Visual Studio.NET più ambizioso che mai

Re dei Web service, re di quella nuova filosofia di sviluppo che trasformerà il software come lo si conosce oggi in un servizio in Web-affitto. Tutto questo a partire da oggi, data del debutto di Visual Studio.NET


Redmond (USA) – Dopo quattro lunghi anni di sviluppo, Microsoft presenta oggi uno degli elementi chiave della sua nuova visione nello sviluppo del software: Visual Studio.NET.

E’ questo il primo ambiente di sviluppo del colosso di Redmond specificamente orientato alla creazione di Web service ed è questo il primo strumento che mette finalmente in moto la colossale macchina di MS.NET.

Se Internet fa già parte integrante della precedente versione di Visual Studio, questa edizione va ad incastrarsi in quel grande puzzle che è la piattaforma MS.NET portando il “Web development” al centro di tutto l’ambiente.

Con Visual Studio.NET, Microsoft punta chiaramente alla conquista di un mercato, quello dei Web service, che le consentirà di mantenere il proprio dominio anche in quella nuova era in cui il concetto di software muterà in quello di servizio noleggiabile via Web.

A tentare di metterle il bastone fra le ruote vi saranno alcune rivali di sempre come Sun, IBM, Oracle e BEA, tutte armate di piattaforme “anti-NET” basate sulla tecnologia Java. Sarà una battaglia epica che vedrà scontrarsi i due ambienti di sviluppo leader sul mercato: Java, che secondo Sun conta 3 milioni di utenti, e Visual Studio, che secondo Microsoft conta invece 5 milioni di utenti.

In Visual Studio.NET sono compresi strumenti e funzionalità dedicate allo sviluppo di applicazioni per Internet e tecnologie chiave come XML e SOAP. Queste ultime rappresentano architetture aperte che, almeno sulla carta, dovrebbero consentire l’interoperabilità fra servizi e applicazioni di piattaforme differenti.

La suite integra anche un ambiente Rapid Application Development (RAD) per i server attraverso cui è possibile avvalersi di tutte le funzionalità e le facilitazioni messe a disposizione da Windows DNA 2000, una piattaforma per lo sviluppo rapido di soluzioni Web e di e-commerce comprendente fra gli altri Microsoft SQL e COM+.


Nella suite di sviluppo Microsoft ha incluso.NET Framework, un insieme di strumenti che aiutano gli sviluppatori a costruire software e Web service sicuri ed in grado di girare su di una grande varietà di computer e dispositivi.

L’ultimo componente è ASP.NET, una nuova versione delle Active Server Pages di Microsoft che integra il pieno supporto ai Web service e facilita, secondo Microsoft, la costruzione di complessi sistemi di e-business basati sul Web.

Il nuovo Visual Studio supporta circa venti linguaggi di programmazione, e questo grazie a quella tecnologia che Microsoft chiama Common Language Runtime. Benché fra questi non figuri Java, un linguaggio che Microsoft vuole rimpiazzare con il suo C#, il big di Redmond conta, per la seconda metà dell’anno, di integrare in Visual Studio.NET il suo Visual J#.NET , un tool che consente agli sviluppatori di portare con estrema facilità programmi scritti in Java su.NET.

Visual Studio.NET arriva in tre distinte versioni: Professional, Enterprise Architect e Enterprise Developer. Le ultime due sono dedicate al mondo enterprise e mirano ad offrire agli sviluppatori tutti gli strumenti necessari per misurare velocità e prestazioni del software prodotto, ottimizzarne l’uso in rete, massimizzare la collaborazione fra team di sviluppo ed offrire di serie una vasta libreria di componenti che possano semplificare la creazione di applicativi per il Web, fra cui interfacce e motori per l’e-commerce.

L’edizione Architect ha integrato dei nuovi strumenti di progettazione visuale che consentono, secondo Microsoft, di creare rappresentazioni grafiche del software in sviluppo tese a migliorare la stretta collaborazione ad un progetto fra personale non tecnico e programmatori.

