UE: abbasso le tariffe di terminazione

Il commissario europeo Viviane Reding punta l'indice verso l'Authority TLC italiana, definendo deludente l'approccio mantenuto verso il mercato italiano

Roma – Non molla l’osso, la Commissione Europea, sulla questione delle tariffe di terminazione applicate nel mercato TLC italiano. Viviane Reding, commissario europeo per la società delle informazione e i media, non fa sconti agli operatori del Belpaese e tantomeno all’ Authority delle Comunicazioni :

“Sono ancora molto, troppo elevate e non sono in linea con le buone pratiche europee” ha dichiarato con molta franchezza il commissario, riferendosi alle tariffe di terminazione fissate dai gestori di telefonia fissa e mobile. I tagli definiti dall’Autorità italiana – che ha stabilito entro il 2011 una riduzione pari a circa il 35% – non rappresentano, secondo Reding, una misura sufficiente: “Le misure prese da Agcom non sono in linea con quanto accade in Europa, soprattutto se si considera che in Italia si registra un tasso di penetrazione sul fronte della telefonia mobile del 148%. Ciò significa un telefonino e mezzo a persona”.

L’approccio assunto dal regolatore italiano sulle tariffe di terminazione mobile è deludente, secondo il Commissario, soprattutto in virtù del fatto che l’Autorità presieduta da Corrado Calabrò, lo scorso anno, ha esercitato la presidenza di turno del Gruppo dei regolatori europei. Oggi, ha dichiarato Reding, l’Authority cerca “di mettere davanti al fatto compiuto la Commissione, attraverso un approccio meno ambizioso, che protegge gli interessi dei propri operatori mobili nazionali a danno della concorrenza in Europa, ma soprattutto dei consumatori italiani. Già oggi – sottolinea il commissario – le tariffe di terminazione mobile in Italia sono fra le più alte d’Europa, e la situazione resterà invariata con queste proposte”…

“Nel Trattato comunitario c’è un principio importante – ha ricordato la Reding – che si applica a tutte le istituzioni europee e a tutte le autorità nazionali: il dovere di cooperazione leale. Io sono sempre pronta a cooperare lealmente con le Autorità nazionali, ma mi attendo anche che queste ultime facciano lo stesso con me, specialmente quando hanno una chiara conoscenza dei piani della Commissione. Mi aspetto perciò dall’Agcom che cambi il suo approccio e che modifichi il proprio percorso di riduzione delle tariffe in linea con le metodologie di formazione dei costi e con il timing raccomandato dalla Commissione”.

Dal canto suo, l’Authority TLC cerca di difendersi, definendo “consistente” il taglio delle tariffe di terminazione già definito: “Le raccomandazioni UE non ci hanno del tutto convinto”, ha dichiarato al Corriere delle Comunicazioni Stefano Mannoni, commissario Agcom, che ha aggiunto: “Siamo convinti che una riduzione drastica delle terminazioni, che viene calcolata all’ingrosso, non si sarebbe necessariamente ribaltata su una corrispondente riduzione di quelle al dettaglio”.

