WebTheatre/ Un minuto di ascensore

di Gabriele Niola - Una produzione che rispetta una stretta periodicità. Quasi un unicum su Internet. Tutto in un minuto. Grazie alla rete

Da quasi un anno con una cadenza abbastanza regolare (cosa inconsueta per le produzioni in rete) Runawaybox mette online un episodio a settimana di Elevator , “la cosa più vicina ad una video strip che esista in rete” stando a quanto dichiarato da Woody Tondorf, autore, regista e interprete della serie. Infatti Elevator, sempre ambientato nell’ascensore di un ufficio, è un prodotto impensabile su altri mezzi che non siano internet perché non ha un filo conduttore o una trama ma presenta episodi brevissimi (spesso sotto il minuto) e autoconclusivi che più o meno includono sempre il medesimo cast.

uno shot della serie Ogni episodio è fondato sulla sorpresa finale: una gag, una battuta o una svolta inattesa che cambiano la situazione da normale a paradossale e scatenano la risata. Questo accade anche perché spesso il finale è troncato brutalmente subito dopo la gag, cosa che ne migliora l’efficacia e ricorda molto le strip comiche. Le trovate sono molto divertenti e la serie, nonostante la cadenza settimanale, ha una qualità media invidiabile, cosa probabilmente aiutata dalla facilità di produzione.

Infatti in Elevator non c’è quasi mai montaggio, le scene consistono in un’unica ripresa senza colonna sonora e la durata di ogni episodio è talmente breve che in una giornata se ne possono realizzare moltissimi. Anche i dialoghi sono spesso recitati all’impronta e molte gag sono frutto di improvvisazioni sul set, ma nonostante questo ogni episodio è freschissimo, intelligente e scritto con cura, merito di una direzione con il polso duro ma soprattutto di una struttura solida e severa alle spalle.

Runawaybox infatti, nonostante non ci tengano a metterlo in evidenza, è una divisione della HBO, la rete televisiva americana, la quale finanzia in toto i progetti del sito in cambio di informazioni a getto continuo su cosa funzioni o meno in rete, quali siano i principali talenti nella produzione, marketing ecc. ecc. E alla HBO non sono nuovi a simili esperimenti per la rete che non necessitano per forza di ritorni economici diretti. Già un anno fa si fecero notare per Voyeur , geniale variazione sul tema di “La Finestra Sul Cortile” capace di mettere a punto modalità di fruizione delle diverse storie possibili solo in rete e solo attraverso un computer.

L’altro indubbio punto di forza di Elevator è poi il saper sfruttare la facilità di immedesimazione offerta dalla “dimensione ufficio” per testare nuovi modelli espressivi, una cosa di certo non nuova ma comunque gestita con un’inedita commistione di elementi originali e già visti. C’è la ripresa fissa simile alle camere di sicurezza come accade in Camera Café e l’umorismo demenziale molto statunitense che cozza con la seriosità del contesto, come per The Office. Ma il tutto poi è gestito con un piglio decisamente più appropriato ad internet, e questo non lo dimostra solo la brevità della durata.

In rete si naviga prevalentemente dall’ufficio e quindi in orari lavorativi, lo testimoniano tutte le principali testate online le quali, salvo clamorosi aggiornamenti resi indispensabili dall’attualità, dopo le 18.00 smettono di rinnovare le loro notizie fino almeno alle 8 dell’indomani. E la dimensione “da ufficio” della navigazione non è fatta solo di esigenze di rapidità ma anche di rapporti interpersonali facilitati dalla compresenza fisica (nella stanza o nell’open space) e dalla comunicazione interna. Dunque un contenuto che parli proprio al pubblico da ufficio con una comicità immediata è subito virale e subito scambiabile con qualsiasi collega perchè accomuna facilmente tutti.

Non ci sono, come capita spesso, riferimenti al mondo di internet, ai principali meme o ad eventi locali, le gag sono talmente basilari da essere universali e immediate. Dunque contrariamente a molte altre serie (e qui si vede come sia prodotta da una grande casa e non da indipendenti) Elevator non si rivolge ad una nicchia ma ad una moltitudine e lo fa con intelligenza, adattandosi alle abitudini e alle pieghe della navigazione dell’utente medio senza pretendere di sconvolgerla.

Claustrophobia

Twisted Twister

Power Of Love

High Dive

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Matteo scrive:
    wine
    qualcuno sopra ha scritto:linux non era pieno di aplicazioni???be risposta...molti programmi per via commerciali vengono scritti solo per windows in quanto s.o. maggiormente usato(diciamo anche monopolio) finche i programmatori non si decideranno a scrivere programmi in kde, qui programmi gireranno solo su windows a meno che non soperisci al problema, facendol girare con wine
  • pippo75 scrive:
    wine non è solo linux
    leggo molti messaggi con la solita storia linux vs windows.Wine ricordo che esiste anche per altri OS.Per maggiori info http://www.winehq.org/site/download
  • pinussi scrive:
    bah!
    15 anni!!!!!! E' il tempo che ci mettono in messico per costruire una centrale atomica!!!!! E ancora stiamo a menarla con questa storia del linux vs windows????Ma è roba veeeeeeeechiaaaaaaaaaaaa e ad oggi è lampante che questa "guerra" non solo non verrà mai vinta da Linux, ma non è proprio mai nemmeno cominciata. Alla gente interessa il MAC, l'utenza media non sa nemmeno cosa sia sto Linux!!!!! E tutti questi anni passati a blaterare di cazzate e a inventare 1 miliardo di distro del menga non sono serviti assolutamente a nulla. Anche io all'epoca ci credevo e passavo le ore a smanettare, poi sono cresciuto un po' e mi sono pigliato un Mac. Ciao.
    • Matteo scrive:
      Re: bah!
      Che commento senza senso, fuori luogo e in puro stile macaco."Alla gente interessa il MAC"? E chi sarebbe sta gente? Io no, preferisco Linux.
      • bibop scrive:
        Re: bah!
        - Scritto da: Matteo
        Che commento senza senso, fuori luogo e in puro
        stile macaco.nella forma un commento da troll punto.nella sostanza dice con il tono sbagliato quello che e' la realta' dei fatti nel mondo reale, escludendo il mercato dei "server" se non si pensa a windows si pensa a mac, linux malgrado l'hype e i miliardi di parole proferiti su internet non e', dall'utente medio, manco preso in considerazione (e non cominciate a dire che sto trollando perche' e' troppo facile... perche' in 1 anno ho fatto passare da windows a linux almeno 3 persone(mantenendo il vecchio hardware) e 4 a mac(hardware nuovo quindi la storiella del troll risparmiamocela)poi evitiamo di fare le guerre tra poveri.... se si difende linux attaccando le quote di mercato dei mac c'e' una sola parola che mi viene in mente... "delusional"
    • Diablo scrive:
      Re: bah!

      poi sono cresciuto un po' e mi sono pigliato un Mac. Ciao.Arrivederci e grazie :)
    • the_poet scrive:
      Re: bah!
      Ma guarda che tutti all'inizio abbiamo imparato smanettando. Puoi anche essere passato al MAC ma se non fossi stato uno smanettone in passato, adesso saresti sempre allo stesso livello di quando hai iniziato, quindi ti ha fatto solo bene ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 23.11-----------------------------------------------------------
    • Alex scrive:
      Re: bah!
      Mi dispiace contraddirti, ma non è più così. Premesso che dal mio punto di vista non c'è nessuna guerra (ognuno si installi ciò che desidera), il 2008 ha visto una crescita grandissima delle installazioni di Linux sui PC di casa. La Microsoft coi suoi prodotti deludenti comincia a stancare, la crisi spinge la gente a cercare le alternative e la comunità Open Source ha lavorato sodo per tirare fuori prodotti con caratteristiche uguali o superiori a quelle dei prodotti commerciali. Linux non è più uno strumento solo da smanettoni (che crescendo a volte restano tali), ma ormai è un sistema operativo per tutti. Wine ormai non è nemmeno uno strumento necessario, visto che ormai si trova software per tutti gli utilizzi, ma ben venga, perché sta aiutando molti utenti titubanti a passare a sistemi operativi migliori di Windows (non necessariamente gratuiti, ma privi di molte caratteristiche imbarazzanti di casa Microsoft). Poi che è sta storia che alla gente interessa il Mac? A molti frega poco e nulla del Mac.. se poi a te piace e sei disposto a spendere quel che costa, ben venga anche questo.. il mondo è bello perché è vario.Dico questo per cognizione di causa, non perché di parte: assemblo PC e faccio manutenzione per mestiere, quindi so di cosa parlo. Ti posso anche dire che alla gente in realtà non frega nulla nemmeno di Windows. Ha semplicemente paura di cambiare qualcosa che gli è stato affibbiato quando hanno comprato il primo PC.. ma anche quest'ostacolo è superabile, tanto più che il costo della licenza è da sempre un costo sgradevole e personalmente mi sono sempre rifiutato di fare installazioni pirata.
  • unaDuraLezione scrive:
    Stavolta seriamente...
    contenuto non disponibile
  • MAH scrive:
    Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà
    E non ce ne sarà più per nessuno, perchè .NET 3 è la migliore tecnologia sul mercato.
    • doctord scrive:
      Re: Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà
      (rotfl)(rotfl)
    • Cassio scrive:
      Re: Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà
      - Scritto da: MAH
      E non ce ne sarà più per nessuno, perchè .NET 3 è
      la migliore tecnologia sul
      mercato.e poi zio bill si sveglia sudato :-)
    • iRoby scrive:
      Re: Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà
      Quante storie dietro a un ca%%o di framework!E i boccaloni che fanno OOOOOHHHHH davanti alle brochure pubblicitarie.Scommetto che ti hanno detto lo stesso per .NET 2.0 e anche per 1.0 e tutti a fare OOOHHHSai qual'è libreria universale per GUI e widget? wxWindows, perché è un binding verso le librerie del sistema operativo su cui gira. Per cui programmi una volta con un linguaggio che ha il binding su wxWindows (praticamente tutto: PHP, Python, C/C++, Perl, ecc.) e poi i programmi girano su tutti i sistemi utilizzando librerie native di quel sistema operativo.
    • Programmato re scrive:
      Re: Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà
      - Scritto da: MAH
      E non ce ne sarà più per nessuno, perchè .NET 3 è
      la migliore tecnologia sul
      mercato.(shhh, facciamoglielo credere...)
    • Maurizio Giusti scrive:
      Re: Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà
      Sarà, ma intanto Microsoft, dopo anni, ha rilasciato una miglioria delle MFC, i cosiddetti "Ribbons".Credo che il momento di entusiasmo per .Net stia scemando. Si tratta indubbiamente di un ottimo prodotto, ma soprattuto per la quantità immane di librerie di cui è dotato. Per il resto soffre delle stesse magagne di Java, il garbage collector è un grosso peso e rallenta parecchio.Per quanto riguarda ASPX non mi sembra poi così diffuso rispetto a PHP e JSP.Probabilmente la morte del C++ unmanaged è più lontana di quanto non sembri.
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà

        Probabilmente la morte del C++ unmanaged è più
        lontana di quanto non
        sembri.Non credo, almeno su Windows. I piani a lungo termine di Microsoft sono quelli di legare sempre di più le api del sistema a .NET, così tutti saranno costretti a spostarsi su quelle.C'è una notevole probabilità che persino i videogiochi saranno presto tutti scritti in .NET, tanto con processori a n core, decine di giga di ram dual channel a frequenze assurde e schede video paragonabili ai supercomputer del secolo scorso l'overhead dovuto al codice managed diventerà trascurabile.TAD
    • Alex scrive:
      Re: Con l'avvento di .NET 3, Windows vincerà
      L'unica cosa concreta che il Framework .NET ha aggiunto a Windows è un pò di pesantezza in più.. Ci ho visto solo una scopiazzatura di ciò che già esisteva con Java, per il resto, una volta imparato il nuovo linguaggio di programmazione, faccio le stesse cose che facevo prima.Col Framework Mono o progetti simili, comunque, anche le applicazioni per .NET gireranno tranquillamente su altri S.O, se proprio è necessario..
  • pippo75 scrive:
    Wine Live
    sapete se c'è già una distro live con Wine 1.0?Slax Kill Bill 6 sapete se prenderai mai forma?
    • ciaspolo scrive:
      Re: Wine Live
      - Scritto da: pippo75
      sapete se c'è già una distro live con Wine 1.0?


      Slax Kill Bill 6 sapete se prenderai mai forma?Non credo esista, ma puoi provare ReactOS, che si basa molto su wine www.reactos.org
      • pippo75 scrive:
        Re: Wine Live

        Non credo esista, ma puoi provare ReactOS, che si
        basa molto su wine
        www.reactos.orgpiù arrivano versioni nuove e più reactos sul mio pc non funge :(.comunque preferisco una distro linux con wine, almeno uso i driver creati per la distro e posso usare eventualmente programmi nativi.E in più reactos è ancora in alto mare.......
  • unaDuraLezione scrive:
    come girano queste capplicazioni?
    contenuto non disponibile
    • krane scrive:
      Re: come girano queste capplicazioni?
      - Scritto da: unaDuraLezione
      (rotfl)(troll)

      * Bandook
      * Beast Trojan
      * Bifrost
      * Downloader.Zlob
      * Generic8.LDI
      * Graybird (Backdoor Graybird, Backdoor
      Graybird
      P)
      * Insurrection
      * Infostealer.lineage
      * Live Update
      * LeoSrv
      * Look2Me
      * Nuclear RAT (NR, NucRat)
      * Optix Pro
      * Pigeon AXLM
      * Posion Ivy
      * Trojan.Qoologic - Key Logger
      * Trojan Luder - B
      * Trojan horse dropper.Exebing.U
      * Shaft
      * sharK
      * SHeur.ZSQ
      * Storm Trojan
      * ProRat
      * Trojan.Bytesize?
      * Trojan.Jakposh
      * Trojan.wavBfly
      * Trojan.wavVerify
      * Trojan.Wimad
      * Trojan.Vundo
      * Obfuscated.en
      * Zlob trojan
      * Trojan Metamorf.C
      * Trojan virtumonde
      * TrojanDownloader.xs
      * Trojan.ZonebacPuoi vederlo sul sito WineHQ / DB
      • Io Io scrive:
        Re: come girano queste capplicazioni?
        - Scritto da: krane
        Puoi vederlo sul sito WineHQ / DBIl fatto che compaia molte volte la parola trojan non ti suggerisce niente?
        • krane scrive:
          Re: come girano queste capplicazioni?
          - Scritto da: Io Io
          - Scritto da: krane

          Puoi vederlo sul sito WineHQ / DB
          Il fatto che compaia molte volte la parola trojan
          non ti suggerisce niente?Ha, ma prima di trollare bisogna anche :$ leggere il post a cui si sta rispondendo :$ ?? Ok, ammetto che non ci ho fatto caso...
    • gnulinux86 scrive:
      Re: come girano queste capplicazioni?
      Bella questa!!! Comunque ti sfugge cosa è Wine e come funziona, (corregimi se sbaglio) I virus su Linux non sono un problema nemmeno con Wine.
    • 0verture scrive:
      Re: come girano queste capplicazioni?
      Un virus è pur sempre un programma. Se può fare danni su windows, può farli su wine. Se wine è configurato male, potrebbe anche fare danni sulla tua home. Ti va di fare da cavia ?
      • gnulinux86 scrive:
        Re: come girano queste capplicazioni?
        hai idea di cosa sia wine e come funzioni? credo di no, mi spieghi come si comporterebbe un virus su wine? e come farebbe un virus su Wine ad avviaris da solo? e che danni potrebbe apportare?
        • nome e cognome scrive:
          Re: come girano queste capplicazioni?
          - Scritto da: gnulinux86
          hai idea di cosa sia wine e come funzioni? credo
          di no, mi spieghi come si comporterebbe un virus
          su wine? e come farebbe un virus su Wine ad
          avviaris da solo? e che danni potrebbe
          apportare?Trattandosi di trojan fanno esattamente quello che fanno su windows.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: come girano queste capplicazioni?
            Anche il peggior virus creato per Windows su Wine, l'unica cosa che può fare, è dannegiare è la cartella virutale di windows creata da wine, se la cancelli, torna apposto pure Wine. Quando non conosci non commentare, scrivi fesserie.
        • 0verture scrive:
          Re: come girano queste capplicazioni?
          Ma secondo te, un virus furbo, dove è preferibile che faccia danni ?Che ti distrugga il sistema operativo che alla peggio nel giro di un paio d'ore reinstalli (e mentre ci sei ringrazi il codice maligno che t'ha dato una spintarella a fare quella pulizia che rimandavi da mesi) ?O piuttosto che faccia tabula rasa dei tuoi documenti sfruttando proprio la definizione che sta alla base della multiutenza su linux cioè "l'utente ha diritto di vita e morte sulla propria home" (più varie ed eventuali cartelle esterne dove può scrivere tranquillamente (chi ha detto le unità montate sotto /media ?)Cosa pensi che faccia wine ? E' solamente un traduttore di codice che cerca di far girare programmi windows come fossero programmi linux.Se un programma nativo su linux ha potere di agire sulla home dell'utente che l'ha avviato, lo stesso si può dire di un programma per windows tradotto con wine.Se un programma windows risulta in qualche modo infetto può fare danni su linux attraverso wine come su un windows nativo.Magari nelle prime versioni saranno danni circoscritti perchè questi virus non sono stati pensati per girare su wine ma arriverà il giorno che si evolveranno e nel loro codice cominceranno a prevedere codici extra per fare danno anche al di fuori di windows puro. Gli basterebbe includere un semplicissimo comando exec in un .xinitrc attraverso un echo ed in un attimo avresti già il tuo primo virus autoavviante su linux...Miraccomando, continuate a dire che linux è invulnerabile e finirete per fare compagnia ai macachi (ma almeno loro, non sono così scemi da farsi inculare da un emulatore fuori controllo)
          • gnulinux86 scrive:
            Re: come girano queste capplicazioni?
            Anche il peggior virus creato per Windows su Wine, l'unica cosa che può fare, è dannegiare è la cartella virutale di windows creata da wine, se la cancelli, torna apposto pure Wine. Quando non conosci non commentare, scrivi fesserie.
      • Enrico Giancipoli scrive:
        Re: come girano queste capplicazioni?
        No no, anche avviando il più potente dei virus è impossibile danneggiare la home di Linux. Al massimo la cartella virtuale di windows creata da Wine. Cancellandola torna a posto anche Wine. Provato io stesso.
        • Qfwfq scrive:
          Re: come girano queste capplicazioni?
          - Scritto da: Enrico Giancipoli
          No no, anche avviando il più potente dei virus è
          impossibile danneggiare la home di Linux. Al
          massimo la cartella virtuale di windows creata da
          Wine. Cancellandola torna a posto anche Wine.
          Provato io
          stesso.Ho una mia teoria su quale sia il più potente virus, che coincide stranamente con quello che wine si prefigge di far girare... ;)
        • 0verture scrive:
          Re: come girano queste capplicazioni?
          Vabbè, a suo tempo proverai direttamente sulla tua pelle. Io vi ho avvertito. Se non volete aprire il cranio da soli ci penseranno gli eventi a farlo.
    • CCC scrive:
      Re: come girano queste capplicazioni?
      - Scritto da: unaDuraLezione
      (rotfl)(troll)

