USA, la privacy passa da presente a cronologia

Approvata la proposta di legge che annulla le tutele per la privacy dei netizen imposte agli ISP dalla precedente amministrazione: ora gli operatori potranno rivendere i dati relativi alle attività online dei propri utenti

Roma – La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha votato (215 voti contro 205) definitivamente la disposizione che diminuisce le salvaguardie vigenti a tutela dei dati personali degli utenti online .

La risoluzione era stata presentata e approvata la settimana scorsa in Senato e serviva esplicitamente a stralciare quanto previsto dal regolamento adottato dalla Federal Communications Commission sotto l’ex-presidente Obama, ovvero l’obbligo da parte degli Internet Service Provider di ottenere l’autorizzazione dei propri utenti prima di poter vendere a terzi i dati sensibili in loro possesso , come per esempio la loro cronologia di navigazione: in maniera molto sintetica e definitiva, la risoluzione “disapprova il regolamento adottato dalla FCC relativo alla Protezione della Privacy degli Utenti delle telco e degli altri servizi di telecomunicazioni e pertanto esso non deve avere effetto”.

Dopo il voto della Camera dei Rappresentanti all’approvazione definitiva manca solo la firma del Presidente Trump, i cui consiglieri hanno già reso noto il sostegno alla risoluzione. Con tale disposizione vengono stralciate le regole finora adottate che impediscono agli intermediari di disporre dei dati personali degli utenti raccolti nel corso della loro navigazione senza il consenso esplicito dei consumatori: in questo modo , come desiderato da Repubblicani e dalle grandi telco , gli ISP potranno, al pari di altre aziende ICT come Google e Facebook, trasformare le informazioni personali in dati utili per l’advertising tagliato su misura (o per altri utilizzi profittevoli). Già durante l’amministrazione Obama i Repubblicani e i lobbisti avevano tentato di stralciare la normativa che impediva loro di partecipare a tale mercato, ma l’allora Presidente aveva sempre posto il suo veto.

La risoluzione rappresenta invece ora il primo passo nella strategia del nuovo Presidente Trump, che vorrebbe sottrarre alla FCC il compito di vigilare sulla questione della regolamentazione degli ISP, comprensiva delle questioni di privacy, per affidarlo alla Federal Trade Commission (dotata di molti meno poteri di vigilanza e di inferiori risorse per occuparsene) e che – in generale – vorrebbe alleggerire le regolamentazioni per il settore nel nome del libero sviluppo del mercato.

I sostenitori della necessità di normative a tutela della privacy si sono naturalmente indignati davanti alla votazione della risoluzione. Il Center for Digital Democracy ritiene che da ora in poi “gli americani non saranno più sicuri online dall’accesso illecito e segreto dei loro dati”. EFF ha parlato di misura che tutela gli interessi degli Internet Service Provider e non degli utenti e che vengono in questo modo cancellate le protezioni basilari della privacy online.

Contro la deregolamentazione si erano espressi anche gli ISP minori, una ventina dei quali si era unita alle azioni di EFF per opporsi alla risoluzione: “Sono tanti gli ostacoli strutturali sul mercato degli intermediari che non permettono agli utenti di orientarsi liberamente tra i diversi ISP”, riferivano. Per esempio, ora, un criterio potrebbe essere quello di non scegliere uno degli operatori che abbia esercitato pressioni per ottenere la possibilità di rivendere i dati degli utenti.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Banco vince sempre scrive:
    A volte ritornano
    Il primo passo verso un SO memorizzato sul chip della scheda madre? Un ritorno al passato
  • balance scrive:
    ipnosi e realtà
    Che grande carrozzone di venditori di fumo, con la complicità dei fumatori.In ufficio e a caso ho computer con HD meccanico, vanno benissimo, sono veloci, durano una vita, costano poco.Ipnotizzatori di masse.
    • nome e cognome scrive:
      Re: ipnosi e realtà
      - Scritto da: balance
      Che grande carrozzone di venditori di fumo, con
      la complicità dei
      fumatori.
      In ufficio e a caso ho computer con HD meccanico,
      vanno benissimo, sono veloci, durano una vita,
      costano
      poco.
      Ipnotizzatori di masse.Bah, sei semplicemente uno schiavo delle mode. A casa ho una macchina da scrivere meccanica del 1950, va ancora benissimo.
      • pippo scrive:
        Re: ipnosi e realtà
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: balance

        Che grande carrozzone di venditori di fumo,
        con

        la complicità dei

        fumatori.

