Webbit riparte a Napoli

Dopo l'evento di Padova


Roma – L’incontro-evento-mostra-convegno-expo del Webbit, che ha recentemente concluso la sua sessione padovana alla quale hanno partecipato più di 20mila persone, prosegue nei prossimi giorni con l’edizione di Napoli.

Giovedì 29 e venerdì 30 maggio Webbit dà appuntamento alla Mostra d’Oltremare a Napoli, offrendo più di 60 seminari e opportunità per 12 certificazioni:

Cod. 1998 Accessibilità e usabilità: le chiavi di successo di un progetto web
Cod. 1940 Comunicazione e Marketing in Rete
Cod. 1993 Web evoluto e gestione dei contenuti
Cod. 1943 Security e Wireless Technology
Cod. 1997 Evoluzioni della grafica 3D
Cod. 1941 Sicurezza informatica
Cod. 1939 Documento elettronico e firma digitale
Cod. 1945 Soluzioni evolute per le Piccole e Medie Imprese
Cod. 1991 Diritto, sicurezza e architettura Web
Cod. 1944 Web evoluto e gestione dei contenuti
Cod. 1942 Infrastrutture sicure per aziende
Cod. 1946 Java

Tutte le info sul sito del Webbit: http://www.webb.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma che belle parole e i fatti?
    Come diceva l'autore dell'articolo, se davvero rispondesse così avremmo una specie di tecnico... ma quello è un politico indi, IMHO era una bella intervistina pronta!CMQQui si parla di IWA MIT, per carità cose serissime,Ma se queste le nuove idee per il miglioramento della struttura informatica pubblica, La cosa è oltremodo comica,Non si fanno concorsi pubblici, per assumere sistemisti, che vadano ad occupare un ruolo presso tutti gli enti pubblici che ne avrebbero bisogno (eccome se ne hanno bisogno), e si parla dell'accessibilità dei siti?Ma vi rendete conto la comicità della cosa?La ristrutturazione anche del sistema a favore dell'opensource come è successo a parecchi paesi extraeuropei e non, e qui parliamo di certificazioni e aria fritta?Ma fatemi il piacere.Fate decreti legge seri...alcune proposte Egregio ministro Stanca?Decreto legge sull'utilizzo di sistemi gratuiti opensourceDecreto legge per l'obbligo di assunzione per le aziende che abbiano più di 25 computer in rete di un sistemista QUALIFICATO.Ma soprattutto che inizino concorsi pubblici per sistemisti e informatici addetti alla manutenzione e al controllo delle macchineSa quanto ci guadagnarebbe la pubblica amministrazione se non si dovesse affidare più l'assistenza ,che costa fior di miliardi l'anno, ad aziende e privati che chiedono parecchi soldi?Più fatti e meno parolette ad effetto signor StancaSTANCAmente vostroElwood
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che belle parole e i fatti?
      ops scusate ripeto quello che volevo intendere sul primo punto dei decreti legge seri!Per il primo Decreto Legge intendevoDecreto Legge sull'utilizzo obbligatiorio da parte della PA di sistemi opensource, Altri soldi risparmiati.ELWOOD
    • Mariobusy scrive:
      Re: ma che belle parole e i fatti?
      - Scritto da: Anonimo
      alcune proposte Egregio ministro Stanca?
      Decreto legge sull'utilizzo di sistemi
      gratuiti opensource
      Decreto legge per l'obbligo di assunzione
      per le aziende che abbiano più di 25
      computer in rete di un sistemista
      QUALIFICATO.
      Ma soprattutto che inizino concorsi pubblici
      per sistemisti e informatici addetti alla
      manutenzione e al controllo delle macchine
      Sa quanto ci guadagnarebbe la pubblica
      amministrazione se non si dovesse affidare
      più l'assistenza ,che costa fior di miliardi
      l'anno, ad aziende e privati che chiedono
      parecchi soldi?
      Più fatti e meno parolette ad effetto signor
      Stanca

      STANCAmente vostro
      ElwoodConcordo in pieno
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che belle parole e i fatti?

        Decreto legge per l'obbligo di assunzione
        per le aziende che abbiano più di 25
        computer in rete di un sistemista
        QUALIFICATO.Terrificante.Le aziende che si doteranno di strutture efficaci ed efficienti sopravvivranno, quelle che non sapranno farlo chiuderanno. Ecco qui l'unico meccanismo tollerabile.L'idea di uno Stato che ficca il naso in come si gestiscono le aziende non è solo assolutamente inefficace. E' il modo più rapido per determinare il fallimento del già traballante "sistema Italia", che sta in piedi solo grazie all'efficacia e all'indipendenza di migliaia di piccole e media aziende.Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che belle parole e i fatti?
          - Scritto da: Anonimo

          Decreto legge per l'obbligo di assunzione

          per le aziende che abbiano più di 25

          computer in rete di un sistemista

          QUALIFICATO.

          Terrificante.

          Le aziende che si doteranno di strutture
          efficaci ed efficienti sopravvivranno,
          quelle che non sapranno farlo chiuderanno.
          Ecco qui l'unico meccanismo tollerabile.

