da questo, ad esempio la

            canzone


            "alla fiera dell'est" viene ancora
            ascoltata

            e


            chi l'ha creata non richiede i


            diritti



            Mi sembra giusto che chi l'ha creata decida
            LUI

            le sorti del SUO

            lavoro.

            no, ha deciso così dopo che quella canzone è
            diventata talmente popolare e radicata nella
            cultura da rendere impossibile l'elargizione dei
            dirittiE allora "NO" cosa???! Ha deciso lui o non ha deciso lui??!Devi dire "no" per default?Qualsiasi sia la ragione, ha deciso lui.
            se fosse semplice come pensi avremmo 1 miliardo e
            mezzo di persone in carcere per aver scaricato
            illegalmente, la questione è molto piu complessa
            ruppolo, se pensi che io abbia scaricato devi
            averne le prove per accusarmi, sapere cosa ho
            scaricato e quando, e se fai un errore lo paghi
            caro tu che mi accusi, chi intende accusare di
            una cosa simile deve augurarsi che sia tutta
            esatta la formulazione d'accusa altrimenti
            fossono farsi passare la vaselina da
            teEsiste un proverbio che dice "tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino".Beccare oggi un pirata con le mani nel sacco è semplice quanto ordinare un caffè al bar.La possibilità di errore è praticamente zero.Il punto è che si vuole, giustamente, tentare di risolvere il problema all'origine, ovvero far capire ai pirati che stanno facendo una cosa sbagliata.
            quindi se muore la siae muoio anche io? tu sei
            completamente fuori di testa oltre che totalmente
            stupidoCredi di mostrare intelligenza parlando in questo modo?Dimostri solo che i pirati sono degli idioti da trattare col bastone, come i cani o i muli.
            io sono sempre sottopagato, non guadagno mai
            quanto mi piacerebbe, è il destino degli
            informaticiSei sottopagato perché chi ti paga pensa che il tuo lavoro valga poco. Esattamente come tu pensi che il lavoro degli altri valga poco. A te però ti pagano, sei privilegiato.
            quindi mi stai dicendo che è colpa della siae,
            cosa c'entrano i pirati se la siae ti
            tassa?Certo, cosa c'entrano gli evasori se lo stato mi tassa più del dovuto?Ma quanto corta è la tua vista... arriva appena al confine del tuo orticello.

            "colpa"? Qualche "colpa" avrebbe chi vende un

            prodotto o servizio?

            di fare il prezzoBeh, allora sei anche tu colpevole di fare il prezzo del tuo lavoro. Dovresti lavorare gratis.
            Per caso sei obbligato? Te

            l'ha ordinato il dottore?

            certo che no, se fossi obbligato dovrei pagarla,
            ma visto che non sono obbligato preferisco non
            pagarlaSe la prendi sei obbligato a pagarla, ma è lo stesso obbligo di pagare alla cassa del supermercato: è un obbligo relativo, puoi sempre dartela a gambe e non pagare.
            Se non rubi la musica

            su Internet resti senza musica?

            non la posso rubare, al limite la copioDettagli di poco conto. Anche il tuo datore di lavoro non ti ruba niente, alla sera torni a casa con tutti i tuoi organi che avevi al mattino, quando sei arrivato. Perché pagarti, allora? Potrebbe <u
            PREFERIRE </u
            non pagarti.
            Sono state

            bandite le radio? Oscurate le frequenze da
            88
            a

            108MHz? Non mi

            risulta.

            io ritengo che sia cara, quale alternativa ho?Non comprarla, ovviamente. Come tutte le cose.Ma tu sei un bimbominkia viziato, che deve avere tutto, subito e gratis. Scarpate sul XXXX, ti darei. E tante.
            quella di scaricarmela gratuitamente, bello,
            senza problemi e senza danni, quindi di cosa
            discuti? del fatto che sei
            fesso?Bravo, complimenti. Ma in fondo non è colpa tua, è colpa della mia generazione. Non abbiamo detto "no" quando era da dire "no". E abbiamo mandato troppo presto in pensione uno strumento di indubbia funzione pedagogica, il bastone.
            una major commissiona dei brani a ad un cantante
            o ad un gruppo, la major paga o in diritti sulle
            canzoni, o in contanti, o tramite un bollettino
            postale, etc etc, quello che non capisci è che il
            cantante riceve i soldi per il suo lavoro, le
            majors dovrebbero sfruttare il lavoro del
            cantante per venderlo, funziona cosi
            ruppolo
            Il cantante riceve i soldi per il suo lavoro se quel lavoro viene poi comprato. Se viene rubato, il cantante non riceve i suoi soldi. E se anche li ha ricevuti per l'ultimo lavoro, poi non gli verrà più richiesto nulla.Del resto se io rubo sistematicamente il frutto del lavoro dell'azienda per cui lavori, tu ad un certo punto ti ritroverai sulla strada. E magari ti dirò: "beh, ho messo da parte abbastanza, non mi serve che produci altro".
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Ipocrisia
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: lui

        Non si può chiedere ad una persona di 66
        anni
        di

        comprendere un cambiamento di questa
        portata.
        E'

        normale che si senta

        spaventato.

        Ma certo, poverino, meglio chiederlo a uno di 16
        anni, che la giusta visione del mondo: mantenuto
        dai
        genitori.
        Considera che quando tu avrai 66 anni, sarà lui a decidere se pagarti la pensione o se farti continuare a sgobbare fino a 90 anni.
        1 anno? Così tanto? Ma no, facciamo 5 ore.Facciamo zero e non parliamone più.

        Via qualunque forma di tangente come equo

        compenso e similari.

        Eh si, non sai quanto mi secca dover pagare di
        tasca mia i danni creati dai pirati.E non pagare, allora... così, se non incassano più nulla, moriranno di fame e non ti chiederanno più soldi.
        Potessi
        spaccargli testa... purtroppo né Dio né la Legge
        approvano.Ricordati che le minacce di violenza costituiscono un reato penale... e che sappiamo le tue generalità, se qualcuno decidesse di denunciarti.


        Diritti pagati una tantum e basta

        Ah bene, li paghi tu? Gli dai quei 100-200 mila
        euro una tantum, e siamo tutti
        contenti.Non credo proprio che potranno ottenere cifre del genere... dovranno abbassare i prezzi, nolenti o dolenti.

        Solo con queste regole e con prezzi onesti
        per
        la

        distribuzione potrei tornare a

        pagare.

        Ah, le TUE regole. Unilaterali.Perchè, adesso non sono i venditori a mettere le loro regole, unilaterali? Ora tocca a noi.
        E che differenza ci sarebbe tra le regole
        unilaterali presenti ora? Che tu sei più
        bello?No, che ci sarebbe molta più gente d'accordo.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: uno qualsiasi
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: lui


          Non si può chiedere ad una persona di 66

          anni

          di


          comprendere un cambiamento di questa

          portata.