        In ufficio e a caso ho computer con HD
        meccanico,

        vanno benissimo, sono veloci, durano una
        vita,

        costano

        poco.

        Ipnotizzatori di masse.

        Bah, sei semplicemente uno schiavo delle mode. A
        casa ho una macchina da scrivere meccanica del
        1950, va ancora
        benissimo.E nessuno ti può intercettare i tasti ;)
  • ygujbgj scrive:
    niente di nuovo
    Intel sfrutta la già nota Rapid Storage Technology/Matrix RAID per far si che il sistema operativo "veda" due dischi fisicamente separati come un singolo volume di storage, permettendo alla tecnologia Optane di riconoscere i file con maggiore acXXXXX e copiarli nella cache delle nuove unità M2. Per quello esistono già i dischi fissi ibridi. La nuova tecnologia aggiunge poco o niente.Sarebbe stato molto più utile se avessero evitato di aggiungere strati e algoritmi e invece avessero permesso di configurarlo come swap.
    • pippo scrive:
      Re: niente di nuovo
      - Scritto da: ygujbgj
      <i
      Intel sfrutta la già nota Rapid Storage
      Technology/Matrix RAID per far si che il sistema
      operativo "veda" due dischi fisicamente separati
      come un singolo volume di storage, permettendo
      alla tecnologia Optane di riconoscere i file con
      maggiore acXXXXX e copiarli nella cache delle
      nuove unità M2.
      </i


      Per quello esistono già i dischi fissi ibridi. La
      nuova tecnologia aggiunge poco o
      niente.
      Sarebbe stato molto più utile se avessero evitato
      di aggiungere strati e algoritmi e invece
      avessero permesso di configurarlo come
      swap.Perché come swap quando la si potrebbe indirizzare DIRETTAMENTE e poi ci fai quel razzo che vuoi?
      • tfyvtvtvt scrive:
        Re: niente di nuovo

        Perché come swap quando la si potrebbe
        indirizzare DIRETTAMENTE e poi ci fai quel razzo
        che vuoi?Sarà più veloce degli HD tradizionali, ma non raggiunge la RAM.Visto che la gestione dello swap è già inclusa nel sistema operativo puoi inserire il disco tra RAM e HD senza usare altri algoritmi che non sai quanto siano stati testati.Se poi sviluppi usando macchine virtuali puoi anche avere tanta memoria, ma alla fine lo swap lo usi.
        • pippo scrive:
          Re: niente di nuovo
          - Scritto da: tfyvtvtvt

          Perché come swap quando la si potrebbe

          indirizzare DIRETTAMENTE e poi ci fai quel razzo

          che vuoi?

          Sarà più veloce degli HD tradizionali, ma non
          raggiunge la
          RAM.
          Visto che la gestione dello swap è già inclusa
          nel sistema operativo puoi inserire il disco tra
          RAM e HD senza usare altri algoritmi che non sai
          quanto siano stati
          testati.

          Se poi sviluppi usando macchine virtuali puoi
          anche avere tanta memoria, ma alla fine lo swap
          lo
          usi.Vai a vedere quante istruzioni ci sono dietro una putc() o dietro un semplicissimo assegnamento di una variabile in memoria, sarà anche più lenta della ram...
          • ygjfrth scrive:
            Re: niente di nuovo

            Vai a vedere quante istruzioni ci sono dietro una
            putc() o dietro un semplicissimo assegnamento di
            una variabile in memoria, sarà anche più lenta
            della ram...E allora?Che c'entra?
          • pippo scrive:
            Re: niente di nuovo
            - Scritto da: ygjfrth

            Vai a vedere quante istruzioni ci sono dietro
            una

            putc() o dietro un semplicissimo assegnamento di

            una variabile in memoria, sarà anche più lenta

            della ram...

            E allora?
            Che c'entra?Ciao panda sempre a non capire un razzo vero? :D
          • njjnbkj scrive:
            Re: niente di nuovo


            E allora?

            Che c'entra?
            Ciao panda sempre a non capire un razzo vero? :DTraduzione: non c'entra un razzo, stavo solo trollando.
          • pippo scrive:
            Re: niente di nuovo
            - Scritto da: njjnbkj


            E allora?


            Che c'entra?

