Una toolbar per Microsoft

Dopo cinque mesi di beta testing, Microsoft rilascia la versione definitiva della propria toolbar di ricerca per desktop. All'assalto dei rivali Google e Yahoo!


Redmond (USA) – Dopo lunga attesa , Microsoft ha finalmente rilasciato la versione definitiva di MSN Search Toolbar . L’applicazione, scaricata fin qui da più di un milione di utenti in tutto il mondo, è stata ideata – afferma l’azienda – per semplificare e velocizzare la ricerca di informazioni online ed offline. Il software, disponibile gratuitamente, “completa le funzionalità di Windows per la ricerca di documenti sui dispositivi locali”, per dirla con Microsoft.

MSN si lancia così all’inseguimento delle preziose quote di mercato acquisite dalla toolbar sviluppata da Google . Il gigante di Redmond punta tutto sulla convergenza con il sistema operativo, creando un’unica piattaforma di ricerca accessibile dai più diffusi software Microsoft: la barra di MSN si integra con Outlook, Internet Explorer ed Office.

Christopher Payne, vicepresidente di MSN Search, contattato dall’agenzia cinese Xinhua , sostiene che gli utenti preferiranno la barra Microsoft perché “più flessibile e più sicura”. Dopo numerose lamentele da parte dei beta tester, Microsoft ha inserito ulteriori opzioni per controllare l’indicizzazione dei documenti sul computer – permettendo l’esclusione delle informazioni più sensibili.

Un passo avanti nella tutela della privacy, ma dieci indietro nella compatibilità con gli altri sistemi operativi: MSN Search Toolbar gira soltanto su Windows e necessita specificamente del browser Internet Explorer. Nonostante Microsoft detenga il monopolio nel settore dei sistemi operativi, nonché dei browser, una scelta di questo tipo potrebbe garantire la leadership al sistema sviluppato da Google. In questa competizione sui grandi numeri Microsoft può contare su un’ interfaccia fin qui giudicata gradevole e di facile utilizzo.

Per dare ulteriore spessore alle proprie iniziative, i vertici di MSN Search hanno inoltre annunciato l’imminente arrivo di una versione “professionale”, adatta alle aziende e dotata di caratteristiche addizionali. Ma i rivali della “grande G” possono contare su un software del tutto simile, open-source e compatibile con molti browser. La sfida continua.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sarà la vittoria di linux e dell'open s.
    Non li vedi gli utenti che già pagano l'odiata licenza dover pagare anche il canone annuale di manutenzione? E' il modo migliore per far esplodere linux e tutto il movimento open source!! Della serie: come suicidarsi da soli! Ma chi è sto genio che elabora dentro microsoft??
  • Anonimo scrive:
    Noi Essere paTroni Ti monTo!
    come da subject...Microsoft Rulez (purtroppo)
  • Anonimo scrive:
    pronti alla battaglia legale?
    MS vuol spillare quattrini due volte dall'utente1- gli vende un prodotto scarso in sicurezza ma sotto una forma monopolistica (ormai pluri-riconoscita)2- gli propina la "cura" alle insicurezze del punto (1), pretendendo un abbonamento perdipiùqualunque consumatore non interessato vedrebbe un conflitto di interessi non comprimibile con questa duplice offerta del monopolio mondiale pluri-condannatoPrepariamoci al fiorire delle battaglie legali, mentre la balena si inabissahttp://www.linuxiso.org
    • Anonimo scrive:
      Re: pronti alla battaglia legale?
      - Scritto da: Anonimo
      MS vuol spillare quattrini due volte dall'utente

      1- gli vende un prodotto scarso in sicurezza ma
      sotto una forma monopolistica (ormai
      pluri-riconoscita)Il monopolio non è illegale di per sè. E' illegale mantenerlo con pratiche illecite. Microsoft è stata riconosciuta colpevole (in modo più che opinabile, secondo me) ed ha pagato quello che doveva pagare oltre ad avere adempiuto alle contromisure richieste per emendare alle sue "pratiche illecite".Fatto questo Microsoft è rientrata nella legalità. Dove sta quindi lo scandalo che ti indigna a tal punto?

      2- gli propina la "cura" alle insicurezze del
      punto (1), pretendendo un abbonamento perdipiùSe vuoi lo compri se no non lo compri. Esattamente come Symantec, McAfee e soci.Nell'articolo non si parla di patch a pagamento. Solo i soliti prevenuti integralisti anti-MS come te hanno immediatamente strumentalizzato la notizia provvedendo a corredarla di false informazioni.

      qualunque consumatore non interessato vedrebbe un
      conflitto di interessi non comprimibile con
      questa duplice offerta del monopolio mondiale
      pluri-condannatoPerchè? Mica ti si obbliga a comprarlo. Seguendo il tuo ragonamento Microsoft non dovrebbe nemmeno vendere l'Office, visto che è padrona del sistema operativo e, di conseguenza, lo conosce meglio dei concorrenti che fanno suite di office ed è in grado di sfruttarne meglio le caratteristiche.

      Prepariamoci al fiorire delle battaglie legali,
      mentre la balena si inabissaEh certo. Fare un prodotto migliore no, vero? Più facile nei tribunali.L'unico modo sensato per costringere Microsoft a migliorare il suo prodotto è farle concorrenza con un prodotto valido. Il problema è che questo prodotto, secondo il mercato, non c'è ancora. Stai sicuro che quel momento sarà il momento miglire er il consumatore.Vuoi un esempio? Firefox. Si è sbraitato preché Microsoft avrebbe ucciso Netscape eliminando qualsiasi spazio per la concorrenza. Oggi Firefox guadagna quote di mercato su IE. Perché? Perché è un prodotto che una parte del mercato considera migliroe rispetto a IE. Ewsattamente come quando io disinstallai Netscape per installare IE: trovavo IE un prodotto migliore. Punto e basta. Senza dietrologie o ignoranza dell'esistenza di altri prodotti.

      http://www.linuxiso.orgBè. Almeno questo spiega perché ti riesce difficile pensare ad un prodotto migliore mentre ti viene meglio piagnucolare contro la multinazionale cattiva.
      • Anonimo scrive:
        falso

        ha pagato quello che doveva pagare
        oltre ad avere adempiuto alle contromisure richieste No, non ancora. Ha presentato solo controproposte che sono state respinte dall'autorità europea prepostache ha invitato ms a mettersi in regola il piu prestopossibile visto che ancora non l'ha fattoQuesta è la situazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: falso
          - Scritto da: Anonimo

          ha pagato quello che doveva pagare

          oltre ad avere adempiuto alle contromisure
          richieste
          No, non ancora. Ha presentato solo controproposte
          che sono state respinte dall'autorità europea
          preposta
          che ha invitato ms a mettersi in regola il piu
          presto
          possibile visto che ancora non l'ha fatto
          Questa è la situazione.Sbagliato. Il procedimento europeo non è ancora andato in appello, quindi non c'è ancora una sentenza definitiva. Quindi, siccome il procedimento non è ancora terminato, è ovvio che si stia ancora trattando. L'unico andato in appello è quello USA che ha definito una serie di misure di controllo alle quali Microsoft ha ottemperato.
  • Anonimo scrive:
    tranquilli
    sara' piratato anche quello, anzi su qualche p2p potrebbe essere gia' disponibile la beta.
  • Anonimo scrive:
    Ecchepp
    alle!E se M$ non integra tool di protezione "dà un sistema monco", "è scandaloso che debba ripiegare su strumenti di terze parti per proteggersi" ecc ecc eccE se M$ li integra "vuole monopolizzare il mercato"mavacìapàiraat!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecchepp
      An error occurred on the server when processing the URL. Please contact the system administrator.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecchepp
      - Scritto da: Anonimo
      alle!
      E se M$ non integra tool di protezione "dà un
      sistema monco", "è scandaloso che debba ripiegare
      su strumenti di terze parti per proteggersi" ecc
      ecc ecc
      E se M$ li integra "vuole monopolizzare il
      mercato"
      mavacìapàiraat!Che vuoi farci. Purtroppo è ormai da tempo che non c'è più un razionale serio dietro a queste sfuriate anti-MS se non il puro desiderio di una "reazione" a non si sa bene quale torto diretto subito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecchepp
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        alle!

