UK, l'ora della privacy con i biscottini

Il prossimo 25 maggio scadrà l'ultimatum dettato dall'Unione Europea. Le varie Internet company dovranno prevedere misure di opt in per lo sfruttamento dei cookie. Ma il Regno Unito non pare ancora pronto

Roma – C’è chi ha sottolineato come l’era del tracciamento online sia ormai destinata ad una significativa svolta. Dal prossimo 25 maggio le varie aziende del web saranno obbligate a richiedere un esplicito consenso per avere accesso alle informazioni relative alle attività di navigazione in Rete dei propri utenti.

Ha così preso fuoco il dibattito intorno al prossimo recepimento della direttiva europea sulla privacy e il tracciamento online . Le varie Internet company dovranno attrezzarsi al più presto, affinché i rispettivi spazi online prevedano efficaci misure di opt in a tutela degli utenti.

La direttiva dell’Unione Europea si è particolarmente concentrata sui cookie , brandelli d’informazione disseminati sui percorsi di navigazione dei netizen. Dati spesso sfruttati dalle aziende per confezionare messaggi pubblicitari su misura , oltre che per personalizzare determinate attività in Rete.

Il commissario britannico per la privacy Christopher Graham ha così avvisato tutti i protagonisti del web d’Albione, che dovrebbero “svegliarsi” e capire che le nuove misure entreranno in vigore nel giro di due mesi. Gli alti rappresentanti dell’ Information Commissioner’s Office (ICO) hanno tuttavia esposto più di un dubbio .

L’intero meccanismo tecnologico per il recepimento della direttiva europea non sarebbe pronto prima del prossimo autunno . I vari siti dovranno prevedere una serie di finestre pop-up , che appunto chiedano all’utente il permesso esplicito per lo sfruttamento dei cookie .

Un precedente articolo del Wall Street Journal aveva però rivelato come le varie aziende del web non sarebbero state obbligate a chiedere il permesso degli utenti prima di ogni singola variazione delle informazioni. Secondo alcuni, questi singoli permessi arriverebbero ad invalidare lo stesso funzionamento di uno spazio online.

Di questo avviso anche i vertici dell’ Internet Advertising Bureau (IAB), che hanno sottolineato come i cookie siano alla base del funzionamento di un sito. I vertici dell’Unione Europea sono attualmente impegnati in un dialogo costante con i vari produttori di browser, affinché predispongano specifiche opzioni anti-tracciamento.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • TheDoc scrive:
    WiFi in aree commerciali
    Ho gia' avuto modo di utilizzare servizi simili in altri paesi. In Turchia gia' nel 2009 e poi nel 2010, avevano un sistema analogo. Ti colleghi, dai il numero di cellulare, ricevi un sms con password ed inizi a navigare... costo ZERO per il cliente... il bar, la caffetteria, il ristorante o il centro commerciale ci guadagnano semplicemente con il moltiplicarsi della clientela e delle cosnumazioni vendute.In Libano: la stessa cosa. A Cipro: uguale. Per non parlare dell'altra parte dell'Atlantico.Solo in Italia abbiamo i Pisanu, che ostacolano volutamente il diffondersi del WiFi a livello pubblico.
    • ChristianTN scrive:
      Re: WiFi in aree commerciali
      - Scritto da: TheDoc
      Ho gia' avuto modo di utilizzare servizi simili
      in altri paesi.

      In Turchia gia' nel 2009 e poi nel 2010, avevano
      un sistema analogo. Ti colleghi, dai il numero di
      cellulare, ricevi un sms con password ed inizi a
      navigare... costo ZERO per il cliente... il bar,
      la caffetteria, il ristorante o il centro
      commerciale ci guadagnano semplicemente con il
      moltiplicarsi della clientela e delle
      cosnumazioni
      vendute.
      In Libano: la stessa cosa. A Cipro: uguale. Per
      non parlare dell'altra parte
      dell'Atlantico.

