Un nuovo simulatore da salotto

La simulazione per PC ha negli anni raggiunto picchi di fantasia costruttiva che trasformano la virtualità dell'esperienza di gaming in una esperienza quasi fisica. Non tutti possono permettersi di guidare una Formula 1 a 300 chilometri all'ora: chi

La simulazione per PC ha negli anni raggiunto picchi di fantasia costruttiva che trasformano la virtualità dell’esperienza di gaming in una esperienza quasi fisica. Non tutti possono permettersi di guidare una Formula 1 a 300 chilometri all’ora: chi vorrebbe ma non può deve quindi  ricorrere a dei gadget, succedanei che però sono sempre più aderenti alla realtà. Dopo PlaySeats , l’abitacolo da salotto, PI Gadget presenta Force Dynamics 301 .

Si presenta come la terra promessa per i fan delle curve da sballo controllate da pedali e volanti. E’ composto da un sedile comodo, schermo piatto da 51.5 pollici, suono in Surround 5.1, massima manovrabilità, quasi 230kg di spinta attiva per accelerazioni folli.

Al dispositivo può essere collegato di tutto, anche se il produttore non si dilunga, dandolo probabilmente per scontato. D’altra parte, ad un giocattolo da 15mila dollari non può certo mancare qualche interfaccina di connessione con console e PC…

[ ForceDynamics ]

[via Ubergizmo ]

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • loziorsopuntocom scrive:
    e la scheda video ???
    ma le prestazioni della scheda video non si conoscono
    • gionnico scrive:
      Re: e la scheda video ???
      balorde parecchio.GMA 950 (integrata) downclockata da 400MHz a 133Mhz !! :o
      • bobo scrive:
        Re: e la scheda video ???
        io su un 900 ci ho visto girare compiz fusion senza problemi. certo se ci devi giocare non è il massimo...
        • gionnico scrive:
          Re: e la scheda video ???
          ci hai "visto"?io l'ho visto su youtube, ma chi lo usa dice che è scattoso.comunque significa che anche un cesso di scheda video di qualche anno fa va bene per compiz ;)
  • Luca O scrive:
    Re: il flop si ripete
    Se tutti i flop fossero come l'eeepc....
  • gionnico scrive:
    Non ci siamo ancora
    No, intanto l'HD audio è un must ad oggi.E non possono metterlo solo nel 901: perché nel 1000H no, che è di fascia più alta?Poi linux è l'OS ideale per un netbook, l'ho provato ed è davvero comodo, ottima idea quella delle tab (con possibilità di abilitare il desktop avanzato ci mancherebbe). Ma un XP non ci stà proprio IMHO, è anche obsoleto.Poi un HD a piatti non và. Avrà anche buone protezioni da urti e accelerazioni eccessive, ma non batterà mai un SSD. Infondo la capienza non è quello che si cerca in questi portatili, come non lo è la potenza computazionale.Che tuttavia resta troppo bassa per vedere ad esempio youtube ad alta definizione, servirebbe una CPU un pelino più potente, non come l'atom che ha abbassato i consumi (tanto di cappello) ma anche le prestazioni con clock DOPPIO! E poi l'ultimo disastro: nella prospettiva di facili e "subiti" guadagni hanno rilasciato il processore lasciando la possibilità di interfacciarlo con un southbridge vecchio, vetusto e obsoleto qual'è l'ICH7.Insomma una categoria di prodotti ancora immaturi, purtroppo bisognerà aspettare.E' vero che 901 e 1000H hanno già il molto positivo di avere - a parte Atom che comunque è un passo avanti - il supporto integrato al bluetooth, altra caratteristica IMHO fondamentale per un netbook affinché possa comunicare "per strada" con i suoi cugini minori - smartphone e PDA.
    • iRoby scrive:
      Re: Non ci siamo ancora
      Vediamo cosa farà AMD con la piattaforma su cui sta lavorando.E anche VIA col nuovo chipset successore del C7.
      • gionnico scrive:
        Re: Non ci siamo ancora
        Anche se la mia critica non si riferiva soltanto al processore si, è vero che ci si aspetta molto dall'anti-atom di AMD .. anche io spero per una volta riescano a battere intel non sulle prestazioni, ma sul consumo - che potrebbe essere una carta che hanno in mano.E' da considerare tuttavia che AMD (VIA non so) non ha a disposizione fabbriche con tecnologia a 45nm di grosso aiuto nei voltaggi e di conseguenza nei consumi (e le temperature).
    • Shingo Tamai scrive:
      Re: Non ci siamo ancora
      Se paghi per pane e salame non puoi pretendere l'aragosta.Se vuoi un ultraportatile con audio HD, processore performante, schermo piccolo ma a risoluzione elevata ci sono gli ultraportable HP a 1800 euro...
      • gionnico scrive:
        Re: Non ci siamo ancora
        ti rendi conto che il tuo discorso non ha senso?fino ad oggi ci hanno fatto pagare la piccolezza.con eeepc scopriamo che a loro non costa nulla.secondo te cambia molto per un monitor con un pelo più di risoluzione (1280 invece di 1024) e un processore che semplicemente non esiste?Nel senso che un processore dal basso costo e più performante dell'Atom potrebbe esserci di sicuro dato che l'atom si porta quel mastodonte di i945G+ICH7 mentre altre soluzioni tra cui l'atom stesso per embedded ha un northbridge+southbridge che consuma 2.5W.
        • Shingo Tamai scrive:
          Re: Non ci siamo ancora
          - Scritto da: gionnico
          ti rendi conto che il tuo discorso non ha senso?

          fino ad oggi ci hanno fatto pagare la piccolezza.

          con eeepc scopriamo che a loro non costa nulla.E' il tuo discorso che non ha senso paghi 400 euro perche' hai una macchina tascabile con:Schermo piccoloProcessore poco potenteMeno ramNiente lettore otticoNiente uscita TVNiente bluetoothNon me la puoi paragonare ad un ultraportatile con il doppio di prestazioni, il case in lega di magnesio e 3 anni di garanzia di serie.Siamo seri: paghi per pane e salame e mangi pane e salame.
          • krane scrive:
            Re: Non ci siamo ancora
            - Scritto da: Shingo Tamai
            - Scritto da: gionnico

            ti rendi conto che il tuo discorso non ha senso?



            fino ad oggi ci hanno fatto pagare la
            piccolezza.



            con eeepc scopriamo che a loro non costa nulla.

            E' il tuo discorso che non ha senso paghi 400
            euro perche' hai una macchina tascabile
            con:

            Schermo piccolo
            Processore poco potente
            Meno ram
            Niente lettore ottico
            Niente uscita TV
            Niente bluetooth

            Non me la puoi paragonare ad un ultraportatile
            con il doppio di prestazioni, il case in lega di
            magnesio e 3 anni di garanzia di
            serie.

            Siamo seri: paghi per pane e salame e mangi pane
            e salame.Niente di piu' sano per una buona merenda !
          • gionnico scrive:
            Re: Non ci siamo ancora
            me lo dirai tra 6 mesi quando il modello che ho detto io uscirà a non più di 500. Chiamamelo UMPC!(si chiama eeePC 1000, SSD+Linux)Non esistono più, sono destinati a sparire perché faranno netbook sempre migliori che li uguaglieranno a prezzi bassissimi.Era tutta speculazione.
  • Delio scrive:
    Re: il flop si ripete
    Ma quale flop? Stanno vendendo milioni di eeepc!Questo subnotebook, come tanti altri, è nato per esigenze specifiche, cioè la massima portabilità. Se uno lo compra per giocarci, usarci autocad o farci editing video allora è stupido, e basta.Che Linux sia un accrocchio precario poi è una minchiata colossale! =D Ma non vi scoccia fare sti post polemici? Ma a che pro? Se non avete 12, massimo 14 anni, mi preoccupo sinceramente per voi...
  • magoafono scrive:
    Re: il flop si ripete
    Scusa, mi spieghi che centra l'HW con Linux?Se l'hardware è obsoleto è colpa di linux o di Asus?Sarebbe obsoleto anche con qualsiasi BSD...ciao simone
  • iRoby scrive:
    Re: il flop si ripete
    Senti signor BSD, ma queste versioni di Unix stabili, sicure, affidabili hanno i driver per la scheda wifi Atheros 5006 o per le Broadcom?E ci funziona la webcam?E c'è Skype?Ma soprattutto ci sono interfacce facili simili a quelle di questi PC?...E io che sfotto gli utonti Winzozz, ma all'estremo opposto di gente strana c'è ne sta pure parecchia...
    • maxloi scrive:
      Re: il flop si ripete
      E non dimentichiamoci che anche una semplicissima operazione come "installare una stampante", diventa difficile anche per "gli addetti ai lavori", figuriamoci per un utonto qualsiasi!!!E dai... diamo a Cesare quel che è di Cesare... Linux è bello, BSD pure, MACoS non ne parliamo... però... sarà anche perchè le persone comuni ormai sono abituate ad associare al pc "windows", sarà per tutto quello che volete... ma windows è di gran lunga il sistema operativo più "user friendly" e facile da usare anche per chi è alle prime armi, è diventato sicuro(non solo con Vista, ma anche con XP) e oltretutto senza windows il mondo oggi non sarebbe quello che è, il pc non avrebbe mai preso così tanto piede e il mondo sarebbe tecnologicamente più indietro. Io uso Windows, uso Linux, uso Unix, ho usato meno BSD e MacOS, ma cerco di implementare i diversi sistemi operativi in funzione del traguardo che voglio raggiungere. Non ne esiste uno migliore o uno peggiore, sono semplicemente adatti a scopi diversi. XP e Vista sono sicuri e veloci, così come linux o BSD installati in maniera decente e corretta. Se si fanno cagate, se si installa qualsiasi porcata ci si presenti di fronte, diventa schifoso, lento, insicuro e instabile QUALUNQUE sistema operativo, vi sfido a dimostrarmi il contrario. E ora via alla fustigazione, ma chiunque legga e/o risponda, anche non ammettendolo al mondo, sa che ho ragione. @^
      • krane scrive:
        Re: il flop si ripete
        - Scritto da: maxloi
        e oltretutto senza
        windows il mondo oggi non sarebbe quello che è,Infatti sarebbe molto piu' evoluto : (amiga)(atari)(linux)(apple)
        • maxloi scrive:
          Re: il flop si ripete
          E' possibile come è possibile quello che ho scritto io, cioè il contrario. La "stranezza" è che il mondo si è evoluto assieme a microsoft e i suoi sistemi operativi, non con gli altri (pure IBM ha cercato di contrastare l'MSDOS col suo DRDOS...)Linux e BSD, nonostante la loro "gratuità" tutta da dimostrare, stranamente non prendono piede. Ma lo strano è, imho, normale: non sono semplici da utilizzare come un qualsiasi SO Microsoft.
          • krane scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: maxloi
            E' possibile come è possibile quello che ho
            scritto io, cioè il contrario.Sai cos'e' un monopolio ?E' quella cosa che permette a chi ha il dominio del mercato di non fare ricerca (perche' e' una spesa inutile) non migliorare i propri prodotti (tanto non ci si puo' rivolgere a concorrenti), non mettere in condizione l'utente di poter chiedere nulla.Avrai notato come Vista e office 08 abbiano introdotto nuove feature a causa dell'incalzare dei concorrenti ?
            La "stranezza" è che il mondo si è evoluto
            assieme a microsoft e i suoi sistemi operativi,
            non con gli altri (pure IBM ha cercato di
            contrastare l'MSDOS col suo DRDOS...)
            Linux e BSD, nonostante la loro "gratuità" tutta
            da dimostrare, stranamente non prendono piede. Sara' il preinstallato ?Sara' che nascondono il prezzo ?Strano che 1/3 di EEE sono stati venduti con linux a detta di asus...
            Ma lo strano è, imho, normale: non sono
            semplici da utilizzare come un qualsiasi SO
            Microsoft.Infatti sono piu' semplici...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 luglio 2008 16.54-----------------------------------------------------------
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: krane
            Sai cos'e' un monopolio ?
            E' quella cosa che permette a chi ha il dominio
            del mercato di non fare ricerca (perche' e' una
            spesa inutile) non migliorare i propri prodotti
            (tanto non ci si puo' rivolgere a concorrenti),
            non mettere in condizione l'utente di poter
            chiedere nulla.Io il mio primo PC l'ho acquistato circa 20 anni orsono (forse più). Avevo il DOS (i 4 dischetti di installazione), non la licenza (il reato ormai dovrebbe essere prescritto, quindi non rischio troppo a dirlo).

            Avrai notato come Vista e office 08 abbiano
            introdotto nuove feature a causa dell'incalzare
            dei concorrenti ?Certo che hanno introdotto nuove feature e grazie alla concorrenza. Questo infatti dimostra che la concorrenza esiste ma non è considerata superiore a quanto proposto dalla microsoft, diversamente la gente avrebbe scelto l'opensource e non i programmi a pagamento. MSOffice viene venduto da sempre a parte, non legato al sistema operativo... Eppure per uno strano motivo continua a rappresentare "lo standard degli applicativi da ufficio", nonostante OpenOffice sia gratuito e abbia QUASI tutte le caratteristiche di MSOffice.
            Sara' il preinstallato ?
            Sara' che nascondono il prezzo ?
            Strano che 1/3 di EEE sono stati venduti con
            linux a detta di asus...Da anni ormai esistono pc e notebook con linux preinstallato. Quindi? E il prezzo non mi sembra tanto "nascosto"... non capisco che vuoi dire... Riguardo quello che dice Asus... ci andrei con i piedi di piombo... Le notizie le diffonde sempre il marketing, quindi c'è sempre poco da fidarsi...


            Ma lo strano è, imho, normale: non sono

            semplici da utilizzare come un qualsiasi SO

            Microsoft.

