Vista, aggiornamento per due componenti chiave

Il big di Redmond ha rilasciato la seconda e forse ultima versione beta di due elementi fondamentali di Vista, Windows Communication Foundation e Windows Workflow Foundation. Entrambi sono già pronti per entrare nel ciclo produttivo


Redmond (USA) – Come antipasto all’ormai imminente portata principale, ovvero la seconda beta di Windows Vista, Microsoft ha messo a disposizione degli sviluppatori versioni production-ready di due elementi base del suo prossimo sistema operativo: l’infrastruttura di comunicazione Windows Communication Foundation (nome in codice Indigo ), e il modello per la rappresentazione dei processi aziendali Windows Workflow Foundation .

Entrambi i componenti, che insieme a Windows Presentation Foundation sono parte integrante del nuovo modello di programmazione WinFX , si trovano allo stadio di Beta 2 . Il fatto che siano accompagnati dalla licenza Go-Live , che permette di creare applicazioni già utilizzabili in ambienti di produzione, dimostra come Microsoft consideri le due tecnologie ormai pronte per il mercato . Con tale licenza il big di Redmond spera anche di incentivare gli sviluppatori a migrare prima possibile alla nuova piattaforma di sviluppo; in questo modo, quando nel tardo 2006 verrà rilasciato Windows Vista, gli utenti potranno già disporre di un congruo numero di applicazioni ottimizzate per il neonato sistema operativo.

Va ricordato, a tal proposito, che Microsoft ha eseguito il porting delle API di WinFX anche per le versioni di Windows attualmente sul mercato: ciò consentirà agli sviluppatori di far girare le applicazioni basate sulle foundation di Vista anche su Windows XP e Server 2003.

Va notato come le nuove beta di Windows Communication e Windows Workflow Foundation non siano accompagnate da un’equivalente versione del terzo pezzo del mosaico, il motore grafico Windows Presentation Foundation (anche noto come Avalon ): segno che lo sviluppo di questa tecnologia è rimasto indietro rispetto agli altri componenti di Vista. C’è anche da dire che, al momento, Microsoft è assai più interessata ad incentivare lo sviluppo di applicazioni server, dove l’interfaccia grafica è spesso assente o minimale.

Windows Communication Beta 2 e Windows Workflow Foundation Beta 2 possono essere scaricati da questa pagina .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Da Oracle le Patch da MS i pacchi
    basta una banale analisi del linguaggio per capire che non c'è sempre onestà nel raccontare le notizie.Ciao,FF
    • Anonimo scrive:
      Re: Da Oracle le Patch da MS i pacchi
      - Scritto da: Anonimo
      basta una banale analisi del linguaggio per
      capire che non c'è sempre onestà nel raccontare
      le notizie.

      Ciao,
      FFeh?? guarda che e' microsoft stessa che li chiama pacchi (service pack), perche' contengono piu' patch
      • Anonimo scrive:
        Re: Da Oracle le Patch da MS i pacchi

        eh?? guarda che e' microsoft stessa che li chiama
        pacchi (service pack), perche' contengono piu'
        patchOvvero benda, pezza, rattoppo ... un bel titolo del tipo "Da Oracle un mega-aggiornamento da 100 rattoppi" non ci stava bene?
        • Anonimo scrive:
          Re: Da Oracle le Patch da MS i pacchi
          - Scritto da: Anonimo


          eh?? guarda che e' microsoft stessa che li
          chiama

          pacchi (service pack), perche' contengono piu'

