VMware virtualizza le applicazioni desktop

La leader del mercato della virtualizzazione sta per lanciare un nuovo prodotto che permette di virtualizzare qualsiasi applicazione e farla girare, senza conflitti, su qualsiasi versione di Windows
La leader del mercato della virtualizzazione sta per lanciare un nuovo prodotto che permette di virtualizzare qualsiasi applicazione e farla girare, senza conflitti, su qualsiasi versione di Windows

Palo Alto (USA) – Espandendo il proprio business verso nuovi segmenti del mercato della virtualizzazione, VMware si prepara a lanciare sul mercato un nuovo prodotto per Windows, chiamato ThinApp , progettato per la virtualizzazione di singole applicazioni. Questo software, che ha tra i suoi più importanti rivali Citrix XenApp e Microsoft Application Virtualization (ex SoftGrid), può essere utilizzato per far girare singole applicazioni, come MS Office o Firefox, all’interno di ambienti virtuali runtime.

Acquisito lo scorso gennaio insieme alla start-up Thinstall , e precedentemente noto con il nome in codice North Star , ThinApp consente di “impacchettare” un’applicazione in un singolo file eseguibile (MSI o EXE): quando lanciato dall’utente, l’eseguibile fa girare l’applicazione in esso inglobata all’interno di un ambiente che virtualizza il sistema operativo, il registro di Windows e il file-system. Il pacchetto eseguibile può contenere anche tutte le configurazioni e le impostazioni relative all’applicazione, incluse le eventuali voci di registro: ciò ne consente l’utilizzo immediato, senza installazione, su qualsiasi versione supportata di Windows.

Dal momento che la macchina virtuale embedded di ThinApp permette di isolare completamente l’applicazione dal resto del sistema, gli utenti possono far girare più versioni della stessa applicazione su di un singolo sistema operativo senza conflitti: ad esempio, ThinApp rende possibile eseguire simultaneamente Internet Explorer 6 e 7. Le applicazioni così virtualizzate girano sul desktop all’interno di una finestra in tutto simile a quella delle applicazioni tradizionali, e possono dunque essere utilizzate insieme a queste ultime.

ThinApp consente poi alle aziende di distribuire e “presentare” le applicazioni virtualizzate in diversi modi : via stream di rete, via terminal server, su una chiavetta USB o per mezzo di pacchetti d’installazione tradizionali.

ThinApp verrà lanciato nella versione 4.0, proseguendo la numerazione della precedente applicazione commercializzata da Thinstall. La più importante novità introdotta da questa release è rappresentata dalla funzionalità Application Link , che permette alle applicazioni virtualizzate di comunicare tra loro e di richiamare programmi esterni. In precedenza, se un utente cliccava su di un link Web contenuto in un documento di Word, il word processor non era in grado di eseguire Internet Explorer: la nuova versione di ThinApp permette agli amministratori di creare “tunnel di collegamento” tra un’applicazione e l’altra, e di creare package separati contenenti componenti Java o MS.NET e condividerli tra più applicazioni virtualizzate.

L’altra più interessante miglioria di ThinApp 4 è data da Application Sync , un tool che semplifica la distribuzione centralizzata degli aggiornamenti. “Tutto quello che si deve fare è virtualizzare una nuova versione dell’applicazione e pubblicarla su di un server Web: le versioni preesistenti sono in grado di rilevare la versione aggiornata e scaricare in automatico le differenze”, ha spiegato Jerry Chen, dirigente di VMware.

ThinApp verrà commercializzato entro i prossimi 30 giorni al prezzo di 39 dollari : va però tenuto in considerazione che il software, per funzionare, necessita di una copia di VMware Workstation, la cui licenza per 50 utenti costa 5mila dollari. La Beta 2 di North Star può essere scaricata da qui .

Negli scorsi giorni VMware ha aggiornato il proprio Virtual Desktop Manager (VDM), la cui versione 2.1 è ora in grado di gestire fino a 5mila connessioni contemporanee per singolo cluster di server VDM.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 06 2008
Link copiato negli appunti