            Infatti sono piu' semplici...Certo... più semplici... uso windows e linux da 15 anni... se parliamo di semplicità, non parliamo di linux. Se parliamo di velocità e snellezza del protocollo TCP/IP, siamo invece sul binario giusto: linux è infinitamente superiore a windows, qualsiasi versione. Se parliamo di "costi" per le caselle email (pur non avendo tutte le peculiarità intrinseche in MSExchange), linux è sicuramente superiore. Ma non associamo la semplicità al mondo linux... non è pane per i suoi denti e, imho, mai lo sarà.
          • krane scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: maxloi
            - Scritto da: krane

            Sai cos'e' un monopolio ?

            E' quella cosa che permette a chi ha il dominio

            del mercato di non fare ricerca (perche' e' una

            spesa inutile) non migliorare i propri prodotti

            (tanto non ci si puo' rivolgere a concorrenti),

            non mettere in condizione l'utente di poter

            chiedere nulla.
            Io il mio primo PC l'ho acquistato circa 20 anni
            orsono (forse più). Avevo il DOS (i 4 dischetti
            di installazione), non la licenza (il reato ormai
            dovrebbe essere prescritto, quindi non rischio
            troppo a dirlo).E quindi ?Non hai risposto alle mie affermazioni sul monopolio, se qualcuno ha il monopolio il mercato non e' concorrenziale e in situazione di monopolio la tecnologia avanza piu' lentamente.Prova a confrontare cosa e' stato aggiunto nei vari passaggi de so microsoft e vedrai che non si e' mai aggiunto granche'.

            Avrai notato come Vista e office 08 abbiano

            introdotto nuove feature a causa dell'incalzare

            dei concorrenti ?
            Certo che hanno introdotto nuove feature e grazie
            alla concorrenza. Questo infatti dimostra che la
            concorrenza esiste ma non è considerata superiore
            a quanto proposto dalla microsoft, diversamente
            la gente avrebbe scelto l'opensource e non i
            programmi a pagamento. Tu guardi la piccola italietta che non si vuole discostare dal suo office pirata, guarda invece il mondo, interi paesi si stanno convertendo ad iniziare dalle pubbliche amministrazioni, milioni di dowload in tutte le lingue ad ogni nuova versione.
            MSOffice viene venduto da
            sempre a parte, non legato al sistema
            operativo... Eppure per uno strano motivo
            continua a rappresentare "lo standard degli
            applicativi da ufficio", nonostante OpenOffice
            sia gratuito e abbia QUASI tutte le
            caratteristiche di MSOffice.Inoltre non dimentichiamo che OO e' un prodotto relativamente giovane, con pochi anni sulle spalle in cui si e' fatto conoscere.

            Sara' il preinstallato ?

            Sara' che nascondono il prezzo ?

            Strano che 1/3 di EEE sono stati venduti con

            linux a detta di asus...
            Da anni ormai esistono pc e notebook con linux
            preinstallato.Come gia' chiesto in diversi post.Se esistono e sono cosi' tanti mi indichi un negozio che ne fornisca una buona scelta e assistenza in tutta italia ?
            Quindi? E il prezzo non mi sembra
            tanto "nascosto"... non capisco che vuoi dire...In francia c'e' voluto un giudice per scorporare il prezzo del pc da quello del SO, prova ad andare a chiedere a lui...
            Riguardo quello che dice Asus... ci andrei con i
            piedi di piombo... Le notizie le diffonde sempre
            il marketing, quindi c'è sempre poco da
            fidarsi...Veramente non l'ha detto solo asus, anche i grossi centri che lo vendevano hanno confermato.


            Ma lo strano è, imho, normale: non sono


            semplici da utilizzare come un qualsiasi SO


            Microsoft.

            Infatti sono piu' semplici...
            Certo... più semplici... uso windows e linux da
            15 anni... se parliamo di semplicità, non
            parliamo di linux. Strano, gente che non ha mai usato un pc ora va in rete con ubuntu, mentre prima non riusciva a districarsi tra antivirus da aggiornare registro da pulire, virus che si prendevano lo stesso, ho visto gente che non riusciva piu' a stampare tanto aveva il disco frammentato, c'e' chi non ha voglia di stare dietro agli aggiornamenti di ogni singolo programma ma vuole semplicemente usare il pc.Ormai linux e' piu' facile.
            Se parliamo di velocità e
            snellezza del protocollo TCP/IP, siamo invece sul
            binario giusto: linux è infinitamente superiore a
            windows, qualsiasi versione. Se parliamo di
            "costi" per le caselle email (pur non avendo
            tutte le peculiarità intrinseche in MSExchange),
            linux è sicuramente superiore. Ma non associamo
            la semplicità al mondo linux... non è pane per i
            suoi denti e, imho, mai lo sarà.Dipende da quello che ci vuoi fare, se vuoi usarlo come fosse un windows ormai e' anche piu0' facile secondo me.
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            Puoi avere ragione in un discorso generale, ma i fatti qui hanno, secondo me, dimostrato il contrario. Linux esiste da tempo, moltissime persone hanno scaricato le varie distro e hanno provato ad installarlo. Il 99% è tornato inesorabilmente indietro, verso il "più facile" windows. Possiamo raccontarci tutto quello che ti pare, ma è la gente che ha "deciso" di andare verso windows e, che tu lo voglia ammettere o meno, windows ha aiutato le persone a familiarizzare con il personal computer, ne ha permesso il suo sviluppo, la vendita e la conseguente costante ricerca. Se i pc fossero stati alimentati da linux, non avrebbero avuto il peso che oggi hanno nella nostra società, non ho molti dubbi in proposito. Io stesso, la prima volta che ho installato linux, ci ho messo almeno UN MESE per riuscire a stampare con la stampante che usavo regolarmente con windows 95, installata in 2 minuti scarsi. E non parliamo della scheda video, dell'interfaccia X e dei drivers della scheda di rete, specialmente se wireless! Linux è facile se qualcuno te l'ha già configurato e se non vuoi modificare o installare altri programmi diversi da quelli che già hai, diversamente non è facile, o almeno non quanto un sistema operativo "windows".
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            Io continuo a non capire a cosa tu ti stia riferendo quando parli di monopolio. Microsoft, quando fece il primo accordo con IBM, creatore del primo "personal computer", era una cacchina in confronto ad Apple, che era già "un nome" e aveva già creato il suo secondo prodotto. IBM, assieme ai suoi PC, vendeva, inizialmente, una licenza d'uso del MS-DOS, in accordo con Microsoft. IBM, piano piano, ha conquistato il mercato del personal computer, sul quale Apple già aveva una bella fetta, ma non era riuscita ancora a conquistare "il grosso del pubblico". Una volta che il PC si è diffuso, sono comparsi i primi "PC IBM COMPATIBILI". Questi PC venivano venduti senza avere accordi particolari con la Microsoft, ma, visto che il sistema operativo MSDOS era in uso sugli IBM, LA GENTE chiedeva che sul PC venisse installato (spesso e volentieri SENZA PAGARE la licenza a Microsoft - ed è questo, secondo me, che ha permesso a Microsoft di conquistare il mondo dei PC, non altro!) l'MS-DOS. Non era la Microsoft che ha voluto che tutti i "preinstallati", come li chiami tu, "uscissero con l'MSDOS". Quando IBM si è accorta di aver perso una grossissima fetta del mercato e si è resa conto che quella fetta era la più appetibile, rispetto alla mera vendita del solo hardware, ha cercato di correre ai ripari vendendo i propri PC col DR-DOS, invece dell'MS-DOS. Ma era troppo tardi, perchè ormai Microsoft aveva già "conquistato il mondo", nonostante avesse più di 4 concorrenti: Apple, Linux, DRDOS, OSWarp, BSD e altri "minori". Quindi, per concludere, mi dici in che maniera la Microsoft ha VOLUTAMENTE condizionato il mercato e VOLUTO il monopolio dei sistemi operativi??E ancora... il Microsoft Office, inizialmente, ha dovuto "abbattere" diversi concorrenti, tipo l'Word Star (che era il programma di videoscrittura più utilizzato). Piano piano anche MSOffice è diventato "lo standard". Anche qui si parla di monopolio. Ma il monopolio la Microsoft l'ha ottenuto SENZA CERCARE DI FREGARE NESSUNO, secondo me. Ha semplicemente proposto un prodotto al mercato e il mercato l'ha eletto a "prodotto standard". Secondo te, a questo punto, la Microsoft ha sbagliato a non divulgare il codice? A non regalarlo al mondo (eppure avrebbe potuto proteggere meglio i suoi software, impedendone la clonazione e l'uso senza licenze...)?O ha sbagliato ad acquistare il 40% delle azioni Apple quando la casa di Jobs stava per FALLIRE e la Microsoft lo ha impedito perchè VOLEVA AVERE ALMENO UN CONCORRENTE SERIO? Una volta che poi la Apple si è ripresa (con i soldi Microsoft), Jobs ha riacquistato le azioni (a mio modo di vedere la mossa "giusta" è stata "la Pixar")Oggi la Microsoft si trova senza alcun dubbio in regime di monopolio, ma il monopolio è voluto dalla gente, non dalla Microsoft. E' la gente che è pigra e non vuole imparare ad usare delle "valide alternative", quindi continua a preferire i prodotti Microsoft. E per questo che il mondo condanna il monopoliio della Microsoft? Lo trovo ingiusto, pur essendo una persona che usa diversi sistemi e diversi software, a volte preferendo Microsoft, altre preferendo altre software house. Il "mondo decide" di dare un regime di monopolio ad una azienda e nel contempo la condanna per averlo. E' assurdo. Allora condanniamo anche Intel, che ha monopolizzato il mondo delle CPU e non da modo ai concorrenti "di crescere" più di tanto. Perchè solo Intel deve avere fabbriche capaci di sostenere processi produttivi a 45nm??? Non è giusto!. Perchè la gente si ostina ad acquistare Intel quando AMD ha dei validissimi e, a volte, più potenti processori?? A morte pure Intel! Intel è il demonio! Al rogo!!!
          • krane scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: maxloi
            Io continuo a non capire a cosa tu ti stia
            riferendo quando parli di monopolio.A bhe, se parliamo di cose diverse o non sappiamo di cosa parliamo dillo !!!!Allora: qui c'e' un pdf dell'universita' di Modena e Reggio emilia, Comunicazione, Economia, InformaticaDimenticavo il link !!!http://www.fabioruini.eu/unimore/net_cas/monopolio_microsoft.pdfL'argomento e' : Il monopolio nel mercato del software: il caso MicrosoftLeggitelo almeno poi saprai a cosa ci si riferisce quando si parla di monopolio Microsoft e dei segni che ha lasciato nel mercato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 luglio 2008 11.05-----------------------------------------------------------
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            Al contrario di quanto tu possa fare, ritengo di essere capace di costruirmi una MIA idea documentandomi relativamente ai fatti, non ho necessità di conoscere le idee delle altre persone per "appropiarmene". Il PDF lo leggo, perchè sono comunque aperto al dialogo e non pretendo di essere il proprierario dello scibile umano, ma non si possono argomentare le proprie idee e/o teorie rimandando il proprio interlocutore alla lettura di un "trattato ideologico" di un laureando.
          • krane scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: maxloi
            Al contrario di quanto tu possa fare, ritengo di
            essere capace di costruirmi una MIA idea
            documentandomi relativamente ai fatti, non ho
            necessità di conoscere le idee delle altre
            persone per "appropiarmene".E allora perche' prima hai chiesto : "Io continuo a non capire a cosa tu ti stia riferendo quando parli di monopolio."Il concetto di monopolio in economia quello e', non e' parlare di "amore" o "coraggio" che sono oggettivamente concetti interpretabili e sfumati.
            Il PDF lo leggo, perchè sono comunque aperto al
            dialogo e non pretendo di essere il proprierario
            dello scibile umano, ma non si possono
            argomentare le proprie idee e/o teorie rimandando
            il proprio interlocutore alla lettura di un
            "trattato ideologico" di un laureando.Perche' pensi che sia un trattato ideologico ancor prima di leggerlo ?
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: krane
            Perche' pensi che sia un trattato ideologico
            ancor prima di leggerlo
            ?perchè l'introdzione recita così: "Il nostro obiettivo è quello di ricostruire nel modo più preciso possibile le diverse motivazioni che hanno portato ad una battaglia giudiziaria durata diversi anni, cercando di fornire un giudizio, opinabile in quanto tale, sulle richieste dellaccusa e sulle risposte della difesa."In ogni caso lo sto leggendo e già nelle prime pagine ho notato alcune incongruenze e acuni dati non propriamente esatti. Ti dirò che ne penso a lettura conclusa...
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            ok, hai ragione... non è un trattato ideologico, è una favoletta piena di storie inventate e quasi totalmente priva di fatti reali e di analisi oggettive sui fatti. Giusto per farti un unico e semplice esempio, gli autori scrivono: "Al di là delle discussioni di carattere squisitamente legale su cosa si debba intendere per monopolio è innegabile che il sistema operativo Windows rappresenti oggi lo standard contro cui ogni utilizzatore di computer (e ciò vale in particolare per gli utenti meno esperti) finisce quotidianamente per scontrarsi. Questo standard de facto è palesemente rafforzato dallenorme mole di software (prodotto dalla Microsoft, ma non solo) disponibile per tale sistema operativo. Noi stessi, nello scrivere questa breve relazione, abbiamo dovuto optare per Microsoft Word. Lemotivazioni sono state semplici: comodità duso, semplicità dimpaginazione, ma soprattutto compatibilità. Lesigenza di ciascuno di noi era infatti quella di produrre un documento che fosse visibile allo stesso modo dagli altri membri del gruppo; lunico word-processor di cui tutti eravamo (e siamo tuttora) in possesso era appunto Word. Scrivere testi e preparare qualche semplice foglio di calcolo, rimangono le attività più diffuse tra gli utilizzatori domestici di PC. Chi o che cosapotrebbe mai spingere costoro, che sono il fondamento della gigantesca quota di mercato detenuta da Microsoft, a cambiare sistema operativo? Al momento non si vedono risposte ragionevoli a questo interrogativo, anche se un aiuto può venire senzaltro dal campo dei software per ufficio: non è un caso che i mass- media abbiano iniziato ad interessarsi a Linux solo dopo la comparsa della suite StarOffice (da cui è nato, recentemente, OpenOffice)."Semplicemente ASSURDO. Perchè si sarebbero sentiti COSTRETTI ad usare MSWord quando c'era STAROFFICE o OPENOFFICE??? Perchè WORD era più BELLO e ACCATTIVANTE, non migliore di OpenOffice. Nessuno gli ha puntato una pistola alla testa e li ha obbligati ad usare un software A PAGAMENTO (sempre che l'abbiano pagato) invece di uno gratuito! E questo giustifica il fatto che Microsoft abbia eretto e mantenga un regime di monopolio? Ma siamo seri... Non parliamo poi del "DR-DOS di Novell", che non ha avuto modo di conquistare il mercato non perchè facesse SCHIFO (http://it.wikipedia.org/wiki/DR-DOS), ma perchè "Microsoft, però, approfittò del potere di mercato di Windows 95 per obbligare i produttori a preinstallareMS-DOS insieme alla nuova interfaccia grafica, paventando restrizioni contrattuali ed incentivi economici."Mi dispiace per te, ma gli autori di questo PDF hanno idee molto personali, contorte e si sono dimenticati di DOCUMENTARSI prima di scriverlo.
          • krane scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: maxloi
            ok, hai ragione...
            non è un trattato ideologico, è una favoletta
            piena di storie inventate e quasi totalmente
            priva di fatti reali e di analisi oggettive sui
            fatti.
            Giusto per farti un unico e semplice esempio, gli
            autori scrivono:
            "Al di là delle discussioni di carattere
            squisitamente legale su cosa si debba intendere
            per monopolio è innegabile che il sistema
            operativo Windows rappresenti oggi lo standard
            contro cui ogni utilizzatore di computer (e ciò
            vale in particolare per gli utenti meno esperti)
            finisce quotidianamente per scontrarsi. Questo
            standard de facto è palesemente rafforzato
            dallenorme mole di software (prodotto dalla
            Microsoft, ma non solo) disponibile per tale
            sistema operativo. Noi stessi, nello scrivere
            questa breve relazione, abbiamo dovuto optare per
            Microsoft Word.
            Le
            motivazioni sono state semplici: comodità duso,
            semplicità dimpaginazione, ma soprattutto
            compatibilità. Lesigenza di ciascuno di noi era
            infatti quella di produrre un documento che fosse
            visibile allo stesso modo dagli altri membri del
            gruppo; lunico word-processor di cui tutti
            eravamo (e siamo tuttora) in possesso era appunto
            Word. Scrivere testi e preparare qualche semplice
            foglio di calcolo, rimangono le attività più
            diffuse tra gli utilizzatori domestici di PC.
            Chi o che cosa
            potrebbe mai spingere costoro, che sono il
            fondamento della gigantesca quota di mercato
            detenuta da Microsoft, a cambiare sistema
            operativo? Al momento non si vedono risposte
            ragionevoli a questo interrogativo, anche se un
            aiuto può venire senzaltro dal campo dei
            software per ufficio: non è un caso che i mass-
            media abbiano iniziato ad interessarsi a Linux
            solo dopo la comparsa della suite StarOffice
            (da cui è nato, recentemente,
            OpenOffice)."
            Semplicemente ASSURDO. Perchè si sarebbero
            sentiti COSTRETTI ad usare MSWord quando c'era
            STAROFFICE o OPENOFFICE???Hai letto l'hanno in cui e' stato scritto ? Controlla a che versione erano star office ed openoffice allora, appena iniziavano ad essere usabili, ancora non erano in grado di leggere correttamente i file .doc e perfino i file odf risultavano diversi se letti con uno o con l'altra suite.Io sono stato uno dei primi a testare staroffice ed openoffice e all'inizio semplicemente non erano usabili, la situazione era esattamente quella che indicano gli autori.
            Perchè WORD era più
            BELLO e ACCATTIVANTE, non migliore di OpenOffice.Veramente la loro spiegazione e' scritta a chiare lettere : " comodità duso, semplicità dimpaginazione, ma soprattutto compatibilità.Leggi il "soprattutto compatibilità" ???
            Nessuno gli ha puntato una pistola alla testa e
            li ha obbligati ad usare un software A PAGAMENTO
            (sempre che l'abbiano pagato) invece di uno
            gratuito! E questo giustifica il fatto che
            Microsoft abbia eretto e mantenga un regime di
            monopolio? Ma siamo seri...Non e' quella la giustificazione, ti rigiro l'invito ad essere tu serio e leggerlo senza preconcetti, al contrario di come stai facendo adesso.
            Non parliamo poi del "DR-DOS di Novell", che non
            ha avuto modo di conquistare il mercato non
            perchè facesse SCHIFO
            (http://it.wikipedia.org/wiki/DR-DOS), ma perchè
            "Microsoft, però, approfittò del potere di
            mercato di Windows 95 per obbligare i produttori
            a preinstallare
            MS-DOS insieme alla nuova interfaccia grafica,
            paventando restrizioni contrattuali ed incentivi
            economici."Ricordo il caso della caldera, ci fu anche un processo che microsoft perse http://www.ariplex.com/tina/tclawind.htmPeccato che caldera falli' comunque, un altro ottimo dos in meno: un vero peccato perche' ricordo che era gia' multitasking, al contrario dell' MSdos.
            Mi dispiace per te, ma gli autori di questo PDF
            hanno idee molto personali, contorte e si sono
            dimenticati di DOCUMENTARSI prima di
            scriverlo.Si puo' migliorare come tutto, ma secondo me spiega abbastanza bene la situazione.
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            Va bene. Mi sa che questa discussione proseguirebbe per anni, senza arrivare ad una conclusione "comune". Rimane un concetto di base che chiunque può raggiungere in maniera obiettiva: se un software è scritto bene e viene proposto al pubblico ad un prezzo "giusto", attraverso la sua naturale diffusione per mezzo di internet, è destinato a soppiantare qualsiasi software che attualmente sembra "il non plus ultra", sistemi operativi compresi.Esempi lampanti sono "winzip", "roboform", "acrobat", "nero" e tantissimi altri, che hanno "monopolizzato il mercato" attraverso un'usabilità che altri non sono riusciti a garantire al pubblico di tutto il mondo. E diversi software Microsoft non possono essere trattati in maniera diversa solo perchè "Microsoft" che, del resto, produce tantissimi altri software che, guarda caso, hanno conquistato solo una parte (alcune volte molto marginale) del mercato (Exchange, SQL Server, IIS, CRM, Virtual Server e tantissimi altri che quasi nessuno nemmeno conosce di fama). Per non parlare del "mondo dei motori di ricerca", dove Google la fa da padrona e il povero "Live Search" di Microsoft (che personalmente lo reputo una cacchetta rispetto a Google, Yahoo, lo stesso Virgilio...) sta solo a guardare, nonostante si sia utilizzato, per cercare di "imporlo al mercato", la stessa "tecnica" adottata per IE, Windows, etc. A comprova del fatto che E' IL MERCATO A DECIDERE, non una software house. PS: uno dei più grossi FLOP di Microsoft è stato il "Microsoft NETWORK", che era "imposto" sui sistemi operativi per dare un'alternativa "Microsoft" ad Internet, così come accadde per IE nei confronti di Netscape (ma IE era "compreso nel prezzo di windows", Netscape dovevi acquistarlo a parte...). Il mondo, ovviamente, ha scelto Internet e ha costretto Microsoft a fare un passo indietro, nonostante avesse investito miliardi di dollari nel progetto.
          • Gerry Tonno scrive:
            Re: il flop si ripete
            Bah io credo sia solo una questione di tempo. Ho installato ubuntu sul pc di un mio amico che sa usare win abbastanza bene e non si è trovato male, lo ha trovato anche migliore. Linux sta diventando sempre più semplice e rispetto alle vecchie distribuzioni sta introducendo tutta una serie di semplificazioni che con le vecchie non si potevano neanche ipotizzare.Distribuzioni come slackware sono si più complesse, ma sono destinate ad un altro settore, ad altri scopi, così come bsd. E smettiamola di dire questo è meglio di quello. win fa schifo, d'accordo, linux è un accrocchio, ma bsd purtroppo è complicato per utenti alle prime armi.E poi, dire che è meglio l'una o l'altra distribuzione, o bsd di linux, è come dire che sviluppare un sito con java, jsp, ecc. è professionale, farlo con php no. Ci sono semplicemente strumenti diversi per esigenze diverse. Questo è il mio punto di vista.
          • maxloi scrive:
            Re: il flop si ripete
            - Scritto da: Gerry Tonno
            E poi, dire che è meglio l'una o l'altra
            distribuzione, o bsd di linux, è come dire che
            sviluppare un sito con java, jsp, ecc. è
            professionale, farlo con php no. Ci sono
            semplicemente strumenti diversi per esigenze
            diverse. Questo è il mio punto di
            vista.E' quello che sto cercando di dire anche io... Non ha senso demonizzare windows a favore della sacralità di linux, bsd & C. (ancora non si sono visti adepti del modo "apple"). Windows va bene in determinati contesti, linux in altri, bsd e macos in altri ancora, tutto qui. E tornando "in-topic", secondo me è giusto che i produttori propongano entrambi i sistemi operativi, non solo gli uni o gli altri: sarà la gente, poi, a decidere su quale approdare (e non lo farà per il prezzo, visto che, stranamente, vengono venduti alle stesse identiche cifre).
  • ninjaverde scrive:
    openSource
    Perchè non immetti la domanda su Google o Wikipedia?E' la via più semplice per capire se è legale o no scaricare un Linux dalla rete tipo torrent o sui siti delle Distribuzioni. Ma se hai bisogno dei manuali per introdurti al mondo Linux i distributori offono la scatola con i DVD CD e almeno un apio di pesanti manuali.Ottima scelta per iniziare! Con 80 euro o giù di lì te la cavi.Semmai potresti avvere dei dubbi sulla distribuzione più adatta alle tue esigenze.Ma per questo basta scegliere qualche rivista che potrà dare indicazioni al caso.Certo, non troverai sempre l'ultima versione di MSN o di una stampante economica qualsiasi, ma con un pò di accortezza si superano anche questi problemi. Ormai la gran parte delle periferiche è supportata, basta fare un pò di cernita negli acquisti. Ed ora con eeepc si trova anche la scheda per la connessione UMTS Gprs predisposta per Linux: tipo quella della Telecom.
    • Terminus scrive:
      Re: openSource
      E se non vuoi un accrocchio precario frammentato in 1000 distros ma vuoi il vero unix, libero e gratuito, professionale e stabile, maturo e versatile, allora rivolgiti al BSD, FreeBSD per l'esattezza, o le sue versioni semplificate per usi desktop, ovvero DesktopBSD o PCBSD...
      • ninjaverde scrive:
        Re: openSource
        Ho risposto al tizio che chiedeva della "legalità" della licenza linux.... ma ho inserito male il messaggio.Ad ogni modo non ho ancora provato BSD, ma mi propongo di farlo prossimamente.
  • Suni scrive:
    finalmente
    È un po' adesso che seguo l'evoluzione degli e3, finalmente aquisterò un 901 con linux e poi metterò win xp sp3 oppure mandriva, oppure ubuntu (conservando linux su una flash, come opzione), chi mi sa consigliare?. Sono ancora indeciso sul colore... Mi piacciono tutti!!!
    • iRoby scrive:
      Re: finalmente
      Con Windows XP hai l'ennesimo PC stranoto e che ha strarotto le balle con un progetto vecchio di 8 anni...Con Linux invece hai una possibilità infinita di ritagliarti il dispositivo addosso.Le distribuzioni che stanno nascendo per queste macchine come Eeebuntu, la Ubuntu Netbook Remix, Linpus Linux Lite (quello su Aspire One), ma anche tutti i progettini di launcher e desktop semplificato che stanno nascendo per questi notebook ti permettono di avere sistemi operativi puliti e semplici per schermi piccoli e a prova di bimbominkia, di nonno utonto e di sorella bionda fuori e bionda dentro.
    • picchiatello scrive:
      Re: finalmente
      - Scritto da: Suni
      È un po' adesso che seguo l'evoluzione degli e3,
      finalmente aquisterò un 901 con linux e poi
      metterò win xp sp3 Gradirei capire come si puo' fare "legalmente" questa operazione....
      • maxloi scrive:
        Re: finalmente
        comprandoti una licenza? :|
        • picchiatello scrive:
          Re: finalmente
          - Scritto da: maxloi
          comprandoti una licenza? :|xp ora post installato su eee ?
        • iRoby scrive:
          Re: finalmente
          No XP non è più in commercio a meno che non corri a prendere qualche ultima copia retail rimasta a qualche venditore.E sui computer con Linux non è possibile installarlo se non come downgrade da Vista Ultimate...Per cui se non sono venduti insieme sarà illegale metterci Windows XP.
          • maxloi scrive:
            Re: finalmente
            E un Vista Business downgradato a XP? Non solo l'ultimate è downgradabile...
          • iRoby scrive:
            Re: finalmente
            Si ma lo compri a parte e pure caro per avere XP su un Netbook? Ma che c'è la svendita della coglionaggine nel mondo Micro$oft?
          • maxloi scrive:
            Re: finalmente
            Costa meno di quello che costa(va) XP e di quello che costa RedHat o SuSE o qualsiasi distro con annesso manuale di utilizzo. Riguardo la coglionaggine, tu stesso dimostri che esiste ovunque...
          • iRoby scrive:
            Re: finalmente
            Cioè ma è da scemi, spendere di più per poi fare un downgrade.Che senso ha con la qualità delle distro Linux odierne?
          • maxloi scrive:
            Re: finalmente
            Spendere di più rispetto a cosa?
          • iRoby scrive:
            Re: finalmente
            Le versioni di Vista che permettono il downgrade sono parecchi più care di XP.O vuoi dire che M$ non ha pensato il listino per pelare i gonzi che vogliono il downgrade?
          • maxloi scrive:
            Re: finalmente
            Semplicemente XP non è più in commercio (quello che si trova in giro sono rimanenze di magazzino). Quando XP (per esempio il "professional) era ancora in commercio, costava circa 10 euro IN PIU' rispetto a Vista "Business". Non mi sembra che abbiano cercato di "lucrarci" sopra più del solito...
          • Bill Gateso e Linusso Torvaldo scrive:
            Re: finalmente
            - Scritto da: iRoby
            No XP non è più in commercio a meno che non corri
            a prendere qualche ultima copia retail rimasta a
            qualche
            venditore.

