UK, la TV satellitare oscura SkyDrive

Vittoria in aula per i legali di BSkyB: il termine SkyDrive risulta in violazione di trademark. In pochi associano il cloud alle nuvole telematiche. Microsoft rischia un bando europeo per il suo servizio di cloud storage

Roma – Alla High Court di Londra, i legali di Microsoft battuti dall’impero satellitare BSkyB sul marchio del cloud storage. Lanciato nell’agosto 2007, il servizio di archiviazione online SkyDrive avrebbe indebitamente sfruttato un termine controllato dal broadcaster britannico , dunque in violazione dei diritti di proprietà intellettuale legati al trademark.

Nella decisione del giudice Sarah Asplin, l’azienda di Redmond dovrà modificare il nome del suo servizio di cloud storage sul mercato d’Albione, potenzialmente esposta ad un bando comunitario che vieterebbe la commercializzazione della stessa piattaforma tra i 28 paesi membri dell’Unione Europea. Una ipotesi da brividi per il gigante statunitense, a pochi giorni dall’integrazione di SkyDrive nella nuova versione Blue del sistema operativo Windows 8.

Fallito, dunque, il tentativo da parte di BigM di dimostrare alla corte londinese che il termine sky – cielo, in italiano – porti con sé una una specifica connotazione nell’ambito dei servizi sulla nuvola del cloud computing. In altre parole, non ci sarebbe nessun rischio di confusione tra gli utenti con l’emittente satellitare BSkyB.

Il giudice Asplin ha invece ascoltato i risultati di uno studio che dimostra come solo il 20 per cento degli utenti riconosca una forma di collegamento diretto tra il termine “cloud” e le piattaforme di archiviazione digitale . ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maria grazia crupi scrive:
    assassino del ku kluk klan: paolo barrai
    Gruppo di risparmiatori truffati da criminale Paolo Barrai. Da incapace, delinquente, ladro e vigliacchissimo Paolo Barrai di Mercato Libero (malavitoso spietato, nato a Milano il 28.6.1965 e, prima di ora, scappare come un ratto vile, in Svizzera, facente sue mega delinquenze in cravatta, da Via Ippodromo 105 Milano).Ciao, sono Antonella di Milano, e faccio parte di un foltissimo gruppo di clienti truffati dall'assolutamente criminale Paolo Barrai di Mercato Libero. Costui è davvero uno spietato delinquente. A tutti noi, uniti ora in una associazione risparmiatori truffati dal criminalissimo Paolo Barrai di Mercato Libero e siamo gia in cinquanta, dico, cinquanta", di tutta Italia e Svizzera, ci fece andare corti ( al ribasso) sul mercato azionario italiano a inizio marzo 2009. Abbiam perso quasi tutti tra il 50 e il 90 per cento dei nostri investimenti. E quando lo telefonavamo per chiedere semplicemente che fare, mentre il mercato saliva rapidissimamente, egli, come un vile ratto, scappava, si faceva sempre negare al telefono. Mandavamo e mails, nessuna risposta. Citofanavamo agli uffici di ultra truffatrice, ultra malavitosa, ultra ladrona Bsi Italia Srl di Via Socrate 26 a Milano di suo padre Vincenzo Barrai, ci vedeva dalla telecamera e nemmeno ci rispondeva.Nemmeno ci apriva il cancello di entrata. Io non sto offendendo, sto dicendo la mera verità. E fra poco la faremo sapere a fior fior di Tribunali di mezza Italia. Che i delinquenti ti debbano fare fessa, e pure non permettano replica, no eeeee. Il neofascismo e la mafia del criminale, del delinquente, del ladro, del truffatore, del professionalmente incapacissimo Paolo Barrai di Mercato Libero alias Mer-d-ato Libero, a noi non fa nessuna paura. Una truffata dal malavitoso falso e vigliacco Paolo Barrai di Mercato Libero. Antonella di Milano. PS Mi ha bruciato 700.000 euro. Tutto quello che avevo. Ma a tanti altri ha bruciato 1,2, 3,10 milioni di euro. Facendo comprare il gas naturale a 5$ e passa, che in poche settimane crollava a 2$. Senza che lui prendesse telefonate, rispondesse ad emails. Senza dare indicazione alcuna a noi clienti terrorizzati! Come uno struzzo, che dalla paura e coscienza di essere incapacissimo a livello di fiuto per investimenti, mette la testa sotto la sabbia. Paolo Barrai, oltre ad essere il peggiore consulente per investimenti borsistici o di qualsiasi altro tipo, ove inesorabilmente sbaglia sempre, ove mai, mai e ri mai ne azzecca mezza, è un irresponsabile, codardo, ladro, truffatore, criminale, falsissimo. E mi dicono che ha pregressi, pure varie condanne al carcere. Aaa, ad averlo saputo prima e non essermi fidata della Lega Nord, di cui ero parte, e che mi ha messo in contatto con sto brucia tutti i risparmi e super truffatore. Ora mi son sfogata qui. Presto lo ri faró in fronte a polizia, carabinieri, magistrati, giudici! E con me, almeno altre 50 persone! Oooo!! Non cascateci, ne scrivo proprio per questo, via dal criminale, delinquente, ladro, truffatore, professionalmente incapacissimo Paolo Barrai di Mercato Libero!!!!! BASTA ANCHE CON STA LEGA LADRONA CAPACE SOLO DI ACCUMULARE MAZZETTE DI FINMECCANICA E GHEDDAFI, PER CENTINAIA DI MILIONI DI EURO! CAPACE SOLO DI XXXXXXX TONNELLATE DI SOLDI VIA QUOTE LATTE E RIMBORSI ELETTORALI! E POI METTERE TUTTO ALL'ESTERO, PRESSO CRIMINALISSIMA FINTER BANK LUGANO DI MALAVITOSI IN CRAVATTA FILIPPO CRIPPA E GIOVANNI DEI CAS (MA DI CERTO NON SOLO), PROPRIO ATTRAVERSO QUESTO COLLETTO VERMINOSO, DA RINCHIUDERE IN GALERA E SUBITO, DI PAOLO BARRAI ( CHE OLTRE A RICICLARE SOLDI DI LL, LEGA LADRONA E PDL, POPOLO DI LADRONI, PRESSO FINTER BANK LUGANO, CI RICICLA ANCHE CASH ASSASSINISSIMO DI MAFIA, CAMORRA E NDRANGHETA)! FRA L'ATRO, PURE NOTO PEDERASTA PAOLO BARRAI DI MERCATO LIBERO: CHE SODOMIZZA I FIGLI COSTANZA BARRAI E RICCARDO BARRAI DA QUANDO NATI, COME BEN SANNO TUTTI, IN VIA IPPODROMO 105 A MILANO, OVE VIVONO!!!
  • Joker scrive:
    perchè?
    Perchè soldi buttati? Io gioco con il mio Plunk Elite 2 con la maggior parte dei giochi presenti sul Play Store, ho scaricato l'ultimo PES e funziona alla grande con il mio pad wireless. Comunque non metto in dubbio che queste console saranno anche degli ottimi device.
    • iRoby scrive:
      Re: perchè?
      Ma la Plunk Elite 2 è un dual core Amlogic.Ora le TV stick e altri device Android per la tv sono quad-core.
  • Stefano Muglo scrive:
    Non saprei
    Uno dei motivi per il quale non acquisterei una console di gioco basata su Android è per il fatto che spendendo 10 - 20 in più compro il Plunk Elite 2 che mi permette di navigare su internet, installare applicazioni e quant altro. In più installo i giochi che mi interessano e via, ho la mia console di gioco Android con la possibilità di navigare sul web
    • prova123 scrive:
      Re: Non saprei
      Quelle funzionalità ce l'ha ormai anche il tostapane. Una console deve fare la CONSOLE, non un mezzo jabbanino qualsiasi per giocare a qualche puzzle da nerd ... sono comunque soldi buttati. Tanto vale non fare più console.
      • bubba scrive:
        Re: Non saprei
        - Scritto da: prova123
        Quelle funzionalità ce l'ha ormai anche il
        tostapane. Una console deve fare la CONSOLE, non
        un mezzo jabbanino qualsiasi per giocare a
        qualche puzzle da nerd ... sono comunque soldi
        buttati. Tanto vale non fare più
        console.piu che altro non capisco tanto il senso del post sopra...la Ouya:System-on-chip used Nvidia Tegra 3 (T33) SoCCPU 1.7 GHz Quad-Core ARM Cortex-A9GPU nVidia GeForce ULP @ 520 MHz Storage capacity 8 GB internal flash memoryMemory 1 GiB DDR3 SDRAML'elite2:# CPU Dual-Core Amlogic 8276-MX da 1,5 GHz# GPU 3D Dual-Core Mali 400# 1 GB di RAM di tipo DDR3# 4 GB di memoria flashquel che puo fare l'elite2 lo puo fare anche la Ouya... Semmai puo diventare complicato il contrario (ossia avere un joypad adeguato) sulla elite2
        • prova123 scrive:
          Re: Non saprei
          Tanta miccia ma poca dinamite. Una console non è quello che potrebbe fare è quello che fa in quanto viene pagata, non regalata. Se ci fai girare i giochini simil tetris non serve a nulla, siamo nel 2013 ed i videogiochi esistono da 40 anni, non ha senso spendere denaro per giochi che già all'inizio degli anni 80 erano considerati obsoleti.
Chiudi i commenti