USA, bimbi e nonni nella Terrorist Watch List

Mezzo web contro la lista dei passeggeri non graditi in entrata negli USA. Fino ad oggi presi soltanto bambini e anziani, terroristi zero, ma i federali vogliono comunque più risorse per ampliare il database

Roma – Alla fine è intervenuto anche Bruce Schneier , guru della sicurezza, per criticare i numeri con cui FBI si è spinta a chiedere più soldi per foraggiare il proprio Terrorist Screening Center

Le cifre presentate al Congresso dalla polizia federale parlano di 500mila nomi nella lista dei passeggeri non graditi, o addirittura pericolosi, ai quali dovrebbe essere impedito di volare da e per gli USA. Il numero, come si legge in questo articolo di Wired , include tutti i casi di omonimia e gli errori di inserimento: Osama Bin Laden ad esempio è presente anche con lo pseudonimo Bin Ladin , e nella lista ci sarebbero anche personaggi defunti come Saddam Hussein o già catturati dalle forze statunitensi.

Un database di queste proporzioni conduce inevitabilmente a piccoli grandi errori . Persino il senatore Ted Kennedy, scambiato per un terrorista IRA , è stato bloccato al check-in, assieme ad una nonna sessantenne armata di coltello da cucina, ad un professore di Princeton , decorato durante la Guerra di Corea ma dichiaratosi pubblicamente contrario alle iniziative politiche di George W. Bush, e ad un bambino di sette anni : quest’ultimo pare sia anche recidivo.

A fronte di questo mastodontico archivio, i controlli avrebbero condotto a circa 5.400 riscontri nel 2004, quasi 16mila nel 2005 e poco meno di 20mila nel 2006. Fino ad oggi, obietta Schneier, neppure uno degli arresti e fermi compiuti dall’amministrazione ha coinvolto i controlli legati alla Watch List. Sarebbero tutti falsi allarmi insomma, altrimenti “credete davvero che si sarebbero persi l’occasione di raccontarci quanto è utile la Watch List?”.

Contro la crescita del database dei passeggeri non graditi si è espressa anche la American Civil Liberties Union : la posizione dell’associazione è piuttosto critica sulla richiesta di aumento dei fondi da parte del FBI, soprattutto perché l’attività prevista sarebbe in contrasto col quarto emendamento . E inoltre l’archivio “cresce apparentemente senza controllo né limiti” dichiara Tim Sparapani, membro di spicco dell’organizzazione, alla ABC: “Se abbiamo 509mila nomi su quella lista, allora la watch list è praticamente inutile”.

La blogosfera già pullula di dubbi sulla reale utilità delle operazioni di data-mining compiute dal governo USA, e sulla loro efficacia nella lotta al terrorismo. Come si fa a finire sulla lista ? Come per uscirne? Domande a cui i siti del governo USA non offrono sempre una risposta soddisfacente .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • anonimo01 scrive:
    Nel 2020, Lawrence Lessing...
    "[...] Nel 2020, Lawrence Lessing, [...] diventa Ministro della Giustizia degli Stati Uniti e dichiara il Copyright illegale. [...]" e fine della partita. nel frattempo occhio che questi (major) daranno il colpo di coda prima di crepare!(anonimo)ciao(Youtube: prometeus )
  • MeX scrive:
    precisazioni...
    uno...i files sono stati distribuiti gratuitamente per volere dell'etichettadue... da questo non avranno nessuno guadagno DIRETTO (si parla quindi di promozione") e non penso che questa piccola etichetta svedese sarebbe contenta di vedere TUTTA la loro produzione su Pirate Baytre...i "discografici" soprattutto le major non sono contro la distribuzione digitale della musica ma contro al fatto che questa distribuzione venga effettuata illegalmeente e senza ricevere alcun compensoquattro...non ho capito il senso dell'articolo (anche perchè come detto da altri nel forum era un po' "accalorato") si tratta di una PROMOZIONE di 70 brani... ciò non significa che grazie al P2P si può distribuire musica... a meno che poi tutti non pensino che si può vivere di gloria e non di tutto questo... IMHO!
    • alling scrive:
      Re: precisazioni...
      Guarda il concetto è semplice c'è una etichetta che distribuisce le sue cose su Piraate Bay, se ti sembra poco...
      • MeX scrive:
        Re: precisazioni...
        - Scritto da: alling
        Guarda il concetto è semplice c'è una etichetta
        che distribuisce le sue cose su Piraate Bay, se
        ti sembra
        poco...[...] c'è un etichetta che FA PROMOZIONE delle sue cose [...]
  • flindox scrive:
    la musica sul p2p è di bassa qualità
    la musica sul p2p sarà anche gratis, ma spesso salvo casi eccezionali, è di bassa qualità, proveniente da registrazioni radio, non corrispondente alla versione album, ecc. insomma una sola!Alla fine se siete degli amanti della buona musica, compare il buon CD originale è d'obbligo.
    • joeSeggiola scrive:
      Re: la musica sul p2p è di bassa qualità