        E se M$ non integra tool di protezione "dà un

        sistema monco", "è scandaloso che debba
        ripiegare

        su strumenti di terze parti per proteggersi" ecc

        ecc ecc

        E se M$ li integra "vuole monopolizzare il

        mercato"

        mavacìapàiraat!

        Che vuoi farci. Purtroppo è ormai da tempo che
        non c'è più un razionale serio dietro a queste
        sfuriate anti-MS se non il puro desiderio di una
        "reazione" a non si sa bene quale torto diretto
        subito.dimostrazione che le nuove leve dell'informatica sono solo un branco di ragazzini con la testa piena di fantasticherie e vuota di informatica....una volta i prodotti informatici (sw) si sceglievano in base alle esigenze ora per ideologia politica ec'è persino chi esulta alla 'guerra santa'...dovre andremo a finire..
  • Anonimo scrive:
    la soluzione
    Una volta in Mac OS (7, 8, 9 ) c'era qualche virus, poi e' comparso un antivirus, Disinfectant, efficace, sempre aggiornatissimo e soprattutto gratuito.I virus sono scomparsi.a voi le debite conclusioni
  • Anonimo scrive:
    OT: Prodotti Microsoft
    questa è classe:http://www.gamespot.com/news/2005/05/16/screenindex_6124681.htmlhttp://www.gamespot.com/news/2005/05/16/news_6124681.html
  • EffeElle scrive:
    Re: wow piove sul bagnato

    Uomo di poca fede, ricordati che Windows è così
    sicuro che per violarlo ci vuole il piede di
    porco.Mi ricordo che dicevano che Windows 2003 è talmente sicuro che l'unico modo per fermarlo è staccare la spina ... Proprio da ridere !Il mio s'è fermato prima, ma molto prima; poi ho visto un certo pinguino è l'amore è scattato (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: wow piove sul bagnato


      Mi ricordo che dicevano che Windows 2003 è
      talmente sicuro che l'unico modo per fermarlo è
      staccare la spina ... Proprio da ridere !
      strano quella era la procedura che usavo quando si bloccava
  • Anonimo scrive:
    Mitico!!!
    Mitico Bill!1) vendi a prezzi da infarto S.O. e applicativi pieni di falle;2) vendi pure il sistema per metterci le pezze!Tutto automatico, basta pagare.SEI UN GENIO!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Ma invece...
    di fornire un servizio aggiuntivo a pagamento, non sarebbe megliore rendere l' OS molto + sicuro? è un pò come comprare un ovile bello da vedere, ma senza recinto, che viene fornito a parte. Pazzesco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma invece...
      - Scritto da: Anonimo
      di fornire un servizio aggiuntivo a pagamento,
      non sarebbe megliore rendere l' OS molto +
      sicuro? è un pò come comprare un ovile bello da
      vedere, ma senza recinto, che viene fornito a
      parte. Pazzesco.Quando Microsoft ha inserito nel suo SO il browser o il media player, tutti i detrattori come te a dare addosso perché si diceva che aggiungevano illegalmente funzionalità.Ora chiedete che questi strumenti, pensati per essere layered, dovrebbero invece essere integrati.Siete gente curiosa, voi anti-MS. Veramente curiosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma invece...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        di fornire un servizio aggiuntivo a pagamento,

        non sarebbe megliore rendere l' OS molto +

        sicuro? è un pò come comprare un ovile bello da

        vedere, ma senza recinto, che viene fornito a

        parte. Pazzesco.

        Quando Microsoft ha inserito nel suo SO il
        browser o il media player, tutti i detrattori
        come te a dare addosso perché si diceva che
        aggiungevano illegalmente funzionalità.

        Ora chiedete che questi strumenti, pensati per
        essere layered, dovrebbero invece essere
        integrati.

        Siete gente curiosa, voi anti-MS. Veramente
        curiosa.La protezione anti bug dovrebbe essere giá integrata e non a pagamento extra.La protezione av e anti spy ware sí deve essere extra
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma invece...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          di fornire un servizio aggiuntivo a pagamento,


          non sarebbe megliore rendere l' OS molto +


          sicuro? è un pò come comprare un ovile bello
          da


          vedere, ma senza recinto, che viene fornito a


          parte. Pazzesco.



          Quando Microsoft ha inserito nel suo SO il

          browser o il media player, tutti i detrattori

          come te a dare addosso perché si diceva che

          aggiungevano illegalmente funzionalità.



          Ora chiedete che questi strumenti, pensati per

          essere layered, dovrebbero invece essere

          integrati.



          Siete gente curiosa, voi anti-MS. Veramente

          curiosa.

          La protezione anti bug dovrebbe essere giá
          integrata e non a pagamento extra.

          La protezione av e anti spy ware sí deve essere
          extraInfatti la notizia parla di strumenti per la sicurezza. Vale a dire Antivirus, antiSpyware, Personal Firewall etc. etc.Non si parla di patch a pagamento.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma invece...


        Siete gente curiosa, voi anti-MS. Veramente
        curiosa.Anche voi M$/Forzisti, siete davvero curiosi...Ben avvezzi al leccamento di culo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma invece...
          - Scritto da: Anonimo




          Siete gente curiosa, voi anti-MS. Veramente

          curiosa.
          Anche voi M$/Forzisti, siete davvero curiosi...
          Ben avvezzi al leccamento di culo.Complimenti per l'argomentazione motivata.
  • Madder scrive:
    Non è così male, ma c'è di meglio
    Se sono tanto gonzi da pagare Symantec, McAfee e soci, al posto di usare i vari avast, avg, zonealarm, sygate, ... allora tanto vale che paghino la MS stessa. Che poi, per calmare le acque la MS abbia comprato l'antispyware dalla Giant, magari comprerà il motore antivirus della Symantec e la firewall della McAfee è un altro problema. Resto comunque dell'idea che la FORMAZIONE degli utenti su come PREVENIRE un'infezione da virus, spyware, ... sia molto meglio.Se poi a questo si aggiungesse la possibilità di lavorare decentemente in modalità utente e non amministratore saremmo davvero a posto. Madder
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è così male, ma c'è di meglio
      - Scritto da: Madder
      [CUT]

      Se poi a questo si aggiungesse la possibilità di
      lavorare decentemente in modalità utente e non
      amministratore saremmo davvero a posto.

      MadderHai messo il ditto nella piaga... Quanti software non funzionano correttamente in modalità utente, costringendo gli impiegati a lavorare in modalità amministratore, magari dovendo pure mantenere una connessione sempre attiva in background? Uno spasso per nuovi virus, worms e trojans che s'intrufolano appena viene scoperto un exploit non ancora patchato da Microsoft... Naturalmente anche colpa degli impiegati, che appena possono, navigano dove non dovrebbero o aprono senza senno allegati a iosa... Purtroppo educarli, come dici tu, è un'impresa spesso inutile, tanto i computer non sono di loro proprietà e se si bloccano sono contenti e ne approfittano per fare pausa e fumarsi la cicca in santa pace...:s
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è così male, ma c'è di meglio
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Madder


        [CUT]



        Se poi a questo si aggiungesse la possibilità di

        lavorare decentemente in modalità utente e non

        amministratore saremmo davvero a posto.



