Viterbo, net point chiuso d'autorità

Dotato di WiFi, operava senza le necessarie autorizzazioni

Viterbo – La burocrazia e le regole che governano l’accesso ad Internet o, meglio, la fornitura di accesso sono piombate sotto forma di agenti della Polizia Postale sul gestore di un singolare net point di Viterbo, accusato di aver messo in piedi un sistema WiFi di connessione senza le autorizzazioni richieste dalle normative.

L’hotspot ritenuto abusivo era stato attivato all’interno di un chiosco che il denunciato gestisce in una piazza di Viterbo.

Al contrario di quanto previsto dalle leggi antiterrorismo (Decreto Pisanu), inoltre, gli utenti che si collegavano all’hotspot pare non venissero identificati.

Stando alle cronache , la Polizia Postale non ha potuto far altro che denunciare il 39enne viterbese.

All’uomo, le cui dotazioni informatiche sono state sequestrate, è stata anche comminata una multa da 3mila euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pippo====== Rotaia scrive:
    Il mondo và al contrario...
    You Tube permette la pubblicazione On Line di filmati che " offendono " la sensibilità di qualche ben pensante...CHE PERO'NON PENSA CHE LA COSA GRAVE E' CHE QUESTE COSE SONO ACCADUTE VERAMENTE NELLA REALTA'..ma in che cacchio di mondo viviamo ???.
  • Gesù scrive:
    i violenti nenche guardano youtube
    quelli che fanno a botte in Uk sono persone che vivono sulla strada e/o fanno una vita schifosa, quasi sempre non hanno nenche un computer.Quelle persone nenche guardano youtube....E poi quale imbecille potrebbe pensare che esiste una persona che va a fare a botte perché lo ha visto su youtube?
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    UK, Iraq, Afghanistan, YouTube
    Il Regno Unito, prima di preoccuparsi della cosiddetta "violenza" su YouTube, dovrebbe riuscire a far cessare la violenza vera che giorno dopo giorno insanguina in maniera orrenda due paesi, Iraq e Afghanistan, il cui ordine e la cui sicurezza dipendono integralmente dalle truppe di sua maestà britannica, in quanto alleate a quelle degli Stati Uniti.Prima pacifichino in qualche modo Iraq e Afghanistan (bombardando tutto o andandosene... scelgano loro il modo, basta che ci riescano), e POI vengano a rompere i marroni e a frignare per YouTube.
  • DuDe scrive:
    Ma la TV?
    Io non capisco davvero, tutti a chiedere censure su youtube ma nessuno che si sognerebbe mai di censurare TV o altri media, guardando i tg si assistono a veri e propri bollettini di guerra, senza parlare dei film sparattutto, se non erro youtube per i video ritenuti per adulti chiede un account e di confermare la propria e-mail , a quando una autorizzazione tramite dna? GATTAGA?
  • anima.lamù scrive:
    così siamo stati cresciuti
    di anni ne ho 23 quindi mi sento vicina a quei ragazzini da un certo punto di vista, ho anche vissuto a London 3 anni quindi mi ci sento ancora più vicina.capisco quello che fanno perchè lo facevo anche io (non vandalismo o chissà quale reato ma vivere il mondo dei teen ed after teen inglesi, io a Londra ci sono praticamente scappata a 17 anni)e quello che dico ai bobbies inglesi od alle associazioni spaventate (cloni dei nostri meter & co.) è che noi ci viviamo così e ci stiamo pure bene.non è vero che sono atti gratuiti e senza senso, solo che il senso lo capisce solo chi lavora da Mcdonald 5 giorni la settimana 8 ore al giorno con pausa pranzo dalle 13:30 alle 14:15 e la sera torna nel buco affittato a 300 pounds per month e viene pagato cash in hand (da mcdonald...), non stupitevi se la casa poi è piena di bottigliette di plastica fumanti...e questo quando vede la macchina di uno sbirro ci salta sopra e spacca il parabrezza.questo per la realtà inglese dove i ragazzi (quelli che ho descritto sono la metà dei ragazzi metropolitani **non** di buona famiglia, lì si diventa indipendenti a 18, spesso prima)la stessa cosa capita in Italia ma le nostre mamme li tengono in casa fino ai 35-40, unica possibile valvola di sfogo la scuola prima e lo stadio poi, ogni tanto qualche pub o discoteca ma bisogna mantenere l'apparenza per non dare dispiacere ai genitori....Non è che sti ragazzi inglesi non hanno una vita lavorativa o non hanno una cultura o NON CAPISCONO i valori della società, semplicemente non li condividono appieno, certe cose sì ma altre no....leggiamo i libri ed abbiamo un minimo di clutura e ci informaimo tramite internetquesta situazione non si applica ad altri strati della società, mi riferisco ai coetanei che invece non hanno vissuto separazioni e la crisi della famiglia anni '90 in generale e stanno ancora in un idillio fatto di università viaggi vacanze.... gli altri invece sono le vittime di una società dove ***se non sono