      la musica sul p2p sarà anche gratis, ma spesso
      salvo casi eccezionali, è di bassa qualità,Ma che cavolo scarichi tu???
      proveniente da registrazioni radio, non
      corrispondente alla versione album, ecc.Il P2P è utile sopratutto per procurarsi quei brani che non passano proprio per radio... Per ascoltarli e magari acquistare poi i CD.
      Alla fine se siete degli amanti della buona
      musica, compare il buon CD originale è
      d'obbligo.Va beh, questa è un altra storia.
    • Delio scrive:
      Re: la musica sul p2p è di bassa qualità
      Lo sai che non è vero, no? Ormai è più facile trovare album interi perfettamente rippati dal cd originale piuttosto che fake o roba di bassa qualità.
    • Paul scrive:
      Re: la musica sul p2p è di bassa qualità
      - Scritto da: flindox
      la musica sul p2p sarà anche gratis, ma spesso
      salvo casi eccezionali, è di bassa qualità,
      proveniente da registrazioni radio, non
      corrispondente alla versione album, ecc.Non so tu da dove scarichi la musica, a me generalmente capita di trovarla di buona qualità, anche perché gli mp3 rippati con iTunes, MusicMatch o con il lame hanno una qualità pressoché identica a quella dei CD. I casi eccezionali invece sono quelli che dici tu, in cui l'album ha qualità bassa.
    • 128 scrive:
      Re: la musica sul p2p è di bassa qualità
      Ovviamente un mp3 a 128 kbit è di qualità molto inferiore alla traccia wav originalemp3, ogg etc sono formati lossy che consentono cioè un'ottima riduzione di spazio a patto però di perdere (poco,abbastanza as seconda) di informazione o qualità originale.mp3 decenti sono quelli da 192 in su, meglio 256ogg e mpc sono meglio degli mp3 ma pochi lettori li leggonopoi sulla rete si trovano anche i formati non lossy (ape etc), molto meno che mp3 ma nemmeno tanto raroma forse è questa la politica del p2p:ti fa assaggiare quella musichetta che tanto ti piace ma se vuoi la qualità massima o vuoi fare un regalo allora compra il cd originale che infinite volte meglio
      • ZERO TOLERANCE scrive:
        Re: la musica sul p2p è di bassa qualità
        Potrei essere daccordo con la qualità del cd originale in caso di album o meglio vecchi LP ormai introvabili, le cui copie su internet sono di bassa qualità anche per colpa del supporto master.In quel caso propendo anch'io per l'acquisto del cd originale.Ma nel 90% dei casi si trova musica di ottima qualità audio sul p2p
        • jai scrive:
          Re: la musica sul p2p è di bassa qualità
          - Scritto da: ZERO TOLERANCE
          Ma nel 90% dei casi si trova musica di ottima
          qualità audio sul p2pse ti riferisci agli ape e iso vari direi che la % sia sul 40% (a larghe spanne)se comprendiamo anche ogg, mpc o mp3 di buona qualità (
          =256) direi che saliamo a un 70% (spanne ancor + larghe)ma anche lì (mp3), alle volte ti becchi una versione presa male, volume eccessivo o troppo basso, filtri sbagliati etc..però se devi fare un regalo alla tua ragazza, preferisci darle un cd masterizzato scritto alla buona col pennarello grosso il nome dell'autoreo un cd originale con copertina (ina, ina) coi testi delle canzoni e tutto ?in effetti andrebbe anche bene una chiavetta con la discografia del tipo
  • mix scrive:
    Visitors by Country
    Visitors by Country: United States United States 12.3% Russia Russia 6.5%United Kingdom United Kingdom 5% Slovakia Slovakia 4.1%Czech Republic Czech Republic 3.9% Poland Poland 3.6%
  • m00f scrive:
    Re: Sicurezza nazionale USA
    La cosa più brutta è che la gente crede VERAMENTE e CIECAMENTE ai potenti che s'inventano ste 4 cagate per spaventarli.Invece chi mette in dubbio l'autenticità delle dichiarazioni viene subito deriso e adittato come "cospirazionista".Mah... ancora 4 anni e poi saremmo noi a ridere :)
    • nuclearstre ngth scrive:
      Re: Sicurezza nazionale USA
      - Scritto da: m00f
      La cosa più brutta è che la gente crede VERAMENTE
      e CIECAMENTE ai potenti che s'inventano ste 4
      cagate per
      spaventarli.
      Invece chi mette in dubbio l'autenticità delle
      dichiarazioni viene subito deriso e adittato come
      "cospirazionista".