            E sui computer con Linux non è possibile
            installarlo se non come downgrade da Vista
            Ultimate...

            Per cui se non sono venduti insieme sarà illegale
            metterci Windows
            XP.Esiste anche il mercato dell'usato delle licenze retail di XP
  • iRoby scrive:
    Semplicità di Linux
    Eppure è da qualche tempo che mi pongo alcune domande...Provo a mettermi dalla parte dell'utente occasionale.Intendo quella persona che sa che Windows è lo standard (sigh) e che si dice sia semplice da usare e diffuso, ma delicato e con vari problemi di malware e virus.Questo tipo di utenza oltre al messaggio di cui sopra, dal mondo dell'informatica riceve anche quello secondo il quale Linux sia più professionale e potente ma anche difficile e che non sia in tragliato per il personal computing e le applicazioni desktop.A questo utente vengono proposti questi Netbook con Linux e sui quali all'inizio storcono il naso, che per acquistarli ci vuole un leggero lavoro di pressione e convincimento dei commessi dei vari megastore che ne sanno poco più di loro, giusto ciò che leggono dalla stampa di settore e dalle brochure in negozio.Provo ad immaginarli spaesati quando invece scoprono un'interfaccia molto semplice e intuitiva, facile da usare per fare ciò che il produttore del Netbook ha previsto per loro, ma che si ferma lì e ti obbliga ad essere molto più esperto se vuoi estendere le possibilità del netbook. Con ancora l'impossibilità ad avere il Windows di sempre...Devo confessare che mi trovo in difficoltà a decifrare il "messaggio" che proviene da queste statistiche che parlano di milioni di Netbook che stanno vendendo con Linux, possibile che tutte queste persone li trovino comodi e usabili?Possibile che in fondo tutte queste persone facessero un uso modestissimo degli strumenti informatici da potergli essere sufficiente una GUI "chiusa" dentro il perimetro delle 4 classiche applicazioni di word processing, mail, web e lettura della memory stick della fotocamera?Oltre che sfatare il mito della difficoltà di Linux, stanno affiorando anche altri "messaggi" ossia che l'80% degli utenti non avevano bisogno di un OS completo e con le problematiche di Windows.Ma anche che Linux se opportunamente addomesticato e configurato con le 4 applicazioni necessarie a queste persone, è perfetto, oltre che indistruttibile diversamente dai vari Windows...E questo è un messaggio che ricevono anche coloro che li usano, che non hanno più problemi di virus e malware come prima.Se si diffondono così tante macchinette con Linux si svilupperà tutto un mercato di gadget e prodotti che dovranno essere compatibili con queste macchine e quindi con Linux.Gli scaffali dei megastore saranno piene di scatole con l'apposita dicitura se vorranno vendere anche a questi milioni di utenti di Netbook e Netbox.Ma anche di software e nuove applicazioni da pensare apposta per queste macchine che ormai costano quanto o meno di un palmare evoluto.Parlo di tutte quelle aziende e categorie che necessitano di raccogliere dati che poi inseriscono tramite wireless o in locale e che poi sincronizzano giunti in sede. Questi netbook possono essere anche splendidi strumenti di lavoro portabili e si aprono nuove applicazioni per molte software house locali...Io sono ottimista e mai mi sarei pensato che la diffusione di Linux arrivasse da questi nuovi apparecchi.Qualcuno ha da aggiungere altro?
    • irolav scrive:
      Re: Semplicità di Linux
      Qualche giorno fa un mio amico ha finalmente ricevuto il nuovo portatile con Windows Vista preinstallato.Mi ha raccontato di aver impiegato quasi un'ora a trovare il pulsante per lo spegnimento del pc che non era più nella stessa posizione di Xp...Morale: Non voglio scatenare flame allucinanti ma la semplicità è un concetto che spesso viene confuso con l'abitudine... L'idea che Windows è semplice mentre Linux è difficile è una leggenda, difficile da smontare ma tale è!
    • numa_pompil io scrive:
      Re: Semplicità di Linux
      si aggiungo un esempio.il mio boss è un tipico "truzzo da cellularone", inutile dire che le sue competenze informatiche e diemstichezza con il pc sono pari a 0 diviso 2.a lui sembra di usare un palmare quindi nonostante ci siano mouse e tastiera qwerty estremamente comodi li sembra di usare un cellulare e quindi si sente a suo agio.quando usa windows/mac/linux, con gestore di finestre standard (menu in basso a sinistra), invece, indifferentemente da quale sia il sistema e cosa debba fare, si sente spaesato perchè ha a che fare con un computer e quindi attacca con le domande e le paure di schiacciare il bottone sbagliato e distruggere tutto.per lui è solamente una questione psicologica, se li mettessi icewm sul desktop si sentirebbe sicuro pure li.tutto questo discorso per dire:i cellulari e la loro interfaccia sono associati nella psiche di molti all'idea di semplicità d'utilizzo, in particolare per li italiani, quindi un computer con quella interfaccia eredita per "proprietà transitiva delle cose" l'idea di semplicità.
    • no a linux scrive:
      Re: Semplicità di Linux
      Aggiungo che hai detto una marea di cazzate, linux è una cagata la asus come altri produttori di pc low cost lo spoingono per mantenere costi bassi, tanto poi ci pensano gli utenti a metterci su windows...Apri gli occhi linux è una cadavere e tu sei un coglione romantico del cazzo
    • iRoby scrive:
      Re: Semplicità di Linux
      Ma ci gira dove? E i driver per le schede di rete li hai?Ma per cortesia, tanto rispetto per *BSD ma come puoi pensare di usare a pieno tutte le funzioni di questi computer? Skype, la webcam, le schede Atheros/Broadcom, il supporto all'Atom e al chipset grafico i950.
    • Delio scrive:
      Re: Semplicità di Linux
      Il 90% degli utenti non ha assolutamente bisogno di niente che non si trovi già in una distro linux:posta, internet, ufficio, mp3, filmati, foto, chat e che altro? La gente sul PC fa solo questo e tutto questo si trova già preinstallato nella stragrande maggioranza delle distribuzioni Linux.Che poi a me i parenti mi chiamano anche quando devono installare un programma su windows "metto il cd e poi?", l'utente medio ha difficoltà EVIDENTI anche su windows.
      • maxloi scrive:
        Re: Semplicità di Linux
        - Scritto da: Delio
        Il 90% degli utenti non ha assolutamente bisogno
        di niente che non si trovi già in una distro
        linux:

        posta, internet, ufficio, mp3, filmati, foto,
        chat e che altro? La gente sul PC fa solo questo
        e tutto questo si trova già preinstallato nella
        stragrande maggioranza delle distribuzioni
        Linux.

        Che poi a me i parenti mi chiamano anche quando
        devono installare un programma su windows "metto
        il cd e poi?", l'utente medio ha difficoltà
        EVIDENTI anche su
        windows.Certo. Perchè volere di più di quello che IO HO SCELTO PER TE??? Non sapevo che linux fosse stato ideato e sviluppato a Cuba! Se su windows non mi piace un determinato "programma di default" per vedere un'immagine, ascoltare un mp3, masterizzare, etc., mi installo un programma che mi è più consono, che mi piace di più. Su linux lo posso fare ugualmente, ovviamente, ma non sempre (anzi, diciamo quasi mai) è così facile farlo, se non hai determinate BASI che, chi lo usa, da per scontato che tutti abbiano. Determinati concetti come i-node, device, protocolli smb o dfs, non sono propriamente nozioni che tutti possono avere (o in alcuni casi DEVONO) per riuscire ad installare un driver, accedere ad una directory in rete, installare un programma per masterizzare o salvare i propri dati su DVD. Nessuno poi ha detto che windows "fa tutto da solo" (o meglio... qualcuno lo ha pure detto... ma chi dice cazzate esiste ovunque...), è semplicemente "più semplice" e intuitivo da usare, così come è più semplice incasinarlo o renderlo insicuro.
        • maxloi scrive:
          Re: Semplicità di Linux
          Se è per questo, con Mandrake ho resuscitato dischi che i sistemi operativi Microsoft davano per "distrutti"...Ma è altrettanto vero che ho resuscitato server in condizioni disastrate (non esisteva più niente nell'MBR, un virus aveva eliminato il 90% dei files di sistema o li aveva "contaminati", etc.) con software di terze parti, collegando i dischi ad altri sistemi o attraverso le "operazioni di ripristino" dei cd di windows. E quindi? Certo che è possibile farlo, e non solo con linux... con qualsiasi sistema operativo, basta CONOSCERLO BENE. Un utonto, non conosce bene nessun sistema operativo, ma alcune feature introdotte da Microsoft ("ultima configurazione funzionante, "modalità provvisoria") a volte permettono anche ad utonti di ripristinare il loro computer senza dover spendere dei soldi in centri di assistenza, centri che, oltretutto, nel 95% sono appena in grado di "sistemare" un SO Microsoft...
          • krane scrive:
            Re: Semplicità di Linux
            - Scritto da: maxloi
            Se è per questo, con Mandrake ho resuscitato
            dischi che i sistemi operativi Microsoft davano
            per "distrutti"...
            Ma è altrettanto vero che ho resuscitato server
            in condizioni disastrate (non esisteva più niente
            nell'MBR, un virus aveva eliminato il 90% dei
            files di sistema o li aveva "contaminati", etc.)
            con software di terze parti, collegando i dischi
            ad altri sistemi o attraverso le "operazioni di
            ripristino" dei cd di windows. E quindi?
            Certo che è possibile farlo, e non solo con
            linux... con qualsiasi sistema operativo, basta
            CONOSCERLO BENE.Personalmente sostengo che windows e' piu' ostico in quanto maggiormente chiuso: troppe volte si e' costretti a reinstallare completamente perdendo tutte le configurazioni presenti o dovendo fare i pesanti copia - incolla manuali che descrivi tu.Su linux il sistema base e' costituito da 4 o 5 pacchetti indipendenti che puoi ripristinare senza toccare niente del resto del sistema.Po' come se su un windows vittima di un virus che mi ha attaccato gli ActiveX potessi reinstallarmi solo quelli senza toccare altro, ovviamente da sistema non con un copia incolla da un altro disco, sarebbe una bella comodita no ?
            Un utonto, non conosce bene nessun sistema
            operativo, ma alcune feature introdotte da
            Microsoft ("ultima configurazione funzionante,
            "modalità provvisoria") a volte permettono anche
            ad utonti di ripristinare il loro computer senza
            dover spendere dei soldi in centri di assistenza,
            centri che, oltretutto, nel 95% sono appena in
            grado di "sistemare" un SO Microsoft...L'utonto conosce i programmi che usa,
          • maxloi scrive:
            Re: Semplicità di Linux
            Oddio... certo che sarebbe sufficiente reinstallare i 4-5 pacchetti base... ma pure su linux questa operazione è semplice solo a parole, se non conosci l'architettura del sistema, dove si va a salvare i profili, come editare i files di configurazione, etc... L'utonto USA (per l'1% e MALE) i programmi, non li conosce.
          • krane scrive:
            Re: Semplicità di Linux
            - Scritto da: maxloi
            Oddio... certo che sarebbe sufficiente
            reinstallare i 4-5 pacchetti base... ma pure su
            linux questa operazione è semplice solo a parole,
            se non conosci l'architettura del sistema, dove
            si va a salvare i profili, come editare i files
            di configurazione, etc...Su windows e' impossibile e basta, se permetti trovo a parita' di conoscenza preferisco avere a che fare con macchine linux per queste situazioni.
            L'utonto USA (per l'1% e MALE) i programmi, non
            li conosce.Tu non hai mai conosciuto un grafico di quelli bravi vero ... ?
          • maxloi scrive:
            Re: Semplicità di Linux
            Io invece trovo più semplice sistemare un sistema operativo windows, credo siano punti di vista diversi dettati da diverse esperienze e capacità in uno o nell'altro ambito, ma un utonto raramente ha esperienze, anche minime, nel mondo linux. Lavorando da circa 16 anni (e guarda caso ho iniziato a lavorare proprio come grafico pubblicitario), credo di avere avuto a che fare con utenti e utonti di qualsiasi specie e tipo. Le eccezioni esistono e le ho trovate in qualsiasi campo, grafici compresi. Ho trovato quelli "bravi" e quelli che "si atteggiano a bravi e onniscenti" e in realtà sono solo dei cretini. In ogni caso, personalmente, non ho mai trovato "grafici" che usano linux (o almeno SOLO linux)... O usano windows con PhotoShop e Corel, o usano Mac.
          • krane scrive:
            Re: Semplicità di Linux
            - Scritto da: maxloi
            Io invece trovo più semplice sistemare un sistema
            operativo windows, credo siano punti di vista
            diversi dettati da diverse esperienze e capacità
            in uno o nell'altro ambito, ma un utonto
            raramente ha esperienze, anche minime, nel mondo
            linux.Ultimamente ho installato Ubuntu a un paio di utonti per il pc di casa che si trovano molto meglio, certo il loro uso casalingo del pc e' navigazione / posta / office.
            Lavorando da circa 16 anni (e guarda caso ho
            iniziato a lavorare proprio come grafico
            pubblicitario), credo di avere avuto a che fare
            con utenti e utonti di qualsiasi specie e tipo.
            Le eccezioni esistono e le ho trovate in
            qualsiasi campo, grafici compresi. Ho trovato
            quelli "bravi" e quelli che "si atteggiano a
            bravi e onniscenti" e in realtà sono solo dei
            cretini. In ogni caso, personalmente, non ho mai
            trovato "grafici" che usano linux (o almeno SOLO
            linux)... O usano windows con PhotoShop e Corel,
            o usano Mac.Ultimamente linux si sta usando molto in ambito 3D cinematografico per effetti speciali e montaggio.
          • maxloi scrive:
            Re: Semplicità di Linux