In attesa dei prezzi in italiano, è possibile anticipare che il prezzo in dollari di Visual Studio.NET è di 2.499$ per l’edizione Enterprise Architect, 1.799$ per l’edizione Enterprise Developer e 1.079$ per l’edizione Professional.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    pirateria e ergastolo MHA' !!!
    x me questo governo se pensa queste cose è ALLA FRUTTA!   che ne dice allora della gente che muore perchè l'ambulanza non arriva? o perchè non ha i soldi x comprare le medicine che gli servono? mia suocera è morta di cancro da poco , gli passavano le iniezioni da $ 400.000 l'UNA! al giorno perchè era ultrasettantenne , altrimenti doveva pagarle , ma l'importante naturalmente è l'ergastolo a un craker , mentre se una banda di ALBANESI DI MERD.. ti entra in casa , ti pikkia ti deruba , violenta ecc... non gli fanno nulla , ke dire ABBASSO L'ITALIA!
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria e ergastolo MHA' !!!
      E leggere la notizia prima di dire fesserie ?Noooo.... troppo complicato....Si parlava di USA, mica di Italia...Poi in effetti la legge è giusta e sbagliata allo stesso tempo. Se uno infatti copie un illecito e a causa di questo una persona muore è giusto che venga condannato per omicidio colposo. Ma mi sembra inutile che una legge affermi in pratica che il principio valga anche se l'illecito viene compiuto in rete. E' un po' come se uscisse una legge che punisca chi uccide con un coltello: basta dire che è vietato uccidere, è inutile precisare con il coltello. Comunque non conosco la legislazione americana e quindi non mi pronuncio ulteriormente...- Scritto da: maxy
      x me questo governo se pensa queste cose è
      ALLA FRUTTA! che ne dice allora della
      gente che muore perchè l'ambulanza non
      arriva? o perchè non ha i soldi x comprare
      le medicine che gli servono? mia suocera è
      morta di cancro da poco , gli passavano le
      iniezioni da $ 400.000 l'UNA! al giorno
      perchè era ultrasettantenne , altrimenti
      doveva pagarle , ma l'importante
      naturalmente è l'ergastolo a un craker ,
      mentre se una banda di ALBANESI DI MERD.. ti
      entra in casa , ti pikkia ti deruba ,
      violenta ecc... non gli fanno nulla , ke
      dire ABBASSO L'ITALIA!
  • Anonimo scrive:
    ??????
    Pene severe a chi danneggia ESSERI UMANI. Su questo sono daccordo.Ma smettiamola con questa caccia alle streghe, vorrei prorpio sapere quanti pubblici ministeri sappiano somalente ACCENDERE un pc, e scommetto che il 90% di quelli che lo sanno accendere non sanno nemmeno entrare in iternet..Come fanno a giuducare ?? Ditemi, come ??? COME SI PERMETTONO ??Ergastolo ai cracker? No.Ergastolo agli ignoranti ( PM in primo piano )....Con le loro menti limitate danneggiano non solo gli altri, ma INTERE NAZIONI.
  • Anonimo scrive:
    La gente non sa
    Chi non conosce la materia è meglio che non parli e che stia ad ascoltare in un angolo buono e quieto.Il CRACKER non è quello che dicono nell'articolo quello è HACKER.( è anche vero che di solito si associano queste due definizioni)Di solito il cracker è una persona che modifica i programmi gia creati da altre persone , se ne volete sapere di + sulla definizione andate qua http://digilander.iol.it/MOC/Hacker.htm oppure cecate sui motori di ricerca "DEFINIZIONE CRACKER " vedrete che non equivale a quello che è stato scritto nell'articolo.Diffidate... diffidate...TRUST NO1
    • Anonimo scrive:
      Re: La gente non sa
      Buffo no? Ogni tanto arriva qualcuno con la definizione definitiva di cracker e hacker. Chi entra illegalmente in un sistema rischia grosso. Riflettiamo su questo va.
  • Anonimo scrive:
    lungo: e allora parliamo di sicurezza
    forse pensavate che avrei parlato di sicurezza della rete....e invece no...lascero' stare la rete, i programmini per affossare i server i router, quelli che si divertonoa modificare le pagine dei siti web come dei ragazzini che si divertono a scrivere sui muri...insomma tutte cose che non si dovrebbero fare, ma bisogna anche chiedersi se chi mette i serversi tutela ? segue i suoi server ? li aggiorna ? ogni tanto gli da' un'occhio x vedere cosasuccede ?ma lasciamo stare tutto questo...in realta' vi parlero' di sicurezza interna...si proprio cosi', pensate a tutti quei dati personali, dati aziendali, bilanci, previsioni,numeri di carte di credito, indirizzi email, numeri di telefono, sms inviati e ricevuti, telefonatefatte e ricevute, dati assicurativi, conti bancari, operazioni in borsa, email inviate o ricevute,pagine web visitate e qualsiasi altra cosa che sia passata x un qualsiasi sito web, e transitata in qualche database,da qualche server di posta, da qualche proxy...tutti questi dati sono protetti ? chi li conosce ? e chi ci puo' accedere ? e per quali motivi puo' farlo ?e se ci accede senza avere l'autorizzazione chi mai se ne accorgera ?ovviamente tutto quello che diro' e' illegale...e quindi non fatelo...ma rappresentano solo scenari ...di mia fantasia... ma possibili nel nostro paese....ora...pensate ad un gestore telefonico...con i suoi enormi database...sms inviati e ricevuti (con tanto di testo),x ogni numero telefonico ci sono le chiamate fatte e ricevute con relativa lunghezza....il tutto conservato in database...se io lavorassi per loro e x motivi di lavoro avessi accesso al databasechi mi impedirebbe di fare una bella "select" x vedere a chi ha telefonato la mia ragazza...che messaggi a mandatoo chi gli a telefonato, chi gli a scritto e cosa...se fossi un dirigente...e volessi controllare la mia amante :) o mia moglie...qualcuno mi impedisce di andare di sotto(chissa' perche' ci ficcano sempre in uno scantinato) e ordinare a qualcuno di tirarmi fuori l'elenco delle telefonate o deimessaggi...e qui vi racconto anche una bella vicenda...una sera si beveva una birra in compagnia...e qualcuno x fare uno scherzo (propriobrutto) prende il telefono di una ragazza che si era allontanata x un attimo, lo accende e gli sbaglia x 3 volte il pin....beh, di solito basta telefonargli e dargli 4 dati e ti danno PUK....ma sfiga vuole che il telefono non era intestato a lei, e ovviamente nonconosceva tutti i dati del ragazzo che glielo aveva regalato...allora lei cerca di convincerlo...e come fa' ??gli dice che poco prima ha ricevuto una telefonata...ovviamente non si ricordava il numero...ma solo il nome in rublrica...allora l'operatore gli chiede qualcos'altro...hai mandato qualche messaggio ???e lei si!...ovviamente non si ricordava il numero...ma gli ha detto il testo...+ o -...e il tipo si convince e gli da' il PUK.......fine vicenda....x non parlare della segreteria telefonica che chiunque ti puo' ascoltare se non cambi il numero d'accesso....colpa tua utonto!!!ma perche' il gestore non ti mette il numero uguale al pin invece di mettere a tutti lo stesso numero, tanto quellote lo spedisce a casa...e in teoria non lo dovrebbe sapere nessuno...e perche' non mi segnala quandoqualcuno chiama la mia segreteria e sbaglia il numero d'accesso (basta un sms)...tanto se sono stato io lo cancello...ora...pensate di essere in un'azienda qualsiasi...dovete occuparvi dei server, incluso quello di posta....e volete leggerei messaggi di qualcuno x qualsiasi motivo....oppure di lavorare ad un progetto x la gestione del personale, e quindi gestirele persone, le richieste di promozione. i giudizi o altro...e arriva un amico a chiedervi...mi guardi che valutazione mi ha dato il capo ?mi guardi se mi ha veramente proposto x il passaggio di grado ? mi dici che grado ha tizio o caio ?ora...pensate di lavorare presso un provider...non so' e occuparvi di un sito nel quale gli utenti lasciano l'indirizzo emailo altri dati...ovviamente avete l'accesso ad database x lavoro...qualcuno vi controlla se prendete qualche indirizzo o qualche dato ?e se invece gestire un bel sito di acquisti on line....qualcuno verra' mai a sapere se vi segnate qualche numero di carta di credito ?e se invece avete un sito nel quale si possono fare operazioni di borsa ??ogni tanto qualcuno si potrebbe divertire e fare qualche query x vedere chi guadagna i soldi o chi li perde...che operazioniha fatto...e magari una volta individuata qualche persona che "ci azzecca"...chissa' come mai...magari seguirlo x un po' eguadagnare qualcosina extra...o se lavorassi x qualche societa' quotata in borsa...ovviamente i capi vorrebbero i report su web aggiornati al millesimo di secondo...fatturato...bilanci...previsioni...consuntivi...e un sacco di altre balle...ma ovviamente x fate tutto questo avrei bisogno di accedereal database aziendale e a dati riservati...e magari potrei sapere prima di altri...e usarle a mio vantaggio...potrei continuare cosi' x chissa'quanto....ma pensateci vuoi...io x ora mi fermo qui con gli esempi...allora...dopo tutto questo...pensate forse che chi gestisce i database tenga forse qualche traccia delle query fatte...e se qualcunofa' anche una di queste cose pensate forse che qualcuno se ne accorgera ???e se x caso qualche dipendente o consulente incavolato con un'azienda x cui ha lavorato avesse fatto una di queste cose....e vogliavendicarsi ??? qualcuno veramente riscirebbe a sapere che dati si e' protato via....magari numeri di carte di credito che poi hadato in giro...o cose del genere....e si...direte vuoi...ma i dati sono protetti all'interno delle aziende...solo poche persone possono accedervi...e le password sono lungheun chilometro....e x fare le prove usano dati alterati...a si ??? beh...io non ne sarei cosi' sicuro....e comunque non c'e' nessuno che lo garantisce o che controlla....a volte mi viene veramente da pensare se questi famosi numeri di carte di credito rubati o di informazioni riservatesiano veramente usciti attraverso la rete...e non invece da un dischetto o da un cd...ma vuoi andreste a dire ai vostri clienti che un dipendente aveva completo accesso ai datiaziendali o personali...insomma ai vostri database ? magari e' piu' facile fare la vittima di un attacco .... ooooooooo...si sono introdotti e ci hanno rubato dei dati....ma hanno mai licenziato qualcuno xche' non ha saputo proteggere questi database ??? infondo era il suo lavoro....e anche un'altra cosa...x tutti quelli che ripetono...ma scusa che ti frega se c'e' gente che ti guarda nel pc...se conoscono le tueabitudini perfettamente grazie a conti correnti, bancomat, carte di credito, telefonino...e tutti gli altri dati...alla fine se non fai nientedi male non hai niente da temere!vero...potrei anche essere d'accordo...ma la cosa deve essere reciproca...se le info
    • Anonimo scrive:
      Re: lungo: e allora parliamo di sicurezza

