Un'altra figuraccia per l'ICANN

L'organismo di supervisione sui domini si trova di nuovo in una situazione paradossale: un tribunale impone di aprire i libri contabili e far vedere che c'è scritto


Roma – La battaglia lanciata da Karl Auerbach per portare trasparenza nell’organismo internet più travagliato e meno trasparente, l’ente di supervisione sui domini ICANN, sembra avere ottime possibilità di successo a discapito di coloro che vorrebbero impedire di far conoscere quali sono le entrate e quali le spese dell’ICANN.

Proprio la denuncia che Auerbach presentò lo scorso marzo , in qualità di membro at-large di ICANN eletto dall’utenza internet, ora costringe l’Ente a consegnare allo stesso, entro il prossimo 9 agosto, praticamente tutti i documenti contabili. Con questi, secondo le leggi dello Stato della California, Auerbach potrà fare quel che ritiene utile, persino pubblicarli non prima di 10 giorni dal momento della ricezione.

L’imbarazzo per gli organismi direttivi dell’ICANN, già alle prese con un contestato progetto di riforma , è alle stelle. Il giudice che presiede il caso, infatti, ha dichiarato non solo che Auerbach ha il “diritto assoluto” di “ispezionare e copiare tutti i libri, la contabilità e i documenti di ogni genere” ma anche che le procedure con cui l’ICANN ha cercato di limitare le capacità di ispezione di Auerbach violano la legge.

Tutto questo dà ulteriore forza alle tesi di Auerbach, secondo cui l’ICANN deve entrare, se vuole sopravvivere, e per il bene di tutta la comunità internet, in una nuova fase di trasparenza e soprattutto di partecipazione democratica. Proprio quella partecipazione che l’ultimo progetto di riforma su cui l’ICANN sta lavorando vuole cancellare. Situazioni limite che hanno già spinto un influente senatore di Washington a chiedere il commissariamento dell’ICANN .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giuseppe carlucci scrive:
    chip sottopelle
    situazione molto complicata da definire,ma non c'e' dubbio che sono daccordo nel impiantarlo sui minori,per poi essere rimosso con il proprio consenso una volta raggiunta la maggiore eta'.
  • Anonimo scrive:
    Errore sui link dell'articolo
    i link puntano a punto-informatico.com che non esiste!ma lo sapete da dove scrivete? :-P
  • Anonimo scrive:
    Bau!!!!
    E poi medaglietta e tatuaggio, per tutti. Uomini e cani!!!
  • Anonimo scrive:
    Una bella suppostina...
    Non c'e' bisogno di operazioni chirurgiche e si potrebbe avere, tutto integrato in un cip, cellulare, fax, Internet a larga banda e sicurezza(quale hacker vorrebbe "entrare" in un aggeggio messo li?).Altre proposte...Potrebbero dotare i "cerca bimbi" di una bella calamita cosi il genitore schiaccia il pedale ed il figlioletto viene inesorabilmente recuperato.Ovviamente occorre "inserire" nel bimbo una bella piastra metallica, comunque come si dice: non si puo' fare la frittata senza rompere le uova.Perche' non si infila un cip nel cervello del bimbo cosi' quando "rompe" si clicca su OFF, il bimbo si spegne, e si sta in pace :-)))W la teconologia che ci migliora la vita!!!!
  • Anonimo scrive:
    Ma volete mettere con Bimbo Sicuro Beghelli?
    Come da oggetto.Noi italiani ci siamo arrivati prima... ;D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma volete mettere con Bimbo Sicuro Beghelli?
      - Scritto da: Attila Xihar
      Come da oggetto.