            Ultimamente ho installato Ubuntu a un paio di utonti per
            il pc di casa che si trovano molto meglio, certo il loro
            uso casalingo del pc e' navigazione / posta / office.Augurati che non desiderino mai installare un dato software per fare un qualcosa di diverso, perchè chiameranno sempre te, non lo faranno mai autonomamente come invece potrebbero azzardarsi a fare su sistemi windows...
            Ultimamente linux si sta usando molto in ambito 3D
            cinematografico per effetti speciali e montaggio.Forse si, ma su sistemi Silicon Graphics... Non sui pc di casa e non sui pc dei grafici... e quindi?
          • krane scrive:
            Re: Semplicità di Linux
            - Scritto da: maxloi

            Ultimamente ho installato Ubuntu a un paio di

            utonti per il pc di casa che si trovano molto

            meglio, certo il loro

            uso casalingo del pc e' navigazione / posta /

            office.
            Augurati che non desiderino mai installare un
            dato software per fare un qualcosa di diverso,
            perchè chiameranno sempre te, non lo faranno mai
            autonomamente come invece potrebbero azzardarsi a
            fare su sistemi windows...Assolutamente falso: quando mi ha chiamato uno dei due per installare il messanger e' stato facilissimo farlo andare sull'installer grafico e fargli scrivere gaim nel trova, poi applica ed e' pronto, molto piu' pratico che su windows.

            Ultimamente linux si sta usando molto in ambito

            3D cinematografico per effetti speciali e

            montaggio.
            Forse si, ma su sistemi Silicon Graphics... Ormai molti usano pc, ormai con un 4 core e sk quadro hai ottime prestazioni senza spendere tanto.
            Non sui pc di casa e non sui pc dei grafici...
            e quindi ?Si parlava di linux... Ricordi ?Cosa cambia tra la stesso distro che gira su x86, mac, sgi, OnoSendai ?
    • Bash scrive:
      Re: Semplicità di Linux
      - Scritto da: Terminus
      su macchine obsolete come l'eeepc Azz... eeepc e' una macchina obsoleta!Fammi cortesemente un esempio di macchina innovativa, secondo il tuo metro, per piacere.
      • maxloi scrive:
        Re: Semplicità di Linux
        l'analizzatore biometrico che tutti hanno sull'enterprise! Quello sì che è innovativo!!! Altro che eeepc! :'(
  • BLah scrive:
    900
    Spero che non sia uscito di produzione... Basterebbe una batteria con durata doppia, ed è perfetto.Gli ultimi modelli sono stati rovinati.
    • iRoby scrive:
      Re: 900
      La prendi aftermarket c'è ne sono fino a 10400mAh che ti danno 8-10 ore di autonomia.Per l'eeepc c'è di tutto di più nel mercato aftermarket.
  • CCC scrive:
    Alternative...
    volendo ce ne sono...Mini-laptop- GDIUMhttp://www.gdium.com/Mini-pc- KOALAhttp://www.koala.it/- LINUTOPhttp://www.linutop.com
    • CCC scrive:
      Re: Alternative...
      - Scritto da: Gix[...]
      bello il gdium ma non da le specifiche e neanche
      i
      prezzi.si parla di circa 400 euro...
    • enoch81 scrive:
      Re: Alternative...
      ma il gidium... il problema é il processore MIPSé anche quello che lo rende affascinante (un sistema *nix e processore diverso da x86... che bello).Il problema si ha con il software compilato.Non so quanto software per mips ci sia!
  • iRoby scrive:
    Acer Aspire One tech tips
    Sono un po' off topic ma credo di fare cosa gradita a chi possono interessare dettagli tecnici sull'Acer Aspire One.Essendo molto piccoli questi computer stanno risparmiando sull'ingegnerizzazione e la disposizione dei componenti adottando connettori che sono poco diffusi.Qui do alcuni dettagli utili per chi vuole smontare ed espandere l'Acer Aspire One (da ora AO).L'AO ha 512M di ram saldati su motherboard sull parte superiore della board.Il connettore si trova sul lato inferiore e non è accessibile.Per espandere il computer bisogna smontare completamente lo chassis inferiore. Il tipo di memoria che prende è SODIMM DDR2 a 533Mhz (ed ovviamente 667 che verrà downclockata).Il drive SSD da 8GB tra l'altro piuttosto lento è saldato direttamente su una doughterboard che ha un protocollo di tipo IDE-
    CF (Compact Flash) tramite un connettore a piattina di tipo ZIF 1.8 decimi di pollice.L'espandibilità del disco è possibile con le seguenti soluzioni:un cavo IDE ZIF 1.8 ed un hard disk ZIF 1.8 da 1,8" che costa 100 euro x 80GB;un adattatore ZIF 1.8 a Compact Flash Type I/II e poi una Compact Flash veloce di dimensione a piacere.L'adattatore si trova su eBay sotto ai 10 euro con spedizione da Hong Kong.Per le CF invece per esempio 16GB con velocità 133x o superiore costa a partire da 40-50 euro su eBay con un massimo di 90 euro per 16GB 280-320x.La velocità si riferisce a quella di lettura (che raramente supera i 35MB/s e che la velocità di scrittura delle CF è compresa tra 3 e 7MB/s e dipende dalla qualità e non dal valore di lettura.Alla CF interna va aggiunta l'espandibilità tramite la SD esterna dedicata. Ricordo che l'AO ha due lettori esterni, uno SD con una tecnica per estendere il disco interno, e l'altro multiformato con funzioni di lettore standard.Leggevo tempo fa in giro per Internet che un rivenditore canadese ha già le batterie aftermarket a 6celle per l'AO.
    • Gix scrive:
      Re: Acer Aspire One tech tips
      - Scritto da: iRoby
      Sono un po' off topic ma credo di fare cosa
      gradita a chi possono interessare dettagli
      tecnici sull'Acer Aspire
      One.

      Essendo molto piccoli questi computer stanno
      risparmiando sull'ingegnerizzazione e la
      disposizione dei componenti adottando connettori
      che sono poco
      diffusi.

      Qui do alcuni dettagli utili per chi vuole
      smontare ed espandere l'Acer Aspire One (da ora
      AO).

      L'AO ha 512M di ram saldati su motherboard sull
      parte superiore della
      board.
      Il connettore si trova sul lato inferiore e non è
      accessibile.
      Per espandere il computer bisogna smontare
      completamente lo chassis inferiore. Il tipo di
      memoria che prende è SODIMM DDR2 a 533Mhz (ed
      ovviamente 667 che verrà
      downclockata).

      Il drive SSD da 8GB tra l'altro piuttosto lento è
      saldato direttamente su una doughterboard che ha
      un protocollo di tipo IDE-
      CF (Compact Flash)
      tramite un connettore a piattina di tipo ZIF 1.8
      decimi di
      pollice.
      L'espandibilità del disco è possibile con le
      seguenti
      soluzioni:

      un cavo IDE ZIF 1.8 ed un hard disk ZIF 1.8 da
      1,8" che costa 100 euro x
      80GB;

      un adattatore ZIF 1.8 a Compact Flash Type I/II e
      poi una Compact Flash veloce di dimensione a
      piacere.
      L'adattatore si trova su eBay sotto ai 10 euro
      con spedizione da Hong
      Kong.

      Per le CF invece per esempio 16GB con velocità
      133x o superiore costa a partire da 40-50 euro su
      eBay con un massimo di 90 euro per 16GB
      280-320x.
      La velocità si riferisce a quella di lettura (che
      raramente supera i 35MB/s e che la velocità di
      scrittura delle CF è compresa tra 3 e 7MB/s e
      dipende dalla qualità e non dal valore di
      lettura.

      Alla CF interna va aggiunta l'espandibilità
      tramite la SD esterna dedicata. Ricordo che l'AO
      ha due lettori esterni, uno SD con una tecnica
      per estendere il disco interno, e l'altro
      multiformato con funzioni di lettore
      standard.

      Leggevo tempo fa in giro per Internet che un
      rivenditore canadese ha già le batterie
      aftermarket a 6celle per
      l'AO.peccato per l'aspire. molto interessante. ma lo schermo lucido e la ram troppo limitata lo castrano non poco. se devo aprire e smanettare metto il touchscreen all' asus: figata!
      • tazanda scrive:
        Re: Acer Aspire One tech tips
        Ciao sono un nuovo utente.Volevo chiederti qualche informazione sull'ampliamento della ram dell'Aspire One.Ho provato ad aprire l'AO togliendo le varie viti di fissaggio e facendo delicatamente leva con un cacciavite, ma ho visto che il coperchio inferiore non si apriva e ho lasciato perdere per non romperlo senza averlo nemmeno usato.Mi puoi dare qualche consiglio ho qualche dritta ?Grazie !
  • picchiatello scrive:
    Piu' scelta
    Alla fine la commercializzazione di tali sub-notebook e desktop io la trovo una bella cosa, piu' scelta ( se effettivamente verranno commercializzati nel nostro paese) non puo' far che bene alla concorrenza, che magari reagirà aprendo altre strade di competizione.Ricordiamoci poi il merito di Asus e' di aver proposto un sistema linux gia' preinstallato e di far restare ancora per lungo tempo xp attivo.Per il momento io mi trovo benissimo con il mio 701 e eeebuntu installato, l'uhnico neo e' che nel nostro paese il wireless "pubblico" non e' propriamente aprezzato.
  • Enjoy with Us scrive:
    Avete notato?
    L'interesse che c'è per questi netpc?Avete notato che in giro le varie aziende che fanno previsioni per l'IT prevedono che tali netpc raggiungeranno una quota del 20% del mercato globale?E questi aggeggi cosa montano?In gran parte Linux!Questi sono fatti non supposizioni!Vedremo quanto accuserà il colpo microsoft!
    • picchiatello scrive:
      Re: Avete notato?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Questi sono fatti non supposizioni!
      Vedremo quanto accuserà il colpo microsoft!O accelerando lo sviluppo di "windows 7" , anche perche' non credo ad un s.o. ad hoc per i net-nook sub-notebook.Questa accellerazione farà si con l'avere un s.o. piu' ciofeca di vista..... O premendo verso i costruttori in tutti i modi nel non produrre e distribuire queste "macchinine" ( per alcuni ).
  • Quello che penso scrive:
    Daltrondeee...
    Secondo me questo è un vero portatile: leggero, piccolo, "economico", facilmente trasportabile.Le altre macchine che noi definiamo portatili secondo me sono più dei compact, tipo i nuovi acer (mega belli), ossia workstation complete di tutto ma compattate nel minimo spazio possibile e spostabili (non trasportabili) da un posto all'altro senza dover arraffare con 100 cavi.Dipende tutto dall'esigenza: se mi serve un buon computer che lascerò fermo in un unico posto da quando lo compro, mi conviene una workstation (tutti i vantaggi dei compact a minor prezzo, + o -), se mi serve un computer con buone capacità ma anche spostabile da una stanza ad un altra mi conviene un compact, se voglio un computerino da portarmi sempre con me per usufruire dei vantaggi di un desktop dovunque, allora conviene l'asus.Poi ce la questione dei prezzi...Certo, c'è chi si porta un portatile con schermo da 18 pollici in aeroporto per farsi una partita a chi sa che mentre aspetta l'aereo, però quella è un'altra storia...Ma se si limitasse a leggere o scrivere documenti allora si che l'asus è utile.A ognuno il suo computer (e perché)...:-)ByeOtacon.a
  • iRoby scrive:
    La foto
    La foto nella notizia è evocativa e segno dei nostri tempi.Tipica icona di minchioni succubi della tecnologia coi sorrisi da ebeti stampati in faccia.
    • Cinico scrive:
      Re: La foto
      - Scritto da: iRoby
      La foto nella notizia è evocativa e segno dei
      nostri
      tempi.

      Tipica icona di minchioni succubi della
      tecnologia coi sorrisi da ebeti stampati in
      faccia.Il tuo post a corredo della notizia è evocativa e segno dei nostri tempi.Tipico testo di minchioni succubi della propria sufficienza ma privi di concetti base, come quello del MARKETING
      • iRoby scrive:
        Re: La foto
        No caro, il marketing lo conosco bene dato che ho lavorato nel settore per anni, soprattutto nella cura dei dettagli grafici e di stile, dei comportamenti, dello studio di immagine...Ed è proprio per quello che lo odio, dato che è un settore COMPLETAMENTE basato sul, o meglio, dedicato all'inganno!
        • luce scrive:
          Re: La foto
          Si come utilizzare il pinguino per far vendere a questi falliti quale pc in più.Qualche linaro sfigato abbocca sempre
    • TADsince1995 scrive:
      Re: La foto
      - Scritto da: iRoby
      La foto nella notizia è evocativa e segno dei
      nostri
      tempi.