        Madder

        Hai messo il ditto nella piaga...Ehm, dito, ovviamente... accidenti alla tastiera e alla fretta :D
  • Anonimo scrive:
    La "noiosa manutenzione", eh?
    Ma se qualcuno non avesse inventato questa ciofeca di sistema, in primo luogo, che solo oggi e` "quasi" diventato affidabile almeno nelle funzionalita` (ovvero, non si pianta cosi` spesso), e che comunque e` tanto labirintico da occultare migliaia (letteralmente) di nascondigli e punti d'accesso ai maliziosi (punti segretati dalla nebbia che circonda i meandri di un sistema di proporzioni elefantesche e complessita` ingestibile), oggi la "noiosa manutenzione" non sarebbe un problema. Perche` gli utenti, "tonti e non", saprebbero cavarsi il classico ragno dal classico buco.Linux, MacOs, non sono neanche una soluzione a questo problema: anche loro troppo convoluti, almeno nella versione usata dall'"utente comune". C'e` il vantaggio che almeno Linux si puo` personalizzare togliendo il massiccio superfluo e rendendolo davvero "mission critical", ma conta poco, se poi quasi tutti gli applicativi d'uso quotidiano fanno affidamento sul castello di carte costituito da tutti gli strati della grande cipolla informatica sottostante.Frustrante, non poter avere un sistema davvero sicuro, e poi essere anche presi per i fondelli con questi annunci... no, non e` frustrante? Voglio un sistema semplice, porca miseria: non solo semplice da usare, ma qualcosa che possibilmente stia entro il mezzo milione di righe di codice, tutte precisamente spulciate e ricontrollate ad nauseam . Altro che noiosa manutenzione...
    • matcion scrive:
      Re: La "noiosa manutenzione", eh?

      Voglio un sistema semplice, porca miseria: non
      solo semplice da usare, ma qualcosa che
      possibilmente stia entro il mezzo milione di
      righe di codice, tutte precisamente spulciate e
      ricontrollate ad nauseam . Altro che noiosa
      manutenzione...Forse un so del genere è più facile da dire che da fare...
      • Anonimo scrive:
        Re: La "noiosa manutenzione", eh?
        No, non credo.Anzi, dovrebbe risultare piu` semplice: meno righe di codice, meno lavoro, piu` controlli, meno fronzoli. E per fronzoli non s'intende certo una buona interfaccia grafica: s'intende la struttura generale del sistema. Invece di un carrozzone di librerie scritte decenni addietro, poi rattoppate e incollate in librerie piu` vaste, poi centralizzate alla rinfusa in una unica directory di sistema dove non fanno altro che picchiarsi, sparse in centinaia di DLL dalla funzione piu` o meno oscura... un tutto unico, un piccolo microkernel che carica PICCOLI moduli, ognuno con uno scopo semplice, preciso e ben documentato, oltre che standardizzato.Soprattutto serve standardizzazione anche a partire dall'hardware: ridurre i drivers, fornire interfacce standard per fare almeno il minimo, e lasciare al driver le peculiarita` di un certo dispositivo di marca tal-dei-tali, un po' come la VESA fece con la VBE, applicato a tutto il resto.Sarebbe adorabile, un vero e proprio sogno di OS, ma e` concretamente possibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: La "noiosa manutenzione", eh?
          Microkernel a moduli.. uhm... BeOS?Certo, non credo che sarebbe adatto per i sistemi server, almeno adesso, ma Haiku e Zeta stanno per arrivare...Peccato che il mercato Desktop sia solo questione tra Windows e Linux...
          • Anonimo scrive:
            Re: La "noiosa manutenzione", eh?
            - Scritto da: Anonimo
            Microkernel a moduli.. uhm... BeOS?Qualcosa del genere.Ricordo ancora la "personal edition" che arrivava come un solo file.Mai capito come facesse a "annullare" Windows sui due piedi e riavviare, fra l'altro. Pero` lo faceva.
            Peccato che il mercato Desktop sia solo questione
            tra Windows e Linux...Infatti: non e` che i tentativi nella mia presunta "giusta direzione" non ci siano, e` che uno di questi dovrebbe prima o poi imporsi, ed e` quella la cosa meno probabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: La "noiosa manutenzione", eh?
            - Scritto da: Anonimo
            Microkernel a moduli.. uhm... BeOS?
            Magari anche QNX, c'e' una licenza da pagare ma è niente in confronto a cosa si riceve.
        • Anonimo scrive:
          Re: La "noiosa manutenzione", eh?
          - Scritto da: Alex¸tg
          No, non credo.

          Anzi, dovrebbe risultare piu` semplice: meno
          righe di codice, meno lavoro, piu` controlli,
          meno fronzoli. E per fronzoli non s'intende certo
          una buona interfaccia grafica: s'intende la
          struttura generale del sistema.[...]
          Sarebbe adorabile, un vero e proprio sogno di OS,
          ma e` concretamente possibile.C'è. Si chiama DOS. Contento tu...
          • Anonimo scrive:
            Re: La "noiosa manutenzione", eh?
            - Scritto da: Anonimo
            C'è. Si chiama DOS. Contento tu...Heh. Il mio vecchio amore.Pero` l'hanno abbandonato, e a parte il fatto che per le necessita` attuali gli manca quasi tutto, a ogni modo uno deve volente o nolente conformarsi non solo ad un sistema usato da un numero significativo di persone, ma ANCHE al modo in cui la maggioranza usa quel sistema.ps. fra l'altro, parlando di sicurezza, il DOS non avrebbe neanche un sistema di protezione ad anelli di privilegio: lo dai in mano a un pinco pallino qualunque e lo immagini al posto di quelli attuali, cioe` con tanto di emails con attachments eseguibili, minimo si prende un centinatio di MBR virus al mese.==================================Modificato dall'autore il 17/05/2005 15.11.49
    • Anonimo scrive:
      Re: La "noiosa manutenzione", eh?
      oggi la "noiosa manutenzione" non
      sarebbe un problema. Perche` gli utenti, "tonti e
      non", saprebbero cavarsi il classico ragno dal
      classico buco.

      Linux, MacOs, non sono neanche una soluzione a
      questo problema: anche loro troppo convoluti,
      almeno nella versione usata dall'"utente comune".ma sei sicuro? Io di "noiosa manutenzione" sul mac non ne faccio proprio, installo gli aggiornamenti quando arrivano e vivo felice
      • Anonimo scrive:
        Re: La "noiosa manutenzione", eh?
        - Scritto da: Anonimo
        ma sei sicuro?
        Io di "noiosa manutenzione" sul mac non ne faccio
        proprio, installo gli aggiornamenti quando
        arrivano e vivo feliceNo, per il Mac in particolare non sono sicuro.E tutto sommato anche Linux ne ha poco bisogno.Pero` e` il concetto generale il problema: in teoria potrebbero averne bisogno.Se i programmatori stanno abbastanza attenti, il problema si riduce.Se il sistema diventa troppo colossale e circonvoluto, NESSUNO puo` stare abbastanza attento. Ecco. Quindi per andare sul sicuro, a me piacerebbe moltissimo se qualcuno si decidesse a semplificare il semplificabile, che costituisce il 95% dei sistemi "moderni".
      • Anonimo scrive:
        Re: La "noiosa manutenzione", eh?
        - Scritto da: Anonimo
        oggi la "noiosa manutenzione" non

        sarebbe un problema. Perche` gli utenti, "tonti
        e

        non", saprebbero cavarsi il classico ragno dal

        classico buco.



        Linux, MacOs, non sono neanche una soluzione a

        questo problema: anche loro troppo convoluti,

        almeno nella versione usata dall'"utente
        comune".

        ma sei sicuro?
        Io di "noiosa manutenzione" sul mac non ne faccio
        proprio, installo gli aggiornamenti quando
        arrivano e vivo feliceIdem per me su Windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: La "noiosa manutenzione", eh?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          oggi la "noiosa manutenzione" non


          sarebbe un problema. Perche` gli utenti,
          "tonti

          e


          non", saprebbero cavarsi il classico ragno dal


          classico buco.





          Linux, MacOs, non sono neanche una soluzione a


          questo problema: anche loro troppo convoluti,


          almeno nella versione usata dall'"utente

          comune".



          ma sei sicuro?

          Io di "noiosa manutenzione" sul mac non ne
          faccio

          proprio, installo gli aggiornamenti quando

          arrivano e vivo felice

          Idem per me su Windows.da quello che leggo sei l'unico auguri
          • perfidolupo scrive:
            Re: La "noiosa manutenzione", eh?



            proprio, installo gli aggiornamenti quando


            arrivano e vivo felice



            Idem per me su Windows.

            da quello che leggo sei l'unico
            auguri
            Non è l'unico ci sono anchio.
          • Anonimo scrive:
            Re: La "noiosa manutenzione", eh?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            oggi la "noiosa manutenzione" non



            sarebbe un problema. Perche` gli utenti,

            "tonti


            e



            non", saprebbero cavarsi il classico ragno
            dal



            classico buco.







            Linux, MacOs, non sono neanche una
            soluzione a



            questo problema: anche loro troppo
            convoluti,



            almeno nella versione usata dall'"utente


            comune".





            ma sei sicuro?


            Io di "noiosa manutenzione" sul mac non ne

            faccio


            proprio, installo gli aggiornamenti quando


            arrivano e vivo felice



            Idem per me su Windows.

            da quello che leggo sei l'unico
            auguriLeggi poco, allora.
    • awerellwv scrive:
      Re: La "noiosa manutenzione", eh?
      - Scritto da: Alex¸tg
      Frustrante, non poter avere un sistema davvero
      sicuro, e poi essere anche presi per i fondelli
      con questi annunci... no, non e` frustrante?si e' molto frustrante...
      Voglio un sistema semplice, porca miseria: non
      solo semplice da usare, ma qualcosa che
      possibilmente stia entro il mezzo milione di
      righe di codice, tutte precisamente spulciate e
      ricontrollate ad nauseam . Altro che noiosa
      manutenzione...beh, se pensi che siamo a 200.000 righe di codice per uno sztraccio di OS per cellulare e che il solo sistema di navigazione dello shuttle e' di 3 milioni di linee pulite ad nauseam come dici tu, dubito fortemente che riusciremo mai a fare un OS completo e modulare al di sotto dei 10 milioni di righe di codice.... (almeno con una funzionalita' quasi completa)
    • Anonimo scrive:
      non puoi vincere

      Voglio un sistema semplice, porca miseria: non
      solo semplice da usare, ma qualcosa che
      possibilmente stia entro il mezzo milione di
      righe di codice, tutte precisamente spulciate e
      ricontrollate ad nauseam.Il problema è lo stesso delle protezioni: non puoi vincere, ti devi concentrare su fare funzionare le cose, sul metterle sul mercato prima che gli altri mettano funzioni simili, integrare altre funzioni su cui gli altri sono arrivati prima ecc ecc ecc e alla fine ti devi anche occupare che, senza turbare nessuna di queste cose, il sistema sia sicuro.Ora arriva una legione di concorrenti o di gente che ha tanto tempo libero e si mette a studiare il tuo codice, senza problemi di funzionalità, commerciali, legali, di tempo e di mezzi (possono avere le competenze più eterogenee del mondo) e ti rivoltano il software come un calzino... puoi essere sicuro che nessuno venga fuori con una idea nuova e ti freghi?Altrimenti rinunci a tante belle cose e ti compri la playstation che è più che sicura...
      • Anonimo scrive:
        Re: non puoi vincere
        - Scritto da: Anonimo
        Il problema è lo stesso delle protezioni: non
        puoi vincere, ti devi concentrare su fare
        funzionare le cose, sul metterle sul mercato
        prima che gli altri mettano funzioni simili,
        integrare altre funzioni su cui gli altri sono
        arrivati prima ecc ecc ecc e alla fine ti devi
        anche occupare che, senza turbare nessuna di
        queste cose, il sistema sia sicuro.[...]Diagnosi perfetta.Bisognerebbe rimuovere il marketing e la fretta, allora.
        Altrimenti rinunci a tante belle cose e ti compri
        la playstation che è più che sicura...Veramente Spyro 3: year of the dragon mi si piantava.E anche Mariokart sul Nintendo 64, quasi tutte le volte che qualcuno andava fuori strada e cascava in acqua sulla chicane della Banshee Boardwalk, cioe` quasi sempre (perche` qualche bastardo in testa [io] ci metteva un mucchio di banane) e non si finiva mai una corsa su quella pista, anche se assumevo di averla vinta a tavolino.
        • Anonimo scrive:
          Re: non puoi vincere

          Diagnosi perfetta.
          Bisognerebbe rimuovere il marketing e la fretta,
          allora.None! Il marketing spinge ad andare avanti e la fretta pure, prese nelle dosi giuste sono medicine importanti o saremmo tutti messi come IBM 5 anni fa che forte di essere IBM aveva cessato di essere competitiva nei costi, nei tempi e nelle feature offerte secondo la richiesta degli utenti, in quasi tutte le sue divisioni.Inoltre chi fa un sw ha risorse limitate e tante funzioni da implementare, tra cui anche le protezioni.Viceversa chi lo cracca oltre a non avere limiti di tempo e di legge ha risorse virtualmente illimitate (potrebbe essere chiunque, un tuo dipendente come un premio nobel con tanto tempo libero) e un solo, unico, scopo da realizzare, aggirare le protezioni.
          Veramente Spyro 3: year of the dragon mi si
          piantava.A me si è piantata la ps2 caricando un gioco da ps1 con l'opzione turbo... non ci sono veramente più speranze :(
  • reflection scrive:
    Per la Redazione...
    ... Le prime beta (closed) sono state appena rilasciate! Su Security Focus già ci sono i primi commenti, ovviamente non corredati di immagini per motivi di NDA.
  • Anonimo scrive:
    Re: wow piove sul bagnato
    - Scritto da: Anonimo
    Uomo di poca fede, ricordati che Windows è così
    sicuro che per violarlo ci vuole il piede di
    porco.tratto da...http://www.barzellette.it
    • Anonimo scrive:
      Re: wow piove sul bagnato
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      Uomo di poca fede, ricordati che Windows è così

      sicuro che per violarlo ci vuole il piede di

      porco.

      tratto da...
      http://www.barzellette.itCi sei andato vicino: tratto non ricordo bene se da una pubblicità di Win2000 o da una presentazione fatta dal Dio Dollaro in persona a una platea di operatori ammaestrati.
  • Anonimo scrive:
    Beh
    Spero per la DRAGA che non sia qualcosa del tipo microsoft antispyware perchè ai malware gli fa na pi**a
  • Anonimo scrive:
    Big del settore
    Big del settore: "abbiamo un problema" :| Ufficio conversione all'open source: "Piano non spingenteee c'è mercato per tuttiii, pianooo, hooo dettoo pianoooo...tuuu Symantecc non spingereee stai dietro IBM...pianooo... Aspettatee c'è posto per tutiiiiii...McAfee dove cavoloooo vaiii, prima c'è Novell" :)
  • Anonimo scrive:
    Re: wow piove sul bagnato

    Sbagli, devi pagare SE VUOI.
    P.S.
    Celebroleso sei tuEd infatti pagare per avere gli aggiornamenti e le PATCH è da celebrolesi."Windows Update a pagamento" è il vero nome di questo progetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: wow piove sul bagnato

      Ed infatti pagare per avere gli aggiornamenti e
      le PATCH è da celebrolesi.

      "Windows Update a pagamento" è il vero nome di
      questo progetto.
      Sbagli, il termine giusto è "windows Update a pagamento SE VUOI". Tu non vuoi tu NON paghi. Se qualche punto di "SE VUOI"non lo comprendi chiedi pure chiarimenti.
      • Fiamel scrive:
        Re: wow piove sul bagnato
        - Scritto da: Anonimo

        Ed infatti pagare per avere gli aggiornamenti e

        le PATCH è da celebrolesi.



        "Windows Update a pagamento" è il vero nome di

        questo progetto.