      Noi italiani ci siamo arrivati prima... ;DVorrei invitarvi ad una riflessione a tal proposito...Da quanto tempo esistono le vacanze al mare nel mondo? Quante persone conoscete che sono state allevate da genitori diversi dai propri perchè si sono irrimediabilmente perse sulla spiaggia da piccole?A questo punto l'inutilità di quanto in oggetto è palese.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma volete mettere con Bimbo Sicuro Beghelli?
        - Scritto da: Nic
        Vorrei invitarvi ad una riflessione a tal
        proposito...
        Da quanto tempo esistono le vacanze al mare
        nel mondo? Quante persone conoscete che sono
        state allevate da genitori diversi dai
        propri perchè si sono irrimediabilmente
        perse sulla spiaggia da piccole?

        A questo punto l'inutilità di quanto in
        oggetto è palese.
        Eheheh, xche' invece il resto della produzione dell'ineffabile Sig. Beghelli si può dire abbia una qualche forma di utilità...? :)))
        • Anonimo scrive:
          [OT] Beghelli

          Eheheh, xche' invece il resto della
          produzione dell'ineffabile Sig. Beghelli si
          può dire abbia una qualche forma di
          utilità...? :)))Beh, dai... il coso per anziani con telecomando che chiama soccorso è utile! Cmq non l'hanno certo inventato loro nè sono gli unici a produrlo!
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Beghelli