            Ciao panda sempre a non capire un razzo
            vero?
            :D

            Traduzione: non c'entra un razzo, stavo solo
            trollando.Chi tu? :D
          • xte scrive:
            Re: niente di nuovo
            Se quel che intendi è l'"overhead" di uso della memoria... Non è che una write() sia meno "pesante"...
          • pippo scrive:
            Re: niente di nuovo
            - Scritto da: xte
            Se quel che intendi è l'"overhead" di uso della
            memoria... Non è che una write() sia meno
            "pesante"...se non ci credi fai la prova:https://godbolt.org/guarda il codice generato ;)
          • xte scrive:
            Re: niente di nuovo
            È impossibile tramite la webapp che hai linkato: puoi al massimo fare qualche prova sulla tua macchina ad es. con collect+analyzer (SunStudio, su Solaris/IllumOS|DTrace)... Cmq in genere indirizzare e scrivere la ram "pesa" di meno anche con hack vari tipo zram&c di scrivere su disco...Altrimenti non ho capito cosa dici.
          • pippo scrive:
            Re: niente di nuovo
            - Scritto da: xte
            Altrimenti non ho capito cosa dici.Più o meno ci siamo ;) non ha senso usare questa roba come disco o emulatore di disco, è molto meglio se la si può indirizzare direttamente, come se fosse ram
          • xte scrive:
            Re: niente di nuovo
            Cioè quel che vuoi dire è che avere un "acXXXXX casuale" stile ram (zero tempo di spostamento della testina) è meglio? Bé se è così non c'è certo bisogno di un benchmark! Che, diciamo qualcosa di simile al memristor, sia il futuro è indubbio.
          • hygjby scrive:
            Re: niente di nuovo
            - Scritto da: pippo
            - Scritto da: xte

            Altrimenti non ho capito cosa dici.
            Più o meno ci siamo ;) non ha senso usare questa
            roba come disco o emulatore di disco, è molto
            meglio se la si può indirizzare direttamente,
            come se fosse
            ramMa hai letto prima di commentare sia l'articolo che l'inizio di questo thread? <i
            per far si che il sistema operativo "veda" due dischi </i
            Una marea di commenti per riferirti ad una funzionalità che non è prevista.
          • pippo scrive:
            Re: niente di nuovo
            - Scritto da: hygjby
            - Scritto da: pippo

            - Scritto da: xte


            Altrimenti non ho capito cosa dici.

            Più o meno ci siamo ;) non ha senso usare
            questa

            roba come disco o emulatore di disco, è molto

            meglio se la si può indirizzare direttamente,

            come se fosse

            ram

            Ma hai letto prima di commentare sia l'articolo
            che l'inizio di questo
            thread?Certo, soprattutto la parte dove ti lamentavi degli strati inutili tra la memoria e l'uso come swap
            <i
            per far si che il sistema operativo
            "veda" due dischi </i


            Una marea di commenti per riferirti ad una
            funzionalità che non è
            prevista.Evviva ci sei arrivato!Non è prevista ma sarebbe MOLTO più utile, non era difficile :D
          • hghtyfv scrive:
            Re: niente di nuovo

            Evviva ci sei arrivato!
            Non è prevista ma sarebbe MOLTO più utile,Per fare danni.
  • Dumah Brazorf scrive:
    Velocità
    E' così tanto più veloce di un ssd m2 da 256-512GB?
    • ygujbgj scrive:
      Re: Velocità
      - Scritto da: Dumah Brazorf
      E' così tanto più veloce di un ssd m2 da
      256-512GB?Anche se fosse vero, il tuo computer fa così tanto I/O da aver bisogno di questo sistema?
    • xte scrive:
      Re: Velocità
      Se lasci perdere l'assurdità dell'uso come cache di un HD tradizionale con la loro tecnologia proprietaria e li usi come volume puro e semplice sono un po' più veloci e sopratutto han parecchie IOPS in più...Se ne val la pena non mi pronuncio, per la maggior parte dei desktop gli ssd, anche non proprio di ultima generazioni ma ben fatti (ovvero quelli che non crepano dopo poco tempo) son in genere più che adatti, andar oltre migliora di poco in rapporto all'aumento del costo IMVHO, se poi fai roba IO-intensive, bé, magari ti fan piacere :-)In ultimo circa l'uso come cache: non ho provato la loro soluzione proprietaria ma su zfs avere un cache disk su un SSD ed un volume su un HD tradizionale non cambia granché le performance su un desktop, su un webserver, se ben configurato idem non cambia di molto... Non credo che loro abbian fatto qualcosa di più efficiente della SUN quindi...
Chiudi i commenti