Un giga di posta? Non solo Google

Spymac offre un gigabyte di spazio gratuito per l'email con accesso non solo via Web ma anche via POP3. Dichiara che è un servizio esente dalla pubblicità e non ci sono robot che leggono la posta


Roma – E’ presto per determinare l’entità del successo a cui è destinata l’iniziativa di Google battezzata Gmail ma è certo che Gmail sta scuotendo il mercato. E la rincorsa è già partita.

Come si può leggere su Spymac , nuovi account di posta elettronica “potenziati” vengono lanciati in queste ore. Al contrario di Gmail, quelli di Spymac sono già attivabili e offrono, oltre ad una quantità di spazio decisamente superiore allo spazio disponibile nelle caselle gratuite tradizionalmente offerte in rete, anche l’accesso via POP3 e non solo quello via Web. Un modo, dunque, per semplificare e spingere l’utilizzo delle nuove mailbox.

Spymac, i cui servizi sono tradizionalmente rivolti agli utenti dei sistemi Apple , dichiara anche che, al contrario di Gmail, il proprio servizio non veicolerà pubblicità né si servirà di software specializzati nell’interpretare le email per presentare i contenuti promozionali. Come Gmail, anche la posta di Spymac è pensata per essere gratuita e può essere comunque attivata su tutti i sistemi operativi.

Differenze sono visibili nella politica sulla privacy. Se Google e la sua Gmail hanno, come noto, sollevato perplessità su questo fronte, Spymac cerca di spazzare via ogni dubbio dedicando alla cosa una pagina apposita che non sembra sollevare eccezioni di sorta sulla riservatezza della corrispondenza.

L’offerta di Spymac comprende i servizi già offerti con la sua email gratuita, vale a dire spazio web da un gigabyte (completo di accesso FTP e WebDAV) associato all’account email che fino ad oggi ha avuto uno storage di “soli” 25 megabyte. A ciò si devono aggiungere 250 megabyte di spazio “Gallery” e la possibilità di creare facilmente un proprio blog.

Da parte sua, come già accennato da PI ieri, anche Yahoo si sta muovendo per ampliare le proprie offerte di email gratuite. Ci si aspetta un annuncio su questo fronte da un momento all’altro anche da parte di MSN Hotmail .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Costa troppo
    con i pc tradizionali costa troppo, non ci rientrerebbero mai.Forse con oggetti tipo dumb terminal o xbox linuxxate.. ma qui si opporrebbe Microsoft ;-)
  • Anonimo scrive:
    a parte le frodi...
    mi pare chiaro che sia difficile ottenere profitto. Poniamo che fra spese varie un pc tutto compreso costi all'azienda 500 euro. Per rientrarci e guadagnarci (poniamo in due anni) si dovrebbe trovare una impresa, o insieme di imprese, disposte a spendere 500 euro per pubblicizzare i propri prodotti presso UN solo possibile consumatore. Ora, le campagne pubblicitarie si fanno a colpi di milioni di consumatori, fate un po' i conti, raggiungere un milione di possibili consumatori, perché l'affare sia redditizio per chi offre i computer, dovrebbe costare 500 milioni di euro in due anni. Qualsiasi altro medium pubblicitario, dalla radio alla tv ai cartelloni giganti sarebbe enormemente più efficiente ad una frazione del costo.
    • TPK scrive:
      Re: a parte le frodi...
      Magari gli sponsor vendono yatch, macchine di lusso...Certo che allora sbaglierebbero target, indirizzando la loro pubblicita' a chi non si vuole nemmeno comprare un proprio PC...
  • Anonimo scrive:
    Faccia...
Chiudi i commenti