          E'


          normale che si senta


          spaventato.



          Ma certo, poverino, meglio chiederlo a uno
          di
          16

          anni, che la giusta visione del mondo:
          mantenuto

          dai

          genitori.



          Considera che quando tu avrai 66 anni, sarà lui a
          decidere se pagarti la pensione o se farti
          continuare a sgobbare fino a 90
          anni.Magari fosse così, invece lo decidono persone ancora più vecchie di me.



          1 anno? Così tanto? Ma no, facciamo 5 ore.

          Facciamo zero e non parliamone più.Non avevo dubbi.





          Via qualunque forma di tangente come
          equo


          compenso e similari.



          Eh si, non sai quanto mi secca dover pagare
          di

          tasca mia i danni creati dai pirati.

          E non pagare, allora... così, se non incassano
          più nulla, moriranno di fame e non ti chiederanno
          più
          soldi.Eh no, curare i sintomi non va bene se si può curare la causa. E la causa siete voi pirati.


          Potessi

          spaccargli testa... purtroppo né Dio né la
          Legge

          approvano.

          Ricordati che le minacce di violenza
          costituiscono un reato penale... e che sappiamo
          le tue generalità, se qualcuno decidesse di
          denunciarti.Faccia pure, si accomodi. Naturalmente dovrà prima auto denunciarsi "ladro" e dimostrarlo.Vuoi farlo tu?




          Diritti pagati una tantum e basta



          Ah bene, li paghi tu? Gli dai quei 100-200
          mila

          euro una tantum, e siamo tutti

          contenti.

          Non credo proprio che potranno ottenere cifre del
          genere... dovranno abbassare i prezzi, nolenti o
          dolenti.Dovranno? E chi li obbliga? Fino a prova contraria io vendo il mio prodotto alla cifra che voglio, anche un milione a brano. Anche un miliardo a brano.


          Solo con queste regole e con prezzi
          onesti

          per

          la


          distribuzione potrei tornare a


          pagare.



          Ah, le TUE regole. Unilaterali.

          Perchè, adesso non sono i venditori a mettere le
          loro regole, unilaterali? Ora tocca a
          noi.No, è il venditore che decide il prezzo del suo prodotto, non tu. Tu sei libero di accettare o meno. Lo rubi? Galera. "Ma signor giudice quel brano costa una cifra folle!". "Il dottore le ha prescritto quel brano?"

          E che differenza ci sarebbe tra le regole

          unilaterali presenti ora? Che tu sei più

          bello?

          No, che ci sarebbe molta più gente d'accordo.Ah be', sai quanta gente era d'accordo nel Far West di razziare le fattorie. Poi arrivo qualche tizio, una minoranza, con una stellina appuntata sul petto. E anche qualche altro tizio, senza stellina ma con un bel ritratto in bianco e nero stampato su un foglio con una sorta di dedica tipo questa: "$10.000 dead or alive". Fu così che la "molta più gente d'accordo" fu fatta penzolare da una corda.
      • lui scrive:
        Re: Ipocrisia
        Rupp, io ora ti rispondo ma non venire a trollare con me che dopo la storia del tumore già hai perso quel poco di credibilità che avevi.Cerca di fare un ragionamneto sensato se ti riesce- Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: lui

        Non si può chiedere ad una persona di 66
        anni
        di

        comprendere un cambiamento di questa
        portata.
        E'

        normale che si senta

        spaventato.

        Ma certo, poverino, meglio chiederlo a uno di 16
        anni, che la giusta visione del mondo: mantenuto
        dai
        genitori.Meglio chiederlo a una persona tra i 30 e i 40 che ha una conoscenza almeno decente delle nuove tecnologie e che contemporaneamente sia in grado di permettersi di spendere 25 euro per un CD ma di non volerlo fare poichè lo trova immorale ed ingiusto.

        Ma la cosa che fa riflettere è quanto una
        persona

        si adagi su privilegi acquisiti senza
        realmente

        mettere in discussione se siano giusti oppure

        no.

        Townshend parla di moralità ed io mi chiedo

        quante volte si sia chiesto se è morale
        vivere
        di

        rendita su una canzone scritta 40 anni

        fa.

        Dipende da quanto rende, non ti pare?


        Il copyright secondo me è giusto ma

        ma che lo onorino gli altri.Ho un account steam e visto che non mi va di spendere 50 euro per un gioco nuovo aspetto che passi un annetto e lo trovo a 20. Ogni tanto fanno pure offerte.I giochi sono molto belli, li pago il giusto, sono aggiornati con le ultime patch e me li scarico in un paio d'ore a casa mia. E quando cambio PC inserisco nome utente e comincio a giocare indipendentemente da dove sono.Non ho più scaricato un gioco col utorrent.Come vedi sono dispostissimo ad onorare qualcosa che è ben fatto e che mi da un servizio al giusto prezzo.


        mi chiedo

        veramente quanto questi tizi lo farebbero
        durare.



        E non parlo certo di quanto pubblicamente

        pretendano... logico che se riescono a
        spuntare

        una copertura di 1000 anni siano tutti

        contenti.

        Ovvio, è la giusta contrapposizione della tua
        proposta di 1
        anno.No. L'altra faccia di chi pretende un copyright praticamente infinito che si estenda quindi anche dopo la sua morte (la SIAE, bontà sua, ha appena liberato l'inno di Mameli) è non pagare una cippa.

        Quello che mi incuriosisce è quanto, secondo
        la

        loro intima e personalissima morale, sia

        realmente giusto

        avere.

        E secondo la tua personalissima morale?L'ho già detto prima. Vendessero quello che vogliono al prezzo che vogliono. Dopo un anno stop.

        Di mio dico: diritti d'autore a scalare

        linearmente col tempo di ideazione
        dell'opera.
        In

        ogni caso azzerati dopo 1 anno per musica,
        film
        e

        videogiochi.

        1 anno? Così tanto? Ma no, facciamo 5 ore.Ribadisco che non avete capito il significato di vivere in una società civile. Qua si scrivono canzoni di 3 minuti e ci si crede Mozart. Ed oltre a questo si pretende che la società riconosca a questi "grandi artisti" benefit secolari estendibili ai pronipoti.L'arte prodotta non vale così tanto e guarda caso la pensano così tutti quanti tranne coloro che vorrebbero continuare a lucrarci vergognosamente sopra.

        Via qualunque forma di tangente come equo

        compenso e similari.