      Mah... ancora 4 anni e poi saremmo noi a ridere :)why?
      • jai scrive:
        Re: Sicurezza nazionale USA
        - Scritto da: nuclearstre ngth
        why?2007 + 4 = 20112011 = ultimo anno "normale" della civiltà umana così come la conosciamo oggi perchè l'anno sarà...2012, i rettiliani, l'anno dell'apcalisse termonucleare globale pronosticata dai maya etc etc...
  • anonimo codardo scrive:
    Pubblicità con la mia banda
    Cioè vogliono distribuire i loro promo senza pagare akamai o chi per loro per comprare la banda, ma usando quella che pago io. Lo faccio volentieri, ma voglio qualcosa in cambio, e l'ascolto di brani già gratuiti non è abbastanza.
    • codroipo scrive:
      Re: Pubblicità con la mia banda
      - Scritto da: anonimo codardo
      Cioè vogliono distribuire i loro promo senza
      pagare akamai o chi per loro per comprare la
      banda, ma usando quella che pago io. Lo faccio
      volentieri, ma voglio qualcosa in cambio, e
      l'ascolto di brani già gratuiti non è
      abbastanza.non scaricarli, qual è il problema?
    • mag scrive:
      Re: Pubblicità con la mia banda
      incredibile la faccia da c***o di alcuninon solo lo vogliono gratis, ma ti devono pure pagare per prendre ? rubare ? il loro prodotto
      • Sgabbio scrive:
        Re: Pubblicità con la mia banda
        (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)Rubare cosa?
        • jai scrive:
          Re: Pubblicità con la mia banda
          - Scritto da: Sgabbio
          Rubare cosa?fino a ieri quei brani o li pagavi o li rubavioggi te li danno a grattis e c'è chi riesce pure a lamentarsi che gli rubano (a lui !) banda
          • Sgabbio scrive:
            Re: Pubblicità con la mia banda
            Rubare ? Non si sottrae il bene all'altro ma si prende una copia, condividere...questo sconosciuto
          • Daniele scrive:
            Re: Pubblicità con la mia banda
            - Scritto da: Sgabbio
            Rubare ? Non si sottrae il bene all'altro ma si
            prende una copia, condividere...questo
            sconosciutoE' sempre rubare, basta cambiare il soggetto. In questo caso rubare non significa sottrarre bene all'altro, perche' prova a pensarci bene, neanche acquistando sottrai qualcosa all'altro. Se acquisti un mp3 su internet da siti legalissimi cosa sottrai? Non puoi usare la stessa definizione di rubare per le mele e gli mp3. Le mele si rubano intascandole gli mp3 si rubano scaricandoli senza pagarli, come le mele si comprano pagando e infilandole in borsa e gli mp3 li compri pagando e scaricandoli.Mi sembra chiaro che se c'e' una differenza nella semantica di "acquistare" ci deve essere una differenza anche nella semantica di "rubare".
  • Il Castiglio scrive:
    Kvasov è un criminale ...
    ... è giusto che vada in galera.IMHO un conto è scaricare musica col mulo per ascoltarla o al massimo regalare un cd agli amici, altra cosa è vendere cose non tue.Potrei farlo anch'io un negozietto virtuale, che ci vuole ?Inoltre non capisco 2 cose:1) chi è così stupido da comprare musica illegale ? tanto vale scaricarla gratis !2) perché molti difensori del p2p elogiano allofmp3 e i suoi figli ?E' proprio tutto il contrario dello spirito del p2p, l'unica cosa che hanno in comune è il nemico (cioè RIAA e affini), ma ciò per me non basta a renderli alleati.
    • Onslaught scrive:
      Re: Kvasov è un criminale ...
      - Scritto da: Il Castiglio
      1) chi è così stupido da comprare musica illegale
      ? tanto vale scaricarla gratis
      !Non l'ho mai capito nemmeno io: che senso ha spendere soldi per comprare musica da qualcuno che non ha il diritto di vendermela?Oltretutto,in questo modo,si lasciano tracce indelebili della transazione,quindi qualcuno,prima o poi,potrebbe bussare alla porta per chiedere conto della compravendita incriminata.
      • Pasquale Cacazza scrive:
        Re: Kvasov è un criminale ...
        - Scritto da: Onslaught
        - Scritto da: Il Castiglio


        1) chi è così stupido da comprare musica
        illegale

        ? tanto vale scaricarla gratis

        !

        Non l'ho mai capito nemmeno io: che senso ha
        spendere soldi per comprare musica da qualcuno
        che non ha il diritto di
        vendermela?
        Oltretutto,in questo modo,si lasciano tracce
        indelebili della transazione,quindi
        qualcuno,prima o poi,potrebbe bussare alla porta
        per chiedere conto della compravendita
        incriminata.Direi proprio di no, mica siamo tutti informati. Poi attenzione in italia esiste il reato penale di condivisione per chi scarica rischia un amministrativo. Ma laddove ce VISA, che dovrebbe tutelarmi sulla "qualita" dei sito si intuisce che il negoziante sia serio.
        • Onslaught scrive:
          Re: Kvasov è un criminale ...
          - Scritto da: Pasquale Cacazza
          Direi proprio di no, mica siamo tutti informati.
          Poi attenzione in italia esiste il reato penale
          di condivisione per chi scarica rischia un
          amministrativo. Ma laddove ce VISA, che dovrebbe
          tutelarmi sulla "qualita" dei sito si intuisce
          che il negoziante sia
          serio.Eh,purtroppo non è così,tu puoi essere anche in buona fede al 100%,ma comunque non hai scusanti se,usando l'ordinaria diligenza,potevi accorgerti della non liceità della transazione.
    • claudio1980 scrive:
      Re: Kvasov è un criminale ...
      mi spiace deluderti ma non è proprio così, allofmp3 ha sempre rispettato le leggi russe riguardo il diritto d'autore e pagava regolarmente le tasse "siae" alla siae russa come era previsto. Soltanto che il wto ha minacciato la russia di non farla entrare nell'organizzazione se non adeguava le regole sul diritto d'autore al pari di quelle occidentali, le leggi sono state cambiate e sono retroattive, ora Kvasov risulta aver commesso un reato, con il piccolo particole che al momento del compimento reato non era.
      • Il Castiglio scrive:
        Re: Kvasov è un criminale ...
        La questione la conosco, IMHO è tutta una buffonata, la SIAE russa cosa vuoi che dica, avrà 3 iscritti (in campo musicale), è ovvio che se ne fregava.Non voglio difendere i discografici (è l'ultimo dei miei pensieri, te lo assicuro), voglio solo dire che per me era evidente fin dall'inizio l'IPOCRISIA della situazione Allofmp3.
    • utente scrive:
      Re: Kvasov è un criminale ...
      quoto al 100%- Scritto da: Il Castiglio
      ... è giusto che vada in galera.

