Western Digital mette l'elio nell'hard disk

Ennesima evoluzione tecnologica degli HDD magnetici. Grazie al gas aumenta lo spazio e diminuiscono i consumi
Ennesima evoluzione tecnologica degli HDD magnetici. Grazie al gas aumenta lo spazio e diminuiscono i consumi

Western Digital vuole “gasare” gli hard disk meccanici sostituendo l’aria con l’elio: la soluzione, ideata dalla recentemente acquisita Hitachi Global Storage Technologies (HGST), porterebbe a notevoli benefici sia dal punto di vista dei consumi che della possibilità di incrementare ulteriormente lo spazio di storage da mettere a disposizione degli utenti.

L’ennesimo avanzamento evolutivo di una tecnologia – quella degli HDD magnetici, appunto – data più volte per spacciata ha richiesto ben sei anni di sforzi, dice HGST, e ora gli ingegneri hanno trovato il modo di sigillare l’elio all’interno dei dischi senza che questo possa più fuoriuscire una volta terminato il processo produttivo.

Sostituire l’aria con un gas nobile (chimicamente inerte) come l’elio porta a importanti vantaggi , dice l’azienda: il consumo di energia elettrica si riduce del 23 per cento, la temperatura di funzionamento si abbassa di 4 gradi centigradi ed è possibile inserire due ulteriori piatti nel tradizionale form factor da 3 pollici e mezzo.

WD-HGST sostiene che il nuovo setup a base di elio permetterà non solo di raggiungere nuovi traguardi per quel che riguarda lo spazio di storage disponibile su disco, ma anche (soprattutto?) un drastico calo di consumi e problemi connessi alle temperature nei data center presenti e futuri.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 09 2012
Link copiato negli appunti