Un PC da 100mila dollari

Quanto vale un personal computer? E il suo valore è dato dai suoi componenti, dal software o dai dati che contiene? La risposta nella caccia all'uomo avviata da Wells Fargo & Co.


Roma – C’è qualcosa in un personal computer rubato che vale più dei componenti e dei software. Sono i suoi dati, tanto più importanti e preziosi quanto più riservati. Ed è questa la lezione che sta duramente imparando uno dei maggiori gruppi americani del credito, Wells Fargo & Co . La società ha appena messo una taglia da 100mila dollari per chiunque fornisca informazioni utili ad individuare un ladro di computer.

Uno sconosciuto manolesta ha infatti sottratto da una filiale dell’azienda numerosi personal computer, uno dei quali veniva utilizzato dai consulenti dell’istituto, una macchina che secondo Wells Fargo conteneva importanti dati personali. C’erano nomi, indirizzi, numeri di conto bancario e numeri di social security dei clienti che si erano recati presso la filiale di Concord, in California, per aprire un mutuo o ottenere un prestito.

Ma perché Wells Fargo ha parlato ? Perché ha reso noto il furto? È infatti cosa risaputa, e dichiarata anche in Italia dalle stesse forze dell’ordine, che le banche tendono a non raccontare eventi come questo, dove emergono deficienze e problemi nei sistemi di sicurezza.

Lo ha fatto, dicono ora gli osservatori, in ossequio alla nuova legge californiana che impone alle imprese di questo tipo di avvertire sempre i propri clienti quando si ritiene che informazioni che li riguardano siano state rubate. La banca, peraltro, non conosce con certezza il numero e l’identità dei clienti i cui dati si trovavano in quel computer. Solo una “piccola percentuale” sarebbe interessata dal problema.

“Non ci sono indicazioni – dicono ora gli uomini dell’azienda – che qualcuno stia abusando di quelle informazioni. Siamo davvero molto molto spiacenti di quanto accaduto e stiamo facendo tutto quello che possiamo per proteggere i nostri clienti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    non mi sembra un vero problema
    Forse sbaglio, ma tutto questo non mi sembra un vero problema. Intanto ecco la parte rilevante della mail di Yahoo, che come tanti anche io ho ricevuto. "What's Changing on January 1, 2004. Starting January 1, 2004, Yahoo! will begin to send you messages, via email or postal mail, about our own products and services. (We will not send you postal mail if you have given us a mailing address and have opted out of contact via postal delivery.) You can control the types of messages you receive by visiting your Marketing Preferences at any time." L'area "Marketing Preferences" è raggiungibile dall'interno del proprio profilo, ed contiene una lista di opzioni disabilitabili. Io da sempre tengo tutto impostato a "no" (vuoi ricevere questo? No. Che ne dici di quello? No. Vuoi sapere di "A"? No. E di "B"? No...). Se dal 1 gennaio provano a cambiarmi in automatico le impostazioni, e provano a mandarmi alcunché, reimposto di nuovo tutto a "no", e la storia dovrebbe finire lì. Comunque, la pagina prevede di indicare loro l'indirizzo di posta elettronica presso il quale si vuole essere contattati. Chi impedisce di creare un account dedicato da qualche parte (es. Hotmail) e far finire lì tutti i messaggi commerciali: uno crea l'account, registra l'indirizzo nel profilo, indica quello come indirizzo per la pubblicità, e lascia che Zio Bill dopo un po' disabiliti la casella.
  • Anonimo scrive:
    Non è un problema....
    Gli annunci commerciali di Yahoo già arrivano nelle caselle di posta elettronica, ma non è un problema: si autofiltrano andando a finire nella cartellina antispam. Meglio di così! :)
  • Anonimo scrive:
    Perché finire così?
    "E - conclude la lettera - come sempre potrai cancellare il tuo account Yahoo! in qualsiasi momento, per qualsiasi ragione, andando alla pagina https://edit.yahoo.com/config/delete_user".e' un po' come dire: o cosi' o te ne puoi andare sempre in quel posto.Mi sembra un modo abbastanza sgradevole, anche perché e' un accordo che fa comodo ad'entrambi.Io ho l'email e non spendo nulla, yahoo ci fa soldi, e mi sembra, dopo le continue acquisizioni, che gli riesca anche bene.Io non mi sono mai sentito in debito, ma grato.Ora sono scocciato.A voi l'ardua sentenza.
  • Anonimo scrive:
    Uff... la solita storia...
    se Yahoo non può permettersi certi servizi li venda a chi può permetterseli. Perché ha fatto una campagna di incetta acquisendosi Geocities, Onenet e chi più ne ha più ne metta, e poi cerca di togliere sempre di più? Ormai è stillicidio, limiti di banda che starebbero stretti pure se fossimo all'epoca dei modem 28k, pochi megabyte e poi hai finito per tutta la giornata, Geocities ormai divenuto inutilizzabile (senza pagare) e via di seguito.Insomma, ormai il "gratis" di Yahoo diventa sempre di più solo di facciata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Uff... la solita storia...
      Sveglia.....ma scusa ripeto, quando entri un bar pretendi che il barista non ti faccia pagare il caffè? credo proprio che non ci si pensi nemmeno, e allora perchè Yahoo&co dovrebbero darci servizi gratuiti....welcome into the real world.fab
      • Anonimo scrive:
        Re: Uff... la solita storia...
        Perche' finche' gli ha fatto comodoper incettare dati di utenti lo hannofatto eccome...ecco perche'se non riesci a tirar fuori una lirada un gigante coorporativo comeyahoo senza usare mezzucci come lospam e' un chiaro segno che la suaimportanza come servizio non e' poicosi' alta....e quindi che chiuda.cmq potrebbe anche essere accettabilequesto VOLTAGABBANA (perche di questosi tratta) se avessero ricominciato da capo...ovvero non sfruttando databases enormidi dati accaparrati (ripeto) sventolando la parola gratis.troppo facile cosi.byeFrancesco- Scritto da: Anonimo
        Sveglia.....ma scusa ripeto, quando entri un
        bar pretendi che il barista non ti faccia
        pagare il caffè? credo proprio che non ci si
        pensi nemmeno, e allora perchè Yahoo&co
        dovrebbero darci servizi gratuiti....