        Sbagli, il termine giusto è "windows Update a
        pagamento SE VUOI". Tu non vuoi tu NON paghi. Se
        qualche punto di "SE VUOI"
        non lo comprendi chiedi pure chiarimenti.Bill ti ha addestrato bene, eh?Scusa, ma è così difficile da capire?Io compro un sistema operativo fra le cui caratteristiche c'è anche la "sicurezza". Dal momento che c'è la garanzia di due anni, quello deve essere sicuro per due anni. Se non lo è, è colpa del produttore e lui deve pagare, non io. Anzi, dovrebbe venire a casa mia ad installarlo o almeno pagarmi il tempo della connessione internet necessaria per aggiornarlo o spedirmi a casa i CD.Versione più complicata (magari sei in grado di capirla):Io compro la licenza d'uso di un sistema operativo, quindi quella particolare sequenza di bit che si trova sul mio HD, che è necessaria per utilizzare il prodotto nel modo indicato dal produttore, è ancora proprietà del produttore. Perché io devo aggiornare e spendere per aggiornare qualcosa di suo? Me lo spieghi?
        • Anonimo scrive:
          Re: wow piove sul bagnato

          Bill ti ha addestrato bene, eh?
          Scusa, ma è così difficile da capire?
          Io compro un sistema operativo fra le cui
          caratteristiche c'è anche la "sicurezza". Dal
          momento che c'è la garanzia di due anni, quello
          deve essere sicuro per due anni. Se non lo è, è
          colpa del produttore e lui deve pagare, non io.
          Anzi, dovrebbe venire a casa mia ad installarlo o
          almeno pagarmi il tempo della connessione
          internet necessaria per aggiornarlo o spedirmi a
          casa i CD.

          Versione più complicata (magari sei in grado di
          capirla):
          Io compro la licenza d'uso di un sistema
          operativo, quindi quella particolare sequenza di
          bit che si trova sul mio HD, che è necessaria per
          utilizzare il prodotto nel modo indicato dal
          produttore, è ancora proprietà del produttore.
          Perché io devo aggiornare e spendere per
          aggiornare qualcosa di suo? Me lo spieghi?
          Sbagli, lo compri SE VUOI. Usando google puoi trovarequalche centinaio di catene informatiche che vendono PCsui quali puoi installare windows SE VUOI. Se invece NON VUOIci metti il sistema operativo che VUOI. E lo schiavo di Bill sarei io.
          • Anonimo scrive:
            Re: wow piove sul bagnato
            - Scritto da: Anonimo
            Sbagli, lo compri SE VUOI.Poi, stranamente per un caso...non funzionerà più la versione attuale, oppure inizia ad avere problemi...toh! Usando google puoi
            trovare
            qualche centinaio di catene informatiche che
            vendono PC
            sui quali puoi installare windows SE VUOI.centinaia di catene informatiche che vendono pezzi per assemblarsi il PC....forse...ma le catene informatiche che vendono PC di Marca sono OBBLIGATE ad installare windows anche se NON VUOI!pagare la licenza per un sistema che non vuoi....ottima politica... Se
            invece NON VUOI
            ci metti il sistema operativo che VUOI.Così da rinunciare alle fantastiche "features" della nuova patch ??? (rotfl) E lo
            schiavo di Bill sarei io.Sei tu che ti fai fregare dal marketing MS...non certo noi!
          • Fiamel scrive:
            Re: wow piove sul bagnato
            - Scritto da: Anonimo[CUT]

            Io compro un sistema operativo fra le cui[CUT]
            Sbagli, lo compri SE VUOI. Usando google puoiInfatti io ho voluto comprarlo... beh... lasciamo perdere i litigi con i rivenditori per questo portatile Compaq...Però sei un po' duro di comprendonio: io ho voluto comprare ed ho comprato un sistema operativo (licenza d'uso....) che è dichiarato SICURO. Poi si scopre che sicuro non lo è affatto. E' colpa mia? Devo pagare io? Tu paga, io no. E quando gli update di sicurezza non saranno più gratis ci puoi giurare che passo definitivamente a Linux o magari a Mac (per quest'ultimo non so, ma non credo che gli update di sicurezza siano a pagamento... non sparatemi, please...).Windows lo terrò solo su un PC, giusto perché mia moglie deve presentare a degli editori i libri in formato Word perfettamente impaginati al millimetro senza ombra di imprecisione. Altrimenti non avrò proprio più nessun motivo per usare questo groviera.
          • Anonimo scrive:
            Re: wow piove sul bagnato
            - Scritto da: Fiamel
            Infatti io ho voluto comprarlo... beh... lasciamo
            perdere i litigi con i rivenditori per questo
            portatile Compaq...

            Però sei un po' duro di comprendonio: io ho
            voluto comprare ed ho comprato un sistema
            operativo (licenza d'uso....) che è dichiarato
            SICURO. Poi si scopre che sicuro non lo è
            affatto. E' colpa mia? Devo pagare io? Tu paga,
            io no. E quando gli update di sicurezza non
            saranno più gratis ci puoi giurare che passo
            definitivamente a Linux o magari a Mac (per
            quest'ultimo non so, ma non credo che gli update
            di sicurezza siano a pagamento... non sparatemi,
            please...).Ciao, per Mac quindi OSX paghi solo le nuove release (adesso è uscito OSX 10.4 Tiger ne avrai sentito parlare)...gli update di sicurezza mensili, le patch, service pack, chiamali come vuoi, li scarichi dalla rete gratis...un po' come windows, fino a oggi.
            Windows lo terrò solo su un PC, giusto perché mia
            moglie deve presentare a degli editori i libri in
            formato Word perfettamente impaginati al
            millimetro senza ombra di imprecisione.Windows non è indispensabile per usare MS Office...visto che esiste la versione per OSX (dicono che funziona anche meglio, sinceramente io non sono esperto in questi software)...e comunque ci sono soluzioni alternative tipo Open Office, iWork (che comprende Pages) di Apple perfettamente compatibile con MS Word.
            Altrimenti non avrò proprio più nessun motivo per
            usare questo groviera.Prova un Mac, e questi problemi te li scordi...certo, magari l'investimento iniziale potrà essere diverso dall'acquisto di un clone al supermercato, però è decisamente tutto di guadagnato in salute, stabilità mentale, e ovviamente affidabilità del sistema.Ciao, fai una cosa...prova un Mac con OSX e poi decidi...Se non ti piace, puoi sempre passare a Linux...
          • Fiamel scrive:
            Re: wow piove sul bagnato

            Ciao,
            per Mac quindi OSX paghi solo le nuove release
            (adesso è uscito OSX 10.4 Tiger ne avrai sentito
            parlare)
            ...gli update di sicurezza mensili, le patch,
            service pack, chiamali come vuoi, li scarichi
            dalla rete gratis...un po' come windows, fino a
            oggi.Grazie della conferma.
            ...e comunque ci sono soluzioni alternative tipo
            Open Office,Provato l'1.1. Per l'impaginazione era una tragedia, nel senso che le misure erano completamente diverse da quelle di M$ Word. Spero che non sia così anche per la versione Mac di Word.
            Prova un Mac, e questi problemi te li
            scordi...certo, magari l'investimento iniziale
            potrà essere diverso dall'acquisto di un clone al
            supermercato, però è decisamente tutto di
            guadagnato in salute, stabilità mentale, e
            ovviamente affidabilità del sistema.Lo farò. Darò ascolto anche ad uno dei miei migliori amici, Maccher di vecchi tempi.Grazie!
          • Anonimo scrive:
            Re: wow piove sul bagnato

            Windows lo terrò solo su un PC, giusto perché mia
            moglie deve presentare a degli editori i libri in
            formato Word perfettamente impaginati al
            millimetro senza ombra di imprecisione.
            Altrimenti non avrò proprio più nessun motivo per
            usare questo groviera.word e' il peggior programma per produrre dei libri perfettamente impaginati al millimetro, esistino gli impaginatori per questo.
          • Anonimo scrive:
            Re: wow piove sul bagnato
            - Scritto da: Anonimo


            Windows lo terrò solo su un PC, giusto perché
            mia

            moglie deve presentare a degli editori i libri
            in

            formato Word perfettamente impaginati al

            millimetro senza ombra di imprecisione.