            Beh, dai... il coso per anziani con
            telecomando che chiama soccorso è utile! Cmq
            non l'hanno certo inventato loro nè sono gli
            unici a produrlo!Appunto, te lo presentano come una loro straordinaria innovazione e solo x questo bisognerebbe prendere un prodotto della concorrenza; almeno non paghi anche De Niro ma solo il prodotto in sè :)Poi, non so cosa dirti, ma le loro pubblicità non le reggo, hanno un tono allarmistico-rassicurante (ebbene si') che non sopporto.
        • Anonimo scrive:
          [OT] Ma volete mettere con Bimbo Sicuro Beghelli?
          Non esageriamo; come battuta può anche andare bene, ma onestamente sono un felice possessore di un salvalavista beghelli per computer e non mi sento di affermare l'inutilità della Beghelli in tronco.Sono felice perchè in effetti se non lo accendo mi danno fastidio gli occhi (e passo tra le 10 e le 12 ore al giorno davanti ad un computer). Ed ho un monitor lg 19 pollici da 500 Euro, non uno scassone costruito con i resti di Cernobil.Ho testato la cosa anche in un ufficio presso cui lavoravo dove però il team dei programmatori aveva le scrivanie in semicerchio in un enorme stanzone e quindi lo spazio enorme vanificava l'attrezzo... in teoria va ad eliminare il contrasto tra il la luce del monitor ed i contorni buii; se dietro al monitor non c'e' un muro ma uno spazio ampio... non funge.ciao- Scritto da: Attila Xihar
          Eheheh, xche' invece il resto della
          produzione dell'ineffabile Sig. Beghelli si
          può dire abbia una qualche forma di
          utilità...? :)))
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Ma volete mettere con Bimbo Sicuro Beghelli?
            - Scritto da: Renton78
            Non esageriamo; come battuta può anche
            andare bene, ma onestamente sono un felice
            possessore di un salvalavista beghelli per
            computer e non mi sento di affermare
            l'inutilità della Beghelli in tronco.Ok, ok, non dico che non faccia bene in alcuni casi, ma ti assicuro che io con una lampada alogena normalissima dietro di me ottengo lo stesso risultato (di ore davanti al pc tra casa e ufficio ne passo anche 14); e mi costa un fotìo in meno :)Diciamo, x essere piu' precisi, che hanno scoperto l'acqua calda e la vendono a peso d'oro (ah, se riuscissi a farlo anche io... :D )
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Ma volete mettere con Bimbo Sicuro Beghel
            - Scritto da: Renton78
            sono un felice
            possessore di un salvalavista beghelli per
            computer
            (e passo
            tra le 10 e le 12 ore al giorno davanti ad
            un computer)
            Ho testato la cosa anche in un ufficio
            presso cui lavoravo E che facevi 12 ore di computer a casa e poi 8 in ufficio?
  • Anonimo scrive:
    In tutta onestà credo sia una cosa positiva.
    Voglio dire, può essere utile per esempio al posto dei braccialetti/cavigliere che oggi hanno dimostrato tutti i loro limiti.Così come può essere utile per i bambini che vengono rapiti dal primo incauto strafatto di crack per chissà quale arcano motivo gli viene confessato dalla sua testa bacata.E' ovvio che tecnologicamente ci sono tutte le contro-misure per eludere i sistemi di sicurezza (soprattutto gli informatici dovrebbero saperlo bene); visto e considerato che oggi rubano tranquillamente macchine (ingombranti e pesanti) protette da sistemi satellitari, non vedo quale sia la difficoltà nel "rubare" una bambino che pesa 20Kg ...Però si tratta comunque di eliminare intanto il rapitore improvvisato, che di certo non va in giro con un furgone piombato ne va a pensare che quel bambino abbia un chip addosso ne tantomeno saprebbe come localizzarlo sul corpo della vittima... insomma, si introduce una difficoltà in più.Più che altro bisogna stimare se, questo sistema porta a dei lati negativi sostanziali che ne vanificano i vantaggi: le libertà individuali, i danni al corpo umano e le contromisure adottate dai delinquenti.Per quanto riguarda le libertà individuali; beh, dipende da noi, da chi eleggiamo e da quanto forti sapremo essere quando verranno vagliate leggi scandalose da chi abbiamo (o putroppo "hanno") eletto. Fino a che un dispositivo del genere viene impiantato a bambini a rischio dai propri genitori o tutori legali, è una cosa positiva. Se poi diventa una moda per far si che genitori incapaci di educare un figlio si sentano così più tranquilli, beh... allora non ci stò. Bambini a rischio significa bambini che purtroppo vivono in zone dove la delinquenza è alta; bambini figli di persone