        welcome into the real world.

        fab
        • Anonimo scrive:
          Re: Uff... la solita storia...
          e' come se il nuovo bar all'angolo il giorno dell'inaugurazione decide di fare il caffe' gratis per tutti per promuovere la sua attivita' e te il giorno seguente ti arrabbi e ti senti ingannato quando te lo fa pagare. E dici, "beh' se proprio non sa mandare avanti l'attivita' senza regalare il caffe' a tutti, che allora chiuda!"
  • Anonimo scrive:
    Un altro filtro........
    .... e la barca va..............
  • Anonimo scrive:
    ma se yahoo...
    E' uno dei migliori servizi che io conosca! Non arriva spam..Non arrivano le newsletter, nonostante si debba accettare di riceverle per poter scaricare la posta tramite pop3Si scarica la posta tramite pop3, ed il servizio è veloce..Hanno un smtp proprietario.. mha! non capisco il senso dell'articolo!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma se yahoo...
      - Scritto da: Anonimo
      E' uno dei migliori servizi che io conosca!
      Non arriva spam..
      Non arrivano le newsletter, nonostante si
      debba accettare di riceverle per poter
      scaricare la posta tramite pop3
      Si scarica la posta tramite pop3, ed il
      servizio è veloce..
      Hanno un smtp proprietario
      .. mha! non capisco il senso dell'articolo!Infatti.. è uno dei migliori, per ora.Per peggiorare ci si mette poco :o
    • Anonimo scrive:
      Re: ma se yahoo...
      - Scritto da: Anonimo
      E' uno dei migliori servizi che io conosca! e' tua opinione, e la riuspetto.....;)
      Non arriva spam..maddai non ci credo ! ..... a me arriva invece, chissa' come mai ???..:s
      Non arrivano le newsletter, nonostante si
      debba accettare di riceverle per poter
      scaricare la posta tramite pop3funzione non trovata....:Dsei sicuro di non aver capito male...?c'e' il servizio Premium per POP3 e SMTP ma costa !!!19.99 $ all'anno per 5 Mb e controllo POP29,99 $ all'anno per 25 Mb e spam filter delle mail
      Si scarica la posta tramite pop3, ed il
      servizio è veloce..senza pagare usi il loro POP3..?:s
      Hanno un smtp proprietariosenza pagare usi il loro SMTP..?:s
      .. mha! non capisco il senso dell'articolo!io invece non capisco il tuo di intervento...:'(:'(:'(ma sei sicuro di parlare di yahoo.com ????????
      • Anonimo scrive:
        Re: ma se yahoo...
        - Scritto da: Anonimo

        E' uno dei migliori servizi che io
        conosca!
        e' tua opinione, e la riuspetto.....;)Fin quì niente di strano..

        Non arriva spam..
        maddai non ci credo ! .....
        a me arriva invece, chissa' come mai ???..:sforse perchè utilizzi l'indirizzo in modo "leggero"? Al contrario di hotmail, non ti arriva spam senza che l'indirizzo sia diffuso

        Non arrivano le newsletter, nonostante si

        debba accettare di riceverle per poter

        scaricare la posta tramite pop3
        funzione non trovata....:Dsenza offesa.. sei il classico utonto! :)appena loggato, fai in alto a destra e clicca su "opzioni mail", tho!? ma guarda.. l'opzione POP e foward è proprio al centro della pagina!
        sei sicuro di non aver capito male...?assolutamente no.. casomai tu, hai poca dimestichezza con i servizi che sottoscrivi.
        c'e' il servizio Premium per POP3 e SMTP ma
        costa !!!
        19.99 $ all'anno per 5 Mb e controllo POP
        29,99 $ all'anno per 25 Mb e spam filter
        delle mailwww.yahoo.it e non www.yahoo.com!

        Si scarica la posta tramite pop3, ed il

        servizio è veloce..
        senza pagare usi il loro POP3..?:s

        Hanno un smtp proprietario
        senza pagare usi il loro SMTP..?:scerto.. certo!!!