due i genitori a sostenerti non hai possibilità di scegliere/studiare*** e quindi vivono così, in un certo senso siamo i nuovi proletari, la differenza è che possediamo solo la nostra busta paga e niente marmocchiio lavoro qui come segretaria apprendista ad 800 eur al mese, non ricevo una lira dai quei bastardi dei miei genitori che sono ancora troppo indaffarati ad odiarsi per accorgersi di me (la stessa storia che sento ripetere dalla maggior parte dei colleghi del mio ragazzo, operai a tempo determinato... sia in inghilterra sia in Italia), in inghilterra vivevo come cameriera, più o meno stessa paga orari diversi, come me migliaia di ragazzi/ragazze dai 16 ai 28-30 senza il becco di un quattrino (avete presente cosa vuol dire 800 euro meno affitto meano spesa meno bollette????) a cui più che i soldi è mancato il senso di famiglia, non è famiglia stare un week-end da uno e quello successivo dall'altro...dovreste venire a fare un giro per gli squat (estremo anarchismo e punk-a-bestiaggine, gente che vuole direttamente uscire dalla società) per vedere l'età media, poi passare per i quartieri neri di london od i palazzoni di periferia ed anche lì guardare l'età media e chiedere quali sono i lavori che fanno i ragazzi. poi fatevi un giro al leoncavallo il sabato sera per fare le stesse domande, poi un giretto alla baiona (quartiere ex degradato di milano) e chiedere a chi vengono affittati gli appartementi, extracomuniatri, poveracci e .... teen od after teen precari senza università ma con diploma.ecco questa è la verità secondo me:coloro che vedete in quei video non sono ragazzini stupidi ed esaltati, sono i figli della crisi familiare degli ultimi anni, la nostra società tende ad impoverire chi non ha un nucleo cui aggrappparsi ed il doversi districare su questi piani ad età alle quali non siamo più preparati per affrontare le cose della vita porta a questo, ad un lento ma inesorabile distaccamento dai valori della società.quando ne vedrete uno no fate l'errore di giudicarlo vuoto solo perchè non sà parlare od i suoi argomenti principali sono il calcio e la birra, in quei casi il soggetto è di solito uno che no condivide i valori condivisi, pe rlui parole ocme cultura, tranquillità, felicità, amore non sono necessariamente stai cui anelare, sono più importanti la fratellanza e la propria dignità morale, in un senso che capisce solo chi ha già toccato il fondo però, trovare la forza di uscire di casa tutte le sere dopo 10 ore di lavoro per andarsi ad ubricare al pub è una forma molto profonda di dignità.cosa dovrebbe avere a che spartire lui con il resto della società? quella che lo giudicacazzo almeno noi evitiamo di giudicare gli altri, non è ontologicamente possibile infatti esprimere un giudizio di alcun tipo su una persona...(altro piccolo punto sul quale concordano pienamente, anceh inconsapevolmente, tutti i miei coetnei/amici e chi non entra in testa ai miei predecessori...)scusate il post lungo e forse un po' confusionario ma mi sento di dover ocndividere queste mie idee ed esperienze.saluti,lamù
    • DuDe scrive:
      Re: così siamo stati cresciuti
      - Scritto da: anima.lamù
      di anni ne ho 23 quindi mi sento vicina a quei
      ragazzini da un certo punto di vista, ho anche
      vissuto a London 3 anni quindi mi ci sento ancora
      più
      vicina.
      Consentimi il taglio della tua bella descrizione, ma vorrei descriverti la mia situazione.Sono figlio unico ora ho 39 anni e da 9 anni circa vivo da solo, i miei pur non divorziando non e' che rappresentassero la famiglia modello, mio pader faceva l'imbianchino mia madre la sarta, quindi dovendo entrambi lavorare avevo molto tenpo libero da impiegare come meglio credevo, le mie cazzate le ho fatte, per fortuna senza conseguenze, pero' diciamo che sono cresciuto senza un effettivo "controllo" mi spieghi come mai non sono un delinquente.Mi sono detto, non voglio studiare? no! ok, via al lavoro, e credimi che a 15 anni andare per cantieri non e' piacevole quando i tuoi amici vanno al mare e ti soffiano la ragazza per cui provi quello che potrei definire amore , sai non e' piacevole tornare a casa farsi la doccia, e non avere la forza di uscire, eppure non sono andato in giro a pistare la gente, come mai? sono un'alieno? .Desiderio di migliorare, cambio lavoro me lo sono scelto pur non avendo studiato, fortunato? forse, ma diciamo solo che mi sono trovato nel posto giusto al momento giusto, io non sopporto che si dia la "colpa alla societa', ai genitori o altro, noi solo siamo padroni delle nostre azioni, quindi noo solo siamo i colpevoli di cio' che afcciamo, altro che puttante come la societa' patapim a patapam
      • Nimo Ano scrive:
        Re: così siamo stati cresciuti