      IMHO un conto è scaricare musica col mulo per
      ascoltarla o al massimo regalare un cd agli
      amici, altra cosa è vendere cose non
      tue.
      Potrei farlo anch'io un negozietto virtuale, che
      ci vuole
      ?

      Inoltre non capisco 2 cose:
      1) chi è così stupido da comprare musica illegale
      ? tanto vale scaricarla gratis
      !
      2) perché molti difensori del p2p elogiano
      allofmp3 e i suoi figli
      ?
      E' proprio tutto il contrario dello spirito del
      p2p, l'unica cosa che hanno in comune è il nemico
      (cioè RIAA e affini), ma ciò per me non basta a
      renderli
      alleati.
    • Giorse scrive:
      Re: Kvasov è un criminale ...
      Infatti Io fino a 2 anni fa non sapevo cosa fosse un computer ne tantomeno , musica digitale...Mi hanno insegnato ad usare e-bay e (come dici tu) da stupido ho comprato musica pirata.Poi mi hanno insegnato ad usare il mulo...Scarico e condivido un sacco di musica e a volte se il isco mi piace tanto compro pure l'originale....
  • Bobby solo scrive:
    ...ellamadonna...
    ...il p2p che c'entra adesso con la sicurezza globale? Mi sembra la solita boiata all'americana! Speriamo solo che qualcuno abbia il buonsenso di non crederci!!! :P
    • Daniele De Bortoli scrive:
      Re: ...ellamadonna...
      Incriminare il p2p per la condivisione accidentale di documenti che non dovrebbero girare in rete è come voler accusare la Yale o la Viro perchè mi son dimenticato di chiudere la porta di casa a chiave.Robe da matti...
      • già scrive:
        Re: ...ellamadonna...
        - Scritto da: Daniele De Bortoli
        Incriminare il p2p per la condivisione
        accidentale di documenti che non dovrebbero
        girare in rete è come voler accusare la Yale o la
        Viro perchè mi son dimenticato di chiudere la
        porta di casa a
        chiave.
        Robe da matti...Ladri e cracker di tutto il mondo querelate questi cittadini irresponsabili che vi consentono di accedere ai loro beni senza colpo ferire :p
    • . . scrive:
      Re: ...ellamadonna...

      Speriamo solo che qualcuno abbia il buonsenso di
      non crederci!!! :P...fidati.
  • Pippo scrive:
    Tono dell'articolo
    Ragazzi, ma ce la facciamo ad essere un po' meno di parte? Nessuno dice che gli autori non debbano far trapelare il proprio pensiero, ma un minimo di distacco in più non farebbe male. Quando si legge una notizia ciò che interessa è la CRONACA della notizia, non l'interpretazione.Ciò che si capisce dall'articolo è l'opinione dell'autore ma molto poco della notizia...
    • Emilio scrive:
      Re: Tono dell'articolo
      Io di PI apprezzo le chiare posizioni riguardo i diritti digitali, il digital divide, e l'attenzione verso la privacy e l'opensource. Altrimenti sarebbe uno sterile raccoglitore di notizie come ce ne sono tanti.Continuate cosi' =)
Chiudi i commenti