Un Firefox ibrido per Windows 8

Mozilla si adegua all'interfaccia Metro del prossimo sistema Microsoft. In lavorazione una versione del browser dalla doppia faccia

Roma – Windows 8 può essere utilizzato anche in modalità desktop classica, ma le applicazioni che usciranno d’ora in poi dovranno comunque considerare la compatibilità con la nuova interfaccia utente Metro, basata su quel mosaico di “piastrelle” da scorrere, ingrandire e trascinare.

Il discorso cambia per i browser di terze parti, che a quanto pare non dovranno compiere una precisa scelta di stile. Stando alle linee guida che Microsoft ha preparato per gli sviluppatori, sarà comunque possibile creare un software di navigazione desktop tradizionale, autorizzato ad avere i tiles sul nuovo menù di avvio e totalmente integrato con il meccanismo dei “contract” che gemella le applicazioni, uniformando condivisione di contatti e funzioni di ricerca.

I laboratori Mozilla stanno progettando da tempo una versione speciale di Firefox dalla doppia anima, divisa tra impostazione desktop per puristi e interfaccia Metro dal retrogusto più touch. In ogni caso sembra che soltanto il browser installato come “predefinito” sulla macchina potrà funzionare in entrambi gli ambienti di lavoro.

Resta da capire come verrà gestito Adobe Flash quando il browser cambia in modalità Metro: l’Internet Explorer sviluppato tutto per Metro consente di eseguire soltanto applicazioni HTML5. Diversamente dalle altre app dedicate alla nuova GUI, sarà ancora possibile distribuire i browser tramite i soliti link, senza obbligatoriamente passare dal Windows Store .

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pagilaccett i scrive:
    Mah
    " In questo modo si ha la possibilità di controllare il verde domestico anche a distanza, quando magari si è in viaggio "Eh, e una volta controllato si attiva il teletrasporto per andare a innaffiarle.
    • OldDog scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Pagilaccett i

      Eh, e una volta controllato si attiva il
      teletrasporto per andare a
      innaffiarle.No, con l'apposita APP si avvia il teleinnaffiatore/teleconcimatore, anch'esso acquistabile per la modica cifra di 200 euro. ;)Alla fine costa meno comprare piante usa e getta... :D
      • Osvy scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: OldDog
        - Scritto da: Pagilaccett i



        Eh, e una volta controllato si attiva il

        teletrasporto per andare a

        innaffiarle.avviserà il vicino di casa che ci faccia un salto ;-)
        No, con l'apposita APP si avvia il
        teleinnaffiatore/teleconcimatore, anch'esso
        acquistabile per la modica cifra di 200 euro.
        ;)

        Alla fine costa meno comprare piante usa e getta...
        :DAh, di sicuro :-), però a volte i giardinieri (come me) hanno con certe piante un rapporto "speciale", soprattutto con le più vecchiotte, è come avere un cane, ci si affeziona (il problema delle ferie estive è questione non da poco).Comunque è ovvio che il prezzo è assurdo per le persone "normali" che hanno in casa magari qualche ficus, dei photos e via dicendo, visto che l'apparecchio tra l'altro se ho capito è "monopianta".Potrebbe essere "utile" semmai per la casa di qualche riccone, che per dire abbia delle piante di particolare pregio e grandezza (alberi in vaso in terrazza, per dire), ma a quel punto immagino che si serva di un giardiniere...comunque un gadget è un gadget, questo è Punto Informatico, ci sta ;-) ciao
Chiudi i commenti