      * Bandook
      * Beast Trojan[...]
      * Zlob trojan
      * Trojan Metamorf.C
      * Trojan virtumonde
      * TrojanDownloader.xs
      * Trojan.Zonebacperché un applicazione per window$ possa girare su wine occorre che l'utente root del sistema GNU/Linux su cui è installato wine decida espressamente di installarla e di eseguirla... altrimenti nulla...comunque capisco che ci siano tanti "esperti" che si occupano di "informatica" (il che per loro equivale a saper smanettare un po' con window$) i quali non hanno neanche idea di cosa siano GNU/Linux e Wine...
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: come girano queste capplicazioni?
        contenuto non disponibile
      • Marco scrive:
        Re: come girano queste capplicazioni?
        Guarda che non è così.Per eseguire un file .exe, e quindi anche per installare applicazioni, non serve "l'autorizzazione" dell'utente root, basta che wine sia installato, poi ogni utente se lo può configurare come vuole e può installarsi ogni porcata possibile nella sua cartella home, se proprio vuole.
        • ccc scrive:
          Re: come girano queste capplicazioni?
          - Scritto da: Marco
          Guarda che non è così.
          Per eseguire un file .exe, e quindi anche per
          installare applicazioni, non serve
          "l'autorizzazione" dell'utente root, basta che
          wine sia installato, poi ogni utente se lo può
          configurare come vuole e può installarsi ogni
          porcata possibile nella sua cartella home, se
          proprio
          vuole.si... se root glielo permette...
  • VE LO DICO IO scrive:
    Io faccio fatica a capire...
    Se io ho un'azienda affermata con una serie di PC con windows XP, di certo non passo a linux grazie a wine e problemi al seguito.Se non ho un'azienda e sta per nascere, avendo la consapevolezza che tutti i miei futuri programmi funzionano solo con windows (e i decenti sono la maggior parte!!), di certo non installerò linux perchè ora c'è wine... potrei avere problemi di instabilità et simili...Stesso discorso se non si tratta di un'azienda ma di una piccola attività... mi compro un pc al supermercato e con 500 me ne esco con un desktop decente, anche con Vista!!Allora, questo wine dal valore di 15 anni di duro lavora... a chi gioverebbe? Ai patiti di linux, che di certo non ha una società che fattura migliaia di euro...Bah... non capisco, chi mi illumina?
    • krane scrive:
      Re: Io faccio fatica a capire...
      - Scritto da: VE LO DICO IO
      Se io ho un'azienda affermata con una serie di PC
      con windows XP, di certo non passo a linux grazie
      a wine e problemi al
      seguito.

      Se non ho un'azienda e sta per nascere, avendo la
      consapevolezza che tutti i miei futuri programmi
      funzionano solo con windows (e i decenti sono la
      maggior parte!!), di certo non installerò linux
      perchè ora c'è wine... potrei avere problemi di
      instabilità et
      simili...

      Stesso discorso se non si tratta di un'azienda ma
      di una piccola attività... mi compro un pc al
      supermercato e con 500 me ne esco con un desktop
      decente, anche con
      Vista!!

      Allora, questo wine dal valore di 15 anni di duro
      lavora... a chi gioverebbe? Ai patiti di linux,
      che di certo non ha una società che fattura
      migliaia di
      euro...

      Bah... non capisco, chi mi illumina?http://news.softpedia.com/news/Hollywood-Loves-Linux-45571.shtmlNon ci crederai, ma ho visto studi di grafica 3D che avevano tutto il software che gli serviva nativo per linux a parte uno stupidissimo 3D converter !!!
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: Io faccio fatica a capire...

        http://news.softpedia.com/news/Hollywood-Loves-Lin

        Non ci crederai, ma ho visto studi di grafica 3D
        che avevano tutto il software che gli serviva
        nativo per linux a parte uno stupidissimo 3D
        converter
        !!!Non è casuale sai ?Ho seguito conferenze della Silicon Graphics che si è lanciata a capofitto su Linux e alcune interviste ai registi.È dovuto a tre fattori :1 - La scalabilità, cioè la possibilità di avere a costodi consulenza un setup per fare lavorare 1000 processori in parallelo su macchine diverse ( calcolo distribuito ).Non ci sono molte soluzioni a costi accettabili per ottenere questo.2 - La presenza dei software VERAMENTE PROFESSIONALI su sistemi POSIX, cosa che non è ovviamente stata progettata per Linux ma per le Workstation di SG stessa.3 - L'ecletticità dei registi e e l'estrema versatilità che esigono.Spesso richiedono che parte della scena sia automatica, cioè che sia prodotta da algoritmi appositi, scritti su misura per loro.Necessitano quindi di un sistema a costi accettabili, distribuito, completamente configurabile e riprogrammabile, cioè Linux.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Io faccio fatica a capire...

          È dovuto a tre fattori :Io direi 4, il quarto è il fallimento di SGI.
    • Ricco in canna scrive:
      Re: Io faccio fatica a capire...
      Supponiamo tu abbia un'azienda che fa bulloni. E supponiamo che in qusta azienda ci siano, tra le altre, dieci postazioni di impiegati che usano solo un gestionale in visual basic e la posta elettronica in IMAP.Supponiamo che provando per un paio di mesi il gestionale sotto wine tu ti accorga che continua a funzionare alla perfezione.Inoltre supponiamo che i pc siano un po' troppo vecchiotti per il Vista.Installi ubuntu, wine, il gestionale, gli configuri la posta. I Pc ti durano qualche altro anno, butti via 10 licenze antivirus e 10 licenze office. Gli impiegati continuano a lavorare come prima.E' un caso tipico e, ti garantisco, richiesto.
      • Max scrive:
        Re: Io faccio fatica a capire...
        - Scritto da: Ricco in canna
        Supponiamo tu abbia un'azienda che fa bulloni. E
        supponiamo che in qusta azienda ci siano, tra le
        altre, dieci postazioni di impiegati che usano
        solo un gestionale in visual basic e la posta
        elettronica in
        IMAP.

        Supponiamo che provando per un paio di mesi il
        gestionale sotto wine tu ti accorga che continua
        a funzionare alla
        perfezione.

        Inoltre supponiamo che i pc siano un po' troppo
        vecchiotti per il
        Vista.

        Installi ubuntu, wine, il gestionale, gli
        configuri la posta. I Pc ti durano qualche altro
        anno, butti via 10 licenze antivirus e 10 licenze
        office. Gli impiegati continuano a lavorare come
        prima.

        E' un caso tipico e, ti garantisco, richiesto.Ma piantatela !Questo è un punto di vista da ragazzino smanettone.Ed io che ho una azienda, invece di preoccuparmi del marketing, dei clienti, dei dipendenti, mi dovrei preoccupare di installare linux (senza alcun beneficio tangibile visto che, se và tutto bene faccio le stesse cose che facevo prima).E poi per cosa, le licenze le ho già pagate 5 anni fà.E cmq le licenze software sono beni strumentali per le aziende deducibili al 100%, quindi il costo reale è praticamente zero.Mah !
        • krane scrive:
          Re: Io faccio fatica a capire...
          - Scritto da: Max
          - Scritto da: Ricco in canna

          Supponiamo tu abbia un'azienda che fa bulloni. E

          supponiamo che in qusta azienda ci siano, tra le

          altre, dieci postazioni di impiegati che usano

          solo un gestionale in visual basic e la posta

          elettronica in

          IMAP.



          Supponiamo che provando per un paio di mesi il

          gestionale sotto wine tu ti accorga che continua

          a funzionare alla

          perfezione.



          Inoltre supponiamo che i pc siano un po' troppo

          vecchiotti per il

          Vista.



          Installi ubuntu, wine, il gestionale, gli

          configuri la posta. I Pc ti durano qualche altro

          anno, butti via 10 licenze antivirus e 10
          licenze

          office. Gli impiegati continuano a lavorare come

          prima.



          E' un caso tipico e, ti garantisco, richiesto.

          Ma piantatela !
          Questo è un punto di vista da ragazzino
          smanettone.
          Ed io che ho una azienda, invece di preoccuparmi
          del marketing, dei clienti, dei dipendenti, mi
          dovrei preoccupare di installare linux (senza
          alcun beneficio tangibile visto che, se và tutto
          bene faccio le stesse cose che facevo
          prima).
          E poi per cosa, le licenze le ho già pagate 5
          anni fà.Usi un antivirus di 5 anni fa ???
          E cmq le licenze software sono beni strumentali
          per le aziende deducibili al 100%, quindi il
          costo reale è praticamente
          zero.Quindi ce li fai pagare a noi sulle tasse !!!INSTALLATI SUBITO LINUX !!!
          Mah !E gia... Son tutti fr*ci col cu1o degli altri...
          • Max scrive:
            Re: Io faccio fatica a capire...
            Appunto... il c***o è il mio che ho la resonsabilità di una azienda, mica il tuo che giochi a installarti linux.Tutti i costi di TUTTE le aziende sono scaricati sui prezzi ai clienti. Ora se hai tempo da perdere fatti il calcolo dell'incidenza su base annua di 100 euro per licenze software rispetto a 40.000 euro di affitto, 100.000 euro di costo del personale, 12.000 euro di utenze.Basta giocare, andate a lavorare !
          • scorpioprise scrive:
            Re: Io faccio fatica a capire...
            Linux, tuttavia, è più performante e più fondamentalmente sicuro per sua natura.Ho un pc su cui ho il dualboot Win2000-Ubuntu, e lo uso per lavoro (mi occupo di progettazione di circuiti stampati, quindi ho programmi professionali e programmi gratuiti).Mi capita spesso di passare da un sistema all'altro, e non so com'è che mi ci vuole quasi metà del tempo con ubuntu per essere pronto a lavorare.Ora, ho usato grazie a Wine lo stesso programma su entrambi, ottenendo identici risultati, con una leggera miglioria in termini di tempo su ubuntu.Dato che anche il mio tempo è denaro, se devo aspettare che l'antivirus di windows mi si carichi per lavorare, è tempo che l'azienda perde -
            denaro che l'azienda perde. E te ne posso citare altri. Mi dirai, chissene, tanto pagano i clienti... mah... non mi risulta che il mio capo ne pensi la stessa cosa, cmq....Ribatterai: chi non c'è abituato deve imparare ad usare un nuovo sistema operativo.Ti rispondo: vero, altrettanto deve fare quando metti un pc nuovo con una nuova versione di windows. Solo che lo fai non eseguendo la sostituzione dell'hardware...Mi puoi obiettare: ma il mio programma gira solo con windows.Ti rispondo: ecco dov'è il problema che tenta di risolvere wine!Nota: adesso scrivo da Windows, tramite FireFox3 (la release candidate era disponibile già da tempo e l'avevo provata su ubuntu)
          • MeMedesimo scrive:
            Re: Io faccio fatica a capire...
            - Scritto da: Max
            Appunto... il c***o è il mio che ho la
            resonsabilità di una azienda, mica il tuo che
            giochi a installarti
            linux.

            Tutti i costi di TUTTE le aziende sono scaricati
            sui prezzi ai clienti. Ora se hai tempo da
            perdere fatti il calcolo dell'incidenza su base
            annua di 100 euro per licenze software rispetto
            a 40.000 euro di affitto, 100.000 euro di costo
            del personale, 12.000 euro di
            utenze.

            Basta giocare, andate a lavorare !se sei davvero responsabile useresti un SO serio. Windows server per i giochi suvvia lo sappiamo tutti. Tu lo usi in azienda? e ti ritieni professionale? mah...
          • MeMedesimo scrive:
            Re: Io faccio fatica a capire...
            perché usi un finto nickname?????????????-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 14.26-----------------------------------------------------------
          • Xilitolo scrive:
            Re: Io faccio fatica a capire...
            - Scritto da: Max
            Appunto... il c***o è il mio che ho la
            resonsabilità di una azienda, mica il tuo che
            giochi a installarti
            linux.

            Tutti i costi di TUTTE le aziende sono scaricati
            sui prezzi ai clienti. Ora se hai tempo da
            perdere fatti il calcolo dell'incidenza su base
            annua di 100 euro per licenze software rispetto
            a 40.000 euro di affitto, 100.000 euro di costo
            del personale, 12.000 euro di
            utenze.

            Basta giocare, andate a lavorare !Dunque:-
            incidenza su base
            annua di 100 euro per licenze software- Quindi solo gli antivirus più il costo di ammortamento di Windows su max. 2 PC, oppure un PC con office e basta.A questo punto potresti installarti una distro Linux e con i 100 euro fare un regalo di natale al personale ( con 100000 euro 2 dipendenti in regola) che, gratificati, lavoreranno meglio.
        • Geek scrive:
          Re: Io faccio fatica a capire...
          - Scritto da: Max
          E cmq le licenze software sono beni strumentali
          per le aziende deducibili al 100%, quindi il
          costo reale è praticamente
          zero.Interessante.Quindi se vengo in Italia ed apro un'azienda posso comprare tutto il software che voglio e dedurlo al 100% dalle tasse?Che Bel Paese che avete... :-)
          • Max scrive:
            Re: Io faccio fatica a capire...
            - Scritto da: Geek
            - Scritto da: Max

            E cmq le licenze software sono beni strumentali

            per le aziende deducibili al 100%, quindi il

            costo reale è praticamente

            zero.

            Interessante.

            Quindi se vengo in Italia ed apro un'azienda
            posso comprare tutto il software che voglio e
            dedurlo al 100% dalle
            tasse?

            Che Bel Paese che avete... :-)Esatto. Basta che il software è utile al tuo business, tipo SO, Antivirus, software aziendali, ecc.. I giochi ad esempio non rientrano in questa categoria.
          • krane scrive:
            Re: Io faccio fatica a capire...
            - Scritto da: Max
            - Scritto da: Geek

            - Scritto da: Max


            E cmq le licenze software sono beni
            strumentali


            per le aziende deducibili al 100%, quindi il


            costo reale è praticamente


            zero.



            Interessante.



            Quindi se vengo in Italia ed apro un'azienda

            posso comprare tutto il software che voglio e

            dedurlo al 100% dalle

            tasse?



            Che Bel Paese che avete... :-)

            Esatto. Basta che il software è utile al tuo
            business, tipo SO, Antivirus, software aziendali,
            ecc.. I giochi ad esempio non rientrano in questa
            categoria.'Sti qua giocano al piccolo imprenditore e io con le tasse pago...
        • Kabibbo scrive:
          Re: Io faccio fatica a capire...
          - Scritto da: Max
          - Scritto da: Ricco in canna

          Supponiamo tu abbia un'azienda che fa bulloni. E

          supponiamo che in qusta azienda ci siano, tra le

          altre, dieci postazioni di impiegati che usano

          solo un gestionale in visual basic e la posta

          elettronica in

          IMAP.



          Supponiamo che provando per un paio di mesi il

          gestionale sotto wine tu ti accorga che continua

          a funzionare alla

          perfezione.



          Inoltre supponiamo che i pc siano un po' troppo

          vecchiotti per il

          Vista.



          Installi ubuntu, wine, il gestionale, gli

          configuri la posta. I Pc ti durano qualche altro

          anno, butti via 10 licenze antivirus e 10
          licenze

          office. Gli impiegati continuano a lavorare come

          prima.



          E' un caso tipico e, ti garantisco, richiesto.

          Ma piantatela !
          Questo è un punto di vista da ragazzino
          smanettone.
          Ed io che ho una azienda, invece di preoccuparmi
          del marketing, dei clienti, dei dipendenti, mi
          dovrei preoccupare di installare linux (senza
          alcun beneficio tangibile visto che, se và tutto
          bene faccio le stesse cose che facevo
          prima).
          E poi per cosa, le licenze le ho già pagate 5
          anni
          fà.

          E cmq le licenze software sono beni strumentali
          per le aziende deducibili al 100%, quindi il
          costo reale è praticamente
          zero.