      ma lasciamo stare tutto questo...in realta'
      vi parlero' di sicurezza interna...;-0)cioe inesistente (o quasi)...
      pagine web visitate e qualsiasi altra cosa
      che sia passata x un qualsiasi sito web, e
      transitata in qualche database,
      da qualche server di posta, da qualche
      proxy...una bella conessione criptata o non fai uso improprio al lavoro...
      tutti questi dati sono protetti ?hahhahahahahahaha
      chi li
      conosce ? e chi ci puo' accedere ?chi ha voglia di farlo ???
      e per
      quali motivi puo' farlo ?ci vuole sempre un motivo ??? mah ecco uno: noia mortale
      e se ci accede senza avere l'autorizzazione
      chi mai se ne accorgera ?ci sono gli ufficci per la sicurezza interna o no ???:-0)
      chi mi impedirebbe di fare una bella
      "select" x vedere a chi ha telefonato la mia
      ragazza...che messaggi a mandato
      o chi gli a telefonato, chi gli a scritto e
      cosa...il fatto che in TEORIA ci sarebbero 3 o 4 sistemi di log e backup nascosti dappertutto...anche se ne cancelli uno restano sempre gli altri...backup se intendi per esempio cancellare dei messaggi non ancora delivered ;-0)
      se fossi un dirigente...e volessi
      controllare la mia amante :) o mia
      moglie...qualcuno mi impedisce di andare di
      sottoguarda basta che il dirigente poi non si sfoghi sui dipendenti...;-0)
      allora l'operatore gli chiede
      qualcos'altro...hai mandato qualche
      messaggio ???
      e lei si!...ovviamente non si ricordava il
      numero...ma gli ha detto il testo...+ o
      -...e il tipo si convince e gli da' il
      PUK....
      ...fine vicenda....;-0)allora siamo alla frutta se uno del call center riesce a leggere i messaggi...
      x non parlare della segreteria telefonica
      che chiunque ti puo' ascoltare se non cambi
      il numero d'accesso....colpa tua utonto!!!
      ma perche' il gestore non ti mette il numero
      uguale al pin invece di mettere a tutti lo
      stesso numero, tanto quello
      te lo spedisce a casa...e in teoria non lo
      dovrebbe sapere nessuno...e perche' non mi
      segnala quando
      qualcuno chiama la mia segreteria e sbaglia
      il numero d'accesso (basta un sms)...tanto
      se sono stato io lo cancello...indovina un po ???;-0)
      ora...pensate di essere in un'azienda
      qualsiasi...dovete occuparvi dei server,
      incluso quello di posta....e volete leggere
      i messaggi di qualcuno x qualsiasi
      motivo....oppure di lavorare ad un progetto
      x la gestione del personale, e quindi
      gestire
      le persone, le richieste di promozione. i
      giudizi o altro...e arriva un amico a
      chiedervi...mi guardi che valutazione mi ha
      dato il capo ?
      mi guardi se mi ha veramente proposto x il
      passaggio di grado ? mi dici che grado ha
      tizio o caio ?se e un buon amico vado a prendermi un caffe "dimenticandomi" il computer senza password...tanto e solo un caffe due minuti...poi magari mi fermo a parlare con qualcuno una sigaretta...ma te scrivi romanzi ???:-0)
      e se invece avete un sito nel quale si
      possono fare operazioni di borsa ??
      ogni tanto qualcuno si potrebbe divertire e
      fare qualche query x vedere chi guadagna i
      soldi o chi li perde...che operazioni
      ha fatto...e magari una volta individuata
      qualche persona che "ci azzecca"...chissa'
      come mai...magari seguirlo x un po' e
      guadagnare qualcosina extra...si fa si fa...di questo ne sono sicurooo...comunque in generale i "talenti" (in tutti i campi) vengono TUTTI segnalati da qualche parte...;-0)
      o se lavorassi x qualche societa' quotata in
      borsa...ovviamente i capi vorrebbero i
      report su web aggiornati al millesimo di
      secondo...
      fatturato...bilanci...previsioni...consuntivi
      al database aziendale e a dati riservati...e
      magari potrei sapere prima di altri...e
      usarle a mio vantaggio...si chiama insider trading...ma tanto qua in italia e teorico e limitato a GRANDISSIMI guadagni...a volte...c'e ne saranno stati meno di 10 casi...e viste certe operazioni...direi che sono almeno 10 al mese, altro che in qualche anno...
      allora...dopo tutto questo...pensate forse
      che chi gestisce i database tenga forse
      qualche traccia delle query fatte...e se
      qualcuno
      fa' anche una di queste cose pensate forse
      che qualcuno se ne accorgera ???basta creare vari utenti poi cancellare le traccie non ci vuole molto...evviva l'admin...
      e si...direte vuoi...ma i dati sono protetti
      all'interno delle aziende...solo poche
      persone possono accedervi...e le password
      sono lunghe
      un chilometro....e x fare le prove usano
      dati alterati...
      a si ??? beh...io non ne sarei cosi'
      sicuro....e comunque non c'e' nessuno che lo
      garantisce o che controlla....si esistono ma la difesa non e mai (o quasi mai) proporzionale all'offessa teorica...
      ma hanno mai licenziato qualcuno xche' non
      ha saputo proteggere questi database ???
      infondo era il suo lavoro....e se licenziano anche quello chi lavora sui database dopo ???;-0)
      e anche un'altra cosa...x tutti quelli che
      ripetono...ma scusa che ti frega se c'e'
      gente che ti guarda nel pc...se conoscono le
      tue
      abitudini perfettamente grazie a conti
      correnti, bancomat, carte di credito,
      telefonino...e tutti gli altri dati...alla
      fine se non fai niente
      di male non hai niente da temere!io questi qua ... non cosa farei a gente cosi scema...
      vero...potrei anche essere d'accordo...ma la
      cosa deve essere reciproca...se le
      informazioni che mi riguardano devono essere
      accessibili
      da altri anche io voglio poter accedere a
      quelle di tutti...che orrore un mondo simile...
      perche' alla fine l'informazione non nuoce a
      nessuno se tutti ci possono accedere e
      giudicare con la loro testa....e perche'
      solo alcuni dovrebbero
      avere accesso ? e io no ? .... infondo se
      non hanno fatto nulla di male che hanno da
      temere ?minchia ma quanto e lungo sto post...sto avendo un esaurimento...;-0)
      pensate veramente che se io vado da una
      qualsiasi azienda e chiedo chi ha avuto
      accesso ai miei dati al di fuori dei loro
      programmi aziendali siano
      in grado di dirmelo ?ti diranno le solite balle sparate dal solito spara-balle di turno...
      insomma siete proprio sicuri che il pericolo
      arrivi dalla rete ???;-0)
  • Anonimo scrive:
    AIUTATI DAI PIRATI
    Non sono per niente d'accordo con pirati che creano danni,rubano o si arricchiscono in vari modi illegali, ma credo che esistano anche persone con grandi capacità che con un pc possono fare cose che ad altri non riescono.Perchè non sfruttare questa gente chiedendo loro un aiuto per rintracciare i cattivi!!!!se ciò accadesse credo che tutti gli illeciti, dal terrorismo alla pedofilia ecc ecc avrebbero vita dura.ma sembra non interessi a nessuno ...peccato...
    • Anonimo scrive:
      Re: AIUTATI DAI PIRATI
      Ciao,Infatti sembra che ci sia in fermento (almeno negli USA) l'idea di creare un nuovo corpo di veri e propri soldati informatici che animati dal dovere e forti convinzioni morali, dovrebbero riuscire a contrastare i Crackers.ByeByWolf
      • Anonimo scrive:
        Re: AIUTATI DAI PIRATI
        Ciao a te proprio furbi i politici di tutto il mondo, non trovi???????più parlano e più si capisce quanto non sannospero che la rete rimanga libera, anche se dubito che già oggi lo sia.
  • Anonimo scrive:
    [OT] Ma se i cracker vanno in galera...
    Pensavo:Ma se i cracker li mettono in galera, ai produttori di cracker cosa faranno?Se non altro, però, il cibo dei carcerati verrà arricchito di una nuova pietanza.=PPPPPLe persone serie sono pregate di non leggere questo messaggio. Takx
  • Anonimo scrive:
    Re: ma siamo impazziti???
    redo che per "cracking" in questo caso s'intenda una cosa diversa... Non il semplice bucare un sito o un server ecc. ecc. ma creare scompiglio all'interno, ovvero cancellare files o modificarli o altre cose simili comunque atte a danneggiare l'azienda padrone del sito. In tal caso forse delle pene di una certa severità (senza eccedere) sono pensabili. L'ergastolo misembra eccessivo, a meno che non si tratti di azioni di cracking mirate e organizzate volontariamente per causare gravi conseguenze.byez
    • Anonimo scrive:
      Re: ma siamo impazziti???
      Ci vorrebbe una pena senza detenzione, non avrebbe senso, ma una alla "Turca", un bel taglio delle mani!Sarebbe una cosa efficace, prevenire è meglio che curare!!!- Scritto da: slackb0y
      redo che per "cracking" in questo caso
      s'intenda una cosa diversa... Non il
      semplice bucare un sito o un server ecc.
      ecc. ma creare scompiglio all'interno,
      ovvero cancellare files o modificarli o
      altre cose simili comunque atte a
      danneggiare l'azienda padrone del sito. In
      tal caso forse delle pene di una certa
      severità (senza eccedere) sono pensabili.
      L'ergastolo misembra eccessivo, a meno che
      non si tratti di azioni di cracking mirate e
      organizzate volontariamente per causare
      gravi conseguenze.
      byez
  • Anonimo scrive:
    terrorismo
    mi sembra di un una chiarezza solare che gli avvocati delle software house (una per tutte Microsoft)ed i politici da loro foraggiati stkano utilizzando la tragedia dell'11 settembre per fare a loro volta del terrorismo nei confronti di quegli hacker/cracker che entrando ed uscendo a loro piacere dai loro "sicurissimi" sistemi non ottengono altro effetto che quello di sputtanarli di fronte al mondo intero!
    • Anonimo scrive:
      Re: terrorismo
      - Scritto da: Magobaol
      mi sembra di un una chiarezza solare che gli
      avvocati delle software house (una per tutte
      Microsoft)ed i politici da loro foraggiati
      stkano utilizzando la tragedia dell'11
      settembre per fare a loro volta del
      terrorismo nei confronti di quegli
      hacker/cracker che entrando ed uscendo a
      loro piacere dai loro "sicurissimi" sistemi
      non ottengono altro effetto che quello di
      sputtanarli di fronte al mondo intero!Beh se è per questo gli stati uniti hanno usato l'11 Settembre per "fare le pulizie fuori casa". Così adesso sono legittimati se vogliono bombardare Saddam, l'Etiopia oppure se vogliono supportare quel ***TERRORISTA*** di Sharon (ditemi come dovrei chiamare uno che bombarda la popolazione palestinese innocente, invece di collaborare con Arafat a fermare quelli di Hamas!!!). Utilizzare una tragedia di tali proporzioni per far cadere il mondo in una spirale di violenza è semplicemente CRIMINALE. Io non ce l'ho con il popolo americano, ho molti amici americani che sono delle persone migliori di molti italiani, com'è ovvio che sia, ma con Bush e i militari che pensano "Hanno ammazzato 5000 AMERICANI ? Noi li radiamo al suolo tutti !". Avanti così !
  • Anonimo scrive:
    Pene piu` severe anche per le SW house!!!
    A me sta bene aumentare le pene per i cracker...solo ed esclusivamente se si iniziano a punire anche i produttori di SW per i colabrodi che ti vendono profumatamente!Uno entra in un sistema, bene, ne rispondera` lui (se lo beccano), l'amministarore di sistema (se non ha fatto il suo dovere (es. applicare patch)) e la casa produttrice del software se la falla era priva di patch applicabile.Se cosi` non vogliono fare, allora io sono per la totale impunibilita` del cracker!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Pene piu` severe anche per le SW house!!!
      Noi poveri utentelli ke abbiamo x difenderci dalla negligenza targata Redmond?Nessuno, dobbiamo sottostare ad un monopolio di mercato inesorabile.I cracker altro non fanno ke screditare Microsoft sotto un certo punto di vista...Se si mette anke la legge in difesa di Bill siamo nei guai!!!
  • Anonimo scrive:
    beh...
    dipende da cosa da come e perchè si cracca...se buco il sito del ministero m-e-r-d-a con nt4 e sp3, meriterei quasi quasi un compenso!internet è una strada affollata, i siti e ivari servizi sono come case: se lascio la porta aperta è logico che qualcuno entri perlomeno a curiosare!impiegando per esempio microsoft, qualora venissi crackato, si potrebbe incolpare il cracker per violazione di domicilio e la microsoft per circuizone d'incapace, visto che ho acquistato a carissimo prezzo win2000 !!!ragassuoli siam minga semi ?va, va va a ciappà li rat!
    • Anonimo scrive:
      Re: beh...
      no la ms non la potresti denunciare perche nel contratto che hai accettato c'e scritto che loro se ne lavano le mani in ogni caso...
  • Anonimo scrive:
    Rollerbaal sempre più vicino.
    La società Americana stà diventando sempre più blindata e violenta da quando è governata dalla dinastia dei Bush.Continuano a darle supposte di limitazioni delle libertà democratiche, addolcendole con vasellina per farle "digerire".
    • Anonimo scrive:
      Re: Rollerbaal sempre più vicino.
      bel film rollerbaal...baal o ball ???;-0)- Scritto da: rambo
      La società Americana stà diventando sempre
      più blindata e violenta da quando è
      governata dalla dinastia dei Bush.
      Continuano a darle supposte di limitazioni
      delle libertà democratiche, addolcendole con
      vasellina per farle "digerire".
  • Anonimo scrive:
    PERCHE' NON LI FRIGGIAMO?
    Mandiamoli in Texas da Bush, condanniamoli a friggere sulle sue sedie elettriche.......ormai non c'è limite alla DEMENZA del POTERE.
  • Anonimo scrive:
    Ma LORO cosa garantiscono?
    Cito dall'articolo:Secondo un ex procuratore del ministero della Giustizia e oggi avvocato di Microsoft, Susan Kelley Koeppen, "il crimine informatico non sarà mai contrastato con efficienza se la società continua a trattarlo esclusivamente come teppismo". ora per cortesia, fate un bel search sul vostro hard disk di un qualsiasi "EULA.TXT"e leggetevelo.e poi ancora, passate su hotmail e iniziate a sottoscrivere un contratto (poi non portate a termine, se vi va) e copia-incollate il contratto (link compresi).Vedete un po' se quello che chiedono a TUTTI, loro che LO FANNO il software, lo garantiscono... SI PARANO IL CULO sempre!!!!Vorrei chiarire che non si tratta di Microblox in particolare, ma di qualsiasi softwarehouse ... anche la Adobe ha contrattini non male... non si capisce perché nell'informatica nessuno garantisce quello che fa.
  • Anonimo scrive:
    un vecchio film : guyana
    mi fa venire in mente un vecchio film in cui i prigionieri stavano nella guyana e tra i tanti c'erano assassini e stupratori ed anche un ragioniere che aveva frodato il fisco.tsk
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni....
    non mi sembra che violare qualche
    protezione sia peggio che uccidere. Ci ho pensato anche io... sono arrivato ad una bruttissa conclusione che spero sia frutto solo della mia mente malata:"Mentre e' molto difficile uccidere chi conta (sul serio... chi muove i miliardi di miliardi) e' molto piu' facile dannegiarlo economicamente tramite crimini informatici. Visto che chi muove miliardi in borsa fa il bello e cattivo tempo -
    si parano il fondoschiena come e quando vogliono".Mi purissima supposizione... intendiamoci.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Precisazioni....
      - Scritto da: Krecker
      Ci ho pensato anche io... sono arrivato ad
      una bruttissa conclusione che spero sia
      frutto solo della mia mente malata:

      "Mentre e' molto difficile uccidere chi
      conta (sul serio... chi muove i miliardi di
      miliardi) e' molto piu' facile dannegiarlo
      economicamente tramite crimini informatici.
      Visto che chi muove miliardi in borsa fa il
      bello e cattivo tempo -
      si parano il
      fondoschiena come e quando vogliono".Altra supposizione: quante volte un cialtrone che non sapeva venirne fuori ha urlato al virus?Se è la casa produttrice che ti mette nella m..., speri che lo ammetta?I danni sono stati causati da un bug o da un criminale?Chi vorremo ascoltare come perito: un tecnico della casa o un delinquente?Si tratta di creare, mantenere e rafforzare un clima: quello che funziona è opera dei buoni, quello che va male è "tutta" opera dei cattivi. E questa proposta di legge, a leggerla come messaggio al pubblico, è molto suggestiva.
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni....
    1) La legge deve essere votata dal parlamento USA, che è composto da repubblicani e democratici, con un solo deputato di differenza, repubblicano che si è dichiarato indipendente, dato che per la legge USA solo quando la camera votando per 1 legge (articoli di legge) si trovi in parità, può esprimere il voto il vicepresidente USA.Quindi avendo la maggioranza dei voti nel parlamento, è compito dei democratici USA votare o respingere la legge.2) La Eron, ha finanziato la campagna elettorale di Bush, come altre ditte. Ha altresì finanziato il partito repubblicano, come quello democratico così come altre ditte. Esattamente come il 99% delle house holliwoodiane e relativi attori hanno finanziato la campagna democratica e di Al Gore; ricevendo anche finanziamenti per il mondo del cinema.La verità è diversa da come piacerebbe!
    • Anonimo scrive:
      Re: Precisazioni....
      - Scritto da: ...................
      1) La legge deve essere votata dal
      parlamento USA, che è composto da
      repubblicani e democratici, con un solo
      deputato di differenza, repubblicano che si
      è dichiarato indipendente, dato che per la
      legge USA solo quando la camera votando per
      1 legge (articoli di legge) si trovi in
      parità, può esprimere il voto il
      vicepresidente USA.
      Quindi avendo la maggioranza dei voti nel
      parlamento, è compito dei democratici USA
      votare o respingere la legge.E speriamo che la respingano...
      2) La Eron, ha finanziato la campagna
      elettorale di Bush, come altre ditte. Ha
      altresì finanziato il partito repubblicano,
      come quello democratico così come altre
      ditte. Esattamente come il 99% delle house
      holliwoodiane e relativi attori hanno
      finanziato la campagna democratica e di Al
      Gore; ricevendo anche finanziamenti per il
      mondo del cinema.
      La verità è diversa da come piacerebbe!E allora ??? Lo sanno tutti che per vincere in politica, sia in america che qui, devi avere un sacco di soldi. Questa è la sporca verità.
  • Anonimo scrive:
    escape from new york...
    Story-In the near future (1997?), the crime rate has gone up 400% and the US has made New York City a prison, where the inhabitants rule for themselves and are guarded by the United States Police Force.====piano piano ci stiamo arrivando...solo che noi non siamo delle iene...o si ???;-0)
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni....
    Uff PI mi ha tagliato il post. Continuo qui:Una persona esperta nell utilizzo di un dato programma. Una persona esperta o entusiasta per ogni ambito, anche l astronomia. Esiste anche una connotazione negativa del termine legata a fattori di criminalit
  • Anonimo scrive:
    Pena di morte a chi mi rompe i coglioni!
    Pena di morte a tutti quelli che mi stanno sulle scatole!
  • Anonimo scrive:
    Ma quale ergastolo: la pena di morte!
    Quella si che funzionerebbe da deterrente!!Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!
      Ma tu, esisti veramente?Non sarai un'altro bell'esperimento (si fa per dire) pscologo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!
      - Scritto da: Michele Coppo
      Quella si che funzionerebbe da deterrente!!

      Michele CoppoPronto? Signor coppo? La chiamavo per dirle che ha dimenticato il cervello qui da noi. Venga a riprenderselo o mia moglie lo da in pasto al gatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!
        - Scritto da: BeRToZ

        Pronto? Signor coppo? La chiamavo per dirle
        che ha dimenticato il cervello qui da noi.
        Venga a riprenderselo o mia moglie lo da in
        pasto al gatto.pasto... spuntino, direi ^__-
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!
      - Scritto da: Michele Coppo
      Quella si che funzionerebbe da deterrente!!

      Michele CoppoIo propongo anche la pena di morte per chi non ha un QI
      = 110, mi spiace....coppo sei fuori...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!

        Io propongo anche la pena di morte per chi
        non ha un QI
        = 110, mi spiace....coppo sei
        fuori...ti sei tenuto alto... michele coppo nopn era il secondino di alien3? sai perche' lo chiamavano 79?sempre meglio di 69, concordo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!
      Se tu in questo momento ingerissi un moscerino, avresti più cervello nello stomaco che in testa! - Scritto da: Michele Coppo
      Quella si che funzionerebbe da deterrente!!

      Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!
      - Scritto da: Michele Coppo
      Quella si che funzionerebbe da deterrente!!

      Michele CoppoIo non me la prendo tanto con te, Coppo, ma con chi fa passare certi post (visto che se ne censurano altri mooolto più "leggeri", il più delle volte ironici. Vai a vivere in uno di quei paesi, la p minuscola è voluta, dove vige ancora la pena di morte così ti senti più a posto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale ergastolo: la pena di morte!
        - Scritto da: robadamattichegente!!!


        - Scritto da: Michele Coppo

        Quella si che funzionerebbe da
        deterrente!!