        .. mha! non capisco il senso
        dell'articolo!
        io invece non capisco il tuo di
        intervento...:'(:'(:'(
        ma sei sicuro di parlare di yahoo.com
        ????????no parlo di yahoo.it!
        • Anonimo scrive:
          Re: ma se yahoo...
          sia nell'articolo che nel tuo intervento NON si faceva riferimento a Yahoo.ITquindi l'utonto sarai tu... perche' fino a prova contrariasu yahoo.com non c'e' traccia ndi nessun tipo dipromozione per utilizzare gratis il POP......utonto..?ma come parli..? non sarai mica uno dei soliti lamer tutto linux e brufoli vero ?(ah senza offesa.. ovvio !);)
  • Anonimo scrive:
    ma che significa?
    "Un'opzione divenuta demodé con l'affermarsi dei servizi a pagamento"demodé???
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che significa?
      Purtroppo, come spesso accade su PI, l'articolista ha "scritto" questo pezzo in stato di ubriachezza. Vi preghiamo di perdonarlo.
      • Luca Schiavoni scrive:
        Re: ma che significa?
        - Scritto da: Anonimo
        Purtroppo, come spesso accade su PI,
        l'articolista ha "scritto" questo pezzo in
        stato di ubriachezza.

        Vi preghiamo di perdonarlo.ehm 8)veramente e' una parola francese, che si usa in italia correntemente. E' su tutti i dizionari, ed e' di uso comune (controllate...) Si usa non solo in italiano, ma anche in tedesco, inglese, spagnolo, portoghese.. e sicuramente anche in altri paesi (non parlo 20 lingue!) praticamente e' come "chic", demode' e' una parola usata internazionalmente. e si usa anche da sobri!Evidentemente gli articolisti di PI hanno un vocabolario ampio e cercano di non usare sempre le stesse 50 parole 8)puoi anche dire "elegante" ma chic e' un sinonimo, cosi come demode' è un sinonimo di "fuori moda" comuque bastava google.it ;) o la garzantina eh ! ;)ciao!LucaS==================================Modificato dall'autore il 25/11/2003 4.41.25
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che significa?
          Ciao Luca,Demode' come vocabolo purtroppo lo conosco. Il punto e' che trovo ridicolo (o etilico, scegli tu che conosci meglio le circostanze) utilizzare questo concetto parlando di un modello di revenue scelto da una azienda internet. Scelte che non sono assimilabili a quelle del fighetto che deve decidere se portare il colletto alzato o aggiungere i cerchi in lega alla sua auto, ma a quelle, per l'appunto, di una azienda che deve massimizzare i revenues. A maggior ragione diventa fuori luogo quando stiamo parlando di Yahoo Inc. che e' l'unica grande azienda di content sul web ad aver trovato un revenue model che funzioni ed aver chiuso in attivo, e questo proprio grazie all'allargamento progressivo dei contenuti e servizi a pagamento. Cin cin!
    • paulatz scrive:
      Re: ma che significa?
      Significa fuori moda, nel senso più fighetto che ti viene in mente.Ad esempio il colletto alzato è demodé, la limousine è demodé (adesso va la sportiva con i cerchi in lega), Britney Spears è demodé (almeno da quando è diventata vegine)
    • avvelenato scrive:
      Re: ma che significa?
      - Scritto da: Anonimo
      "Un'opzione divenuta demodé con l'affermarsi
      dei servizi a pagamento"

      demodé???un'opzione oramai fuorimoda in questo periodo nel quale i servizi gratuiti stanno subendo un periodo di declino, a scapito di quelli a pagamento.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che significa?
        - Scritto da: avvelenato
        - Scritto da: Anonimo

        "Un'opzione divenuta demodé con
        l'affermarsi

        dei servizi a pagamento"



        demodé???

        un'opzione oramai fuorimoda in questo
        periodo nel quale i servizi gratuiti stanno
        subendo un periodo di declino, a scapito di
        quelli a pagamento.cosi' come demode' è anche diventata una porzione di cultura minima individuale.ue' ma ke significa gnokka ?
        • avvelenato scrive:
          Re: ma che significa?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: Anonimo


          "Un'opzione divenuta demodé con

          l'affermarsi


          dei servizi a pagamento"





          demodé???



          un'opzione oramai fuorimoda in questo

          periodo nel quale i servizi gratuiti
          stanno

          subendo un periodo di declino, a scapito
          di

          quelli a pagamento.

          cosi' come demode' è anche diventata una
          porzione di cultura minima individuale.non ho capito se intendevi freccettare me (che ho scritto u n ' o pzione), l'iniziatore del 3d, oppure nessuno dei due

          ue' ma ke significa gnokka ?è quel posto in cui ogni uomo cerca per 9 mesi di uscirne e il resto della vita a ritornarvici. ;)==================================Modificato dall'autore il 25/11/2003 3.06.00
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che significa?
          - Scritto da: Anonimo
          cosi' come demode' è anche diventata una
          porzione di cultura minima individuale.E che, a quanto vedo, anche tu segui questa moda
          ue' ma ke significa gnokka ?Come Volevasi DimostrareHenryx
Chiudi i commenti