          Mah !L'installazione di client linux, soprattutto nell'ambito del data entry, da un anno a questa parte è una richiesta sempre più frequente.Lavoro per una software house grossa con migliaia di industrie come clienti.
        • CCC scrive:
          Re: Io faccio fatica a capire...
          - Scritto da: Max
          - Scritto da: Ricco in canna

          Supponiamo tu abbia un'azienda che fa bulloni. E

          supponiamo che in qusta azienda ci siano, tra le

          altre, dieci postazioni di impiegati che usano

          solo un gestionale in visual basic e la posta

          elettronica in

          IMAP.



          Supponiamo che provando per un paio di mesi il

          gestionale sotto wine tu ti accorga che continua

          a funzionare alla

          perfezione.



          Inoltre supponiamo che i pc siano un po' troppo

          vecchiotti per il

          Vista.



          Installi ubuntu, wine, il gestionale, gli

          configuri la posta. I Pc ti durano qualche altro

          anno, butti via 10 licenze antivirus e 10
          licenze

          office. Gli impiegati continuano a lavorare come

          prima.



          E' un caso tipico e, ti garantisco, richiesto.

          Ma piantatela !
          Questo è un punto di vista da ragazzino
          smanettone.
          Ed io che ho una azienda, invece di preoccuparmi
          del marketing, dei clienti, dei dipendenti, mi
          dovrei preoccupare di installare linux (senza
          alcun beneficio tangibile visto che, se và tutto
          bene faccio le stesse cose che facevo
          prima).
          E poi per cosa, le licenze le ho già pagate 5
          anni
          fà.

          E cmq le licenze software sono beni strumentali
          per le aziende deducibili al 100%, quindi il
          costo reale è praticamente
          zero.

          Mah !adesso capisco perché le imprese italiane vanno di male in peggio: imprenditori incapaci, competenze scarse (salvo se si tratta di non pagare tasse e contributi), innovazione zero...
      • nome e cognome scrive:
        Re: Io faccio fatica a capire...

        E' un caso tipico e, ti garantisco, richiesto.Si certo, supponiamo anche di chiedere ad un ragazzino che legge punto informatico e scrive boiate sul forum di installare il gestionale sotto wine e di provarlo attentamente per due mesi (io ho da lavorare mica posso fare due volte l'inserimento degli ordini). Supponiamo di dargli 50 euro per il disturbo. Supponiamo che dopo aver migrato tutto a wine mi accorgo che il ragazzino si è dimenticato di provare la stampa delle bolle e mi accorgo che appena clicco su stampa la mia stampante ad aghi suona il de profundis e mentre cerco di capire cosa significa core dump squilla il telefono con un cliente incazzato perchè non ha ricevuto la fattura.Supponiamo di chiamare il ragazzino che è in vacanza a rimini, supponiamo quindi decido di chiamare il supporto di wine e supponiamo di scoprire che non esiste un supporto, anzi non esiste nemmeno un ufficio italiano ma devo lasciare un messaggio sul forum.Ora supponiamo di aver buttato via le licenze di windows e antivirus che mi sono costate si e no 4.000 euro... supponiamo che per reinstallare tutto daccapo mi tocchi chiamare una società vera che me ne costa 16.000... sempre supponendo. E' un caso tipico e ti garantisco frequente.
    • destroy italy scrive:
      Re: Io faccio fatica a capire...
      Semplice, wine non è fatto per essere utilizzato in azienda, ma in ambito privato e domensico.Nel mondo microsoft la pirateria è una manna dal cielo.Photoshop, office, e moltissimi altri prodotti del mondo M$ si sono difusi perché erano dei buoni prodotti e li potevi ottenere "gratis".Pensa anche a cos'ha fatto l'autodesk (quelli di autocad) con la prima versione. Inizialmente autocad era gratis, e l'hanno distribuita a tutti. Vista oggi sarebbe stata un'applicazione ridicola, ma all'epoca era un ottimo prodotto ed era gratis. Quindi tutti hanno iniziato ad usarlo, poi le successive versioni sono diventate a pagamento, ma ormai tutti sapevano usare quell programma e così tutt'oggi autocad è il programma cad di riferimento a livello mondiale.Office lo usano tutti a casa e quindi in azienda diventa indispensabile anche per fare una semplice lettera.Questo perché in azienda bisogna produrre e non si può perdere tempo a insegnare ai propri dipendenti un nuovo O.S.Con wine è possibile mettere un ponte tra windows e linux in modo da far passare a linux anche le persone comuni che di informatica non capiscono nulla, o persone che vogliono o che devono usare programmi che esistono solo nel mondo windows.Ecco a cosa serve wine.===========================================L'italia è un paese di ignoranti buoni solo a mettersi a 90 e abbassare i pantaloni: http://it.youtube.com/watch?v=rTt457Yxb50
      • smizzio scrive:
        Re: Io faccio fatica a capire...
        bella cmq la storiella dell'imprenditore che compra tutti i software originali.....!!!!ma a chi la racconti???io ne vedo tante di aziende per lavoro ed al massimo si comprano 2 office per 10 pc...!!!
        • destroy italy scrive:
          Re: Io faccio fatica a capire...
          - Scritto da: smizzio
          bella cmq la storiella dell'imprenditore che
          compra tutti i software
          originali.....!!!!E chi te l'ha raccontata?Io ho detto che poi il software originale viene comprato, non ho detto che TUTTI lo comprano.Hai presente il mercato del software? quella cosa con cui M$, Adobe, Autodesk e molti altri sono diventati dei colossi multimilionari? ecco, sono riusciti perché molti comprano i loro prodotti.
          ma a chi la racconti???io ne vedo tante di
          aziende per lavoro ed al massimo si comprano 2
          office per 10
          pc...!!!E chi se ne frega? Vai un po' a scuola e impara a leggere che è meglio, nelle aziende che vedi tu c'è molto software pirata evidentemente, e pensa un po' che cosa ho detto io nel mio commento precedente... ho parlato di software "gratis" riferendomi appunto ai programmi piratati.Sveglia!!Guarda che è gia pomeriggio inoltrato===========================================L'italia è un paese di ignoranti buoni solo a mettersi a 90 e abbassare i pantaloni: http://it.youtube.com/watch?v=rTt457Yxb50
  • il gelato che uccide scrive:
    Accidenti ...
    Lo ammetto Wine nuovo mi ha lasciato un po`spiazzato.Non è proprio Windows (provate a metterci FSX ;) ) però l'altro giorno con l'ultima RC ho fatto qualche prova e continuavo a non credere a quello che vedevo.È come disporre di una "nuova" versione di Windows, molto vicina alle features di Win2000, con tutti i Bug e le idiosincrasie del caso.Ho messo il disco di Quake 4 per windows ( non per linux ).Installazione liscia come l'olio, anche DirectX 9, ridimensionamento dello schermo tipico ( su X :| ),e partenza ...Accidenti funziona sul serio e senza rallentare !Audio perfetto, grafica (NVIDIA con drivers proprietari) perfetta.Ho messo alcuni software, uno durante l'installazione mi ha detto se volevo collegarmi al sito e mi ha lanciato MSIE.MSIE ?!?È apparsa una finestra bianca con una domanda : "Vuoi scaricare il motore Geko ? Si ..... me lo ha scaricato da internet e partito con pagina originale dell'Help in linea, in un attimo ! Guardo la tavola dei processi incredulo e vedo un processo di nome C:iexplore.exe .... poi vedo cose tipo il substrato di adattamento dei device drivers, girare li come servizio.Con Kubuntu, installando una applicazione è gestita l'integrazione, cioè sia il System Tray che il desktop ( con tanto di link sul desktop ) e nel menu, appare il classico bicchiere di vino ( di wine )dove cliccando ci sono i menu di start di window.Al di la dell'incredibile lavoro dovuto in buona parte a quei "pazzi" di reactos, ha ragione Giancipoli, una cosa di questo genere apre veramente la porta ad un mondo nuovo.Ora ( e se non proprio ora, tra un po`) seriamente, non occorre/rà più Windows per eseguire il sofrware che trovate sugli scaffali del supermarket e questo è un passo assolutamente formidabile.PS : Chi fosse interessato a provarlo, giusto per farsi una idea, ed usa debian/ubuntu, può andare qui :http://www.winehq.org/site/download e seguire le istruzioni indicate. Il programma si installa e si inserisce tra gli aggiornamenti, così che quando richiedete un update, se è disponibile una nuova versione questa è automaticamente installata ( senza aspettare la release successiva dell'OS).Ossequi. 8)
    • Guybrush scrive:
      Re: Accidenti ...
      Tutto bello, sbrilluccicoso e meraviglioso... ma la presenza di Wine per Windows mi ha lasciato perplesso.A che serve?GT
  • bash scrive:
    il secondo chiodo della bara di M$
    E dopo FF3 arriva Wine1.Manca solo OOo3 e poi invece di windows7 uscira' windows six feet under.
    • kattle87 scrive:
      Re: il secondo chiodo della bara di M$
      Sono perfettamente daccordo con te; anzi, è il terzo: Ubuntu, Firefox, Wine e OOo 3 saranno i primi quattro, ma...Hai presente quanti chiodi ci vogliono per una cassa di una persona normale?Ecco, immagina un po' te quanti ce ne vogliono per una compagnia di dimensioni della M$. :(
      • MAH scrive:
        Re: il secondo chiodo della bara di M$
        Si' ma dovete anche vederegli eventi che tolgono i chiodi dalla bara.Il megabug di debian toglie un chiodo.Kde4 toglie un chiodo.Ubuntu Hardy toglie un chiodo.L'acquisto di virtualbox mysql qt da partedi multinazionali toglie un chiodo.La bara di microsoft è piu' aperta che mai.
        • kattle87 scrive:
          Re: il secondo chiodo della bara di M$
          perchè Ubuntu Hardy toglie un chiodo?
          • MAH scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            Per l'inclusione di un browser beta in una release finale.Secondo me Ballmer è morto dalle risate.Magari la 8.04.1 (esce?) farà piu' bella figura,ma io punterei su OpenSuse 11
          • emboss scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            questa tua argomentazione è patetica. punto
          • krane scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: emboss
            questa tua argomentazione è patetica. puntoTanto piu' se letta da qualcuno che la 8 la usa da anche prima che uscisse, quando in teoria era "instabile".
          • dont feed the troll scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: emboss

            questa tua argomentazione è patetica. punto

            Tanto piu' se letta da qualcuno che la 8 la usa
            da anche prima che uscisse, quando in teoria era
            "instabile".a dirla tutta io uso anche kde4 noto per essere instabile e mi va una spada
          • nome scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            passate a debian...
          • Guybrush scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: nome
            passate a debian...Dipende dal sistema hardware su cui mettete linux.Su alcune macchine Ubuntu non vuol proprio saperne di avviarsi manco da CD, su altre e' Debian a dare forfait (anche se tra Deb e Ubu le differenze sono minime) e su altre e la SuSe che ti manda aff......provatene piu' d'una e decidete quale distro fa per voi.// le differenze.GT
          • Ricco in canna scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: MAH
            Per l'inclusione di un browser beta in una
            release
            finale.Beta (cioè incompleto), ma ciò nonostato giudicato sufficientemente stabile o comunque più stabile e efficiente della versione 2.0
            Secondo me Ballmer è morto dalle risate.Ballmer? Quello che rilascia software instabili (ma non in beta)?
            Magari la 8.04.1 (esce?) farà piu' bella figura,
            ma io punterei su OpenSuse 11te l'hanno già detto qualcuno che tutti i pacchetti di ubuntu si aggiornano ogni giorno automaticamente?Questa settimana FF3.0 si installerà da sè senza aspettare patch, nuove versioni, annunci ufficiali o altre minchiate.Vai a installare il service pack 3 e l'hotfix 37512/c (WGA permettenodo) e poi torna ad auspicare una Ubuntu 8.04.1 (Solo chi non sa cosa siano le prime due cifre può permettersi di aggiungere un 1 come terza...)
          • MAH scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: Ricco in canna
            torna ad
            auspicare una Ubuntu 8.04.1 (Solo chi non sa cosa
            siano le prime due cifre può permettersi di
            aggiungere un 1 come
            terza...)Tu dici?https://wiki.ubuntu.com/HardyReleaseSchedule
          • MAH scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: MAH
            - Scritto da: Ricco in canna

            torna ad

            auspicare una Ubuntu 8.04.1 (Solo chi non sa
            cosa

            siano le prime due cifre può permettersi di

            aggiungere un 1 come

            terza...)

            Tu dici?
            https://wiki.ubuntu.com/HardyReleaseScheduleIo dico
          • iRoby scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            Scusa ma che ce ne frega a noi se c'è Firefox3 se:bastano due comandi per tornare al 2,il 3 finale è uscito oggi e quindi non è più in Release Candidate.
          • logan scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$

            Per l'inclusione di un browser beta in una
            release finale.In effetti pure a me ha fatto strano, pero' effettivamente non mi ha mai dato problemi! Forse non potendo aspettare il rilascio di FF3 finale, dato che hanno scadenze ogni 6 mesi, hanno visto che era abbastanza stabile.Sta di fatto che l'ho sostituito ieri sera con la 3 finale.
            Magari la 8.04.1 (esce?) farà piu' bella figuraPerchè dovrebbe uscire la v8.04.1? Ormai Aprile e' passato :DCasomai la v8.06 :D(Ricordo che le versioni in Ubuntu si contano in anno + mese di uscita.. la 8.04 e' uscita ad Aprile 2008, la 7.10 a ottobre 2007, ecc.. mentre le iniziali del doppio nome, a partire dal 2006, sono sequenziali e in ordine alfabetico ed identificano la release.. DD,EE,FF,GG,HH = la attuale Hardy Heron, e la prossima II = Intrepid Ibex)
          • MAH scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            Vedi la risposta data a Ricco in Canna.La necessità principale credo sia appunto quelladi nascondere il fatto che abbiano messo firefox beta;)Come altri hanno detto,gli update si installano senza problemie quindi in teoria non servirebbe
          • gino scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            vorrei far notare che oltre al fatto di essere comunque migliore del 2 anche se in beta da ieri non è più così!!!ubuntu 8.04 ha di DEFAULT FIREFOX 3 STABLE!
          • iRoby scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            La tua è una bugia, perché il Firefox della Ubuntu Hardy non è in beta. È una Release Candidate.Quante porcherie ha venduto a te Ballmer spacciate per finali ed invece erano delle beta?E tu babbalone gli hai fatto pure da beta tester a pagamento... (rotfl)
          • Fabrizio scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: iRoby
            La tua è una bugia, perché il Firefox della
            Ubuntu Hardy non è in beta. È una Release
            Candidate.

            Quante porcherie ha venduto a te Ballmer
            spacciate per finali ed invece erano delle
            beta?
            E tu babbalone gli hai fatto pure da beta tester
            a pagamento...
            (rotfl)ha ragione lui invece era la beta 5
          • Fabrizio scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: MAH
            Per l'inclusione di un browser beta in una
            release
            finale.

            Secondo me Ballmer è morto dalle risate.

            Magari la 8.04.1 (esce?) farà piu' bella figura,
            ma io punterei su OpenSuse 11tu in una versione long time support avresti messo Firefox 2.0? Per quanto sarà supportato? 1 anno 2 anni?Firefox 3.0 beta 5 era già molto meglio di Internet explorer, la 8.04.1 esce a giorni ma firefox 3 è già presente nei repository proposed
          • Nifft scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: MAH
            Per l'inclusione di un browser beta in una
            release
            finale.

            Secondo me Ballmer è morto dalle risate.

            Magari la 8.04.1 (esce?) farà piu' bella figura,
            ma io punterei su OpenSuse 11Firefox si è aggiornato automaticamente alla 3.0 prorio qualche giorno fa...direi che qui arriva una manciata di chiodi, anche per la figuraccia.
          • tux scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            e l'inclusione di un browser beta in una release alpha?vista docet?
        • Simon the Sorcerer scrive:
          Re: il secondo chiodo della bara di M$
          - Scritto da: MAH
          Si' ma dovete anche vedere
          gli eventi che tolgono i chiodi dalla bara.