        Michele Coppo
        Io non me la prendo tanto con te, Coppo, ma
        con chi fa passare certi post (visto che se
        ne censurano altri mooolto più "leggeri", il
        più delle volte ironici. Vai a vivere in uno
        di quei paesi, la p minuscola è voluta, dove
        vige ancora la pena di morte così ti senti
        più a posto. Hai ragione. Dovrebbe provare a essere incriminato per omicidio in Texas. Ti ammazzano, poi dopo qualche anno salta fuori l'assassino vero e dicono "Ops, abbiamo sbagliato ! E va e su e giù e tric e trac" :)
  • Anonimo scrive:
    Cracker? In galera...
    Se uno tira giù un aereo è un delinquente, mentre se uno ferma i telefoni di una nazione è uno sperimentatore, un fantasioso: un genietto in parole povere. Ma che storia è? In galera e buttare la chiave. Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cracker? In galera...
      Allora ritornetene ai tempi in cui scrivevi WIZ e avevi i permessi di root , e facevi quello che ti pareva !!!!I cracker, sono la motivazione (anche se negativa) x cui ricercatori, ed esperti di sicurezza si sforzano di rendere sicuri i loro sistemi !!!Se non ci fossero i cracker, nessuno passerebbe ore e ore , intere nottate a fare il debug dei propri software , a caccia di codice vulnerabile, convinti che i cracker non esistono, e per cui sia superfluo !!!!Poi un giorno arriva il ragazzino occhialuto, che a natale ha ricevuto x regalo un computer, si mette seduto , preme due tasti....BOOM (è scoppiata una centrale nucleare) ! :)Così, con i cracker in circolazione, le aziende, e non solo, sanno che il pericolo è sempre in agguato !!!!Chi ha da intendere .... INTENDA ! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cracker? In galera...
      - Scritto da: Cesarone
      In galera e buttare la chiave. Saluti.Amico di coppo eh?!?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cracker? In galera...
      Secondo me sbagli xchè alla fine, penso, che tutti i pirati elettronici cercano la VERITA' che molte soft nascondono, voglio solo dimostrare la loro abilità, la loro astuzia e aiutare gli amministratori a difendersi meglio...Credo...che poi sfocino nel criminale è solo colpa della loro ignoranza ma, questa non va punita con l'ergastolo ma , solo con un bel risarcimento danni alle vittime colpite...
  • Anonimo scrive:
    Macche'!
    Macche', non avete capito che PI vi ha propinato una bufala? Come fate a credere che una nazione cosi' grande e civile, che mette le pistole come gadgets nei sacchetti delle patatine per bambini, la cui intera popolazione deriva da mandrie di galeotti inglesi e dotti schiavi africani, possa ciarlare in tal modo? Ergastolo ai cracker? Queste persone quasi universalmente simpatiche, che al 99.9% si occupano solo di investigare distrazioni od errori altrui, per migliorare il mondo in cui viviamo! E spesso non cercano altro che un po' di soldi! Con una tenacia ed una forza d'animo che nessun dipendente di sw house puo' vantare!!! Nel 99.9% dei casi bisognerebbe ringraziarli! N.B. Capisco che l'America BISOGNA guardarla e tenerla in considerazione in virtu' del divino dollaro, ma dare ascolto alle molte stupidaggini che tale giovane ed inesperto popolo sforna e' uno sbaglio! E sarebbe meglio non parlarne neanche! Idiozie di una popolazione con circa 300 anni di storia! Dovrebbero LORO recepire come DIVINE le NOSTRE OPINIONI, ma, ah gia', la lira (oramai morta) non e' mai stata DIVINA come il $ e l'euro finora non mostra i muscoli.
    • Anonimo scrive:
      I Cracker e la dimostrazione di intelligenza
      Che grande commento intelligente... Soprattutto quando si parla di dotti schiavi africani (razzista?) e di ex galeotti inglesi: l'America sarà forse nata in questo modo, resta il fatto che ha saputo manterersi al centro del mondo. Sarà stato il Vile Denaro? Il denaro non è altro che una conversione del debito di forza lavoro. L'america, COME OGNI ALTRA NAZIONE DELLA TERRA, ha sempre qualcosa da insegnare. Magari non in tutto, ma direi che il campo delle nuove tecnologie sia certo di suo dominio... Soprattutto quando il popolo della rete pullula di imbecilli (nel senso che "imbellono"...) che, da Cracker (significando "Guastatori" ma dotati di cranio riempito di farinacei e non di materia grigia), per orgoglio personale o per mettersi in mostra agli occhi di altri Cracker mettono in ginocchio il lavoro di molti altri. E poi si nascondono dietro comunismo, anarchia e altre fesserie... Dal mio punto di vista, compiendo danni alla società, vanno puniti come tutti gli altri; e se qualcuno perde la vita per colpa loro, non trovo in alcun modo errato accusarli di omicidio, seppur colposo.Che poi si dia la pena di morte per questo genere di reati mi sembra vagamente esagerato, anche se in materia di pena di morte l'America ha sempre fatto bella mostra di sè (beh, mai come la Cina...).
      • Anonimo scrive:
        Re: I Cracker e la dimostrazione di intelligenza
        Si', certo, hai ragione! Le mie sono provocazioni, pero' neanche troppo pesanti. Dotti schiavi africani allude al fatto che uomini innocenti, con una loro lunga cultura, ricca di tradizioni (che chi non comprendeva non aveva il diritto di annientare o cercare di annientare!) fossero strappati alla loro terra e resi schiavi!Forse gli Americani hanno qualcosa da MOSTRARCI (NON credo da insegnarci, dato che i piu' numerosi cervelli al lavoro negli States sono italiani ed indiani!!!) in fatto di tecnologia, MA NON IN FATTO DI CULTURA! Le loro radici vanno migliorando, ma il gap in termini di civilta' e' ben lontano dall'essere colmato!Belli, simpatici, allegri, bonaccioni, ottimisti, ultra patriottici, PUNTO.Ulteriori ampi commenti sono ben accetti
  • Anonimo scrive:
    Non fa una piega
    Se si provocano danni gravi o addirittura morte a una o più persone, INDIPENDENTEMENTE CHE LO STRUMENTO SIA UN COLPO DI PISTOLA O UNA VIOLAZIONE DI DOMICILIO INFORMATICO, è giusto e normale che la pena sia commisurata, anche fino all'ergastolo.Se invece deve essere il pretesto per il potere tecnoglobale americano di affermare ulteriormente la propria capacità di controllo, utilizzando anche il beneplacito di tanti "votanti" ignoranti che si uniscono alla caccia all'untore, dobbiamo gridare forte che non ci stiamo.E' inutile e sterile da discussione per posizioni prese, come tanti puerili commenti su questo forum (è una novità??).
    • Anonimo scrive:
      Re: Non fa una piega
      - Scritto da: Emanuele Polidoro
      Se si provocano danni gravi o addirittura
      morte a una o più persone,
      INDIPENDENTEMENTE CHE LO STRUMENTO SIA UN
      COLPO DI PISTOLA O UNA VIOLAZIONE DI
      DOMICILIO INFORMATICO, è giusto e normale
      che la pena sia commisurata, anche fino
      all'ergastolo.Nulla da dire. Ma in questo caso sarebbe un reato penale. Nel codice della strada non si parla di ergastoli... se pero' ammazzi volutamente qualcuno non vieni certo giudicato dal vigile urbano che ti mette una multa!
      Se invece deve essere il pretesto per il
      potere tecnoglobale americano di affermare
      ulteriormente la propria capacità di
      controllo, utilizzando anche il beneplacito
      di tanti "votanti" ignoranti che si uniscono
      alla caccia all'untore, dobbiamo gridare
      forte che non ci stiamo.Leggendo l'intero articolo mi sembra che siamo in questa situazione.
      E' inutile e sterile da discussione per
      posizioni prese, come tanti puerili commenti
      su questo forum (è una novità??).Anche la liberta' di parola e' da difendere.Sia che venga usata per dire cose sensate a sia che venga usata per dire 5tr0n24t3
  • Anonimo scrive:
    No comment!!!
    Assolutamente no comment!!!
  • Anonimo scrive:
    Caccia alle streghe...
    Piccola considerazione iniziale:
    "Mano a mano che aumentiamo la sicurezza fisica delle persone negli
    areoporti, alle frontiere e persino in occasione di eventi sportivi -
    ha spiegato il senatore repubblicano Lamar Smith, relatore del
    progetto - non dobbiamo dimenticare allo stesso modo di rafforzare la
    cybersicurezza ".cioè?!? Allora mettiamo in galera chiunque abbia un pc e siamo aposto...Gli americani stanno dando di matto, ogni giorno di più. Dopo una"giusta" guerra (è finita? e se sì, come?) che ha provocato più morti inafghanistan che a new york adesso devono "salvare" il mondo distruggendoanche altri paesi.E poi si cagano sotto per la paura di attentati. Se solo avessero un po' più di sale in zucca...Dopotutto non ci si può aspettare nulla di meglio da un paese talmente"civile" che permette ancora la libera circolazione delle armi tra isuoi cittadini e che si basa sulla pena di morte (non dimentichiamociche Bush è texano....).
  • Anonimo scrive:
    Toccategli il portagogli...
    ...e vi beccherete la sedia elettrica.Questi sono gli americani, gente per cui la vita umana vale meno dei propri sporchi profitti.No comment.
    • Anonimo scrive:
      Re: Toccategli il portagogli...
      Mi quoto.Portafogli!!! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Toccategli il portagogli...
        se toccano il tuo di portafogli?
        • Anonimo scrive:
          Re: Toccategli il portafogli...
          - Scritto da: miii
          se toccano il tuo di portafogli?Di certo non li condanno al carcere a vita. Ci sono pene adatte ad ogni tipo di crimine. Ed il cracking non mi sembra proprio uno di quei crimini per cui ti dovresti meritare il carcere a vita.Ricordiamoci che questi "signori" (USA) girano per il mondo bombardando e compiendo porcate immani, rimanendo _sempre_ impuniti (cermis, etc...).Come al solito 2 pesi, 2 misure.
          • Anonimo scrive:
            Re: Toccategli il portafogli...
            - Scritto da: BeRToZ
            - Scritto da: miii

            se toccano il tuo di portafogli?

            Di certo non li condanno al carcere a vita.
            Ci sono pene adatte ad ogni tipo di crimine.
            Ed il cracking non mi sembra proprio uno di
            quei crimini per cui ti dovresti meritare il
            carcere a vita.
            Ricordiamoci che questi "signori" (USA)
            girano per il mondo bombardando e compiendo
            porcate immani, rimanendo _sempre_ impuniti
            (cermis, etc...).
            Come al solito 2 pesi, 2 misure.Il portafogli di centinaia di cittadini americani viene "toccato" regolarmente. Lo scandalo Enron e sotto gli occhi di tutti, ha mandato in fallimento centinaia di famiglie americane. Equiparandolo a questa proposta ci vorrebbe la sedia elettrica per l'intero consiglio di amministrazione...
          • Anonimo scrive:
            Re: Toccategli il portafogli...
            - Scritto da: Dixie
            Il portafogli di centinaia di cittadini
            americani viene "toccato" regolarmente. Lo
            scandalo Enron e sotto gli occhi di tutti,
            ha mandato in fallimento centinaia di
            famiglie americane. Equiparandolo a questa
            proposta ci vorrebbe la sedia elettrica per
            l'intero consiglio di amministrazione...Dimenticavo di dire che quando qualche potente combina porcate simili (la enron e buona parte della casa bianca), spesso non si fa nemmeno un giorno di carcere, mentre il "comune mortale" deve scontare pene assurde.
    • Anonimo scrive:
      Re: Toccategli il portagogli...
      Wenn in den 40 jahren die amerikaner wurden mehr auf ihre brieftasche gedacht, vielleicht du heute wurdest nicht hier solche usinne zu sagen!
      • Anonimo scrive:
        Re: Toccategli il portafogli...
        - Scritto da: Al
        Wenn in den 40 jahren die amerikaner wurden
        mehr auf ihre brieftasche gedacht,
        vielleicht du heute wurdest nicht hier
        solche usinne zu sagen!Per favore scrivi in italiano in un forum italiano. Se non sai scrivere in italiano, almeno fallo in inglese.Ti rispondo:Dimmi che c'entra il fatto che posso parlare qui grazie agli americani (non tirarmi fuori il discorso che internet esiste grazie a loro...).Il punto del discorso e' che loro hanno in mente SOLO il denaro e farebbero di tutto pur di intascarsene sempre di piu, fregandosene della gente. Basta guardare le loro leggi, per capire questa tendenza alla criminalizzazione estrema di tutto cio' che "e' male" per il loro capitale.Il paradosso e' proprio che un omicida sconta una pena minore rispetto a chi viola un sistema informatico. Se per te questo e' corretto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Toccategli il portagogli...
        - Scritto da: Al
        Wenn in den 40 jahren die amerikaner wurden
        mehr auf ihre brieftasche gedacht,
        vielleicht du heute wurdest nicht hier
        solche usinne zu sagen!..._A_merkaner_n_ mehr ... gedacht _haetten_, vielleicht _wurdest Du_ ... unsinne sagen. [senza zu]Insomma, prima di fare sfoggio del tuo tedesco, imparalo.
  • Anonimo scrive:
    Cermis
    e sono ancora liberi.Bastardi
    • Anonimo scrive:
      Re: Cermis
      Infatti. Ancora liberi quei criminali di ingegneri italiani che hanno progettato una funivia a cosi' bassa quota. E i prodi piloti Usaf come possono addestrarsi a difenderci da una probabile aggressione di scarafaggi pagati da Saddam Hussein?Vergogna!
      • Anonimo scrive:
        Re: Cermis
        - Scritto da: Attila Xihar
        Ancora liberi quei criminali di
        ingegneri italiani che hanno progettato una
        funivia a cosi' bassa quota. E i prodi
        piloti Usaf come possono addestrarsi a
        difenderci da una probabile aggressione di
        scarafaggi pagati da Saddam Hussein?Mi fai pena.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cermis
          - Scritto da: robadamattichegente!!!


          - Scritto da: Attila Xihar

          Ancora liberi quei criminali di

          ingegneri italiani che hanno progettato
          una

          funivia a cosi' bassa quota. E i prodi

          piloti Usaf come possono addestrarsi a

          difenderci da una probabile aggressione di

          scarafaggi pagati da Saddam Hussein?

          Mi fai pena.Credo che fosse IRONICO :) Cmq ho sentito che quei piloti che hanno causato la tragedia del Cermis ultimamente sono stati insigniti di onorificenze per meriti di guerra. Certo, hanno combattutto la guerra del BENE contro il MALE. Ultimamente il BENE se la passa bene (se mi passate il gioco di parole), se il MALE sono 4 poveracci contadini afghani. Come dite ? Hanno bombardato i Talebani ? Ah già.......
          • Anonimo scrive:
            Re: Cermis
            - Scritto da: Hakkar
            Credo che fosse IRONICO :) Non ci scommetterei, se lo è pazienza per me, cmq come non detto, più in alto dicevo "ma com'è che certi post inneggianti alla pena di morte passano e altri no?"Ora..., cosa c'è caro Punto Informatico nel mio post "mi fai pena" di così CENSURABILE rispetto a uno che dice "W la pena di morte???"Perchè "mi fai pena" non si può leggere direttamente??? mentre "dàgli con la pena di morte" SI'?!???????????P.I. se ci sei batti[mi] un colpo, perché davvero NON TI CAPISCO!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Cermis
            - Scritto da: robadamattichegente!!!


            - Scritto da: Hakkar

            Credo che fosse IRONICO :)
            Non ci scommetterei, se lo è pazienza per
            me, cmq come non detto, più in alto dicevo
            "ma com'è che certi post inneggianti alla
            pena di morte passano e altri no?"
            Ora..., cosa c'è caro Punto Informatico nel
            mio post "mi fai pena" di così CENSURABILE
            rispetto a uno che dice "W la pena di
            morte???"
            Perchè "mi fai pena" non si può leggere
            direttamente???
            mentre "dàgli con la pena di morte"
            SI'?!???????????Su questo concordo con te. Secondo me andrebbero censurati soltanto i post che contengono insulti diretti (tipo "comunista di m..." o "linuxxaro gay", tanto per farti qualche esempio di post che mi hanno indirizzato ma che non sono stati censurati). Il tuo post di prima non aveva nulla di censurabile, anche se a parer mio non avevi inteso il tono di chi ha iniziato il thread, cmq non eri certo stato volgare. Ma tant'è.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cermis
            Hakkar, puo' essere che qualche insulto non l'abbiamo visto, mandami pure i link a quei messaggi che li vedo da qui (oggi sono arrivati gia' piu' di 900 messaggi, qualcosa e' sfuggito per forza :)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Censura
            - Scritto da: Lamb
            Hakkar, puo' essere che qualche insulto non
            l'abbiamo visto, mandami pure i link a quei
            messaggi che li vedo da qui (oggi sono
            arrivati gia' piu' di 900 messaggi, qualcosa
            e' sfuggito per forza :)Miii, finalmente scopro chi e' il famoso "sig. Censore" :))))Mi spieghi come mai hai censurato il mio messaggio di risposta a Coppo? Era ironico, ed il mio gatto comunque sarebbe morto di fame banchettando con quei pochi neuroni :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Cermis
            Beh ora non ricordo, cmq parlavo dei giorni scorsi, oggi i messaggi anticomunista di decoder li avete censurati tutti (anche se lui persevera). Cmq la mia non era una critica, so che fate un lavoro non facile dovendovi leggere tutti i messaggi, dicevo solo che a volte ci vorrebbe una maggiore elasticità.Cmq grazie per questo forum (anche se ha un po' di problemi tecnici...vabbè...) ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Cermis
            Ah aggiungo però che mi ricordo che l'altroieri non mi pare abbiate censurato alcuni messaggi del tipo Linuxxari = GAY che erano stati postati in thread relativi alla storia dell'Open Source in Germania. Nonostante io non ritenga "Gay" un insulto, perchè uno può essere una brava persona pur essendo Gay (cito per esempio Leo Gullotta), il tono usato era ovviamente teso all'insulto, e nella piccola mente che aveva formulato la risposta, "Gay" era a tutti gli effetti un insulto. Cmq non preoccupatevi se a volte vi sfugge qlcs :) E' divertente anche leggere qualche insulto strano, ogni tanto :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Cermis
            Ciao, ti rispondo qui ma dovremmo trasferire tutto in PI pro e contro.
            Perchè "mi fai pena" non si può leggere
            direttamente???
            mentre "dàgli con la pena di morte"
            SI'?!???????????La policy invita a non essere offensivi verso alcuno, e quell'espressione è sembrata avere quel tono. Che poi qualcuno inneggi alla pena di morte sono affari suoi.
            P.I. se ci sei batti[mi] un colpo, perché
            davvero NON TI CAPISCO!!!Battuto ;) Ciao
  • Anonimo scrive:
    Mi pare che a questa stregua...
    ...si potrebbero mettere all'ergastolo anche i tornado, per esempio... in fin dei conti, anche se indirettamente, provocano la morte di parecchie persone ogni anno. E che dire dei terremoti? E protuberanze e brillamenti solari che interrompono le comunicazioni satellitari? Oddio, logicamente il ragionamento non fa una piega, ma la logica e` una cosa strana... una volta un robot venne programmato perche` gli piacessero i panini alle acciughe. Di fatto questa fu la parte piu` difficile. Pero` la mano del robot venne realizzata in modo che quando il robot raccoglieva il panino all'acciuga che gli veniva posto davanti, questo cadesse scivolando sul pavimento ancora piu` avanti...scusate, sono le 4 e quarto di mattina e magari sto un po' vaneggiando... pero` 'sta logica non mi piace un gran che`... anzi per niente.
  • Anonimo scrive:
    PENE SEVERISISME
    Non solo per i cracker, ma anche per tutti coloro che abbiano avuto a che fare con loro.Il crimine va sconfitto alla radice.Propongo quindi:1 - il sequestro dei computer utilizzati2 - il sequestro del materiale ad essi connesso (monitor, stampanti, cavi, telefono, cavi elettrici e telefonici)3 - il sequestro dei computer ad esso collegati direttamente4 - il sequestro dei computer ad esso collegati indirettamente5 - il sequestro dei computer6 - il sequestro della rete7 - il sequestro degli utenti8 - il sequestro del sequestroIn questo modo si dovrebbe raggiungere il livello di massima sicurezza
    • Anonimo scrive:
      Re: PENE SEVERISISME
      Solo per quanto riguarda la rete.Per il resto bisognerebbe sequestrare l'universo.
      • Anonimo scrive:
        Re: PENE SEVERISISME --- Idea!
        Sequestriamo anche chi effettua il sequestro!Come i re medioevali uccidevano gli architetti dei loro castelli perché conoscevano i punti deboli della struttura!
  • Anonimo scrive:
    Erika, 16 anni di galera, Omar, 14 anni...
    Ed hanno ucciso a coltellate madre e fratello di lei.-OMICIDIO PREMEDITATO-Ergastolo per un cracker che, anche inconsapevolmente, uccide qualcuno.-OMICIDIO COLPOSO-Ma in che mondo viviamo?
  • Anonimo scrive:
    demenza alla stato puro...
    piu di 10 anni ???
  • Anonimo scrive:
    se ammazzo mia madre prendo meno
    mah...prossimamente su questi schermi: se superi il limite di velocita' l'agente contestatore puo' effettuare una esecuzione sul posto con la pistola d'ordinanza.
    • Anonimo scrive:
      Re: se ammazzo mia madre prendo meno
      - Scritto da: munehiro
      mah...
      prossimamente su questi schermi: se superi
      il limite di velocita' l'agente contestatore
      puo' effettuare una esecuzione sul posto con
      la pistola d'ordinanza.Ah giustifichi la categoria delli hacker?
      • Anonimo scrive:
        Re: se ammazzo mia madre prendo meno
        non sono hacker sono cracker, informati.
      • Anonimo scrive:
        Re: se ammazzo mia madre prendo meno
        - Scritto da: Caromarro Gualberto