          L'idea di uno Stato che ficca il naso in
          come si gestiscono le aziende non è solo
          assolutamente inefficace. E' il modo più
          rapido per determinare il fallimento del già
          traballante "sistema Italia", che sta in
          piedi solo grazie all'efficacia e
          all'indipendenza di migliaia di piccole e
          media aziende.

          Ciao.Ma sinceramente trovo più terrificante la totale mancanza di piccole e medie aziende di consulenti informatici, che invece di ascoltarli o ascoltare i propri informatici recapitalizzano "cacciando via i dipendenti, sbagliati",Troppi furbi in qualche C.E.D, che magari fanno comperare all'azienda un programma totalmente inutile, per regalare un computer nuovo al nipotino.Trovo ancor più terrificante quello che è successo poco tempo fa al blocco informatico delle Poste Italiane.Se bisogna obbligare, a creare una nuova figura per legge (come è accaduto per gli alberghi con la professione dell'addetto alla qualità, e come al solito nessuno ha sentito perchè badi bene siamo in Italia)In Italia ci sono cose ben più terrificanti per le aziende.Mi creda, e questa per quanto radicale, sopratutto nell'assunzione con concorsi pubblici, di sistemisti non credo che ci sia niente di terrificante.Il terrificante l'ho visto in molte aziende, dove le stesse scelgono uno per nulla qualificato con uno poco qualificato, indipendente dai titoli di studio.Concorsicamente suoElwood
    • Anonimo scrive:
      Ai fatti ci dovresti pensare anche tu
      Lucio Stanca è in effetti un tecnico e NON UN POLITICO. Ultimamente in realtà sembra seguire un po' di più gli indirizzi dall'alto, ma resta comunque a mio opinione il miglior ministro di questo governo (e anche l'unico sopportabile, sempre a mia opinione); è tra i migliori in generale degli ultimi anni.Il tuo tono invece mi da' l'idea di quanto sia TU ignorante, arrogante e probabilmente più politico del ministro. Le critiche all'accessibilità mi fanno venire il mal di pancia, ma se vengono da un sostenitore dell'open source poi, è davvero squallido.Dovresti batterti per la libertà di diffusione, il libero accesso alle informazioni etc., saranno queste credo le ispirazioni teoriche del movimento free.Invece stai solo facendo un tifo da ultrà che faresti meglio a sfruttare il tempo migliorando i tuoi sistemi e la struttura della comunità, la quale potrebbe battere i sistemi proprietari sul lato della qualità senza imposizioni legislative se solo pensasse a risolvere i suoi problemi
      • Anonimo scrive:
        Re: Ai fatti ci dovresti pensare anche tu
        Scritto da: Anonimo



        Lucio Stanca è in effetti un tecnico e NON
        UN POLITICO. Ultimamente in realtà sembra
        seguire un po' di più gli indirizzi
        dall'alto, ma resta comunque a mio opinione
        il miglior ministro di questo governo (e
        anche l'unico sopportabile, sempre a mia
        opinione); è tra i migliori in generale
        degli ultimi anni.Se lo dici tu allora ci DOBBIAMO CREDERE!
        Il tuo tono invece mi da' l'idea di quanto
        sia TU ignorante, arrogante e probabilmente
        più politico del ministro. La politica e l'informatica sono cose che non vanno d'accordosecondo me, anche se dovrai ammettere che non ho attualmente mai visto una manifestazione di un partito al Governo a favore dei sistemi Open Source come mai?Come mai stanca parla di accessibilità ai siti e non di problemi molto seri, quale l'aggiornamento informatico di tutti i sistemi informatici esistenti? Il passaggio a sistemi con un TCO per la P.A pari a zero? Perchè il ministro non comincia a riformare (da tecnico quale è) i sistemi informatici dei ministeri, dei comuni, delle provincie, delle regioni?La Cina Comunista usa per la P.A. opensource, così l'India, e senza andare lontano, pure la Francia ha approvato un disegno di legge per l'utilizzo di sistemi opensource. Eppure loro IL MINISTRO STANCA mica ce l'hanno!
        Le critiche all'accessibilità mi fanno
        venire il mal di pancia, ma se vengono da un
        sostenitore dell'open source poi, è davvero
        squallido.Ma quale accessibilita? dei siti web?Ma quale innovazione tecnologica, perdincibacco!World Wide Web Consortium, sinceramente e personalmente credo che l'ultimo problema che abbiamoè proprio quello dell'accessibilità dei siti, si faccia un girettopresso i CED della PA poi ne riparliamo eh?
        Dovresti batterti per la libertà di
        diffusione, il libero accesso alle
        informazioni etc., saranno queste credo le
        ispirazioni teoriche del movimento free.Il movimento opensource e copyleft ritiene assai poco prioritario il problema dell'accessibilità di un sito web, e minoritario si pone problemi molto più profondi, come la libertà di utilizzo di programmi, di sistemi operativi e all'utilizzo da parte Dei Paesi, di usare i sistemi che gli costino ZERO! Aiutare la diffusione di tale sistemi è il nostro scopo, ma certo che se chiedi ad uno noi quale siano le priorità italiane nella divulgazione di tali temi, un problema come questo sarebbe proprio l'ultimo credo.
        Invece stai solo facendo un tifo da ultrà
        che faresti meglio a sfruttare il tempo
        migliorando i tuoi sistemi e la strutturaLa ringrazio della sua spinta propositiva, ma guardi ho anche il tempo necessario per postare delle critiche costruttive, a chi pensa all'accessibilità dei siti e non all'aggiornamento dei sistiemi della P.A.
        della comunità, la quale potrebbe battere i
        sistemi proprietari sul lato della qualità
        senza imposizioni legislative se solo
        pensasse a risolvere i suoi problemiProblemi come vede ne abbiamo tanti, uno di questi in questo momento è rispondere al suo post :-)Opensourcemente suoElwood
        • Anonimo scrive:
          Re: Ai fatti ci dovresti pensare anche t
          Senta, lasciamo stare la questione dell'accessibilità, dovrebbe informarsi di più.Rinuncio anche a perdere tempo a ribattere certi punti della risposta.Ma quello che mi da fastidio e che è una nuova questione in questa specie di forum, è l'attacco così violento a Stanca, perchè, le dirò, avrebbe qualche difficoltà a trovare uno così convintemente anti-berlusconiano come me, ma non mi pare il caso di aggredire così il povero Stanca che da quando è stato nominato ha parlato molte volte dell'open-source e ha fatto quel che poteva per fare le stesse cose che vuole lei. In un governo come quello attuale è veramente un azzardo portare avanti argomenti del genere, e Stanca rappresenta un'anomalia che può finire in un attimo se Berlusconi gira la testa.Io spero davvero che Stanca riesca a concretizzare qualcosa, ma nel frattempo non mi pare giusto denigrarlo in questo modo.Tra l'altro dal modo in cui parli sembra che tu non sappia chi sia Stanca e da dove venga. http://www.innovazione.gov.it/ita/ministro/ministro.shtml
          • Anonimo scrive:
            Re: Ai fatti ci dovresti pensare anche t