        Eh si, non sai quanto mi secca dover pagare di
        tasca mia i danni creati dai pirati. Potessi
        spaccargli testa... purtroppo né Dio né la Legge
        approvano.Ma quale pirati. Questi cercano solo la scusa per spremere il sangue anche dai muri. A parte che è stato detto e ridetto che l'equo compenso si paga per il backup della copia privata, vuoi la lista degli atti ignobili compiuti in nome del dirittto d'autore?Dalla multa ai bambini dell'asilo che cantavano le canzoni dello zecchino d'oro al summenzionato inno di Mameli. Perfavore...

        Diritti pagati una tantum e basta

        Ah bene, li paghi tu? Gli dai quei 100-200 mila
        euro una tantum, e siamo tutti
        contenti.


        indipendentemente dal supporto

        usato.

        Il supporto non ci frega, è come il carrello o la
        borsa per la spesa: è il contenuto che ci
        interessa.Parli proprio te che acquisti musica su itunes e che se te la vuoi sentire su un cd in macchina non puoi.

        Solo con queste regole e con prezzi onesti
        per
        la

        distribuzione potrei tornare a

        pagare.

        Ah, le TUE regole. Unilaterali.
        E che differenza ci sarebbe tra le regole
        unilaterali presenti ora? Che tu sei più
        bello?Non sono le mie regole.C'è un mondo intero che sta dicendo che sto schifo del copyright deve finire. Che si è tirata troppo la corda. Che è diventato un privilegio e non più il riconoscimento del lavoro e della creatività altrui.Stiamo di fronte ad un'evidente azione lobbistica da parte di chi non vuole mollare l'osso e per farlo sta tentando di forzare tutti i principi democratici.Tu ti inc@zzi quando Microsoft preinstalla il suo software dopo aver strtto un accordo commerciale con i produttori e distributori perfettamente a norma di legge e non ti accorgi che ciò che fanno le major è diecimila volte peggio.
        • Lemon scrive:
          Re: Ipocrisia

          Meglio chiederlo a una persona tra i 30 e i 40
          che ha una conoscenza almeno decente delle nuove
          tecnologie e che contemporaneamente sia in grado
          di permettersi di spendere 25 euro per un CD ma
          di non volerlo fare poichè lo trova immorale ed
          ingiusto.
          Premesso che sono d'accordo con te quasi con tutto, vorrei farti notare due cosine. La prima è che i cd musicali io li trovo tranquillamente a 15-16 euro, quelli nuovi intendo.

          Ho un account steam e visto che non mi va di
          spendere 50 euro per un gioco nuovo aspetto che
          passi un annetto e lo trovo a 20. Ogni tanto
          fanno pure
          offerte.Fai un sacrificio e cioè aspetti un anno o più. Io faccio lo stesso quindi ti capisco.Chi scarica da Internet spesso NON è disposto al sacrificio, vuole tutto e subito e gratis. A me questo non sembra corretto. Ti ripeto: sono d'accordo con la riduzione notevole del copyright, non mi piace però l'atteggiamento di diritto che ha chi scarica comunque a prescindere.

          L'ho già detto prima. Vendessero quello che
          vogliono al prezzo che vogliono. Dopo un anno
          stop.
          Sono d'accordo, magari 5 anni toh, oppure l'allungamento del periodo per morte improvvisa o invalidità del creatore.