            Altrimenti non avrò proprio più nessun motivo
            per

            usare questo groviera.


            word e' il peggior programma per produrre dei
            libri perfettamente impaginati al millimetro,
            esistino gli impaginatori per questo.vero,ma anche se uno vuole proprio usare MS-Office (o Photoshop) su Linux lo può fare con Croccoffice http://www.codeweavers.com/compatibility/browse/name?app_id=1"CrossOver Office is capable of running a range of Windows software, but CodeWeavers will support the following applications: * Microsoft Office XP, 2000 and 97 o Microsoft Word o Microsoft Excel o Microsoft PowerPoint o Microsoft Outlook o Microsoft Internet Explorer * Microsoft Access * * Microsoft Project * Adobe Photoshop * Microsoft Visio* * Lotus Notes 5.0 and 6.5.1 * Quicken * iTunes * FrameMaker * Various Web Browser Plugins o QuickTime o Shockwave Director o Windows Media Player 6.4 * and more... * Microsoft Access supported in Office 2000 only; only Visio 2000 works well"PS.: CrossOver Office Standard costa $39.95
          • Fiamel scrive:
            Re: wow piove sul bagnato
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=999974&tid=998870&p=1&r=PI#999974
            PS.: CrossOver Office Standard costa $39.95Nel portatile Word era compreso nel prezzo della licenza OEM. E le piaceva il Compaq 725EA. L'artista è lei...
          • Fiamel scrive:
            Re: wow piove sul bagnato

            word e' il peggior programma per produrre dei
            libri perfettamente impaginati al millimetro,
            esistino gli impaginatori per questo.Ci credo, ma il punto non è il programma. Il punto è essere sicuri al 100% che l'editore abbia lo stesso programma e che quindi gli risulti impaginato allo stesso esatto modo. Non mi sono preso la briga di testare crossoveroffice sulla Mandrake che ho. Ha appena iniziato, 2 libri in uscita, ma ancora non ci ho provato a chiedere che programmi ha. E per adesso va bene. Lei sa usare quello (ne imparerebbe un altro facilmente, ma per ora va bene). Quando ci sarà un problema magari cambierò.
          • Anonimo scrive:
            Re: wow piove sul bagnato

            Però sei un po' duro di comprendonio: io ho
            voluto comprare ed ho comprato un sistema
            operativo (licenza d'uso....) che è dichiarato
            SICURO. Poi si scopre che sicuro non lo è
            affatto. E' colpa mia? Devo pagare io? Tu paga,
            io no. E quando gli update di sicurezza non
            saranno più gratis ci puoi giurare che passo
            definitivamente a Linux o magari a Mac (per
            quest'ultimo non so, ma non credo che gli update
            di sicurezza siano a pagamento... non sparatemi,
            please...).
            Windows lo terrò solo su un PC, giusto perché mia
            moglie deve presentare a degli editori i libri in
            formato Word perfettamente impaginati al
            millimetro senza ombra di imprecisione.
            Altrimenti non avrò proprio più nessun motivo per
            usare questo groviera.
            Usa google per cercare SO alternativi, se sei un incapaceè colpa solo tua.
          • Fiamel scrive:
            Re: wow piove sul bagnato

            Usa google per cercare SO alternativi, se sei un
            incapace
            è colpa solo tua.Ti rispondo solo perché così sei contento. :$
      • pikappa scrive:
        Re: wow piove sul bagnato
        - Scritto da: Anonimo

        Ed infatti pagare per avere gli aggiornamenti e

        le PATCH è da celebrolesi.



        "Windows Update a pagamento" è il vero nome di

        questo progetto.


        Sbagli, il termine giusto è "windows Update a
        pagamento SE VUOI". Tu non vuoi tu NON paghi. Se
        qualche punto di "SE VUOI"
        non lo comprendi chiedi pure chiarimenti."Con Microsoft Windows XP devi solo scegliere" :-D :-D :-D
  • mr_setter scrive:
    Tranquilli sara' taroccato pure quello..
    e con tutte le patch di sicurezza che sparano fuori si aggiungeranno pure quelli di OneCare......ma e' mai possibile che invece di cercare di ottimizzare codice e sicurezza spendano tempo e denaro per generare altre.........oooo cazzo! mi sono svegliato adesso: scusate non c'ero arrivato subito......(geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tranquilli sara' taroccato pure quello..
      - Scritto da: mr_setter
      e con tutte le patch di sicurezza che sparano
      fuori si aggiungeranno pure quelli di
      OneCare......

      ma e' mai possibile che invece di cercare di
      ottimizzare codice e sicurezza spendano tempo e
      denaro per generare altre.........oooo cazzo! mi
      sono svegliato adesso: scusate non c'ero arrivato
      subito......

      (geek)ma perchè sti bastardi non scrivono le cose come vanno scritteun altra invenzione per rubarci soldi bastardi un miliardo di volte
    • Anonimo scrive:
      Re: Tranquilli sara' taroccato pure quello..

      ma e' mai possibile che invece di cercare di
      ottimizzare codice e sicurezza spendano tempo e
      denaro per generare altre.........oooo cazzo! mi
      sono svegliato adesso: scusate non c'ero arrivato
      subito......Welcome to the real world...:)
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole un nome migliore.
    Propongo OnanCare, nel senso che mentre virus e worm impazzano, alla MS si fanno le s&gh&... e se non ci credete, chiedetevi cos'è che ha fatto calare la vista a Guglielmino "Manolo" Cancelli :D (troll2) (troll3)
  • Anonimo scrive:
    Una volta se vendevi prodotti di me*da
    dovevi pagare i danni......oggi diventi ancora più ricco vendendo pure le pezze da metterci sopra...
    • Anonimo scrive:
      Re: Una volta se vendevi prodotti di me*da
      - Scritto da: Anonimo
      dovevi pagare i danni...

      ...oggi diventi ancora più ricco vendendo pure le
      pezze da metterci sopra...
      Se conosci software garantiti dimmelo che li acquisto subito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una volta se vendevi prodotti di me*da
        Si la playstation
      • Alessandrox scrive:
        Re: Una volta se vendevi prodotti di me*
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        dovevi pagare i danni...

        ...oggi diventi ancora più ricco vendendo pure
        le

        pezze da metterci sopra...
        Se conosci software garantiti dimmelo che li
        acquisto subito.Vedi, il problema non e' la mancanza di una garanzia ma il fatto che oltre agli oltre 200 Euro per acquistare XPPro dovrei sborsare ancora una quantita' indefinita di denaro per renderlo un po' piu' sicuro (fino alla scoperta del successivo bug) e un po' meglio funzionante... con i l risultato di non sapere bene quanto alla fine costera' realmente questo prodotto ma sicuramente piu' del prezzo iniziale d acquisto.Passi la mancanza di garanzia ma che invece di dare una copertura gratuita almeno parziale adesso ci si costruisca sopra addirittura un business ( voglio dire... un business sui bug di sistema!) mi pare eccessivo: ho un SW che ho pagato, pero' ha gravi falle (sicurezza, funzionamento ecc.) che devo fare per avere un sistema che finalmente sembri funzionare? Ripagare. Bello si....
        • Anonimo scrive:
          Re: Una volta se vendevi prodotti di me*

          Vedi, il problema non e' la mancanza di una
          garanzia ma il fatto che oltre agli oltre 200
          Euro per acquistare XPPro dovrei sborsare ancora
          una quantita' indefinita di denaro per renderlo
          un po' piu' sicuro (fino alla scoperta del
          successivo bug) e un po' meglio funzionante...
          con i l risultato di non sapere bene quanto alla
          fine costera' realmente questo prodotto ma
          sicuramente piu' del prezzo iniziale d acquisto.
          Ma lo devi acquistare per porza? CHL, essedi ealtri mille te lo vendono senza SO se vuoi.
          Passi la mancanza di garanzia ma che invece di
          dare una copertura gratuita almeno parziale
          adesso ci si costruisca sopra addirittura un
          business ( voglio dire... un business sui bug di
          sistema!) mi pare eccessivo: ho un SW che ho
          pagato, pero' ha gravi falle (sicurezza,
          funzionamento ecc.) che devo fare per avere un
          sistema che finalmente sembri funzionare?
          Ripagare. Bello si....
          Come sopra usa un alro SO di tua scelta.
  • Anonimo scrive:
    Sicurezza in salsa Windows ?!
    OneCare un'altra barzelletta certificata con driver Windows Xp ! (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) Semplicemente geniali ,invece di dare una controllatina ed ad un aggiustamento nel codice , hanno trovato un'altra trovata commerciale ! Patetici ! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicurezza in salsa Windows ?!
      - Scritto da: Anonimo
      OneCare un'altra barzelletta certificata con
      driver Windows Xp !
      (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
      (rotfl) (rotfl)
      Semplicemente geniali ,invece di dare una
      controllatina ed ad un aggiustamento nel codice ,
      hanno trovato un'altra trovata commerciale !
      Patetici ! :D
      Non è obbligatorio usarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza in salsa Windows ?!
        - Scritto da: Anonimo
        Non è obbligatorio usarlo.E per fortuna, almeno fino a quando non infileranno nel c**o dell'utenza Palladium....
        • Anonimo scrive:
          Re: Sicurezza in salsa Windows ?!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Non è obbligatorio usarlo.