        sai non
        e' piacevole tornare a casa farsi la doccia, e
        non avere la forza di uscire, eppure non sono
        andato in giro a pistare la gente, come mai?Ti sei già dato la risposta: non andavi in giro a pistare la gente perchè eri stanco! :pVa bene.Basta.Chiudo. :$
      • anima.lamu scrive:
        Re: così siamo stati cresciuti
        - Scritto da: DuDe
        - Scritto da: anima.lamù

        di anni ne ho 23 quindi mi sento vicina a quei

        ragazzini da un certo punto di vista, ho anche

        vissuto a London 3 anni quindi mi ci sento
        ancora

        più

        vicina.


        Consentimi il taglio della tua bella descrizione,
        ma vorrei descriverti la mia
        situazione.
        Sono figlio unico ora ho 39 anni e da 9 anni
        circa vivo da solo, i miei pur non divorziando
        non e' che rappresentassero la famiglia modello,
        mio pader faceva l'imbianchino mia madre la
        sarta, quindi dovendo entrambi lavorare avevo
        molto tenpo libero da impiegare come meglio
        credevo, le mie cazzate le ho fatte, per fortuna
        senza conseguenze, pero' diciamo che sono
        cresciuto senza un effettivo "controllo" mi
        spieghi come mai non sono un
        delinquente.
        Mi sono detto, non voglio studiare? no! ok, via
        al lavoro, e credimi che a 15 anni andare per
        cantieri non e' piacevole quando i tuoi amici
        vanno al mare e ti soffiano la ragazza per cui
        provi quello che potrei definire amore , sai non
        e' piacevole tornare a casa farsi la doccia, e
        non avere la forza di uscire, eppure non sono
        andato in giro a pistare la gente, come mai? sono
        un'alieno?
        .
        Desiderio di migliorare, cambio lavoro me lo sono
        scelto pur non avendo studiato, fortunato? forse,
        ma diciamo solo che mi sono trovato nel posto
        giusto al momento giusto, io non sopporto che si
        dia la "colpa alla societa', ai genitori o altro,
        noi solo siamo padroni delle nostre azioni,
        quindi noo solo siamo i colpevoli di cio' che
        afcciamo, altro che puttante come la societa'
        patapim a
        patapamho fatto un post un po' confuso ma ora mi spiego meglioio non ritengo che la "violenza" di questi ragazzi sia quello che appunto credono i censori, non è la violenza gratuita del casseur questa, sono la prima a credere nella responsabilità del singolo per le proprie azioni e non a scaricarla sulla societàio voglio però mettere l'accento sull'allontanamento dei valori e conseguente annullamento della reciproca compresnione, io e te abbiamo dei valori e li ha pure lo studentello che quando torna a casa ha i gentiori che litigano e dopo le medie dovrà andare in cantiere, il grosso problema è che per lui (almeno per quelli che ho conociuto io è copsì) la scopata nei cessi della scuola o spaccare la faccia allo sbirro che vuole cacciarlo dal parchetto non sono gesti riprovevoli. per i suoi gentiori lo sono a priori.sono certa che anche per te la scopata cei cessi della scuola o nel sottoscala non sia un gesto riprovevoledi per sè, per mia mamma sì invece, idem per mio nonnosono anche convinta che per te il ragazzino che spacca la faccia al coetaneo davanti ad un locale sia un gesto riprovevole,ti èporto un esempio appena sentito entrambi 16-17 anni finita a coltellate, uno è in ospedale con un orecchio in meno, è successo davanti al club "opium" a soho, londra mentre una mia amica ci lavorava.è questo un gesto ripovevole? sai cosa penso in tutta sincerità: legge della giungla, nessuno dei due era "fuori di sè" ma entrambi erano armati ed hanno litigato, hanno tirato fuori il testosterone ed è finita male.io non ci vedo nulla di male, entrambi sapevano a cosa stavano andando incotro e se avessero voluto uno dei due poteva desistere ed andarsene.mia mamma non la pensa così e così non la pensa nemmeno il bobbies che immagino li avrebbe messi tutti e due in cella per la notte, come me la pensava anche (credo, questa è una mia idea) il buttafuori che non è intervenuto.questo intendo come lontananza di valori tra noi e chi invece vorrebbe censurare l'eventuale video. ti prego di non considerare l'aspetto prettamente legale in tutto questo, volgio fare un discorso sui valori...io sono abituata a pensarmi come un individuo e mi rapporto con gli altri secondo il MIO metro di giudizio, lo stesso che applico alle MIE azioni e quelle degli altri, ed è diverso da quello della società che mi stà intorno.è buonsenso capire fin dove possono arrivare le mie azioni senza ledere il "bene comune" (capisco i ragazzi che si accoltellano ma non capisco / giustifico quello che sfonda la vetrina di un negozio, cosa cazzo ne puo' il negoziante?????)la causa di tutto questo (valori profndamente diversi nonostante la poca distanza generazionale) io la ritrovo nel mancato appoggio della famiglia, almeno lo credo peril mio caso...chi è abituato a doversi rapportare con se stesso e separtamente con idue genitori ed i vari probemi che questo comporta sviluppa piuì indipendenza e individualismo secondo me.tutto questo credo sia amplificato dal fatto che siamo in una società dove senza l'apporto di una famiglia è tremendamente + difficile costruirsi una vita "felice" secondo i canoni comuni (stretta all'osso: università-
        lavoro-
        famiglia). il risultato?cambiare i propri canoni e smettere di anelare a quella felicità (praticamente irraggiungibile) per cercare altri canoni per i quali si è felici (non leggere chi si accontenta gode, i canoni che uno sceglie per rapportarcisi hanno valore soggetivo)mi ripeto ancora ma stringendo in due righe:non è che la società ha qualche colpa e rende infelici tali esseri, sono costoro (e mi ci metto in mezzo) che si allontanano dai canoni della società perchè questi non offrono loro assolutamente niente ed i nuovi canoni che scelgono non vengono interpretati correttamente dalla società ma bollati come violenza gratuita / ignoranza / assenza di valori.tutto IMHO ovviamente, predno tutto dal mio vissutocheerslamù
    • Nimo Ano scrive:
      Re: così siamo stati cresciuti

      non è vero che sono atti gratuiti e senza senso,
      solo che il senso lo capisce solo chi lavora da
      Mcdonald 5 giorni la settimana 8 ore al giorno
      con pausa pranzo dalle 13:30 alle 14:15 e la sera
      torna nel buco affittato a 300 pounds per month e
      viene pagato cash in hand (da mcdonald...), non
      stupitevi se la casa poi è piena di bottigliette
      di plastica fumanti...e questo quando vede la
      macchina di uno sbirro ci salta sopra e spacca il
      parabrezza.Sì però anche the cop guadagna una merda di stipendio per month e quindi sarà un pò incazzato pure lui! Capisco quello che dici e lo comprendo, ma è una logica che non porta da nessuna parte. Secondo me.
      • anima.lamu scrive:
        Re: così siamo stati cresciuti
        - Scritto da: Nimo Ano

        non è vero che sono atti gratuiti e senza senso,

        solo che il senso lo capisce solo chi lavora da

        Mcdonald 5 giorni la settimana 8 ore al giorno

        con pausa pranzo dalle 13:30 alle 14:15 e la
        sera

        torna nel buco affittato a 300 pounds per month
        e

        viene pagato cash in hand (da mcdonald...), non

        stupitevi se la casa poi è piena di bottigliette

        di plastica fumanti...e questo quando vede la

        macchina di uno sbirro ci salta sopra e spacca
        il

        parabrezza.

        Sì però anche the cop guadagna una merda di
        stipendio per month e quindi sarà un pò incazzato
        pure lui! Capisco quello che dici e lo comprendo,
        ma è una logica che non porta da nessuna parte.
        Secondo
        me.il mio discorso è sui valori.il tizio che lavora da mcdonald ed il bobby probabilmente sentono lo stesso stress (e se si parla di inglesi ti assicuro che quelli lì non sanno come si vive bene...)m aqil tizio che lavora da mcdobnald ed il cop haqnno due scale di valori diverse, molto diversesi dà il caso che idue poi non abbiano nessun punto di incontro così il bobby pesta chiunque abbia una certa estetica ed il tizio odia i bobby con tutto ilsuo cuore e quindi gli sfonda il vetro della macchina...lungi da me dare giustificazioni, cerco solo di guardarmi intorno e capire cosa succede ai miei vicini...io posso giustificare solo i MIEI comportamenti e non quelli delgi altri.urka vorrei scrivere di più ed argomentare meglio ma devo scappare al lavoro, magari poi rpedno da lì quando avrò un minuto liberocheerslamù
    • ottomano scrive:
      Re: così siamo stati cresciuti
      Non condivido la tua opinione.Sono cresciuto in un paesino del sud Italia. I miei hanno divorziato quando avevo 6 anni e mio fratello 4.Giocavo per strada come tutti gli altri ragazzini, ho fatto le mie cazz..te, ma nulla di illegale o grave...[EDIT]Aggiungo che alle superiori ero nella peggiore classe della scuola.Nessun professore ha mai voluto, a ragione, portarci in gita.Pensa che eravamo arrivati a bruciare un mucchietto di cartacce in classe e a guardare porno in aula magna durante le riunioni di classe.Non sto a dirti che con i miei compagni di corso non mi trovavo tanto "a mio agio".[/EDIT]Ora vivo a Milano, per un anno ho dovuto lavorare in un cinema di una grossa multinazionale.Lavoravo di notte... tornavo a casa, stanco morto, alle 3... e la mattina dovevo andare alle 8.00 in università.Pomeriggio a studiare e la sera di nuovo al lavoro.Il mio lavoro consisteva nello stare in piedi all'ingresso del foyer per 6 ore/giorno, con un ora di pausa in mezzo.I "capi" erano persone ignoranti e boriose... ho visto uno di loro (che ha la terza media) cazziare una ragazza con 2 lauree, per un'inezia.Il tutto per 400 miseri euro/mese + buono pastoCerto però che non sono andato a spaccar vetrine, anzi, mi sono impegnato in università e mi sono laureato.Ora ho un bel lavoro in un'azienda con splendidi colleghi e capi intelligenti ed umani.Avrei potuto spaccare qualche vetrina... ma non l'ho fatto... e questo mi ha premiato.bye-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 luglio 2007 12.16-----------------------------------------------------------
      • Il Griso scrive:
        Re: così siamo stati cresciuti
        e bravo clelio!ti daremo una medaglia...
      • anima.lamu scrive:
        Re: così siamo stati cresciuti
        Modificato dall' autore il 31 luglio 2007 12.16
        --------------------------------------------------il mio posto era tropo confuso e non sono risucita a far capire quello che intendo. ti rimadno all risposta che ho dato qua sopra, incollo le ultime righeQUOTE:mi ripeto ancora ma stringendo in due righe:non è che la società ha qualche colpa e rende infelici tali esseri, sono costoro (e mi ci metto in mezzo) che si allontanano dai canoni della società perchè questi non offrono loro assolutamente niente ed i nuovi canoni che scelgono non vengono interpretati correttamente dalla società ma bollati come violenza gratuita / ignoranza / assenza di valori.UNQUOTElo spaccar vetrine è un esempio come un altro.nenache io ne ho mai rotte, poi sono cose diverse i casseur da quelli che descriv ioin mezzo ci si puo' mettere anche la scopata nei cessi della scuola o le canne oppure (vero sopratutto per l situaizone inglese) l'estetica di una persona.cmqoera devo scapapre al lavoro, magari riprendo da lì al prim ominuto libero
    • Pippo====== Rotaia scrive:
      Re: così siamo stati cresciuti
      Ragazza mia, fai un bel RESET e riparti da capo, perchè in questo modo...NON VAI PROPRIO DA NESSUNA PARTE !!!.Auguri..a te... e in particolare a quelli che attualmente hanno a che fare con te ! ! !- Scritto da: anima.lamù
      di anni ne ho 23 quindi mi sento vicina a quei
      ragazzini da un certo punto di vista, ho anche
      vissuto a London 3 anni quindi mi ci sento ancora
      più
      vicina.

      capisco quello che fanno perchè lo facevo anche
      io (non vandalismo o chissà quale reato ma vivere
      il mondo dei teen ed after teen inglesi, io a
      Londra ci sono praticamente scappata a 17
      anni)
      e quello che dico ai bobbies inglesi od alle
      associazioni spaventate (cloni dei nostri meter &
      co.) è che noi ci viviamo così e ci stiamo pure
      bene.

      non è vero che sono atti gratuiti e senza senso,
      solo che il senso lo capisce solo chi lavora da
      Mcdonald 5 giorni la settimana 8 ore al giorno
      con pausa pranzo dalle 13:30 alle 14:15 e la sera
      torna nel buco affittato a 300 pounds per month e
      viene pagato cash in hand (da mcdonald...), non
      stupitevi se la casa poi è piena di bottigliette
      di plastica fumanti...e questo quando vede la
      macchina di uno sbirro ci salta sopra e spacca il
      parabrezza.

      questo per la realtà inglese dove i ragazzi
      (quelli che ho descritto sono la metà dei ragazzi
      metropolitani **non** di buona famiglia, lì si
      diventa indipendenti a 18, spesso
      prima)

      la stessa cosa capita in Italia ma le nostre
      mamme li tengono in casa fino ai 35-40, unica
      possibile valvola di sfogo la scuola prima e lo
      stadio poi, ogni tanto qualche pub o discoteca ma
      bisogna mantenere l'apparenza per non dare
      dispiacere ai
      genitori....

      Non è che sti ragazzi inglesi non hanno una vita
      lavorativa o non hanno una cultura o NON
      CAPISCONO i valori della società, semplicemente
      non li condividono appieno, certe cose sì ma
      altre no....leggiamo i libri ed abbiamo un minimo
      di clutura e ci informaimo tramite
      internet

      questa situazione non si applica ad altri strati
      della società, mi riferisco ai coetanei che
      invece non hanno vissuto separazioni e la crisi
      della famiglia anni '90 in generale e stanno
      ancora in un idillio fatto di università viaggi
      vacanze.... gli altri invece sono le vittime di
      una società dove ***se non sono due i genitori a
      sostenerti non hai possibilità di
      scegliere/studiare*** e quindi vivono così, in un
      certo senso siamo i nuovi proletari, la
      differenza è che possediamo solo la nostra busta
      paga e niente
      marmocchi

      io lavoro qui come segretaria apprendista ad 800
      eur al mese, non ricevo una lira dai quei
      bastardi dei miei genitori che sono ancora troppo
      indaffarati ad odiarsi per accorgersi di me (la
      stessa storia che sento ripetere dalla maggior
      parte dei colleghi del mio ragazzo, operai a
      tempo determinato... sia in inghilterra sia in
      Italia), in inghilterra vivevo come cameriera,
      più o meno stessa paga orari diversi, come me
      migliaia di ragazzi/ragazze dai 16 ai 28-30 senza
      il becco di un quattrino (avete presente cosa
      vuol dire 800 euro meno affitto meano spesa meno
      bollette????) a cui più che i soldi è mancato il
      senso di famiglia, non è famiglia stare un
      week-end da uno e quello successivo
      dall'altro...

