Venice, il primo Blackberry Android

Dopo tanto parlare, ecco le prime immagini. Un terminale in tutto e per tutto in stile canadese, ma con il robottino verde a bordo

Roma – Con l’imprimatur e le immagini di @evleaks , la si può praticamente ritenere una notizia ufficiale: salvo ripensamenti dell’ultimo minuto, Blackberry si appresta a lanciare sul mercato il suo primo smartphone con sistema operativo Android . Nome in codice Venice, vedremo se resterà questa denominazione anche dopo l’annuncio ufficiale, ricorda il design di alcuni predecessori equipaggiati con BB10 e integra una tastiera fisica a scomparsa .

Evan Blass, colui che c’è dietro l’account Twitter, non fornisce dettagli sulla scheda tecnica: dunque bisogna ricavare informazioni da quanto si vede nelle immagini. Innanzi tutto colpisce l’interfaccia di Android, pressoché identica a quella standard (un buon segno anche in termini di aggiornabilità del terminale), che al suo interno mostra chiaramente tutte le app dei servizi Google (Play Store compreso) che identificano un terminale ufficialmente Android. Dunque l’azienda canadese ha scelto una strada ortodossa, aggiungendo inoltre a bordo anche i suoi servizi che costituiscono l’autentico valore aggiunto dei suoi prodotti.

Sul piano estetico si possono fare altre considerazioni: lo schermo pare curvo su entrambi i lati lunghi , un po’ come su Galaxy S6 edge, mentre la tastiera sembra piuttosto diversa da quella standard che Blackberry è solita integrare a bordo dei suoi apparecchi che ne siano provvisti. Complice forse il design a scomparsa, pare un po’ piccola e con i tasti piatti (difficili da distinguere al tatto): ma sono valutazioni difficili da fare senza avere il terminale tra le mani. Sul posteriore invece si legge chiaramente la scritta OIS (Optical Image Stabilizazion) sulla cornice della fotocamera, mentre qualche dubbio in più c’è sul valore in megapixel del sensore (16? 18? non è possibile stabilirlo da questa immagine): c’è anche un doppio flash LED e un sistema di lenti piuttosto articolato, indice normalmente di una buona qualità per gli scatti.

Il resto della dotazione hardware del Venice dovrebbe essere già noto : processore Qualcomm Snapdragon 808, quello che c’è a bordo dell’LG G4 , un exa-core con buone prestazioni accoppiato a 3GB di RAM. Lo schermo sarebbe da 5,4 pollici con risoluzione QHD (2.560×1.440). La versione di Android installata, anche a giudicare dalle immagini, dovrebbe essere almeno la 5.0 Lollipop.

Infine, c’è un’altra suggestione che @evleaks ha lasciato ai propri lettori: un dispositivo dalle forme più “tradizionali” per Blackberry, quello che sembra in tutto e per tutto un Passport con a bordo Android . Chissà se il formato quadrato riscuoterà maggior successo se a bordo c’è il sistema operativo mobile di Google? L’annuncio dovrebbe arrivare in autunno, dunque c’è ancora tempo per elaborare le proprie valutazioni su questa mossa. In ogni caso, questa novità non cambierà i piani di sviluppo per BB10 .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Dubbi da ingeggniere
    Puoi avere il cristallo di zaffiro rubino o diamante più duro che esista e avrai uno schermo impossibile da graffiare, ma la durezza viene con la fragilità. Come risolvono il problema di uno schermo che alla prima bottarella si frantuma?E com'è che adesso vogliono usare una lega di Al più resistente, dopo che orde di macachi si sono affannate a ribadire che non è vero che gli iphone si piegano? :p
    • prova123 scrive:
      Re: Dubbi da ingeggniere
      e comunque:http://apple.hdblog.it/2015/04/29/Secondo-Displaymate-il-vetro-zaffiro-di-Apple-Watch-degrada-la-qualita-dellimmagine/http://www.macitynet.it/linfrangibile-vetro-zaffiro-di-apple-watch-non-e-cosi-infranginbile/...
      • Num Letter scrive:
        Re: Dubbi da ingeggniere
        - Scritto da: prova123
        e comunque:

        http://apple.hdblog.it/2015/04/29/Secondo-Displaym

        http://www.macitynet.it/linfrangibile-vetro-zaffir

        ...C'è ch aprofitta come Apple della frangibilità dei neuroni dell'AppleFanBoy e chi approfitta proditoriamente della frangibiltà dei nostri zebedei...Al momento non saprei dire cosa è peggio...
  • Surak 2.0 scrive:
    Ah!
    Quindi l'embargo contro i russi vale solo per gli autolesionistici europei?
    • prova123 scrive:
      Re: Ah!
      No, vale solo per l'italia. La germania continua tranquillamente a vendere le sue auto in russia.
      • Fogin Laied scrive:
        Re: Ah!
        Ce lo chiede l'Europa
        • prova123 scrive:
          Re: Ah!
          No, ce lo chiede l'asse parigi-berlino.
          • Gibbo scrive:
            Re: Ah!
            No, ce lo chiede la Russia: l'embargo è il loro verso i nostri prodotti.
          • prova123 scrive:
            Re: Ah!
            grazie al governo italiano. Ricordiamoci sempre che Obama e Merkel hanno imposto l'embargo alimentare e il Renzi scodinzolante ha fatto l'embargo con il cul* degli italiani.La russia ha semplicemente risposto all'embargo facendo capire che non è l'europa a gestire l'embargo alimentare. Quando si dice c*gli*ne ....
          • Fogin Laied scrive:
            Re: Ah!
            La Russia ha risposto alle nostre sanzioni
    • Walter scrive:
      Re: Ah!
      Non c'è nessun embargo; ci sono delle sanzioni (sacrosante), che hanno una determinata durata e riguardano determinate categorie; evidentemente questo settore non è interessato, e quindi anche un'azienda europea, se lo avesse voluto, avrebbe potuto fare lo stesso che ha deciso di fare Apple.- Scritto da: Surak 2.0
      Quindi l'embargo contro i russi vale solo per gli
      autolesionistici
      europei?
      • tritacarne scrive:
        Re: Ah!
        insomma le sanzioni che mi fanno piu' o meno comodo
        • prova123 scrive:
          Re: Ah!
          L'importante è che non danneggiassero l'economia tedesca. Poi andare in televisione e dire che l'italia avrebbe potuto inasprire le sanzioni, se c'era ancora il beneficio del dubbio questo dubbio è stato definitivamente fugato. :D
Chiudi i commenti