      Solo in Italia abbiamo i Pisanu, che ostacolano
      volutamente il diffondersi del WiFi a livello
      pubblico.veramente esiste già a Roma, Trento, in Friuli (credo Udine e Trieste) e pure a Sanremo in occasione del festival, forse è punto-informatico che si fila solo Bologna (erano 6 mesi che se ne parlava)è tutto compatibile con il decreto Pisanu in quanto ti identifichi con il tuo numero di cellulare (o carta di credito se hai un cellulare straniero)in realtà l'acXXXXX non è propriamente free, in quanto il navigatore assiste ad uno spot pubblicitario (quando c'è l'inserzionista) e paga con il suo tempo oppure naviga senza pubblicità se l'hotspot da cui si collega è di un esercizio che paga un contratto di interconnessione
      • bubba scrive:
        Re: WiFi in aree commerciali
        - Scritto da: ChristianTN
        - Scritto da: TheDoc

        Ho gia' avuto modo di utilizzare servizi simili

        in altri paesi.



        In Turchia gia' nel 2009 e poi nel 2010, avevano

        un sistema analogo. Ti colleghi, dai il numero
        di

        cellulare, ricevi un sms con password ed inizi a

        navigare... costo ZERO per il cliente... il bar,

        la caffetteria, il ristorante o il centro

        commerciale ci guadagnano semplicemente con il

        moltiplicarsi della clientela e delle

        cosnumazioni

        vendute.

        In Libano: la stessa cosa. A Cipro: uguale. Per

        non parlare dell'altra parte

        dell'Atlantico.



        Solo in Italia abbiamo i Pisanu, che ostacolano

        volutamente il diffondersi del WiFi a livello

        pubblico.

        veramente esiste già a Roma, Trento, in Friuli
        (credo Udine e Trieste) e pure a Sanremo in
        occasione del festival, forse è punto-informatico
        che si fila solo Bologna (erano 6 mesi che se ne
        parlava)
        Ma veramente non e' che P.I. si fila solo bologna... visto che di wifi ne parla quando serve... non sarebbe neanche una notizia perche il concetto di hotspot esiste da 10 anni almeno anche in italia...[la mia memoria va' fino al 2003 con gli hotspot telecom, ma sicuramente c'era anche prima] l'UNICA notizia che vedo io e' che a) e' fatto da una PICCOLA e PRIVATA azienda b) da' la roba gratis all'esercente .
        in realtà l'acXXXXX non è propriamente free, in
        quanto il navigatore assiste ad uno spot
        pubblicitario (quando c'è l'inserzionista) e paga
        con il suo tempo oppure naviga senza pubblicità
        se l'hotspot da cui si collega è di un esercizio
        che paga un contratto di
        interconnessionequesto sarebbe un classico... anche se non ho idea se nell'inziativa bolognese e' cosi. Tu l'hai provato?
  • giancarlo piccinini scrive:
    io preferirei aderire alla comunità http
    io preferirei se fossi negoziante Bolognese http://corp.fon.com/itComunità WIFI Per il mondo e sempre la stessa password
    • A s d f scrive:
      Re: io preferirei aderire alla comunità http
      Mi hai anticipato, stavo per scrivere la stessa cosa...
    • paoloholzl scrive:
      Re: io preferirei aderire alla comunità http
      - Scritto da: giancarlo piccinini
      io preferirei se fossi negoziante Bolognese
      http://corp.fon.com/it
      Comunità WIFI Per il mondo e sempre la stessa
      passwordIn teoria sarebbe decisamente meglio ma ...Ma per via dell'ex decreto Pisanu, di fatto a mio parere si configurava come soluzione (purtroppo) illegale.Ora che il decreto é decaduto probabilmente é tornato legale, ma già parlano di richiedere le credenziali per l'autenticazione da riceversi via 'SMS', la legge non c'é ancora ma dovrebbe arrivare da un momento all'altro.Infatti tutti i grossi gestori mi sembra si stiano organizzando in questo senso.In Italia ci sentiamo i più garantisti e così mentre gli altri progrediscono noi restiamo con l'anello al naso....Modifica, leggo ora in un altro post che ci si autentica con SMS anche lì, sul sito non lo avevo visto, allora da quando é decaduto il famigerato Pisanu il problema dovrebbe essere risolto, si spera anche per il futuro.Mi compro quanto prima una Fonera Simpl.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 marzo 2011 12.39-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti