Ufficiale, YouTube compra Next New Networks

La piattaforma conferma l'acquisizione della startup impegnata nella produzione di video per il Web. Per contenuti professionali e per fronteggiare la concorrenza sempre più agguerrita

Roma – Erano in trattativa e ora arriva la conferma ufficiale: YouTube ha acquistato la startup di produzioni video Next New Networks . La startup, nata a New York nel 2007, è riuscita a costruire una solida base per lo sviluppo di un’audience legata alla visione di video web originali, riuscendo ad attrarre oltre due miliardi di utenti e sei milioni di sottoscrizioni tra i propri partner.

Anche se i dettagli dell’accordo rimangono riservati, il motivo di un tale investimento appare chiaro: nel bel mezzo di una competizione con grandi piattaforme, quali Hulu e Netflix, il Tubo sta cercando di accaparrarsi la piazza di miglior produttore di contenuti originali e professionali, siglando la propria autorità all’interno della Rete.

Citando le dichiarazioni di alcuni personaggi addentro la faccenda, il Wall Street Journal sostiene che Google sborserà decine di milioni di dollari per tenersi stretto i neo-arrivati a Mountain View. Il New York Times parla di un’operazione da non meno di 50 milioni di dollari, secondo quanto dichiarato da due persone coinvolte nell’affare.

Con l’acquisizione di Next New Networks , YouTube si prepara a compiere un salto dai contenuti amatoriali e di breve durata alla produzione di video professionali , inclusi i film online. Nonostante si possa pensare che un’operazione del genere sia dettata dalla volontà di creare un proprio spazio di programmazione, Mountain View rimane cauta su questo punto: “Dentro YouTube, Next New Networks sarà un laboratorio di sperimentazione e innovazione che insieme al team working gestirà un’ampia varietà di contenuti provenienti dai nostri partner e farà emergere i nuovi talenti” afferma Tom Pickett, direttore delle operazioni sui contenuti per il Tubo.

Secondo gli osservatori, rafforzare la programmazione originale rappresenta un’operazione decisiva nell’ambito della competizione con altri servizi come Hulu, iTunes e Netflix. Per quanto concerne strettamente Google, è forte l’esigenza di acquisire video più lunghi al fine di rendere popolare il servizio Google TV. “C’è ancora molto da fare per YouTube oltre l’esperienza di un singolo video” continua Pickett: “Noi vogliamo pensare a un serie di video ed esperienze programmate. È questa la direzione nella quale ci stiamo muovendo e pensiamo che questo team ci aiuterà a raggiungere l’obiettivo”.

Secondo James L. McQuivey, analista di Forrester Research , i video-creatori presenti su YouTube stanno facendo grandi cose e guadagnando tanto denaro, ma manca un’aggregazione significativa di tutti i produttori. “Fin quando YouTube rimarrà qualcosa di cui fruire tra una telefonata e l’altra al lavoro, non cambierà il modo con il quale l’azienda raffigura la propria relazione con lo spettatore” conclude McQuivey.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pino scrive:
    Skype inattivo=106 Mb di RAM
    Skyfe è un bloatware: sulla mia macchina occupa 80+26 Mb di RAM, mentre non lo sto utilizzando. Mi sembra un'esagerazione, per un programma del genere.Non aggiungo altro.
  • Pino scrive:
    Skype inattivo=106 Mb di RAM
    Skyfe è un bloatware: sulla mia macchina occupa 80+26 Mb di RAM, mentre non lo sto utilizzando. Mi sembra un'esagerazione, per un programma del genere.Non aggiungo altro.
    • iii scrive:
      Re: Skype inattivo=106 Mb di RAM
      Skype utilizza le risorse inutilizzate del tuo computer e la banda non utilizzata della tua connessione per svolgere la funzione di nodo (o di supernodo, se ha abbastanza capacità computazionale e banda a disposizione). Sfrutta il principio del p2p, i client sono anche server
  • Funz scrive:
    uff...
    E' una vita che non cracco più un programma, vuoi vedere che mi toccherà ricominciare con scaip? :(Perché all'opzionalità ci credo poco...
    • ciccio pasticcio scrive:
      Re: uff...
      Mah, basterà fare un downgrade. Io son già tornato alla 4, vista la pessima interfaccia della 5. Sui loro forum ci sono persone tornate indietro persino alla 3.8.Alla fin fine di quali mirabolanti features introdotte di recente ha bisogno l'utente medio?
      • iii scrive:
        Re: uff...
        Dannazione, proprio ieri Skype mi ha notificato un aggiornamento e l'ho accettato al volo! Ora mi toccherà sorbirmi la pubblicità :(Se siamo fortunati sarà come la pubblicità di msn, eliminabile molto facilmente con una riga nel file host
        • ANdrea scrive:
          Re: uff...
          Bhe sinceramente non capisco il problema.Parli di craccare un programma perchè ti da pubblicità? Non sarebbe meglio non utilizzare quel programma.Non voglio fare il moralista ma ci si lamenta quando alcuni programmi, opzionali, cercano di fare qualche soldino cercando di farti rimanere free lo stesso. Sarebbe lo stesso di rubare una mela perchè ha un costo.... Adesso evitando tutti i casi personali, secondo questa ottica, che poi è molto diffusa, un programmatore dovrebbe vivere di aria.Esistono alternative Open a skype, come a quasi tutti i programmi. Se non ti stanno bene le nuove direttive di Skype perchè non cambiare?
          • iii scrive:
            Re: uff...
            Le alternative a Skype che ho trovato finora non mi permettono di fare chiamate ad utenti Skype: ho trovato software che mi consente di usare il "protocollo Skype" per la chat ma non per le chiamate e conosco programmi VoIP ma che non si connettono alla rete di Skype ma usano SIP, se conosci un valido sostituto puoi suggerirmelo?Per MSN uso un software alternativo, ma so che si può bloccare la pubblicità sul client ufficiale come ho scritto ne precedente post.Tornando a Skype: dipende da come implementano questa cosa della pubblicità: se non è fastidiosa la posso tenere (moralmente inattaccabile :D ) ma se mi da fastidio cerco di toglierla.Per intenderci, facendo un parallelo con i siti web: io non uso ADBlock plus, non è corretto, però una delle prime cose che ho impostato su Opera è stato bloccare intellitxt perchè lo trovo fastidioso, eccessivamente invadente.
          • Ghostdog scrive:
            Re: uff...
            usa un protocollo open e suggerisci agli altri di fare altrettanto
          • ANdrea scrive:
            Re: uff...
            Hai scritto bene, e probabilmente mi sono espresso male. Attualmente solo il programma Skype utilizza il protocollo Skype ( che da quanto so è proprietario ), quindi l'alternativa sarebbe quello di utilizzare un altro programma per voip, proprietario o open-source che soddisfi le tue esigenze.Ovviamente la cosa più difficile sarà convincere gli amici a passare......
        • Sgabbio scrive:
          Re: uff...
          Ci sarà SKYpe lite, ci scommettente ?
Chiudi i commenti