          E per fortuna, almeno fino a quando non
          infileranno nel c**o dell'utenza Palladium....
          Neppure palladium è obbligatorio averlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sicurezza in salsa Windows ?!
            - Scritto da: Anonimo
            Neppure palladium è obbligatorio averlo...questo e' tutto da vedere..ovviamente non e' obbligatorio neppure usare l'energia elettrica o i fornelli a gas..(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza in salsa Windows ?!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        OneCare un'altra barzelletta certificata con

        driver Windows Xp !

        (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)

        (rotfl) (rotfl)

        Semplicemente geniali ,invece di dare una

        controllatina ed ad un aggiustamento nel codice
        ,

        hanno trovato un'altra trovata commerciale !

        Patetici ! :D


        Non è obbligatorio usarlo.No, figurati OneCare ? manco per idea ! :D
      • Alessandrox scrive:
        E' sicuro??
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        OneCare un'altra barzelletta certificata con

        driver Windows Xp !

        (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)

        (rotfl) (rotfl)

        Semplicemente geniali ,invece di dare una

        controllatina ed ad un aggiustamento nel codice

        hanno trovato un'altra trovata commerciale !

        Patetici ! :D
        Non è obbligatorio usarlo.Beh in certi (neanche tanto rari) casi se non hai win non puoi accedere a determinati servizi e web applications, spesso si tratta di servizi irrinunciabili (banche, istituti di credito, servizi finanziari) e non ci sono storie: no windows, no access.
        • pikappa scrive:
          Re: E' sicuro??
          - Scritto da: Alessandrox

          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo


          OneCare un'altra barzelletta certificata con


          driver Windows Xp !


          (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)


          (rotfl) (rotfl)


          Semplicemente geniali ,invece di dare una


          controllatina ed ad un aggiustamento nel
          codice



          hanno trovato un'altra trovata commerciale !


          Patetici ! :D


          Non è obbligatorio usarlo.

          Beh in certi (neanche tanto rari) casi se non hai
          win non puoi accedere a determinati servizi e web
          applications, spesso si tratta di servizi
          irrinunciabili (banche, istituti di credito,
          servizi finanziari) e non ci sono storie: no
          windows, no access.Beh a volte basta semplicemente minacciarli di cambiare banca...il + delle volte funziona...no windows? acess lo stesso :-p
          • Alessandrox scrive:
            Il Web e' di Microsoft
            - Scritto da: pikappa


            Non è obbligatorio usarlo.

            Beh in certi (neanche tanto rari) casi se non
            hai

            win non puoi accedere a determinati servizi e
            web

            applications, spesso si tratta di servizi

            irrinunciabili (banche, istituti di credito,

            servizi finanziari) e non ci sono storie: no

            windows, no access.
            Beh a volte basta semplicemente minacciarli di
            cambiare banca...il + delle volte funziona...no
            windows? acess lo stesso :-pDipende, a me hanno risposto di non usare assolutamente mozilla e soci (e neanche opera) ma solo IE. Ora non si tratta di un servizio per un cliente singolo ma per unqa azienda... capirai che fosse per me potrei anche minacciarli, le ditte ti rispondono: "si mette windows e via, cosi' siamo sicuri che anche in futuro non ci saranno mai di questi problemi": in pratica si sceglie (e giustamente) la soluzione piu' generale invece di dover di volta in volta occuparsi di problemi particolari. Inltre anche volendo scegliere di cambiare banca non sai mai dove capiti... e uno che fa' minaccia tutte le banche che cambia? E guarda che sono sempre di piu' gli istituti che si comportano cosi'...Oramai il web e internet in generale e' di Microsoft, c'e' poco da fare e certamente non sara' qualche singolo caso di "minaccia" che cambiera' questo stato di cose.Ma la cosa piu' frustrante e' notare come le varie associazioni di sw libero, lug ecc. non prendano quasi assolutamente in considerazione questa questione che e' centrale: al 90 % si concentrano sul problema degli standard per i formati da ufficio ma su quelli dei protocolli e i linguaggi. in particolare di internet e del networking in generale, si sono alzate poche voci.
          • enzogupi scrive:
            Re: Il Web e' di Microsoft
            Io ho passato tre banche e tutte hanno sempre funzionato a meraviglia con Mozilla e soci...
          • Alessandrox scrive:
            Re: Il Web e' di Microsoft
            - Scritto da: enzogupi
            Io ho passato tre banche e tutte hanno sempre
            funzionato a meraviglia con Mozilla e soci...Sono contento per te. Il mondo e' bello perche' e' vario. A me e ad altri e' andata male. Capirai che dovendo fare delle scelte, specie in ambito professionale, non ci si puo' affidare alla buona sorte.
          • Riot scrive:
            Re: Il Web e' di Microsoft

            Oramai il web e internet in generale e' di
            Microsoft, c'e' poco da fare e certamente non
            sara' qualche singolo caso di "minaccia" che
            cambiera' questo stato di cose.Basterà che il 20% delle persone abbandonino Explorer e passino ad un browser che segua gli standard.Nessun business sano di mente è disposto a perdere un quinto di potenziali clienti.
            Ma la cosa piu' frustrante e' notare come le
            varie associazioni di sw libero, lug ecc. non
            prendano quasi assolutamente in considerazione
            questa questione che e' centrale: al 90 % si
            concentrano sul problema degli standard per i
            formati da ufficio ma su quelli dei protocolli e
            i linguaggi. in particolare di internet e del
            networking in generale, si sono alzate poche
            voci. Cioè tu intendi creare un browser compatibile con i bug di IE?Questa è in assoluto la cosa più suicida che potrebbero fare.Basta semplicemente aspettare, già ora chiunque sia qualcosa di più di un dilettante sviluppa cross-browser, tempo 3 o 4 anni e al monopolio di IE potremmo finalmente dire addio.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Il Web e' di Microsoft
            - Scritto da: Riot

            Oramai il web e internet in generale e' di

            Microsoft, c'e' poco da fare e certamente non

            sara' qualche singolo caso di "minaccia" che

            cambiera' questo stato di cose.
            Basterà che il 20% delle persone abbandonino
            Explorer e passino ad un browser che segua gli
            standard.
            Nessun business sano di mente è disposto a
            perdere un quinto di potenziali clienti.Mah... certo, forse bastera' ma le decisioni vanno prese in base alla situazione attuale, non in base a quella che ottimisticamente potrebbe essere in futuro....