      dovreste venire a fare un giro per gli squat
      (estremo anarchismo e punk-a-bestiaggine, gente
      che vuole direttamente uscire dalla società) per
      vedere l'età media, poi passare per i quartieri
      neri di london od i palazzoni di periferia ed
      anche lì guardare l'età media e chiedere quali
      sono i lavori che fanno i ragazzi. poi fatevi un
      giro al leoncavallo il sabato sera per fare le
      stesse domande, poi un giretto alla baiona
      (quartiere ex degradato di milano) e chiedere a
      chi vengono affittati gli appartementi,
      extracomuniatri, poveracci e .... teen od after
      teen precari senza università ma con
      diploma.

      ecco questa è la verità secondo me:
      coloro che vedete in quei video non sono
      ragazzini stupidi ed esaltati, sono i figli della
      crisi familiare degli ultimi anni, la nostra
      società tende ad impoverire chi non ha un nucleo
      cui aggrappparsi ed il doversi districare su
      questi piani ad età alle quali non siamo più
      preparati per affrontare le cose della vita porta
      a questo, ad un lento ma inesorabile
      distaccamento dai valori della
      società.

      quando ne vedrete uno no fate l'errore di
      giudicarlo vuoto solo perchè non sà parlare od i
      suoi argomenti principali sono il calcio e la
      birra, in quei casi il soggetto è di solito uno
      che no condivide i valori condivisi, pe rlui
      parole ocme cultura, tranquillità, felicità,
      amore non sono necessariamente stai cui anelare,
      sono più importanti la fratellanza e la propria
      dignità morale, in un senso che capisce solo chi
      ha già toccato il fondo però, trovare la forza di
      uscire di casa tutte le sere dopo 10 ore di
      lavoro per andarsi ad ubricare al pub è una forma
      molto profonda di
      dignità.

      cosa dovrebbe avere a che spartire lui con il
      resto della società? quella che lo
      giudica

      cazzo almeno noi evitiamo di giudicare gli altri,
      non è ontologicamente possibile infatti esprimere
      un giudizio di alcun tipo su una persona...(altro
      piccolo punto sul quale concordano pienamente,
      anceh inconsapevolmente, tutti i miei
      coetnei/amici e chi non entra in testa ai miei
      predecessori...)

      scusate il post lungo e forse un po'
      confusionario ma mi sento di dover ocndividere
      queste mie idee ed
      esperienze.

      saluti,
      lamù
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni
    Per quel che mi riguarda : maschio, quasi 26enne, abitante di una media cittadina marchigiana sul versante Adriatico, quando andavo a Scuola (parlando delle scuole Superiori, un'IPSIA, istituto prettamente maschile) ce n'erano ben peggio degli "scandali" che oggi sono al centro di attenzioni e critiche da parte dei mass media !!! Le botte per strada ? Sono cresciuto letteralmente prendendo botte fino a circa 14 anni dai bulli più grande, e col tempo hai iniziato a capire cosa significasse il rispetto, e soprattutto la ribellione ai soprusi ! Spezzare un crocifisso a scuola fa parlare per intere settimane TG e trasmissioni CUL turali ? Da noi si prendeva il crocifisso si staccava il gesù e ci si attaccava un foglio con scritto "Torno Subito". Sesso a scuola ? E che ne sapete voi di quello che poteva succedere negli ascensori o nei bagni ???? La verità è che il mondo odierno non accetta di vedere la realtà per quello che è !Diceva qualcuno : "Un'immagine vale più di mille parole", per cui un libro di guerra può essere venduto anche a minori di anni 14, ma ecco che quando le immagini di guerra vengono mandate in onda, NUDE e CRUDE (che ben poco lasciano all'immaginazione) allora scatta immediatamente provvedimenti censori.Il problema di fondo è il rifiuto della REALTA' che da SEMPRE è stata così : festini hard, bullismo, ragazzi handicappati picchiati e derisi, e anche peggio !Ricordate il proverbio popolare "Occhio non vede, Cuore non duole ?", è quello a cui probabilmente si ispirano i censori Hi-Tech che puntano il dito contro Videofonini, Telecamerine, e portali di Video Streaming stile YouTube, o Google Video. Qualcuno dirà, "censurando un tipo di contenuto almeno non si lancia la moda", ma la moda in realtà la lancia esattamente chi con tutto questo scalpore mette in evidenza il "pericolo" dello streaming di questo contenuto (peraltro non pornografico su Youtube o Google Video).Cari signori, invece di dormire rimboccati nei vostri letti, progettando la vostra vacanza per il mese di Agosto, iniziate a riflettere che forse il problema non è Google Video o Youtube, ma il fatto che probabilmente VI RIFIUTATE di accettare la realtà. Magari vostro figlio non è il massimo come persona, e probabilmente ha qualche carenza di valori che qualcuno dovrebbe insegnargli probabilmente EDUCANDOLO ! Cosa che purtroppo YouTube e GoogleVideo non può fare !Uscite fuori dalle vostri botte di ferro, avvolti dalla comoda gommapiuma, iniziate a guardare il mondo coi VOSTRI OCCHI, e se ahimè, lavoro e impegni permettendo proprio non potete ..... guardatelo con il cellulare di vostro figlio, o con YouTube e Google Video !!!!!Bello, brutto, criticabile, a volte imbarazzante, a volte esilerante, triste, allegro, ma SICURAMENTE VERO !Marco Marcoaldi - marco.marcoaldi@email.it
    • Zut scrive:
      Re: Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Per quel che mi riguarda : maschio, quasi 26enne,
      abitante di una media cittadina marchigiana sul
      versante Adriatico, quando andavo a Scuola
      (parlando delle scuole Superiori, un'IPSIA,
      istituto prettamente maschile) ce n'erano ben
      peggio degli "scandali" che oggi sono al centro
      di attenzioni e critiche da parte dei mass media
      !!! Le botte per strada ? Sono cresciuto
      letteralmente prendendo botte fino a circa 14
      anni dai bulli più grande, e col tempo hai
      iniziato a capire cosa significasse il rispetto,
      e soprattutto la ribellione ai soprusi ! Spezzare
      un crocifisso a scuola fa parlare per intere
      settimane TG e trasmissioni CUL turali ? Da noi
      si prendeva il crocifisso si staccava il gesù e
      ci si attaccava un foglio con scritto "Torno
      Subito". Sesso a scuola ? E che ne sapete voi di
      quello che poteva succedere negli ascensori o nei
      bagni ???? La verità è che il mondo odierno non
      accetta di vedere la realtà per quello che è
      !
      Diceva qualcuno : "Un'immagine vale più di mille
      parole", per cui un libro di guerra può essere
      venduto anche a minori di anni 14, ma ecco che
      quando le immagini di guerra vengono mandate in
      onda, NUDE e CRUDE (che ben poco lasciano
      all'immaginazione) allora scatta immediatamente
      provvedimenti
      censori.
      Il problema di fondo è il rifiuto della REALTA'
      che da SEMPRE è stata così : festini hard,
      bullismo, ragazzi handicappati picchiati e
      derisi, e anche peggio
      !
      Ricordate il proverbio popolare "Occhio non vede,
      Cuore non duole ?", è quello a cui probabilmente
      si ispirano i censori Hi-Tech che puntano il dito
      contro Videofonini, Telecamerine, e portali di
      Video Streaming stile YouTube, o Google Video.
      Qualcuno dirà, "censurando un tipo di contenuto
      almeno non si lancia la moda", ma la moda in
      realtà la lancia esattamente chi con tutto questo
      scalpore mette in evidenza il "pericolo" dello
      streaming di questo contenuto (peraltro non
      pornografico su Youtube o Google
      Video).
      Cari signori, invece di dormire rimboccati nei
      vostri letti, progettando la vostra vacanza per
      il mese di Agosto, iniziate a riflettere che
      forse il problema non è Google Video o Youtube,
      ma il fatto che probabilmente VI RIFIUTATE di
      accettare la realtà. Magari vostro figlio non è
      il massimo come persona, e probabilmente ha
      qualche carenza di valori che qualcuno dovrebbe
      insegnargli probabilmente EDUCANDOLO ! Cosa che
      purtroppo YouTube e GoogleVideo non può fare
      !
      Uscite fuori dalle vostri botte di ferro, avvolti
      dalla comoda gommapiuma, iniziate a guardare il
      mondo coi VOSTRI OCCHI, e se ahimè, lavoro e
      impegni permettendo proprio non potete .....
      guardatelo con il cellulare di vostro figlio, o
      con YouTube e Google Video
      !!!!!