particolarmente ricche e quindi più soggette ad eventuali ricatti...etc...etc...etcAnche per quanto riguarda i delinquenti già processati e ritenuti colpevoli di qualche crimine che automaticamente ne limita la libertà: meglio un chip sottocute che un braccialetto ... e meglio il braccialetto di un piantone fisso ad opera di due publici ufficiali pagati dalla comunità. Il discorso è diverso se viene estesa questa procedura anche a persone in attesa di giudizio... eh no, allora non ci sto: perchè una persona ancora innocente dovrebbe subire un trattamento così invasivo?Non mi esprimo in merito ad adottare queste tecnologie su tutti i cittadini od ai militari... spero che commenti su questa cosa sono superflui. Se dovessero adottarle sarei il primo a darmi alla macchia piuttosto che subire questo insulto.Insomma, con una regolamentazione ONESTA che segue il principio della necessità piuttosto che quello del controllo a tutti i costi contro un fantomatico terrorismo creato dalla creazione sistematica di paure inesistenti, io sono favorevole all'introduzione di queste tecnologie.Il problema reale è che dall'applicazione lecita e giusta a quella contro la libertà, il passo è breve ed i governi sono bravi e forti a sufficienza per autorizzarsi a compiere questo piccolo passo dissimulando la limitazione delle libertà individuali che si accingono a compiere. Questo è il vero problema, problema su cui noi cittadini onesti DOBBIAMO vegliare.Per quanto riguarda la salute, credo che dei test verranno fatti in materia... e se dopo 10 anni si accorgeranno che questi attrezzi sono cancerogeni, qualcuno nel mondo lo dirà anche se la società produttrice lo vuole tenere nascosto. D'altronde abbiamo fatto così con l'amianto, con le sigarette e con tante altre cose...In merito invece alle contromisure dei delinquenti; d'altronde bisogna fare una statistica e non si può fare a priori. Se si scopre che il chip provoca più morti (magari nel tentativo di estrarre il chip con un coltello da cucina) di quanti ne facevano i rapimenti e le avasioni... beh, allora si eliminano e pace... però è stato fatto un tentativo teso a risolvere un problema gravoso. Un pò quello che è successo con gli antifurti che via radio avvertivano il proprietario della vettura... il povero cristo a cui stavano fregando la macchina andava lì a vedere cosa accadeva e gli piantavano un giravite in pancia (il minimo che avevano dietro... sempre che non avessero coltelli o pistole o qualsiasi altra arma); si è visto che erano contrproducenti perchè invece di diminuire i furti aumentavano feriti e morti... e sono stati messi fuori legge.ciao
    • Anonimo scrive:
      Dimenticavo.
      E' inutile che alla minima fesseria si grida allo scandalo...E' la stessa cosa, sul fronte opposto, che fanno oggi i governi occidentali sfruttando (biecamente, direi) la morte di migliaia di persone nell'11 settembre 2001.Ovvero stanno creando la paura per un terrorismo che non esiste... omicidi singoli o di massa, ci sono sempre stati nella storia dell'uomo, se ne possono citare a centinaia... da cesare al re assassinato che ha fatto scoppiare la prima guerra mondiale.Così come ci sono stati in tutto il secolo scorso, da moro a falcone, borsellino e per ultimo biagi.Sono, purtroppo, degli omicidi fisiologici che esistono perchè nella società ci sono le teste calde ed i criminali.Questo non significa però che sia terrorismo. Cos'e' il terrorismo? Lo sono stati i fascisti di mussolini, i neo-nazi moderni, i comunisti dei pogrom, i comunisti delle BR, la mafia, unabomber americano ed italiano... sono tutte cose orrende, ma esistono e non è giusto sfruttarli per creare controllo invece che educare la società.D'altro canto ci sono invece quelli che generano il timore del controllo assoluto. E' analogo a quello che fanno i governi ed è ingiusto anche questo.Quindi state buoni buonini a gridare allo scandalo sempre e comunque, anche perchè così non solo dopo un po' venite bollati come "anarco-comunisti" ed ignorati, ma in ultima analisi non preservate la libertà prorprio perchè i vostri contributi vanno a vuoto...ciao
    • Anonimo scrive:
      [OT] Una volta per tutte sui bracciali...
      - Scritto da: Renton78
      Voglio dire, può essere utile per esempio al
      posto dei braccialetti/cavigliere che oggi
