WhatsApp consente l'invio dei messaggi a se stessi

WhatsApp consente l'invio dei messaggi a se stessi

Iniziato il rollout della funzionalità di WhatsApp che permette di inviare messaggi a se stessi per scrivere appunti, promemoria o liste della spesa.
Iniziato il rollout della funzionalità di WhatsApp che permette di inviare messaggi a se stessi per scrivere appunti, promemoria o liste della spesa.

Era disponibile nelle versioni beta delle app Android e iOS da circa dieci giorni. WhatsApp ha ora confermato l’arrivo della funzionalità “Message Yourself” che permette di inviare un messaggio a se stessi. In realtà non è una vera e propria novità, in quanto è solo un modo più rapido per accedere al proprio contatto.

Appunti, promemoria e lista della spesa

Il rollout della nuova funzionalità Message Yourself è iniziato oggi, ma sarà disponibile per tutti nel corso dei prossimi giorni. Gli utenti che non usano soluzioni specifiche (ad esempio Google Keep o Evernote) o non vogliono installare altre app possono sfruttare WhatsApp per prendere appunti, salvare un promemoria o scrivere la lista delle spesa. È infatti sufficiente inviare un messaggio a se stessi.

WhatsApp Message Yourself

Dopo aver aperto l’app e toccato il pulsante per la creazione di una nuova chat, l’utente deve scegliere il proprio contatto in cima all’elenco, come si vede nell’immagine. È possibile anche fissare la chat con se stesso all’inizio dell’elenco.

Come detto, la funzionalità è solo un modo più rapido per eseguire l’operazione. Esistono infatti almeno tre “workaround”. Il primo consiste nel creare una chat con un altro utente e successivamente rimuoverlo dal gruppo. È possibile anche salvare il proprio numero di telefono nella rubrica dello smartphone e scegliere l’opzione per l’invio del messaggio su WhatsApp. Infine si può sfruttare la funzionalità “Clicca per chattare” per creare un link del tipo https://wa.me/xxxxxxxxxx, dove le x indicano il numero di telefono in formato internazionale (senza zeri).

Su Telegram è possibile ottenere lo stesso risultato con la funzionalità “Messaggi salvati“, mentre Signal offre la funzionalità “Note personali“.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 28 nov 2022
Link copiato negli appunti