            http://www.innovazione.gov.it/ita/ministro/miho letto Ibm, peccato pensavo che fosse uscitodal reparto A.I. del MITLa IBM è un azienda molto quotata nel settore,peccato che non sia rimasto lì dentro!:-DA me sinceramente che sia venuto dalla IBM o sia venutodirettamente da un PDP7 poco importa, quello che ha fatto IHMO, a parte qualche decisione che ha lasciato il tempo che trova, non mi pare che si sia "profuso" per la questione opensource. Venire dalla presidenza Ceo, non mi pare cambi la questione.Le ricordo che "Il ministro più ricco del governo Berlusconi è Lucio Stanca (Innovazione tecnologica) con 2,7 milioni di euro, circa 5,2 miliardi delle vecchie lire. Seguito da Pietro Lunardi, ministro delle Infrastrutture, con 639mila euro equivalente circa di 1 miliardo di lire. Il dato risulta dalla dichiarazione dei redditi del 2001. Dopo Stanca e Lunardi, la classifica dei più ricchi tra ministri e sottosegretari non parlamentari (le cifre sono espresse in lire) comprende: - il sottosegretario Gianni Letta, il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, il ministro della Funzione Pubblica, Luigi Mazzella.http://www.lanotteonline.it/politica.htmMagari se ci metteva qualche soldarello pure lui... mica maleeh?Ma poi stanca non del Governo berlusconi, o ci è capitato per caso nel Governo Berlusconi?Se gira la testa Berlusconi, e Stanca non c'è più, il Cavaliere non ne sentirà probabilmente la mancanza nè, lui e nè tanto meno la Comunità opensource, si fidi.Poche chiaccere politiche e più fatti, La segreteria di Stanca, se vuole sapere da dove cominciare,basta che chiami uno dei Lug italiani, e gli chieda da dove cominciare, vedrà quante cose nuove potrebbe scoprire.IIBBIEMMEMENTE SUOELWOOD
          • Anonimo scrive:
            Re: Ai fatti ci dovresti pensare anche t
            Quando dicevo di Berlusconi che gira la testa, intendevo che se si accorge di politiche troppo contrastanti con gli interessi di grandi soggetti industriali, Stanca viene liquidato subito senza troppi complimenti.Per il resto perchè non prova a contattare direttamente Stanca e vede di fargli qualche proposta e di avere qualche spiegazione?_logX_
          • Anonimo scrive:
            Re: Ai fatti ci dovresti pensare anche t
            - Scritto da: Anonimo
            Quando dicevo di Berlusconi che gira la
            testa, intendevo che se si accorge di
            politiche troppo contrastanti con gli
            interessi di grandi soggetti industriali,
            Stanca viene liquidato subito senza troppi
            complimenti.

            Per il resto perchè non prova a contattare
            direttamente Stanca e vede di fargli qualche
            proposta e di avere qualche spiegazione?

            _logX_ci ho provato ma purtroppo non è rintracciabile:-DELWOOD
Chiudi i commenti