      hanno dimostrato tutti i loro limiti.Veramente hanno funzionato perfettamente. Hanno puntualmente segnalato che il tizio si è allontanato oltre 100m dal posto in cui doveva stare ovvero hanno fatto esattamente quello che ci si aspettava che facessero.Come già ho scritto non sono dei dispositivi di localizzazione. Servono solo ad evitare che una pattuglia debba andare a fare dei controlli periodici a casa del tizio e resti libera per fare altro con palese risparmio di tempo e soldi.Senza braccialetto, in quei casi di fuga, si sarebbe saputo dell'evasione solo al successivo controllo di routine, invece così si è saputo immediatamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: In tutta onestà credo sia una cosa positiva.
      Beh, il braccialetto beghelli glielo metto quando mi serve e col consenso del bambino, se poi uno vuole rapirlo può anche togliergli il braccialetto.Se invece ha un chip sottopelle la cosa può essere sfruttata in qualunque momento a chissà quali scopi... e se per caso qualcuno vuole rapirlo a tutti i costi capace che gli taglia un braccio per evitare di essere localizzato. Mi pare che così è anche peggio... :)
  • Anonimo scrive:
    Contrapasso per questa soluzione fascista
    I terroristi scoprono il codice segreto dei chip sottopelle di qualche capo fascista con il satellite riescono a localizzare tutti gli spostamenti quando ne trovano qualcuno più vulnerabile colpiscono.
  • Anonimo scrive:
    di che pasta sono fatti gli americani...
    http://www.repubblica.it/online/esteri/linciaggio/linciaggio/linciaggio.html
  • Anonimo scrive:
    voglio vomitare!
    questi stanno impazzendo!non hanno proprio un ca++o di meglio da pensare che dire e fare certe st+onzate!secondo me l'americano medio ha meno neuroni di un europeo! (salvo scoprire che siamo noi i + cogl++ni, dato che vi veniamo dietro)poi chi ha pensato una cosa del genere ne deve avere una dozzina!mi dispiace fratelli d'oltreoceano...ma tra copyright riaa chip sottopelle sparate ogni giorno una ca++ata + grande dell'altra!
  • Anonimo scrive:
    il passo è breve
    quello che porterà a mettere il guinzaglio elettronico (alla fine è questo) oltre ai ragazzini anche agli adulti.Dovremmo ricordarci sempre quando escono queste sparate made USA che il popolo americano trae la sua radice da una minoranza talmente rompiscatole che manco gli inglesi la voevano tra i piedi...speriamo che oltreoceano non passi l'idea, con la mania che hanno da questa parte dell'oceano di seguire le mode americane...
    • Anonimo scrive:
      Re: il passo è breve
      Secondo me la mania di seguire gli americani in tutto quello che fanno sta lentamente diminuendo, o è solo la mia impressione?Lo si vede anche dal fatto che gli unici che si sono uniti al loro progetto di guerra all'Irak sono quei lecchini degli inglesi.Da ragazzino vedevo l'America come il massimo della vita, ma poi crescendo, sti americani che misurano il benessere solo in base a quanti soldi fanno mi stanno sempre più sulle balle.
      • Anonimo scrive:
        Re: il passo è breve
        - Scritto da: Viger
        Secondo me la mania di seguire gli americani
        in tutto quello che fanno sta lentamente
        diminuendo, o è solo la mia impressione?
        Lo si vede anche dal fatto che gli unici che
        si sono uniti al loro progetto di guerra
        all'Irak sono quei lecchini degli inglesi.
        Da ragazzino vedevo l'America come il
        massimo della vita, ma poi crescendo, sti
        americani che misurano il benessere solo in
        base a quanti soldi fanno mi stanno sempre
        più sulle balle.Concordo!
  • Anonimo scrive:
    Sono favorevole!
    Giusto,mi auguro che sempre + negli USA (che si ritengono i migliori al mondo per qualunque cosa la mente umana possa concepire) le liberta' individuali per i cittadini americani si riducano, fino a far scomparire i cittadini stessi.Che popolo assurdo, non e' uno scherzo se 7 bambini americani su 10 sono convinti che DIO sia americano, pazzesco, come per i soldati USA durante la guerra del golfo!!!Invasati come i fondamentalisti islamici...Va bhe, mi scuso per lo sfogo poco leggibile
  • Anonimo scrive:
    bah...
    tecnoparanoie incontrollate.Chi rapisce si munirà di un furgone piombato per impedire la trasmissione di qualsivoglia segnale. E non è da escludere che, proprio in funzione di una possibile localizzazione, il rapitore non estragga il chip impiantato sotto la pelle della vittima in maniera diciamo poco ortodossa.Non credo che chi esegue questa azione sia un esperto anestesista...
    • Anonimo scrive:
      Re: bah...
      - Scritto da: Ombra
      tecnoparanoie incontrollate.Concordo e sottoscrivo: la maggior parte di queste misure che si vorrebbero far passare come strumenti per aumentare la sicurezza dei cittadini, in realta', servono solamente a diminuire la liberta' delle persone oneste mentre ai criminali provocano un disagio minimale se non nullo..
      Chi rapisce si munirà di un furgone piombato