            Ma la cosa piu' frustrante e' notare come le

            varie associazioni di sw libero, lug ecc. non

            prendano quasi assolutamente in considerazione

            questa questione che e' centrale: al 90 % si

            concentrano sul problema degli standard per i

            formati da ufficio ma su quelli dei protocolli e

            i linguaggi. in particolare di internet e del

            networking in generale, si sono alzate poche

            voci.
            Cioè tu intendi creare un browser compatibile con
            i bug di IE?
            Questa è in assoluto la cosa più suicida che
            potrebbero fare.No... intendevo che dovrebbero fare pressione (incontri, dimostrazioni, interrogazioni parlamentari ecc.) perche' siano adottati gli standard, quelli veri, dappertutto, non solo nelle PA.
            Basta semplicemente aspettare, già ora chiunque
            sia qualcosa di più di un dilettante sviluppa
            cross-browser, tempo 3 o 4 anni e al monopolio di
            IE potremmo finalmente dire addio.Lo spero. Ma ora come ora se un cliente ti chiede: "perche' gli altri possono e io no?" Tu cosa gli rispondi? IO parlo di casi reali.... nel mio caso si installa Win e zitti. Almeno per ora c'e' poco da fare, poi certo c'e' sempre speranza per il futuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Web e' di Microsoft

            Dipende, a me hanno risposto di non usare
            assolutamente mozilla e soci (e neanche opera) ma
            solo IE. Ora non si tratta di un servizio per un
            cliente singolo ma per unqa azienda... capirai
            che fosse per me potrei anche minacciarli, le
            ditte ti rispondono: "si mette windows e via,
            cosi' siamo sicuri che anche in futuro non ci
            saranno mai di questi problemi": in pratica si
            sceglie (e giustamente) la soluzione piu'
            generale invece di dover di volta in volta
            occuparsi di problemi particolari. Inltre anche
            volendo scegliere di cambiare banca non sai mai
            dove capiti... e uno che fa' minaccia tutte le
            banche che cambia? E guarda che sono sempre di
            piu' gli istituti che si comportano cosi'...
            Oramai il web e internet in generale e' di
            Microsoft, c'e' poco da fare e certamente non
            sara' qualche singolo caso di "minaccia" che
            cambiera' questo stato di cose.
            Ma la cosa piu' frustrante e' notare come le
            varie associazioni di sw libero, lug ecc. non
            prendano quasi assolutamente in considerazione
            questa questione che e' centrale: al 90 % si
            concentrano sul problema degli standard per i
            formati da ufficio ma su quelli dei protocolli e
            i linguaggi. in particolare di internet e del
            networking in generale, si sono alzate poche
            voci.
            Le aziende stanno li per guadagnare non per fare crociateantiMS. Visto che ti adegui pare che anche a te piaccia guadagnare.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Il Web e' di Microsoft
            - Scritto da: Anonimo

            Ma la cosa piu' frustrante e' notare come le

            varie associazioni di sw libero, lug ecc. non

            prendano quasi assolutamente in considerazione

            questa questione che e' centrale: al 90 % si

            concentrano sul problema degli standard per i

            formati da ufficio ma su quelli dei protocolli e

            i linguaggi. in particolare di internet e del

            networking in generale, si sono alzate poche

            voci.
            Le aziende stanno li per guadagnare non per fare
            crociate
            antiMS. Visto che ti adegui pare che anche a te
            piaccia guadagnare.Certo che mi piace guadagnare ma anche risparmiare e poter sceglire, legittimamente e liberamente. Libero mercato vuol dire libero nelle scelta, non nelle regole e nel fare genericamente "quel che ci pare". Ti e' chiaro il concetto?==================================Modificato dall'autore il 19/05/2005 12.25.18
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sicuro??


          Non è obbligatorio usarlo.

          Beh in certi (neanche tanto rari) casi se non hai
          win non puoi accedere a determinati servizi e web
          applications, spesso si tratta di servizi
          irrinunciabili (banche, istituti di credito,
          servizi finanziari) e non ci sono storie: no
          windows, no access.
          Sai come è banche, istituti di credito, servizi finanziarisono li per guadagnare non per fare crociate antiMS.
          • Alessandrox scrive:
            Re: E' sicuro??
            - Scritto da: Anonimo


            Non è obbligatorio usarlo.



            Beh in certi (neanche tanto rari) casi se non
            hai

            win non puoi accedere a determinati servizi e
            web

            applications, spesso si tratta di servizi

            irrinunciabili (banche, istituti di credito,

            servizi finanziari) e non ci sono storie: no

            windows, no access.


            Sai come è banche, istituti di credito, servizi
            finanziari
            sono li per guadagnare non per fare crociate
            antiMS.No, non ci siamo capiti, io non parlo di crociate anti MS ma di crociate "PRO standard pubblici e liberi", se poi le due cose finiscono per coincidere e' un' altro paio di maniche.
          • Anonimo scrive:
            Re: E' sicuro??

            No, non ci siamo capiti, io non parlo di
            crociate anti MS ma di crociate "PRO standard
            pubblici e liberi", se poi le due cose finiscono
            per coincidere e' un' altro paio di maniche.
            Forse alcune imprese ahimè fondate a fini di lucro consideranol'1% degli utenti una quota trascurabile e si comportano diconseguenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicurezza in salsa Windows ?!

      Semplicemente geniali ,invece di dare una
      controllatina ed ad un aggiustamento nel codice ,
      hanno trovato un'altra trovata commerciale !
      Patetici ! :D mi spieghi che cosa centra il codice con problemi come spyware/virus ecc. ? Microsoft sta in questi mesi pensando e attuando una politica piuttosto centrata sulla sicurezza, vedi il SP2 che fra le altre cose implementa il DEP sia a livello hardware sfruttando gli ultimi processori sia a livello software (trovami un sistema operativo che usa tecnologie avanzate come DEP in hardware e che quindi sfrutta gli ultimi processori!), vedi file di Windows ricompilati con l'ultima versione di Visual Studio con l'opzione di protezione dai buffer overflow (su linux non mi risulta che esistono compilatori così ottimizzati come quelli di MS che sono anche in grado di contrastare un po' di buffer overflow, eppure i buffer overflow ci sono anche su linux...), vedi le patch di sicurezza con cadenza mensile, vedi ora gli advisory che comprendono patch di sicurezza più tempestive, vedi miglioramento in IE del SP2 che blocca tutti i pop-up, gli activex indesiderati, ecc., vedi miglioramento in OE del SP2 che non carica più immagini e link esterni, ecc., vedi MS Antispyware che rimuove e protegge dagli spyware (in attesa di IE7), vedi tool di rimozione malware per Windows con cadenza mensile che rimuove i virus più comuni. Cosa volete di più? Mah
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza in salsa Windows ?!

        mi spieghi che cosa centra il codice con problemi
        come spyware/virus ecc. ? Microsoft sta in questi
        mesi pensando e attuando una politica piuttosto
        centrata sulla sicurezza, vedi il SP2 che fra le
        altre cose implementa il DEP sia a livello
        hardware sfruttando gli ultimi processori sia a
        livello software (trovami un sistema operativo
        che usa tecnologie avanzate come DEP in hardware
        e che quindi sfrutta gli ultimi processori!),
        vedi file di Windows ricompilati con l'ultima
        versione di Visual Studio con l'opzione di
        protezione dai buffer overflow (su linux non mi
        risulta che esistono compilatori così ottimizzati
        come quelli di MS che sono anche in grado di
        contrastare un po' di buffer overflow, eppure i
        buffer overflow ci sono anche su linux...), vedi
        le patch di sicurezza con cadenza mensile, vedi
        ora gli advisory che comprendono patch di
        sicurezza più tempestive, vedi miglioramento in
        IE del SP2 che blocca tutti i pop-up, gli activex
        indesiderati, ecc., vedi miglioramento in OE del
        SP2 che non carica più immagini e link esterni,
        ecc., vedi MS Antispyware che rimuove e protegge
        dagli spyware (in attesa di IE7), vedi tool di
        rimozione malware per Windows con cadenza mensile
        che rimuove i virus più comuni. Cosa volete di
        più? Mah
        Volevano che lo integrasse per poter dire che viene imposto.
  • Anonimo scrive:
    Dentifricio
    OneCare il nuovo dentifricio della Microsoft.Cura e protezione totale per i tuoi denti.Basta carie, basta gengive sanguinanti.OneCare il dentifricio consigliato dall'associazione dentisti italiani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dentifricio
      - Scritto da: Anonimo
      OneCare il nuovo dentifricio della Microsoft.
      Cura e protezione totale per i tuoi denti.
      Basta carie, basta gengive sanguinanti.

      OneCare il dentifricio consigliato
      dall'associazione dentisti italiani.Già è vero , è un nome che si addice ad un dentifricio! (rotfl) (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Dentifricio
      - Scritto da: Anonimo
      OneCare il nuovo dentifricio della Microsoft.
      Cura e protezione totale per i tuoi denti.
      Basta carie, basta gengive sanguinanti.

      OneCare il dentifricio consigliato
      dall'associazione dentisti italiani.Mah.. con quel nome...Non è che poi è poco testato e le carie te le moltiplica? :D (rotfl)
Chiudi i commenti