      Tipica icona di minchioni succubi della
      tecnologia coi sorrisi da ebeti stampati in
      faccia.Non so, ma non ci trovo niente di strano. Le foto luminosissime e dai colori intensi di persone felici, sorridenti e incravattate davanti a strutture avveniristiche (grattacieli o stazioni come quella della foto) ormai si trovano dovunque, nei siti, nelle brochure, nelle confezioni, in ogni dove e non solo nell'ambito dell'informatica.TAD
      • iRoby scrive:
        Re: La foto
        Non mi dilungo perché andremmo pericolosamente off-topic, e la questione spazierebbe per interi settori della società e l'antropologia umana...Come hai detto il lavoro del marketing è quello di far vendere.Attori selezionati e pagati per apparire sorridenti e felici per far credere che è il prodotto ad averli resi felici.Creano milioni di persone che comprano prodotti e si affannano a mostrare la stessa felicità nei confronti del prossimo, ma che alla fine generano solo invidia, rabbia, antipatia.La maggior parte dei corsi nel settore del marketing sono di psicologia.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: La foto

          Attori selezionati e pagati per apparire
          sorridenti e felici per far credere che è il
          prodotto ad averli resi
          felici.
          La maggior parte dei corsi nel settore del
          marketing sono di
          psicologia.Non ne avevo alcun dubbio. Però siccome queste foto sono piazzate persino sulle confezioni dell'insalata, mi chiedevo se ormai questa "tecnica" non avesse fatto il suo tempo. Provate ad andare in un qualunque sito di qualunque azienda e ci trovate queste immagini...TAD
          • iRoby scrive:
            Re: La foto
            C'era un articolo di un esperto al livello mondiale che definiva il metodo push ormai alla frutta e che in molte società e generazioni molte tecniche di marketing finora valide, stanno perdendo efficacia.Daltrone è arcinoto che le nuove generazioni di consumatori ormai usano internet per trovare miglior prezzo, ma anche per informarsi bene prima di comprare prodotti importanti, specie di tecnologia. Si rivolgono a siti e forum in cui già qualcuno ha comprato ed ha recensito le proprie impressioni.Proprio in questi giorni sto valutando anche io il mio Netbook preferito e guardo siti di modding, gente che li smonta, capire che tecnologie usano, come si possono espandere, come sono fatti che disponibilità di ricambi, accessori ed estensioni ci sono.
        • quando capito scrive:
          Re: La foto
          Scusa ma dove è la novità? Il marketing è sempre esistito dalla notte dei tempi..semplicemente si diceva: la pubblicità è l'anima del commercio (ricordi i graffiti promozionali delle prostitute di Pompei tanto per fare un esempio simpatico?)- Scritto da: iRoby
          Non mi dilungo perché andremmo pericolosamente
          off-topic, e la questione spazierebbe per interi
          settori della società e l'antropologia
          umana...

          Come hai detto il lavoro del marketing è quello
          di far
          vendere.
          Attori selezionati e pagati per apparire
          sorridenti e felici per far credere che è il
          prodotto ad averli resi
          felici.

          Creano milioni di persone che comprano prodotti e
          si affannano a mostrare la stessa felicità nei
          confronti del prossimo, ma che alla fine generano
          solo invidia, rabbia,
          antipatia.

          La maggior parte dei corsi nel settore del
          marketing sono di
          psicologia.
  • Pino scrive:
    Sempre più pesante
    Uff... si inizia bene e si finisce male.Il grossissimo pregio dell'EEE era il peso ridottissimo, ed ora è già quasi raddoppiato.Come la Smart: bella perché corta, la nuova versione è più lunga di parecchi cm e la fanno passare come una qualità.Mah...Quando l'EEE arriva a pesare 2 Kg, non ne venderanno più un pezzo...
    • Ragionare_p rima_dii_p arlare scrive:
      Re: Sempre più pesante
      si fava ci togli lo schermo e non ci metti le cose lo fai anche 3 etti
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Sempre più pesante
      - Scritto da: Pino
      Uff... si inizia bene e si finisce male.
      Il grossissimo pregio dell'EEE era il peso
      ridottissimo, ed ora è già quasi raddoppiato.
      Come la Smart: bella perché corta, la nuova
      versione è più lunga di parecchi cm e la fanno
      passare come una qualità.Nuovi modelli non implicano il ritiro di quelli già sul mercato. Se preferisci il modello piccolo, puoi valutare il 701.
  • xxx scrive:
    "Sakura(Fragola)"
    Sakura vuol dire ciliegia in Giapponese :)
    • Dock scrive:
      Re: "Sakura(Fragola)"
      E fragola si dice "ichigo" :P
    • Senbee scrive:
      Re: "Sakura(Fragola)"
      No, sakura (桜) vuol dire ciliegio, non ciliegia.Ciliegia si dice sakuranbo.
      • Jiraya scrive:
        Re: "Sakura(Fragola)"
        Infatti Sakura dovrebbe essere "Petalo di cigliegio" , o in inglese "Cherry blossom"
      • iRoby scrive:
        Re: "Sakura(Fragola)"
        E Sakora in dialetto Gha del Ghana significa calvo, pelato.Obroni sakora significa uomo bianco pelato... Lo dicono ridendo i bambini quando vedono un turista bianco e pelato in vacanza nel loro paese.
  • bibami01 scrive:
    acer aspire one
    Secono me la notizia più interessante del momento, sul versante dei netbook, è l'uscita in questi giorni nei negozi del primo vero concorrente dell'asus: l'acer aspire one.Molto ben disegnato (chi ha visto la versione blu!!!), con atom e 9'' già nella versione base (299 euro).Tastiera usabile con 10 dida e monitor molto brillante.Il sistema operativo di default è una versione adattata da acer di fedora 8. Il de è xfce con una interfaccia desktop ridisegnata.Basta un comando per attivare il menù (con il tasto destro del mouse) di xfce con i vari tool per installare ogni sorta di programma dai repository fedora.Comunque basta nulla per installare ubuntu 8.04.Per maggiori curiosità consiglio di visitare questo sito:http://www.aspireoneuser.com/
    • emboss scrive:
      Re: acer aspire one
      peccato per il mezzo di giga di ram, troppo poco per un uso ragionevole..qualcuno sa quanto costa l'upgrade a 1giga?
      • Senbee scrive:
        Re: acer aspire one
        Mezzo giga per Xubuntu sono più che sufficienti.
      • iRoby scrive:
        Re: acer aspire one
        Ti rispondo io che ne ho qui accanto uno di un collega.C'è dentro uno slot di espansione ma si deve smontare tutto lo chassis inferiore perché Acer non ha previsto lo sportellino.I 512M di base sono saldati su motherboard.Il disco da 8GB in realtà è una compact flash su un adattatore IDE-
        CF su connettore proprietario.La macchina è davvero buona, la batteria a 3 sole celle dura 2 ore e mezza, ed è di qualità ottima.C'è anche la versione con HD da 80G e 1G di ram che costerà poco di più.Mi spiace non ci sia la via di mezzo con 1G di ram e disco da 16G.Comunque questi "difetti" sono il paradiso per gli smanettoni. Il mio collega ha già ordinato una CF da 16GB 280x, 1G di ram e vari accessorietti per moddare il piccolino.È vero i 299 euro iniziali alla fine finiscono per lievitare parecchio, ma vuoi mettere il piacere di smanettarci per ritagliartelo su misura?Il Linux integrato è davvero semplificato, e pensa che l'utente root ha una password che Acer non ti fornisce. Problema non insormontabile perché basta fare un boot da una distro su chiavetta USB per montarsi il disco e accedere a /etc/passwd per rimuovere o modificare la password di root mettendola uguale a quella dell'utente.Ma ci sono già distribuzioni leggere e poi c'è il progetto Ubuntu Netbook Remix che promette bene. Ovviamente via Google trovi tante info.Se questo Acer si diffonde nasceranno un sacco di prodotti aftermarket. Già ci sono siti all'estero con le batterie da 6 celle ma anche Acer ha la sua originale.Spero arrivi come per l'Eee quella da 10400mAh che darà quasi 10 ore di autonomia...
        • maxloi scrive:
          Re: acer aspire one
          se non erro la password di root è 111111 :D
        • bibami01 scrive:
          Re: acer aspire one
          molto interessanti le informazioni che hai dato.Rettifico solo la questione della password.Non esiste alcun problema. Quando accedi per la prima volta al sistema, ti chiede la lingua (occhio a verificare che nell'impostare la lingua italiana vengano immediatamente tradotte le scritte, esite infatti un piccolo bug sulla localizzazione in alcune lingue) e la password.Non si tratta della passwd utente, ma quella che si usa quando vuoi loggarti come root.Linpus, da quello che ho capito fino ad ora (lo uso da pochi giorni), non ti chiede una passwd utente. Ti chiede solo la passwd quando setti il sistema, o ti logghi come root da una shell.Alla fine il sistema è molto simile a Ubuntu, solo che non fa uso di sudo.Tutto bello, ma ho già nostalgia di debian o xubuntu ;)
    • Gix scrive:
      Re: acer aspire one
      - Scritto da: bibami01
      Secono me la notizia più interessante del
      momento, sul versante dei netbook, è l'uscita in
      questi giorni nei negozi del primo vero
      concorrente dell'asus: l'acer aspire
      one.
      Molto ben disegnato (chi ha visto la versione
      blu!!!), con atom e 9'' già nella versione base
      (299
      euro).
      Tastiera usabile con 10 dida e monitor molto
      brillante.
      Il sistema operativo di default è una versione
      adattata da acer di fedora 8. Il de è xfce con
      una interfaccia desktop
      ridisegnata.
      Basta un comando per attivare il menù (con il
      tasto destro del mouse) di xfce con i vari tool
      per installare ogni sorta di programma dai
      repository
      fedora.
      Comunque basta nulla per installare ubuntu 8.04.
      Per maggiori curiosità consiglio di visitare
      questo
      sito:

      http://www.aspireoneuser.com/lo schermo "brillante" è un difettone, non un pregio!
  • ilmax scrive:
    addio mac mini...
    finalmente un prezzo ragionevole...il mac mini era decisamente sopravvalutato.
    • ut3 rulez scrive:
      Re: addio mac mini...
      mi spieghi cosa c'entra il mac mini? ma almeno lo sai che e progettato per diventare un desktop? Perfavore...
      • Tim scrive:
        Re: addio mac mini...
        - Scritto da: ut3 rulez
        mi spieghi cosa c'entra il mac mini? ma almeno lo
        sai che e progettato per diventare un desktop?
        Perfavore...guarda che molte persone comprano il laptop SOLO perché è di dimensioni contenute, fregandosene delle prestazioni....
        • GoldenBoy scrive:
          Re: addio mac mini...
          - Scritto da: Tim
          - Scritto da: ut3 rulez

          mi spieghi cosa c'entra il mac mini? ma almeno
          lo

          sai che e progettato per diventare un desktop?

          Perfavore...

          guarda che molte persone comprano il laptop SOLO
          perché è di dimensioni contenute, fregandosene
          delle
          prestazioni....Resta comunque il fatto che sono 2 target differenti, e l'argomento è solo un modo come un altro per flammare per niente...
  • Enjoy with Us scrive:
    Il dilemma è 900A o 901
    Tutto dipenderà da quanta sarà la differenza di prezzo, visto che si immagina che il 900A costerà 299 euro, se il 901 lo terranno entro i 50 60 euro, sarà la scelta migliore, altrimenti converrà prendersi il 900A.ASUS comunque sta sbagliando politica ad aumentare dimensioni e peso di questi Eeeepc.Il consumatore vuole esattamente l'opposto.Avrei visto molto bene ad esempio l'introduzione di un Eeepc più compatto, magari di 600-700 grammi con dimensioni ancora più ridotte, anche a costo di implementare uno schermo di dimensioni più ridotte (es. 7 pollici).Anche con i prezzi deve stare attenta 499 euro sono troppi, specie per macchine da 1,5 Kg
    • TuttoaSaldo scrive:
      Re: Il dilemma è 900A o 901
      anche con i prezzi deve stare attenta 499 euro sono troppi, specie per macchine da 1,5 Kg332 Euro al Kilo !!!Decisamente troppo, se pesasse di più sarebbe più conveniente ;-)
    • benito urgu scrive:
      Re: Il dilemma è 900A o 901
      sicuramente il 901 è tutto un altro pianeta- bluetooth- batteria a 6 celle- sd molto più ampiosperiamo non costi eccessivamente...
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Il dilemma è 900A o 901
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Avrei visto molto bene ad esempio l'introduzione
      di un Eeepc più compatto, magari di 600-700
      grammi con dimensioni ancora più ridotte, anche a
      costo di implementare uno schermo di dimensioni
      più ridotte (es. 7 pollici).Stai scherzando vero? Esiste già: il primo modello commercializzato è proprio un 7".
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Il dilemma è 900A o 901
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Avrei visto molto bene ad esempio l'introduzione

        di un Eeepc più compatto, magari di 600-700

        grammi con dimensioni ancora più ridotte, anche
        a

        costo di implementare uno schermo di dimensioni

        più ridotte (es. 7 pollici).

        Stai scherzando vero? Esiste già: il primo
        modello commercializzato è proprio un
        7".Appunto, quella è la direzione giusta, incrementando la risoluzione e alleggerendo la macchina!
    • Shu scrive:
      Re: Il dilemma è 900A o 901
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Tutto dipenderà da quanta sarà la differenza di
      prezzo, visto che si immagina che il 900A costerà
      299 euro, se il 901 lo terranno entro i 50 60
      euro, sarà la scelta migliore, altrimenti
      converrà prendersi il
      900A.Secondo me il 901 costerà 399, e il 900 scenderà a 359-369.Il 900A e` una discreta fregatura, secondo me.
      Avrei visto molto bene ad esempio l'introduzione
      di un Eeepc più compatto, magari di 600-700
      grammi con dimensioni ancora più ridotte, anche a
      costo di implementare uno schermo di dimensioni
      più ridotte (es. 7
      pollici).Gigabyte M528
      Anche con i prezzi deve stare attenta 499 euro
      sono troppi, specie per macchine da 1,5
      KgSolito discorso. In informatica piu` piccolo = piu` costoso. Non puoi fare questi discorsi...
  • tres scrive:
    499 euro
    Si..uno spende 500 euro per un giocattolo...Ma per favore...Poi con tanti modelli...uno davvero non ci capisce più nulla...
    • ba1782 scrive:
      Re: 499 euro
      Mo è perchè non posso linkare il sito, ovviamente... Ma qui a roma c'è un negozio che fa sconti molto pesanti...Il 900 lo fanno a 376 :P disponibilità molto limitata però, OVVIAMENTE :DE comunque penso che tra un po' i prezzi si abbasseranno... Soprattutto se e quando ci sarà un po' di concorrenza vera e propria :)
    • trillo scrive:
      Re: 499 euro

      Si..uno spende 500 euro per un giocattolo...
      Ma per favore...Purtroppo si... vedi l'aifòn... :(
    • Soldi scrive:
      Re: 499 euro
      Figurati che la Sony vende dei subnotebook comparabili a 2000 euro... http://www.tecnocino.it/articolo/sony-vaio-type-g-subnotebook-con-ssd/3852/
    • tiecc scrive:
      Re: 499 euro
      ehh io infatti non li capisco quelli che si comprano ste robe..sicuramente è comodissimo,anzi servirebbe anche a me una cosa del genere..ma considerato che raccattano e recuperano vecchi processori, 500e è una fregatura.on 100 euro in più me ne prendo uno sgualfo ma 300volte più figo!Si si occupa 1'cm quadrati in più..ma in una borsa per studenti ci sta lo stesso! e pesa 300g in più..sono giovine e forte =)
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: 499 euro
        - Scritto da: tiecc
        considerato che raccattano e recuperano vecchi
        processori???Quali 'vecchi' processori?
        Si si occupa 1'cm quadrati in più..Molto più di un centimetro.
        pesa 300g in più..Molto più di trecento grammi.
    • il signor rossi scrive:
      Re: 499 euro
      - Scritto da: tres
      Si..uno spende 500 euro per un giocattolo...
      Ma per favore...a me non pare un giocattolo ma un pc ultraportatile...
      Poi con tanti modelli...uno davvero non ci
      capisce più
      nulla...basta guardarsi l'apposita tabellina comparativa, io ho individuato in meno di un minuto quello con le caratteristche che fanno per me.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: 499 euro
      - Scritto da: tres
      Si..uno spende 500 euro per un giocattolo...C'è chi spende anche di più per i giocattoli. Ma in questo caso si tratta di un prodotto informatico.
  • eatrese scrive:
    eee-BOX Fanless?
    l'eeebox sarà fanless o sarà dotata di ventola di raffreddamento? rumorosità?
    • molok scrive:
      Re: eee-BOX Fanless?
      da quello che ho letto non sarà fanless e la rumorosità sarà intorno ai 26dB, che sinceramente non so quantificare, ma non mi sembra poco.
      • Er Puntaro scrive:
        Re: eee-BOX Fanless?
        ROTFL!
      • XXX scrive:
        Re: eee-BOX Fanless?
        Ha una piccola ventola ma è impercettibile anche dopo ore di lavoro, EEEBOX è davvero il prodotto piu' interessante del lotto soprattutto per la staffa a corredo che permette di posizionarlo dientro al monitor quasi a scomparsa.Ottimo prodotto.
  • anonimo scrive:
    Eee PC
    Sono soltanto dei giocattoli per chi non può permettersi dei veri portatili!
    • Dromy scrive:
      Re: Eee PC
      ...sento odore di troll (geek)
    • teddybear scrive:
      Re: Eee PC
      - Scritto da: anonimo
      Sono soltanto dei giocattoli per chi non può
      permettersi dei veri portatili!Beh, direi che con i mostri che si vedono ultimamente (portatili con monitor da 24" ... assurdo!), questo ha assai più il diritto di chiamarsi "portatile". Il compagno perfetto per essere portato ovunque. Anche in vacanza.Eh, no... ma tutti li a volere il portatile più grande. A fare a gara a chi ce l'ha più grosso.A me farebbe comodo il più funzionale.Come sempre, non importa quanto è grande, ma come lo puoi/sai usare.
      • bontakun88 scrive:
        Re: Eee PC
        beh anch'io la penso come te, infatti sto puntando l'eeepc già da diverso tempo, però come mi hanno fatto notare diverse persone, questi portatili si stanno avvicinando ai prezzi dei portatile normali -ma più grossi- e non sono così tanto economici come dovrebbero essere...secondo me il prezzo non dovrebbe superare i 400
        • teddybear scrive:
          Re: Eee PC
          - Scritto da: bontakun88
          beh anch'io la penso come te, infatti sto
          puntando l'eeepc già da diverso tempo, però come
          mi hanno fatto notare diverse persone, questi
          portatili si stanno avvicinando ai prezzi dei
          portatile normali -ma più grossi- e non sono così
          tanto economici come dovrebbero
          essere...
          secondo me il prezzo non dovrebbe superare i 400Beh, fare un PC grande sono capaci tutti. Farlo piccolo, funzionale non è così facile.Oltre a questo paghi anche la novità del disco SSD che purtroppo non hanno ancora un mercato sufficientemente ampio per poter sfruttare la base ampia per scendere di prezzo.E poi, guardiamoci negli occhi. Quattrocento euro sono pochi, per avere un PC portatile davvero funzionale. Per 599 ci sono degli acer davvero carini. Ma... la batteria dura poco, sono grossi, scomodi e pesanti.Quattrocento euro sarebbe un ottimo prezzo. Quattrocentocinquanta un prezzo buono. Cinquecento un prezzo "sopportabilissimo".
      • rockroll scrive:
        Re: Eee PC
        e quanto "dura".... e quanto è il tempo di ricarica!...
      • Stever scrive:
        Re: Eee PC
        Infatti quando i colleghi mi chiedono il consiglio su quale notebook comprare già da tempo chiedo loro:vi serve un "portatile" (per max 10" per 1,5 Kg) o un "trasportabile" (bestioline di cpu ma pesanti come un termosifone) ?
      • Suni scrive:
        Re: Eee PC
        Dipende dalle esigenze, c'e' gente che a casa sulla scrivania non vuole mettere un pc desktop con monitor tastiera e mouse, per varie ragioni, in primis per ridurre il più possibile la presenza dei cavi, poi per la possibilità di chiudere il coperchio e avere un ingombro minimo e, all'occorrenza per la possibilità di portarselo in giro in casi eccezzionali. In questo caso è normale che uno voglia avere il portatile più grande possibile.Un'altra persona potrebbe avere l'esigenza di lavorare a casa e in ufiicio con lo stesso computer, in questo caso un computer di medie dimesioni, cioè dai 13 ai 17 pollici è la soluzione ideale. Poi ci sono quelli che hanno l'esigenza della massima portabilità, che in genere si appoggiano comunque ad un altro pc, magari sia a casa che in ufficio, ma necessitano comunque di un pc, per utilizzarlo in treno, in viaggio, per fare consulenze, e per le più svariate ragioni.In definitiva, non esiste una verità assoluta per le dimensioni di un portatile, ma dipende tutto dalle esigenze di ognuno.
    • ba1782 scrive:
      Re: Eee PC
      Ok io non ti vado contro. È vero! Esistono pc con monitor
      • suxor scrive:
        Re: Eee PC
        - Scritto da: ba1782
        Ok io non ti vado contro. È vero! Esistono pc con
        monitor 1000 o anche i 2000
        euro...
        Per me che NON HO I SOLDI, ma voglio un
        "superportatile", l'EEE Pc casca a fagiolo
        :D
        Certo, con l'EEE Pc non posso giocarci a Crysis,
        ma per quello ho un fantastico Desktop a casa
        :P