      per impedire la trasmissione di qualsivoglia
      segnale.Per poi portare il rapito in qualche zona "fuori campo" (ad es., ci sono molte montagne non coperte dal segnale GSM) dove il chip non serve a un tubo.
      E non è da escludere che, proprio
      in funzione di una possibile localizzazione,
      il rapitore non estragga il chip impiantato
      sotto la pelle della vittima in maniera
      diciamo poco ortodossa.
      Non credo che chi esegue questa azione sia
      un esperto anestesista...
      • Anonimo scrive:
        Re: bah...
        si infatti...basta portarlo in asrpomonte e col fischio che lo ritrovano più!
        • Anonimo scrive:
          Re: bah...
          Ma ragazzi, un pò più di attenzione quando si legge ;-) Avete dormito poco ? L'articolo parla di un sistema GPS e NON GSM !!!! Quindi, con una copertura praticamente totale di tutta la superficie terrestre, essendo un sistema satellitare !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: bah...
            Eh no! non credo proprio che un sistema satellitare riesca a beccarti sotto una montagna.Ricordo che sperimentai un cellulare satellitare durante il capodanno del nuovo millennio e l'avvertenza era di utilizzarlo in campo aperto (nessun ostacolo tra il telefono ed il satellite).- Scritto da: Ptar
            Ma ragazzi, un pò più di attenzione quando
            si legge ;-) Avete dormito poco ? L'articolo
            parla di un sistema GPS e NON GSM !!!!
            Quindi, con una copertura praticamente
            totale di tutta la superficie terrestre,
            essendo un sistema satellitare !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: bah...
        Se funziona bene come il braccialetto che aveva addosso quel boss fuggito dall'ospedale, siamo a posto...
        • Anonimo scrive:
          Precisazioni
          okkio ragazzi, si fa un po di confusione qua.Se parlano di gps il discorso è un altro: un ricevitore GPS in quanto tale *riceve* semplicemente il segnale dalla rete di satelliti geografici, per stabilire la propria posizione, ma per poi trasmettere alle autorità preposte l'esatta posizione serve un ulteriore trasmettitore, il quale sicuramente non andrà a trasmettere alla rete GPS alla quale non frega niente di ricevere alcunchè. Non trasmetterà sicuramente su rete GSM, poichè non posso mettere sotto pelle anche un pacco batterie o un jack per ricaricarmi di notte il trasmettitore insieme al cellulare! in ogni caso, in linea di massima, tutto ciò che riesci a trasmettere puoi schermarlo adeguatamente, percui rimane valido il sistema del furgone piombato o dell'aspromonte.In definitiva il chip sottopelle è una tavanata, che da un illusorio senso di sicurezza (e soprattutto di controllo....).
        • Anonimo scrive:
          Re: bah...
          - Scritto da: Geforce
          Se funziona bene come il braccialetto che
          aveva addosso quel boss fuggito
          dall'ospedale, siamo a posto...esatto :)il fantastico braccialetto elettronico ha una portata di 100 METRI!!quando si sono accorti della fuga *già ma come? nIente piantoni.. un allarme? in quanto tempo si percorrono 100 metri?* quello chissà dove era!!piccolo particolare...era il secondo braccialetto che utilizzavano.. il primo era già scappato !*il tutto era in un servizio del tg regionale*
          • Anonimo scrive:
            [OT] Re: braccialetto per arresti domiciliari

            esatto :)
            il fantastico braccialetto elettronico ha
            una portata di 100 METRI!!

            quando si sono accorti della fuga *già ma
            come? nIente piantoni.. un allarme? in
            quanto tempo si percorrono 100 metri?*
            quello chissà dove era!!Non ho visto il TG ma credo che sia lo stesso braccialetto di cui scrivo qui sotto:Quel braccialetto serve ad altro! Serve per sapere *SE* scappa e non dove va! Guarda che l'hanno sempre detto che funziona così!Serve solo ad evitare che ogni tot ore una pattuglia debba andare a casa del tizio, svegliarlo di notte, ecc... Insomma è solo una comodità. Non ha mai avuto la pretesa di essere un dispositivo di localizzazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: bah...

        Concordo e sottoscrivo: la maggior parte di
        queste misure che si vorrebbero far passare
        come strumenti per aumentare la sicurezza
        dei cittadini, in realta', servono solamente
        a diminuire la liberta' delle persone oneste
        mentre ai criminali provocano un disagio
        minimale se non nullo..Rendete la liberta' illegale e solo i criminali saranno liberi... Perisher!
Chiudi i commenti