Un pezzo di AMD ad Abu Dhabi

Gli emiri vogliono una fetta del presente e del futuro del celebre chipmaker

Roma – La notizia l’ha diffusa il Financial Times : il secondo più importante chipmaker, AMD, è entrato nell’orbita di interesse di Abu Dhabi , che si appresterebbe ad acquistarne il 9 per cento.

L’ingresso nel capitale avverrà formalmente tramite Mubadala Development, fondo di grande rilievo che fa appunto capo all’emirato. Un’operazione che però secondo il quotidiano finanziario potrebbe sollevare l’attenzione delle autorità statunitensi, in particolare della Commissione che sovraintende agli investimenti stranieri negli USA, vista soprattutto la centralità delle tecnologie di cui si occupa l’azienda.

Da parte sua, AMD non può che accogliere positivamente l’investimento, si parla di 700 milioni di dollari, perché cade in un momento non del tutto favorevole alla società sotto il profilo finanziario.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • soulista scrive:
    Siti dell'odio...
    I cristiani hanno torturato e ucciso chissà quante centinaia di migliaia di persone, hanno sterminato intere civiltà, promuovono l'intolleranza, il pregiudizio e l'oppressione della diversità. Mi si dimostri che non sono l'origine di tutti i mali di questa società.Perchè loro si e i Nazisti no? (o viceversa...)
    • Setola scrive:
      Re: Siti dell'odio...
      sinceramente penso si possa applicare a tutte le religioni monoteistiche e al 90% delle altre....si salva forse il buddismo... :)
Chiudi i commenti