        ByeNon è del tutto esatto.Da tempo ero alla ricerca di un portatile piccolo e comodo per la scrittura e avevo adocchiato già vari modelli di packard bell, acer, dell, samsung, msi, tutti con display da 12'', peso tra 1.8 e 2.1 kg e prezzo compreso tra i 600 e i 750.Poi è arrivata la notizia dell'msi wind che a differenza dell'eee (tranne il 1000) ha una tastiera decente, quindi ho deciso di aspettare.
      • teddybear scrive:
        Re: Eee PC
        - Scritto da: ba1782
        Certo, con l'EEE Pc non posso giocarci a Crysis,
        ma per quello ho un fantastico Desktop a casa
        :PEd è giusto, visto che il progetto dell'EEE non prevedeva in nessun modo che l'utente pensato per l'EEE voglia giocare a Crysis con il suo PC portatile.
    • Linaro scrive:
      Re: Eee PC
      - Scritto da: anonimo
      Sono soltanto dei giocattoli per chi non può
      permettersi dei veri
      portatili!Già, chissà perché ho affiancato un EEE900 al "vero" portatile da 800 (che non avrei dovuto permettermi)...
    • Soldi scrive:
      Re: Eee PC
      - Scritto da: anonimo
      Sono soltanto dei giocattoli per chi non può
      permettersi dei veri portatili!Non sono d'accordo. A 499 euro si trovano un sacco di veri portatili. Questi eeepc sono la seconda macchina per chi ha già un altro computer ed è disposto a spendere di più per averne uno veramente mobile di peso attorno al kg. Se qualcuno pensa di comprarlo come suo unico computer, o deve fare veramente pochissime cose o sta per buttare i propri soldi.Sono un po' come la Smart: è la seconda macchina per la città. Se invece uno pensa di farci le vacanze in due con le valigie al seguito, avrà una brutta sorpresa.
      • teddybear scrive:
        Re: Eee PC
        - Scritto da: Soldi
        Sono un po' come la Smart: è la seconda macchina
        per la città. Se invece uno pensa di farci le
        vacanze in due con le valigie al seguito, avrà
        una brutta sorpresa.Del tipo che scoprirà che tutto quello che non sta dentro nella smart, non serve se uno parte per 10 giorni di vacanza, in due adulti?Eddai. Quando ero piccino vicino a casa mia abitavano due italiani. Marito e moglie. Due? Ehm, no. Erano in sei. Marito, moglie con relativa mamma, e tre figli, tutti meno di sei anni. Attorno al cinque agosto li vedevi partire, mettendo tutto in macchina, i due adulti giovani davanti, suocera e tre bimbi dietro. Oltre alle borse della roba che si volevano portare dietro; e partivano da Francoforte sul Meno. Dopo seicento chilometri arrivavano a Milano, dove c'erano altri parenti, dormivano li una notte e poi via di nuovo, per arrivare in Puglia, a Monopoli.Ah, l'ho detto che avevano una cinquecento?Come è che ora, in due, per 10gg di vacanza, non basta una station vagon per portarsi dietro tutto quello che "serve"?A questo punto è meglio vivere come i nomadi, casa su ruote e ti porti dietro TUTTO...O no?La prima volta che sono andato in vacanza in Ucraina, avevo, oltre alla fotocamera ed il PC, in due borse separate sulle spalle, una sola borsa, piccola, di quelle che ti permettono di portare nella cabina dell'aereo. E sono rimasto 18 giorni, in un paese che non conoscevo.Non mi pare di ricordare che mi mancava qualcosa. Anzi.
        • maxloi scrive:
          Re: Eee PC
          Secondo me tu di figli non ne hai e non conosci nemmeno qualcuno che li abbia...Giusto per dirti qualche stupidaggine: - per legge, i bambini non possono stare in grembo a nessuno, ma devono sedere su apposito seggiolini.- i bambini al di sotto dei due anni, necessitano di diversi "accessori" (pannolini, cambi "a portata di mano", e stupidaggini di questo tipo) che occupano diverso spazio.- le persone con "problemi di peso" sono aumentate, rispetto a 10 anni fa. Prova a immaginarti la "gestione di questi problemi" non su una smart, ma anche su una "mini" o su una yaris...
          • Suni scrive:
            Re: Eee PC
            Non avrei dubitato che erano diretti in puglia...
          • maxloi scrive:
            Re: Eee PC
            Bah... questi sono commenti un po' razzisti e che lasciano il tempo che trovano... :
          • teddybear scrive:
            Re: Eee PC
            - Scritto da: maxloi
            Secondo me tu di figli non ne hai e non conosci
            nemmeno qualcuno che li
            abbia...Tre. Di 22, di 20, e di 18.
            Giusto per dirti qualche stupidaggine:
            - per legge, i bambini non possono stare in
            grembo a nessuno, ma devono sedere su apposito
            seggiolini.Giusto per controbattere alle tue distrazioni di lettura, avevo detto "quando ero piccolo". Visto che ora sono sull'età di diventare nonno, capirai perfettamente che stavo parlando di almeno 35 anni fa, quando ne avevo poco meno di 10. Trentacinque anni fa, ne in Italia, ne in Germania, c'era una legge che prevedeva l'apposito seggiolino per i bambini, per un semplice motivo. Non esistevano.
            - i bambini al di sotto dei due anni, necessitano
            di diversi "accessori" (pannolini, cambi "a
            portata di mano", e stupidaggini di questo tipo)
            che occupano diverso spazio.Fidati, lo so. Ho cambiato i pannolini ai miei tre figli. Pannolini da cambiare e lavare, non quelli usa e getta che ci sono ora. C'erano anche 20 anni fa, ovvio, ma sia io che mia moglie abbiamo sempre preferito, per molte ragioni, quelli "tradizionali" che ora, soprendentemente, in periodi di crisi economica, di ecologismo stanno tornando di moda.
            - le persone con "problemi di peso" sono aumentate, rispetto a 10 anni fa.Quindi? C'è da esserne fieri? Nella maggiorparte dei casi, i problemi di peso sono dovuti unicamente ad una cattiva alimentazione, oppure peggio, ad una esagerata alimentazione dovuta esclusivamente ad un eccesso di disponibilità.
            Prova a immaginarti la "gestione di questi
            problemi" non su una smart,Come dicevamo prima, una smart potrebbe essere più che sufficiente per una coppia che se ne va in vacanza. Sai che in una smart ci stanno, in piedi, due valige di tipo trolley, di misura "media", se non addirittura (dipende dal modello) di quelle "grandi" ? Ed in profondità, hai ancora un (piccolo) avanzo.
            ma anche su una "mini" o su una yaris...Che sono ASSAI più voluminose, all'interno, con un bagagliaio ENORME se paragonate alle auto di 30 anni fa, con le quali le famiglie di cinque persone andavano tranquillamente in vacanza, dal nord italia al sud.Tanti e tanti anni fa, io e mia moglie siamo venuti in vacanza in Italia, per quindici giorni, con il treno. Avevamo entrambi uno zaino da campeggio in spalla. Per la maggiorparte del tempo, mia moglie spingeva il passeggino con il secondo, mentre il primo lo tenevo io in braccio. E mia moglie aveva il terzo in pancia.Due zaini. Sinceramente non mi ricordo che ci sia mancato nulla, quell'estate.
          • maxloi scrive:
            Re: Eee PC
            "n" anni fa le cose erano decisamente diverse, rispetto ad oggi, è inutile paragonare quegli anni ai nostri giorni, perchè i tempi sono decisamente cambiati. Oggi, secondo me, sarà anche perchè siamo più "viziati" rispetto a 20 anni fa, una coppia non riuscirebbe più a fare un viaggio "zaino e figli in spalla", soprattutto in treno. I soli seggiorlini che oggi sei costretto ad avere in macchina per tutti i bambini, riducono drasticamente le capacità di carico di una vettura, anche delle più grandi. Se poi viaggi in treno, per assorbire il trauma dei ritardi, il caldo immane che "ti tieni" perchè non si possono nemmeno più aprire i "finestrini", i ritardi che vanno "a coppie di due ore", i prezzi allucinanti, il non trovare posto a sedere... ti ci vorrebbero anni di terapia per superarlo, sia tu che il resto della famiglia. Se avessi la possibilità di chiedere a mio nonno, magari mi risponderebbe che ai suoi tempi bastava caricare il mulo o il cavallo e si partiva, senza farsi troppi problemi. Oppure, più semplicemente, mi risponderebbe che le vacanze ai suoi tempi si facevano a casa. Ma questo significa tutto e nulla, ogni cosa deve essere collocata nel suo arco temporale, è abbastanza difficile rapportarla ai tempi passati.
          • teddybear scrive:
            Re: Eee PC
            - Scritto da: maxloi
            "n" anni fa le cose erano decisamente diverse,
            rispetto ad oggi, è inutile paragonare quegli
            anni ai nostri giorni, perchè i tempi sono
            decisamente cambiati.Si è troppo viziati. Lo dici anche tu nella frase seguente. Cio che molti ora considerano "il minimo indispensabile", è a tutti gli effetti "estremamente superfluo".
            Oggi, secondo me, sarà anche perchè siamo più
            "viziati" rispetto a 20 anni fa, una coppia non
            riuscirebbe più a fare un viaggio "zaino e figli
            in spalla", soprattutto in treno.Spero che tu stia scherzando, perchè non è assolutamente vero, ne vedo spesso in quelle condizioni.
            I soli
            seggiorlini che oggi sei costretto ad avere in
            macchina per tutti i bambini, riducono
            drasticamente le capacità di carico di una
            vettura, anche delle più grandi.Si parlava della smart, due adulti. In questo contesto l'ingombro di eventuali seggiolini rimane del tutto trascurabile, in quanto non trovano lo spazio fisico per essere utilizzati.
            Se poi viaggi in
            treno, per assorbire il trauma dei ritardi, il
            caldo immane che "ti tieni" perchè non si possono
            nemmeno più aprire i "finestrini", i ritardi che
            vanno "a coppie di due ore", i prezzi
            allucinanti, il non trovare posto a sedere... ti
            ci vorrebbero anni di terapia per superarlo, sia
            tu che il resto della famiglia.Troppo viziati. In italia mi capita molto spesso di prendere il treno e si, è vero, di sovente il ritardo è una cosa sistematica, ma quelli "a ritardo di due ore" sono casi sporadici.Purtroppo siamo abituati a sentire sempre di più i telegiornali ed un ritardo sul treno trieste torino, che 40 anni fa avrebbe fatto notizia, forse, solo localmente, ora viene ribattuto 10 volte su 10 canali televisivi, fino all'ossessione.Qualcuno dice "una volta non c'erano così tanti disastri", non è vero. Uragani, inondazioni, alluvioni, terremoti c'erano 100 anni fa, come 50, come 20 e come oggi. Solo che oggi siamo bombardati dalle notizie "inutili" (permettetemi il termine) e quello che 40 anni fa sarebbe stata una notiza non interessante perchè dall'altra parte del pianeta, al giorno d'oggi DEVE fare notizia, sempre, comunuqe.Dall'altra parte ci sono però notizie che non devono fare notizia. Alle volte le persone sono convinte di vivere in un periodo, nonostante tutto, tendenzialmente di pace mondiale. Non è vero, visto che muoiono assai più persone al giorno d'oggi, in guerra, di quante non ne siano morte nelle due guerre mondiali. Ma non fa notizia. Non è interessante. Se invece ci bombardassero continuamente con i bollettini di guerra di ogni singola guerra che c'è a questo mondo, un telegiornale intero non basterebbe. Come anche certe madri che hanno ucciso i propri figli. Ci sono sempre state, e sempre ci saranno. Ma se continuano a bombardarti con questa notizia per qualche anno, è inutile, volente o nolente ti rimane in testa.
            Se avessi la possibilità di chiedere a mio nonno,
            magari mi risponderebbe che ai suoi tempi bastava
            caricare il mulo o il cavallo e si partiva, senza
            farsi troppi problemi.Mio nonno era andato in Argentina, lasciando la moglie e due figli al paese. Una sacca con qualche vestito e via. Non sapeva scrivere, quindi niente lettere a casa. Ogni tanto arrivavano i soldi, ma di lui non si sapeva nulla. E dopo otto anni è tornato. Erano altri tempi. Non voglio dire che bisogna vivere come allora, ma forse, dare una occhiata indietro, per capire quanto della nostra vita pretende cose "superflue", non sarebbe una cattiva idea.Al giorno d'oggi la gente piange miseria (non dico che la situazione generale nno sia critica), eppure vedi i negozi sempre pieni di persone, tutti che hanno l'orologio nuovo, la giacca firmata, l'iPod, l'iPhone, che spendono 50 euro al mese di cellulare. Cinquanta euro al mese??? Ma siamo matti? Poi non vi lamentate che non avete soldi. La gente deve cambiare il guardaroba ogni stagione. Perchè la maglietta con la righina sottile, quest'anno non va più di moda e non posso metterla per andare in ufficio.Ma stiamo scherzando? Cioè, qualcun altro decide che a te non deve più piacere un vestito dopo cinque, sei volte che lo hai messo?
            Oppure, più semplicemente,
            mi risponderebbe che le vacanze ai suoi tempi si
            facevano a casa.Quella vacanza, fu la prima, e per molto tempo l'ultima che io feci nella mia vita. Le vacanze sono quello che io intendo come SUPERFLUO. E dovrebbero vietare per legge i mutui, i prestiti bancari per pagarsi le vacanze. La gente è troppo idiota, bisogna fare una legge per diminuire la possibilità a certi individui di fare cazzate. Perchè poi il costo sociale ricade su tutti.
            Ma questo significa tutto e
            nulla, ogni cosa deve essere collocata nel suo
            arco temporale, è abbastanza difficile
            rapportarla ai tempi passati.Per questo dico che non è necessario andare in giro con il carretto e l'asinello, ma non è neanche indispensabile cambiare il cellulare vecchio di un anno, solo perchè adesso c'è l'aifone che se non ce l'hai gli altri ti guardano come un pezzente.
          • maxloi scrive:
            Re: Eee PC
            Bellissime parole ed esempi, ma:io guadagno abbastanza bene, eppure arrivo a fine mese con lo "stipendio" dilapidato. Ho lo stesso telefonino da 3 anni (il vecchio si è rotto dopo altrettanti anni), non seguo mode (mia moglie mi stressa perchè non mi compro mai niente e vado in giro come uno straccione), il computer me lo "passa" l'azienda, in "ferie" (se così le possiamo chiamare, visto che per il lavoro che faccio sono "reperibile" 365 giorni all'anno, quando non è bisestile) ci sono andato, l'ultima volta, 3 anni fa. In compenso, metto gasolio alla macchina, faccio la spesa e pago il mutuo. Non rimane più niente, o ben poco, di quello che guadagno. Mia nonna barattava quello che produceva "la famiglia" (ortaggi, frutta e verdura, galline, uova, maiali e "derivati", uva e vino). Oggi non riesce più nemmeno lei, perchè anche nel suo paese la gente vuole e pretende SOLDI SONANTI. Non la vedo da anni, perchè non riesco a tornare "in patria" nemmeno per le ferie. Poi però ricevo le offerte di lavoro "estere" e mi incazzo, perchè potrei guadagnare 3-4 volte tanto quello che raccimolo in questo schifo di paese. Vorrei andarmene, ma mi dispiace non vedere crescere le mie figlie, e "rimando sempre", anche se prima o poi farò il gran passo. Perchè? Perchè la vita per me è una, e mi piacerebbe viverla, non sopravvivere per ingrassare i soliti stronzi che ci governano o che ci comandano. Se gli italani, popolo di cani che abbaiano, un giorno si svegliassero, iniziassero finalmente a "mordere" e decidessero una volta per tutte che bisogna ribellarsi a tutte le angherie alle quali sono sottoposti da chiunque (a partire dall'impiegato in posta per finire con le FINTE cartelle esattoriali che ci costringono a pagare), forse si vivrebbe meglio, invece pensano solo "ai vecchi tempi" e al fatto che oggi pretendiamo troppo quando invece possiamo "accontentarci". E invece? l'84% è andato a votare i soliti ladri mafiosi bastardi di sempre!In ogni caso penso che siamo andati un po' troppo OT...
    • claudio scrive:
      Re: Eee PC
      - Scritto da: anonimo
      Sono soltanto dei giocattoli per chi non può
      permettersi dei veri
      portatili! infatti, non tutti hanno tanti soldini come te....ci sono studenti che possono permettersi solo gli eeepc.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Eee PC
      - Scritto da: anonimo
      Sono soltanto dei giocattoli per chi non può
      permettersi dei veri portatili!Sono strumenti di lavoro per chi non può permettersi di perdere tempo trascinandosi dietro macchine più grandi e pesanti.
  • francososo scrive:
    il 904HD di sicuro....
    penso che il 904Hd sia preferibile agli altri con gli sdd !
    • teddybear scrive:
      Re: il 904HD di sicuro....
      - Scritto da: francososo
      penso che il 904Hd sia preferibile agli altri con
      gli sdd
      !Sicuramente il 901. Per prendere qualcosa di piccolo, ma che pesa tanto e consuma un sacco di batterie, oltre che portarsi dietro i difetti dei dischi magnetici, prendo un portatile classico.Che te ne fai di 80gb su un EEE ? È assolutamente contrario alla filosofia di base per la quale sono stati costruiti. Non è un computer per giocare o lavorare.
      • fede scrive:
        Re: il 904HD di sicuro....
        Concordo. Il 901 è l'ottimo fra tutti i presentati. Ho un 701 dal primo giorno che è arrivato a fine gennaio nei banchi dei negozi e devo dire che se all'inizio avevo un po' di timore che alla fine diventasse un soprammobile adesso sono contento della scelta che ho fatto, (per me) un ottimo affare. Ormai ce l'ho sempre in borsa e lo porto veramente ovunque con me. Anche quando esco il sabato sera per capirsi.Il 901 risolve i due grandi problemi del 701. Display a 1024x768 e durata molto maggiore.In più anche un ssd più grande non guasta affatto.Il prezzo sarebbe onesto che si fermasse attorno ai 400e.Secondo me non è paragonabile ad un laptop di fascia bassa. Paghi la mobilità che con i laptop di fascia bassa ti sogni. E per me la mobilità pesa per un buon 60% sulle mie decisioni di acquisto.Devo dire che ha abbastanza rivoluzionato il mio modo di usare il pc e nonostante sia il primo a dire che non è un pc omnifunzionale in verità lo uso molto più di quello che all'inizio pensavo.Internet, musica, foto, programmazione, ufficio, insomma... tutto! Sarà spirito di adattamento ma ammetto che adesso ritrovarmi senza mi comporterebbe un trauma.Faccio notare che ho anche un flybook v35i che pero ho relegato a mia sorella perchè più pesante, dura di meno, scalda come un fornellino. E nonostante le sue features in più (bluetooth, modem 3G, schermo a 1024x768, hd da 80GB) gli ho preferito l'eeepc.E adesso spero di avere soldi per prendermi il 901.
        • pattolo scrive:
          Re: il 904HD di sicuro....
          gia', io in piu' ho la "necessita'" di restare su prezzi bassi, ma a parte questo concordo in toto... (love)
    • Scettico 1 scrive:
      Re: il 904HD di sicuro....
      pesa solo il 25% in più, ottima scelta
Chiudi i commenti