Contact tracking: in UK ora più simile a Immuni

Il ritorno di NHS COVID-19, l'applicazione del Regno Unito per il contact tracing, questa volta basata sulla piattaforma di Google e Apple.
Il ritorno di NHS COVID-19, l'applicazione del Regno Unito per il contact tracing, questa volta basata sulla piattaforma di Google e Apple.
Guarda 19 foto Guarda 19 foto

Il nome è rimasto lo stesso, NHS COVID-19, ma la sostanza è cambiata. Debutta in questi giorni la nuova applicazione del Regno Unito per il contact tracing. Realizzata sulla base dello stesso approccio decentralizzato della nostra Immuni è in fase di distribuzione nelle sue release per dispositivi Android e iOS, ma non ancora in tutto il territorio.

NHS COVID-19: contact tracing, il Regno Unito ci riprova

Cestinata dunque la prima incarnazione del software il National Health Service ha deciso di passare alla tecnologia fornita da Google e Apple che toglie di mezzo qualsiasi potenziale rischio legato alla privacy. Ancora una volta come a maggio sarà l’Isola di Wight a ospitare la fase di test, affiancata però a questo giro da un’altra area (non precisata) e da un gruppo di volontari.

Anche nel caso del Regno Unito sarà essenziale informare i cittadini e convincerli al download così che si possa arrivare a una diffusione sufficientemente capillare per rendere efficace la rete di contact tracing.

Prospettiva tutt’altro che scontata se si considerano i ritmi fin troppo blandi fin qui registrati in altri paesi, Italia compresa, dove a fine luglio Immuni era stata scaricata e installata da 4,5 milioni di persone: troppo poco per gli obiettivi che si intende raggiungere.

Fonte: NHS
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti