Vimpelcom: Wind è cambiata

Sawiris ottiene il 30,6 per cento dei diritti di voto e il 20 dei dividendi. Si oppongono all'operazione gli azionisti norvegesi di Telenor. Ora il terzo operatore mobile italiano parla russo

Roma – Wind è passata dal controllo del magnate egiziano Sawiris a quello dell’azienda russa Vimpelcom. La fusione, approvata dal consiglio d’amministrazione russo, attende ora solo la definitiva ratifica da parte dell’assemblea straordinaria dei soci.

L’operazione ha valutato l’azienda, che ha 8,5 miliardi di debito, 21 miliardi di dollari : 1,5 in contanti, 4,5 sotto forma di azioni Vimpelcom e il resto con l’acquisto del debito di Wind e Orascom Telecom (al 51 per cento di Sawiris). Una volta conclusa porterà alla creazione del quinto operatore mobile al mondo per numero di clienti, 173 milioni distribuiti in 19 paesi .

Al Consiglio d’amministrazione la situazione era in bilico per l’ opposizione dei soci norvegesi di Telenor , che hanno votato contro la fusione (poi approvata sei voti contro tre, il numero minimo previsto dallo statuto aziendale).
I norvegesi, peraltro, non si arrendono , promettono battaglia anche nell’assemblea straordinaria del 17 marzo che dovrà sancire l’accordo e non escludono neanche la possibilità di adire le vie legali: “Vimpelcom è nata per investire in mercati emergenti – dicono cercando di spiegare i loro dubbi – mentre l’asset principale è un Paese come l’Italia”.

A preoccuparli ci sarebbe inoltre la situazione delle quote azionarie : Sawiris ha ottenuto il 20 per cento dei diritti economici e il 30,6 per cento dei voti della società che verrà costituita dopo la fusione, mentre la quota aziendale di Altimo, altro azionista, si diluirà fino al 31 per cento, così come quella di Telenor che scende al 25 per cento . I norvegesi hanno paventato la possibilità che si tratti di una trappola per farli uscire dall’azionariato relegandoli ad una posizione del tutto minoritaria: lo statuto prevede che in caso di nuova emissione di azioni gli azionisti abbiamo diritto a una prelazione per non veder diluito il proprio capitale. Ma non nel caso in cui siano coinvolte nell’operazioni soggetti già legati all’azienda: nella trattativa con Sawiris non lo erano fino al 10 gennaio, quando Altimo (con un tempismo che Telenor giudica sospetto) ha informato Vimpelcom che uno dei suoi affiliati possiede azioni Orascom per 27,7 milioni.

Pende inoltre sull’affare anche la questione algerina: il governo nordafricano ha annunciato la nazionalizzazione di Djezzy , compagnia di Sawiris ritenuta fondamentale da Vimpelcom. Entreranno dunque in gioco le influenze della diplomazia internazionale e non è detto che la diplomazia russa non riesca a farsi sentire. In caso contrario i costi dell’operazione sarebbero a carico della company egiziana.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andycandy scrive:
    FB -
    Mi sta sempre piu' sulle palle.
  • Nadar scrive:
    Re: I furbastri di Facebook
    100 $ ad utente!!! corro a registrarmi!"tu non ci crederaima vedole mille bolle blue vanno leggere, vannosi rincorrono, salgonoscendono per il ciel." :(
    • Anonymous scrive:
      Re: I furbastri di Facebook
      - Scritto da: Nadar
      100 $ ad utente!!! corro a registrarmi!

      "tu non ci crederai
      ma vedo
      le mille bolle blu
      e vanno leggere, vanno
      si rincorrono, salgono
      scendono per il ciel." :(Guarda, l'altro giorno ho scorso alcune fan-page un pò spinte, di FB. C'è gente che, bellatamente se ne frega dei pericoli della privacy e pubblica all'aperto, numeri di telefono email ecc.Se le capre vogliono comportarsi come tali, s'arrangino. E' impossibile creare un sistema a prova di tonto, per il semplice motivo che, ad un certo momento, dev'essere anche l'utente a fare la sua parte, in termini di auto-tutela. Non lo fa? Affari suoi.
  • Jul scrive:
    I furbastri di Facebook
    Ormai la tattica e' consolidata. Prima fai trapelare la notizia per vedere le reazioni. Se sono eccessive fai un passo indietro, ma intanto cominci a far passare l'idea che la gente puo' condividere le informazioni personali. Un po' alla volta reintroduci il cambiamento e alla fine tutti lo prendono come la normalita' e nessuno se ne accorge piu'.Facebook e' nata da un imbroglio e continua a vivere sull'imbroglio e sull'inganno. Lo dimostra l'operazione di Goldman Sachs che si sta rivelando una truffa per i gonzi che investiranno i cui unici beneficiari saranno Goldman Sachs stessa e il furbastro Mark Zukerberg. Il tentativo di far condividere il maggior numero possibile di informazioni personali e' solo un disperato tentativo di rendere credibile la valutazione di 100 Dollari a utente fatta da Goldman Sachs con il suo investimento
  • djechelon scrive:
    Tanto in milioni accetteranno...
    Presto creeranno il prossimo giochino alla FarmVille in cui per entrare devi esplicitamente accettare di condividere TUTTI i tuoi dati con la app, con un messaggio che ti ricorda quanto tu "non sei alla moda" perchè N tuoi altri amici hanno accettato.Immaginate come con un solo click milioni di bimbimin**a accettino e si vedano i cellulari costantemente intasati da SMS di spam profilato.Che bello il mondo di Facebook!
    • Il Solito scrive:
      Re: Tanto in milioni accetteranno...
      - Scritto da: djechelon
      Presto creeranno il prossimo giochino alla
      FarmVille in cui per entrare devi esplicitamente
      accettare di condividere TUTTI i tuoi dati con la
      app, con un messaggio che ti ricorda quanto tu
      "non sei alla moda" perchè N tuoi altri amici
      hanno
      accettato.

      Immaginate come con un solo click milioni di
      bimbimin**a accettino e si vedano i cellulari
      costantemente intasati da SMS di spam
      profilato.

      Che bello il mondo di Facebook!è ora di attivare pienowind sms
    • krane scrive:
      Re: Tanto in milioni accetteranno...
      - Scritto da: djechelon
      Presto creeranno il prossimo giochino alla
      FarmVille in cui per entrare devi esplicitamente
      accettare di condividere TUTTI i tuoi dati con la
      app, con un messaggio che ti ricorda quanto tu
      "non sei alla moda" perchè N tuoi altri amici
      hanno accettato.
      Immaginate come con un solo click milioni di
      bimbimin**a accettino e si vedano i cellulari
      costantemente intasati da SMS di spam profilato.
      Che bello il mondo di Facebook!'Mbe ? Si cambia cellulare no ? (rotfl)
  • QRAttila scrive:
    Ci manca solo che qualcuno si lamenti...
    L'utente medio di Facebook che è di sicuro molto esperto, sa bene (avendo letto tutte le ciaspole che ha accettato) che la sua privacy è appesa ad un filo di seta e non si spaventa certo per queste piccole minacce.L'utente scarso non vi mette dati sensibili.L'utente scaltro invece mette solo i dati e le foto di suo cuggino. ;)
    • Regur Mortis scrive:
      Re: Ci manca solo che qualcuno si lamenti...
      ma la verità è che non a tutti interessa la privacy, il problema non è se le applicazioni hanno o no i dati ma l'uso che ne fanno, se è un uso corretto io non vedo dove sia il problema.
Chiudi i commenti