        - Scritto da: munehiro

        mah...

        prossimamente su questi schermi: se superi

        il limite di velocita' l'agente
        contestatore

        puo' effettuare una esecuzione sul posto
        con

        la pistola d'ordinanza.

        Ah giustifichi la categoria delli hacker?certo che la giustifico, anzi non vedo nulla da contestare alla categoria degli hacker, se solo ti levassi dalla testa che hacker != cracker.per quanto riguarda i cracker, punire in modo eccessivamente severo reati che quando sono nella vita comune (es: invasione di proprieta' privata, furto con scasso, eccetera) vengono puniti in modo piu' equo non fa bene alla giustizia ne' all'equita' del diritto...inoltre, come molti altri hanno detto, nel momento in cui compri una porta blindata e si apre con una forcina, se denunci chi ti ha fatto la porta blindata molto probabilmente la spunti... se invece denunci chi ti ha dato il softwarillo bucato te lo prendi in quel posto.
        • Anonimo scrive:
          Re: se ammazzo mia madre prendo meno
          - Scritto da: munehiro
          - Scritto da: Caromarro Gualberto





          - Scritto da: munehiro


          mah...


          prossimamente su questi schermi: se
          superi


          il limite di velocita' l'agente

          contestatore


          puo' effettuare una esecuzione sul
          posto

          con


          la pistola d'ordinanza.



          Ah giustifichi la categoria delli hacker?

          certo che la giustifico, anzi non vedo nulla
          da contestare alla categoria degli hacker,
          se solo ti levassi dalla testa che hacker !=
          cracker.

          per quanto riguarda i cracker, punire in
          modo eccessivamente severo reati che quando
          sono nella vita comune (es: invasione di
          proprieta' privata, furto con scasso,
          eccetera) vengono puniti in modo piu' equo
          non fa bene alla giustizia ne' all'equita'
          del diritto...
          inoltre, come molti altri hanno detto, nel
          momento in cui compri una porta blindata e
          si apre con una forcina, se denunci chi ti
          ha fatto la porta blindata molto
          probabilmente la spunti... se invece denunci
          chi ti ha dato il softwarillo bucato te lo
          prendi in quel posto.hanno motivi di rompere le pall..?Ma facciano un pò qualcos'altro...
          • Anonimo scrive:
            Re: se ammazzo mia madre prendo meno

            hanno motivi di rompere le pall..?
            Ma facciano un pò qualcos'altro...

            Hanno motivo di finire dentro a vita??Ma per piacere...
        • Anonimo scrive:
          Re: se ammazzo mia madre prendo meno
          aaaah!!!!questo è il punto!!!- Scritto da: munehiro
          probabilmente la spunti... se invece denunci
          chi ti ha dato il softwarillo bucato te lo
          prendi in quel posto.
      • Anonimo scrive:
        Re: se ammazzo mia madre prendo meno
        mamma mia.questa è la gente che ci circonda?Se per punire un'ingiustizia se ne commette un'altra e ci si lamenta arriva uno e ti fa "AH! giustifichi il crimine?"come dire "non mi va che gli americani bombardino donne e bambini innocenti in iran"e arriva il tizio e ti fa "AH! sei comunista?!"ecco.che cavolo dici????!!!!!!!!!!- Scritto da: Caromarro Gualberto


        - Scritto da: munehiro

        mah...

        prossimamente su questi schermi: se superi

        il limite di velocita' l'agente
        contestatore

        puo' effettuare una esecuzione sul posto
        con

        la pistola d'ordinanza.

        Ah giustifichi la categoria delli hacker?
    • Anonimo scrive:
      Re: se ammazzo mia madre prendo meno

      mah...
      prossimamente su questi schermi: se superi
      il limite di velocita' l'agente contestatore
      puo' effettuare una esecuzione sul posto con
      la pistola d'ordinanza.questo c'e gia...prossimamente sugli schermi: matrix 2:-0)trinity lascia stare il mio joystick...;-0)
  • Anonimo scrive:
    tagliamo loro le dita
    L'hacker pericoloso va punito.Non è corretto l'utilizzo selvaggio e imprudente delle rete.Rete libera.Libera rete.
    • Anonimo scrive:
      Re: tagliamo loro le dita
      - Scritto da: Falcetti Ugo