          patch

          Ovvero benda, pezza, rattoppo ... un bel titolo
          del tipo "Da Oracle un mega-aggiornamento da 100
          rattoppi" non ci stava bene?
          windows e' cosi malconcio che gli servono bende e rattoppi, gli altri no :D
          • jetkid scrive:
            Re: Da Oracle le Patch da MS i pacchi
            Inanzitutto tutto il software prodotto è soggetto alla regola del 10%-90% nel seguente modo.Ovvero: punto1.Il 10% -ker- del programma è realizzato in modo che sia il più stabile ed efficiente possibile, il restante 90% in modo decisamente più approssimativo; questo in base al fatto che la maggior parte dell'utenza userà statisticamente quel 10% appuntopunto 2.mentre ad esempio per prealizzare un ponte il 90% del tempo è impegato per lo studio dei requisiti, delle specifiche e nella realizzazione del progetto ed il restante 10% per la realizzazione dell'opera, nel campo informatico è esattamente il contrario.Questo a causa dell'incompetenza dei primi sviluppatori che non si sono effettivamente preoccupati di ingegnerizzare il tutto. Certo ora si inizia a vedere qualche cambiamento, ma la mentalità rimane sempre quella di fare software altamente inefficiente pensando "tanto poi facciamo 100 patch"...Questo per la frenetica (ed inutile) corsa all'aggiornamento -senza in realtà una effettiva necessità dalla parte dei requisiti utente- e la poca serietà dei project delevopment teams.Ecco tutto....
  • Anonimo scrive:
    dai linari...
    ...come mai non scrivete nulla?? dai che se i bugs li avesse avuti MSSQL qui sarebbe già tutto pieno...
    • Anonimo scrive:
      Re: dai linari...
      se tu capissi la differenza che c'è tra un S.O ed RDBMS sapresti perchè non scrivono..
      • Anonimo scrive:
        Re: dai linari...
        come ha detto quello del primo post: se i buchi li avessero trovati in MSSQL (Microsoft SQL Server) questo post sarebbe pieno di commenti, anche se non si tratta di un sistema operativo, ma è un prodotto microsoft e qesto basta...
        • Anonimo scrive:
          Re: dai linari...
          - Scritto da: Anonimo
          come ha detto quello del primo post: se i buchi
          li avessero trovati in MSSQL (Microsoft SQL
          Server) questo post sarebbe pieno di commenti,
          anche se non si tratta di un sistema operativo,
          ma è un prodotto microsoft e qesto basta......E quando ci sono i troll ci si lamenta, e quando non ci sono ci si lamenta...Winari....
          • Anonimo scrive:
            Re: dai linari...

            ...E quando ci sono i troll ci si lamenta, e
            quando non ci sono ci si lamenta...

            Winari....bellissima.quoto :)
    • Anonimo scrive:
      Re: dai linari...
      Non esiste software sicuro, che sia Oracle o Microsoft o free software. Esistono solo livelli di QA accettabili o meno. Per quanto mi riguarda MS non ha livelli accettabili, per quella che e' la sua diffusione, costo e anni uomo di sviluppo. Oracle o Sun hanno uno standard superiore, anche se pure loro cedono alle lusinghe del mercato, ma meno di altre societa' che fanno piu' marketing che sviluppo.
      • Anonimo scrive:
        Re: dai linari...

        la sua diffusione, costo e anni uomo di sviluppo.
        Oracle o Sun hanno uno standard superiore, anche
        se pure loro cedono alle lusinghe del mercato, ma
        meno di altre societa' che fanno piu' marketing
        che sviluppo.Ma non dire cazzate, Oracle e' l'azienda piu' markettara del mondo. Quando chiedi assistenza su un prodotto ti mandano quelli del pre-sales... Sun invece non ti manda nessuno e ti dice di tenerti il problema.
    • Anonimo scrive:
      Re: dai linari...
      Ti sfugge la differenza tra un prodotto come Ms SQL e la famiglia di prodotti Oracle, nell'ordine delle centinaia di prodotti.Non che questo giustifichi la policy di update di Oracle (che è comunque assai migliorata), ma il mondo, per fortuna, non gira intorno a Microsoft.
      • Anonimo scrive:
        Re: dai linari...
        - Scritto da: Anonimo
        Ti sfugge la differenza tra un prodotto come Ms
        SQL e la famiglia di prodotti Oracle, nell'ordine
        delle centinaia di prodotti.

        Non che questo giustifichi la policy di update di
        Oracle (che è comunque assai migliorata), ma il
        mondo, per fortuna, non gira intorno a Microsoft.AH AH AH AH I DATABASE PIU' STUPIDO DEL MONDO... IL MIGLIORE E' 4DFIRST.... AH AH AH PEGGIO DI HYPERCARD
Chiudi i commenti