          Il megabug di debian toglie un chiodo.Non di solo Debian vive il pinguino...
          Kde4 toglie un chiodo.L'ho compilato per la mia slackware e funziona alla perfezione, uniche cose che mi fanno tenere su il 3.5.9 sono amarok e k3b.
          Ubuntu Hardy toglie un chiodo.Nonostante lo consideri un sistema instabile e inutilmente pesante (nonostante sia perfetto per gli utenti ex winzozzari), a costo di essere ripetitivo e citazionista:Non di solo Ubuntu vive il pinguino...
          L'acquisto di virtualbox mysql qt da parte
          di multinazionali toglie un chiodo.Partiamo dal presupposto che le multinazionali in questione, sun e nokia, hanno aquistato le aziende sviluppatrici e non i progetti, i quali essendo rilasciati con licenza opensource potrebbero essere forkati da chiunque; comunque guardiamo le aziende:- Sun Microsystem il più grande contributor del movimento opensource, grazie alle innumerevoli righe di codice rilaciato alla comunità ed unica azienda ad aver rilasciato i disegni e i progetti di un processore l'OpenSPARC sotto una licenza analoga a quelle del free software.- Nokia il più grande produttore di cellulari e finanziatore delle università scandinave, che ha acquistato Trolltech per poter usufruire del sistema Qtopia in opposizione a Android di google e Windows Mobile di Microsoft; e che ha annunciato che lo sviluppo delle Qt andrà avanti in double-licensing come in precedenza.
          La bara di microsoft è piu' aperta che mai.E il becchino disse: "volevo giocarmi la bara ma non mi riusci di barare".
          • Griswald Goodsoup scrive:
            Re: il secondo chiodo della bara di M$
            - Scritto da: Simon the Sorcerer

            E il becchino disse: "volevo giocarmi la bara ma
            non mi riusci di
            barare"."Mi fai morire, Mort" :D
        • pippo75 scrive:
          Re: il secondo chiodo della bara di M$

          Kde4 toglie un chiodo.KDE4 toglie un chiodo, col cavolo, ho provato la 4Live, quello ti toglie Scatola dei chiodi e Martello direttamente.
        • Sgabbio scrive:
          Re: il secondo chiodo della bara di M$
          - Scritto da: MAH
          Il megabug di debian toglie un chiodo.Corretto in 2 Ore, quindi il chiodo non si leva.
          Kde4 toglie un chiodo.La 4, non fu messa da moltissime distrio, per varie ragioni, ovvero di non avere fretta di adottare la nuovaresione. Non ha caso è uscita la 4.1 che sistemavava i problemi. :D Il chiodo rimane.
          Ubuntu Hardy toglie un chiodo.Falso, Il chiodo rimane, soprattutto se si considera che viene aggiornato di frequente.
          L'acquisto di virtualbox mysql qt da parte
          di multinazionali toglie un chiodo.Virtualbox e MySql, sono di Sun adesso, che non mi risulta che abbia disdegnato Open soucrce, sai....hanno fatto partire Open office, hanno aperto il Java...ecc ecc...La Nokia si è comprata la Trolltech, ma le QT sono ancora libere come lo sono ancora Mysql e Virtual box. Il chiodo rimane.
          La bara di microsoft è piu' aperta che mai.Devono metterci la lastra di alluminio...
    • giachi11 scrive:
      Re: il secondo chiodo della bara di M$
      Poi c'e' il chiodo mezzo infilato di Reactos ;-) !
  • Alby scrive:
    Office 2007
    MI basterebbe poter far partire Office 2007 su Mac OS X...ma non mi pare si possa ancora!
    • Fabry scrive:
      Re: Office 2007
      Se guardi nel forum dedicato sul sito di crossover 7 ci sono delle indicazioni per superare i più comuni problemi di installazione, Word funziona con la limitazione di non poter inserire immagini, le altre apps non le ho ancora controllate
    • remix_tj scrive:
      Re: Office 2007
      usa office for mac 2008 no?
    • Funz scrive:
      Re: Office 2007
      - Scritto da: Alby
      MI basterebbe poter far partire Office 2007 su
      Mac OS
      X...Bravo, così poi rompi le scatole a tutti con i tuoi cacchio di .docxtieniti l'office vecchio, o installati openoffice, che se proprio dobbiamo cambiare formato almeno sia con qualcosa di libero.
    • Funz scrive:
      Re: Office 2007
      - Scritto da: Alby
      MI basterebbe poter far partire Office 2007 su
      Mac OS
      X...Bravo, così poi rompi le scatole a tutti con i tuoi cacchio di .docxtieniti l'office vecchio, o installati openoffice, che se proprio dobbiamo cambiare formato almeno sia con qualcosa di libero.
    • alexjenn scrive:
      Re: Office 2007
      A quale pro far partire Office 2007 su Mac OS X, quando già esiste Office 2008 Mac?Esiste anche iWork che costa quasi 500 euro in meno.Esiste anche NeoOffice che è gratuito.
      • next scrive:
        Re: Office 2007
        ....A quale pro fare partire un applicazione da 300€ quando puoi usare gratuitamente openOffice?
  • the net man scrive:
    e .net
    e tutti gli applicativi .Net ?? Provateci voi a installare Mono per Windows over Wine :)
    • Alex scrive:
      Re: e .net
      - Scritto da: the net man
      e tutti gli applicativi .Net ?? Provateci voi a
      installare Mono per Windows over Wine
      :)Mele Vs Cipolle, .net è un framework come java, diverso runtime, diverse librerie, mono fa girare applicazioni win32.
    • ciko scrive:
      Re: e .net
      al massimo, il framework .net di microsoft...che vantaggio ho ad usare mono per windows, quando esiste la versione nativa per linux???
    • gino scrive:
      Re: e .net
      la 1.2 ha in programma anche .net(che a quanto ne so sarà un semplice wrappare al mono nativo)
  • IloveApple scrive:
    Wine vs crossover
    Purtroppo Wine è gratuito mentre CrossOver è a pagamento... E' vero, è detto nell'articolo, ma sarebbe meglio metterlo più in evidenza. Da utente mac invidio molto gli sviluppi "free" che sono stati fatti negli anni per la piattaforma Linux. E Wine è proprio un bel programma. Complimenti agli sviluppatori!
    • sylvaticus scrive:
      Re: Wine vs crossover
      PEr linux (ma non so per mac) c'è wine-doors che semplifica l'utilizzo di wine alla crossover..
  • the_poet scrive:
    Non homai capito queste sterili diatribe
    Sono da sempre un utente Windows che ha da poco scoperto Ubuntu. Questa distribuzione mi piace parecchio, ma ho deciso di utilizzare entrambi i SO, facendo quindi leva sulle rispettive differenze. E' chiaro che non il 100% di ciò che fai con uno dei due puoi farlo con l'altro. Per cui, a mio avviso, la soluzione è quella di sfruttare ciascuno dei due per le proprie peculiarità. Penso proprio che l'utente tragga molto più vantaggio da un ragionamento di questo tipo che da un'ostinata battaglia e difesa ad ogni costo della "superiorità" del proprio SO!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 01.14-----------------------------------------------------------
    • krane scrive:
      Re: Non homai capito queste sterili diatribe
      - Scritto da: the_poet
      Sono da sempre un utente Windows che ha da poco
      scoperto Ubuntu. Questa distribuzione mi piace
      parecchio, ma ho deciso di utilizzare entrambi i
      SO, facendo quindi leva sulle rispettive
      differenze. E' chiaro che non il 100% di ciò che
      fai con uno dei due puoi farlo con l'altro. Per
      cui, a mio avviso, la soluzione è quella di
      sfruttare ciascuno dei due per le proprie
      peculiarità. Penso proprio che l'utente tragga
      molto più vantaggio da un ragionamento di questo
      tipo che da un'ostinata battaglia e difesa ad
      ogni costo della "superiorità" del proprio
      SO!Ma vuoi mettere il tifo da stadio ?E' l'equivalente nerd di andare alla partita :D ;) :| ;)
      • the_poet scrive:
        Re: Non homai capito queste sterili diatribe
        - Scritto da: krane
        E' l'equivalente nerd di andare alla partita :D
        ;) :|
        ;)Forte!! Ahah :D
      • pinco pallino scrive:
        Re: Non homai capito queste sterili diatribe
        - Scritto da: krane[CUT]
        Ma vuoi mettere il tifo da stadio ?
        E' l'equivalente nerd di andare alla partita :D
        ;) :|
        ;)Già, ma soprattutto senza alcun danno per i partecipanti!Questo è il vero futuro.
      • Ahahahahaha scrive:
        Re: Non homai capito queste sterili diatribe
        - Scritto da: krane
        ......

        Ma vuoi mettere il tifo da stadio ?
        E' l'equivalente nerd di andare alla partita :D
        ;) :|
        ;)Ehehehehehehe... SISISISISISISISI!! Quoto al 100%( un po' come PC Vs Mac ) !!!
    • 0verture scrive:
      Re: Non homai capito queste sterili diatribe
      Penso proprio che l'utente tragga
      molto più vantaggio da un ragionamento di questo
      tipo che da un'ostinata battaglia e difesa ad
      ogni costo della "superiorità" del proprio
      SO!Giusto ma cerca di capire certi poveretti. Sono degli sfigati senza niente per cui vivere, si realizzano in queste minchiosissime diatribe da bar sport, spesso senza neanche sapere e/o sforzarsi di capire veramente di cosa parlano.La loro esistenza è limitata a poche idiozie, elevate a Certezza Divina.Ci sono i fanatici per un computer/os così come ci sono quelli per i gruppi musicali.Dal primo attimo in cui si svegliano a quando vanno a nanna sono totalmente polarizzati in un senso, altrimenti non saprebbero come riempire il nulla che caratterizza la loro vita.Di questi personaggi non c'è niente da capire, al limite qualcosa per provare pena ma alla lunga neanche quello.Vanno lasciati pascolare per conto loro, sarà il tempo, saranno gli eventi, unici ed imparziali, a stabilire se hanno avuto ragione o meno.
      • the_poet scrive:
        Re: Non homai capito queste sterili diatribe
        Fino a quando ci si scambia delle opinioni o, se vogliamo, ci si lascia anche andare a qualche calorosa discussione sull'argomento, tifando per l'uno o per l'altro SO, lo posso comprendere! Ma il problema, a mio avviso, sorge quando ci si convince psicologicamente che il proprio è il migliore in assoluto e il resto è da buttare! Diventa poi un vero e proprio fondamentalismo religioso.
        • IloveApple scrive:
          Re: Non homai capito queste sterili diatribe
          Concordo con la tua analisi, e visto che qui si parla di software, è pure azzeccata. Ma il fondamentalismo per i vari OS deriva anche, almeno per me, dalla consapevolezza che molta gente usa il computer sbagliato per le proprie capacità/esigenze. Ho personalmente provato buona parte dei sistemi esistenti, da Unix a Windows a Linux fino ad approdare a OS X. OS X non è IL sistema perfetto (nessun sistema lo è) pur essendo comunque eccezionale, ma è MOLTO adatto a chi fa un uso disinvolto e "home" del computer. Ovvio, OS X va bene anche in ambito professionale, ma in ambito domestico riduce di molto quella manutenzione consapevole che dovrebbe essere degli utenti Windows. In particolare penso ad antivirus, anti-malware, defrag, ecc. Lo dico perchè mi confronto con questo tutti i giorni, e quando mi chiedono un consiglio su che computer comprare, dico "un mac" perchè so che alla lunga mi ringrazieranno. In questo, sono contento di essere un fondamentalista :-)
          • 0verture scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            A parte il fatto che nessuno sa esattamente cosa serve ad un altro (mentre qua con linux, si pretende l'esatto contrario) il grosso del problema sta nella mala informazione che si diffonde pur di far guadagnare utenti al pinguino.Dire che linux è invulnerabile ai virus è concettualmente sbagliato (e chi avesse dei dubbi a proposito si legga qualche post sopra la questione su /home e /media) soprattutto quando l'esempio è rivolto ai virus scritti per windows (xp tra l'altro, quindi mi verrebbe da dire che il 3.11 è invulnerabile quanto linux) eppure lo fanno tutti.Altri vanno in giro a dire che linux può fare tutto poi appena un professionista si affacia e cerca il programma professionale che gli serve, o usa il clone di qualcosa o deve sperare in wine ma a quel punto rinuncia perchè è ridicolo levare windows per continuare ad usare i suoi programmi con un clone (quanto compatibile ?) dello stesso windows.Questi comportamenti vengono dettati dal fanatismo non da un presa di coscienza ragionata ed infatti i risultati sulla diffusione del sistema si vedono.Nel 2008 dovremmo avere le software house che sviluppano nativamente su linux, non fare festa perchè si pensa di aver completato una specie di emulatore. Dovremmo avere i produttori di computer che vendono linux preinstallato poi basta leggere le parole di Acer su HWU rispetto l' Aspire One per capire che vedono linux come un giocattolo da chiudere a fare cazzate (tanto è vero che il modello "potente" lo forniranno con xp invece di un limpus qualsiasi)
          • krane scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: 0verture
            A parte il fatto che nessuno sa esattamente cosa
            serve ad un altro
            il grosso del problema sta nella mala
            informazione
            Dire che linux è invulnerabile ai virus è
            concettualmente sbagliato
            Altri vanno in giro a dire che linux può fare
            tutto Ma che siti frequenti ???Forse quel branco di troll che gira su PI ???
          • 0verture scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            Queste cose le ho lette molto tempo prima di venire su PI, qui non si inventa niente al massimo si ribadiscono gli stessi errori.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 14.19-----------------------------------------------------------
      • okram69 scrive:
        Re: Non homai capito queste sterili diatribe
        Non è che tra questi sfigati che cercano di dare un senso alla propria vita ...ecc ecc non ci sia proprio tu?Magari con dei post off-topic infarciti di veleno e astio per chi si appassiona a cose differenti da quelle che piacciono a te?Citando il grande Troisi: "...esci! tocca le femmine! va a rubare!..." (va letto in dialetto napoletano, ovviamente)
        • 0verture scrive:
          Re: Non homai capito queste sterili diatribe
          Sento odor di coda di paglia bruciata...
          • krane scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: 0verture
            Sento odor di coda di paglia bruciata...Ti puzza il cul0 ?
    • ruppolo scrive:
      Re: Non homai capito queste sterili diatribe
      - Scritto da: the_poet
      Sono da sempre un utente Windows che ha da poco
      scoperto Ubuntu. Questa distribuzione mi piace
      parecchio, ma ho deciso di utilizzare entrambi i
      SO, facendo quindi leva sulle rispettive
      differenze. E' chiaro che non il 100% di ciò che
      fai con uno dei due puoi farlo con l'altro. Per
      cui, a mio avviso, la soluzione è quella di
      sfruttare ciascuno dei due per le proprie
      peculiarità. Penso proprio che l'utente tragga
      molto più vantaggio da un ragionamento di questo
      tipo che da un'ostinata battaglia e difesa ad
      ogni costo della "superiorità" del proprio
      SO!Sai da cosa trae vantaggio l'utente? Da un UNICO sistema. Quindi non da Windows + Linux, ma da Mac OS X.
      • the_poet scrive:
        Re: Non homai capito queste sterili diatribe
        Beh, nella vita ho imparato che l'unione fa sempre la forza, in ogni caso. ;) Per forza di cose, usando due sistemi (o, per esempio, due software dello stesso tipo) di fatto hai accesso a tutte le funzioni che entrambi mettono a disposizione, specialmente quelle peculiari. Per adesso sono uno studente, ma quando ne avrò la possibilità, proverò anche il Mac. E' nella mia natura vedere, nella diversità delle cose, un vantaggio per la comunità e non un motivo di liti o "inimicizie" ;)
        • the_poet scrive:
          Re: Non homai capito queste sterili diatribe
          Rimango della mia opinione, la cooperazione non può far altro che bene. ;)
      • Infatti scrive:
        Re: Non homai capito queste sterili diatribe
        - Scritto da: ruppolo
        Sai da cosa trae vantaggio l'utente? Da un UNICO
        sistema. Quindi non da Windows + Linux, ma da Mac
        OS
        X.LOOL. Patetico! Ma perchè gli utenti Mac devono sempre andare in giro ad evangelizzare gli altri?? Dipenderà dalle esigenze di uno cosa usare!!
        • ruppolo scrive:
          Re: Non homai capito queste sterili diatribe
          - Scritto da: Infatti
          LOOL. Patetico! Ma perchè gli utenti Mac devono
          sempre andare in giro ad evangelizzare gli
          altri?? Dipenderà dalle esigenze di uno cosa
          usare!!Certamente.A parte il fatto che a me non interessa minimamente cosa uno utilizzi (io penso per me) mi sono limitato a dire che si trae vantaggio da UN sistema che fornisce tutto ciò di cui si ha bisogno piuttosto di ENNE sistemi. Questione di razionalità.Quindi ogni volta che sento dire (e lo sento dire spesso) che l'uso di Linux e Windows insieme fornisce una certa completezza, io ricordo che esiste un sistema, che si chiama Macintosh, che questa completezza la fornisce in un unico sistema, con ovvi vantaggi pratici ed economici.Ah, e aggiungo che non tengo nemmeno in conto che il Mac può far girare in modo nativo tanto Windows che Linux.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 14.54-----------------------------------------------------------
          • the_poet scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            Ma su Mac comunque la disponibilità di software è molto limitata rispetto a Windows. E questo è un punto di forza di Win! Linux e Mac hanno sicuramente altri punti di forza PECULIARI e sono questi che, a mio avviso, vanno sfruttati!
          • the_poet scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            Quando dico che su Windows si ha una grande abbondanza di software, mi riferisco, più che a casi di utenti con esigenze particolari, all'ampia scelta che si ha in ogni tipologia di applicativi. Suite per ufficio, programmi di grafica, utilità varie, solo per elencare le prime tre venutemi in mente. E' innegabile che, in ciascuna categoria di software, in Windows (e solo in Windows) si ha l'imbarazzo della scelta su quale applicativo utilizzare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 18.59-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: the_poet
            Quando dico che su Windows si ha una grande
            abbondanza di software, mi riferisco, più che a
            casi di utenti con esigenze particolari,
            all'ampia scelta che si ha in ogni tipologia di
            applicativi. Suite per ufficio, programmi di
            grafica, utilità varie, solo per elencare le
            prime tre venutemi in mente. E' innegabile che,
            in ciascuna categoria di software, in Windows (e
            solo in Windows) si ha l'imbarazzo della scelta
            su quale applicativo
            utilizzare.Ah, potevi dirlo subito.Ti dirò che avere così tanta scelta è come non avere nessuna scelta. Quanto tempo ci vuole per valutare decine se non centinaia di programmi che fanno la stessa cosa?Ah certo, basta leggere un articolo inerente e scegliere il prodotto giudicato migliore... ma allora siamo punto accapo, hanno scelto altri, non tu.Poi, scusa, non venirmi a parlare di scelta sulle suite per ufficio... in Windows esiste da almeno 10 anni una sola suite, Microsoft Office. Non ho mai visto in vita mia arrivare un testo dal mondo Windows diverso da un .doc... alla faccia della scelta!
          • the_poet scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            Se hai bisogno di un prodotto che abbia una certa caratteristica particolare che ti servirebbe e che gli altri (anche i più "gettonati") della stessa categoria non hanno, vai su google, cerchi la caratteristica desiderata e trovi ciò che ti serve. Non so te, ma da quando uso internet, con Windows sono abituato così ;)
          • Infatti scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: ruppolo
            Ah, e aggiungo che non tengo nemmeno in conto che
            il Mac può far girare in modo nativo tanto
            Windows che
            Linux.E chi se ne frega!! Se io faccio il sistemista in mezzo a migliaia di client Xp e centinaia di server Linux, cosa me ne faccio del Mac!! Magari ho windows e in virtuale o dual boot Linux (o viceversa, forse meglio Linux e win in virtuale).Se sono un ragazzetto che si diletta a giocare, mi prendo un cassone del supermercato in offerta a 400€ con Win già sopra e se voglio provare altro, mi metto in dual boot una Linux, che è gratuita e non devo comprarmi un iMac da 1400€!!Tu dici che pensi per te, ma intanto dici: "L'utente trae vantaggio dal Mac" Forse TU trai vantaggio dal Mac.La realtà è diversa: nella maggior parte delle aziende (che non siano grafica o video editing) i Sistemi che si usano sono Win e Linux (soprattutto server), quindi IO traggo vantaggio dall'utilizzo di questi due OS, di usare MAC non me ne può fregà de meno!! (Con questo non sto assolutamente mettendo in dubbio la qualita di OS X)
          • ruppolo scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: Infatti
            E chi se ne frega!! Se io faccio il sistemistaIl mio non era certo un discorso diretto ai sistemisti... se io faccio il sistemista su IBM iSeries o i5 cosa mi frega dei PC o dei Mac?Ma qui noi stiamo parlando di gente comune.
            Se sono un ragazzetto che si diletta a giocare,
            mi prendo un cassone del supermercatoo un Mac usato...
            Tu dici che pensi per te, ma intanto dici:
            "L'utente trae vantaggio dal Mac" Forse TU trai
            vantaggio dal
            Mac.Chiunque ne può trarre vantaggio. Soprattutto chi accede a Internet. E chi è che oggi non accede a Internet?
            La realtà è diversa: nella maggior parte delle
            aziende (che non siano grafica o video editing) i
            Sistemi che si usano sono Win e Linux
            (soprattutto server), quindi IO traggo vantaggio
            dall'utilizzo di questi due OS, di usare MAC non
            me ne può fregà de meno!! (Con questo non sto
            assolutamente mettendo in dubbio la qualita di OS
            X)Io traggo vantaggio dal sistema che uso io, non da quello che usano gli altri. Certo, se mi pagano per sistemare quegli degli altri, allora più gli altri vanno male e più soldi guadagno.Tu sei sistemista Windows?
          • Infatti scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Infatti

            E chi se ne frega!! Se io faccio il sistemista
            Il mio non era certo un discorso diretto ai
            sistemisti... se io faccio il sistemista su IBM
            iSeries o i5 cosa mi frega dei PC o dei
            Mac?

            Ma qui noi stiamo parlando di gente comune.Tu hai parlato di "utente", ci sono diversi livelli di utente.

            Se sono un ragazzetto che si diletta a giocare,

            mi prendo un cassone del supermercato
            o un Mac usato...E perchè mai dovrei prendere una "macchina" usata, quando con una nuova (che fa tutto quello che mi seve e di più, in quanto devo giocarci) spendo meno? Perchè me lo dici tu che fai pubblicità a Apple?

            Tu dici che pensi per te, ma intanto dici:

            "L'utente trae vantaggio dal Mac" Forse TU trai

            vantaggio dal

            Mac.
            Chiunque ne può trarre vantaggio. Soprattutto chi
            accede a Internet. E chi è che oggi non accede a
            Internet?Questa non l'ho capita...fin'ora come si è fatto?? Metti un utente comune abituato a 10 anni di Xp davanti a un Mac....

            La realtà è diversa: nella maggior parte delle

            aziende (che non siano grafica o video editing)
            i

            Sistemi che si usano sono Win e Linux

            (soprattutto server), quindi IO traggo vantaggio

            dall'utilizzo di questi due OS, di usare MAC non

            me ne può fregà de meno!! (Con questo non sto

            assolutamente mettendo in dubbio la qualita di
            OS

            X)
            Io traggo vantaggio dal sistema che uso io, non
            da quello che usano gli altri.Bravo, anche gli altri traggono vantaggio dal Sistema che usano loro!
            Certo, se mi
            pagano per sistemare quegli degli altri, allora
            più gli altri vanno male e più soldi
            guadagno.
            Tu sei sistemista Windows?Putroppo si, ma io non è che riparo i Pc degli altri, io lavoro in un'azienda molto grande in cui l'OS principale è Xp e devo gestire client Xp (bada che sono uno dei tanti).Come utente a casa, uso Linux e anche Xp (per collegarmi al pC di lavoro quando ne ho necessità), mio papà come utente usa Linux, mio fratello che è semi professionista in fotografia e ritocco immagini, ha un iMac (e mi ha chiesto win in VirtualBox....), mia sorella che ha sempre usato Win, come utente continua ad usare Win.Lo capisci o no che il vantaggio dall'uso di un Sistema è del tutto soggettivo e peculilare all' esistenza stessa dell'utente??
          • ruppolo scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: Infatti
            Tu hai parlato di "utente", ci sono diversi
            livelli di
            utente.
            Un sistemista non è un utente, così come Murdoch non è un telespettatore.


            Se sono un ragazzetto che si diletta a
            giocare,


            mi prendo un cassone del supermercato

            o un Mac usato...

            E perchè mai dovrei prendere una "macchina"
            usata, quando con una nuova (che fa tutto quello
            che mi seve e di più, in quanto devo giocarci)
            spendo meno? Perchè me lo dici tu che fai
            pubblicità a
            Apple?Perché a parità di soldi un Mac usato è una macchina migliore di un pc cassone.Poi se lo scopo è giocare ai videogiochi, se sono il padre non glielo compro di sicuro.
            Questa non l'ho capita...fin'ora come si è
            fatto?? Metti un utente comune abituato a 10 anni
            di Xp davanti a un
            Mac....... e poi gli dici: "naviga dove ti pare e clicca pure tutto quello che vuoi, qui non si prendono virus o altro malware". Sono sicuro che si disabitua a Windows nel giro di qualche ora!
            Bravo, anche gli altri traggono vantaggio dal
            Sistema che usano
            loro!Certo, ma se gli occorrono 2 sistemi invece di 1, forse hanno qualche vantaggio di meno...
            Putroppo si, ma io non è che riparo i Pc degli
            altri, io lavoro in un'azienda molto grande in
            cui l'OS principale è Xp e devo gestire client Xp
            (bada che sono uno dei
            tanti).Il lavoro è lavoro, non sempre si possono scegliere modi, strumenti, tempi eccetera.
            Come utente a casa, uso Linux e anche Xp (per
            collegarmi al pC di lavoro quando ne ho
            necessità), mio papà come utente usa Linux, mio
            fratello che è semi professionista in fotografia
            e ritocco immagini, ha un iMac (e mi ha chiesto
            win in VirtualBox....), mia sorella che ha sempre
            usato Win, come utente continua ad usare
            Win.Beh siete ben assortiti... grazioso, ma poco razionale, se permetti.
            Lo capisci o no che il vantaggio dall'uso di un
            Sistema è del tutto soggettivo e peculilare all'
            esistenza stessa
            dell'utente??Certamente, ma se io con un sistema singolo faccio tutto quello che fai tu con 3 sistemi diversi (tu per dire uno a caso), allora, se permetti, sono avvantaggiato io.
          • Infatti scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: ruppolo
            Beh siete ben assortiti... grazioso, ma poco
            razionale, se
            permetti.Perchè??? Decidi tu cosa è razionale???? O dovrei decidere io che sistema devono usare mio fratello, mi sorella, mio padre.... No grazie, non sono come te, non voglio imporre il Sistema che uso io agli altri. Quando mi sono cambiato il Pc, ho passato il mio vecchio a mio padre e quindi gli ho messo Linux, che dovevo fare, spendere 1400€ per un iMac dicendogli "Eh, perchè per ruppolo ha detto che è più razionale"A mio fratello che voleva Mac per questioni fotografiche ed estetiche, dovevo dirgli "In casa nostra c'è Linux, quindi per rimanere razionali anche tu Linux" Bha....

            Lo capisci o no che il vantaggio dall'uso di un

            Sistema è del tutto soggettivo e peculilare all'

            esistenza stessa

            dell'utente??
            Certamente, ma se io con un sistema singolo
            faccio tutto quello che fai tu con 3 sistemi
            diversi (tu per dire uno a caso), allora, se
            permetti, sono avvantaggiato
            io.Ma anche io faccio con un sistema singolo quello che mi serve (tranne per il momento collegarmi al Pc di lavoro, comunque basterebbe wine) anche mio padre fa con Linux tutto quello che gli serve, anche mio fratello fa con Mac tutto quello che gli serve, anche mia sorella fa con Win tutto quello che le serve...Perchè mi dici "faccio tutto quello che fai tu con 3 sistemi"Io non uso 3 Sistemi.Io, mio padre, mio fratello, mia sorella siamo delle persone distinte (nel senso diverse)!!
          • ruppolo scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: Infatti

            Ma anche io faccio con un sistema singolo quello
            che mi serve (tranne per il momento collegarmi al
            Pc di lavoro, comunque basterebbe wine) anche mio
            padre fa con Linux tutto quello che gli serve,
            anche mio fratello fa con Mac tutto quello che
            gli serve, anche mia sorella fa con Win tutto
            quello che le
            serve...
            Perchè mi dici "faccio tutto quello che fai tu
            con 3
            sistemi"

            Io non uso 3 Sistemi.

            Io, mio padre, mio fratello, mia sorella siamo
            delle persone distinte (nel senso
            diverse)!!Bravi, voi fate quello "che serve". Io invece faccio quello che serve e quello che servirà. Non posso sapere cosa mi servirà, ma so che lo potrò fare perché ho un sistema (uno solo) che può fare tutto (nel senso che ci posso far girare i 3 sistemi operativi "personal"). Tuo padre, ad esempio, non può dire lo stesso: metti che più avanti decida di prendersi un iPhone. O si mette Windows o ciccia.In sostanza tu PUOI fare quello che ti serve, perché ciò che non puoi fare, non lo fai anche se serve o servirebbe.
          • Infatti scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: ruppolo
            Bravi, voi fate quello "che serve". Io invece
            faccio quello che serve e quello che servirà. Non
            posso sapere cosa mi servirà, ma so che lo potrò
            fare perché ho un sistema (uno solo) che può fare
            tutto (nel senso che ci posso far girare i 3
            sistemi operativi "personal"). Tuo padre, ad
            esempio, non può dire lo stesso: metti che più
            avanti decida di prendersi un iPhone. O si mette
            Windows o
            ciccia.E quindi?? A parte che non prenderà mai un iPhone, poi che vuol dire?? Metti che mio padre inizia a programmare in bash (assurdo per assurdo) o si prende Linux o ciccia!!Metti che si prende bene e vuole iniziare a contribuire allo sviluppo di gnome (fantascienza, come del resto mio padre che si compra l'iPhone), o si prende Linux o ciccia!BHa...
            In sostanza tu PUOI fare quello che ti serve,
            perché ciò che non puoi fare, non lo fai anche se
            serve o
            servirebbe.Ma cosa ?? Stai delirando!!!Qui stiamo esagerando: sembri il classico testimone di geova alla porta....guarda, è inutile che cerchi di convincermi, io sto bene così e al momento non ho altre necessità, tu sei necessiti di un Mac, usalo pure, nessuno te lo vieta, ma per piacere, basta a cercare (con scarso successo) di evangelizzare gli altri; ho capito il tuo punto di vista, ma per me non è così, ti è chiaro?
          • ruppolo scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: Infatti
            E quindi?? A parte che non prenderà mai un
            iPhone, poi che vuol dire??Cosa vuoi sapere tu se prenderà mai l'iPhone? magari per natale ce l'avete tutti e 4.Quello era solo un esempio, comunque. Cosa facciamo, l'elenco delle cose e poi rispondi "non mi serve, figurati," eccetera?
            Metti che mio padre
            inizia a programmare in bash (assurdo per
            assurdo) o si prende Linux o
            ciccia!!bash non mi pare un linguaggio di programmazione, ma a parte quello, dove sta il problema? Lui può, io posso. Mentre il contrario non è sempre vero. Io posso far girare OS X, Windows, Linux. Lui, tu e tua sorella, no. Tutto qui, niente di più, niente di meno.Ora puoi solo ribadire che il Mac costa di più. Certo, più di un cassone. Ma uguale ad un altro pc di pari qualità.
            Qui stiamo esagerando: sembri il classico
            testimone di geova alla porta....guarda, è
            inutile che cerchi di convincermi, io sto bene
            così e al momento non ho altre necessità, tu sei
            necessiti di un Mac, usalo pure, nessuno te lo
            vieta, ma per piacere, basta a cercare (con
            scarso successo) di evangelizzare gli altri; ho
            capito il tuo punto di vista, ma per me non è
            così, ti è
            chiaro?Limpido.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2008 10.51-----------------------------------------------------------
          • Infatti scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Infatti

            E quindi?? A parte che non prenderà mai un

            iPhone, poi che vuol dire??

            Cosa vuoi sapere tu se prenderà mai l'iPhone?
            magari per natale ce l'avete tutti e
            4.LOOOL. Forse perchè conosco mio padre?? Non ha nemmeno un cell!
            Quello era solo un esempio, comunque. Cosa
            facciamo, l'elenco delle cose e poi rispondi "non
            mi serve, figurati,"
            eccetera?Sei tu che cerchi di tirare fuori motivi per convincermi che il Mac soddisfa le necessità di tutti.

            Metti che mio padre

            inizia a programmare in bash (assurdo per

            assurdo) o si prende Linux o

            ciccia!!
            bash non mi pare un linguaggio di programmazione,
            ma a parte quello, dove sta il problema? Lui può,
            io posso. Mentre il contrario non è sempre vero.
            Io posso far girare OS X, Windows, Linux. Lui, tu
            e tua sorella, no. Tutto qui, niente di più,
            niente di
            meno.Quando l'ho detto pensavo a windows e comunque con bash cosa ci fai scusa? Non puoi scriverci programmi? Il creare script in bash come devo chiamarlo?
            Ora puoi solo ribadire che il Mac costa di più.
            Certo, più di un cassone. Ma uguale ad un altro
            pc di pari
            qualità.E chi se ne frega! Mio padre ci deve andare in internet, scrivere 4 mail e un paio di documenti doc!! Gli prendo un iMac da 1400€????? Ma fa te dove arriva il fanatismo....Ho già un Pc che posso passargli che è più che adatto per le sue esigenze.....e invece no, secondo ruppolo devo prendergli un iMac da 1400€ e devo ancora capire perchè!

            Qui stiamo esagerando: sembri il classico

            testimone di geova alla porta....guarda, è

            inutile che cerchi di convincermi, io sto bene

            così e al momento non ho altre necessità, tu sei

            necessiti di un Mac, usalo pure, nessuno te lo

            vieta, ma per piacere, basta a cercare (con

            scarso successo) di evangelizzare gli altri; ho

            capito il tuo punto di vista, ma per me non è

            così, ti è

            chiaro?
            Limpido.E perchè continui con la tua evengelizzazione??
          • ruppolo scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: Infatti
            E chi se ne frega! Mio padre ci deve andare in
            internet, scrivere 4 mail e un paio di documenti
            doc!! Gli prendo un iMac da 1400 ?????Io gli prenderei un MacBook da 999 euro, più pratico. Di certo non gli regalo/compro un cassone.E magari il Mac impara anche a gestirselo da solo, mentre un Linux dovrei gestirlo io. E siccome non abito più con i miei da parecchio tempo...
            E perchè continui con la tua evengelizzazione??E tu perché continui a rispondere?Se rispondi è perché vuoi parlarne. Del resto siamo in forum, non siamo qui per bere una birra (che con questo caldo... ah, a proposito, lo sai che noi testim... utenti Mac :D ci troviamo a cene e bevute? Una scusa come un'altra per stare in compagnia e divertirsi).
          • Infatti scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Infatti

            E chi se ne frega! Mio padre ci deve andare in

            internet, scrivere 4 mail e un paio di documenti

            doc!! Gli prendo un iMac da 1400€ ?????

            Io gli prenderei un MacBook da 999 euro, più
            pratico. Di certo non gli regalo/compro un
            cassone.Ma se è a costo zero!!! Ma hai un negozio Mac?? E comunque quel cassone fa il suo dovere da più di 6 anni ormai!!
            E magari il Mac impara anche a gestirselo da
            solo, mentre un Linux dovrei gestirlo io. E
            siccome non abito più con i miei da parecchio
            tempo...Anche Linux se lo gestisce da solo, io non gli faccio proprio nulla: gli ho dato un bel preinstallato e lui lo usa. Non hai molta esperienza in Linux, eh??

            E perchè continui con la tua evengelizzazione??
            E tu perché continui a rispondere?Volevo essere sicuro che tu avessi capito il mio punto di vista, a quanto capire, il tuo fanatismo ti oscura la mente per arrivare a dire certe baggianate (quello scritto sopra....e quello qui sotto)
            Se rispondi è perché vuoi parlarne. Del resto
            siamo in forum, non siamo qui per bere una birra
            (che con questo caldo... ah, a proposito, lo sai
            che noi testim... utenti Mac :D ci troviamo a
            cene e bevute? Una scusa come un'altra per stare
            in compagnia e
            divertirsi).LOOOOOL. Immagino che seratone: a farvi le pippe a vicenda perchè usate iPhone e iMac, credendo di essere superiori agli altri, quando in realtà, e questo lo sai anche tu, ad oggi il Mac in campo informatico è considerato poco o nulla.Io invece non esco mai, non mangio e non bevo....LOOLStai iniziando proprio a scadere con gli argomenti.Vabbè va, se proprio vuoi, regalami un MacBook, che lo formatto all'istante e gli metto su Debian: di OS X non saprei proprio che farmene!Dai va, ho capito che sei il tipo che vuole avere l'ultima battuta.... falla e facciamola finita.E' bello parlare con un muro.Ciao
          • ruppolo scrive:
            Re: Non homai capito queste sterili diatribe
            - Scritto da: Infatti
            CiaoCiao.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Non homai capito queste sterili diatribe
      Quoto, usare Windows affiancanto da una distro Linux, come Ubuntu è l'ideale per il momento. Sull' ormai logoroico dibattito tra fan Windows e fan Linux, bhe... che dire lasciamoli divertire questi ragazzini.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 12.15-----------------------------------------------------------
    • sxsxww scrive:
      Re: Non homai capito queste sterili diatribe

      E' chiaro che non il 100% di ciò che
      fai con uno dei due puoi farlo con l'altro. PerProva a spiegare cosa non riesci a fare con unoe con l'altro, magari non e' come credi...
    • MeMedesimo scrive:
      Re: Non homai capito queste sterili diatribe
      - Scritto da: the_poet
      Sono da sempre un utente Windows che ha da poco
      scoperto Ubuntu. Questa distribuzione mi piace
      parecchio, ma ho deciso di utilizzare entrambi i
      SO, facendo quindi leva sulle rispettive
      differenze. E' chiaro che non il 100% di ciò che
      fai con uno dei due puoi farlo con l'altro. Per
      cui, a mio avviso, la soluzione è quella di
      sfruttare ciascuno dei due per le proprie
      peculiarità. Penso proprio che l'utente tragga
      molto più vantaggio da un ragionamento di questo
      tipo che da un'ostinata battaglia e difesa ad
      ogni costo della "superiorità" del proprio
      SO!Quoto in pieno!
  • 0verture scrive:
    E mo auguratevi solo...
    Che microsoft non stia già preparando dei cambiamenti netti nelle sue api o dovranno passare altri 15 anni...
    • Pippolo scrive:
      Re: E mo auguratevi solo...
      Difficile che si verifichi ciò che hai scritto...quando la retrocompatibilità è stata sempre un punto su cui Microsoft ha sempre insistito...Al massimo ci vorranno altri anni di sviluppo per stare al passo con le aggiunte di MS.In ogni caso con tutta probabilità le software house cominceranno a rilasciare software multipiattaforma con sempre maggiore frequenza...Questo a mio parere...si accettano critiche costruttive, evitate le flammate che fanno solo male alla qualità media dei nostri commenti...Saluti
      • 0verture scrive:
        Re: E mo auguratevi solo...
        Vero che la retrocompatibilità per microsoft è tutto ma è anche vero che questa, di tanto in tanto, si sveglia e da il giro alle cose quando troppa retrompatibilità mina eccessivamente la funzionalità del suo sistema (immagino che abbiano un limite di tolleranza molto elevato in ogni caso).Wine ed il pericolo commerciale che rappresenta potrebbero diventare un ottimo incentivo per accelerare i tempi visto che è evidente che un'eventuale battaglia legale non sortirebbe particolari effetti e farebbe ancora pubblicità gratuita a linux.La comunità non deve perdere di vista la necessità di standarizzare sulle librerie native. Non può e non deve sperare di vivere sulle spalle di wine, se non altro per un questione di coerenza con lo spirito di libertà che tanto dice di difendere.I difensori del progetto in questione affermano che wine permette di utilizzare i programmi di windows al riparo dai virus ma ricordo ancora una volta che un eventuale virus, colpisce dove trova aperto ovvero nel caso di linux finirebbe per razziare il contenuto della home e delle eventuali unità scrivibili sotto /media cioè i file utili per l'utente.Salvare la macchina e fottersi i propri file, non è per niente il massimo, anzi sa ancora di beffa.
        • krane scrive:
          Re: E mo auguratevi solo...
          - Scritto da: 0verture
          Vero che la retrocompatibilità per microsoft è
          tutto ma è anche vero che questa, di tanto in
          tanto, si sveglia e da il giro alle cose quando
          troppa retrompatibilità mina eccessivamente la
          funzionalità del suo sistema (immagino che
          abbiano un limite di tolleranza molto elevato in
          ogni caso).
          Wine ed il pericolo commerciale che rappresenta
          potrebbero diventare un ottimo incentivo per
          accelerare i tempi visto che è evidente che
          un'eventuale battaglia legale non sortirebbe
          particolari effetti e farebbe ancora pubblicità
          gratuita a linux.Giusto, ma come dici anche tu sotto :
          La comunità non deve perdere di vista la
          necessità di standarizzare sulle librerie native.
          Non può e non deve sperare di vivere sulle spalle
          di wine, se non altro per un questione di
          coerenza con lo spirito di libertà che tanto dice
          di difendere.Il rischio per M$ nel caso cambiasse troppo, secondo me, e' che a quel punto wine diventino una specie di "libreria standard" che consenta di avere un ponte tra i riottosi che non abbandonano XP, gli utenti linux in crescita, usando peraltro librerie che gia' sanno usare.Cambiare a tal punto da costringere a riscrivere tutto il parco programmi di windows sarebbe un suicidio credo.Peraltro non mi sembra di vedere tutti 'sti cambiamenti nella versione 1, tali da giustificare un salto di versione, mi suona molto di lancio pubblicitario; ma ammetto che non l'ho mai usato molto.
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Microsoft in genere ha il vizio di far uscire un os ottimo, poi uno buono, uno di merda, infine ricomincia il giro.Se l'ottimo era W2000 (quindi il buono era Xp e l'altro vista) mi sa che il prossimo potrebbe essere qualcosa di spettacolare, capace di far mollare la presa anche ai riottosi di Xp.A quel punto wine diventerebbe una sorta di emulatore evoluto, una specie di dosbox avanzato, almeno fino al prossimo aggiornamento tra 15 anni.
          • Linaro scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            - Scritto da: 0verture
            Se l'ottimo era W2000 (quindi il buono era Xp e
            l'altro vista)Non sono ancora riuscito a capire cosa ci sia di meglio in Windows 2000 rispetto a XP... in Windows 2000 spesso bisognava riavviare il PC per un semplice cambiamento della configurazione IP! Inoltre a parità di hardware era sensibilmente più lento.
          • the_poet scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Condivido. Secondo la mia esperienza, classificherei Windows XP come ottimo e Win2000 come buono.
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Ma che dici. Windows 2000 fila come un razzo a partire dal PII con 96MB di Ram a salire. MAGARI avessi visto Xp comportarsi così o trovato una distro linux desktop operare seriamente con così poco.L'unica cosa lenta ed un po' troppo alchemica era Active Directory.
          • the_poet scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Ricordo che Windows 2000 era più lento all'avvio rispetto ad XP e, di tanto in tanto, capitava che mi si bloccasse il sistema. Con XP, la frequenza dei crash è notevolmente diminuita.
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Ma giudichi la velocità di un sistema operativo solo da quanto ci mette a partire ?
          • the_poet scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            No, infatti il secondo aspetto che ti ho citato era quello che più mi dava fastidio e che, in XP, non ho più avuto.
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Avrai avuto qualche incompatibilità hardware. Per quanto ho testato (parecchio) sono giunto alla conclusione che W2000 è quello ottimo e xp lo segue.
          • krane scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            - Scritto da: 0verture
            Microsoft in genere ha il vizio di far uscire un
            os ottimo, poi uno buono, uno di merda, infine
            ricomincia il giro.
            Se l'ottimo era W2000 (quindi il buono era Xp e
            l'altro vista) mi sa che il prossimo potrebbe
            essere qualcosa di spettacolare, capace di far
            mollare la presa anche ai riottosi di Xp.Il tuo ragionamento falla in questo: i sistemi erano buoni dopo un po' di service pach ed annetti, praticamente poco prima del loro ritiro (non ho lavorato tantissimo su 2000).Oltre a cio' M$ promette versioni ogni 3 anni, per quanto questo voglia dire tutto e niente.
            A quel punto wine diventerebbe una sorta di
            emulatore evoluto, una specie di dosbox avanzato,
            almeno fino al prossimo aggiornamento tra 15
            anni.Nel frattempo pero' anche wine si evolve, bisogna vedere in che direzione e quanto, se lo sviluppo venisse ben foraggiato e finanziato potrebbe tentare di rendere inutile l'uso delle nuove librerie integrate in windows.
          • Alex scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            - Scritto da: krane
            Il tuo ragionamento falla in questo: i sistemi
            erano buoni dopo un po' di service pach ed
            annetti, praticamente poco prima del loro ritiro
            (non ho lavorato tantissimo su
            2000).Ho usato win2000 dalla RC1 e non concordo per niente con quello che hai scritto :D Da che windows e windows il sistema nuovo è sempre stato giudicato superfluo e lento, quello vecchio performante ed user friendly. La realtà è che la branchia NT ha un disegno molto buono testimoniato dalla sua longevità e flessibilità che ancor oggi le permette di essere il fulcro dello sviluppo di questi sistemi.
          • supergino scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            - Scritto da: Alex

            La realtà è che la branchia NT ha un disegno
            molto buono testimoniato dalla sua longevità e
            flessibilità e' addirittura anfibio!
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...


            Il tuo ragionamento falla in questo: i sistemi
            erano buoni dopo un po' di service pach ed
            annetti, praticamente poco prima del loro ritiro
            (non ho lavorato tantissimo su
            2000).Win 2000 non ha mai fatto schifo. Xp prima del Sp1 qualche rogna poteva darla, vista invece li dà anche dopo.

            Nel frattempo pero' anche wine si evolve, bisogna
            vedere in che direzione e quanto, se lo sviluppo
            venisse ben foraggiato e finanziato potrebbe
            tentare di rendere inutile l'uso delle nuove
            librerie integrate in
            windows.Wine si evolve alla cieca. Ci sono voluti 15 anni per creare una cosa compatibile facendo leva proprio sul fatto che microsoft è pigra ad aggiornarsi.Già con apple che ha il vizio di buttare dalla finestra tutto molto più rapidamente questo giochetto non funzionerebbe più.
        • Picander scrive:
          Re: E mo auguratevi solo...
          - Scritto da: 0verture
          aperto ovvero nel caso di linux finirebbe per
          razziare il contenuto della home e delle
          eventuali unità scrivibili sotto /media cioè i
          file utili per
          l'utente.
          Salvare la macchina e fottersi i propri file, non
          è per niente il massimo, anzi sa ancora di
          beffa.No, se tu non consenti a wine di scorazzare in giro per il pc creando un drive virtuale su "/".basta dichiarare che c: = /home/pincopalla/.wine e sei a posto-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 11.40-----------------------------------------------------------
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Quella è una cosa fittizia tanto per dare un punto di partenza all'"emulatore" ma quando il programma risulta tradotto va a spasso per il sistema come un qualunque altro applicativo.
          • Abbio scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            sì ma i programmi di wine vedono solo quello che gli si consente, quindi se dai /home/pippo/.wine/ come cartella i programmi vedono quella cartella come c: e niente altro!!!come troll però sei sempre il mio preferito....
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Tu non l'hai mai usato wine quindi plonka al largo
          • Picander scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            no, i programmi sotto wine non possono vedere oltre i volumi che vengono dichiarati. Perchè dici che vanno a spasso?
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Perchè è quello che mi succede constantemente pur avendo impostato questa cosa.Posso andare e venire da .wine come meglio credo alla faccia della sicurezza tanto è vero che non mi faccio problemi a salvare sulla scrivania dai programmi sotto wine senza fare nient'altro che non sia andare alla cartella desiderata (niente trucchi tipo link simbolici).Quella cosa che qualcuno crede sia di sicurezza serve solo a comunicare ai programmi di windows, un riferimento, una sua / personale ma non ha alcun effetto pratico sulla sicurezza della home.Wine apre linux (o quanto meno le cartelle accessibili in scrittura) alle vulnerabilità intrinsecamente ereditate da windows.Se linux fosse solo un tantino più diffuso ci sarebbero già i virus progettati per insederare windows e l'eventuale cugino "bastardo" wine, una sorta di universal binary del male.
          • Picander scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            :-)Chissà magari un bel virus cross-platform scritto con le qt4Secondo me da qualche parte hai dichiarato l'unita "/", wine lo fa di default... non che sia una gran pensata.
          • 0verture scrive:
            Re: E mo auguratevi solo...
            Di quello sono sicuro. La / è fuori discussione.
    • Alex scrive:
      Re: E mo auguratevi solo...
      - Scritto da: 0verture
      Che microsoft non stia già preparando dei
      cambiamenti netti nelle sue api o dovranno
      passare altri 15 anni...Le fondamenta delle nuove api di windows sono gia state gettate ben tre anni fa, nel 2005 con il primo framework .net (1.0), e per la prima volta integrate in un sistema operativo con Vista, Avalon(WPF) per la GUI e Indigo(WCF) per la comunicazione (framework 3.5).
      • 0verture scrive:
        Re: E mo auguratevi solo...
        Con microsoft conoscere le specifiche è come non sapere niente
        • Alex scrive:
          Re: E mo auguratevi solo...
          Che centra scusa? :D A parte che il CLI e c# son standard ECMA ^ ^ e poi il progetto Mono nel suo piccolo sta facendo un gran lavoro, ed ha gia raggiunto il framework 2.0 includendo molti elementi del 3
    • BlueSky scrive:
      Re: E mo auguratevi solo...
      - Scritto da: 0verture
      Che microsoft non stia già preparando dei
      cambiamenti netti nelle sue api o dovranno
      passare altri 15
      anni...Credo sarebbe la morte di MS. Le aziende si troverebbero con buona probabilità a dover riscrivere le applicazioni. Chi ne ha una personalizzata dovrebbe scucire di nuovo una valanga di soldi. E perché? Solo perchè così MS può mettere i bastoni fra le ruote a Wine? Certo.. le aziende potrebbero prendere la palla al balzo e fare un porting in .NET. Sperando, ovviamente, che MS non faccia lo stesso scherzetto. Ad esempio potrebbe non implementare .NET 1.1 per le prossime versioni di Windows, o rendere .NET X imcompatibile con .NET Y. Forse qualcuno potrebbe decidere di passare a Java o altro ancora e scrivere le applicazioni con la portabilità in testa. Non essere in balia delle decisioni di MS potrebbe risparmiare molti mal di pancia.I tempi sono cambiati. Forse non è l'anno di Linux, e forse non lo sarà nemmeno il prossimo, ma di certo il mercato ha cominciato a guardarsi intorno. Qualcuno comincia a stufarsi di essere legato mani e piedi ad una sola azienda.
  • mes.id scrive:
    LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
    d'ora in poi anche quei fessacchiotti che continuano ad umiliarsi a suon di eula e windows genuine advatage, possono finalmente abbracciare il pinguino.Poter usare i windows, in modo piu' sicuro perche' senza virus o rischi malware, senza incompatibilita' tra dll e con prestazioni decuplicate, e' un sogno che potra' rendere felicit tutti, al prezzo di un grazie ovviamente.I programmatori dell'open source ci hanno regalato un'altra chicca, che non potra' che migliorare la situazione attuale.Linux aumenta sempre di piu' le sue quote di mercato, i rivenditori di windows tramano alla sola idea di perdere il loro lucroso mercato vista ready....Grazie a wine, chi ama la cultura e la liberta', avra' un'altra arma in piu' per vincere...
    • mark scrive:
      Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
      - Scritto da: mes.id
      d'ora in poi anche quei fessacchiotti che
      continuano ad umiliarsi a suon di eula e windows
      genuine advatage, possono finalmente abbracciare
      il
      pinguino.

      Poter usare i windows, in modo piu' sicuro
      perche' senza virus o rischi malware, senza
      incompatibilita' tra dll e con prestazioni
      decuplicate, e' un sogno che potra' rendere
      felicit tutti, al prezzo di un grazie
      ovviamente.
      I programmatori dell'open source ci hanno
      regalato un'altra chicca, che non potra' che
      migliorare la situazione
      attuale.Sei un troll però se mai fonderò un partito politico l'inno lo faccio scrivere a te, quello di Forza Italia sembrerà un relitto.

      Linux aumenta sempre di piu' le sue quote di
      mercato, i rivenditori di windows tramano alla
      sola idea di perdere il loro lucroso mercato
      vista
      ready....
      Grazie a wine, chi ama la cultura e la liberta',
      avra' un'altra arma in piu' per
      vincere...
    • otacon87 scrive:
      Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
      hai ragione... anche se il mondo dei gamer rimarrà ancora su winzozz... "emulando" i giochi win sul pinguino le prestazioni calano (a volte di pochissimo ma calano), e a quella gente che spende soldi in superschedegrafiche per avere 10 fps in più la cosa non piace...io per motivi di lavoro mi devo limitare a un dual boot...:'(resta ignaro di tutto il mondo degli UberNoob (come quella merda del mio capo...)
    • ruppolo scrive:
      Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
      - Scritto da: mes.id
      Linux aumenta sempre di piu' le sue quote di
      mercato,E dopo anni e anni è arrivato ben allo 0,68%...Forse ti stai riferendo al mercato dei server. Ma per quelli Wine non serve. Sui server non si gioca ai videogames, si gioca in modo più intelligente.
      i rivenditori di windows tramano alla
      sola idea di perdere il loro lucroso mercato
      vista
      ready....I rivenditori di Windows non esistono. Esistono i rivenditori di PC, a cui non importa che dati siano caricati negli hard disk.
      Grazie a wine, chi ama la cultura e la liberta',
      avra' un'altra arma in piu' per
      vincere...Per vincere? No, solo per partecipare.
      • iRoby scrive:
        Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
        Il TG Leonardo e TG Neapolis su RaiTre parla di Linux all'8% come il Mac. Ma si parla solo di Linux censiti ossia copie vendute o dati forniti dai meccanismi di download e installazione di Fedora, Suse, Ubuntu ecc. Che censiscono il numero presunto di installazioni.Il 16% + quell'1% di altri OS strani sono non-Windows. Per cui Windows ha meno dell'84% non più il 95-96%
        • ruppolo scrive:
          Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
          - Scritto da: iRoby
          Il TG Leonardo e TG Neapolis su RaiTre parla di
          Linux all'8% come il Mac. Ma si parla solo di
          Linux censiti ossia copie vendute o dati forniti
          dai meccanismi di download e installazione di
          Fedora, Suse, Ubuntu ecc. Che censiscono il
          numero presunto di
          installazioni.

          Il 16% + quell'1% di altri OS strani sono
          non-Windows. Per cui Windows ha meno dell'84% non
          più il
          95-96%Le cose stanno diversamente da come i TG le dipingono:http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=8Quelle che vedi sono le statistiche di utilizzo degli end user. Mancano quindi i server, ma possiamo ben immaginare che la percentuale di server rispetto i non-server sia non oltre lo 0,1%.Come vedi Linux non ha praticamente utilizzo come "desktop". La ragione più evidente è la mancanza di software (e da questo punto di vista Wine è una sconfitta a 360 gradi), quella meno evidente è che un sistema che cerca di imitare un altro, facendosi carico addirittura dei suoi difetti (e mi riferisco alle GUI), non ha alcun fascino.A meno che per "fascino" non si intenda "privo di malfunzionamenti"...
          • logicaMente scrive:
            Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
            - Scritto da: ruppolo
            Le cose stanno diversamente da come i TG le
            dipingono:
            http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=

            Quelle che vedi sono le statistiche di utilizzo
            degli end user. Mancano quindi i server, ma
            possiamo ben immaginare che la percentuale di
            server rispetto i non-server sia non oltre lo
            0,1%.cito:The information is derived from web browser user agent strings, rather than sales information or surveys. This is not entirely reliable because: * web browsers do not always provide accurate information to web servers. * the sites reporting may be specific to a particular operating system. * many computers are blocked from browsing to some classes of sites by firewalls or filters * some computers are not connected to the Internet * some computers run more than one operating system simultaneously (virtualization) or at different times (multiple booting) * the methodology (lists of sites, determination of operating system, counting sessions, unique visitors, page hits, or site hits) may be unrepresentative of the universe of computers * one computer may be counted multiple times, others not counted * clients using one OS may be running a session on another computer using a different OS
          • iRoby scrive:
            Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
            Grazie per avermi anticipato!
          • ruppolo scrive:
            Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
            - Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: ruppolo

            Le cose stanno diversamente da come i TG le

            dipingono:


            http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=



            Quelle che vedi sono le statistiche di utilizzo

            degli end user. Mancano quindi i server, ma

            possiamo ben immaginare che la percentuale di

            server rispetto i non-server sia non oltre lo

            0,1%.

            cito:
            The information is derived from web browser user
            agent strings, rather than sales information or
            surveys. This is not entirely reliable
            because:

            * web browsers do not always provide accurate
            information to web
            servers.
            * the sites reporting may be specific to a
            particular operating
            system.
            * many computers are blocked from browsing to
            some classes of sites by firewalls or
            filters
            * some computers are not connected to the
            Internet
            * some computers run more than one operating
            system simultaneously (virtualization) or at
            different times (multiple
            booting)
            * the methodology (lists of sites,
            determination of operating system, counting
            sessions, unique visitors, page hits, or site
            hits) may be unrepresentative of the universe of
            computers
            * one computer may be counted multiple times,
            others not
            counted
            * clients using one OS may be running a
            session on another computer using a different
            OSMi pare che vengano trattati tutti alla pari, quindi non vedo il problema.
          • logicaMente scrive:
            Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
            - Scritto da: ruppolo
            Mi pare che vengano trattati tutti alla pari,
            quindi non vedo il
            problema.Non vengono "trattati alla pari", infatti la parte che dice * the methodology (lists of sites, determination of operating system, counting sessions, unique visitors, page hits, or site hits) may be unrepresentative of the universe of computers indica che non è detto che siano tutti alla pari... la statistica da te citata usa come dato di aprtenza la risposta del browser su alcuni siti e da questo estrapola anche l'OS... il problema è che questo metodo non è molto affidabile.
          • ruppolo scrive:
            Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
            - Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: ruppolo

            Mi pare che vengano trattati tutti alla pari,

            quindi non vedo il

            problema.

            Non vengono "trattati alla pari", infatti la
            parte che dice

            * the methodology (lists of sites,
            determination of operating system, counting
            sessions, unique visitors, page hits, or site
            hits) may be unrepresentative of the universe of
            computers

            indica che non è detto che siano tutti alla
            pari... la statistica da te citata usa come dato
            di aprtenza la risposta del browser su alcuni
            siti e da questo estrapola anche l'OS... il
            problema è che questo metodo non è molto
            affidabile.E di quanto pensi possa differire? Certo, magari non indovina la versione di Mac OS o la versione di Windows, ma sta sicuro che un browser Linux non si presenta come Windows né come Mac OS.Semmai la questione è per i computer non connessi a Internet o che non navigano in Internet, come i server o i pc industriali. Quindi quella percentuale non è la percentuale di diffusione delle piattaforme, ma la percentuale dei soli computer che navigano su Internet. Nel caso Linux significa che lo 0,68% rappresenta per l'appunto la parte dei Linux utilizzata come desktop, che sappiamo essere inferiore a quella utilizzata come server. Bene da una parte, perché i Linux sono utilizzati proficuamente come server, male dall'altra, perché il dominio Microsoft nel segmento Office e Home non viene minimamente scalfito da Linux. Se Microsoft si incazza per Linux è perché va a intaccare il segmento più redditizio, quello dei server.La percentuale dei Mac invece rappresenta un po' meglio il parco circolante, in quanto i Mac sono utilizzati principalmente a livello desktop/personale, quindi navigano quasi tutti su Internet, sia quelli di casa che quelli in ufficio.
          • logicaMente scrive:
            Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
            No nel tuo ragionamento c'è un errore, il punto è che quelle statistiche sono prese da un gruppo necessariamente ristretto di siti internet e quindi non possono rappresentare l'universo (statisticamente parlando) dei pc.Per intenderci, supponiamo che uno dei siti sia quello di Microsoft update... secondo te quanti utenti wii (per dire) ci passano su? Idem, a parti invertire sul sito nintendo...Questo tipo di statistiche tendono ad evidenziare maggiormente le differenze, ovvero chi ha più share risulterà avere numeri ancora più alti, mentre chi ne ha meno avrà una situazione opposta.
          • iRoby scrive:
            Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
            Ma se già il TG Leonardo e Neapolis hanno dati di agenzia di stampa e che quindi dovrebbero essere annacquati dalle lobby o dalla riverenza nei media nei confronti di queste, e nonostante ciò riportano l'8% dichiarando "come il Mac" per un totale del 16%.Per non parlare dei milioni di PC che stanno piazzando Asus, Dell (che ha modelli con Linux), Acer che vende ora perfino in Italia questi:http://compraonline.mediaworld.it/webapp/wcs/stores/servlet/ProductDisplay?partNumber=p-521996&storeId=20000&catalogId=20000&languageId=-1So che Unieuro lo ha anche e ne ha ordinato alcune migliaia, molti di più il Mediaworld che sta facendo parecchia pubblicità.E le iniziative educative di Venezuela, Brasile, India e paesi africani come la Nigeria che stanno installando Linux su migliaia e migliaia di PC nelle scuole.Per non parlare delle statistiche che danno Linux sul 30% degli Smartphone entro il 2001...
      • Roberto Di scrive:
        Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
        - Scritto da: ruppoloe.
        I rivenditori di Windows non esistono. Esistono i
        rivenditori di PC, a cui non importa che dati
        siano caricati negli hard
        disk.Falso il mio capo vende Windows in diverse forme, in genere gli SMB. Ma anche i diversi Office e XP-Pro etc....
        • ruppolo scrive:
          Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
          - Scritto da: Roberto Di
          - Scritto da: ruppolo
          e.


          I rivenditori di Windows non esistono. Esistono
          i

          rivenditori di PC, a cui non importa che dati

          siano caricati negli hard

          disk.

          Falso il mio capo vende Windows in diverse forme,
          in genere gli SMB. Ma anche i diversi Office e
          XP-Pro
          etc....Non sapevo che nel mondo SMB i PC vengono venduti senza licenza Windows OEM... chissà, forse in quel mercato girano più soldi e preferiscono pagare di più?
      • ManyChoices scrive:
        Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: mes.id

        Linux aumenta sempre di piu' le sue quote di

        mercato,
        E dopo anni e anni è arrivato ben allo 0,68%...
        Fonte? E poi come fanno i conti, a casa mia non e' passato nessun omino a chiedermi cosa uso. Direi che sparare numeri e' abbastanza arbitrario, un sistema grossomodo e' vedere i log dei server web vd.http://www.w3schools.com/browsers/browsers_os.aspsecondo questi qui Mac + Lin sono dalle parti di Vista.
        I rivenditori di Windows non esistono. Esistono i
        rivenditori di PC, a cui non importa che dati
        siano caricati negli hard
        disk.
        Infatti per esempiohttp://www.ossblog.it/post/4162/acer-il-futuro-e-targato-linuxMa si sentono sempre piu' produttori che forniscono sistemi con Lin installato, fino a due anni fa era impensabile. Qualcosa vorra' dire ... Non credo si prendano il fastidio per uno 0.64% del mercato come dici tu, hanno visto che c'e' un mercato e che i loro centri di assistenza con un Linux installato non moriranno di chiamate, non certo piu' che con un win.
        Per vincere? No, solo per partecipare.E in effetti direi che fare una gara correndo da soli mica e' tanto divertente, meno male che c'e' qualche alternativa al pensiero unico.
        • ruppolo scrive:
          Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!
          - Scritto da: ManyChoices
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: mes.id


          Linux aumenta sempre di piu' le sue quote di


          mercato,

          E dopo anni e anni è arrivato ben allo 0,68%...



          Fonte?http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=8
          E poi come fanno i conti, a casa mia non
          e' passato nessun omino a chiedermi cosa uso.Non è necessario.
          Direi che sparare numeri e' abbastanza
          arbitrario, un sistema grossomodo e' vedere i log
          dei server web
          vd.

          http://www.w3schools.com/browsers/browsers_os.aspQueste statistiche non sono significative, indicano addirittura una crescita del 0,6% di Windows XP da Marzo ad Aprile...
          Infatti per esempio

          http://www.ossblog.it/post/4162/acer-il-futuro-e-tQuesto link non porta da nessuna parte.
          Ma si sentono sempre piu' produttori che
          forniscono sistemi con Lin installato, fino a due
          anni fa era impensabile. Qualcosa vorra' dire ...
          Non credo si prendano il fastidio per uno 0.64%
          del mercato come dici tu, hanno visto che c'e' un
          mercato e che i loro centri di assistenza con un
          Linux installato non moriranno di chiamate, non
          certo piu' che con un
          win.Lo 0,64% si riferisce ai soli sistemi Linux utilizzati per navigare, ovvero una minima parte del totale dei Linux.Ma la questione è un'altra: ciò che si desidera è un pc SENZA una licenza Windows, che costa soldi.
          E in effetti direi che fare una gara correndo da
          soli mica e' tanto divertente, meno male che c'e'
          qualche alternativa al pensiero
          unico.Troppo poche alternative, per il mio gusto.
    • andrea scrive:
      Re: LINUX OLTRE OGNI CONFINE!

      Linux aumenta sempre di piu' le sue quote di
      mercato, i rivenditori di windows tramano alla
      sola idea di perdere il loro lucroso mercato
      vista
      ready....Si, sicuramente saranno tutti li trEmanti e sudati al pensiero che è stato finalmente rilasciato Wine 1.0... "Oddio, da oggi non venderemo neanche una copia Windows Vista. Oddio, è uscito Wine 1.0! Oddio, ci sarà una migrazione di massa. Oddio, tutte le aziende, che non aspettavano altro, da domani migreranno i desktop aziendali a Linux adesso che è uscito Wine 1.0, uhhh, uhhh"
  • usolo scrive:
    LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
    ah gia' mi ero dimenticato esistono almeno due notepad diversi per ogni window manager,due programmi di chat irc , due programmi per zippare, due file browser ecc ecc ecc....senza poi contare i vari sottofork che piu' o meno furbescamente vanno ad ampliare in modo inusitato il parco sofware piumato con doppioni di doppioni di doppioni...facciamo un example...firefox, vaselina di ghiaccio, switfox, ecc avete davvero il coraggio di contartli come porgrammi a parte?non parliamo poi di ubuntu dove in modo davvero truffaldino vengono spezzettati sofware in vari sottopacchetti, con l'unico scopo di aumentare il volume dei file deb disponibili, facendo credere al noob di turno che linux pulluli di software....BAGGIANATE!SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI LINUX!
    • cognome scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?

      SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI LINUX!Non ho capito niente di quello che hai scritto prima, ma su questo sono d'accordo. Infatti WINE e MONO il mio Linux non lo vedranno MAI!
      • Beppe scrive:
        Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
        - Scritto da: cognome

        SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI
        LINUX!

        Non ho capito niente di quello che hai scritto
        prima, ma su questo sono d'accordo. Infatti WINE
        e MONO il mio Linux non lo vedranno
        MAI!Cioè secondo te se scrivi un programma su Linux usando le librerie di mono non è per Linux?Mono usa licenze libere, non farti fuorviare da quelli che fanno FUD su Mono tirando fuori la paura dei brevetti che vale per qualsiasi software in giro.
        • carobeppe scrive:
          Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
          - Scritto da: Beppe
          - Scritto da: cognome


          SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI

          LINUX!



          Non ho capito niente di quello che hai scritto

          prima, ma su questo sono d'accordo. Infatti WINE

          e MONO il mio Linux non lo vedranno

          MAI!

          Cioè secondo te se scrivi un programma su Linux
          usando le librerie di mono non è per
          Linux?
          Mono usa licenze libere, non farti fuorviare da
          quelli che fanno FUD su Mono tirando fuori la
          paura dei brevetti che vale per qualsiasi
          software in
          giro.Dai, ma hai letto cosa ha scritto lo stesso tizio più sopra nel thread "Frase senza senso nell'articolo"...
    • otacon87 scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
      hahaha brucia che può usare programmi wizozz senza pagare alcuna licenza?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Xilitolo scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
      Ti faccio un esempio di caso in cui non c'è alternativa:il programma DOCFA, distribuito gratuitamente dell'Agenzia del Territorio del Ministero delle Finanze, che serve per l'accatastamento degli immobili, non è disponibile per Linux, ma grazie a Wine si può usare anche con Linux.
      • Fabrizio scrive:
        Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
        - Scritto da: Xilitolo
        Ti faccio un esempio di caso in cui non c'è
        alternativa:
        il programma DOCFA, distribuito gratuitamente
        dell'Agenzia del Territorio del Ministero delle
        Finanze, che serve per l'accatastamento degli
        immobili, non è disponibile per Linux, ma grazie
        a Wine si può usare anche con
        Linux.idem per tanti programmi "forniti dallo stato" vedi il software per fare l'unico ecc.Poi mi spiegate tutto questo astio?Che te frega a te se Ubuntu divide molti pacchetti in -data? Qualcuno è venuto a casa tua con un fucile a pompa e un cd di linux in mano? Se non hai voglia di imparare un nuovo OS (o hai paura di imparare un nuovo OS) non farlo nessuno ti obbliga ma non sputare nel piatto dove mangiano gli altri. E non dirmi che tutti qui dicono che Windows è una merda anche se non lo usano, Windows per diritto o per rovescio lo usano tutti (chi per lavoro, chi per amici rompi cosidetti, ecc)
        • cvbfghdrdtb szdfb scrive:
          Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
          - Scritto da: Fabrizio
          E non dirmi che tutti qui
          dicono che Windows è una merda anche se non lo
          usano, Windows per diritto o per rovescio lo
          usano tutti (chi per lavoro, chi per amici rompi
          cosidetti,
          ecc)parla per te, personalmente non l'ho mai usato, e per quanto riguarda gli "amici rompi" mi limito a rispondere "non so usare windows ma se hai problemi su un sistema *nix non ho problemi ad aiutarti"
    • Ahahahahaha scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
      - Scritto da: usolo
      ..

      SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI LINUX!Ciao troll !
    • nonhosoldi scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?

      " non parliamo poi di ubuntu dove in modo davvero
      truffaldino vengono spezzettati sofware in vari
      sottopacchetti, con l'unico scopo di aumentare il volume
      dei file deb disponibili, facendo credere al noob di turno
      che linux pulluli di software "Da quello che dici, mi sembra proprio che tu di Linux non capisci una mazza. Un software linux non è diviso in sottopacchetti, ma ogni pacchetto contiene un software a se.L'unica differenza con winzozz e che se c'è un software che puoi condividerlo con altri (per lo più librerie) perchè installarlo 2 volte quando con 1 puoi fare funzionare 2 programmi diversi?
      " SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI LINUX! "Su questo sono perfettamente daccordo con te, infatti io USO SOLO SOFTWARE PER LINUX, ma che vuoi farci, ci sono persone con una chiusura mentale tale, che non riesce proprio ad imparare un'altro software. Inoltre la filosofia di linux è quella di non LIMITARE NESSUNO, cosa che invece le controparti....GO! Linux
      • bibop scrive:
        Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
        - Scritto da: nonhosoldi
        L'unica differenza con winzozz e che se c'è un
        software che puoi condividerlo con altri (per lo
        più librerie) perchè installarlo 2 volte quando
        con 1 puoi fare funzionare 2 programmi
        diversi?be si' ok... e se applicazioneA vuole la libreria sssppp.0.4.5 e applicazioneB vuole la stessa libreria pero' in versione 0.4.9 ? le dll di windows sono famose per condividere pezzi di "software", non e' la stessa cosa ma la situazione e' simile... la condivisione puo' portare a conflitti...
        • apt scrive:
          Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
          Sulle distribution derivate da debian (ad esempio Ubuntu) c'è apt-get che installa i programmi e tiene sincronizzate i .so (le dll di Linux) e le librerie in modo che non ci siano conflitti. Possono esserci problemi se ci si installano certe cose a mano o se si copiano gli eseguibili da un sistema all'altro, ma finché si fa ricorso ad apt-get non ci sono problemi.Per le distribution alla Red-Hat c'è un sistema analogo, che però non ho mai provato e di cui non ricordo neppure il nome.
        • iRoby scrive:
          Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
          E lo definisci un vantaggio?Ti sei mai chiesto perché lo chiamano DLL HELL?
          • bibop scrive:
            Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
            - Scritto da: iRoby
            E lo definisci un vantaggio?

            Ti sei mai chiesto perché lo chiamano DLL HELL?su osx e in maniera simile ma nn uguale su pc-bsd tu puoi avere tutte le versioni di una libreria dal 95 a ieri senza conflitti (la mano sul fuoco la metto solo per osx pero' che cpnosco meglio) quindi il programma ABC di 6 anni fa che utilizza la libreria AAA fino alla versione 4.2.3 puo' essere istallato ed usato assieme al programma DEF che utilizza la stessa libreria AAA ma in versione 7.2.3 ovviamente ABC nn e' compatibile con la versione attuale della libreria.... questo nn e' inferno delle dll... l'inferno delle dll c'e' quando la libreria AAA.dll (versione 2004) e al contempo un altro programma ha bisogno di AAA.dll (versione 2007) ovviamente vicendevolmente incompatibili per i programmi... quello e' dll.hell :) nn certo avere l apossibilita' di usare la stessa "libreria" in versioni differenti...
    • Funz scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
      - Scritto da: usolo
      ah gia' mi ero dimenticato esistono almeno due
      notepad diversi per ogni window manager,due
      programmi di chat irc , due programmi per
      zippare, due file browser ecc ecc
      ecc....Fatti un giro su download.com, e vedi quanti cloni di notepad, mirc, winzip, ecc. ci sono. Che facciamo, li fuciliamo tutti? :D
      SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI LINUX!Non tutti sono talebani fanatici come te :pAh, io uso i driver closed nvidia, shame on me!
    • logan scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?

      SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI LINUX!E come ci gioco a World of Warcraft, tra una lettera scritta con OpenOffice, la mail scaricata con Evolution o con Thunderbird, e la musica che ascolto con AmaroK? :)
    • CCC scrive:
      Re: LINUX NON ERA PIENO ZEPPO DI SOFTWARE?
      - Scritto da: usolo
      ah gia' mi ero dimenticato esistono almeno due
      notepad diversi per ogni window manager,due
      programmi di chat irc , due programmi per
      zippare, due file browser ecc ecc
      ecc....

      senza poi contare i vari sottofork che piu' o
      meno furbescamente vanno ad ampliare in modo
      inusitato il parco sofware piumato con doppioni
      di doppioni di
      doppioni...

      facciamo un example...firefox, vaselina di
      ghiaccio, switfox, ecc avete davvero il coraggio
      di contartli come porgrammi a
      parte?
      non parliamo poi di ubuntu dove in modo davvero
      truffaldino vengono spezzettati sofware in vari
      sottopacchetti, con l'unico scopo di aumentare il
      volume dei file deb disponibili, facendo credere
      al noob di turno che linux pulluli di
      software....BAGGIANATE!ok... sin qui solo delirio...
      SE VOLETE USARE LINUX, USATE SOLO PROGRAMMI LINUX!scusa se debbo contrariarti...ma se permetti (e anche se non permetti) io uso tutto ciò che mi pare e piacetu fai come ti pare ma non venirmi a dire cosa devo o non devo faregrazie
  • cognome scrive:
    frase senza senso nell'articolo
    "Wine è un programma (non un emulatore!) "Non ha senso, in quanto un emulatore è un programma!!!In altre parole:"Wine è un programma"
    • Enrico Giancipoli scrive:
      Re: frase senza senso nell'articolo
      C'è un bug nella tua logica. La tua mozione sarebbe semmai stata corretta se avessi scritto "Wine è un emulatore (e non un programma!)". Oltre al fatto che nell'articolo che cos'è Wine è ribadito più volte. Ciao, alla prossima :-)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2008 00.37-----------------------------------------------------------
      • cognome scrive:
        Re: frase senza senso nell'articolo
        "Word è un programma (non un emulatore!) ""Excel è un programma (non un emulatore!) ""MySql è un programma (non un emulatore!) ""BIND è un programma (non un emulatore!) ""Wine è un programma (non un emulatore!) "Se per te è una chiarissima spiegazione di che cos'è WINE...e poi.."Wine è un programma (non un emulatore!) "e da quando gli emulatori non sono programmi?
        Mi sa che ti servono ripetizioni di logica.Mi sa che servono a te...(rotfl)
        • Enrico Giancipoli scrive:
          Re: frase senza senso nell'articolo
          - Scritto da: cognome
          "Word è un programma (non un emulatore!) "
          "Excel è un programma (non un emulatore!) "
          "MySql è un programma (non un emulatore!) "
          "BIND è un programma (non un emulatore!) "
          "Wine è un programma (non un emulatore!) "
          Se per te è una chiarissima spiegazione di che
          cos'è
          WINE...

          e poi..
          "Wine è un programma (non un emulatore!) "
          e da quando gli emulatori non sono programmi?
          E io dove avrei scritto "non è un programma"? :D :D :D :D
          • cognome scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo


            E io dove avrei scritto "non è un programma"? :D
            :D :D
            :DL'hai scritto qui: "Wine è un programma (non un emulatore!) "La tua frase: "Wine è un programma (non un emulatore!) "significa:"Wine è un programma di conseguenza non è un emulatore!"Se avessi scritto"Wine è un wrapper (non un emulatore!) "significherebbe:"Wine è un wrapper di conseguenza non è un emulatore!"che avrebbe senso.
          • Enrico Giancipoli scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            No no amico. Sbagli ad interpretare, il "di conseguenza" l'hai messo tu. Si legge invece: Wine è un programma, "ma" non un emulatore :) Se vuoi continuare fai pure, per me la questione si chiude qui ;-)
          • otacon87 scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            secondo me dovete bere meno...(e magari smetterla con la droga!)
          • Leo scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            - Scritto da: Enrico Giancipoli
            No no amico. Sbagli ad interpretare, il "di
            conseguenza" l'hai messo tu. Si legge invece:
            Wine è un programma, "ma" non un emulatore :)


            Se vuoi continuare fai pure, per me la questione
            si chiude qui
            ;-)sì ma non ha senso perchè anche un emulatore è un programma!è quello che intende dire ;)
          • rolando scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            Se vuoi un consiglio, la prossima volta che scrivi un articolo non rispondere ai commenti degli utenti
          • BLah scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            Sacrosanto.
          • carobeppe scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            - Scritto da: Enrico Giancipoli
            No no amico. Sbagli ad interpretare, il "di
            conseguenza" l'hai messo tu. Si legge invece:
            Wine è un programma, "ma" non un emulatore :)


            Se vuoi continuare fai pure, per me la questione
            si chiude qui
            ;-)Wine non è un emulatore. Wine è un programma. Il bischero che continua a sentenziare, invece, è un troll. Il testo dell'articolo è chiarissimo, spezzo "un'arancia" a favore dell'autore.
          • iluvatar scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            Ha ragione knarf.
          • Il Rome scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            Questo battibecco mi fa tornare in mente c'è sempre un sacco di gente che non ha una mazza da fare ....Costruttività = -1Ciao
          • ajambo scrive:
            Re: frase senza senso nell'articolo
            - Scritto da: cognome



            E io dove avrei scritto "non è un programma"? :D

            :D :D

            :D

            L'hai scritto qui: "Wine è un programma (non un
            emulatore!)
            "

            La tua frase: "Wine è un programma (non un
            emulatore!)
            "
            significa:
            "Wine è un programma di conseguenza non è un
            emulatore!"Mi dai l'indirizzo del tuo spacciatore?
    • Alex scrive:
      Re: frase senza senso nell'articolo
      - Scritto da: cognome
      Allora che cos'è WINE?
      La frase nell'articolo è senza logica, ma cmq la
      frase corretta sarebbe
      stata:
      "Wine è un wrapper delle API di windows (non un
      emulatore!)"Errato, Wine è una implementazione opensource delle api win32 più le utility sw che permettono la "traduzione" e rilocazione di un eseguibile in formato PE ad ELF
    • Emanuele Ivaldi scrive:
      Re: frase senza senso nell'articolo
      - Scritto da: cognome
      Non ha senso, in quanto un emulatore è un
      programma!!!Non c'entra, e' molto semplice da capire:Wine è un programma
    • okram69 scrive:
      Re: frase senza senso nell'articolo
      Il problema è che dovresti leggere la frase per intero e non solo un pezzetto, altrimenti invece di fare l'esperto di logica fai la figura del peracottaro...la frase completa è:- Wine è un programma (non un emulatore!) che permette di eseguire software nativamente scritto per Windows su sistemi operativi Unix-like...;cioè:- Wine è un programma che permette di eseguire software nativamente scritto per Windows su sistemi operativi Unix-like, ma non è un emulatore...;P.S. ovviamente, massimo rispetto a tutti i peracottari ;-)
  • MAH scrive:
    L'ultima frase
    "con Wine 1.0 oggi Linux sembra avere una marcia in più."che tristezza
    • Enrico Giancipoli scrive:
      Re: L'ultima frase
      È fuori discussione che Wine porta su Linux tutti quegli utenti che per necessità ludiche, di lavoro o per altre esigenze erano costretti a tenere Windows. Quindi sì, ribadisco, IMHO con Linux Wine ha una marcia in più. Anche se, ovviamente, sarebbe molto meglio avere software nativo.
      • innominato scrive:
        Re: L'ultima frase
        - Scritto da: Enrico Giancipoli
        È fuori discussione che Wine porta su Linux tutti
        quegli utenti che per necessità ludiche, di
        lavoro o per altre esigenze erano costretti a
        tenere Windows.Di lavoro?Certo, poi se hai un problema con il programma lo fai sapere tu a chi te l'ha venduto che deve farti assistenza anche se lo fai girare tramite wine (che dubito fortemente sarà mai ufficialmente supportato)?La vedo molto improbabile come cosa, così come vedo improbabile che i videogiocatori abbandonino windows e di conseguenza i giochi più recenti.Vada per le altre esigenze, ma credo che il numero sarà comunque abbastanza esiguo.Più di marcia parlerei di ridotta.
        • AndreFred scrive:
          Re: L'ultima frase
          l'assistenza la chiedi per il programma o per il sistema operativo?domanda del cazzo: il problema sta sempre in windows...
          • krane scrive:
            Re: L'ultima frase
            - Scritto da: AndreFred
            l'assistenza la chiedi per il programma o per il
            sistema
            operativo?

            domanda del cazzo: il problema sta sempre in
            windows...(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • innominato scrive:
            Re: L'ultima frase
            - Scritto da: AndreFred
            l'assistenza la chiedi per il programma o per il
            sistema
            operativo?Esempio banale, il programma non apre un file (crasha).Vagli te a spiegare che non è colpa del fatto che non lo stai utilizzando sotto windows.
          • AndreFred scrive:
            Re: L'ultima frase
            appunto: se crasha per colpa del s.o., che ti combina l'assistenza?se ti aiuta, lo fa solo per pietà, mica è il loro lavoro.più probabilmente ti dicono di contattare l'amministratore, l'installatore o l'assistenza della piattaforma su cui gira.
          • Ahahahahaha scrive:
            Re: L'ultima frase
            - Scritto da: innominato
            - Scritto da: AndreFred

            l'assistenza la chiedi per il programma o per il

            sistema

            operativo?

            Esempio banale, il programma non apre un file
            (crasha).
            Vagli te a spiegare che non è colpa del fatto che
            non lo stai utilizzando sotto
            windows.Spero che non ci sia nessuno così scemo da usare Wine per apllicazioni aziendali nate sotto Windows, o davvero si merita il licenziamento in tronco....O se proprio lo vuole fare, almeno 6 mesi di collaudo presso un unico utente E POI l'estensione a tutti.La differenza fra un pessimo gestore di CED ed uno buono molto spesso è solo la prudenza e la capacità di analisi ( a parità di ottime conoscenze, ovvio).
          • non so scrive:
            Re: L'ultima frase
            - Scritto da: AndreFred
            l'assistenza la chiedi per il programma o per il
            sistema operativo?Per il sistema operativo non puoi perchè stai usando Wine e non Windows. Per il programma puoi provare a chiedere supporto omettendo che hai un problema sotto Wine. Se il problema e' riproducibile anche sotto Windows potresti ottenere supporto.
            domanda del cazzo: il problema sta sempre in
            windows...Non e' un pregiudizio vero?
        • ManyChoices scrive:
          Re: L'ultima frase
          - Scritto da: innominato
          - Scritto da: Enrico Giancipoli

          È fuori discussione che Wine porta su Linux
          tutti

          quegli utenti che per necessità ludiche, di

          lavoro o per altre esigenze erano costretti a

          tenere Windows.
          Di lavoro?
          Certo, poi se hai un problema con il programma lo
          fai sapere tu a chi te l'ha venduto che deve
          farti assistenza anche se lo fai girare tramite
          wineMa scusami, perche' tu conosci dei fortunati mortali che con software standard siano riusciti ad ottenere assistenza? In genere la colpa puo' essere dell'hardware o del sistema operativo o di tanta altra roba ancora, ma del programma che ti hanno venduto proprio no ... Per qualche centinaio di euro (o in certi casi decine) assistenza a vita???? Non mi risulta proprio, a parole forse.Forse stai parlando di programmi a scarsa diffusione per usi molto specifici dove paghi qualche migliaia di euro il contratto di manutenzione/evolutivo ed il minimo e' che qualcuno dall'altra parte ti dia retta, ma quella e' un'altra cosa e per il momento non e' nemmeno il target di Wine, la morale della storia e' che c'e' un database di circa 10.000 applicazioni che sembra funzionare. Punto.Potremmo aggiungere che magari qualcuno aveva difficolta' ad usare un Linux perche' interessato a due o tre programmi programmi particolari che magari sono nel database. Bene questo tizio puo' sfruttare la marcia in piu'. Gli altri si tengano stretti il loro Win se proprio non possono fare a meno di certi programmi.
      • il texano scrive:
        Re: L'ultima frase
        - Scritto da: Enrico Giancipoli
        È fuori discussione che Wine porta su Linux tutti
        quegli utenti che per necessità ludiche, di
        lavoro o per altre esigenze erano costretti a
        tenere Windows. Quindi sì, ribadisco, IMHO con
        Linux Wine ha una marcia in più. Anche se,
        ovviamente, sarebbe molto meglio avere software
        nativo.Perché? Cosa c'è di diverso rispetto alla versione 0.99.pigreco.edinepero? Cosa dice la version history?Sarebbe meglio dire che *oggi* linux ha un numero in più, così come PI ha un articolo in più.Saluti.
    • ruppolo scrive:
      Re: L'ultima frase
      - Scritto da: MAH
      "con Wine 1.0 oggi Linux sembra avere una marcia
      in
      più."Si, la retromarcia.
      • logan scrive:
        Re: L'ultima frase
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: MAH

        "con Wine 1.0 oggi Linux sembra avere una marcia

        in

        più."

        Si, la retromarcia.Utile anche quella.Te lo dice uno a cui si è rotto il cambio, in un parcheggio, di fronte ad un muro e poteva solo usare la seconda, da solo, di notte, nessuno che ti aiuta.Mettere un bastone sulla frizione per tenere la macchina in folle, spingere la macchina da davanti, appoggiandomi al muro, per farla uscire dal parcheggio, e salire al volo, togliendo il bastone, per evitare che finisse contro un bidone, non è stato facile.La retromarcia a volte serve!!! :D
Chiudi i commenti