      L'hacker pericoloso va punito.
      il CRACKER! C-R-A-C-K-E-R!E poi se questo lo punisci l'ergastolo suppongo che a quello che ti ruba in casa dai la pena di morte. A quello che fa di peggio cosa fai?"Le colpe dei padri ricadranno sui figli fino alla 7a generazione" ? Forcaiolo!
      Non è corretto l'utilizzo selvaggio e
      imprudente delle rete.
      Quindi sbattiamo Echelon e poliziotti fuori.Visto che Internet e' stata creata dagli hacker (quelli veri), sia direttamente che indirettamente (protocolli TCP/IP, concetti, UNIX, il PC, ecc.) gli unici che fanno un uso non corretto della rete sono le societa' commerciali, oltre a molti utonti. Sono d'accordo per sbatterle fuori insieme ai primi. Qualche idea su come fare, pero'?
      Rete libera.
      Libera rete.
      Appunto. Vedi sopra.
  • Anonimo scrive:
    Può essere un vantaggio per M$
    Se un kracker provoca danni alle persone, mi sembra giusto condannarlo, anche alla pena max nel caso di danni max, come la morte.Ma se provoca solo danni al sistema, allora è giusto considerare anche il sistema stesso, se questo è un buon sistema se è ben configurato o meno.Chi produce o.s. più vulnerabili è colpevole più del cracker che penetra un sistema. Non a caso in prima linea a volere la legge è M$, i cui sistemi sono da tempo oggetto di culto per attacchi vari da parte di krackers, virus, etc.; questo ha tutta l'aria di un pesante regalo a M$, che grazie al suo publicizatissimo user-friendly ha ottenuto degli o.s. più bucabili in assoluto (senza contare i bug riparatori di sw rilasciato in fretta per incassare). Ma non solo M$, anche di chi segue l'esempio di buisiness targato M$ nel sw.Teoricamente con questa legge M$ potrebbe togliere FreeBSD dai firewalls di Hotmail e riprovarci con win*, cosa a cui ha dovuto rinunciare (e non solo nel firewalls), ma anche sui suoi server DNS di Redmond ed altri server: tutta cattiva pubblicità (da notare che vi sono anche sistemi acquistati da M$ che utilizzano UNIX e il motivo principale è sempre la sicurezza) che M$ eviterebbe, parandosi non dietro la bontà del suo o.s., ma dietro i cavilli di una legge.Proprio poi, nel momento in cui l'avanzata di Linux e altri o.s. l'hanno costretta a considerare di più la security, e XP seppur con i suoi difetti, è già un passo avanti rispetto agli antenati.Occorre respingere la legge.È giusto punire un krack se provoca danni alle persone, niente da ridire; ma se non è cosi, allora una pena lieve è più che giusta; certo non dargli una medaglia, ma considerare colpevole anche il sistema informatico stesso.Non lasciamo riparare M$ & C. (ditte analoghe) dietro il paravento dei danni alle persone (in realtà il loro avvocato si è già spinto oltre), loro hanno tutto l'interesse a far valere quella scusa per altri motivi, chiedendo di più, molto di più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Può essere un vantaggio per M$
      Wow! Applausi!Potrei averlo scritto io...ma tengo a precisare che non l'ho fatto, eh?Io non cambio mai identita`... la redazione di PI puo` confermare, e anche i carabinieri leggendo i log. Anzi per essere precisi il mio attuale indirizzo IP e`... um... fatemi controllare... 62.11.5.13, corrispondente a ppp-62-11-5-13.dialup.tiscali.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Può essere un vantaggio per M$
      Sei un grande... vuoi fare il comico da grande?
      • Anonimo scrive:
        Re: Può essere un vantaggio per M$
        No, voglio togliere a M$ la possibilità di prendere dal codice BSD, la possibilità di avere sistemi UNIX nei suoi server, a cominciare da FreeBSD: se non "produce" UNIX, ed è contro questi o.s. non ha diritto di usare niente dello UNIX!
        • Anonimo scrive:
          Re: Può essere un vantaggio per M$
          Ah, già; stiamo tutti aspettando che tolga FreeBSD dai firewalls di Hotmail, gli faremo fare la fine dei suoi server DNS a Redmond!
  • Anonimo scrive:
    perche'..
    Perche' non usano quegli 800 milioni di dollari per cominciare a creare una rete dedicata ai sistemi mission criticale e fisicamente separata da internet invece di sparare ste cazzate?
    • Anonimo scrive:
      Re: perche'..
      - Scritto da: z2
      Perche' non usano quegli 800 milioni di
      dollari per cominciare a creare una rete
      dedicata ai sistemi mission criticale e
      fisicamente separata da internet invece di
      sparare ste cazzate?Esiste già, è GovNet. Ho letto le specifiche su NewOrder.box.sk. Ma sono così idioti che pensano di permettere l'accesso anche a società paganti. Così diventerà insicura anche quella.
  • Anonimo scrive:
    Maggiore libertà, nessuna limitazione
    A leggerla così sembra che si vogliano diminuire le possibilità di far danni non rendendo più sicuri i sistemi bensì impaurendo gli hacker con cattive intenzioni. Mi pare inoltre di capire che tutto sia a discrezione del giudice di turno... (E se è la versione ammerecana dell'italiano Savoldelli Pedrocchi siamo messi male...)Giustissimo punire chi usa strumenti informatici per mietere vittime alla pari di chi usa le armi ma solo in determinati ed accertati casi SCRITTI E PREVISTI (alias io devo essere in grado, informandomi, di sapere cosa posso e non posso fare). Mi pare quantomeno parziale invece il fatto che non si preveda a punire la negligenza di chi non si occupa di certe problematiche, che è a mio parere ben più colpevole di chi, inchiodando per ipotesi una macchina con un server web, impedisca gli scambi di mail perché puta caso il server mail risiedeva sulla medesima macchina. Le tecnologie odierne contemplano High-availability, Fault-tolerance ed addirittura Disaster recovery se non, nei casi in cui gli investimenti sono più cospiscui, disaster tolerance. E se i servizi sono così importanti da gestire informazioni *vitali* per alcune persone è colpevole non solo chi li ha fermati ma chi non ha previsto delle procedure per renderli di nuovo fruibili in tempi minimi. Alias: se l'hacker ferma un server che trasporta informazioni vitali lo si accusi pure di aver tolto il servizio e paghi i danni causati, ma se questi si protraggono per giorni perché l'amministratore aveva depositato i backup vicino le casse giganti del suo hi-fi che tenefa in ufficio con conseguente smagnetizzazione beh... la colpa è più sua che non dell'hacker no? D'altronde lo pagano pure per quello :Dsaluti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Maggiore libertà, nessuna limitazione
      Corretto, ma ciò deve valere non solo per i tecnici e per gli economisti che fanno i conti, ma anche per la ditta o le ditte che forniscono il sistema, o parti dello stesso: se è poco curato allora è giusto che la ditta ne risponda, in primis e il krack in seconda, con pene lievi, se non coinvolge vite umane ovviamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Maggiore libertà, nessuna limitazione
        e pensate se un hacker entra in un sistema e si accorge di un errore grave (possibile)Avete visto ITALIA USA gli mericani hanno il numero 90 in tasca il che li fa sragionaredispiace ma uno che ha paura non sa difendersi e gli americani lo stanno dimostrandosistem sicuro non esiste e perche deve essere collegato a internetse ho problemi si satabilita e sicurezzaun sistema base non programmabile se non di persona (agendo sull'hardware e sul posto) e poi uno di "user" che posso controllare a distanzaad esempio il 911 in usa e' l'emergenza sistema riserveto e indipendente crollasse il mondoe quello normale gestibilema il fatto che apportare modifice ai sistemi costa le conoscenze si riducono grazie ai diritti d'autore (va bene il diritto) ma l'abuso
  • Anonimo scrive:
    OK, ma lo stesso metro vale per i politici
    E se un politico si infiltrasse nella nostra vita e cominciasse ad abusare in tutti i modo dei suoi poteri e decidesse che per 15 giorni non abbiamo il diritto a circolare con la macchina che prima ci ha rifilato in combutta con gli idustriali, avendo boicottato lo sviluppo dei mezzi pubblici, non meriterebbe anche lui l'ergastolo?E se un altro politico dopo aver fondato su un cumulo di frottole la sua campagna elettorale, una volta eletto non mantenesse una sola promessa non meriterebbe 30 anni di lavori forzati?E se un terzo politico decidesse di aderire a qualsiasi progetto bellico e mandasse a morire tanti giovani, ma non i suoi figli e congiunti, non meriterebbe la fucilazione?E se un industriale ti avvelenasse l'aria che respiri in nome del progresso del suo conto in banca, non meriterebbe per la legge del contrappasso la camera a gas?O i mali del mondo sono tutti concentrati nei cracker?
    • Anonimo scrive:
      Re: OK, ma lo stesso metro vale per i politici

      E se un industriale ti avvelenasse l'aria
      che respiri in nome del progresso del suo
      conto in banca, non meriterebbe per la legge
      del contrappasso la camera a gas?chiariamo: senza maschera antigas naturalmente...;-0)
      O i mali del mondo sono tutti concentrati
      nei cracker? embe forza matrix fra un po ci daranno la caccia come a trinity...;-0)
    • Anonimo scrive:
      Re: OK, ma lo stesso metro vale per i politici
      Dio caro se hai ragione !
  • Anonimo scrive:
    Totalmente d'accordo.
    Come da titolo.
  • Anonimo scrive:
    Non ho parole...
    Spero che i legislatori italiani non siano altrettanto cretini da nascondere le inefficienze delle multinazionali.E io denuncio la Nokia o la Tim se, in caso di incidente, mi cade la linea del cellulare perchè la rete è intasata o "non prende"?Scarlight
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho parole...
      ovviamente in questo caso sei morto per cause "naturali"...;-0)- Scritto da: Scarlight
      Spero che i legislatori italiani non siano
      altrettanto cretini da nascondere le
      inefficienze delle multinazionali.
      E io denuncio la Nokia o la Tim se, in caso
      di incidente, mi cade la linea del cellulare
      perchè la rete è intasata o "non prende"?

      Scarlight
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho parole...
      - Scritto da: Scarlight
      Spero che i legislatori italiani non siano
      altrettanto cretini da nascondere le
      inefficienze delle multinazionali.
      E io denuncio la Nokia o la Tim se, in caso
      di incidente, mi cade la linea del cellulare
      perchè la rete è intasata o "non prende"?

      Scarlightuhdsahuhdusahusadhusdahusdauhsadhuashuahhuhhuhhuahhahaahha
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho parole...
      Infatti a questo serve!Supponiamo che ci sia un guasto alla centrale del 118, e muoia qualcuno, allora la telecom di turno potrebbe essere denunciata dall'ospedale (o dai parenti).Se pero' riuscisse a dimostrare che un utente (magari non hacker) ha fatto una azione che ha causato il guasto (o "manovra errata") allora potrebbe essere solo un concorso di colpa.Vai tu, piccolo piccolo, a dimostrare se e' vero quello che dicono, oppure se e' stato un baco nel loro sistema che tu magari hai fatto scattare per sbaglio. O hai gli avvocati giusti ed i tecnici giusti per difenderti, o ti mangiano vivo.
Chiudi i commenti