Videogiochi, è ancora AMD contro Nvidia

Sunnyvale contro Santa Clara per il programma Gameworks. Secondo la prima è una minaccia alla libera concorrenza. Secondo l'altra si tratta semplicemente di accettare la superiorità GeForce

Roma – Si è accesa una nuova polemica tra NVIDIA e AMD, con quest’ultima che accusa la concorrente di mettere in pericolo l’intrattenimento videoludico su PC con il suo programma Gameworks. Prevedibilmente, NVIDIA risponde con sufficienza e nega di aver fatto qualcosa di male – o, peggio, di illegale.

Il programma Gameworks garantisce agli studios firmatari l’accesso privilegiato alle funzionalità grafiche esclusive delle GPU discrete realizzate da NVIDIA, una pratica all’apparenza più che legittima ma che secondo AMD rappresenta “una minaccia chiara e imminente per i giocatori” su PC. Stando a quanto sostiene Sunnyvale , gli studios che fanno uso di Gameworks azzopperebbero “in maniera deliberata” le performance dei loro giochi sulle GPU AMD, che da sole valgono il 40 per cento del mercato. E il tutto per “incrementare i margini a favore di NVIDIA”, dice il management di AMD.

A peggiorare la situazione ci sarebbe il fatto che, sempre secondo AMD, il programma Gameworks proibisce agli sviluppatori di “accettare i suggerimenti” della concorrenza per l’ottimizzazione delle performance direttamente nel codice del gioco.

NVIDIA risponde alle accuse di AMD negando di aver mai proibito agli studios l’accesso alle tecnologie di Sunnyvale, quindi le migliori performance dei giochi sulle GPU GeForce – vedi caso Watch Dogs – non sarebbero altro che frutto di prodotti maggiormente capaci rispetto agli altri.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • no problem scrive:
    isp c'entra poco
    dipende piu' da quale serve yt ti fa vedere il video, alcuni vanno anche a 1080p senza problemi, altri anche a 360 vanno a singhiozzo.
  • Il Punto scrive:
    Il marketing.
    Ottima strategia di marketing, così ora dopo aver raccolto i pareri degli utenti anche Google entrerà nel mondo degli ISP e lo farà col botto.
Chiudi i commenti