USA: dare voce alle auto elettriche

L'ente statunitense per la sicurezza del traffico sulle strade presenta una proposta formale per equipaggiare i veicoli ecologici di sistemi sonori. Il motore silenzioso rappresenterebbe un potenziale pericolo per pedoni e ciclisti

Roma – Un suono di sicurezza, che le automobili elettriche dovrebbero emettere come segno della propria presenza, in particolare quando viaggiano a bassa velocità: è la proposta lanciata dalla la National Highway Traffic Safety Administration .

Non è la prima volta che l’autorità addetta al controllo del traffico negli Stati Uniti lancia un appello relativo al potenziale pericolo per i pedoni rappresentato dal quasi totale silenzio delle automobili di nuova generazione. Si tratta, dunque, di una misura volta a scongiurare danni e incidenti in cui potrebbero rimanere coinvolti in particolare pedoni, ciclisti e ipovedenti.

Secondo NHTSA, infatti, le autovetture e i camion elettrici e ibridi sarebbero molto più silenziosi dei veicoli convenzioni a gas o a diesel. Secondo le stime riportate, sarebbero 2800 l’anno i pedoni e i ciclisti che sarebbero protetti dal rischio di incorrere in incidenti grazie all’installazione di sistemi sonori all’interno dei veicoli.

I produttori potranno dunque avvalersi di un’offerta varia di suoni da implementare, con l’unico obbligo di mantenere il medesimo suono sulle macchine simili. Secondo quanto dichiarato da David Strickland, presidente di NHTSA, “la proposta ammette la possibilità per i produttori di creare suoni differenti per i diversi modelli e le diverse marche e allo stesso tempo offrire l’opportunità a pedoni, ciclisti e ipovedenti di rilevare e riconoscere un veicolo e compiere, dunque, le azioni corrette previste dal codice della strada”. ( C.S. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti