Waymo contro Uber, una svolta alla bagarre?

Anthony Levandowski, l'ex dipendente Waymo accusato di furto di informazioni riservate, si appella al quinto emendamento della Costituzione USA. Uber si dice fiduciosa in attesa di un primo responso il 7 aprile

Roma – Nuovo colpo di scena nella battaglia legale tra Waymo e Uber sulle tecnologie per la guida autonoma. Anthony Levandowski, manager di Uber e cofondatore di Otto, accusato di avere sottratto informazioni dal progetto di auto a guida autonoma di Google prima di dimettersi da Waymo, ha invocato il quinto emendamento in merito alla causa intentata dall’azienda di cui era dipendente.

Un avvocato di Levandowski, come riportato dal New York Times , ha affermato che la mossa del suo assistito è motivata dal fatto che esisterebbe “un potenziale per un’azione criminale” che potrebbe condurre ad una auto-incriminazione . Lo scorso 30 marzo, Uber ha chiesto alla Corte federale che la gran parte dei punti della causa intentatale da Waymo siano risolti tramite un arbitrato , procedimento usualmente privato, meno caro e più veloce rispetto a una causa federale.

Nell’ azione legale , i vertici di Waymo, la divisione di Alphabet specializzata nella creazione di soluzioni per la guida autonoma, sostengono che Levandowski avrebbe utilizzato senza autorizzazione informazioni confidenziali e documenti tecnici relativi alla tecnologia, prima di rassegnare le dimissioni e fondare la startup Otto, poi acquisita da Uber.

Al centro del contendere c’è il LiDAR delle self-driving car di Uber, ritenuto identico a quello messo a punto dal team di Google . A supporto della propria tesi di accusa, Waymo ha depositato presso la Corte una documentazione in cui sono riportate alcune testimonianze di manager Waymo: Gay Brown (Security engineer), Pierre-Yves Droz (Tech lead) e Tim Willis (Supply chain operations director).

Il Consigliere generale associato di Uber, Angela Padilla, ha rilasciato una dichiarazione a riguardo: “Attendiamo il primo responso pubblico sul caso il prossimo 7 aprile. Siamo fiduciosi che le accuse di Waymo contro Uber siano infondate e che Antony Levandowski non abbia utilizzato alcun documento preso da Google nel suo lavoro con Otto per Uber”.

Pierluigi Sandonnini

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lorenzo scrive:
    powershell
    :~$powershellcomando non trovato:~$mmm devono aver sbagliato qualcosa in quello script :)
    • giggi scrive:
      Re: powershell
      Oppure sei il solito cazzaro.
      • lorenzo scrive:
        Re: powershell
        :) beata ignoranza ...
        • giggi scrive:
          Re: powershell
          Allora non sei un cazzaro, sei un incapace.
          • lorenzo scrive:
            Re: powershell
            ed ecco il vanto dell'ignoranza ... se sapessi cosa e' un prompt dei comandi noteresti qualcosa che spiega il perche' powershell non viene riconosciuto ...
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: powershell
            - Scritto da: lorenzo
            ed ecco il vanto dell'ignoranza ...

            se sapessi cosa e' un prompt dei comandi
            noteresti qualcosa che spiega il perche'
            powershell non viene riconosciuto
            ...PS C:UsersFuddaro
          • ... scrive:
            Re: powershell
            Giusto, peccato che il trojan inizi con cmd.exe /cQuindi quel ":~$powershell comando non trovato" a conti fatti te lo sei inventato.
          • lorenzo scrive:
            Re: powershell
            perche' ? Se powershell.exe non c'e' ... cmd.exe riesce ad eseguirlo ? Appero' :) .Oppure ancora ... se powershell c'e' ... ma cmd.exe no .. lo script che fa ? :)
          • ... scrive:
            Re: powershell
            XXXXXXXX se il trojan inizia con cmd.exe come XXXXX fa a darti "powershell comando non trovato", al limite di darebbe "cmd.exe non trovato". XXXXXXXX.
          • lorenzo scrive:
            Re: powershell
            ignorante che non sei altro ... cmd.exe /c significa esegui quello che viene dopo ... che deve esistere ed essere eseguibile studia !
          • ... scrive:
            Re: powershell
            E mi spieghi come XXXXX c'è cmd.exe su linux? XXXXXXXX.E se anche avessi wine (non si capisce per quale astrusa ragione visto che fa XXXXXX) e ci fosse cmd.exe tipo ma non powershell l'errore di cmd.exe / /c powersell non sarebbe "comando non trovato", XXXXXXXX.
          • lorenzo scrive:
            Re: powershell
            vedo che non sai leggere ... dove ho scritto cmd.exe /c powershell , comando non trovato ?riprova quando avrai finito la quinta elementare.
          • lorenzo scrive:
            Re: powershell
            In effetti credo che con quel linguaggio tu a scuola fossi sempre in punizione, ecco che le cose tornano :)
          • ... scrive:
            Re: powershell
            Sei un incompetente.
          • Lorenzo scrive:
            Re: powershell
            Non dovresti scrivere qui quello che dici allo specchio :)
Chiudi i commenti