Un jukebox online per GTA

Con il quarto episodio di GTA, in uscita a fine aprile, Rockstar Games ha pubblicato un sistema per l'acquisto delle canzoni inserite nel titolo

Roma – Rockstar Games ha deciso in questi giorni di aprire ad un nuovo lucroso business: con il quarto episodio di GTA sarà possibile persino comprare la musica ascoltata durante i viaggi nel videogame fra una missione ed un’altra.

Videogaming, lo store della musica Già da diversi episodi Grand Theft Auto offre una vasta colonna sonora distribuita su stazioni radio virtuali. Durante i percorsi a bordo di veicoli al giocatore è infatti permesso di selezionare la stazione radio preferita a seconda dei propri gusti musicali, dall’hip-hop al rock passando per house, country, reggae e funk.

In GTA IV le cose si sono evolute. Grazie ad un accordo con Amazon nel videogame si potrà facilmente acquistare la musica ascoltata sulle varie stazioni radio virtuali, scegliendo individualmente i pezzi e ad un prezzo che va generalmente dagli 0.89 ai 0.99 dollari per canzone.

La tecnologia prende il nome di “ZiT” ed è sviluppata attorno all’interfaccia del cellulare virtuale integrato nel videogioco. Durante l’ascolto di una canzone, il giocatore può usare il suo cellulare virtuale per ricevere il nome di artisti e brani per poi procedere facilmente all’acquisto da Amazon.

Rockstar promette un’ampia scelta musicale, la soundtrack più vasta mai concepita nella storia dell’intrattenimento – dichiara -, con oltre 150 pezzi distribuiti nelle varie radio virtuali e che comprenderanno novità, classici e riedizioni di pezzi rari. GTA IV uscirà il 29 Aprile per Xbox 360 e PlayStation 3.

Enrico “Fr4nk” Giancipoli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mlk scrive:
    armate le fionde!
    la prima cosa a cui ho pensato è quanto sarebbe figo usarlo come obiettivo.negli USA poi ci sono più pistole e affini che fionde, quindi si divertirebbero ancora di più.
  • imorgillo scrive:
    Il cinema anticipa il DARPA :-D
    Erano cosi' anche in "Essi vivovo". Ve lo ricordate?
    • MarcoFr scrive:
      Re: Il cinema anticipa il DARPA :-D

      Erano cosi' anche in "Essi vivovo". Ve lo
      ricordate?L'ho visto due settimane fa. E'stata la prima cosa che ho pensato quando ho sentito parlare per la prima volta del drone volante.... ora che lo vedo devoi dire che il drone gli assomiglia in maniera inquietante. :-)
Chiudi i commenti