Un brevetto Red Hat contro gli standard aperti?

Ha suscitato molte critiche e perplessità la decisione di Red Hat di registrare un brevetto relativo ad uno standard open. Secondo alcuni potrebbe ripercuotersi sull'operato della community

Roma – Red Hat si è sempre schierata contro i brevetti software, ma questo non le ha impedito, in questi anni, di collezionarne un discreto numero. Generalmente questa pratica non scandalizza (quasi) nessuno, perché viene giustificata con la volontà di proteggere l’azienda stessa e la comunità open source, ma l’ultima richiesta di brevetto presentata da Red Hat all’US Patent Office ha sollevato un certo numero di critiche.

Il motivo è che la tecnologia su cui Red Hat vorrebbe mettere il proprio sigillo ha direttamente a che fare con l’Advanced Message Queuing Protocol (AMQP), uno standard aperto e neutrale che descrive un protocollo per la messaggistica a livello di middleware. Questo protocollo può essere utilizzato per far comunicare tra loro le applicazioni di vendor differenti e per interconnettere i processi automatizzati di business.

Il brevetto richiesto (ma non ancora ottenuto) da Red Hat, viene descritto qui come “un metodo e un apparato per trasmettere messaggi tra le applicazioni” e, più nello specifico, come un modo per usare XML in AMPQ.

Come spiegato in questo approfondimento di Ars Technica , buona parte delle critiche piovute addosso a Red Hat sono state sollevate dal fatto che quest’ultima avrebbe registrato il brevetto “in sordina” immediatamente dopo essere entrata nel gruppo di lavoro di AMPQ.

“Sembra chiaro che l’azienda lo abbia fatto con l’intento di tenere per sé le chiavi di una parte cruciale della tecnologia, e ciò quando questo standard ha guadagnato visibilità”, commenta Ars . “Questo viene visto dagli altri membri del gruppo di lavoro come una mossa estremamente ostile”.

Sebbene nella policy di Red Hat relativa ai brevetti si affermi che questi non saranno utilizzati contro il software open source, molti membri di questa comunità si sono scagliati contro la decisione della società dal cappello rosso, definendola deleteria per l’intero mondo degli standard aperti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lufo88 scrive:
    Se perdono
    La fine dei motori di ricerca. Per i link dovremmo fare passaparola.......
    • iniel scrive:
      Re: Se perdono
      Mi sembra che i detentori di diritti d'autore abbiano interesse a far sviluppare mercati e siti illegali.A quelli che nel frattempo sono diventati grossi e importanti è possibile chiedere risarcimenti fantamilionari.Naturalmente il rischio, per loro, è che qusti siti/mercati siano diventati talmente importanti da poter influenzare le decisioni legislative o legali.Mi sembra che BigG abbia raggiunto quella dimensione, per cui IsoHunt rischia di pagare, BigG probabilmente no!
      • 01234 scrive:
        Re: Se perdono
        e allora come scrissi non molto tempo fa, useremo google :-D
        • krane scrive:
          Re: Se perdono
          - Scritto da: 01234
          e allora come scrissi non molto tempo fa, useremo
          google
          :-DGoogle, live, Yahoo, li usiamo per un po' e poi lo denunciamo, cosi' grazie alla loro potenza economica le varie RIAA avranno qualcuno di grosso da cui guardarsi.
    • staza scrive:
      Re: Se perdono
      isohunt perderà... non i motori di ricerca... la differenza? Sta nella quantità di denaro che dispongono le parti...
      • pippo75 scrive:
        Re: Se perdono
        - Scritto da: staza
        isohunt perderà... non i motori di ricerca... la
        differenza? Sta nella quantità di denaro che
        dispongono le
        parti...( Premesso che non conosco IsoHunt )non so ma spero di no ( che non contino solo i soldi ).credo che sia da valutare sotto un altro aspetto.Direi che sarebbe come fare una foto al duomo con davanti una persona o fare una foto a una persona davanti al duomo e chiedere chi viola la privacy.Questo è comunque un discorso generico non dipendente dal caso corrente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 marzo 2009 20.35-----------------------------------------------------------
  • 01234 scrive:
    autogol? può darsi...ma allora...
    vediamo che dicono di google...
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: autogol? può darsi...ma allora...
      - Scritto da: 01234
      vediamo che dicono di google...Filtreranno, ovvio. Mai vista una difesa così idiota.
      • iniel scrive:
        Re: autogol? può darsi...ma allora...
        Filtreranno cosa? E come?In base a quali criteri potra' BigG (o qualunque altro motore di ricerca) decidere se un file, un'immagine o un filmato è coperto da copyright oppure no?E' per questo che la querelle legale di IsoHunt e' veramente importante, e mette in forse la sopravvivenza dei motori di ricerca come li conosciamo oggi.
        • 01234 scrive:
          Re: autogol? può darsi...ma allora...
          appunto....o filtrano TUTTI i torrent, ed è impresa titanica che immagino non costi pochissimo, e mutila google non in assoluto, ma come immagine senz'altroo più correttamente filtrano solo quelli CR'ed, ma allora è ancora più titanica e costosa...e poi appunto: filtreRANNO, perché per ora...
          • Mr.God scrive:
            Re: autogol? può darsi...ma allora...
            - Scritto da: 01234
            appunto....o filtrano TUTTI i torrent, ed è
            impresa titanica che immagino non costi
            pochissimoQualcosa come: | grep torrent
            Null1 minuto e 0 cent! :D
          • Polemik scrive:
            Re: autogol? può darsi...ma allora...
            Capirai che filtro, la scena impiegherà mezzo decimo di secondo per trovare le contromisure.
          • Mr.God scrive:
            Re: autogol? può darsi...ma allora...
            - Scritto da: Polemik
            Capirai che filtro, la scena impiegherà mezzo
            decimo di secondo per trovare le
            contromisure.LA SCENA jo jo, hahahaha, dijjey Hackerillo in consoleee!
          • 01234 scrive:
            Re: autogol? può darsi...ma allora...
            però davvero, non basta!!! basta una convenzione per mascherarli sotto mentite spoglie...scena o non scena...funziona a 0 cent, sì, ma dura pure un minutoe poi, come già detto da altri, così si ricade nella mia prima ipotesi, che paralizza tutti i torrent, pure quelli legali (e quelli non invece si mimetizzano)...
          • krane scrive:
            Re: autogol? può darsi...ma allora...
            - Scritto da: Polemik
            Capirai che filtro, la scena impiegherà mezzo
            decimo di secondo per trovare le contromisure.mmv '*.torrent' '#1.trnt.doc'
          • Mauro scrive:
            Re: autogol? può darsi...ma allora...
            così però elimini anche i torrent di file legalmente distribuili:freeware, shareware, iso di linux, service pack di windows.
          • Mr.God scrive:
            Re: autogol? può darsi...ma allora...
            - Scritto da: Mauro
            così però elimini anche i torrent di file
            legalmente
            distribuili:
            freeware, shareware, iso di linux, service pack
            di
            windows.SIII!!! Ebbasta con questi torrent, ma volete crescere??? Ho finito tutto lo spazio sull´hard disk poi, quindi basta cosí :D
Chiudi i commenti