          Ribadisco che non avete capito il significato di
          vivere in una società civile. Qua si scrivono
          canzoni di 3 minuti e ci si crede Mozart. Ed
          oltre a questo si pretende che la società
          riconosca a questi "grandi artisti" benefit
          secolari estendibili ai
          pronipoti.
          L'arte prodotta non vale così tanto e guarda caso
          la pensano così tutti quanti tranne coloro che
          vorrebbero continuare a lucrarci vergognosamente
          sopra.
          Premesso che sono d'accordo con la storia dei pronipoti ecc., ma se l'arte prodotta non vale così tanto perchè scaricarla??
          • ruppolo scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: Lemon
            Premesso che sono d'accordo con la storia dei
            pronipoti ecc., ma se l'arte prodotta non vale
            così tanto perchè
            scaricarla??Beccato.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ipocrisia
            - Scritto da: Lemon
            Premesso che sono d'accordo con la storia dei
            pronipoti ecc., ma se l'arte prodotta non vale
            così tanto perchè
            scaricarla??Per conservarla!Questa gente fa sparire dal mercato tutto quello che per loro non e' remunerativo.L'elenco dei titoli introvabili in vendita, ma reperibili solo tramite P2P e' bello lungo.E questo e' un motivo per scaricarla. Per renderla disponibile sempre.Le biblioteche esistono da millenni, ed hanno la stessa finalita'.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: lui
          Rupp, io ora ti rispondo ma non venire a trollare
          con me che dopo la storia del tumore già hai
          perso quel poco di credibilità che
          avevi.Pessima premessa.
          Cerca di fare un ragionamneto sensato se ti riesceCon una simile premessa manca la base per una discussione pacifica.
          Meglio chiederlo a una persona tra i 30 e i 40
          che ha una conoscenza almeno decente delle nuove
          tecnologieCosa c'entrano le nuove tecnologie? Stiamo parlando di scassinare casseforti o se è giusto rubare quando la cassaforte è debole?
          e che contemporaneamente sia in grado
          di permettersi di spendere 25 euro per un CD ma
          di non volerlo fare poichè lo trova immorale ed
          ingiusto.Se io vedo un prosciutto crudo a 15 euro l'etto non penso sia immorale, penso "che se lo mangio loro".Potrei fare il tuo ragionamento per il prezzo della benzina, del gas, dell'energia elettrica, dell'acqua potabile. Del pane e del latte. Dei farmaci. Del ticket per una visita medica.Ma non di un CD!Ma in ogni caso il tuo esempio non è più applicabile dal 28 Aprile 2003, data in cui il mondo poté avere un CD a 9,99 euro al posto di 25, e UN SNGOLO BRANO A 99 CENTESIMI.Quindi ho potuto spendere una frazione rispetto prima. Ed infatti da allora sono un buon cliente, che compra brani singoli e spende cifre irrisorie, meno di quanto spendo per il caffè.
          Ho un account steam e visto che non mi va di
          spendere 50 euro per un gioco nuovo aspetto che
          passi un annetto e lo trovo a 20. Ogni tanto
          fanno pure
          offerte.
          I giochi sono molto belli, li pago il giusto,
          sono aggiornati con le ultime patch e me li
          scarico in un paio d'ore a casa mia. E quando
          cambio PC inserisco nome utente e comincio a
          giocare indipendentemente da dove
          sono.
          Non ho più scaricato un gioco col utorrent.
          Come vedi sono dispostissimo ad onorare qualcosa
          che è ben fatto e che mi da un servizio al giusto
          prezzo.Lo stesso ho fatto io nei confronti della musica. L'industria mi è venuta incontro (di questo ringrazio Steve Jobs) ed io ho accettato l'offerta.
          No. L'altra faccia di chi pretende un copyright
          praticamente infinito che si estenda quindi anche
          dopo la sua morte (la SIAE, bontà sua, ha appena
          liberato l'inno di Mameli) è non pagare una
          cippa.Io vedo alcun problema, anche se il copyright fosse perpetuo: se mi piace l'opera di una persona, cosa mi cambia se questa è viva, morta da 10 anni o morta da 1000 anni?Naturalmente capisco chi dice che una rendita perpetua non è giusta nei confronti di chi deve lavorare ogni giorno per avere una rendita.Quindi è giusto che tale rendita abbia un termine. Ma è palese che tale termine non può essere breve, in quanto il frutto del lavoro (che non è certo limitato al suonare un brano ma comprende tutte le risorse dedicate da quando uno nasce) arriva a piccole gocce. Ovviamente a qualcuno arriva un fiume di soldi in breve tempo, ma stiamo parlando di qualcuno, non della maggioranza. A questo punto quel qualcuno a cui arriva un fiume di soldi avrà fatto qualcosa di particolare, per cui ha un merito. Quindi se li merita, i soldi (a prescindere dalle considerazioni personali sul suo "prodotto").
          L'ho già detto prima. Vendessero quello che
          vogliono al prezzo che vogliono. Dopo un anno
          stop.Non puoi tu cliente stabilire né il prezzo né lo stop. Stop lo dicono loro, perché è roba loro.
          Ribadisco che non avete capito il significato di
          vivere in una società civile.Al contrario. Il rispetto del prossimo è la base del vivere civile.
          Qua si scrivono
          canzoni di 3 minuti e ci si crede Mozart.E tu chi sei per giudicare?Te lo dico io chi sei: uno che non sa fare una canzone.E allora, se non sai farla, la compri già fatta, se la vuoi. E la paghi.
          Ed
          oltre a questo si pretende che la società
          riconosca a questi "grandi artisti" benefit
          secolari estendibili ai
          pronipoti.La società deve prima di tutto prendere coscienza che sta facendo i conti in tasca al prossimo e sta decidendo del suo lavoro. Il che mette già la società in una posizione di potenziale abuso.Quindi deve procedere con estremo senso di giustizia, non certo inquinato da beceri interessi personali nell'avere le cose di altri a-gratis. Un vizietto che in tempi andati si chiamava schiavismo.
          L'arte prodotta non vale così tantoCome come come????! Ti stai arrogando il diritto di stabilire il valore del lavoro del prossimo?
          e guarda caso
          la pensano così tutti quanti tranne coloro che
          vorrebbero continuare a lucrarci vergognosamente
          sopra.Guarda, sul fatto che "così fan tutti" mi viene solo il voltastomaco. Se veramente è questo il metro con cui legiferare, allora sarebbe ora di togliere i limiti di velocità, visto che quasi tutti li infrangono.Comunque ripeto: il prosciutto da 15 euro l'etto è un lucro vergognoso? Che se lo mangino, no?O forse il dottore ha prescritto QUEL prosciutto da 15 euro all'etto? Io dico che non ha prescritto alcun prosciutto! Non QUEL prosciutto. NESSUN prosciutto.(segue)
        • ruppolo scrive:
          Re: Ipocrisia
          (continua dal precedente)- Scritto da: lui
          Ma quale pirati. Questi cercano solo la scusa per
          spremere il sangue anche dai muri.Liberi di farlo.
          A parte che è
          stato detto e ridetto che l'equo compenso si paga
          per il backup della copia privata, vuoi la lista
          degli atti ignobili compiuti in nome del dirittto
          d'autore?
          Dalla multa ai bambini dell'asilo che cantavano
          le canzoni dello zecchino d'oro al summenzionato
          inno di Mameli.
          Perfavore...Quindi siccome qualche innocente è finito in carcere, aboliamo le carceri?
          Parli proprio te che acquisti musica su itunes e
          che se te la vuoi sentire su un cd in macchina
          non puoi.A parte che non sai (ed è grave) che puoi masterizzare su CD quanto ti pare la musica acquistata su iTunes Store, ciò che ignori è che puoi utilizzare più copie dello stesso CD, cosa che con un CD standard non puoi fare. La copia di backup, una sola, non la puoi utilizzare, se non in caso di perdita dell'originale.
          Non sono le mie regole.
          C'è un mondo intero che sta dicendo che sto
          schifo del copyright deve finire.Irrilevante, il mondo si lamenta anche delle troppe tasse. Ovunque, anche quelli che pagano meno di tutti.
          Che si è tirata
          troppo la corda. Che è diventato un privilegio e
          non più il riconoscimento del lavoro e della
          creatività
          altrui.
          Stiamo di fronte ad un'evidente azione lobbistica
          da parte di chi non vuole mollare l'osso e per
          farlo sta tentando di forzare tutti i principi
          democratici.Ricorda che il dottore non ti ha prescritto quel prodotto.
          Tu ti inc@zzi quando Microsoft preinstalla il suo
          software dopo aver strtto un accordo commerciale
          con i produttori e distributori perfettamente a
          norma di leggeNon lo è stato, a norma di Legge. Molte cause, per questo, da parte dell'antitrust e dei produttori ricattati.
          e non ti accorgi che ciò che fanno
          le major è diecimila volte
          peggio.No, non lo è.Se io NON voglio un prodotto Microsoft, me lo ritrovo pagato comprando un prodotto di altra marca.Se NON voglio un brano, non me lo ritrovo pagato da qualche altra parte.NESSUNO OBBLIGA A COMPARE MUSICA.Per cui tutti i tuoi pretesti sono aria fritta.
    • Deus Ex scrive:
      Re: Ipocrisia
      In ogni caso che Pete faccia dichiarazioni del genere perchè ha bisogno di soldi tenderei a negarlo. Ragazzi parliamo di uno dei gruppi di maggior sucXXXXX della storia del Rock, con una delle basi di fan più ampie e fedeli che ci siano, che continuano a riempire stadi e palazzetti.
    • max scrive:
      Re: Ipocrisia
      - Scritto da: lui
      Non si può chiedere ad una persona di 66 anni di
      comprendere un cambiamento di questa portata. E'
      normale che si senta
      spaventato.

      Ma la cosa che fa riflettere è quanto una persona
      si adagi su privilegi acquisiti senza realmente
      mettere in discussione se siano giusti oppure
      no.
      Townshend parla di moralità ed io mi chiedo
      quante volte si sia chiesto se è morale vivere di
      rendita su una canzone scritta 40 anni
      fa.

      Il copyright secondo me è giusto ma mi chiedo
      veramente quanto questi tizi lo farebbero durare.

      E non parlo certo di quanto pubblicamente
      pretendano... logico che se riescono a spuntare
      una copertura di 1000 anni siano tutti
      contenti.

      Quello che mi incuriosisce è quanto, secondo la
      loro intima e personalissima morale, sia
      realmente giusto
      avere.

      Di mio dico: diritti d'autore a scalare
      linearmente col tempo di ideazione dell'opera. In
      ogni caso azzerati dopo 1 anno per musica, film e
      videogiochi.sì certo, così basta aspettare un anno e avere tutto gratis legalmente. però certo un musicista potrebbe vivere di concerti...e chi fa videogiochi... deve fare i concerti pure lui per guadagnarsi da vivere?e chi fa film? cinema vuoti finche dura il diritto d'autore (un anno), poi grandi proiezioni gratuite nelle piazze, che si campa vendendo salamine agli spettatori... e chi ha lavorato al film o cambia lavoro o muore di fame.sei un genio.

      Via qualunque forma di tangente come equo
      compenso e similari.d'accordo
      Diritti pagati una tantum e basta
      indipendentemente dal supporto
      usato.eh no... più vendo più ci voglio guadagnare, scusa... una tantum di cosa?
      Solo con queste regole e con prezzi onesti per la
      distribuzione potrei tornare a
      pagare.sì dai, la creatività buttiamola alle ortiche, tanto... anche tremonti dice che non ti fai un panino con la cultura...
      • lui scrive:
        Re: Ipocrisia

        sì certo, così basta aspettare un anno e avere
        tutto gratis legalmente. però certo un musicista
        potrebbe vivere di
        concerti...
        e chi fa videogiochi... deve fare i concerti pure
        lui per guadagnarsi da
        vivere?
        e chi fa film? cinema vuoti finche dura il
        diritto d'autore (un anno), poi grandi proiezioni
        gratuite nelle piazze, che si campa vendendo
        salamine agli spettatori... e chi ha lavorato al
        film o cambia lavoro o muore di
        fame.
        sei un genio.Non sono un genio. Osservo quello che accade e dico semplicemente che quando esce un bel film c'è la fila fuori e la sala strapiena che manco si trova un posto. Tutti questi nn credo che aspetterebbero un anno.2Stesso discorso per videogiochi. Il bimbominkia aspetta con ansia Crisis2, lo paga 60 euro coi soldi di papà appena esce in negozio e zitto. Con tutto l'hype che oggi si crea quando viene prodotta un opera d'ingegno dopo un anno il 95 per cento degli incassi è già stato fatto. Il resto serve solo per mantenere una posizione di monopolio.E questa è solo la parte "pratica" del discorso.L'altra parte è che forse, se una cosa è ingiusta, mi potrebbe anche non XXXXXXX una mazza se qualcuno fa la fame. Nel senso che cerchiamo prima di stabilire cosa è giusto e cosa non lo sia. Poi vediamo il resto. Anche i maniscalchi fanno la fame ed i produttori di ghiaccio o chi girava per le città accendendo i lampioni ad olio... non credo che te ne freghi qualcosa.

        Via qualunque forma di tangente come equo

        compenso e similari.

        d'accordo



        Diritti pagati una tantum e basta

        indipendentemente dal supporto

        usato.

        eh no... più vendo più ci voglio guadagnare,
        scusa... una tantum di
        cosa?Una tantum nel senso che i discografici sostengono che non vendono il brano musicale ma il diritto di ascoltarlo. Allora se ho comprato questo diritto quando compro un CD devo potermi fare tranquillamente la conversione mp3 per ascoltarlo sul pc o dove cavolo mi pare a me. Non mi va di pagare 2 volte la stessa cosa.Stesso discorso per la musica dal vivo. Il cantante che viene a suonare alla festa ha già pagato la SIAE per le sue basi musicali. Viene a suonare alla mia festa e d io pago lui. Invece no. Ora occorre ripagare nuovamente la siae.

        Solo con queste regole e con prezzi onesti
        per
        la

        distribuzione potrei tornare a

        pagare.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Ipocrisia
          contenuto non disponibile
        • max scrive:
          Re: Ipocrisia
          - Scritto da: lui

          sì certo, così basta aspettare un anno e avere

          tutto gratis legalmente. però certo un musicista

          potrebbe vivere di

          concerti...

          e chi fa videogiochi... deve fare i concerti
          pure

          lui per guadagnarsi da

          vivere?

          e chi fa film? cinema vuoti finche dura il

          diritto d'autore (un anno), poi grandi
          proiezioni

          gratuite nelle piazze, che si campa vendendo

          salamine agli spettatori... e chi ha lavorato al

          film o cambia lavoro o muore di

          fame.

          sei un genio.

          Non sono un genio. Osservo quello che accade e
          dico semplicemente che quando esce un bel film
          c'è la fila fuori e la sala strapiena che manco
          si trova un posto. Tutti questi nn credo che
          aspetterebbero un
          anno.io credo che molti, se ci fosse la possibilità di vedere la stessa cosa gratis sul maxischermo, aspetterebbero un anno...è il principio che conta, questa volontà di svalutare il lavoro artistico-creativo.
          2Stesso discorso per videogiochi. Il bimbominkia
          aspetta con ansia Crisis2, lo paga 60 euro coi
          soldi di papà appena esce in negozio e zitto.vorrei proprio vedere se bastasse aspettare un anno per poter avere legalmente crysys gratis distribuito con "TV sorrisi e canzoni" se il papà li tira fuori i soldi... non li tira fuori Con
          tutto l'hype che oggi si crea quando viene
          prodotta un opera d'ingegno dopo un anno il 95
          per cento degli incassi è già stato fatto. Il
          resto serve solo per mantenere una posizione di
          monopolio.un anno è troppo poco per rendere valido il tuo discorso.10 anni sì, lo accetto.

          E questa è solo la parte "pratica" del discorso.
          L'altra parte è che forse, se una cosa è
          ingiusta, mi potrebbe anche non XXXXXXX una mazza
          se qualcuno fa la fame.quindi per te è ingiusto che chi produce musica, film, o libri, ci guadagni? ok mi sta bene, il tuo pensiero è che uno scrittore o un regista lo debba fare per forza nel dopolavoro...

          Nel senso che cerchiamo prima di stabilire cosa è
          giusto e cosa non lo sia. Poi vediamo il resto.

          Anche i maniscalchi fanno la fame ed i produttori
          di ghiaccio o chi girava per le città accendendo
          i lampioni ad olio... non credo che te ne freghi
          qualcosa.continuate a fare questo discorso. io parlo del diritto di chi crea una cosa, non del sistema distributivo e dei mezzi tenici di fruizione.il produttore di ghiaccio non sta all'artista, ma casomai al produttore di dischi di vinile o di grammofoni, o di proiettori super8. l'artista è l'ingegnere che una volta progettava sistemi per produrre il ghiaccio e oggi progetta frigoriferi.volete che gli artisti facciano la fine dei produttori di ghiaccio? se vi piace un mondo così prego, accomodatevi.



          Via qualunque forma di tangente come equo


          compenso e similari.



          d'accordo






          Diritti pagati una tantum e basta


          indipendentemente dal supporto


          usato.



          eh no... più vendo più ci voglio guadagnare,

          scusa... una tantum di

          cosa?

          Una tantum nel senso che i discografici
          sostengono che non vendono il brano musicale ma
          il diritto di ascoltarlo. Allora se ho comprato
          questo diritto quando compro un CD devo potermi
          fare tranquillamente la conversione mp3 per
          ascoltarlo sul pc o dove cavolo mi pare a me.su questo sono d'accordo.

          Non mi va di pagare 2 volte la stessa cosa.
          Stesso discorso per la musica dal vivo. Il
          cantante che viene a suonare alla festa ha già
          pagato la SIAE per le sue basi musicali. Viene a
          suonare alla mia festa e d io pago lui. Invece
          no. Ora occorre ripagare nuovamente la
          siae.anche su questo sono d'accordo. guarda io la SIAE la abolirei, ma non per questo abolisco il diritto d'autore. tu sai vero che per la SIAE io devo pagare anche per poter diffondere pubblicamente una cosa mia? la SIAE è solo mafia legalizzata, non c'entra nulla il diritto d'autore.
    • Guybrush scrive:
      Re: Ipocrisia
      - Scritto da: lui
      Non si può chiedere ad una persona di 66 anni di
      comprendere un cambiamento di questa portata. E'
      normale che si senta
      spaventato.[...]
      Di mio dico: diritti d'autore a scalare
      linearmente col tempo di ideazione dell'opera. In
      ogni caso azzerati dopo 1 anno per musica, film e
      videogiochi.

      Via qualunque forma di tangente come equo
      compenso e similari.

      Diritti pagati una tantum e basta
      indipendentemente dal supporto
      usato.
      Solo con queste regole e con prezzi onesti per la
      distribuzione potrei tornare a
      pagare.Ma guarda... a me sta bene che, pure per una canzone, se c'è gente disposta ad ascoltarla, è giusto che paghi se così hai deciso che venga fruita la tua opera.Quello che trovo profondamente SBAGLIATO è che l'opera renda più denaro agli eredi dell'ultimo avente diritto, che al creativo stesso.Sul pagare o non pagare il problema non si pone: se l'autore vuol essere pagato, lo paghi e paghi quel che chiede l'autore, non un centesimo di più, non uno di meno e rispettando tutte le condizioni poste.Se non ti piacciono: bene, NON FRUIRE e dimenticati di quell'autore.Il pianeta pullula di gente che vuol essere ascoltata, anche gratis (la maggior parte), ma si cerca di tenergli la bocca tappata.GT
  • gnammolo scrive:
    ma guadagnarsi da vivere suonando live?
    come da titolo... ecco chi sono i veri parassiti, non chi scarica...
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
      - Scritto da: gnammolo
      come da titolo... ecco chi sono i veri parassiti,
      non chi
      scarica...Quanta ignoranza. Da sempre quando vengono redatte le classifiche delle migliori band dal vivo di sempre i The Who compaiono sempre in cima.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: gnammolo

        come da titolo... ecco chi sono i veri
        parassiti,

        non chi

        scarica...

        Quanta ignoranza. Da sempre quando vengono
        redatte le classifiche delle migliori band dal
        vivo di sempre i The Who compaiono sempre in
        cima.*togliete qualche sempre di troppo (anonimo)
      • aphex twin scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        Quanta ignoranza. Da sempre quando vengono
        redatte le classifiche delle migliori band dal
        vivo di sempre i The Who compaiono sempre in
        cima.Ma i The Who fanno ancora OGGI concerti live oppure questa classifica di basa sui "migliori live di sempre" ?Io non so, magari han fatto le migliori performance live 30 anni fa e stare lí in classifica da , appunto , 30 anni.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
          - Scritto da: aphex twin
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          Quanta ignoranza. Da sempre quando vengono

          redatte le classifiche delle migliori band
          dal

          vivo di sempre i The Who compaiono sempre in

          cima.

          Ma i The Who fanno ancora OGGI concerti live
          oppure questa classifica di basa sui "migliori
          live di sempre"
          ?

          Io non so, magari han fatto le migliori
          performance live 30 anni fa e stare lí in
          classifica da , appunto , 30
          anni.Quest'anno non so, ma sino a qualche anno fa suonavano ancora. Quello di cui si legge qui su punto informatico ha problemi di sordità quindi non so se ne può fare ancora.
          • panda rossa scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Quello di cui si legge qui su
            punto informatico ha problemi di sordità quindi
            non so se ne può fare
            ancora.Un noto compositore, che da decenni sta in vetta alle hit, e ci restera' probabilmente per i secoli a venire, da sordo compose il suo capolavoro.Quindi non e' una scusante.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Quello di cui si legge qui su

            punto informatico ha problemi di sordità
            quindi

            non so se ne può fare

            ancora.

            Un noto compositore, che da decenni sta in vetta
            alle hit, e ci restera' probabilmente per i
            secoli a venire, da sordo compose il suo
            capolavoro.

            Quindi non e' una scusante.C'è differenza tra comporre e suonare a un concerto rock dal vivo.
          • Ozymandias scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            Quello di cui si legge qui su


            punto informatico ha problemi di sordità

            quindi


            non so se ne può fare


            ancora.



            Un noto compositore, che da decenni sta in
            vetta

            alle hit, e ci restera' probabilmente per i

            secoli a venire, da sordo compose il suo

            capolavoro.



            Quindi non e' una scusante.

            C'è differenza tra comporre e suonare a un
            concerto rock dal vivo.Giusto, allora SUONINO così vengono pagati. Non è che un elettricista continui a prendere soldi per un impianto fatto dieci anni fa.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: Ozymandias
            Giusto, allora SUONINO così vengono pagati. Non è
            che un elettricista continui a prendere soldi per
            un impianto fatto dieci anni
            fa.Ma hai capito che è un chitarrista diventato sordo o no? E che questi suonano dagli anni '60 e sono considerate una delle migliori band dal vivo?
          • krane scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Ozymandias

            Giusto, allora SUONINO così vengono pagati.
            Non
            è

            che un elettricista continui a prendere
            soldi
            per

            un impianto fatto dieci anni

            fa.

            Ma hai capito che è un chitarrista diventato
            sordo o no? E che questi suonano dagli anni '60 e
            sono considerate una delle migliori band dal
            vivo?Dici sordo come Beethoven ? E quindi ?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: Ozymandias


            Giusto, allora SUONINO così vengono
            pagati.

            Non

            è


            che un elettricista continui a prendere

            soldi

            per


            un impianto fatto dieci anni


            fa.



            Ma hai capito che è un chitarrista diventato

            sordo o no? E che questi suonano dagli anni
            '60
            e

            sono considerate una delle migliori band dal

            vivo?

            Dici sordo come Beethoven ? E quindi ?Beethoven faceva concerti allo stadio con una chitarra elettrica? :oNon si smette mai di imparare ;)
          • MeX scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            e quindi suonava il violino o scriveva su un pezzo di carta?
          • krane scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: MeX
            e quindi suonava il violino o scriveva su un
            pezzo di carta?Ma non eri tu quello che ne sapeva di musica ?Informati: http://it.wikipedia.org/wiki/Ludwig_van_Beethoven
          • MeX scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            http://it.wikipedia.org/wiki/Ludwig_van_Beethoven#La_scoperta_della_sordit.C3.A0Consapevole che quest'infermità avrebbe definitivamente distrutto la sua carriera di pianista, dopo aver meditato per qualche momento il suicidio, si dedicò anima e corpo alla composizione.
          • krane scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: MeX
            http://it.wikipedia.org/wiki/Ludwig_van_Beethoven#
            Consapevole che quest'infermità avrebbe
            definitivamente distrutto la sua carriera di
            pianista, dopo aver meditato per qualche momento
            il suicidio, si dedicò anima e corpo alla
            composizione.Benissimo, se l'ha fatto lui...
          • tucumcari scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: MeX
            http://it.wikipedia.org/wiki/Ludwig_van_Beethoven#

            Consapevole che quest'infermità avrebbe
            definitivamente distrutto la sua carriera di
            pianista, dopo aver meditato per qualche momento
            il suicidio, si dedicò anima e corpo alla
            composizione.Urka!Senza la sony senza etichette e senza iTunes?Come è possibile?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?

            Ma hai capito che è un chitarrista diventato
            sordo o no?Ci sono le pensioni di invalidità per questo.
            E che questi suonano dagli anni '60 e
            sono considerate una delle migliori band dal
            vivo?E che importanza ha?
          • max scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?


            Giusto, allora SUONINO così vengono pagati. Non è
            che un elettricista continui a prendere soldi per
            un impianto fatto dieci anni
            fa.dipende. se inventa un nuovo tipo di presa e la brevetta, può darsi di sì.
          • krane scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: max

            Giusto, allora SUONINO così vengono pagati.

            Non è che un elettricista continui a

            prendere soldi per un impianto fatto dieci

            anni fa.
            dipende. se inventa un nuovo tipo di presa e la
            brevetta, può darsi di sì.I chitarristi che sono in grado di inventare nuovi giri di chitarra non muoiono certo poveri...
        • sbrotfl scrive:
          Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
          - Scritto da: aphex twin
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          Quanta ignoranza. Da <b
          sempre </b
          quando vengono

          redatte le classifiche delle migliori band
          dal

          vivo di sempre i The Who compaiono <b
          sempre </b
          in

          cima.

          Ma i The Who fanno ancora OGGI concerti live
          oppure questa classifica di basa sui "migliori
          live di sempre"
          ?Non sono bastati 2 "sempre" per farti capire che è la classifica dei "migliori live di <b
          sempre </b
          "? :D
          • aphex twin scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            Si sa che i The Who sono dei " <b
            sempre </b
            verdi" :D
          • sbrotfl scrive:
            Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
            - Scritto da: aphex twin
            Si sa che i The Who sono dei " <b
            sempre
            </b
            verdi"
            :DComunque pardon... i semore erano addirittura 3... e ovviamente non ho notato quello più significativo...
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Quanta ignoranza. Da sempre quando vengono

            redatte le classifiche delle migliori band
            dal

            vivo di <b
            sempre </b
            i The Who compaiono sempre in

            cima.
            :$
        • Deus Ex scrive:
          Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
          - Scritto da: aphex twin
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          Quanta ignoranza. Da sempre quando vengono

          redatte le classifiche delle migliori band
          dal

          vivo di sempre i The Who compaiono sempre in

          cima.

          Ma i The Who fanno ancora OGGI concerti live
          oppure questa classifica di basa sui "migliori
          live di sempre"
          ?

          Io non so, magari han fatto le migliori
          performance live 30 anni fa e stare lí in
          classifica da , appunto , 30
          anni.Ovviamente le performance live migliori sono quelle vecchie, del resto i membri originali superstiti hanno la loro bella età...comunque suonano ancora dal vivo, magari non tanto quanto un tempo, ma non faticano a riempire palazzetti e stadi...Una delle migliori performance che io abbia visto è quella di Woodstock, dove salirono sul palco alle 2 di notte davanti ad una folla sterminata. Ovviamente io non c'ero a Woodstock, ma ho il dvd :P
      • gnammolo scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
        ripeto quello che ho scritto sotto: avrà pure fatto la storia della musica, non discuto, ma non per questo voglio condivido la sua idea di lucrare su brani incisi 30 o 40 anni fa e che invece dovrebbero essere di libera fruizione per tutti
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
        E allora di che si lamentano?
    • Urrrr scrive:
      Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
      Se stai parlando dei the Who fasti meglio a nasconderti.... Ignorante...- Scritto da: gnammolo
      come da titolo... ecco chi sono i veri parassiti,
      non chi
      scarica...
      • gnammolo scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
        avrà fatto la storia della musica ma sono contrario a chi vuole lucrare di rendita su brani di 30/40 anni fa.
    • xxx scrive:
      Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
      e tutti i piccoli artisti? per arrivare a guadagnare con i concerti devi aver già fatto i soldi prima... senza diritti come ci arrivi?
      • gnammolo scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
        Se il brano è a pagamento ci pensi su 2 volte prima di comprare, con la grande probabilità di non acquistare ne il quello ne il biglietto per il concerto.Se il brano invece è gratis lo scarichi e l'ascolti, ti piace? vai ad ascoltare il gruppo live appena sono nelle tue vicinanze. Ragionamento molto semplice e meritocratico (dal quale sono esclusi i gruppi/solisti commerciali, lì funziona in maniera ancora abbastanza tradizionale ma se XXXXXXX, lady Gaga o Vasco finiscono sul lastrico non la sento come una grave mancanza, mi spiace per le persone ma non per il mondo della musica).
      • Sgabbio scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • iupiter scrive:
      Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
      ma guadagnarsi da vivere senza XXXXXXX il lavoro degli altri...che soggetto...fallito. Sapete solo fare i porci..e a volte vostri comodi....e sparate sentenze...feccia
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?

        ma guadagnarsi da vivere senza XXXXXXX il lavoro
        degli altri...Nessuno frega il lavoro; semplicemente, è un lavoro che non serve più.
    • 1977 scrive:
      Re: ma guadagnarsi da vivere suonando live?
      - Scritto da: gnammolo
      come da titolo... ecco chi sono i veri parassiti,
      non chi
      scarica...quoto quotissimo. i cd (anzi il download digitale) sono destinati a diventare materiale promozionale.. per i concerti.solo chi varrà sopravviverà, ci sarà vera selezione natuale, si torna alle roady anny '60. capisco che l'industria faccia strenua resistenza, ma non c'è altro nel futuro prossimo venturo.evviva.
  • ruppolo scrive:
    "cosa sia rimasto della moralità umana"?
    Cocci.
    • Sgabbio scrive:
      Re: "cosa sia rimasto della moralità umana"?
      Sei l'ultimo a parlare e nel fare la morale.
      • ruppolo scrive:
        Re: "cosa sia rimasto della moralità umana"?
        - Scritto da: Sgabbio
        Sei l'ultimo a parlare e nel fare la morale.Veramente sono il primo.
        • Sgabbio scrive:
          Re: "cosa sia rimasto della moralità umana"?
          No sei l'ultimo visto che hai una moralità malata, contro le persone.
        • Sgabbio scrive:
          Re: "cosa sia rimasto della moralità umana"?
          No sei l'ultimo visto che hai una moralità malata, contro le persone.
        • gnammolo scrive:
          Re: "cosa sia rimasto della moralità umana"?
          quello che da del barbone perché uno non puo permettersi l'iphone perché magari a 2 figli e un mutuo da mantenere? Se questa è moralità....
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: "cosa sia rimasto della moralità umana"?
      Moralità deriva dal latino <i
      mos, moris </i
      che significa consuetudine. E le consuetudini cambiano con il tempo.Una moralità non più attuale altro non è che immoralità.
      • panda rossa scrive:
        Re: "cosa sia rimasto della moralità umana"?
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Moralità deriva dal latino <i
        mos, moris
        </i
        che significa consuetudine. E le
        consuetudini cambiano con il
        tempo.

        Una moralità non più attuale altro non è che
        immoralità.Infatti e' altamente immorale che ci sia gente che possa godere di una rendita praticamente vitalizia (70 anni) per qualcosa fatto da un proprio antenato.Abbiamo smesso di riconoscere diritti feudali e monarchie ereditarie, per far rientrare costoro dalla finestra.
  • Risposta alla notizia scrive:
    "Soltanto"?
    La distribuzione è il pagamento delle royalties sono due aspetti su cui le case discografiche hanno SEMPRE fatto i loro porci interessi, certo non quello delle band.Quanto alla spinta verso la creatività, di nuovo dev'esserre qualcosa che scaturisce ad chi scrive musica, non dal contributo dei colletti bianchi, che poi da cinquant'anni a questa parte di solito è sinonimo di "questo è poco radiofonico, fallo più radiofonico" e "qui ci mettiamo una ballata acustica" - sotto ricatto di "rivedere" il budget per la promozione e la distribuzione.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: "Soltanto"?
      - Scritto da: Risposta alla notizia
      La distribuzione è il pagamento delle royalties
      sono due aspetti su cui le case discografiche
      hanno SEMPRE fatto i loro porci interessi, certo
      non quello delle
      band.
      Lo saprà meglio lui di te cosa preferiva.
      • Risposta alla notizia scrive:
        Re: "Soltanto"?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Risposta alla notizia

        La distribuzione è il pagamento delle
        royalties

        sono due aspetti su cui le case discografiche

        hanno SEMPRE fatto i loro porci interessi,
        certo

        non quello delle

        band.



        Lo saprà meglio lui di te cosa preferiva.E devo essere per forza d'accordo?No.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: "Soltanto"?
        contenuto non disponibile
        • ruppolo scrive:
          Re: "Soltanto"?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          E' del tutto irrilevante cosa preferisse lui, e
          non ci
          interessa.
          Lo scenario è cambiato, chi non si adatta può
          anche continuare a
          piangere.Anche a me non interessa cosa ne pensano i ladri delle guardie.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: "Soltanto"?
            contenuto non disponibile
          • Risposta alla notizia scrive:
            Re: "Soltanto"?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: unaDuraLezione

            E' del tutto irrilevante cosa preferisse
            lui,
            e

            non ci

            interessa.

            Lo scenario è cambiato, chi non si adatta può

            anche continuare a

            piangere.

            Anche a me non interessa cosa ne pensano i ladri
            delle
            guardie.http://aforismi.meglio.it/aforisma.htm?id=2169
          • bubba scrive:
            Re: "Soltanto"?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: unaDuraLezione

            E' del tutto irrilevante cosa preferisse
            lui,
            e

            non ci

            interessa.

            Lo scenario è cambiato, chi non si adatta può

            anche continuare a

            piangere.

            Anche a me non interessa cosa ne pensano i ladri
            delle
            guardie.vero. pero' P.I. ha riportato un articolo dove uno di questi si e' fatto intervistare... che dobbiamo fare? vietagli di parlare...? lasciamo che questi antichi ladri di royalties parlino, che ci pensiamo cmq noi a far da guardia a un (C) + giusto..
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: "Soltanto"?

        Lo saprà meglio lui di te cosa preferiva.Certo.... probabilmente preferiva una rendita fissa il più alta possibile. Ma non vuol dire che ne abbia diritto.
    • Deus Ex scrive:
      Re: "Soltanto"?
      Però è anche vero che la casa discografica si occupava anche della produzione, della promozione e via dicendo. Oggi la promozione è limitata a quei gruppuscoli dal sucXXXXX sicuro, vuoi perchè sono amici di Maria, vuoi perchè sono così "facili" da poter piacere praticamente a tutti quelli che non capiscono un cavolo di musica (che ovviamente è una maggioranza ampia".
      • krane scrive:
        Re: "Soltanto"?
        - Scritto da: Deus Ex
        Però è anche vero che la casa discografica si
        occupava anche della produzione, della promozione
        e via dicendo. Oggi la promozione è limitata a
        quei gruppuscoli dal sucXXXXX sicuro, vuoi perchè
        sono amici di Maria, vuoi perchè sono così
        "facili" da poter piacere praticamente a tutti
        quelli che non capiscono un cavolo di musica (che
        ovviamente è una maggioranza ampia".E' anche vero che la promozione era fatta attraverso media che stanno diventanto sempre meno usati ed obsoleti.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: "Soltanto"?
        La promozione non serve più: pensa a come veniva fatta: trasmettendo (per radio, o in tv) il brano, o parte del brano. Adesso, lo stesso sistema (vale a dire internet) viene usato per trasmettere sia l'anteprima, sia il file completo; e allora, tanto vale prendere subito il file completo, e lasciar perdere l'anteprima.
Chiudi i commenti