      Bello, brutto, criticabile, a volte imbarazzante,
      a volte esilerante, triste, allegro, ma
      SICURAMENTE VERO
      !

      Marco Marcoaldi - marco.marcoaldi@email.itnon mi resta che quotare....
      • Manny_Calavera scrive:
        Re: Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni
        - Scritto da: Zut
        - Scritto da: Marco Marcoaldi

        Per quel che mi riguarda : maschio, quasi
        26enne,

        abitante di una media cittadina marchigiana sul

        versante Adriatico, quando andavo a Scuola

        (parlando delle scuole Superiori, un'IPSIA,

        istituto prettamente maschile) ce n'erano ben

        peggio degli "scandali" che oggi sono al centro

        di attenzioni e critiche da parte dei mass media

        !!! Le botte per strada ? Sono cresciuto

        letteralmente prendendo botte fino a circa 14

        anni dai bulli più grande, e col tempo hai

        iniziato a capire cosa significasse il rispetto,

        e soprattutto la ribellione ai soprusi !
        Spezzare

        un crocifisso a scuola fa parlare per intere

        settimane TG e trasmissioni CUL turali ? Da noi

        si prendeva il crocifisso si staccava il gesù e

        ci si attaccava un foglio con scritto "Torno

        Subito". Sesso a scuola ? E che ne sapete voi di

        quello che poteva succedere negli ascensori o
        nei

        bagni ???? La verità è che il mondo odierno non

        accetta di vedere la realtà per quello che è

        !

        Diceva qualcuno : "Un'immagine vale più di mille

        parole", per cui un libro di guerra può essere

        venduto anche a minori di anni 14, ma ecco che

        quando le immagini di guerra vengono mandate in

        onda, NUDE e CRUDE (che ben poco lasciano

        all'immaginazione) allora scatta immediatamente

        provvedimenti

        censori.

        Il problema di fondo è il rifiuto della REALTA'

        che da SEMPRE è stata così : festini hard,

        bullismo, ragazzi handicappati picchiati e

        derisi, e anche peggio

        !

        Ricordate il proverbio popolare "Occhio non
        vede,

        Cuore non duole ?", è quello a cui probabilmente

        si ispirano i censori Hi-Tech che puntano il
        dito

        contro Videofonini, Telecamerine, e portali di

        Video Streaming stile YouTube, o Google Video.

        Qualcuno dirà, "censurando un tipo di contenuto

        almeno non si lancia la moda", ma la moda in

        realtà la lancia esattamente chi con tutto
        questo

        scalpore mette in evidenza il "pericolo" dello

        streaming di questo contenuto (peraltro non

        pornografico su Youtube o Google

        Video).

        Cari signori, invece di dormire rimboccati nei

        vostri letti, progettando la vostra vacanza per

        il mese di Agosto, iniziate a riflettere che

        forse il problema non è Google Video o Youtube,

        ma il fatto che probabilmente VI RIFIUTATE di

        accettare la realtà. Magari vostro figlio non è

        il massimo come persona, e probabilmente ha

        qualche carenza di valori che qualcuno dovrebbe

        insegnargli probabilmente EDUCANDOLO ! Cosa che

        purtroppo YouTube e GoogleVideo non può fare

        !

        Uscite fuori dalle vostri botte di ferro,
        avvolti

        dalla comoda gommapiuma, iniziate a guardare il

        mondo coi VOSTRI OCCHI, e se ahimè, lavoro e

        impegni permettendo proprio non potete .....

        guardatelo con il cellulare di vostro figlio, o

        con YouTube e Google Video

        !!!!!



        Bello, brutto, criticabile, a volte
        imbarazzante,

        a volte esilerante, triste, allegro, ma

        SICURAMENTE VERO

        !



        Marco Marcoaldi - marco.marcoaldi@email.it

        non mi resta che quotare...."Ma che vi siete fumati la Jamaica?" diceva il buon Pino Campagna...... Azzo c'entra quel papiro con la violenza gratuita su youtube.com.Già ci sono troppi ragazzini scemi che stanno appresso a GF, Lucignolo, Studio Aperto, Cultura Moderna, ecc, che assimilano tutto. Ci manca pure come assimilirare le botte da orbi.Vedete negli ultimi giorni ad esempio. Si è riparlato dei sassi lanciati da cavalcavia ed il fenomeno inizia a ripetersi...
        • Nimo Ano scrive:
          Re: Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni

          Già ci sono troppi ragazzini scemi che stanno
          appresso a GF, Lucignolo, Studio Aperto, Cultura
          Moderna, ecc, che assimilano tutto. Ci manca pure
          come assimilirare le botte da
          orbi.Lucignolo è veramente la merd de la merd! Anche gli altri non scherzano, ma Lucignolo fa passare di quella roba che ormai ha raschiato il fondo. Il guaio è che certi ragazzini assimilano convinti che sia 8) figo® quello che gli viene fatto vedere.
          Vedete negli ultimi giorni ad esempio. Si è
          riparlato dei sassi lanciati da cavalcavia ed il
          fenomeno inizia a
          ripetersi...Sì solo che adesso te li "sparano" nei denti mentre provengono dal senso opposto, così è più facile restarci secchi o, se sei fortunato, menomato per il resto della tua vita! :@ :@ :@Boh, io non so se è giusto o meno censurare certi video su youtube, ma basta provare a sbizzarrirsi un pò con le parole chiave per capire che si trova di tutto, anche quello che con la realtà non ha nulla a che fare ma che è semplice parto della mente malata di alcuni individui. Il mondo lo facciamo noi umani, e quello che emerge da youtube è che l'umanità sta messa proprio male. Abbiamo la possibilità di una spinta evolutiva fuori da ogni immaginazione, ma preferiamo vivere come cani che si sbranano fra di loro.
        • Matteo Sorba scrive:
          Re: Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni
          Certo.. e tu ascolta la televisione.Fosse per loro adesso andrà avanti un mese con gente che tira sassi dal cavalcavia.Poi arriverà il periodo dell'influenza e tutti staremo male..Poi arriverà la sars, le api assassine, qualche altra epidemia e tutti moriremo.Poi arriverà il solito pazzo che uccide con il fucile da cecchino e tutti moriremo..E una-bomber? Quell'uomo allora è un mito! Non lo acchiapperanno mai!E che siamo ora, tutti bombaroli? Magari...
    • Corah scrive:
      Re: Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Per quel che mi riguarda : maschio, quasi 26enne,
      abitante di una media cittadina marchigiana sul
      versante Adriatico, quando andavo a Scuola
      (parlando delle scuole Superiori, un'IPSIA,
      istituto prettamente maschile) ce n'erano ben
      peggio degli "scandali" che oggi sono al centro
      di attenzioni e critiche da parte dei mass media
      !!! Le botte per strada ? Sono cresciuto
      letteralmente prendendo botte fino a circa 14
      anni dai bulli più grande, e col tempo hai
      iniziato a capire cosa significasse il rispetto,
      e soprattutto la ribellione ai soprusi ! Spezzare
      un crocifisso a scuola fa parlare per intere
      settimane TG e trasmissioni CUL turali ? Da noi
      si prendeva il crocifisso si staccava il gesù e
      ci si attaccava un foglio con scritto "Torno
      Subito". Sesso a scuola ? E che ne sapete voi di
      quello che poteva succedere negli ascensori o nei
      bagni ???? La verità è che il mondo odierno non
      accetta di vedere la realtà per quello che è
      !
      Diceva qualcuno : "Un'immagine vale più di mille
      parole", per cui un libro di guerra può essere
      venduto anche a minori di anni 14, ma ecco che
      quando le immagini di guerra vengono mandate in
      onda, NUDE e CRUDE (che ben poco lasciano
      all'immaginazione) allora scatta immediatamente
      provvedimenti
      censori.
      Il problema di fondo è il rifiuto della REALTA'
      che da SEMPRE è stata così : festini hard,
      bullismo, ragazzi handicappati picchiati e
      derisi, e anche peggio
      !
      Ricordate il proverbio popolare "Occhio non vede,
      Cuore non duole ?", è quello a cui probabilmente
      si ispirano i censori Hi-Tech che puntano il dito
      contro Videofonini, Telecamerine, e portali di
      Video Streaming stile YouTube, o Google Video.
      Qualcuno dirà, "censurando un tipo di contenuto
      almeno non si lancia la moda", ma la moda in
      realtà la lancia esattamente chi con tutto questo
      scalpore mette in evidenza il "pericolo" dello
      streaming di questo contenuto (peraltro non
      pornografico su Youtube o Google
      Video).
      Cari signori, invece di dormire rimboccati nei
      vostri letti, progettando la vostra vacanza per
      il mese di Agosto, iniziate a riflettere che
      forse il problema non è Google Video o Youtube,
      ma il fatto che probabilmente VI RIFIUTATE di
      accettare la realtà. Magari vostro figlio non è
      il massimo come persona, e probabilmente ha
      qualche carenza di valori che qualcuno dovrebbe
      insegnargli probabilmente EDUCANDOLO ! Cosa che
      purtroppo YouTube e GoogleVideo non può fare
      !
      Uscite fuori dalle vostri botte di ferro, avvolti
      dalla comoda gommapiuma, iniziate a guardare il
      mondo coi VOSTRI OCCHI, e se ahimè, lavoro e
      impegni permettendo proprio non potete .....
      guardatelo con il cellulare di vostro figlio, o
      con YouTube e Google Video
      !!!!!

      Bello, brutto, criticabile, a volte imbarazzante,
      a volte esilerante, triste, allegro, ma
      SICURAMENTE VERO
      !

      Marco Marcoaldi - marco.marcoaldi@email.itcondivido il concetto di rifiuto della realtà... ma forse anche tu stai rifiutando un po' la veritàquella verità dove le parole scritte e le immagini sono molto più pervasive del mondo realenoto ormai con un sorriso come ad esempio molte persone anziane tremano quando vedono una pioggerellina d'estate o un giorno caldo in primaverala TV è riuscita in brevissimo tempo a spargere la convinzione che fra 50-60 anni andremo a vivere tutti in antartide per sfuggire al caldo infernale, io non sarei riuscito a fare di meglio nemmeno se mi fossi impegnato a tempi pienotutto quello che esce da uno schermo viene assorbito come modello di vita da imitare o da considerare, in quanto inconsciamente solo "le cose migliori" passano dal tubo catodico (o da un LCD), come in un filtroper lo stesso motivo quello che si scrive ad esempio su un blog andrebbe saggiamente riletto più di una volta prima di essere pubblicato, in quanto qualcuno potrebbe prenderlo troppo sul serio, per il semplice fatto che lo ha "letto su internèt"stessa cosa vale per le televisioni
    • DuDe scrive:
      Re: Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Per quel che mi riguarda : maschio, quasi 26enne,
      abitante di una media cittadina marchigiana sul
      versante Adriatico, quando andavo a Scuola
      (parlando delle scuole Superiori, un'IPSIA,
      istituto prettamente maschile) ce n'erano ben
      peggio degli "scandali" che oggi sono al centro
      di attenzioni e critiche da parte dei mass media.Ma in che diamine di scuole siete andati? io ora ho 39 anni, ma quando ci andavo io al massimo le botte si pigliavano/davano fuori scuola, sesso? magari! le ragazze somigliavano piu' a noi che a delle ragazze, ironicamente piu' volte ho detto " Vojo torna' bambino" cosi' per assaporare la libertà che oggi hanno i giovani, se ti pescavano a picchiarti a scuola, oltre alle botte prese, pigliavi pure il resto a casa.
    • anima.lamù scrive:
      Re: Il mondo : Pro & Contro !!! Riflessioni
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Per quel che mi riguarda : maschio, quasi 26enne,
      abitante di una media cittadina marchigiana sul
      versante Adriatico, quando andavo a Scuola
      (parlando delle scuole Superiori, un'IPSIA,
      istituto prettamente maschile) ce n'erano ben
      peggio degli "scandali" che oggi sono al centro
      di attenzioni e critiche da parte dei mass media
      !!! Le botte per strada ? Sono cresciuto
      letteralmente prendendo botte fino a circa 14
      anni dai bulli più grande, e col tempo hai
      iniziato a capire cosa significasse il rispetto,
      e soprattutto la ribellione ai soprusi ! Spezzare
      un crocifisso a scuola fa parlare per intere
      settimane TG e trasmissioni CUL turali ? Da noi
      si prendeva il crocifisso si staccava il gesù e
      ci si attaccava un foglio con scritto "Torno
      Subito". Sesso a scuola ? E che ne sapete voi di
      quello che poteva succedere negli ascensori o nei
      bagni ???? La verità è che il mondo odierno non
      accetta di vedere la realtà per quello che è
      !
      Diceva qualcuno : "Un'immagine vale più di mille
      parole", per cui un libro di guerra può essere
      venduto anche a minori di anni 14, ma ecco che
      quando le immagini di guerra vengono mandate in
      onda, NUDE e CRUDE (che ben poco lasciano
      all'immaginazione) allora scatta immediatamente
      provvedimenti
      censori.
      Il problema di fondo è il rifiuto della REALTA'
      che da SEMPRE è stata così : festini hard,
      bullismo, ragazzi handicappati picchiati e
      derisi, e anche peggio
      !
      Ricordate il proverbio popolare "Occhio non vede,
      Cuore non duole ?", è quello a cui probabilmente
      si ispirano i censori Hi-Tech che puntano il dito
      contro Videofonini, Telecamerine, e portali di
      Video Streaming stile YouTube, o Google Video.
      Qualcuno dirà, "censurando un tipo di contenuto
      almeno non si lancia la moda", ma la moda in
      realtà la lancia esattamente chi con tutto questo
      scalpore mette in evidenza il "pericolo" dello
      streaming di questo contenuto (peraltro non
      pornografico su Youtube o Google
      Video).
      Cari signori, invece di dormire rimboccati nei
      vostri letti, progettando la vostra vacanza per
      il mese di Agosto, iniziate a riflettere che
      forse il problema non è Google Video o Youtube,
      ma il fatto che probabilmente VI RIFIUTATE di
      accettare la realtà. Magari vostro figlio non è
      il massimo come persona, e probabilmente ha
      qualche carenza di valori che qualcuno dovrebbe
      insegnargli probabilmente EDUCANDOLO ! Cosa che
      purtroppo YouTube e GoogleVideo non può fare
      !
      Uscite fuori dalle vostri botte di ferro, avvolti
      dalla comoda gommapiuma, iniziate a guardare il
      mondo coi VOSTRI OCCHI, e se ahimè, lavoro e
      impegni permettendo proprio non potete .....
      guardatelo con il cellulare di vostro figlio, o
      con YouTube e Google Video
      !!!!!

      Bello, brutto, criticabile, a volte imbarazzante,
      a volte esilerante, triste, allegro, ma
      SICURAMENTE VERO
      !

      Marco Marcoaldi - marco.marcoaldi@email.itil grosso problema è che chi giudica tali azioni come sbgliate NON LE FACEVA QUANDO AVEVA LA TUA ETA'anche gli ex-68ini no capiscono il senso di qeusto modo di vivere diciamo "l'adolescenza"credi forse che tuo padre o tuo nonno a scuola facessero quello che facevi tu?no caro mio, non lo facevano, siamo noi ad essere i primi che in un certo senso sono senza "valori"
Chiudi i commenti