Il taglio delle tariffe, più che consistente è stato definito addirittura “spropositato” da Vincenzo Novari, amministratore delegato di 3 Italia , l’operatore che ha sempre beneficiato di tariffe più elevate in quanto matricola del mercato, a cui Mannoni ha risposto: “Non è corretto prendersela con il regolatore se il mercato riserva delusioni rispetto alle aspettative. Le regole c’entrano poco con il rischio di impresa”. Mannoni ha inoltre risposto alla richiesta di Fastweb, che auspicherebbe l’unificazione delle tariffe di terminazione fissa e mobile:”Sono mercati tradizionalmente diversi. Oggi è impensabile parificarli, domani vedremo”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • alessandro scrive:
    alice casa una bufala
    personalmente creod che alice casa sia una bella bufala un servizio voip a tale prezzo i concorrenti offrono servizi migliori ad inziare da vodafone che offore los stesso identico servizio a prezzi inferiori e con i cellulari compresi nel prezzi
    • fulcrum scrive:
      Re: alice casa una bufala
      E' ovvio che il prezzo sia meno allettante... Se TI "ammazzasse" il mercato con un'offerta "killer" come farebbe a crescere la concorrenza, in Italia? Faremmo tutti bene a ricordare che il primo obbiettivo dell'Authority è far crescere la concorrenza, non il risparmio per il cliente finale.Cordiali SalutiFulcrum
      • alessandro scrive:
        Re: alice casa una bufala
        ma come mai difendi cosi la telecomcmq in itlaia la teleocm e' monopolista e offre servizi scadenti personalmente io uso vodafone e devo dire che e' ottimo come servizio anche l'adsl
        • fulcrum scrive:
          Re: alice casa una bufala
          Perchè cerco di essere obiettivo, piuttosto che inutilmente prevenuto.In Italia TI è l'EX monopolista.E' da dieci anni che il mercato delle telecomunicazioni è "aperto" alla concorrenza.E, personalmente, non ho mai avuto problemi di servizi "scadenti". Contrariamente a quanto capitatomi nel mobile con il customer care di H3G, per fare nomi e cognomi, che è pessimo.Cordiali SalutiFulcrum
          • alessandro scrive:
            Re: alice casa una bufala
            i sondaggi doxa eurisco tanto per fare nomi mettonono al primo posto vodafone e all'ultimo telecom per il customercare tanto per fare nomi
          • fulcrum scrive:
            Re: alice casa una bufala
            Può darsi (un link?).Poi bisognerebbe vedere un attimino come sono strutturati, tali sondaggi. La natura delle domande è spesso più determinante della realtà, per quello che concerne i risultati... ;-)Lo dico per esperienza... ;-)Cordiali SalutiFulcrum
          • alessandro scrive:
            Re: alice casa una bufala
            senti se volgiamo vedere la realta' questa e' che bisogna direnon possiamo mettere in discussione aziende sondaggistiche tipo doxa,eurisco
          • fulcrum scrive:
            Re: alice casa una bufala
            La "realtà" è che i sondaggi tutto sono, tranne che la realtà medesima.E questo in assoluto.Per il resto possiamo discuterne, se mi indichi un link ai dati completi del sondaggio.Cordiali SalutiFulcrum
        • Uby scrive:
          Re: alice casa una bufala
          - Scritto da: alessandro
          cmq in itlaia la teleocm e' monopolista e offre
          servizi scadenti personalmente io uso vodafone e
          devo dire che e' ottimo come servizio anche
          l'adslTelecom è l'ex monopolista.Il problema vero è che telecom gestisce la rete fisica che porta la connettività fino a casa.
    • Conciliatore scrive:
      Re: alice casa una bufala
      Alessandro, alicecasa non è una bufala, ma un offerta finalmente un pò competitivaVodafone costa meno, è vero, ma solo 36 eu all'anno in meno nell'offerta corrispondente, ed in più le chiamate gratuite nazionale hanno una limitazione a 3000 minuti mese (che comunque bastano ed avanzano per tutti, sia chiaro, ma è pur sempre una limitazione)giusto per specificarei: i cellulari gratuiti sono solo vodafone, solo per un anno, e solo 1000 minuti mese.E' comunque, in ITALIA E SOLO IN ITALIA, nel complesso una buona offerta anche quella di Vodafone ma non così esageratamente migliore rispetto alla nuova di Telecom, premia (ma solo per un anno) coloro che hanno una spesa per chiamate a cellulari alta e che chiamano principalmente numeri vodafone
  • Paolo Pizzimenti scrive:
    Affidabilità Alice
    Bello l'articolo, ammiccante la martellante pubblicità,ma visto i trascorsi di Telecom ed Alice, credo che gli utenti Alice Telecom in passato hanno grandi e grandissimi problemi di connessione, linea e servizio, siano un pò scettici a questa nuova "esuberante" proposta.Speriamo che col tempo sia Telecom che Alice abbiamo migliorato il loro rapporto con la clientela per recuperare "la faccia" ed ovviamente i servizi da loro offerti. Per disperazione anni fa sono passato da Alice a Fastweb e credetemi mai un giorno senza segnale, certo fastweb non è la più economica sul mercato, ma se non altro è affidabile e sicura, sopratutto per chi usa la rete per lavoro e non per giocoCordialimente Paolo
    • fulcrum scrive:
      Re: Affidabilità Alice
      Personalmente, in 5 anni di abbonamento Alice (ed ultimamente in Alice Casa), mai avuto un problema di connettività.Sarò fortunato io?;-)Cordiali SalutiFulcrum
    • max scrive:
      Re: Affidabilità Alice
      anche io cliente Alice 7mega e finora mi ritengo molto soddisfatto. Per dirla semplice:- non sempre, ma spesso va davvero a "7 mega".Ciao(cylon)
    • tonyno scrive:
      Re: Affidabilità Alice
      anche io uso l'adsl di Telecom da quando non esisteva ancora Alice. mai un problema e velocità come previsto. E, in caso di problemi, assistenza e risoluzione del problema in tempi brevissimi con intervento tecnico a domicilio in pochissimo tempo. p.s. sto in un paesino in provincia di CE e non in una grande metropoli
    • Conciliatore scrive:
      Re: Affidabilità Alice
      per rispondere un pò a tutti:Telecom, Vodafone e Fastweb sono società che mediamente danno meno problemi delle altre (Wind, Tiscali, Tele2)L'offerta Telecom è in linea con tutte le altre del genere (tenendo conto che per legge non può fare offerte pari o inferiori a quelle degli OLO) Senza fare classifiche le differenze tariffarie danno un risparmio massimo (Si faccia la differenza tra il canone più caro e quello meno a parità di servizio, canone, adsl e telefonate locali ed interurbane incluse senza scatto, e lo si moltiplichi per 12) di 32,2 euro l'annoMorale: ognuno scelga la compagnia più simpatica che gli dà più affidamento, cambia poco, in termini economici tra una e l'altra (si faccia salvo fastweb che è fuori mercato a prezzo pieno ma rilasci canoni mensili promozionali per 6 mesi)---www.consumatoricremona.itconsumatoricremona.blogspot.comwww.conciliatel.it
Chiudi i commenti