Un altro portatile rubato a 007

Per la terza volta un furto ai danni di un agente dell'intelligence britannica mette a rischio "documenti top secret". L'imbarazzo dell'amministrazione appare evidente


Londra – Era accaduto una volta e non doveva accadere mai più. Poi è accaduto una seconda volta,il 4 marzo scorso, e le autorità hanno annunciato che mai più gli 007 inglesi avrebbero portato in giro notebook con documenti classificati. Ora c’è stato un terzo furto: un altro notebook è stato sottratto ad un agente dei servizi britannici che si trovava a Heatrow, l’areoporto londinese.

Pare che un alto ufficiale dell’intelligence britannica stesse attendendo l’imbarco con il portatile appoggiato tra i piedi. Con un gesto rapido un ladro ha preso il notebook da 2mila sterline e si è dileguato. Pare che “dentro”, il portatile contenesse informazioni su stipendi, pensioni e altri elementi finanziari legati all’Esercito britannico.

Va detto che il secondo portatile rubato è stato recuperato. La polizia ha infatti pubblicato un annuncio promettendo importanti compensi a chi lo avesse restituito. E così è accaduto. Il tabloid inglese Sun, intanto, suggerisce che l’agente che porta in giro un portatile così prezioso dovrebbe esservi ammanettato?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti